città metropolitana

Per consentire ai visitatori di seguire l'eccezionale evento fin dall'inizio della lunga manovra di ingresso nel porto di Voltri. Si consiglia di portare un binocolo.Genova, 25 - La Lanterna di Genova, eccezionale balcone su porto, sulla città e sul mare, domenica mattina anticiperà l'apertura alle visite alle 7.30, per consentire a chi voglia ammirare l'evento dell'arrivo della Costa Concordia da questo straordinario osservatorio di farlo sin dalle prime ore della lunga manovra di ingresso nel porto di Pra Voltri.

Dall'attuale sede al civico 40 si sposterà al 38, in altri locali di proprietà della Provincia. L'accordo per questa soluzione è stato raggiunto nell'incontro fra il commissario Piero Fossati e la dirigente provinciale del Miur Sara Pagano. Genova, 25 - Cambierà sede, ma non strada il Provveditorato agli Studi genovese che si trasferirà dal civico 40 di via Assarotti a quello attiguo, il 38, nel prossimo mese di ottobre.

L'approdo a Genova del relitto della Costa Concordia potrà essere seguito anche da un palcoscenico eccezionale, quello del Faro simbolo della città e del suo rapporto con il mare. L'apertura straordinaria della Lanterna è a cura dei Giovani Urbanisti. Genova, 24 -Un evento di importanza e significato eccezionali come l'arrivo del relitto della Costa Concordia potrà essere seguito anche da un palcoscenico straordinario: la Lanterna, simbolo di Genova e del suo rapporto con il mare, del porto, di tutte le sue professionalità e dei suoi lavoratori.

Il commissario della Provincia di Genova ricorda che la chiusura al sabato degli edifici delle superiori è già in vigore in altre Province e che l'ente sta varando altre misure per fronteggiare i nuovi pesantissimi tagli della spending review nazionale. Genova, 15 - Un giorno di apertura in meno alla settimana nelle superiori ridurrà per la Provincia di Genova i costi di riscaldamento, elettricità, altre utenze e servizi di pulizia degli edifici scolastici per oltre un milione di euro nel 2014/15.

Da sabato 12 a lunedì 14 per la ricorrenza di Sant'Alberto presso la sede della Società operaia cattolica 'Sacra famiglia'. Genova, 11 - Torna a Manesseno (Sant'Olcese) la sagra della lumaca: da domani, sabato 12, a lunedì 14 luglio, presso la sede della Società operaia cattolica si alterneranno stand gastronomici, dove si potranno assaporare piatti a base di lumaca accompagnati dalla tradizionale bianchetta delle colline polceverasche, e momenti musicali.

In direzione monte tra i km. 2,8 e 3,4 della strada nella serata di mercoledì 16 luglio, con area di sosta sulla corsia a lato del fiume. Transito in direzione opposta sulla viabilità comunale. Genova, 10 - Serata musicale a senso unico sulla provinciale 26 della Valgraveglia a Conscenti di Ne. Mercoledì 16 luglio, in occasione della Festa delle Fisarmoniche dalle venti a mezzanotte e mezza il tratto compreso fra i km.

Il commissario della Provincia di Genova risponde con "franchezza di linguaggio" e " senza fraintendimenti" al Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie che aveva invitato tutte le Province a garantire i servizi sul territorio. Genova, 9 - Al ministro degli Affari Regionali e delle Autonomie che tenta una nuova quadratura del cerchio il commissario della Provincia di Genova ricorda che uno dei massimi problemi della geometria, dibattuto per millenni, è stato definitivamente considerato irrisolvibile dal 1882.

Il commissario della Provincia di Genova che dal 1^ luglio svolge le sue funzioni "a costo zero" spiega che oltre alla chiusura al sabato degli 88 edifici delle superiori l'ente sta varando altre misure per far fronte ai nuovi pesantissimi tagli nazionali.

Il decreto 66/2014 riduce di altri 8 milioni nel 2014 (con tagli maggiori nel 2015) il bilancio della Provincia e impone risparmi anche sull'attuale gestione Muvita del Faro. Contatti in corso con Municipio e associazioni per continuarne l'apertura.

Il commissario straordinario della Provincia di Genova risponde duramente alle critiche dell'assessore regionale sulla chiusura delle superiori al sabato. Genova, 11 - Sulla settimana corta nelle scuole superiori il commissario straordinario della Provincia di Genova risponde alla presa di posizione dell'assessore regionale Sergio Rossetti.

Rivolti a persone in cassa integrazione (con possibili posti anche per disoccupati oltre i 45 anni) sono organizzati da Sogea e Villaggio del Ragazzo. Le domande per le selezioni si possono presentare sino alle 12 del 12 settembre. Genova, 26 - Iscrizioni aperte fino al 12 settembre alle selezioni dei due nuovi corsi per operatori socio sanitari autorizzati dalla Provincia di Genova, finanziati dal Fondo Sociale Europeo 2007-2013 per la Regione Liguria e gestiti rispettivamente da Sogea con Isforcoop e dal Villaggio del Ragazzo.

L'edizione 2014, aperta agli apicoltori e apicoltrici che svolgono la propria attività nei Comuni dei Parchi della Liguria, è organizzata dal Parco del Beigua. I partecipanti dovranno consegnare i campioni dei mieli per la giuria entro il 31 agosto. Genova, 21 - Tutta al profumo dei mieli, da quello millefiori alla robinia e al castagno, dall'erica al tarassaco, al tiglio o alla melata, prodotti dalle api nei parchi liguri.

Fissata dal sindaco del Comune capoluogo Marco Doria (futuro sindaco metropolitano) la data delle elezioni di secondo livello per eleggere l'organo politico di 18 membri che entro il 31 dicembre approverà lo statuto della Città Metropolitana, per poi amministrarla dall'1 gennaio 2015.Genova, 8 - E' stata fissata a domenica 28 settembre la data di elezione del consiglio metropolitano, l'organo politico della futura Città metropolitana di Genova.

Partirà a breve la quarta edizione del corso che punta a far conseguire attestati informatici a ragazzi che hanno abbandonato la scuola media o che sono in situazione di disagio sociale, stimolandoli allo studio: alla terza edizione del corso hanno partecipato in 17.Genova, 15 - Dare un futuro a ragazzi che hanno abbandonato le scuole medie attraverso corsi di informatica di base che permettano loro di conseguire uno o più attestati: è questo l'obiettivo del corso di alfabetizzazione informatica promosso e finanziato dal Rotary Club Genova, di cui sta per partire la quarta edizione dopo che

Dopo due anni e mezzo di commissariamento della Provincia, il 17 ottobre un'assemblea di eletti (seppur con elezioni di secondo grado) tornerà a riunirsi a Palazzo Doria Spinola: è il consiglio metropolitano, 18 membri più Marco Doria, che scriveranno lo statuto della Città Metropolitana.Genova, 15 - Sono passati due anni e mezzo da quando, nel maggio 2012, le dimissioni dell'ultimo presidente della Provincia di Genova Alessandro Repetto, avvenute pochi giorni prima che scadesse il suo secondo mandato, segnarono il decadimento del consiglio provinciale e dei suoi 36 membri, aprendo le porte

Il divieto della Provincia parte al tramonto del 5 ottobre: la pesca sarà pèrò consentita (tranne che per la trota fario e il temolo) nei principali laghi e in numerosi corsi d'acqua.Genova, 2 - Pesca vietata da domenica 5 ottobre al tramonto a domenica 22 febbraio alle 6,30 in tutti i corsi d'acqua del territorio provinciale: lo stabilisce la Provincia di Genova in base alle disposizioni della legge regionale 8/14.

Parte domani 1 ottobre la stagione venatoria: forte calo del contingente rispetto ai 10.500 individui della passata stagione, l'impatto dei cinghiali sull'ambiente resta un problema: da gennaio a settembre la Polizia provinciale ne ha abbattuti 456 in 333 interventi sollecitati dalla popolazione.Genova, 30 - Parte domani, mercoledì 1 ottobre, la caccia al cinghiale in Provincia di Genova, secondo il calendario regionale e gli atti integrativi della Provincia.

Completate le procedure per il comando biennale (premessa per un passaggio definitivo) per 30 funzionari e 5 impiegati della Provincia di Genova all'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli che ha necessità di potenziare gli organici.

Dopo l'annullamento causa alluvione della seduta del 12, si riunirà domani mercoledì 19 novembre alle 15, nella sala del consiglio di palazzo Doria Spinola, l'organo della Città metropolitana. Avanti con la discussione dello statuto del nuovo ente, titoli I e II (principi generali e funzioni).Genova, 18 - E' fissata a domani mercoledì 19 novembre alle 15 nella sala del consiglio di palazzo Doria Spinola, dopo l'annullamento causa alluvione della seduta del 12, la seduta del consiglio metropolitano, organo politico della Città metropolitana insieme al Sindaco metropolitano.

In considerazione della grave situazione determinata dall'alluvione sul territorio della provincia di Genova, che impegna direttamente gli amministratori comunali, è annullata la seduta del consiglio metropolitano prevista per oggi alle 15.

Il provvedimento è stato preso dalla Provincia di Genova in via precauzionale. Gli utenti del centro per l'impiego, per pratiche urgenti, possono rivolgersi agli altri centri del territorio provinciale, il più vicino dei quali è quello di via Cesarea a Genova.Genova, 11 - La Provincia di Genova, data la situazione metereologica nel Levante, ha chiuso in via precauzionale, per l'intera giornata di oggi, il Centro per l'Impiego Tigullio, nel centro di Chiavari, dove fra l'altro gli operatori non avrebbero potuto lavorare a causa delle continue interruzioni di energia elettrica.

La carta fondante del nuovo ente che dall'1 gennaio sostituirà la Provincia di Genova è stata approvata dalla conferenza metropolitana all'unanimità (49 voti). Ma nella Città metropolitana i sindaci vogliono contare di più e si tornerà a breve a discutere i contenuti dello statuto.Genova, 19 - E' stato approvato all'unanimità dei presenti (49 sindaci, su un totale di 67 del territorio genovese) lo statuto della Città metropolitana di Genova, sottoposto questa mattina al voto della conferenza metropolitana, l'assemblea che riunisce tutti i primi cittadini dell'ex provincia di Genova.

Alla presenza del sindaco metropolitano Marco Doria, del presidente della Regione Claudio Burlando e dei sindaci di tutto il territorio il prefetto Fiamma Spena ha consegnato al commissario della Provincia il diploma di Commendatore.

In occasione delle prossime festività il 19 dicembre dalle 19 alle 20 apertura straordinaria della splendida dimora rinascimentale e Palazzo dei Rolli che è sede della Prefettura e della Provincia. Genova, 16 - Musica fra gli affreschi, visite alle sale più belle e la cerimonia di consegna di 23 diplomi dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana nel programma per l'apertura straordinaria alla città, in occasione delle feste natalizie, di Palazzo Doria Spinola venerdì prossimo, 19 dicembre dalle 16 alle 20.

Venerdì prossimo alle 16 il prefetto Fiamma Spena consegnerà a Piero Fossati, per decreto del Capo dello Stato, il diploma di Commendatore nella cerimonia per le nuove onorificenze al Merito della Repubblica Italiana a Palazzo Doria Spinola.

Marco Doria ha riferito al consiglio metropolitano di Genova dell'incontro avuto a palazzo Chigi col sottosegretario Del Rio insieme ad altri Sindaci metropolitani: "Per quantificare il personale da trasferire allo Stato centrale, occorre prima necessariamente definire le funzioni del nuovo ente".Genova, 12 - "Nell'incontro di giovedì a palazzo Chigi fra una rappresentanza di Sindaci metropolitani e il sottosegretario Del Rio come esponente del governo abbiamo finalmente colto segnali di ascolto della richiesta, avanzata con forza, di riequilibrare fra Città metropolitane e Province ordinar

Dopo un lavoro preparatorio durato due mesi, il consiglio metropolitano ha varato la carta costitutiva, di 42 articoli, del nuovo ente voluto dalla legge Del Rio, che governerà l'area vasta fino ad oggi amministrata dalla Provincia di Genova.Genova, 12 - Nell'ultima seduta del 2014 il consiglio metropolitano di Genova ha approvato all'unanimità, dopo la discussione e votazione di una dozzina di emendamenti, lo statuto della Città metropolitana, l'ente che fra 20 giorni prenderà il posto della Provincia di Genova.

Il bando e le procedure di gara sono curati dalla stazione unica appaltante della Provincia di Genova, che segue le gare di 50 comuni e 3 aziende partecipate e che ha da poco completato la gara per il completamento della pista ciclabile di Arenzano, vinta dall'azienda Verici di Casarza Ligure.Genova, 12 - Lunedì prossimo, 15 dicembre, scade il termine di presentazione delle offerte per la gara indetta dalla Stazione Unica Appaltante della Provincia di Genova per la realizzazione di una pista ciclabile lungo la passeggiata a mare di Levante a Cogoleto: la seduta di ammissione dei concorrenti

La fondazione milanese che finanzia gli impianti di sicurezza su beni culturali e un'azienda genovese realizzeranno un progetto da 35.000 euro per proteggere il complesso monumentale (faro, museo, passeggiata e parco) attualmente gestito dalla Provincia di Genova.Genova, 11 - Nuovi occhi per la Lanterna di Genova grazie al nuovo sistema di videosorveglianza che verrà installato nelle prossime settimane grazie a un progetto del valore di circa 35.000 euro donato alla Provincia, che gestisce attualmente il sito monumentale (passeggiata, parco, museo, visite guidate al faro) dalla Fondazione E

Mercoledì alle 19 alla Biblioteca Berio (Sala Chierici) apericena musicale a 25 euro con il gruppo jazz TwoNight Special Duo, organizzato per raccogliere fondi dall'associazione che ha in gestione i servizi turistici e la promozione culturale del complesso monumentale in concessione alla Provincia.Genova, 9 - Serata di fundraising a favore della manutenzione della Lanterna domani, 10 dicembre, a partire dalle 19, alla Sala Cherici della Biblioteca Berio (via del Seminario, Genova): l'evento benefico è organizzato nell'ambito del progetto 'Insieme per la Lanterna', avviato in estate dall'ass

Domani, 10 dicembre, alle 15, il consiglio metropolitano si riunirà per discutere il Titolo V dello statuto (amministrazione e personale), poi venerdì 12 alle 9.30 ci sarà la seduta finale per l'approvazione dell'intero testo.

Durante l'incontro sono intervenuti anche il senatore Vito Vattuone e rappresentati sindacali delle Province e confederali. Genova, 5 - Nel suo intervento il senatore Vito Vattuone ha premesso "ho condiviso l'idea della Città Metropolitana e i presupposti della legge Del Rio, però il suo percorso di attuazione deve essere impostato in modo diverso".

Il sindaco di Genova e della Città Metropolitana, il presidente della Regione e la presidente dell'Unione Province Liguri Monica Giuliano inviano una nota a Governo e a Parlamento sulle posizioni emerse e condivise da enti, sindacati e lavoratori. Genova, 5 - Un miliardo di nuovi tagli a Province e Città Metropolitane e la drastica riduzione delle loro spese per il personale, del 30% per le Città Metropolitane e addirittura del 50% per le Province.

Conferenza stampa giovedì 11 dicembre alle 11.30 presso la sala stampa della Provincia di Genova (piazzale Mazzini 2, quinto piano).Genova, 5 - Il nuovo sistema di protezione, sicurezza e videosorveglianza della Lanterna, che sarà realizzato interamente a spese di Fondazione Hruby e dell'azienda genovese Tecnosicurezza, sarà presentato alla stampa giovedì 11 dicembre alle 11.30 presso la sala stampa della Provincia di Genova (piazzale Mazzini 2, quinto piano).

Il Sindaco metropolitano, durante la seduta odierna del consiglio, ha affrontato i due scenari possibili per il nuovo ente: uno in cui la Città metropolitana eredita le funzioni operative e tutto il personale della vecchia Provincia, e uno in cui cede funzioni e risorse ai Comuni.Genova, 3 - Ci sono due modelli di Città metropolitana possibili, uno più 'pesante' e l'altro più 'leggero', e su questa alternativa sta riflettendo in quesi giorni il sindaco metropolitano Marco Doria, sollecitato da una parte dai sindaci del territorio, che vedono una Città del primo tipo, dall'altra dalle recent

Due persone denunciate per caccia di frodo (avevano collocato in un terreno una trappola per cinghiali), omessa custodia di armi e violazione delle norme urbanistico-edilizie del Codice del paesaggio.Genova, 3 - Bracconaggio e illeciti urbanistico-edilizi: sono ben due i tipi di illeciti che la polizia provinciale di Genova ha denunciato all'autorità giudiziaria in seguito a un'unica indagine svolta sul territorio del comune di Davagna.

L'assemblea presieduta da Marco Doria che si riunisce oggi a palazzo Doria Spinola proseguirà nella discussione dello statuto della Città Metropolitana.Genova, 3 - Ancora esame dello statuto della Città metropolitana all'ordine del giorno del consiglio metropolitano, che si riunirà oggi alle 15 a palazzo Doria Spinola sotto la presidenza del sindaco metropolitano Marco Doria.

L'organo della Città metropolitana che riunisce tutti i sindaci del territorio dell'ex Provincia di Genova è convocato domani alle 16 a palazzo Doria Spinola per discutere gli emendamenti allo Statuto del nuovo ente.E' convocata per domani venerdì 6 febbraio, alle 16, presso la sala del Consiglio di Palazzo Doria Spinola (Piazzale Mazzini 2, Genova), la conferenza metropolitana di Genova, organo della Città metropolitana che riunisce tutti i 67 sindaci del territorio della ex Provincia.

Il primo atto approvato dal consiglio metropolitano di Genova nella sua prima seduta è l'adozione della 'variante' al Piano territoriale di coordinamento provinciale, che individua cinque sistemi territoriali strategici, condizione per accedere direttamente ai fondi Ue destinati allo sviluppo.Genova, 30 - Cinque ‘sistemi territoriali strategici di area vasta’ (Corridoio appenninico centrale, coincidente a grandi linee con la Valle Scrivia, Sistema Produttivo Orientale, che comprende Val Fontanabuona e Sestri Levante, Sistema policentrico del Polcevera, Sistema delle Riviere e Sistemi rurali

Sono il vicesindaco Valentina Ghio, Roberto Levaggi, Enrico Pignone, Gianni Vassallo, Alfonso Gioia e Gianluca Buccilli. “Spirito costituente, impegno intenso per far partire il nuovo ente, tenendolo al di fuori dalle turbolenze politiche".Genova, 30 - Marco Doria richiama lo spirito “costituente” anche nella sua scelta, comunicata oggi al Consiglio Metropolitano, dei sei consiglieri delegati che concorreranno con lui al coordinamento delle attività e delle funzioni della nuova Città Metropolitana di Genova.

Raccolta di interviste significative realizzate dall'Ufficio Stampa del 1980.[tubepress mode="playlist" playlistValue="PLcGyMEOYFqJeyNmFN7crvep1pchv-KkTk"]

Raccolta di servizi dedicate al territorio della Città Metropolitana di Genova e alle sue attrazioni turistiche[tubepress mode="playlist" playlistValue="PLcGyMEOYFqJftHJX9vSKd0vj_K-2Sp4_N"]

Archivio dei servizi trasmessi su tabloid dall'inizio dell'anno[tubepress mode="playlist" playlistValue="PLcGyMEOYFqJdAObP_lcXdq7YOhuvovZQj"]

Raccolta di significative produzioni del Centro Audiovisivi della Provincia di Genova a partire dal 1980[tubepress mode="playlist" playlistValue="PLcGyMEOYFqJeEZiM9ygDaRtVn81GH02Hj"]

Nei primi due giorni dalla riapertura del catalogo quasi 3.000 domande per questo strumento formativo individuale di specializzazione, aggiornamento, riqualificazione nei centri per l'impiego della Città Metropolitana di Genova.

Domani, in apertura del Consiglio metropolitano convocato a Palazzo Doria Spinola alle 15. All’ordine del giorno anche la razionalizzazione delle partecipazioni societarie dell’ente e integrazioni e modifiche sulle manutenzioni di difesa del suolo. Le linee programmatiche di mandato del sindaco metropolitano. Marco Doria le presenterà domani al Consiglio metropolitano convocato alle 15 nel salone di Palazzo Doria Spinola (largo Eros Lanfranco 1 a Genova).

Al museo dei Beni Culturali di Genova fino al 28 giugno prossimo Una storia di fratellanza, devozione, servizio, ma anche di gioia e semplicità: è quella dell’Ordine dei frati minori Cappuccini ai quali il Museo dei Beni Culturali Cappuccini di Genova, , nel primo decennale della sua attività, dedica la mostra antologica “Un secolo ... di Cappuccini” con i patrocini del Comune e della Città metropolitana di Genova e della Regione aperta sino al 28 giugno prossimo.

“Rapporti sempre più stretti e costanti – dice Marco Doria - fra sindaco metropolitano, consiglio e tutti i sindaci del territorio”. Relazione con i territori “imprescindibile per la partenza del nuovo Ente” dice il vicesindaco Valentina Ghio.

Il consigliere delegato al personale lo ha ribadito questa mattina nell’incontro con la nuova RSU dei lavoratori dell’Ente e la Città metropolitana continuerà a sostenere all’Osservatorio questa posizione, votata all’unanimità dal Consiglio metropolitano. 

Il contingente di personale per ciascuna funzione  che la Regione ritorna a svolgere direttamente (formazione professionale, difesa del suolo, turismo, caccia e pesca) deve rimanere quello comunicato al tavolo dell’Osservatorio dalla Città metropolitana alla Regione.

Con un nuovo portale interattivo su servizi e strutture pubbliche, siti storici, culturali e paesaggistici, reti economico-sociali, pubbliche amministrazioni e opportunità di sviluppo. Genova, 11 - Accrescere le potenzialità delle vallate del territorio metropolitano facendolo conoscere meglio (e rendendolo quindi anche più competitivo) con una nuova piattaforma digitale progettata e coordinata dalla Città Metropolitana e sviluppata e gestita insieme ai Comuni attraverso specifiche convenzioni.

Per il documento è “ineludibile” che al riassorbimento delle funzioni delegate corrisponda “il trasferimento dell’intero contingente di personale, delle risorse e dei beni ad esse assegnate nella misura e nei numeri individuati dall’Osservatorio”. Genova, 11 - Voto unanime in Consiglio Metropolitano sull’ordine del giorno presentato dal sindaco Marco Doria sul trasferimento dalla Città metropolitana e dalle Province alla Regione di quattro funzioni delegate e del relativo personale.

E’ la Marietta spa di Balangero (TO). L’assegnazione definitiva al completamento delle verifiche amministrative. “Una tappa chiave per il completo ripristino della strada alle Ferriere” dice Giovanni Vassallo.  Genova, 4 - Assegnati i lavori per il ripristino definitivo della provinciale 225 alle Ferriere, dove una frana impressionante alla fine del 2013 aveva aperto un’autentica voragine nella strada, portandosi via la metà a valle della carreggiata per un tratto di oltre cinquanta metri.

La riduzione, deliberata nel consiglio metropolitano di venerdì 27 per ottemperare all'obbligo della legge di stabilità 2015, non comporterà esuberi di personale, poiché sarà ottenuta attraverso pensionamenti, mobilità e il riassorbimento in Regione dei 136 lavoratori delle funzioni trasferite.

Una riduzione della spesa del personale di ruolo (dotazione organica) pari al 40%, contro il 30% minimo richiesto dalla legge: l’ha deliberata venerdì 27 febbraio il consiglio metropolitano di Genova per ottemperare all'obbligo imposto dalla legge di stabilità 2015.

“Giudizio positivo sul percorso che ha portato a un testo elaborato con sforzo costruttivo e condiviso” da Marco Doria.

Quest’anno la stagione della pesca alla trota inizierà domenica 22 marzo, preceduta dall’immissione di 3.860 chili di salmonidi (trote fario e iridee), integrate da altre immissioni alla fine di aprile). Negli incubatoi anche 1 milione di uova di trota fario.Genova, 23 - Domenica 22 marzo è la data fissata quest’anno per l’apertura deIla pesca alla trota nel territorio della Città Metropolitana di Genova.

Dal cantiere della variante di Settembrin alla scuola ecosostenibile di Mezzanego ai servizi scolastici e al teatro di Borzonasca, fulcro di vita sociale, all’impressionante frana di Dorbora agli scenari del Parco Aveto, Sturla, Graveglia.  E’ partita dal cantiere per la variante di Settembrin la visita di Marco Doria in Val Graveglia e in Valle Sturla e il sindaco metropolitano, dopo il suo primo sopralluogo sui lavori del by-pass che dovrà liberare l’imbocco della Val Graveglia da un chilometro di pericolose e tortuose strettoie dove si incrociano con difficoltà camion delle cave, auto e

Gli interventi in aula durante il dibattito in Consiglio metropolitano sulle linee d’indirizzo per il personale.Genova, 18 - La “tenaglia fra una nuova riduzione di spesa di 15 milioni e la riduzione della spesa del personale del 30% che rischierebbe di ammazzare qualsiasi ente - ha detto Nino Oliveri - riguarda la Città Metropolitana e pensiamo che è stata definita la vera innovazione della riforma”.

“Dando risposte certe ai lavoratori dell’ente - dice Marco Doria - e sulle esigenze degli equilibri di bilancio la Città Metropolitana dimostra di esserci e di voler funzionare nel miglior modo che le condizioni ci consentano”.I primi obiettivi dell’operazione sono l’equilibrio di bilancio con nuovi tagli per 15 milioni nel 2015 imposti dalla legge di stabilità e fare in modo che la riduzione, stabilita dalla stessa legge, del 30% delle spese per il personale della Città Metropolitana entro la fine del 2016 sia attuata con tutti gli strumenti possibili senza alcun esubero dei lavoratori.“Ne

Nella seduta del consiglio metropolitano convocata per domani 18 febbraio nella sala del consiglio di palazzo Doria Spinola si tratterà anche dell’iter del ddl regionale di riordino delle funzioni della ex Provincia, di imposta di trascrizione provinciale e adeguamento della carta ittica.Genova, 17 -  La riorganizzazione del personale della Città metropolitana, che secondo la legge di stabilità 2015 dovrà subire entro il 31 marzo una riduzione (il costo dell'organico infatti non potrà superare il 70% del costo rilevato ad aprile 2014), è l’oggetto della delibera di maggior rilevanza che sar

La riorganizzazione del personale della Città metropolitana, che secondo la legge di stabilità 2015 dovrà subire entro il 31 marzo una riduzione (il costo dell'organico infatti non potrà superare il 70% del costo rilevato ad aprile 2014), è l’oggetto della delibera di maggior rilevanza che sarà in discussione nel consiglio metropolitano convocato alle 15 di domani, mercoledì 18 febbraio, nella sala del consiglio di palazzo Doria Spinola.Altre delibere all’ordine del giorno:- la proroga per il 2015 della convenzione tra Città metropolitana e Aci per la gestione dell’Ipt, imposta provinciale

Critica verso la legge Del Rio la segretaria generale della FP CGIL Rossana Dettori.

Il sindaco di Genova e metropolitano è intervenuto all’incontro organizzato a Palazzo Tursi dalla FP-CGIL con la segretaria generale nazionale Rossana Dettori e dedicato alla situazione e ai nodi della Città Metropolitana.Il richiamo a una società “in disfacimento”, a un sistema che senza “un cambiamento assolutamente rapido rischia il precipizio” e “all’imbarbarimento della politica” (al quale, però, dice Marco Doria “personalmente non credo di contribuire”) ha aperto l’intervento del sindaco di Genova e metropolitano all’incontro sulla situazione e i nodi della Città Metropolitana organiz

Alle 9 di questa mattina l’anta di una finestra scorrevole al secondo piano dell’istituto professionale di Sestri Ponente è caduta nel cortile dove un operaio stava scaricando materiale edile dal suo furgone, ferendolo gravemente.Genova, 13 - Questa mattina nel cortile dell’istituto professionale Bergese la caduta dell’anta di una finestra dal secondo piano ha ferito gravemente un operaio della Global Service che stava scaricando da un furgone materiale per un intervento edilizio di manutenzione per conto della Città Metropolitana.L’incidente, sul quale sono in corso le indagini dei Vigili

Il 76^ appuntamento con la superclassica prenderà il via alle 11.15 dal viale dei Campionissimi della città dell’alessandrino e taglierà il traguardo in via Semini a Pontedecimo intorno alle 16. Una scalata sulla Bocchetta, due sulla Castagnola e tre sui Giovi con 191,7 chilometri di percorso totale fra il territorio metropolitano di Genova e quello provinciale alessandrino.

Questa mattina un convegno organizzato dalla Uil Fpl. Che cos’è una Città metropolitana e in particolare quella di Genova? Hanno provato a dare una risposta a questa domanda, questa mattina, i rappresentanti della Uil e delle istituzioni genovesi (Regione e, appunto, Città metropolitana di Genova) in un convegno organizzato dal sindacato a palazzo Doria Spinola.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana sui valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili, con previsioni meteo dell'Aeronautica Militare tornate sfavorevoli al ristagno dello smog.

Il consigliere delegato fa il punto sulle prospettive di riassetto e riorganizzazione della Città metropolitana dove “i risultati fin qui ottenuti sono frutto dello sforzo e dell’impegno dell’amministrazione, della dirigenza e di tutto il personale”. Come si sta svolgendo e in quali tappe il processo di riorganizzazione delle funzioni, dei servizi e del personale della Città metropolitana, subentrata con competenze anche nuove e diverse alla Provincia di Genova?

Dieci idee strategiche nel piano dove “la sicurezza territoriale e la prevenzione del dissesto idrogeologico sono la precondizione di ogni scelta”. L’area metropolitana di Genova come “porta dell’Europa” dove il ruolo della Città metropolitana si rafforza in rete con le altre Città metropolitane italiane ed europee, aprendo sinergie sugli obiettivi della strategia Europa 2020 (per uno sviluppo sostenibile, intelligente e solidale) con azioni di concertazione nella pianificazione metropolitana genovese anche con quella portuale e delle reti infrastrutturali d’interesse metropolitano.E’ quest

Venerdì alle 16 a Palazzo Doria Spinola l’iniziativa del Festival dell’Eccellenza al Femminile in collaborazione con la Città metropolitana, Anpi, Ilsrec, Udi, Cgil, Cisl, Uil, Noi  Donne e il saluto del sindaco metropolitano Marco Doria.Fu una donna antifascista, Marcella Monaco moglie del medico del carcere, a organizzare la fuga  di Sandro Pertini da Regina Coeli e le donne della Resistenza lottarono con lo stesso coraggio e valore degli uomini e come loro subirono rappresaglie, torture, deportazioni.

Nella seduta di domani alle 17 il consuntivo finanziario ed economico-patrimoniale 2014, le linee guida sul piano territoriale metropolitano, intese con tre Comuni per interventi di difesa del suolo, la bozza del regolamento consiliare.

Le centraline dell'ente hanno misurato valori nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili, ma le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare tornano favorevoli al ristagno dello smog.Finora buono il responso giornaliero sugli inquinanti dell'aria dalle centraline della Città Metropolitana di Genova che nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio hanno misurato valori nella norma per l’ozono, per il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Cambia però il segno delle previsioni m

Valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili dalle rilevazioni delle centraline di monitoraggio con previsioni meteo sfavorevoli al ristagno dello smog. Ritorna il sole e l'aria è pulita dicono le centraline della Città Metropolitana di Genova che nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio (e in tutto il fine settimana) hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Positive per l'aria anche le previsioni

Le cabine di monitoraggio della Città metropolitana hanno misurato valori nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili, ma le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare sono favorevoli al ristagno dello smog.Buono il responso giornaliero sugli inquinanti dell'aria dalle centraline della Città Metropolitana di Genova che nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio hanno misurato valori nella norma per l’ozono (anche a Propata dove nei giorni scorsi questo gas aveva sfiorato il limite di attenzione), per il monossido di car

Nel videoservizio di Tabloid le interviste con il sindaco di Genova e della Città metropolitana Marco Doria e il coordinatore dell’Unità di missione Italia Sicura Erasmo D’Angelis sui cantieri aperti e in partenza entro il 2015.Genova con il territorio metropolitano è tra le città d’Europa quella con i maggiori investimenti  per la difesa dai drammatici rischi idrogeologici.

Il 21 e 22 aprile prossimi, con 520 chili di trote fario e 2.350 chili di trote iridee e divieto di pesca dalla serata del 20 aprile all’alba del 25 solo per i torrenti e i laghi interessati dalle semine ittiche. Semine primaverili di trote nei torrenti.

Il sindaco Marco Doria e il coordinatore dell’Unità di missione Italia Sicura Erasmo D’Angelis hanno fatto il quadro delle opere avviate e in partenza nel 2015 per ridurre e prevenire i rischi idrogeologici.

“Sempre d’intesa con lei – dice Doria - e nell’assoluto rispetto dell’autonomia delle sue funzioni, non mi sottrarrò però alla responsabilità di condividere anche personalmente quale sindaco metropolitano linee e azioni per le pari opportunità”.Genova, 10 - Valentina Ghio coordinerà anche le competenze sulle pari opportunità della Città metropolitana di Genova.

Il 13 aprile alle 20.30, a ingresso libero, la proiezione del film documentario di Carla Grippa e Marco Bertora, realizzato nel progetto Caritas “quando la città soffre”. Alla serata collaborano la Città metropolitana e il Circuito Cinema Genova.Otto vite di strada, otto persone diverse come le loro storie, accomunate dal cammino quotidiano nella lentezza instancabile del tempo e dei riti che scandiscono solitudini e tratti di percorso insieme verso gli stessi luoghi, dalle stazioni ai sagrati delle chiese alle soste nelle biblioteche.

Al museo dei Beni culturali Cappuccini di Genova fino al 28 giugno prossimo il cammino fra memorie e attualità di questi frati, grandi figure di Cappuccini del '900, opere d'arte legate alla loro spiritualità, come racconta anche il servizio online del programma Tabloid della Città metropolitana di Genova.Una storia di fratellanza, devozione, servizio, serenità e semplicità. E’ quella dell’Ordine dei frati minori Cappuccini ai quali il Museo dei Beni Culturali Cappuccini di Genova dedica la mostra antologica “Un secolo ...

Sono i loro terreni non utilizzati che i due enti, i primi in Liguria, mettono a disposizione della Banca della Terra istituita dalla Regione e promossa dal suo assessorato all'agricoltura per rilanciare le attività agricole e favorire la salvaguardia dei territori rurali.Fasce, terreni e boschi per attività rurali e agro-forestali, zone a prato per il pascolo e l’allevamento del bestiame, aree dei parchi urbani compatibili con le attività agricole, dal Ponente al Levante del Comune di Genova per 1.187 ettari complessivi e poi boschi, pascoli, prati e terreni coltivabili nel territorio dell

Lunedì 13 aprile alle 17, organizzato dall'Istituto ligure per la storia della Resistenza e dell'età contemporanea, alla presenza del presidente nazionale dell'Anpi Carlo Smuraglia e con il patrocinio della Città metropolitana di Genova.E’ stato uno dei primi grandi protagonisti della lotta contro il mondo brutalmente rovesciato dalle barbarie nazifasciste, ha subito la deportazione, le umiliazioni, le torture di Mauthausen fino alla liberazione del lager e in tutta la sua lunga vita ha continuato ad affermare gli ideali della pace, della libertà, della giustizia sociale e i valori della Re

Consegnati ieri i lavori per il completamento della variante alla provinciale di Sant’Olcese che libererà dal traffico il centro abitato.

Nel piano di razionalizzazione e riorganizzazione del sindaco metropolitano per le nove partecipate “rigorosi controlli sulla correttezza gestionale e amministrativa e contenimento delle spese” senza prevedere al momento dismissioni.  Sono nove, “un numero contenuto che non richiede sfoltimenti perché tra le partecipate dalla Città metropolitana non esistono carrozzoni, ma società che svolgono funzioni per le quali la presenza del nostro ente è essenziale” dice Marco Doria che ha elaborato con atto del sindaco metropolitano, presentato anche al Consiglio, il piano di razionalizzazione delle

Le cabine di monitoraggio della Città metropolitana hanno misurato valori nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili, ma le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare sono favorevoli al ristagno dello smog.Buono finora il responso sugli inquinanti dell'aria dalle centraline della Città Metropolitana di Genova che nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio hanno misurato valori al di sotto dei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.

Il settimo Cicagna – Orero, organizzato da Sport Favale 07 e autorizzato dalla Città metropolitana per il percorso, si svolgerà dalle 11 alle 18.30 sui primi 5,1 km della provinciale 25, chiusi al transito durante la competizione.Pasquetta con rally in Val Fontanabuona il 6 aprile, con lo start numero sette dello Slalom automobilistico Cicagna-Orero.

Dalle misurazioni delle centraline sull'ozono, il monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.Sotto il cielo limpido l'aria resta pulita dicono i dati delle centraline della Città Metropolitana di Genova che nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio hanno misurato valori al di sotto dei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili. Positive per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog. 

Sono 121 invece quelli che transitano in Regione, 116 quelli delle politiche del lavoro e centri per l’impiego destinati alla futura Agenzia nazionale del lavoro, 43 quelli della Polizia provinciale e infine 40 i ‘comandati’ in altri enti. Ecco i numeri dell’operazione di ‘spacchettamento’ degli attuali 855 dipendenti della Città metropolitana di Genova ufficializzata oggi con una determina del Sindaco metropolitano (vedi notizia delle h 13 ca): 

Pubblicati oggi con una delibera gli elenchi del personale che resta nell’ente, di quello che sarà trasferito in Regione e di quello in ‘comando’ ad altri enti: ogni lavoratore ha una destinazione certa. Ora si apre la fase della riorganizzazione interna su 7 funzioni fondamentali.Tutti gli attuali dipendenti della Città metropolitana di Genova, circa 800 persone, avranno in futuro una collocazione lavorativa certa o nello stesso nuovo ente che ha preso il posto della Provincia, o in Regione Liguria, o in altri enti della pubblica amministrazione.

Nessun superamento delle soglie di legge è stato rilevato ieri, lunedì 30 marzo, dalle centraline della Città metropolitana di Genova che monitorano le concentrazioni in atmosfera di monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.N essun superamento dei limiti di legge è stato rilevato ieri, lunedì 30 marzo, dalle centraline della Città metropolitana di Genova che monitorano gli inquinanti dell’aria: tutte nei limiti le concentrazioni di monossido di carbonio, biossido d’azoto, ozono, diossido di zolfo e polveri sottili.Il servizio meteorologico dell'aereonauti

Le immagini e le interviste sulla sistemazione definitiva del sito nel nuovo servizio del programma Tabloid della Città metropolitana di Genova.Cantieri aperti al Molinetto per la  messa in sicurezza della discarica fino al capping definitivo, ossia la sua copertura controllata.Nel risanamento del sito, utilizzato sino al 2006 dall’ex Stoppani per i residui delle sue inquinantissime lavorazioni di cromo, è impegnata la struttura commissariale per le aree dell’ex fabbrica chimica, riconosciuta come emergenza ambientale  di interesse nazionale.

Approvato dal Consiglio metropolitano di Genova il documento che stabilisce modalità e criteri per l’organizzazione e il funzionamento dell’assemblea.Gruppi consiliari, commissioni permanenti, speciali e di garanzia. Li istituisce il nuovo regolamento del Consiglio metropolitano di Genova che l’ha appena approvato.

Dalle rilevazioni delle centraline dell'ente sui valori di ozono, monossido di carbonio, diossido d'azoto, diossido di zolfo e le polveri sottili, con previsioni meteo dell'Aeronautica Militare sempre sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.Cielo burrascoso e ombrelli aperti questa mattina, ma almeno sono rimasti nella norma i valori di ozono,  monossido di carbonio, diossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili rilevati nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio dalle centraline della Città metropolitana che controllano gli inquinanti dell'aria.

Il consigliere delegato ha risposto in Consiglio a Gian Piero Pastorino che ha parlato delle difficoltà degli abitanti dopo il crollo di una passerella nel nubifragio del 19 agosto scorso. Impegno anche del sindaco Marco Doria per risolvere il problema.No al guado, estremamente pericoloso, sì rispettando certe condizioni ricercando le intese necessarie all’utilizzo del ponte Enel sul Cerusa anche per gli abitanti di via Chiale nella località Centurione che non hanno più la passerella pedonale di collegamento, crollata nella piena del torrente durante il nubifragio del 19 agosto scorso.

Nel programma approvato dal Consiglio metropolitano su proposta del consigliere delegato Enrico Pignone. “In sede di variazione di bilancio potremmo cercare di estendere gli interventi finanziati” ha detto il sindaco Marco DoriaApprovato dal Consiglio metropolitano di Genova il programma 2015 degli interventi di manutenzione ordinaria per la difesa del suolo che finanzia gli interventi prioritari con 1.031.600 euro, dalle entrate per i canoni demaniali.

Tutti nei limiti i valori per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili rilevati dalle centraline di monitoraggio con previsioni meteo sfavorevoli al ristagno dello smog.Sotto le nuvole aria più "pulita" dicono le centraline della Città Metropolitana di Genova che nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell’Aeronautica Militare, ancora sfavore

Il 24 maggio la decima edizione della gara sulla provinciale 67, organizzata dalla società di mutuo soccorso della Polizia Municipale di Genova. Il primo concorrente partirà alle 9.30 da Calcinara di Uscio, il traguardo sotto i ripetitori del Fasce.Nuovo appuntamento con la “Cronometro del Monte Fasce” 'impegnativa e appassionante sfida sui pedali, quest'anno alla decima edizione che si svolgerà domenica prossima, 24 maggio, sulla provinciale 67.

La seduta è stata convocata dal sindaco metropolitano Marco Doria per domani 20 maggio alle 15.30 nel salone consiliare di Palazzo Doria Spinola (largo Eros Lanfranco 1, Genova).Si aprirà con il programma 2015 degli interventi di manutenzione ordinaria per la difesa del suolo il Consiglio della Città metropolitana, convocato dal sindaco Marco Doria domani, mercoledì 20 maggio alle 15.30 nel salone consiliare di Palazzo Doria Spinola (largo Eros Lanfranco 1, a Genova).

Concentrazioni elevate, ma al di sotto dei limiti, per questo gas e dati nella norma per il biossido d'azoto, monossido di carbonio, biossido di zolfo e polveri sottili dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana.Il caldo di ieri, da solleone anticipato, ha fatto salire anche i livelli dell'ozono che però è comunque rimasto al di sotto del limite di attenzione (180 microgrammi per metro cubo) facendo registrare concentrazioni medie orarie massime di 173 ug/m3 dalla centralina di Quarto e 148 da quella di Corso Firenze.

Dal 19 al 26 maggio prossimi fra i km. 4,8 e 4,9 per il ripristino della carreggiata.Senso unico alternato con semafori dal 19 al 26 maggio prossimi su un tratto di cento metri della provinciale 26 Bis della Valmogliana (fra i km. 4,8 e 4,9 nel Comune di Mezzanego) per interventi di ripristino della carreggiata. I semafori all'altezza del cantiere saranno in funzione dal lunedì al venerdì nel periodo indicato.    

Le immagini degli interventi realizzati e completati dalla Città metropolitana per due provinciali devastate dalle alluvioni dell’autunno scorso in un ampio videoservizio del programma.

Con dati ampiamente nei limiti rilevati dalle centraline dell'ente per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Sotto un cielo ancora coperto di nuvole l'aria resta più pulita. Lo dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio hanno registrato valori al di sotto dei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.

Sono rimasti tutti nei limiti i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili rilevati dalle centraline della Città metropolitana e le previsioni dell'Aeronautica Militare sono sfavorevoli al ristagno dello smog. Il cielo ritorna grigio, ma l'aria è più pulita. Le centraline della Città metropolitana di Genova nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio hanno infatti misurato valori al di sotto dei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.

Sei modi, linguaggi e stili diversi per alimentare la creatività e la consapevolezza del rispetto di sé e degli altri contro il bullismo. Li hanno portati sul palco della Tosse gli studenti nell’evento finale del progetto.Storie vere di aggressioni tratte dalla cronaca, storie nate dalla riflessione e dall’inventiva dei ragazzi, perfomance di danza, sfide canore fra rapper che stemperano nel ritmo musicale dell’improvvisazione i conflitti, senza violenze.

Fino al 25 maggio prossimo fra i km. 87,7 e 87,9 della strada con semafori accesi dal lunedì al sabato in orario di cantiere Senso unico alternato con semafori fino al 25 maggio prossimo su un tratto di duecento metri della provinciale 456 del Turchino, (fra i km. 87,7 e 87,9 nel Comune di Campo Ligure) per il taglio di alberi e piante dal versante, molto ripido, a lato della strada per prevenire i rischi di cadute di rami e tronchi sulla carreggiata.

In calo rispetto al giorno precedente i valori del gas misurati dalle centraline della Città metropolitana di GenovaRestano il caldo e il sole, ma l'ozono, che l'altro ieri aveva sfiorato il limite di attenzione (180 microgrammi per metro cubo) nei dati delle centraline della Città metropolitana di Genova a Quarto e ai Giovi, è sceso da una media oraria massima di 178 a 157 ug/m3 ai Giovi e da 177 a 166 ug/m3 a Quarto, con valori ancora inferiori in corso Firenze e a Propata (145 e 148 ug/m3).

Nei dati delle centraline della Città metropolitana di Genova a Quarto e ai Giovi i valori di questo gas hanno sfiorato il limite di attenzione.

Per l’ultima volta, alla fine di aprile, un ripopolamento ittico è stato effettuato dalla Città Metropolitana di Genova, ex Provincia. La pesca infatti, insieme alla caccia, è una funzione che dal primo luglio passerà alla Regione Liguria, dopo essere stata da sempre una funzione fondamentale della Provincia. Per l’ultima volta, alla fine di aprile, un ripopolamento ittico è stato effettuato dalla Città Metropolitana di Genova, ex Provincia.

La Città metropolitana favorisce il telelavoro per migliorare la produttività dei dipendenti: gli obiettivi sono migliorare l’organizzazione e l’efficienza produttiva e venire incontro ad esigenze personali di persone con invalidità, parenti malati o figli piccoli da accudire, o che abitano molto distante dalla sede di lavoro.

Le nuove competenze dell’ente che ha preso il posto della Provincia saranno al centro del rapporto fra Città metropolitana e comuni: lo ha detto il sindaco metropolitano Marco Doria incontrando i cinque sindaci dell’alta Val Polcevera.

Il consigliere della Città Metropolitana delegato all'ambiente Pignone sta comparando le diverse ipotesi sulla collocazione del nuovo impianto, che secondo il mandato della Regione Liguria dovrà essere comprensoriale.  La scelta del sito su cui realizzare il nuovo depuratore comprensoriale del Tigullio è prossima: “La decisione sarà presa quanto prima – assicura Enrico Pignone, consigliere della Città metropolitana delegato all’ambiente – a seguito di un processo tanto veloce quanto trasparente che è già stato avviato.

Pignone: “La scelta del sito in cui collocare il nuovo impianto sarà fatta in modo trasparente comparando tre parametri per ogni opzione: costi, tempi, impatto ambientale”.  La scelta del sito su cui realizzare il nuovo depuratore comprensoriale del Tigullio è prossima: “La decisione sarà presa quanto prima – assicura Enrico Pignone, consigliere della Città metropolitana delegato all’ambiente – a seguito di un processo tanto veloce quanto trasparente che è già stato avviato.

La regista fra i grandi del cinema e la cantautrice anima del folk d’autore e della musicalità mediterraneaprotagoniste e simbolo dell’evento a Palazzo Doria Spinola dedicato alle donne della Resistenza.Lottarono con lo stesso coraggio e valore degli uomini e come loro subirono rappresaglie, torture, deportazioni e per le donne della Resistenza la durissima battaglia per la liberazione dal nazifascismo fu anche una battaglia per liberarsi dagli stereotipi e dalle rigide costrizioni di ruolo imposti alle donna dalla società fascista.

Con le nuove difese tutto il centro di Lavagna non sarà più, come ora, nella zona "rossa" degli allagamenti e le opere della Città metropolitana dal ponte della Maddalena alle foce potranno arginare anche le piene duecentennali del fiume.Tutto il centro di Lavagna, con oltre diecimila abitanti, non sarà più nella ‘zona rossa’ delle alluvioni, ossia la fascia più soggetta agli allagamenti per le piene dell'Entella e nel tratto terminale del fiume del Levante saranno realizzate nuove difese anche sulla sponda destra, quella chiavarese.Gli elementi fondamentali per le difese antialluvione del

Nel progetto della Città metropolitana di Genova con cinque scuole superiori, Polizia di Stato, Asl 3 e 4, Chance Eventi e Coopsse.Gli studenti di tutte le prime delle scuole superiori Cassini, Vittorio Emanuele II-Ruffini e Odero a Genova e Caboto e Natta-De Ambrosis nel Tigullio sono i protagonisti del progetto Abbasso il bullismo!

Pubblicato un bando per ulteriori 6 posizioni, aumentabili a 10, che prosegue l'esperienza iniziata nel 2005 dalla Provincia: gli obiettivi sono migliorare l'organizzazione e l'efficienza produttiva e venire incontro ad esigenze personali di persone con invalidità, parenti malati o figli piccoli da accudire, o che abitano molto distante dalla sede di lavoro. Innovazione e flessibilità nell'organizzazione del lavoro, ma anche attenzione ai bisogni della persona: la Città metropolitana di Genova crede nel telelavoro, lo strumento che permette ai propri dipendenti di prestare servizio da casa

La gara, prova nazionale organizzata dalla Scuderia Valpolcevera e autorizzata dalla Città metropolitana, si svolgerà dalle 10 alle 17 sulla provinciale 35, con chiusura del transito da Ponterosso al Passo di Giovi nel Comune di Mignanego. Trentatreesima edizione, venerdì 1° maggio, di una grande classica al volante, con lo slalom in salita Mignanego – Giovi.

Successo dei servizi della Provincia-Città metropolitana di Genova rivolti alle donne: i moduli di orientamento al lavoro e quelli di supporto all'inserimento lavorativo.Le donne sono una risorsa importante per lo sviluppo del territorio provinciale e della comunità locale, ma presentano difficoltà maggiori degli uomini nell'accesso al mercato del lavoro, anche in considerazione del fatto che la loro vita lavorativa scorre su un binario parallelo a quello familiare che spesso la condiziona in modo determinante. Per questo la programmazione delle Politiche attive del Lavoro della Provincia d

E’ online il videoservizio del programma Tabloid realizzato dalla Città metropolitana con intervista ai registi Marco Bertora e Carla Grippa del film Nessun Fuoco Nessun Luogo sulla vita e la sofferta umanità dei senza dimora.

https://www.youtube.com/embed/7ffqLKjOft0

Il sindaco metropolitano e di Genova ha aperto a Palazzo Doria Spinola l’incontro con Liliana Cavani e Teresa De Sio sul riconoscimento istituzionale del 24 aprile come giornata in memoria delle donne nella Resistenza. Liberazione dal nazifascismo, ma anche dagli stereotipi  e dalle rigide costrizioni della donna e del suo ruolo in quella società.Aprendo l’incontro a Palazzo Doria Spinola con Liliana Cavani e Teresa De Sio sul riconoscimento istituzionale del 24 aprile come giornata in memoria delle donne nella Resistenza, organizzato dal Festival dell’Eccellenza al Femminile con Città Metr

Approvata dal Consiglio metropolitano, dopo il parere favorevole della Conferenza dei sindaci, la delibera presentata da Enrico Pignone che trasferisce la somma alla priorità di ridurre i rischi nell’abitato di Sestri da un precedente finanziamento per sistemazioni del Secca che il Comune realizzerà comunque, integrando i fondi necessari.Dalla Città metropolitana 250.000 euro al Comune di Genova per il progetto definitivo ed esecutivo delle opere antialluvione sul rio Ruscarolo nel bacino del Chiaravagna.

Domani la seduta convocata dal sindaco Marco Doria alle 16.30 nel salone consiliare di Palazzo Doria SpinolaLa presentazione dello schema del bilancio triennale 2015/2017 aprirà domani, mercoledì 17 giugno, il Consiglio metropolitano convocato alle 16.30 dal sindaco Marco Doria nel salone consiliare di Palazzo Doria Spinola (largo Eros Lanfranco 1, Genova).

I livelli di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili sono rimasti nei limiti in tutte le rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova e le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare restano sfavorevoli al ristagno dello smog.Cielo coperto, ma aria più pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio hanno misurato valori al di sotto dei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.

Al via la tredicesima edizione della manifestazione dedicata alle rose da sciroppo della Valle Scrivia (presidio Slow Food) Sabato 13 e domenica 14 giugno torna a Busalla il tradizionale appuntamento con la 'Festa delle Rose'; la kermesse, giunta alla tredicesima edizione, è dedicata ai prodotti legati alle rose da sciroppo della Valle Scrivia (presidio Slow Food) e si svolge ogni anno il secondo weekend del mese di giugno.

All’ordine del giorno il rendiconto 2014 dell’ente, il finanziamento della progettazione esecutiva per la sicurezza del Rio Ruscarolo, manutenzioni fluviali dell’Entella, monitoraggio di versanti a Borzonasca e l’approvazione del regolamento della Conferenza. Dopo il rinvio di giovedì 4 per mancanza del numero legale, si riunirà domani, venerdì 12 giugno, alle 16.30,a Palazzo Doria Spinola (largo Eros Lanfranco 1, Genova),  la Conferenza metropolitana, l'organo della Città metropolitana che riunisce tutti i sindaci del territorio.

Nel programma Tabloid della Città metropolitana le immagini e le interviste sulla festa a palazzo Doria Spinola e il taglio del nastro per il sottopasso restaurato dagli studenti del Klee - Barabino e dedicato dall'Unicef ai  diritti dei bambini. Le performance cantate e recitate dei bravissimi alunni della Descalzi-Polacco e i ritmi delle percussioni e dei sonagli dei piccoli e straordinari musicisti della scuola Daneo hanno aperto la festa a Genova per il sottopasso restaurato di piazza Corvetto e dedicato dall’Unicef, con tante immagini coloratissime e frasi multilingue ai diritti e alla

Le caratteristiche, le tecnologie e le professionalità della nave, programmi e obiettivi dei corsi per gli ufficiali con l'Accademia della Marina Mercantile nelle interviste sul mare al comandante della Majestic e al responsabile formazione di Grandi Navi Veloci.Un servizio sul mare del programma Tabloid della Città metropolitana,  a bordo della Majestic di Grandi Navi Veloci che può trasportare sino a 1.800 passeggeri e  molti camion e auto, sulle tratte nazionali da Genova, come Palermo e la Sardegna, o quelle estere come Barcellona o Tangeri.

I valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili sono rimasti nei limiti in tutte le rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova. Sempre favorevoli però al ristagno dello smog le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare. Clima da piena estate, ma il caldo finora non fa alzare i livelli degli inquinanti dell'aria.

Presenti 30 primi cittadini del territorio, ma la maggioranza necessaria per votare è di 34."Non si può generalizzare un episodio - ha detto Marco Doria - ma se dovesse ripetersi dovremmo riflettere sull'eventualità di abbassare l'asticella del numero legale per evitare la paralisi dell'ente" Solo discussione e confronto, ma senza votazioni sulla pratiche all'ordine del giorno della Conferenza metropolitana oggi a Palazzo Doria Spinola perché all'assemblea dei sindaci mancava il numero legale previsto per poter deliberare.

Al voto della Conferenza metropolitana la delibera presentata da Enrico Pignone che trasferisce la somma alla priorità di ridurre i rischi nell’abitato di Sestri da un finanziamento precedente per sistemazioni del Secca che saranno comunque realizzate dal Comune integrando i fondi necessari.Uno stanziamento di 250.000 euro dalla Città metropolitana al Comune di Genova per rendere appaltabili entro il 2015 tutti gli interventi prioritari per ridurre i rischi alluvionali del rio Ruscarolo, nel bacino del Chiaravagna, che attraversa zone molto popolate di Sestri Ponente.

Alle 9.30 nella sala del consiglio della Città metropolitana di Genova il primo dei tre incontri sulla pianificazione territoriale e strategica. Si replica il 10 a Chiavari e il 12 a Torriglia.
Si svolgeranno
- domani a Genova, (ore 9.30, sala del consiglio della Città metropolitana, largo Lanfranco, 1),
- mercoledì 10 a Chiavari (ore 9.30, sala presidenziale della Società Economica) e
- venerdì 12 a Torriglia (ore 10, sede dell’Ente Parco dell’Antola)

Tutti al di sotto dei limiti i valori dell'ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili rilevati dalle centraline della Città metropolitana di Genova. Il meteo dell'Aeronautica Militare resta però favorevole al ristagno dello smog.Il sole già estivo fa alzare le temperature, ma finora non i livelli degli inquinanti dell'aria.

All’ordine del giorno della Conferenza metropolitana il rendiconto 2014 dell’ente, il finanziamento della progettazione esecutiva per la sicurezza del Rio Ruscarolo, manutenzioni fluviali dell’Entella, monitoraggi di versanti a Ronco e Borzonasca e l’approvazione del regolamento della Conferenza.Si riunirà domani, giovedì 4 giugno la Conferenza metropolitana, composta da tutti i sindaci del territorio, convocata a Palazzo Doria Spinola (largo Eros Lanfranco 1, Genova) alle 16.30 dal sindaco metropolitano Marco Doria.All’ordine del giorno della seduta il rendiconto finanziario ed economico-p

Le cabine di monitoraggio della Città metropolitana hanno misurato valori al di sotto dei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili, ma le previsioni meteo dell’Aeronautica Militare sono favorevoli al ristagno dello smog.Clima estivo con aria finora "pulita"dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che hanno registrato valori al di sotto dei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio.

Alle 10.30, preceduta dall’alzabandiera e accompagnata dall’Inno nazionale di Mameli e da una serie di brani musicali del gruppo di Ottoni del Teatro Carlo Felice la consegna delle onorificenze e delle medaglie nell’antico palazzo dei Rolli sede della Prefettura e della Città metropolitana.Cerimonia ufficiale, aperta alla cittadinanza e ai visitatori dei Rolli Days, il 2 giugno a Palazzo Doria Spinola, cinquecentesco edificio dei Rolli sede della Prefettura e della Città metropolitana di Genova, in occasione della Festa della Repubblica, con la consegna da parte del prefetto di Genova Fiamm

Dati positivi sui valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili dalle centraline di monitoraggio dell’ente, ma le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare restano favorevoli al ristagno dello smog.Aria quasi immobile sotto un cielo velato di foschia, ma dati finora buoni sugli inquinanti dalle centraline della Città metropolitana che nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio (e in tutto il fine settimana) hanno registrato valori al di sotto dei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le p

Sono rimasti nei limiti i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati dalle centraline della Città metropolitana, ma le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare sono favorevoli al ristagno dello smog.Cielo più velato sotto il sole e responso finora buono sull'aria dalle centraline della Città metropolitana che nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio hanno registrato valori tutti al di sotto dei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.

Dalle orchidee montane ai ‘fossili viventi’ oltre 500 specie dalla biodiversità di tutto il mondo nel Giardino botanico montano di Pratorondanino, area protetta del sistema regionale affidata alla Città metropolitana con la gestione del GLAO.Più di cinquecento specie di fiori e piante straordinarie, dalle Alpi alle Blue Mountains australiane alle foreste tropicali, in uno spicchio di biosfera sull’Appennino ligure.

Dalle rilevazioni delle centraline dell'ente sull'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili, ma le previsioni meteo sono favorevoli al ristagno.Sole, clima estivo e  dati finora positivi sugli inquinanti dell'aria dalle centraline della Città metropolitana di Genova che nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio hanno misurato concentrazioni al di sotto dei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.

Inaugurato oggi dopo i restauri e le nuove decorazioni artistiche il sottopasso di piazza Corvetto, nella giornata organizzata da Unicef e Città metropolitana per festeggiare l’anniversario della legge nazionale sui diritti dell’infanzia.Un grande albero perché sempre di più i diritti dei bambini e delle bambine mettano radici nella coscienza e nella consapevolezza di tutti e poi tante altre immagini coloratissime, decorazioni, frasi multilingue che richiamano (in italiano, arabo, cinese, francese, inglese, portoghese, russo, spagnolo e in alfabeto Braille) la Convenzione Onu del 1989 e la

Dalle rilevazioni delle centraline dell'ente sulle concentrazioni di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, biossido di zolfo e polveri sottili.Cielo azzurro e aria pulita nella Città metropolitana dicono i dati delle centraline di monitoraggio dell'ente sulle concentrazioni di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, biossido di zolfo e polveri sottili, rimaste tutte al di sotto dei limiti. Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog nei bassi strati atmosferici.

Nella giornata, patrocinata dall’Unicef e dalla Città metropolitana di Genova, per festeggiare il 24^ anniversario della legge nazionale che ha recepito la Convenzione Onu sui diritti dei bambini.I diritti da tutelare, affermare e vivere ogni giorno, dei bambini e delle bambine sono il tema delle nuove coloratissime decorazioni artistiche del sottopasso all’angolo fra via Roma e piazza Corvetto a Genova, dedicato ai diritti dei bambini con citazioni in molte lingue delle norme sancite dalla legge nazionale che ha recepito la Convenzione Onu del 1989.

Dalle rilevazioni delle centraline dell'Ente sui valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili, con previsioni meteo dell'Aeronautica Militare sfavorevoli al ristagno dello smog.Di nuovo tante nuvole, ma dati finora positivi sugli inquinanti dell'aria dalle centraline della Città metropolitana di Genova che nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio hanno misurato valori inferiori ai limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili in tutta la rete di monitoraggio dell'ente.

Domenica 24 maggio una Festa piena di gusto e di eventi patrocinata dal Padiglione Italia EXPO 2015, Regione Liguria, Città metropolitana di Genova e Camera di Commercio.60 anni pieni di fragranza, successi e sapori. Sono quelli della Festa che domenica 24 maggio Recco dedica alla sua inimitabile focaccia col formaggio, con una giornata ricchissima di eventi, da vivere a tutto gusto.

Nessuno sforamento nei dati fino alle 24 di ieri dalle centraline della Città metropolitana di Genova e le previsioni meteo sono sfavorevoli al ristagno dello smog.Termometri genovesi ancora over 30, ma nell'ennesima ondata di caldo e afa almeno l'ozono non sale, dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che fino alla mezzanotte di ieri non hanno registrato alcuno sforamento dei limiti per questo gas e nemmeno per gli altri inquinanti monitorati (monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili).Le previsioni meteo dell'Aeronautica milita

Cecilia Brescianini dirigente del servizio aria e Teresa Zannetti responsabile del centro operativo che controlla gli inquinanti spiegano al microfono come si forma questo gas, quali effetti produce e i consigli sui comportamenti da adottare e da evitare quando l'ozono supera i limiti. Nella stratofera salva la vita sulla Terra perchè filtra e blocca le dannosissime radiazioni solari ultraviolette di tipo C, ma vicino al suolo l'ozono, invece, irrita l'apparato respiratorio e ha un forte potere ossidante.

Approvate dal Consiglio le linee guida presentate dal vicesindaco Valentina Ghio (che ha presieduto la seduta, in assenza del sindaco Doria a Roma per il direttivo Anci) per favorire e supportare la riorganizzazione degli enti locali nella gestione associata delle funzioni comunali.Convenzioni fra la Città metropolitana di Genova, i Comuni e le loro Unioni avviando nuovi rapporti di collaborazione e supporto per la gestione associata delle funzioni fondamentali degli enti locali del territorio.Lo prevedono le linee guida, approvate dal Consiglio metropolitano, presentate dal vicesindaco Val

Senso unico alternato con semafori sino al 27 luglio prossimo fra i km.

Fino a mezzanotte i dati delle centraline della Città metropolitana sono rimasti al di sotto della soglia di attenzione dei 180 microgrammi per metro cubo.

Fino al 18 luglio in sei prestigiosi palazzi storici e grandi musei tutte le opere della Biennale di Arte Contemporanea promossa da Satura e patrocinata da Regione, Città metropolitana, Comune di Genova e Camera di Commercio. Antichi palazzi ricchi di storia e d’arte e grandi musei sono gli splendidi scenari della grande Biennale d’arte contemporanea a Genova, organizzata dall’associazione culturale Satura, nome ispirato alla celebre raccolta montaliana, con i patrocini della Regione, della Città metropolitana, del Comune di Genova e della Camera di Commercio.Opere pittoriche, sculture, imm

Fino alla mezzanotte di ieri le centraline della Città metropolitana hanno registrato valori nettamente inferiori al limite di attenzione per questo gas e le previsioni meteo dell’Aeronautica militare sono sfavorevoli al ristagno dello smog. Il caldo e l’afa continuano a farsi sentire, ma almeno l’ozono nell’aria cala e dà una tregua, come segnalano le centraline della Città metropolitana di Genova che fino alla mezzanotte di ieri hanno registrato dati nettamente inferiori al limite di attenzione (180 microgrammi per metro cubo) per questo gas, con una concentrazione media oraria massima di

Manto rifatto nei tratti più critici e degradati della strada, con mezzi e personale della Città metropolitana. A seguire i lavori anche il consigliere delegato della Città metropolitana Vassallo e il sindaco di Moconesi Trossarello.Molto attesa e richiesta da amministratori locali, cittadini e operatori economici, la riasfaltatura della provinciale 225, nel centro abitato di Gattorna a Moconesi è stata realizzata questa settimana.

Con cinque sforamenti per questo gas rilevati fino alle 24 di ieri dalla centralina della Città metropolitana in corso Firenze a Genova: dall'1 alle 2 di notte, dalle 5 alle 6 e nel pomeriggio dalle 13 alle 16.

Il consigliere delegato al personale della Città metropolitana “sottolinea l’impegno del sindaco Doria, al quale non ho fatto mancare il mio supporto, affinché la Regione ricevesse anche i lavoratori a tempo determinato, il cui contratto è stato prorogato fino al prossimo 31 dicembre”.  La strada giusta per risolvere i problemi? È quella "del confronto e del dialogo istituzionale alla pari, nel rispetto reciproco dei ruoli, fra Città metropolitana di Genova e Regione Liguria".

Gli unici sforamenti registrati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sono stati quelli di Propata, dalle 16 alle 19 di ieri pomeriggio.

Lungo incontro con i primi cittadini, assessori e consiglieri di Santo Stefano e Rezzoaglio, sulla Città metropolitana e sulle esigenze e i problemi della vallata del sindaco Doria che ha poi visitato i tesori dell’Aveto La seggiovia che scala la montagna sino agli splendidi panorami di Prato della Cipolla, la verdissima foresta del Penna con le ex casermette che si trasformeranno in rifugio del parco, il limpido lago glaciale delle Lame, gioiello della natura e paradiso anche per i pescatori di trote fra le tappe della visita in Val d’Aveto, raccontata anche da un ampio servizio del progra

Le centraline della Città metropolitana hanno registrato sei sforamenti per questo gas: tre in corso Firenze, dalle 14 alle 17 e altrettanti ai Giovi dalle 13 alle 14 e poi dalle 15 alle 17.

Per le tre serate del fine settimana, da domani a domenica 5 luglio, chiusa dalle 18 alle 24 la corsia verso valle sul tratto della SP 34 dall’incrocio con via al Campanile a quello con la comunale 49, con deviazione del transito sulla viabilità municipale. Il gusto fa deviare anche il traffico a Cogorno nel fine settimana dedicato al “Re Raviolo” con la dodicesima edizione di Cogorno in festa.

Otto gli sforamenti orari registrati ieri dalle centraline della Città metropolitana per questo gas: quattro ai Giovi dalle 13 alle 17, due  a Quarto e due in corso Firenze nelle stesse ore, dalle 13 alle 15.

A seguire i lavori questa mattina anche il consigliere delegato della Città metropolitana Gianni Vassallo con il sindaco di Moconesi Gabriele Trossarello e il consigliere comunale Alessandro Traverso.Manto rinnovato sulla carreggiata della provinciale 225 nel centro di Gattorna, nel Comune di Moconesi.

L’inquinante ieri ha fatto registrare 10 sforamenti orari della soglia di attenzione dalle centraline della Città metropolitana di Genova: 5 a Quarto (dalle 14 alle 18 e dalle 20 alle 21 ), 4 in corso Firenze (dalle 13 alle 17) e 1 ai Giovi dalle 17 alle 18Dilaga il caldo afoso e l’ozono resta alto sopra il livello di attenzione dei 180 microgrammi per metro cubo con dieci sforamenti orari (il giorno prima però erano stati 21) registrati ieri dalle centraline della Città metropolitana di Genova: 5 a Quarto (dalle 14 alle 18 e dalle 20 alle 21 con una medioa oraria massima di 219 ug/m3 fra l

Con 21 sforamenti orari della soglia di attenzione registrati ieri dalle centraline della Città metropolitana di Genova: 11 ai Giovi (dalle 12 alle 23 ), 7 a Quarto (dalle 14 alle 21) e 3 in corso Firenze (dalle 14 alle 17).Afa a trenta gradi e ozono oltre il livello di attenzione (180 microgrammi per metro cubo) con ben 21 sforamenti orari registrati ieri dalle centraline della Città metropolitana di Genova: 11 ai Giovi dove il gas , con una media oraria massima di 222 ug/m3 fra le 15 e le 16, ha iniziato a sforare a mezzogiorno ed è calato sotto i limiti solo dopo le 23; sono stati 7, inv

La apertura del nuovo by-pass per la Val Graveglia, prevista entro luglio, dovrà essere rinviata di qualche mese, come è emerso dall'ultimo sopralluogo in cantiere della Città metropolitana con il consigliere delegato Gianni Vassallo e i tecnici.I lavori per la variante di Settembrin continuano, ma più lenti del previsto e non tutte le opere sono ancora completate.

Con delibere approvate dal Consiglio metropolitano e presentate dal consigliere delegato Enrico Pignone nella pianificazione dei due bacini sono state inserite tutte le aree colpite da inondazioni e frane nelle alluvioni dello scorso autunno. Varianti sostanziali ai piani di bacino del Polcevera e del Lavagna, per integrare negli atti di pianificazione dei due torrenti le situazioni di maggior pericolo idrogeologico di tutte le aree colpite da inondazioni, frane e dissesti nelle alluvioni dell’ottobre e novembre scorsi.Le ha votate il Consiglio della Città metropolitana di Genova con due de

La centralina della Città metropolitana in corso Firenze ieri pomeriggio fra le 14 e le 15 ne ha registrato uno sforamento oltre il limite di attenzione di 180 microgrammi per metro cubo.

La giornata dedicata alle azioni e ai progetti sul territorio per gli obiettivi europei 20-20-20 (-20% di gas serra, + 20% di energie rinnovabili e di efficienza energetica entro il 2020) inizierà alle 9 nel salone consiliare dell’ente (largo Eros Lanfranco 1).Lo sviluppo del Patto dei Sindaci sul territorio metropolitano, i risultati dei progetti europei con cui la Città metropolitana di Genova ha dato supporto ai Comuni firmatari del Patto e altre iniziative virtuose per un futuro più sostenibile saranno lunedì prossimo, 29 giugno, i temi al centro dell’incontro “Porte aperte alla sosteni

Lungo incontro del sindaco metropolitano con i colleghi dei Comuni di Santo Stefano e Rezzoaglio Maria Antonietta Cella e Daniele Mareschi che gli hanno poi fatto da guida nella visita alla vallata e ai suoi scenari naturali.  Dalla seggiovia che sale a 1.600 metri di quota panoramica di Prato della Cipolla alla verdissima foresta del Penna con le ex casermette che si trasformeranno in rifugio del parco, al limpido lago glaciale delle Lame, scambiando battute sulla riva con i pescatori di trote, ma anche un lungo e approfondito incontro a Santo Stefano, nella sede comunale e dell’Unione dei

A Palazzo Doria Spinola il sindaco metropolitano e di Genova ha aperto il seminario di alti studi dell’IGPDE (Institut de la gestion publique e du développement économique) con la nuova organizzazione territoriale e l’area metropolitana.Del governo delle aree metropolitane, tema sempre più centrale in Europa anche perchè il 68% della popolazione dell’Unione vive in regioni metropolitane dove si generano oltre due terzi del Pil europeo, ha parlato questa mattina agli studiosi ed esperti dell’, la principale struttura di formazione permanente dei ministeri economici e finanziari francesi e al

Sì dal Consiglio allo schema del bilancio triennale “La partenza della Città metropolitana è segnata da grande fatica – dice il sindaco Doria, ma un bilancio in equilibrio ci consente di operare nella pienezza delle nostre funzioni”. Prima del voto lungo dibattito e sospensione per consultazioni dei consiglieri PD. Meno risorse, per i tagli della spending review, della legge di stabilità e di quella regionale che riassorbe quattro funzioni già delegate a Città metropolitana e Province, e contemporanea trasformazione di competenze istituzionali con la legge Del Rio.

Lunedì 29 giugno alle 11.30 la presentazione dei due eventi nella sala stampa della Città metropolitana di Genova (piazzale Mazzini 2, quinto piano).Tredici appuntamenti estivi con il teatro, la poesia e tanta musica negli antichi scenari di Valle Christi e dell’abbazia di San Fruttuoso di Camogli con la 13^ edizione del Festival internazionale di Valle Christi a Rapallo e la 23^ rassegna dei Concerti all’Abbazia.

Le centraline dell'ente hanno registrato valori nettamente al di sotto dei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili e le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare restano sfavorevoli al ristagno dello smog.Bel tempo con aria limpida e 'pulita' dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio hanno misurato concentrazioni ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.

Giovedì 25 giugno la seduta convocata dal sindaco Marco Doria alle 17.30 nel salone consiliare di Palazzo Doria Spinola.L'approvazione del programma 2015/17 delle opere pubbliche, lo schema del bilancio triennale e il documento unico di programmazione 2015/17 sono le prime pratiche all'ordine del giorno del Consiglio metropolitano di Genova convocato dal sindaco Marco Doria per giovedì 25 giugno alle 17.30 nel salone consiliare di Palazzo Doria Spinola (largo Eros Lanfranco 1, Genova).

Le cabine di monitoraggio della Città metropolitana di Genova segnalano valori nettamente al di sotto dei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili, con previsioni meteo dell'Aeronautica Militare ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.Clima davvero poco estivo sotto un cielo gonfio di nuvole, ma almeno l'aria è pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il bios

Il consigliere delegato ai lavori pubblici e viabilità Gianni Vassallo ha verificato lo stato dei lavori con i tecnici dell'ente e l'impresa.

Fino al 31 luglio prossimo fra i km. 83,600 e 84,450 per la posa di una condotta del gas.Per il completamento dei lavori di posa di una condotta del gas da parte della società Italgas la direzione lavori pubblici della Città metropolitana di Genova ha prorogato fino al prossimo 31 luglio il senso unico alternato con semafori già in vigore fra i km. 83,600 e 84,450 della provinciale 456 del Turchino, nei Comuni di Campo Ligure e Rossiglione.

Tutti nella norma i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili con previsioni dell'Aeronautica Militare sfavorevoli al ristagno dello smog.Cielo di nuovo coperto dopo due giorni di sereno, con dati ancora positivi per gli inquinanti atmosferici dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana sui valori dell'ozono, del monossido di carbonio, del biossido d'azoto, del diossido di zolfo e delle polveri sottili.Buone per l'aria,  meno per gli appassionati del mare e del verde, le previsioni meteo dell'Aeronautica militare, tornate

Tutti gli interventi realizzati dalla Città metropolitana di Genova sulla SP 21 di Neirone devastata in autunno dalla furia dell'acquaQuattro chilometri e mezzo, dalla Giassina sul versante fontanino del Passo del Portello sin quasi allo sbocco della strada in Val Trebbia.

Dalle rilevazioni delle centraline dell'Ente sull'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili con previsioni dell'Aeronautica Militare ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

Li chiede al Presidente e alla Giunta regionale della Liguria un ordine del giorno presentato dal sindaco Marco Doria e approvato all’unanimità dal Consiglio metropolitano di Genova.

Tutti nei limiti i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili controllati dalle cabine di monitoraggio della Città metropolitana di Genova e le previsioni dell'Aeronautica Militare restano sfavorevoli al ristagno dello smog.Sole e nuvole con aria pulita perchè le centraline della Città metropolitana di Genova nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio hanno rilevato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.

Il protocollo d’intesa presentato dal consigliere delegato Enrico Pignone e approvato oggi, dopo il parere favorevole della Conferenza dei sindaci, dal Consiglio metropolitano finanzierà monitoraggi e progetto per il consolidamento di Pratosopralcroce

 La delibera presentata al Consiglio da Enrico Pignone approva l’assetto con due impianti di separazione secco-umido e due discariche di servizio a Scarpino 3 e Rio Marsiglia.

In base alla legge regionale, la Città metropolitana deve approvare un Piano che organizzi la raccolta dei rifiuti sul proprio territorio.

Fino alla mezzanotte scorsa tutti nei limiti i valori di questo gas e quelli del monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e delle polveri sottili misurati dalle postazioni della Città metropolitana di Genova.Sotto il maltempo l’aria resta pulita, come confermano i dati fino alla mezzanotte scorsa delle centraline della Città metropolitana di Genova, tutti ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Anche le previsioni meteo dell’Aeronautica militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog ne

La centralina della Città metropolitana di Genova in circonvallazione a monte ha segnalato uno sforamento del gas ieri sera fra le 19 e le 20.

Tutti ampiamente nei limiti fino alla mezzanotte scorsa i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati dalle postazioni della Città metropolitana di Genova.Continua sotto la Lanterna la serie positiva, iniziata a Ferragosto, delle giornate con aria ‘pulita’ dopo gli innumerevoli sforamenti dell’ozono nelle settimane precedenti.Fino alla mezzanotte scorsa, infatti, le centraline della Città metropolitana di Genova hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zol

Dati positivi dalle centraline della Città metropolitana di Genova sugli inquinanti dell'aria con previsioni dell'Aeronautica militare sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.L'aria resta ‘pulita’ in tutti i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che fino alla mezzanotte di ieri hanno misurato valori nettamente al di sotto dei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica  militare, sempre sfavorevoli al ristagno degli inquinanti nei bassi strati at

Il gas nettamente al di sotto dei limiti nelle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova e le previsioni meteo sono di nuovo sfavorevoli al ristagno dello smog.Aria ‘pulita’ dicono le centraline della Città metropolitana di Genova che fino alla mezzanotte di ieri hanno misurato valori bassi per l’ozono e gli altri inquinanti monitorati (monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili).Positive per l’aria, meno per gli appassionati delle spiagge e delle escursioni nel verde, le previsioni meteo dell’Aeronautica militare, di nuovo sfavorevol

Il gas è rientrato nei limiti e le centraline della Città metropolitana di Genova fino alla mezzanotte di ieri hanno registrato dati molto bassi.Fine settimana di Ferragosto con il maltempo, ma almeno i temporali hanno ripulito l’aria dimezzando le concentrazioni di ozono che da domenica 9 a giovedì 13 aveva fatto registrare ben 36 sforamenti orari oltre il limite di attenzione (180 microgrammi per metro cubo) alle centraline della Città metropolitana di Genova.Nettamente inferiori ai limiti invece i dati del week-end per questo gas che fino alla mezzanotte di ieri è sceso nelle rilevazioni

Sino alla mezzanotte di ieri le centraline della Città metropolitana di Genova ne hanno segnalato 22, rispetto agli 8 delle 24 ore precedenti: 10 a Genova fra le cabine di corso Firenze, Quarto e Acquasola e 12 fra quelle di Propata e dei Giovi.Caldo e afa sotto il sole di ieri hanno fatto di nuovo impennare i livelli dell’ozono, con 22 sforamenti orari (quasi il triplo rispetto agli 8 del giorno precedente) del limite di attenzione - 180 microgrammi per metro cubo - segnalati sino alla mezzanotte di ieri dalle centraline della Città metropolitana a Genova, in corso Firenze, all’Acquasola e

Con otto sforamenti segnalati fino alla mezzanotte di ieri dalle centraline della Città metropolitana di Genova in corso Firenze e ai Giovi. Il caldo in rimonta fa risalire anche i livelli dell’ozono che fino alla mezzanotte di ieri ha fatto registrare otto superamenti orari del limite di attenzione dei 180 microgrammi per metro cubo alle centraline della Città metropolitana in corso Firenze a Genova e ai Giovi.

 Dalle 18.30 alle 23 nelle tre sere di venerdì 14, sabato 15 e  domenica 16 agosto da Villa Montedomenico al bivio Montedomenico Alto – Frisolino per meglio regolare i flussi di auto e moto richiamati dalla manifestazione nel Comune di Sestri Levante.Profumi di testaieu e asado nel piatto con dessert di musica da ballo a Villa Montedomenico, frazione di Sestri Levante, per tutto il fine settimana di Ferragosto, con un senso unico alternato serale sulla provinciale 88 richiesto dal circolo Acli di Montedomenico alla Città metropolitana di Genova per meglio regolare i flussi di auto e moto ri

Con due sforamenti orari registrati dalla centralina della Città metropolitana in corso Firenze a Genova dalle 18 alle 20 di ieri. Non sono bastate le piogge e sfidando anche le previsioni meteo l’ozono, dopo una tregua di sole 24 ore, è già risalito facendo registrare due sforamenti oltre la soglia di attenzione (180 microgrammi per metro cubo) alla centralina della Città metropolitana in corso Firenze a Genova ieri verso sera, fra le 18 e le 20, con una media oraria massima di 189 ug/m3 fra le 18 e le 19 e di 181 nell’ora successiva.

I dati fino alla mezzanotte di ieri dalle centraline della Città metropolitana sono nettamente inferiori ai limiti per questo gas e le previsioni meteo dell’Aeronautica militare rimangono sfavorevoli al ristagno dello smog. L’afa probabilmente  tornerà a farsi sentire, ma intanto le piogge hanno fatto calare l’ozono che dà finalmente una tregua, come segnalano le centraline della Città metropolitana di Genova con dati fino alla mezzanotte di ieri nettamente inferiori al limite di attenzione (180 microgrammi per metro cubo) per questo gas, con concentrazioni medie orarie massime rispettivame

Fra i km. 15,8 e 16,7 nel Comune di San Colombano Certenoli dal 11/8 al 12/9 su richiesta dell’impresa Energia 011 per costruire un impianto idroelettrico. Stabiliti dalla Città metropolitana anche consolidamenti e miglioramenti stradali. Novecento metri della provinciale 42 di Romaggi chiusi al transito da domani, 11 agosto, al 12 settembre prossimo, con by-pass alternativi per il collegamento delle frazioni, fra i km. 15,8 e 16,7 della strada nel Comune di San Colombano Certenoli.

Le centraline della Città metropolitana ieri hanno registrato quattro sforamenti per questo gas in corso Firenze, dalle 13 alle 14 e dalle 15 alle 18 e due a Quarto dalle 14 alle 16, ma le previsioni meteo sono sfavorevoli al ristagno dello smog.Sotto il sole torrido di ieri l’ozono non si è fermato nemmeno di domenica.

Lo schema di bilancio 2015-17 dell'ente è stato approvato dalla conferenza metropolitana con 35 sì, 1 no e 2 astenuti (Davagna e Gorreto).

Doppio appuntamento domani (ore 11 e ore 16) per permettere la variazione di bilancio con cui si finanzia la gara d’appalto per i Centri per l’impiego.

Il primo gruppo ha iniziato questa mattina gli interventi di manutenzione del parco.

Fra i km. 9,400 e 9,500 della strada, con divieto di passaggio per i mezzi più larghi di  2 metri e sospensioni della circolazione al massimo di 30’ per esigenze del cantiere.Lavori sulla provinciale 21 di Neirone per il consolidamento della carreggiata con limiti di transito dal 22 settembre al 7 ottobre prossimi su un tratto di cento metri (fra  i km.

Bassi sino alla mezzanotte scorsa i valori di ozono e degli altri inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana con previsioni dell’Aeronautica militare sempre sfavorevoli al ristagno dello smog. Cielo con nuvole e sole, con aria ancora pulita dicono i dati sugli inquinanti delle centraline della Città metropolitana di Genova che fino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Restano positive per l’aria anche le previsioni meteo dell’Aeronautica

Oggi pomeriggio la visita istituzionale del sindaco metropolitano a Sestri Levante, Moneglia, Casarza Ligure e Castiglione Chiavarese, fra tesori, criticità e nuove opere.Convenzioni con i Comuni per l'utilizzo dei mezzi meccanici specializzati della Città metropolitana per la tutela del territorio, condivisione delle priorità per gli interventi nella difesa del suolo, competenza ora trasferita alla Regione, con supporto tecnico, raccolta delle diverse richieste per inoltrarle poi alla Regione da parte della Città metropolitana che potrà promuovere sul proprio sito e con le proprie struttur

Dopo quattro giorni (e notti) di lavori senza sosta della Città metropolitana per bonificare il versante e ridurre i rischi di altre frane. Oltre 2000 metri cubi di materiale pericolante, quasi la metà massi, rimossi dal versante sino a trovare gli strati rocciosi più compatti.

Tutti ampiamente nei limiti fino alla mezzanotte scorsa i valori di ozono e degli altri inquinanti controllati dalle cabine di monitoraggio della Città metropolitana con previsioni dell’Aeronautica militare  sfavorevoli al ristagno dello smog.  Cielo grigio, ma aria 'pulita' dicono i dati sugli inquinanti delle  centraline della Città metropolitana di Genova che hanno registrato fino alla mezzanotte scorsa  valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili. Sono positive per l’aria anche le previsioni meteo del

Sestri Levante, Moneglia, Casarza Ligure e Castiglione Chiavarese i quattro comuni dell'estremo Levante genovese dove Marco Doria incontrerà sindaci e cittadini. Inizierà alle 14.30, domani 17 settembre, la visita di Marco Doria in Val Petronio: il sindaco metropolitano di Genova ha una serie di appuntamenti nel territorio dell'estremo Levante genovese, che comprende i quattro comuni di Sestri Levante, Moneglia, Casarza Ligure e Castiglione Chiavarese.

Il videoservizio  del programma della Città metropolitana di Genova sull’apertura del nuovo by-pass alla provinciale 2 di Sant’Olcese, festeggiato da istituzioni e abitanti.Allontana il traffico dall’abitato, liberandolo dai rischi per i pedoni, dal rumore e dallo smog e rendendo migliori e più rapidi i collegamenti della vallata.La nuova e attesissima variante di Manesseno alla strada provinciale 2 di Sant’Olcese porta fuori dal centro della più popolosa località del Comune polceverasco anche i 15.000 mezzi pesanti che l’attraversavano ogni anno, mentre il precedente tracciato della provin

Fino alla mezzanotte scorsa sono rimasti tutti nei limiti i valori di ozono e degli altri inquinanti controllati dalle cabine di monitoraggio della Città metropolitana con previsioni dell’Aeronautica militare sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.   Sotto il sole di settembre finora resta tranquilla la situazione per gli inquinanti dell’aria, come confermano i dati fino alla mezzanotte scorsa delle centraline della Città metropolitana di Genova con valori nei limiti per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Positive per l’aria

Appena concluso l’intervento della società Vernazza incaricata dalla Città metropolitana di Genova per rimettere in strada il pesantissimo autoarticolato bloccato in un tornante.

Le squadre della viabilità della Città metropolitana hanno prima liberato la scarpata da piante e rami che impedivano i movimenti della gru che ha poi imbragato il camion alle 18.

La Città metropolitana, con il coordinamento del consigliere delegato alla viabilità Gianni Vassallo, ha incaricato del complesso intervento la ditta specializzata VernazzaUna potente gru per rimuovere il gigantesco Tir con targa austriaca rimasto incastrato due giorni fa su un tornante della provinciale 82 di Sant’Alberto,  ostruendo tutta la carreggiata. Sul posto, informati dal Comune di Lumarzo, sono immediamente arrivati tecnici della viabilità e agenti della Polizia della Città metropolitana.

Festa inaugurale oggi, con tutte le istituzioni e tanti abitanti, per il ponte della variante alla provinciale di Sant’Olcese, realizzata con il cofinanziamento della Regione Liguria e della Città metropolitana di Genova.Il taglio del nastro affidato alla giovanissima presidente del Consiglio Comunale dei ragazzi di Sant’Olcese, Laura Picollo, con il sindaco di Genova e della Città metropolitana Marco Doria, il consigliere metropolitano delegato ai lavori pubblici e viabilità Gianni Vassallo, l’assessore regionale alle infrastrutture Giacomo Giampedrone e il sindaco di Sant’Olcese Armando S

Dopo gli interventi del Parco dell’Antola sui percorsi d’accesso, danneggiati anche dalle alluvioni, la troupe del programma Tabloid della Città metropolitana di Genova è salita al Castello riaperto con le guide e il presidente del Parco. Unico e millenario, fra due torrioni di roccia naturale.

Tutti nella norma fino alla mezzanotte scorsa i valori di ozono e degli altri inquinanti controllati dalle cabine della Città metropolitana di Genova e le previsioni dell’Aeronautica militare restano sfavorevoli al ristagno dello smog.  Inizio di settembre finora tranquillo per gli inquinanti dell’aria e anche gli ultimi dati – fino alla mezzanotte scorsa -  dalle centraline della Città metropolitana di Genova segnalano valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Non cambia il segno delle previsioni meteo

Dal 7 settembre al 23 dicembre prossimi, con semafori, lungo i primi 200 metri della strada, nel Comune di Campomorone, per interventi di allargamento e sistemazione della carreggiata.Cantiere per l’allargamento e la sistemazione della carreggiata lungo i primi duecento metri della provinciale 50 di Santo Stefano di Larvego, nel Comune di Campomorone, con senso unico alternato e semafori dal 7 settembre al 23 dicembre prossimi richiesti alla Città metropolitana di Genova dall’impresa esecutrice Polistrade Costruzioni Generali spa.I semafori all’altezza dei lavori saranno sempre in funzione

Migliorata la transitabilità e la sicurezza al km. 15,5 della provinciale dei Giovi.Più visibilità lungo una curva con l’arretramento del precedente muro di sostegno a monte, nuovo percorso protetto per i pedoni, migliore transitabilità e sicurezza per la circolazione al km.

Alle 11 del 5 settembre il taglio del nastro con tutte le istituzioni per la variante alla provinciale di Sant’Olcese, cofinanziata da Regione e Città metropolitana, che libererà dal traffico e renderà più sicuro il centro abitato di Manesseno. Traguardo finale per la variante di Manesseno alla provinciale di Sant’Olcese, con l’apertura del nuovo by-pass stradale che sabato 5 settembre alle 11 sarà inaugurato alla presenza di tutte le istituzioni.Alla cerimonia, organizzata dal sindaco di Sant’Olcese Armando Sanna, interverranno il sindaco di Genova e della Città metropolitana Marco Doria,

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa e previsioni meteo dell’Aeronautica militare sfavorevoli al ristagno dello smog.   Oggi il sole si nasconde fra le nuvole, mentre rimane tranquilla la situazione dell’ozono.

Domenica 6 settembre il trofeo sui pedali organizzato dall’U.S. Pontedecimo e autorizzato dalla Città metropolitana partirà alle 10 da Clavarezza, dove poi taglierà anche il traguardo finale.

Dati positivi dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Ancora sole, ma meno ozono che nei dati sino alla mezzanotte scorsa delle centraline della Città metropolitana di Genova è rimasto al di sotto dei limiti, come gli altri inquinanti controllati dalla rete di monitoraggio dell’ente (monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili).Non cambia però il segno delle previsioni meteo dell’Aeronautica militare, sempre favorevoli al ristagno dello smog nei bassi strati atmosferici e il conseguente invito del centro operativo  de

Il gas ha toccato la media oraria massima di 175 microgrammi per metro cubo in corso Firenze a Genova ( 5 sotto il limite di attenzione dei 180 ug/m3).

Il sindaco metropolitano questa sera visiterà la 31^ Campionaria di Calvari con la presidente del Gal Marisa BacigalupoVisita questa sera alla 31^ edizione dell’Expo Fontanabuona del sindaco della Città metropolitana Marco Doria.Ad accoglierlo alla Campionaria di Calvari ci sarà la presidente del Gal Marisa Bacigalupo che accompagnerà poi il sindaco Doria nella visita a tutti gli spazi e stand dell’Expo Fontanabuona.

Su un tratto di sessanta metri fra i km. 11,100 e 11,200 per la posa di tubazioni idriche e condotte fognarie.Senso unico alternato con semafori dal 1^ al 11 settembre prossimi su un tratto di sessanta metri della provinciale 41 di Tiglieto (fra i km. 11,141 e 11,199 nel Comune di Tiglieto).

Le quattro prove speciali il 30 agosto negli scenari del Penna e il prologo sabato con lo shakedown non cronometrato sulla provinciale 86 di Caselle.

Le centraline della Città metropolitana di Genova hanno misurato livelli ridotti di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili fino alla mezzanotte scorsa e per tutto il fine settimana.Dopo il grigio autunnale del week-end il cielo ritorna più sereno su Genova e il territorio dove l’aria è ancora pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana che fino alla mezzanotte scorsa e per tutto il fine settimana hanno misurato valori bassi per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.No

Valentina Ghio, vicesindaco della Città metropolitana di Genova, fa il punto e lancia nuove proposte in occasione della Giornata europea contro la tratta e riduzione in schiavitù degli esseri umani.Sono migliaia le donne vittime di tratta contattate dalla rete di servizi e azioni in cui dal 2000 la Città metropolitana di Genova (allora Provincia) si è impegnata a stretto contatto con il Dipartimento per le Pari Opportunità, la Regione Liguria e il Comune di Genova.

Bassi i valori di ozono,  monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati dalle centraline dell’ente.

Le centraline dell’ente segnalano valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili, con previsioni dell’Aeronautica militare sempre sfavorevoli al ristagno dello smog. Cielo grigio di nuvole su Genova e il territorio dove però l’aria è pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana che fino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Non cambia il segno delle previsioni

Dal 20 al 29 ottobre prossimi lungo i primi 800 metri della strada, nel Comune di Cogoleto, per motivi di sicurezza durante lo smantellamento del Forno 70, l’ultimo rimasto in funzione, sino al 2003, nell’ex fabbrica del cromo in Val Lerone.Inizierà martedì 20 e proseguirà fino al 29 ottobre lo smantellamento dell’ultimo grande impianto dove l’ex Stoppani fondeva il minerale di cromo: il Forno 70, dall’anno di costruzione, rimasto in funzione sino alla definitiva chiusura nel 2003 dell’inquinantissima fabbrica chimica della Val Lerone.Il gigantesco forno in ferro a suola rotante, “gemello”

Sino al 30 aprile 2016, a tratti successivi lungo l’intero percorso nel Comune di Ronco Scrivia, per gli scavi di un cantiere dell’EnelTransito a senso unico alternato con semafori sino al 30 aprile 2016 sulla provinciale 7 della Castagnola.

Valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili da tutte le postazioni della Città metropolitana con previsioni dell’Aeronautica militare sempre sfavorevoli allo smog. Cielo molto grigio per l’annunciato maltempo, ma almeno l’aria è pulita a Genova e sul territorio dicono i dati delle centraline della Città metropolitana, con valori ampiamente nei limiti fino alla mezzanotte scorsa per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.La giornata consiglia di us

Il 15 Ottobre con il convegno organizzato al Dipartimento di Lingue e Culture Moderne patrocinato da Regione, Città metropolitana, Comune di Genova e Rappresentanza Commissione Europea in Italia per la Giornata Europea delle Lingue.Per stare insieme e conoscersi meglio è indispensabile che gli europei possano dialogare, ma per capirsi forse 24 lingue (contando solo quelle ufficiali) sono un po’ troppe.

Le centraline dell’Ente fino a mezzanotte hanno registrato dati bassi per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili con previsioni meteo dell’Aeronautica militare sempre sfavorevoli al ristagno dello smog. Inquinanti ancora ampiamente nei limiti dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa, con valori bassi per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili in tutte le postazioni della rete di monitoraggio.Sono positive per l’aria a

Quattro spot promozionali per lo stand di Agenzia delle Dogane al Salone nautico di Genova realizzati dallo staff di comunicazione della Città metropolitana.  L’Agenzia delle Dogane e la Città metropolitana di Genova proseguono anche sul fronte della comunicazione la collaborazione nata nell’estate del '14, quando la Direzione interregionale Liguria Piemonte Val d’Aosta delle Dogane selezionò e inserì nei propri ranghi, attraverso una procedura cosiddetta di comando, ben 35 funzionari della Provincia, ente che di lì a poche settimane avrebbe subito la trasformazione istituzionale in Città m

Sganciati 1200 metri cubi di massi e materiali dal versante. Il 26 la consegna dei cantieri per le opere definitive, annuncia Gianni Vassallo, e da lunedì parte lo spostamento della condotta idrica per far spazio alle fondazioni del nuovo muro.Cinquantacinque viaggi, con undici grossi camion, per liberare la carreggiata dai 1200 metri cubi di massi e materiali sganciati dal versante sopra provinciale 586 a Carasco e fatti poi scivolare sulla carreggiata.

Finora sono già stati sganciati dal versante 250 metri cubi di materiali, con massi anche di 40 tonnellate, frantumati sul posto. Gli interventi proseguiranno per tutta la notte. Da questa mattina sono stati sganciati dal versante 250 metri cubi di materiale, compresi macigni enormi, anche da 40 tonnellate, bloccati ieri sulla parete dalle reti d’acciaio sistemate dopo la frana di metà settembre mentre scivolavano verso il basso a causa del nuovo movimento franoso sopra la provinciale 586 a Carasco.

Col solo voto contrario del consigliere Senarega di Recco, il consiglio metropolitano ha approvato la delibera che prende atto della scelta fatta dall'Ato di realizzare a Chiavari il depuratore comprensoriale del Tigullio orientale. Il consiglio metropolitano di Genova ha votato la delibera che 'prende atto' della scelta fatta il 29 settembre dall'assemblea dei sindaci dell'Ato Acqua di realizzare a Chiavari il depuratore comprensoriale del Tigullio orientale.

Domani alle 15.30 sarà discussa e votata la delibera per prendere atto della scelta del depuratore comprensoriale unico alla colmata di Chiavari e dare seguito “confermandola per quanto di competenza” alla decisione dell'Assemblea d'Ambito.Sul sistema della depurazione nel comprensorio del Tigullio si esprime domani, mercoledì 7 ottobre, anche il Consiglio metropolitano di Genova, convocato nel salone consiliare di Palazzo Doria Spinola alle 15.30 dal sindaco Marco Doria per discutere e votare la delibera presentata dal consigliere delegato Enrico Pignone. 

Bassi fino alla mezzanotte scorsa i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili controllati dalle cabine di monitoraggio dell’ Ente e previsioni dell’Aeronautica militare sempre sfavorevoli al ristagno dello smog. 

Entro fine ottobre sarà pronto per la sede della scuola a Calvari anche il laboratorio di cucina che finora mancava, realizzato dalla Città metropolitana adeguando gli spazi necessari. Una sede modernissima, realizzata con un investimento di un milione di euro dalla Provincia, poi Città metropolitana di Genova, adeguando e rinnovando spazi nel suo edificio a Calvari di San Colombano.

Misurati fino alla mezzanotte scorsa dalle centraline dell’Ente che controllano ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili, con previsioni dell’Aeronautica militare nettamente sfavorevoli al ristagno dello smog.  Ottobre inizia con il cielo grigio di nuvole che annunciano un peggioramento del tempo, ma almeno l’aria resta pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova con valori molto bassi per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Le pr

Bassi fino alla mezzanotte scorsa i valori di ozono e degli altri inquinanti controllati dalle cabine di monitoraggio dell’Ente, con previsioni dell’Aeronautica militare ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.  Aria decisamente più fresca e finora pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori ridotti per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell’Aeronautica militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello s

Tutti ampiamente nei limiti, fino alla mezzanotte scorsa, i valori di ozono e degli altri inquinanti controllati dalle cabine di monitoraggio della Città metropolitana con previsioni dell’Aeronautica militare  sfavorevoli al ristagno dello smog.  Cielo grigio, ma aria pulita dicono le centraline della Città metropolitana di Genova  che fino alla mezzanotte scorsa hanno registrato valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Positive per l’aria anche le previsioni meteo dell’Aeronautica militare, sempre sfa

Dal 3 al 16 ottobre prossimi fra i km. 2,5 e 2,7 nel Comune di Genova per la sostituzione di conduttori delle linee elettriche. Il senso unico alternato, in base alle esigenze di cantiere sarà regolato dalle palette dei movieri.Per la sostituzione dei conduttori elettrici su un tratto della linea a 132 Kv “Quartaie Molassana” dal 3 al 16 ottobre prossimo sarà istituito un senso unico alternato fra i km.

Il Consiglio metropolitano di Genova, su proposta del consigliere delegato Alfonso Gioia, ha approvato il riequilibrio di bilancio per far fronte a nuove criticità provocate dal maltempo sulle strade e ai costi complessivi del personale nel 2015. Nuovi danni alle strade provocati dalla devastante ondata di maltempo di metà settembre e spesa per il personale superiore al previsto per lo sfasamento di sei mesi fra i pesantissimi tagli al bilancio (compresa la riduzione di almeno il 30% dei costi del personale) introdotti dalla legge di stabilità e operanti già dall’inizio del 2015 e il trasfe

La 57^ edizione della classicissima dilettanti under 23 nel territorio metropolitano genovese attraverserà la Valle Scrivia da Isola a Laccio, dalla Scoffera scenderà in Fontanabuona e poi arriverà da Chiavari al traguardo di Rapallo.

Ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili nei limiti dalle rilevazioni delle cabine monitoraggio della Città metropolitana di Genova, ma le previsioni dell’Aeronautica militare tornano favorevoli al ristagno dello smog. Nuvole sul mare e aria sempre molto umida, ma finora pulita nella Città metropolitana di Genova.

Giovedì 19 novembre alle 10.30 nella sala consiliare del Comune saranno presentate le attività didattiche degli studenti delle medie sul valore e l’uso consapevole dell’acqua con Comune, Am.Ter., Fondazione Muvita e Parco del Beigua. Un anno dedicato alla conoscenza dell’acqua e al valore di questa risorsa essenziale dagli studenti della scuola secondaria di I grado dell’Istituto comprensivo di Cogoleto.

Le cabine di monitoraggio della Città metropolitana di Genova segnalano valori bassi di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili con previsioni dell’Aeronautica militare sfavorevoli al ristagno dello smog. Cielo grigio e molto autunnale con aria però pulita nella Città metropolitana di Genova.

Dalle rilevazioni delle centraline dell’Ente sui valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili. Le previsioni meteo dell’Aeronautica militare restano però favorevoli al ristagno degli inquinanti. Cielo coperto dalle nuvole, ma poco smog nell’aria della Città metropolitana di Genova.

Dai controlli delle centraline della Città metropolitana sui valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili. Le previsioni meteo dell’Aeronautica militare restano però favorevoli al ristagno dello smog. Cielo più autunnale e tinto di grigio, ma se le nuvole sono tante finora invece è poco lo smog nella Città metropolitana di Genova.

Le centraline della Città metropolitana hanno misurato fino alla mezzanotte scorsa valori ridotti di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Bassi, fino alla mezzanotte scorsa, i dati sull’ozono e gli altri inquinanti controllati dalle cabine di monitoraggio dell’Ente, con previsioni dell’Aeronautica militare però ancora favorevoli al ristagno dello smog.  Cielo grigio d’autunno ma aria pulita nella Città metropolitana di Genova dicono i dati delle centraline dell’ente di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato concentrazioni ridotte per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Non cambia però il segno delle previsioni meteo dell’Aeronautica militare, ancora

Valori ridotti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili dai dati delle centraline della Città metropolitana fino alla mezzanotte scorsa.Cielo grigio, ma aria ancora pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che fino alla mezzanotte scorsa hanno registrato valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Non cambia però il segno delle previsioni meteo dell’Aeronautica militare che restano favorevoli al ristagno dello sm

Finora bassi i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati dalle centraline della Città metropolitana, ma le previsioni dell’Aeronautica Militare sono favorevoli al ristagno dello smog.Temperature ancora quasi estive con aria finora pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che fino alla mezzanotte scorsa hanno registrato valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Meno positive per l’aria, però, le previsioni meteo

Lunedì 9 novembre alle 8 alle 18 per la ricostruzione di una tombinatura stradale.Cantiere con chiusura per un giorno – il 9 novembre - al chilometro 8 della provinciale 83 di Pietranera a Rovegno. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova per la ricostruzione di una tombinatura stradale e la chiusura sarà in vigore dalle 8 alle 18 di lunedì prossimo.

Dalle rilevazioni delle centraline dell’Ente sui valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili fino alla mezzanotte scorsa.Tempo ancora incerto, ma nella Città metropolitana di Genova l’aria è pulita.

Le centraline dell’Ente fino alla mezzanotte scorsa hanno registrato valori ridotti per  l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Il cielo è ancora grigio, ma domani dovrebbe migliorare e intanto l’aria resta pulita nella Città metropolitana di Genova.

Dati ampiamente nei limiti dalle centraline dell’Ente fino alla mezzanotte scorsa per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.

Le centraline dell’Ente fino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori bassi per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.

Montati i pannelli prefabbricati sotto il versante della SP 225 della Fontanabuona i lavori proseguiranno con riempimenti di ghiaie e gabbioni di terre armate.

Domani alle 16 la seduta che voterà lo schema di accordo di programma sull’utilizzo delle risorse per ridurre i rischi idrogeologici che il sindaco metropolitano firmerà con Presidenza del Consiglio, Ministero dell’Ambiente e presidente della Regione.Un accordo di programma per “l’utilizzo delle risorse destinate al finanziamento degli interventi urgenti e prioritari per la mitigazione del rischio idrogeologico” individuati dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 15 settembre scorso per fronteggiare queste gravi criticità, riducendo i rischi alluvionali e salvaguardando la

Molto ridotti i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati dalle centraline della Città metropolitana di Genova fino alla mezzanotte scorsa.

Alla Loggia di Banchi il laboratorio, nel Festival della Scienza, sugli equilibri ambientali e su ciò che li spezza, come l’invasione di specie esogene.

Tutti nei limiti i livelli di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati sino a mezzanotte dalle centraline dell’Ente, però le previsioni meteo restano favorevoli al ristagno dello smog.

Realizzato su tutto l’atrio dell’istituto tecnico superiore un nuovo controsoffitto con materiali tecnologici. Lastre speciali fibrorinforzate fissate a profilati metallici. Sono queste le tecnologie del nuovo controsoffitto per tutto l’atrio dell’istituto tecnico In Memoria dei Morti per la Patria a Chiavari.

Dalle rilevazioni delle centraline dell’Ente sui livelli di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa, ma le previsioni meteo tornano favorevoli al ristagno dello smog.

Le centraline dell’Ente hanno registrato valori ridotti di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili Il cielo è velato, ma restano positivi i dati sugli inquinanti dell’aria dalle centraline della Città metropolitana di Genova che fino alla mezzanotte scorsa e in tutto il fine settimana hanno misurato valori ridotti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Buone per l’aria anche le previsioni meteo dell’Aeronautica militare, di nuovo sfavorevoli al ristagno dello smog nei bassi strati atmo

Tutti nei limiti i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati dalle cabine della Città metropolitana, ma le previsioni meteo ritornano favorevoli al ristagno dello smog.Buono il responso delle centraline della Città metropolitana di Genova  sugli inquinanti dell’aria, con dati ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili fino alla mezzanotte scorsa.Cambia però il segno delle previsioni meteo dell’Aeronautica militare, tornate favorevoli al ristagno dello

Il sindaco metropolitano, preso atto della rinuncia di Levaggi alle deleghe sui trasporti e l’urbanistica, lo ha ringraziato per “l’ottimo lavoro svolto” auspicando  che “i nostri buoni rapporti proseguano positivi e costruttivi anche in Consiglio”.Marco Doria ha riassegnato le deleghe all’urbanistica e ai trasporti della Città metropolitana - già affidate a Roberto Levaggi che ha formalizzato la sua rinuncia- ai consiglieri delegati Gian Luca Buccilli (seguirà così anche l’urbanistica oltre al personale) e a Gianni Vassallo (che aggiunge i trasporti alla viabilità e ai lavori pubblici) e h

Iniziato il montaggio dei pannelli su fondazioni in cemento armato con pali ancorati alla roccia.

Sono rimasti bassi i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati fino a mezzanotte dalle centraline dell’Ente e le previsioni meteo si confermano sfavorevoli allo smog.Basse come le temperature le concentrazioni degli inquinanti dell’aria misurate dalle  centraline della Città metropolitana di Genova, con valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili fino alla mezzanotte scorsa.Ancora positive per l’aria anche le previsioni meteo dell’Aeronautica mi

Il sindaco Marco Doria ha convocato il Consiglio metropolitano per domani alle 17.

Bassi i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati dalle centraline della Città metropolitana di Genova, con previsioni meteo ancora sfavorevoli allo smog.Tempo soleggiato e aria ancora pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio hanno registrato valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Positive per l’aria anche le previsioni meteo dell’Aeronautica militare, sempre

Ampiamente nei limiti i dati sui valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili delle centraline della Città metropolitana, ma le previsioni dell’Aeronautica Militare tornano favorevoli al ristagno dello smog.Cielo più luminoso e aria finora pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che segnalano valori piuttosto bassi per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il biossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Cambia però il segno delle previsioni meteo dell’Aeronautica milita

Un emendamento condiviso dal sindaco Doria con tutti i consiglieri delegati e firmato da Alfonso Gioia trasferisce altri 125.000 euro al trasporto pubblico locale. L’emendamento è stato approvato all’unanimità, il bilancio con un’astensione. Pareggia a 166.780.583 euro nel 2016 e l’ammontare complessivo nei due anni successivi, secondo le previsioni del triennale 2016-18, si attesterà a poco meno di 118 milioni e mezzo.

Bassi i livelli di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati dalle centraline della Città metropolitana con previsioni dell’Aeronautica Militare ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.Sotto le nuvole l’aria resta pulita dicono i dati sugli inquinanti dell’aria delle centraline della Città metropolitana di Genova con valori ridotti per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il biossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Il cielo grigio mantiene positive per l’aria anche le previsioni meteo dell’Aero

Domani alle 17 lo schema di Bilancio sarà all’ordine del giorno del Consiglio metropolitano e venerdì alle 14 a quello della Conferenza metropolitana dove si parlerà anche del piano rifiuti, del Santuario dei Cetacei e del programma ELENA.Sessione di bilancio per la Città metropolitana di Genova che si apre domani, mercoledì 16 dicembre, con la seduta del Consiglio metropolitano, convocato dal sindaco Marco Doria alle 17 per discutere e deliberare sul documento unico di programmazione 2016/2018 e sullo schema del bilancio di previsione 2016 dell’ente.

Tutti ampiamente nei limiti i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili controllati dalle centraline dell’Ente con previsioni dell’Aeronautica Militare sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.Cielo ancora scuro di nuvole, ma i dati sugli inquinanti dell’aria delle centraline della Città metropolitana di Genova restano positivi, con valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il biossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Buone per l’aria anche le previsioni meteo dell’Ae

Il limite di velocità sarà adottato con ordinanze della Città metropolitana e, per i tratti urbani, dei tre Comuni di Recco, Avegno e Uscio che ne hanno condiviso la necessità per la sicurezza stradale e dei cittadini.Per alzare la sicurezza si abbassa il limite di velocità dei camion oltre le 20 tonnellate che non potranno superare i 30 km all'ora sulla provinciale 333, nei Comuni di Recco, Avegno e Uscio che avevano proposto il provvedimento.

Bassi i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili controllati dalle centraline dell’Ente con previsioni dell’Aeronautica Militare nettamente sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.Il cielo è grigio di nuvole, ma l’aria è pulita dicono  i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che hanno misurato concentrazioni ridotte per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il biossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa e in tutto il fine settimana.Almeno per la qualità dell’aria sono positive

Le immagini del cantiere, le interviste con il direttore dei lavori, il sindaco di Carasco Massimo Casaretto e il consigliere metropolitano delegato Gianni Vassallo nel nuovo servizio del programma della Città metropolitana di Genova. Lavori ormai molto avanzati a Carasco sulla provinciale 586 della Val d’Aveto Cantiere dove i cantieri per realizzare nuove opere strutturali a protezione della strada martoriata dalle frane sono partiti a fine ottobre.

Finora nella norma i livelli di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili controllati dalle centraline della Città metropolitana ma le previsioni dell’Aeronautica Militare tornano favorevoli al ristagno dello smog.Dati positivi per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il biossido di zolfo e le polveri sottili dalle centraline della Città metropolitana di Genova  sino alla mezzanotte scorsa, ma per l’aria le notizie sono meno buone dal meteo.Le previsioni dell’Aeronautica militare tornano infatti favorevoli al ristagno dello smog n

Una grossa operazione di matching lavoratori-azienda svolta dai Cpi della Città metropolitana per una multinazionale Usa della ristorazione che ha appena aperto alla Fiumara (e 52 su 63 hanno i requisiti per i benefici di ‘Garanzia Giovani’) conferma per l’ennesima volta la qualità e l’expertise dei professionisti pubblici del mercato del lavoro. 

“Centri per l’impiego inutili, che servono solo a dare un posto a chi ci lavora?

Nel videoservizio del programma della Città metropolitana tutti i temi, fra proposte, nuove intese, idee e criticità sul territorio, della visita del sindaco metropolitano nei Comuni di Sori, Pieve e Bogliasco con gli amministratori dell’Unione. Intese fra Città Metropolitana, Comuni e Unioni nel programma PON Metro per sviluppare l’innovazione delle reti digitali, specifici contributi dal Golfo Paradiso alle linee guida del piano metropolitano di sviluppo, esigenze cruciali - dalla viabilità al trasporto pubblico al grave problema dei cinghiali - sono stati al centro della visita di Marco

Sono Roberto Levaggi, Giovanni Collorado, Maria Luisa Biorci e Cristina Lodi, i vicepresidenti Arnaldo Buscaglia, Carlo Bagnasco, Laura Repetto e Nino OliveriCompletato dalla Città metropolitana di Genova l'insediamento delle quattro commissioni consiliari con la scelta dei rispettivi presidenti e vicepresidenti, eletti a scrutinio segreto da tutti i consiglieri metropolitani.Presidente della prima commissione (affari generali e istituzionali, bilancio e patrimonio) è Roberto Levaggi, consigliere metropolitano e sindaco di Chiavari e vicepresidente Arnaldo Buscaglia, consigliere metropolita

Presentato dal sindaco Doria e dalla vicesindaco Ghio e approvato dal Consiglio l’accordo per la collaborazione fra Città metropolitana,  Comune di Genova, Unioni e singoli Comuni su funzioni, servizi, attività e progetti di rilievo metropolitano. Sviluppa e consolida rapporti e intese, in un quadro istituzionale unitario, fra la Città metropolitana, il Comune di Genova, le Unioni comunali e i singoli Comuni del territorio per funzioni, servizi, attività e progetti di rilevanza metropolitana.

Dalle rilevazioni sui valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili delle centraline della Città metropolitana di Genova, con previsioni dell’Aeronautica Militare però ancora favorevoli al ristagno dello smog.Cielo ancora coperto e inquinanti dell’aria sempre nei limiti, dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il biossido di zolfo e le polveri sottili.Le previsioni meteo dell’Aeronautica militare restano però favorevoli al ristagn

Seggiovie, piste e rifugi affidati alla Asd Sport Turismo e Servizi che si è aggiudicata la gara gestita dalla SUA della Città metropolitana, stazione appaltante e centrale di committenza che per il territorio  in tre anni ha già gestito appalti per 87,5 milioni.  Ha indetto procedure di gara per 87,5 milioni di appalti (38,5 per lavori pubblici e 49 per beni e servizi) e gestito complessivamente 129 gare in tre anni di attività.

Dalle rilevazioni sui valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili delle centraline della Città metropolitana di Genova.

Ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili ancor nei limiti dalle rilevazioni delle entraline della Città metropolitana di Genova, ma le previsioni dell’Aeronautica Militare sono favorevoli al ristagno dello smog.Clima un po’ più caldo e dati sugli inquinanti ampiamente nei limiti, sino alla mezzanotte scorsa, dalle centraline della Città metropolitana di Genova sui valori dell’ozono, del biossido d’azoto, del monossido di carbonio, del biossido di zolfo e delle polveri sottili.Sono meno positive per l’aria le previsioni meteo dell’Aeronautica milita

Convocato alle 17 dal sindaco Marco Doria per l’approvazione dell’accordo quadro di collaborazione fra Città metropolitana, Comuni e Unioni dei Comuni del territorio. Seguirà l’elezione dei presidenti e vicepresidenti delle Commissioni consiliari.Un accordo quadro per istituzionalizzare e promuovere la collaborazione fra la Città metropolitana di Genova, il Comune capoluogo, le Unioni e i singoli Comuni del territorio nell’esercizio di funzioni, servizi, attività e nello sviluppo di progetti di rilevanza metropolitana.

Ancora nella norma i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili nei dati delle centraline della Città metropolitana di Genova fino alla mezzanotte scorsa.Le temperature aumentano un po’, ma finora lo smog no dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova sui valori dell’ozono, del biossido d’azoto, del monossido di carbonio, del biossido di zolfo e delle polveri sottili,  tutti nei limiti fino alla mezzanotte scorsa.L’Aeronautica militare prevede condizioni meteorologiche “di indifferenza”, quindi senza influssi climatic

Dal 21 novembre la nuova porta della vallata libera dal traffico pesante l’abitato  e da pericolose e difficili strettoie tutta la circolazione. Nelle immagini del programma della Città metropolitana l’inaugurazione e le tappe dell’opera.

Il consigliere delegato all’ambiente ha risposto in Consiglio metropolitano a un’interpellanza di Laura Repetto e Nino Oliveri sul progetto di un impianto di questo tipo nel Comune della Valle Scrivia.Forse un impianto di compostaggio, a basso impatto ambientale e che movimenti pochi mezzi sì, ma “non c’è nessuna idea di costruire un biodigestore a Isola del Cantone.” Lo ha detto in Consiglio metropolitano Enrico Pignone, consigliere delegato all’ambiente rispondendo a un’interpellanza di Laura Repetto e Nino Oliveri sul progetto di realizzare un biodigestore nel Comune della Valle Scrivia.

Molto bassi i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova, con previsioni dell’Aeronautica militare sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.Cielo azzurro e termometri ancora in calo, ma almeno l’aria gelida è pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova sull’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili, tutti molto bassi fino alla mezzanotte scorsa.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell’Ae

All’esercitazione sulle misure di salvaguardia delle comunità per imparare meglio a non rischiare insieme ai sindaci e alla Regione hanno partecipato anche il consigliere delegato della Città metropolitana Enrico Pignone e una delegazione del governo boliviano.

Ieri sera in Consiglio metropolitano, dove si discuteva anche un’interpellanza di Gian Piero Pastorino sul futuro della Polizia Provinciale il sindaco Marco Doria e il consigliere delegato Gian Piero Buccilli si sono confrontati a lungo con gli agenti.La partita che si sta affrontando “è naturalmente molto delicata – ha detto ieri sera in Consiglio metropolitano Marco Doria - ma a differenza di altre, come quella di Atene in cui non ci sono finora mobilità definite fra enti, per la Polizia provinciale si ragiona di possibili trasferimenti da un posto di lavoro a un altro, sempre nell’impieg

Il sindaco Marco Doria ha subito accolto questa richiesta dei dipendenti della società ieri sera durante il Consiglio metropolitano.

Questa mattina conferenza dei servizi nella sede della Città metropolitana con Regione, Arpal, Comune ASL, Mediterranea delle Acque e Amiu sull’autorizzazione integrata ambientale.Il lavoro è stato “lungo, faticoso e impegnativo”, ma “oggi su Scarpino abbiamo fatto passi avanti positivi e molto importanti per uscire dall’emergenza, a partire dai nuovi impianti di separazione secco/umido a servizio della nuova area di Scarpino 3”.

Sempre bassi i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili controllati dalle centraline dell’ente, con previsioni dell’Aeronautica militare sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.Le temperature diventate di colpo invernali dal fine settimana fanno calare i termometri e restano bassi anche gli inquinanti dell’aria controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova con valori ridotti per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili fino alla mezzanotte scorsa.Per l’aria resta

Valori ridotti di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili dalle misurazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova, con previsioni dell’Aeronautica militare sfavorevoli al ristagno dello smog.Scendono i termometri e il primo freddo sotto le raffiche di vento mantiene molto bassi anche gli inquinanti dell’aria nella Città metropolitana di Genova, come confermano i dati sull’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili delle centraline dell’ente fino alla mezzanotte scorsa.Per l’aria s

Il by pass che evita un chilometro di strettoie della provinciale 26 è stato inaugurato questa mattina dal sindaco metropolitano Marco Doria con i sindaci di Carasco, Cogorno e Ne, istituzioni ed enti locali del territorio.Alle 11.23 sono passate le prime auto, moto e un gruppo di ciclisti.

Il sindaco metropolitano ha incontrato sul territorio gli amministratori di Bogliasco, Pieve e Sori, i tre Comuni dell’Unione del Golfo Paradiso.

La Città metropolitana ha appena ripristinato un tratto danneggiato dalle alluvioni. Il sindaco di Rossiglione ringrazia l’ente, ricordando però che sulla stessa strada servono altri interventi.

Bassi i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili registrati dalle centraline della Città metropolitana di Genova, ma le previsioni dell’Aeronautica militare restano favorevoli al ristagno degli inquinanti.

Cielo coperto e aria sempre molto umida nella Città metropolitana di Genova, ma l’aria finora resta pulita dicono i dati delle centraline dell’ente  sull'ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili, tutti ampiamente nei limiti  sino alla mezzanotte scorsa.

Alle 10.30 con il sindaco metropolitano Marco Doria, l’assessore regionale Giacomo Giampedrone, i sindaci di Carasco Massimo Casaretto, di Cogorno Enrica Sommariva e di Ne Cesare Pesce, i rappresentanti delle istituzioni e gli enti locali del territorio.Traguardo finale per la complessa, faticosa e molto attesa realizzazione della variante di Settembrin.Ormai completate le bitumazioni (con diecimila quintali di sottofondo stradale e altrettanti di asfalto) e la segnaletica sabato 21 novembre il nuovo by-pass che elimina un chilometro di pesanti e rischiose strozzature all’imbocco della prov

Domani pomeriggio dalle 14.30 con i sindaci e gli altri amministratori dei tre Comuni dell’Unione del Golfo Paradiso.Le attività e gli impegni del primo anno dell’Unione dei Comuni del Golfo Paradiso, i rapporti fra l’Unione e la Città metropolitana di Genova, promozione del territorio, progetti, interventi e criticità.

100 studenti e 10 insegnanti della scuola media di Cogoleto insieme agli enti del territorio metropolitano impegnati a valorizzare le buone pratiche sul consumo consapevole della risorsa idrica. Promuovere il risparmio e il consumo consapevole dell’acqua. Con questi obiettivi a Cogoleto ragazzi e ragazze della scuola media hanno dato vita al progetto didattico “Dalla sorgente al rubinetto” promosso da AM.TER.

Gli sforamenti dei tre parametri emergono dai dati annuali sulla qualità dell’aria resi noti dal consigliere delegato all’ambiente Enrico Pignone.Le polveri sottili in corso Europa, il biossido d’azoto in sei postazioni da Quarto a Bolzaneto e l’ozono in corso Firenze, all’Acquasola e a Quarto nel 2015 hanno superato i limiti dice il report annuale sulla qualità dell’aria dalle centraline della Città metropolitana di Genova reso noto dal consigliere delegato Enrico Pignone.Nel dettaglio le insidiose polveri sottili PM10, corpuscoli con diametro inferiore ai dieci micron (il milionesimo di m

Per possibili nevicate previste domani nelle vallate del territorio e con le temperature in picchiata continuano gli interventi degli spargisale sulle carreggiate.Spazzaneve allertati e pronti a intervenire perché domani sono previste possibili nevicate nelle vallate interne e intanto sotto le temperature in picchiata prosegue l’azione dei mezzi spargisale sulle strade provinciali per contrastare i pericoli del ghiaccio sulle carreggiate.

La Città metropolitana mette a bando, sulla base dell'offerta del fondo pubblico Invimit, l'immobile di via Diaz e la caserma dei Carabinieri di Sampierdarena.

Dal 19 al 28 gennaio prossimi lungo i primi 800 metri della strada, nel Comune di Cogoleto, per motivi di sicurezza durante lo smantellamento dell’edificio-portineria all’ingresso dell’ex fabbrica del cromo in Val Lerone.
Inizierà martedì 19 e proseguirà fino al 28 gennaio lo smantellamento dell’inconfondibile “fungo”  l’edificio-portineria all'ingresso dell’ex fabbrica del cromo Stoppani.

Dal 7 gennaio si circola di nuovo su due corsie dopo la ricostruzione del versante franato e prima della fine di gennaio, completate le rifiniture, la carreggiata sarà riaperta a tutta larghezza.Tutte le tappe, fino alla riapertura a doppio senso della provinciale 225 alle Ferriere, dopo la ricostruzione del versante franato nei nubifragi del 27 dicembre 2013.

Le cabine di monitoraggio della Città metropolitana di Genova segnalano valori al di sotto dei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili, con previsioni meteo sfavorevoli al ristagno degli inquinantiIl cielo ritorna azzurro dopo la pioggia (e la neve in montagna) di ieri e la situazione degli inquinanti dell’aria resta positiva dicono le centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno registrato valori tutti al di sotto dei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto

Il manto tocca i dieci centimetri al passo del Tomarlo sulla provinciale 654 e supera i cinque sulle altre strade della vallata.Spazzaneve della Città metropolitana di Genova in azione nella Val d’Aveto, imbiancata dalla prima neve invernale.Il manto tocca i dieci centimetri sulla provinciale 654 al Passo del Tomarlo e supera i cinque sulle altre strade provinciali della vallata.

Dal 15 gennaio al 14 marzo prossimi al km. 6,620 della strada, nella località Niasca Transito a senso unico alternato con semafori da domani, 15 gennaio, al 14 marzo prossimi al km. 6,620 della provinciale 227, nella località Niasca del Comune di Portofino. Il provvedimento è  stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell’impresa che esegue i lavori per manutenzioni straordinarie alla facciata e alla copertura di un edificio a lato della strada.I semafori all’altezza del cantiere edile saranno sempre in funzione sino al 14 marzo.

Dal 18 gennaio al 30 aprile prossimi per lavori eseguiti dall’impresa MI-RA per conto di COCIV, il consorzio incaricato della realizzazione del Terzo Valico ferroviario.Transito a senso unico alternato con semafori dal 18 gennaio al 30 aprile prossimi lungo tratti compresi fra i km. 0,586 e 3,461 e fra i km. 3,841 e 4,626 della provinciale 6 di Isoverde, nel Comune di Campomorone.

Oggi inoltre arriva la nuova caldaia per il liceo Davigo a Rapallo "e da sabato entrerà in funzione- dice il consigliere delegato Adolfo Olcese".Tra i 19 e i 20 gradi, a seconda dei piani e degli ambienti. “Dopo gli interventi sugli impianti termici della Città metropolitana di Genova – dice il consigliere delegato Adolfo Olcese - le nuove verifiche strumentali dei tecnici questa mattina al liceo King hanno dato esiti positivi”.

Le forti raffiche di vento hanno abbattuto o reso pericolanti molti alberi soprattutto sulla viabilità del Levante, dalle provinciali della Val d’Aveto alla Val Graveglia, da Sopralacroce alla Crocetta, dalla Scoglina alla Fontanabuona.

Il programma della Città metropolitana di Genova ha raccolto le voci e le riflessioni del sindaco Marco Doria, del presidente di Palazzo Ducale Luca Borzani e della giornalista Donatella Alfonso alla presentazione del volume “Al di qua del mare”. Al di qua del confine, in Liguria, più di 1200 migranti dall’Africa e dall’Asia, da guerre e carestie, ma anche semplicemente alla ricerca di un futuro vero, in sei mesi hanno trovato prima accoglienza, aiuto, ospitalità.

Dalle misurazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Dati positivi sugli inquinanti dell’aria dicono le centraline della Città metropolitana di Genova che hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Il servizio meteo dell’Aeronautica militare prevede ancora condizioni “di indifferenza”, ossia senza influssi climatici

Dalle 11.20 di questa mattina  semafori spenti e circolazione su due corsie. Avviati gli ultimi interventi di rifinitura per riaprire in tutta la sua larghezza la carreggiata “prima della fine del mese ” dice Gianni Vassallo. Dalle 11.20 di questa mattina è ritornato il doppio senso sulla provinciale 225 alle Ferriere.

Dalle rilevazioni delle centraline dell’Ente per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Dopo il sole dell’Epifania il cielo torna a ricoprirsi di nuvole, ma finora l’aria resta pulita dicono le centraline della Città metropolitana di Genova che hanno misurato valori ridotti per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa. Il servizio meteo dell’Aeronautica militare prevede condizioni “di indifferenza”, ossia senza influssi c

Dalle 13 del 7 gennaio si spengono i semafori e si circola su due corsie.

Il cardinale arcivescovo di Genova ha incontrato amministratori e dipendenti della Città metropolitana nello scambio di auguri per il nuovo anno appena iniziato.Ha rivolto un “saluto cordialissimo e affettuoso e la speranza di un anno buono” agli amministratori e dipendenti della Città metropolitana di Genova il cardinale arcivescovo Angelo Bagnasco, questa mattina nella sede dell’ente allo scambio di auguri per il nuovo anno appena iniziato.Un augurio all’insegna della “serenità e del coraggio, nelle famiglie, nel lavoro, nel servizio e nella responsabilità nei confronti degli altri.” Sere

Le centraline dell’Ente hanno misurato valori ridotti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Il cielo sta tornando grigio, ma  l’aria resta pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che hanno registrato ancora valori bassi per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Per l’aria sono buone anche le previsioni meteo dell’Aeronautica militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog nei

Alle 10 nel salone del Consiglio, lo scambio di saluti e auguri per il 2016 fra il cardinale arcivescovo di Genova e gli amministratori e i dipendenti dell’Ente.Auguri per il 2016 che inizia. Se li scambieranno il cardinale arcivescovo di Genova monsignor Angelo Bagnasco e gli amministratori e i dipendenti della Città metropolitana domani, martedì 5 gennaio, alle 10 nel salone consiliare di Palazzo Doria Spinola (largo Eros Lanfranco 1).

Le centraline della Città metropolitana di Genova hanno registrato valori ridotti per l’ ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili in tutto il week-end di Capodanno e sino alla mezzanotte scorsa.Il 2016 inizia con l’aria pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che hanno misurato valori bassi, come le temperature, per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili in tutto il lungo fine settimana di Capodanno e sino alla mezzanotte scorsa.Positive per l’a

Il sindaco metropolitano parla del bilancio 2016/18, delle nuove intese istituzionali fra Città metropolitana e Comuni  e negli auguri per il nuovo anno dice “lavoriamo tutti insieme per tutelare e far vivere questo territorio splendido e fragile”.Approvato prima di Natale con il doppio sì del Consiglio, quello preliminare il 16 e quello definitivo il 23 dicembre, dopo il parere della Conferenza metropolitana del 18 dove tutti i sindaci presenti, con qualche accento critico sulla scarsità di risorse, hanno però votato a favore.

I due esemplari, grossi maschi, erano rimasti intrappolati con i palchi nelle maglie della recinzione metallica di un terreno e sono stati rimessi in libertà da una pattuglia della Polizia metropolitana con la collaborazione del ComuneE’ finita bene l’avventura di due daini che da soli non sarebbero riusciti a liberarsi, perché i loro palchi si erano aggrovigliati nelle maglie della recinzione metallica di un terreno. Due grossi esemplari maschi - mentre si sfidavano in una stagione degli amori molto prolungata dal clima rimasto quasi estivo sino a Santo Stefano - nei giorni scorsi erano co

Il museo dedicato al fiume della memoria, del lavoro, dei desideri, mode e sogni del nostro Paese e del territorio accoglie al secondo piano, appena riallestito, un’emozionante mostra sui giocattoli e i giochi dalla metà dell’800 agli anni '70.Marionette preziose della metà del XIX secolo, giocattoli più spartani dalla fine dell’ottocento, d’argilla o di legno, compreso un antenato del flipper e poi una macchinina-vogatore a forma di barca che non è un’invenzione di Archimede Pitagorico, ma è stata costruita negli anni ’30 da una ditta di Sampierdarena e il bambino a bordo respirava aria di

Il sindaco Marco Doria ha ringraziato tutto il Consiglio perché “qui stiamo lavorando con spirito positivo e costruttivo”Sì definitivo, dopo il parere positivo della Conferenza dei sindaci la scorsa settimana, al bilancio di previsione 2016/18 della Città metropolitana di Genova, “la prima in Italia ad approvarlo” ha sottolineato il sindaco Marco Doria durante il Consiglio metropolitano che ha votato all’unanimità dei presenti a favore del documento che prevede 97 milioni per la parte corrente del 2016, un terzo però sono partite di giro.“Abbiamo approvato il bilancio prima della fine dell’

Su richiesta del Comune di Cogorno e dopo verifiche tecniche della Città metropolitana, per sei mesi apertura in prova ai camion sino a 18 tonnellate, con limite di velocità di 40 chilometri all’ora per tutti i veicoli.Si alza, in via sperimentale per valutarne l’impatto complessivo sulla circolazione, il limite di peso e si abbassa la velocità sulla provinciale 34 di Cogorno, dove potranno transitare anche i camion sino a 18 tonnellate, ma per motivi di sicurezza tutti i veicoli dovranno rispettare il limite dei 40 chilometri all’ora.Lo stabilisce un’ordinanza della Città metropolitana di

All'ordine del giorno della seduta, convocata alle 17 dal sindaco Marco Doria, l'approvazione definitiva del bilancio di previsione dell'ente e l'interpellanza del consigliere Arnaldo Buscaglia sulla pericolosità della statale 45 nel tratto fra il tunnel delle Ferriere e la galleria della Paglia.Seconda lettura del Bilancio di previsione 2016/18 in Consiglio metropolitano per l'approvazione definitiva dopo il parere favorevole espresso sul documento dalla Conferenza dei sindaci.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana sui valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili, con previsioni dell’Aeronautica Militare ritornate sfavorevoli al ristagno dello smog.Primi giorni d’inverno umidi e piovosi come se fosse l’inizio dell’autunno, ma finora restano bassi gli inquinanti dell’aria dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova sui valori di ozono, biossido d’azoto, monossido di carbonio, biossido di zolfo e polveri sottili, tutti ampiamente nei limiti sino alla mezzanotte scorsa.Buon

Arriva il Natale e la Città metropolitana si avvia a compiere il suo primo anno di vita, travagliato dedicato alla riorganizzazione. Ma per il 2016 il Sindaco e i consiglieri delegati assumono degli impegni. Eccoli. Nata il primo gennaio del 2015, la Città metropolitana di Genova ha preso il posto della vecchia Provincia, ma è un altro ente, con diverse funzioni, un organico ridotto e risorse finanziarie drasticamente tagliate.

Lo dicono i dati delle centraline dell’Ente sui valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili, ma le previsioni meteo dell’Aeronautica Militare sono di nuovo favorevoli al ristagno dello smog. Clima umido e cielo grigio, ma finora con poco smog nell’aria dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova sui valori di ozono, biossido d’azoto,  monossido di carbonio, biossido di zolfo e polveri sottili misurati sino alla mezzanotte scorsa e in tutto il fine settimana.

Nel videoprogramma della Città metropolitana di Genova le immagini sulla mostra che saluta la Natività con cinque Presepi fra dipinti dei grandi maestri dell’arte a Genova fra ‘500 e ‘600 al Museo dei Beni Culturali Cappuccini di Genova.Il suo cuore, davvero pulsante, è lo storico e stupendo presepe meccanico ideato negli anni ’30 da Franco Curti, artigiano di Carmagnola e che lui stesso esponeva nelle piazze di tante città con un camion e un tendone.

“Un bilancio essenziale, pulito e rigoroso – ha detto Marco Doria – che approviamo prima della fine dell’anno per Atp, per completare l’impegno della Città metropolitana  in sede di  concordato di versarle a gennaio l’ultima tranche di 1,6 milioni.  Ma ora l’azienda deve stare in equilibrio.” Sono stati 44 i voti a favore di altrettanti sindaci del territorio presenti, alcuni anche con interventi critici, alla Conferenza metropolitana sul bilancio 2016/18 della Città metropolitana di Genova.Un bilancio che l’ente ha scelto di presentare e approvare prima della fine dell’anno, anche se il te

Dicono i dati sui livelli di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati dalle centraline dell’Ente, con previsioni dell’Aeronautica Militare che ritornano sfavorevoli al ristagno dello smog.Risveglio sotto la pioggia, ma gli inquinanti dell’aria sono nei limiti dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova sulle concentrazioni di ozono, biossido d’azoto,  monossido di carbonio, biossido di zolfo e polveri sottili misurate sino alla mezzanotte scorsa.Per l’aria sono positive anche le previsioni meteo dell’Aeronautica mili

Nella 'Giornata della trasparenza' del 2 febbraio l'ente ha promosso presso i cittadini l'uso della sezione 'trasparenza' del proprio sito, con tutte le info e i dati sulla propria struttura, organizzazione e attività.  Trasparenza.

Le immagini dal cantiere della Città metropolitana che lavorando anche di sabato e domenica ha realizzato gli interventi sui solai perché le verifiche preventive dei tecnici avevano evidenziato rischi di distacco su porzioni dell’intonaco.Sette giorni su sette, compresi tre fine settimana, per la sicurezza dell’istituto nautico di Camogli dove sono stati montati 1.400 metri quadrati di nuovi controsoffitti tecnologici rinforzati, con una tenuta di 160 chili per metro quadrato, molto maggiore delle strutture tradizionali, con un finanziamento di 100.000 euro della Città metropolitana di Geno

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sui valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Cielo ancora azzurro e inquinanti dell’aria ancora ampiamente nei limiti dicono le rilevazioni sino alla mezzanotte scorsa delle centraline della Città metropolitana di Genova sui valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.Per l’aria restano positive anche le previsioni meteo dell’Aeronautica militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog. 

Il consigliere delegato della Città metropolitana di Genova fa il punto sui lavori in corso, ormai alle ultime tappe.

Il 7 febbraio l’undicesima edizione della gara internazionale tra Santa Margherita e Portofino sulla provinciale 227.

Dal 8 febbraio al 8 marzo prossimi fra i km. 0,500 e 0,550 nel Comune di Chiavari per lavori di consolidamento.  Senso unico alternato con semafori per interventi di consolidamento della carreggiata sulla provinciale 32 di Leivi, fra i km. 0,500 e 0,550 nel Comune di Chiavari. Il provvedimento della Città metropolitana di Genova sarà in vigore dal 8 febbraio al 8 marzo prossimi, con semafori sempre in funzione all’altezza del cantiere per tutto il periodo indicato.

Tutti nei limiti i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino a mezzanotte.Il cielo torna sereno sotto la tramontana e nell’aria gli inquinanti restano bassi dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova sulle concentrazioni di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurate sino alla mezzanotte scorsa.Sono positive per l’aria anche le previsioni meteo dell’Aeronautica militare, tornate sfavorevoli al ristagno

 Con nuove entrate destinate ad altrettante spese oltre 1,8 milioni. La delibera è stata approvata all’unanimità dal Consiglio metropolitano di GenovaUna manovra da 1,8 milioni di entrate per lo stesso importo di spesa nella variazione al bilancio di previsione 2016/18 approvata oggi all’unanimità dal Consiglio metropolitano di Genova presieduto dal sindaco Marco Doria e presentata dal consigliere delegato Alfonso Gioia.

Installato il nuovo guard rail sono corso gli ultimi interventi di rifinitura della carreggiata che “venerdì in mattinata sarà di nuovo transitabile in tutta la sua larghezza” dice il consigliere delegato della Città metropolitana Nino Oliveri.Conto alla rovescia per la riapertura totale della carreggiata sulla provinciale 225 alle Ferriere, ricostruita dalla Città metropolitana di Genova dopo l’enorme frana che il 27 dicembre 2013 si era portata via, per più di cinquanta metri di lunghezza, la metà a valle della strada.

Venerdì 5 febbraio alle 11 nel salone del Consiglio della Città metropolitana a Palazzo Doria Spinola, organizzato dai consiglieri di Parità e curato dall’associazione culturale Società per azioni politiche di donne.Tre bambini deportati ad Auschwitz con le madri nel 1943: le sorelline Tatiana e Andra Bucci e il loro cuginetto Sergio De Simone.

Con l’intervento del sindaco metropolitano è iniziata a Palazzo Doria Spinola la giornata dedicata al report sulla Liguria della commissione parlamentare sul ciclo dei rifiuti presieduta dall’onorevole Alessandro Bratti.Ha ringraziato la Commissione parlamentare d’inchiesta sul ciclo dei rifiuti “per il lavoro svolto, serio e prezioso nell’indagare la situazione e restituirci una relazione molto utile per chi deve amministrare questo sistema complesso” e poi Marco Doria, aprendo con il suo saluto la giornata a Palazzo Doria Spinola dedicata al report della commissione parlamentare sui rifiu

Lunedì tre radiatori nelle aule saranno sostituiti. Oggi un gruppo di studenti è stato ricevuto negli uffici della Città metropolitana e nei prossimi giorni il consigliere delegato Adolfo Olcese verificherà di persona la situazione. E’ molto difficile reperirli sul mercato perché sono “fuori misura”, notevolmente più grandi dei consueti standard. Per questo, nonostante la Città metropolitana li abbia ordinati da settimane, tre nuovi radiatori per il liceo Pertini di corso Magenta non sono ancora disponibili.

Martedì 2 febbraio nella sala Consiglio della Città metropolitana il convegno dalle 10 alle 13, aperto dai saluti del sindaco Marco Doria, del presidente della Commissione on.

Le centraline della Città metropolitana di Genova hanno registrato valori nei limiti per l’ ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.

Dal 1^ febbraio prossimo. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana per uniformare la velocità su tutto il tracciato al limite già vigente nei centri abitati dei diversi Comuni.Velocità massima di 50 chilometri all’ora dal 1^ febbraio prossimo sulla provinciale 225 della Fontanabuona, dall’incrocio con la provinciale 77 di Boasi nel Comune di Lumarzo sino a Carasco. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova per uniformare anche sui tratti extraurbani esterni - compresi fra i km.

Questa mattina nuovo sopralluogo del consigliere delegato Adolfo Olcese con i tecnici e la responsabile della sede di Camogli Mirella Iacopi. Per installare 1.200 metri quadrati di nuovi controsoffitti cantiere aperto anche sabato e domenica.Cantiere a pieno ritmo al nautico di Camogli per installare i nuovi controsoffitti a speciale struttura tecnologica rinforzata in tutti gli spazi dove le verifiche a tappeto della Città metropolitana di Genova hanno fatto emergere rischi di distacco di porzioni d’intonaco.

Dopo le quinte tornate in aula da oggi, “domani riprendono le lezioni in quattro aule del terzo piano” annuncia il consigliere delegato Adolfo Olcese della Città metropolitana di Genova.

Di 125.000 euro, come per il 2016, all’azienda che “negli ultimi due anni la Città metropolitana - ricorda il sindaco Marco Doria - ha sostenuto con quasi 7 milioni”. La Città metropolitana continuerà a gestire sino alla fine del 2017 il bacino “TG” (tutto il territorio, escluse le linee urbane genovesi) del trasporto pubblico locale e conferma anche per il 2017 il contributo annuale di 125.000 già stanziato nel 2016 per ATP, oltre a 609.000 euro annue che l’ente sta versando, dal 2014 al 2018, per la rivalutazione dei parametri del contratto di servizio.

Dalle 9 alle 13 'Giornata della trasparenza' presso l'Urp di Salita Santa Caterina: navigazione assistita delle sezione 'Amministrazione trasparente' del sito dell'ente, con dati e info su procedimenti in corso, bilancio, immobili, pagamenti ai fornitori, servizi, concorsi, opere pubbliche, personale, consulenti, controlli e tanto altro. Martedì 2 febbraio dalle 9 alle 13 i cittadini della Città metropolitana di Genova potranno 'entrare' nell'ente - come già possono fare tutto l'anno attraverso il sito web, ma questa volta con l'aiuto di guide esperte in carne ed ossa che li assisteranno ne

Dalle rilevazioni delle centraline dell'Ente sui valori di monossido di carbonio, biossido d’azoto, ozono, diossido di zolfo e polveri sottili rilevati sino alla mezzanotte scorsa.

L'obiettivo della variazione, che sarà discussa nella seduta fissata alle 16.45, è agevolare i flussi finanziari dell'azienda di trasporto pubblico locale. All'ordine del giorno anche razionalizzazioni e dismissioni di partecipazioni societarie.  Il consiglio metropolitano di Genova è convocato domani 27 gennaio alle 16.45 nella sala del consiglio di Palazzo Doria Spinola (piazzale Mazzini 2, Genova) per discutere e deliberare una variazione del contratto di servizio di Atp finalizzata ad agevolare i flussi finanziari della società di trasporto pubblico locale.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa sul monossido di carbonio, il biossido d’azoto, l’ozono, il diossido di zolfo e le polveri sottili.

In corso gli ultimi smantellamenti delle parti a rischio degli intonaci dei soffitti. Da mercoledì parte anche l’installazione dei nuovi controsoffitti dove i tecnici hanno verificato problemi e riaprono le aule al IV piano con reti metalliche provvisorie. Buona la situazione dei corridoi, a macchia di leopardo invece quella delle classi e dell’aula magna.

In corso il sopralluogo della Città metropolitana con il consigliere delegato Adolfo Olcese e i tecnici perché dagli ultimi controlli alla scuola emergevano rischi di distacco degli intonaci in alcune zone dei soffitti.

L’ente gestisce 78 centrali termiche per le superiori di tutto il territorio, controllando gli impianti di riscaldamento e intervenendo per ogni problema e disagio nelle aule. Nuove caldaie al Gaslini-Meucci e alla succursale alle Clarisse del Davigo.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova nelle 24 ore di monitoraggio sino alla mezzanotte scorsa per il monossido di carbonio, l’ozono, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Dati giornalieri positivi per gli inquinanti dell’aria dalle centraline della Città metropolitana di Genova che nelle 24 ore di monitoraggio sino alla mezzanotte scorsa hanno registrato valori al di sotto dei limiti per il monossido di carbonio, l’ozono, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Buone per l’aria anche le previsioni meteo dell’A

Marco Doria ha accettato “con rammarico” le dimissioni per motivi personali di Gianni Vassallo che ha ringraziato “il sindaco metropolitano per la condivisione e la fiducia dimostrata e i dipendenti con cui ho lavorato”.  Giovanni Vassallo lascia l’incarico di consigliere delegato a lavori pubblici, viabilità e trasporti della Città metropolitana di Genova, da cui oggi ha rassegnato le dimissioni per motivi personali.

Sono il ‘Corridoio appenninico centrale’, il ‘Sistema Produttivo Orientale’, il ‘Sistema policentrico del Polcevera’, i ‘Sistemi delle riviere’ e i ‘Sistemi rurali dell’Appennino’: faranno parte del Ptc. ‘Corridoio appenninico centrale’ (area centrale genovese e valli Polcevera e Scrivia), ‘Sistema Produttivo Orientale’ (valli Fontanabuona, Entella e Petronio), ‘Sistema policentrico del Polcevera’ (area genovese e Val Polcevera), ‘Sistemi delle riviere’ (riviere di ponente e levante) e ‘Sistemi rurali dell’Appennino’ (valli interne Stura, Scrivia, Trebbia e Aveto): sono questi i cinque ‘Sis

Fino al 30 giugno si occuperanno di rendicontazione dei corsi di formazione professionale, poi si dovrà trovare alla società una nuova mission aziendale coerente con le funzioni fondamentali della Città metropolitana.  Accordo firmato fra la Città metropolitana e i sindacati dei lavoratori di Atene, società partecipata che aveva come mission aziendale attività di supporto alla formazione professionale (software e rendicontazione), e che nel momento in cui, lo scorso 1 luglio, la Città metropolitana ha perso a favore della Regione Liguria le competenze sulla formazione professionale, era des

Dei 17,7 milioni di euro di ricavato, 12 saranno utilizzati per estinguere due mutui con scadenza 2030 e 2031, con notevoli risparmi sugli interessi, e i restanti 5,7 per interventi su strade e scuole, in particolare l’alberghiero Bergese che ‘scoppia’.  Via libera del consiglio metropolitano (con 15 voti favorevoli, il voto contrario del consigliere Pastorino e l’astensione del consigliere Anzalone) alla vendita di due pezzi da 90 del patrimonio immobiliare dell’ente: l’edificio della Questura di Genova in via Diaz, 12.000 metri quadri fra uffici, alloggi di servizio, magazzini, cortili e

La delibera sarà discussa e votata domani nella seduta convocata a Palazzo Doria Spinola alle 16.30 dal sindaco metropolitano Marco Doria. All’ordine del giorno anche una variazione al Piano territoriale di coordinamento provinciale.La proposta di cessione di due immobili di proprietà, la Questura di via Diaz e la Caserma dei Carabinieri di corso Martinetti, presentata dal consigliere delegato Alfonso Gioia sarà discussa e votata domani dal Consiglio metropolitano di Genova, convocato a Palazzo Doria Spinola alle 16.30 dal sindaco Marco Doria.

Prosegue l’azione degli spargisale, sono pronti anche gli spazzaneve e con l’arrivo dell’allerta arancione per neve l’ente ha anticipato l’apertura del centro operativo già prevista per la serata. Anticipata alle 18, con l'inizio dell'allerta meteo arancione per neve nelle vallate del Genovesato, l'apertura del centro operativo viabilità della Città metropolitana già prevista per la serata e che riceve tutte le segnalazioni in tempo reale e coordina gli interventi necessari.  

Nel videoservizio del programma Tabloid l’azione dell’Ente sulle strade, dall’allerta meteo che a fine febbraio ha portato molta neve nelle vallate ai lavori di ripristino su due provinciali colpite dalle alluvioni.70 centimetri a Casa del Romano e al Tomarlo, 60 sul Faiallo,  40 centimetri a Santo Stefano d’Aveto e a Tiglieto, con un manto tra i 20 e i 30 in Val Trebbia e di 20 centimetri in Valle Stura e nelle altre zone interne.

Fra Regione Liguria, Città metropolitana e Comune di Lorsica. Fondi regionali dalle accise e cofinanziamento della Città metropolitana che ha inserito come priorità urgenti gli interventi necessari che saranno avviati dal Comune di Lorsica.Piena intesa fra Regione, Città metropolitana di Genova e Comune di Lorsica sul finanziamento degli interventi per mettere in sicurezza la provinciale 23 della Scoglina al km.

I mezzi della Città metropolitana di Genova hanno sgomberato la carreggiata, liberandola anche da cumuli di neve gonfiati dalle raffiche del vento sino a due metri.E’ ritornato il sole dopo le forti piogge di un fine settimana sotto l’allerta meteo che ha portato anche molta neve nelle vallate interne e questa mattina, calate le raffiche di vento che impedivano di operare in sicurezza, gli spazzaneve della Città metropolitana di Genova hanno riaperto il transito anche sulla provinciale del Faiallo, dove il vento avevano gonfiato la neve caduta, fino a 60 centimetri, in cumuli alti anche due

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sull'ozono,il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Torna un po' di sole su Genova e il territorio, dove l'aria resta pulita dicono i dati rilevati dalle centraline della Città metropolitana  sull'ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

La neve è arrivata a 70 centimetri a Casa del Romano e al Tomarlo, 40 a Tiglieto e Santo Stefano d’Aveto, fra i 20 e i 30 in alta Val Trebbia e Valle Stura. Oggi una turbina interviene sulla provinciale del Penna, domani un’altra al Faiallo.Spazzaneve e spargisale della Città metropolitana di Genova  in azione da sabato e per tutto il fine settimana dell’allerta meteo sulle strade provinciali delle vallate del territorio.

Tutti ampiamente nei limiti gli inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di GenovaMolta pioggia e neve in quota e nelle vallate del primo week-end davvero invernale, ma almeno il maltempo ha tenuto pulita l'aria.

Nevica nelle vallate del territorio metropolitano dove sono in corso gli sgomberi delle strade provinciali. A quote collinari sono entrati in azione anche gli spargisale. Chiusa dal chilometro 2 per le forti nevicate la provinciale 73 del Faiallo.Il maltempo annunciato dall’allerta meteo sta portando anche nevicate abbondanti nelle vallate del territorio dove sulle strade provinciali sono entrati in azione gli spazzaneve della Città metropolitana di Genova.

Il Consiglio metropolitano ha votato lo schema dell’atto,  ma il sindaco e il consigliere delegato Buccilli molto critici sull’impianto, in aula e nell’incontro con le organizzazioni sindacali.

Il consigliere delegato della Città metropolitana ha fatto il punto con i tecnici e il sindaco di Lorsica Aulo De Ferrari per condividere le modalità d’intervento sul pericoloso versante in frana sopra la strada.A 120 metri d’altezza sulla parete incombe in bilico anche un macigno enorme, circa 17 tonnellate di roccia.

Gli studenti di architettura del paesaggio dell'Università di Genova hanno realizzato progetti per l'area della fiera del mare, per piazzale Kennedy e piazza Rossetti e per corso Italia. Una città dal disegno urbanistico complessivo, ricca di servizi, sostenibile, verde, ecologica, a misura di cittadino, turisticamente attrattiva. Genova può ancora proiettarsi in questa vision metropolitana, interrompendo la sua inarrestabile caduta verso l’incuria e il degrado?

Il reportage del programma della Città metropolitana sulle azioni e i sopralluoghi  con i sindaci e i tecnici per affrontare la nuova emergenza frane sulla provinciale 23 a Lorsica.Il nuovo muro a protezione della provinciale 586 a Carasco è pronto. Completato dalla Città metropolitana, che l’ha cofinanziato con la Regione, sul tratto dove nel 2015 la strada tra le valli Fontanabuona, Sturla e Aveto era stata chiusa più volte per le frane e i massi pericolanti.

Per la ricostruzione della parte franata della carreggiata al km. 3,4 con un nuovo muro cellulare sotto la scarpata. “Un intervento importante e necessario che conferma il nostro impegno sul territorio” dice il consigliere delegato OliveriPartiti i lavori della Città metropolitana di Genova sulla provinciale 69 delle Capanne di Marcarolo dove le alluvioni avevano fatto franare la metà a valle della carreggiata al km. 3,4 nel Comune di Campo Ligure.

Nella seduta convocata dal sindaco Marco Doria per domani, 26 febbraio, alle 15.30 nel salone consiliare di Palazzo Doria Spinola. Il primo punto all’ordine del giorno del Consiglio metropolitano di Genova, convocato dal sindaco Marco Doria per domani, venerdì 26 febbraio alle 15.30 nel salone consiliare di Palazzo Doria Spinola, è la convenzione fra Città metropolitana di Genova e Regione Liguria sull’utilizzo per le funzioni di vigilanza venatoria e sulla pesca di una parte del personale della Polizia provinciale “in avvalimento”.

Le centraline di monitoraggio dell’Ente hanno registrato valori molto bassi per gli inquinanti sino alla mezzanotte scorsa.Cielo di nuovo grigio e uggioso nel clima d’autunno trapiantato a febbraio, ma almeno sotto le nuvole è poco lo smog dicono i dati rilevati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili, tutti bassi e ampiamente nei limiti.Positive almeno per l’aria anche le previsioni meteo dell’Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno deg

Completato il rifacimento del cordolo a valle della carreggiata.Intervento di ripristino concluso e fine del senso unico alternato al km. 31,8 della provinciale 586 della Val d’Aveto, nel Comune di Rezzoaglio. La Città metropolitana di Genova ha completato i lavori necessari dopo il cedimento del cordolo a valle della carreggiata e revocato da oggi il senso unico alternato.

Presentate dal consigliere delegato Adolfo Olcese con lo staff tecnico dell’ente e le Consulte regionale e comunale per la tutela dei diritti delle persone disabili le proposte per proseguire questi insostituibili strumenti.Generano 30 assunzioni all’anno – quasi il doppio quando il mercato del lavoro era meno critico - e danno a tutti i partecipanti percorsi concreti per l’inclusione sociale e l’autonomia.

Il consigliere delegato della Città metropolitana lo ha dichiarato dopo l'incontro del pomeriggio con il sindaco Marco Doria e le organizzazioni sindacali sull'azienda del trasporto locale.Su Atp le trattative proseguono a pieno ritmo e oggi, nell’incontro nella sede della Città metropolitana di Genova fra il sindaco Marco Doria, il consigliere delegato Nino Oliveri e le organizzazioni sindacali dei trasporti  “si è aperto anche uno spiraglio positivo  – commenta Oliveri – per trovare con l’impegno di tutti i soggetti coinvolti e la disponibilità dei Comuni soci dell’azienda del trasporto p

Domani, venerdì 19 febbraio, alle 11. Partecipano il consigliere delegato Adolfo Olcese, lo staff tecnico dei servizi e le Consulte regionale e comunale per la tutela dei diritti delle persone disabili.

Città metropolitana e Comune di Lorsica stanno organizzando nuovi sopralluoghi, anche con un geologo, per una diagnosi più approfondita della parete in frana. La strada per ora resta chiusa al km. 2,8.“Salvo sorprese” aveva detto ieri Nino Oliveri, consigliere delegato della Città metropolitana, a proposito dei primi interventi d’emergenza sul versante per riaprire la provinciale 23 della Scoglina e le sorprese, negative, sono purtroppo arrivate dal sopralluogo in parete dei tecnici della viabilità con l’impresa che avrebbe dovuto sganciare i materiali pericolanti.

Veloce intesa istituzionale nell’incontro fra la Città metropolitana e i Comuni per ridurre i rischi e riaprire al più presto il transito. Già avviate le operazioni per sganciare macigni e grossi ceppi pericolanti sulla parete sopra la carreggiata.Prima l’emergenza da affrontare e risolvere subito, poi la ricerca di una soluzione definitiva per mettere in sicurezza la provinciale 23 della Scoglina a Lorsica.

Dati positivi dalle centraline dell'Ente sino alla mezzanotte scorsa sui valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili, con previsioni meteo ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.Aria più fredda dei giorni scorsi, ma "pulita" dicono i dati sui valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.  Positive per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog

 Squadre e mezzi meccanici della Città metropolitana, subito intervenuti, hanno lavorato  tutta la notte e questa mattina per liberare la carreggiata e riaprire il transito.Febbraio come novembre e ieri sera alle 22 il maltempo ha provocato anche una grossa frana sulla provinciale 42 di Romaggi, al km. 4,950 nel Comune di San Colombano Certenoli che ha abbattuto sulla carreggiata oltre 70 metri cubi di pietre, rocce e terra.

A cinquanta metri d’altezza sul versante privato che sovrasta la strada. L’hanno segnalato i rocciatori inviati sul posto dalla Città metropolitana dopo una caduta di pietre e massi sulla carreggiata. Lunedì mattina il sopralluogo del consigliere delegato Nino Oliveri.E’ appena stata chiusa la provinciale 23 della Scoglina al km. 2,8 nel Comune di Lorsica.

Nel nuovo video del programma della Città metropolitana il reading per le scuole organizzato dalla consigliera di parità sulla memoria delle deportazioni dei bambini nei lager e la mostra al Museo ebraico sulle vite spezzate degli sportivi “non ariani” e dissidenti.I nomi contano, legano il ricordo a volti e storie. Quelli delle sorelline Tatiana e Andra Bucci e del loro cuginetto Sergio De Simone emergono da una delle pagine più spaventose della tragedia indicibile della Shoah: la persecuzione dei bambini.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sui valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili sino alla mezzanotte scorsaDi nuovo  nuvole perché il tempo sta cambiando, ma l’aria finora resta pulita.

Al km. 6,4 della strada dal 15 febbraio al 18 marzo “ma cercheremo di ridurre il più possibile disagi e durata dei lavori” dice il consigliere delegato Nino Oliveri della Città metropolitana. Via ai lavori per consolidare la carreggiata al km. 6,4 della provinciale 71 del Monte Cornua nel Comune di Sori, con chiusura al transito all'altezza del cantiere prevista dal 15 febbraio al 18 marzo prossimi.

Le centraline dell’Ente hanno registrato valori nei limiti per l’ ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa. Cielo ancora sereno e inquinanti dell’aria al di sotto dei limiti dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana sull’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili  sino alla mezzanotte scorsa.Per l’aria restano positive anche le previsioni meteo dell’Aeronautica militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog. 

Domani alle 17 nel salone del Consiglio metropolitano la presentazione del saggio di Chiara Dogliotti che ne discuterà con il professor Giovanni Battista Varnier e il rabbino capo Giuseppe Momigliano.Nel primo dopoguerra il piccolo tempio alla Malapaga dove gli ebrei di Genova si erano raccolti dal 1707 per oltre due secoli non bastava più perché la Comunità da qualche centinaio di persone era cresciuta, anche con gli afflussi dall’estero compresi molti studenti universitari, soprattutto in medicina, fino a superare le duemila persone.

Il centro operativo è rimasto aperto tutta la notte con controlli costanti del Lavagna che sotto il ponte di Comorga ha sfiorato il livello di guardia. Sgomberate frane in Valle Sturla, interventi in Val d’Aveto per liberare le cunette dal ghiaccio.

Tutti bassi i dati giornalieri sugli inquinanti misurati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsaRitorna il sole dopo i temporali e le raffiche di vento di ieri che comunque hanno mantenuto pulita l’aria dicono i dati - tutti bassi sino alla mezzanotte scorsa - delle centraline della Città metropolitana di Genova sull’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell’Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog. 

Bassi i dati giornalieri sugli inquinanti misurati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsaI temporali e le raffiche di vento che hanno avvolto nel maltempo la domenica hanno almeno tenuta pulita l’aria. Il report delle centraline della Città metropolitana di Genova per le 24 ore di monitoraggio sino alla mezzanotte scorsa, infatti, segnala valori bassi per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Restano positive, almeno per l’aria, le previsioni meteo dell’Aeronautica Militare, ancora sfavorev

L'ente, come già diversi comuni del Tigullio fra cui Chiavari, Rapallo e Sestri Levante, aderisce alla campagna di Amnesty International che sostiene la richiesta del governo italiano di fare piena luce sulla brutale uccisione al Cairo del giovane ricercatore italiano. Si faccia piena luce sulla tragica e brutale uccisione, avvenuta lo scorso 3 febbraio al Cairo, in Egitto, del giovane ricercatore italiano Giulio Regeni.

La Città metropolitana approva la liquidazione volontaria della società fieristica, partecipata col 19,95%: i lavoratori in esubero saranno assorbiti da società controllate dagli azionisti pubblici.  Fiera di Genova Spa, azienda in gravissima crisi partecipata da enti pubblici, fra cui la Città metropolitana con una quota di circa il 20%, va messa al più presto in liquidazione volontaria, perché solo questo strumento, previsto dal codice civile, garantisce di salvare le attività e di ricollocare i lavoratori in esubero.

Il consiglio metropolitano, con il solo voto contrario di Gian Piero Pastorino, approva la delibera.

Il consiglio metropolitano approva una delibera presentata dal sindaco Doria con cui l’ente, come già alcuni comuni del Tigullio, sostiene la richiesta di verità da parte del governo italiano sulla tragica morte al Cairo del ricercatore italiano.  Col voto unanime e quindi bipartisan (13 sì su su 13 presenti) il consiglio metropolitano di Genova ha approvato una delibera presentata dal sindaco metropolitano Marco Doria con cui l’ente aderisce alla campagna di sensibilizzazione ‘Verità per Giulio Regeni’, promossa da Amnesty International per chiedere che sia fatta piena luce sulla tragica e

Il sindaco Marco Doria ha convocato la seduta martedì prossimo alle 16.30 nel salone consiliare di Palazzo Doria Spinola. La messa in liquidazione volontaria della Fiera di Genova S.p.A. apre l’ordine del giorno del Consiglio metropolitano di Genova convocato dal sindaco Marco Doria martedì prossimo, 29 marzo, alle 16.30 nel salone consiliare di Palazzo Doria Spinola (largo Eros Lanfranco).

Nel videoservizio del programma della Città metropolitana di Genova gli interventi appena realizzati sulle provinciali della Capanne di Marcarolo, di Creto e del Monte Cornua.Dall’Appennino al Golfo Paradiso.

A senso unico alternato con semafori. “Rispettato l’impegno con il territorio” dice il consigliere delegato Nino Oliveri della Città metropolitana.

Dati positivi sui valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati dalle centraline della Città metropolitana di Genova  sino alla mezzanotte scorsa.Il cielo ritorna grigio, ma l’aria resta pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che hanno misurato valori al di sotto dei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell’Aeronautica militare, ancora sfavorevoli al ristagno

Dalle 12 si potrà di nuovo circolare a senso unico alternato con semafori. “Abbiamo rispettato l’impegno sui tempi che ci eravamo assunti con il territorio” dice il consigliere delegato Nino Oliveri della Città metropolitana.Sono stati rimossi circa 750 metri cubi di pezzi di roccia, grosse pietre e terre, pari a 1.300 tonnellate di materiali instabili, dalla parete a picco della provinciale 23 della Scoglina a Lorsica.

Tutti nella norma i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati dalle centraline della Città metropolitana di Genova  sino alla mezzanotte scorsa.Sotto il sole di primavera si alzano le temperature, ma finora non i livelli degli inquinanti dell’aria. Le centraline della Città metropolitana di Genova hanno infatti misurato valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.

Bassi i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati dalle centraline della Città metropolitana di Genova e previsioni dell’Aeronautica Militare sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.Responso positivo per gli inquinanti dell’aria dalle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili. Non cambia il segno delle previsioni meteo dell’Aeronautica militare, anco

Tutti ampiamente nei limiti i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova.  Dati positivi per gli inquinanti dell'aria dalle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno rilevato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili in tutta la rete di monitoraggio a Genova e sul territorio.Restano buone per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica milit

Intervento immediato da 55.000 euro della Città metropolitana di Genova per installare 500 m2 di controsoffitti tecnologici rinforzati nelle zone dove le verifiche dei tecnici avevano segnalato possibili rischi di distacco di parti d’intonaco.Stessa tecnologia e stessa rapidità degli interventi realizzati a febbraio all’istituto nautico di Camogli anche al liceo Lanfranconi di Voltri dove la Città metropolitana di Genova in pochi giorni ha installato 500 metri quadrati di nuovi controsoffitti in quattro aule, tre laboratori, nella sala server e in alcune parti dei corridoi, dove le verifich

Nella norma i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati dalle centraline della Città metropolitana di Genova in tutto il fine settimana.Situazione tranquilla per gli inquinanti dell’aria dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che in tutto il fine settimana, sino alla mezzanotte scorsa, hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Per l’aria restano positive anche le previsioni meteo dell’Aeronautica mili

L’ente si è  messo a disposizione del Comune di Arenzano e segue la situazione con il consigliere delegato Nino Oliveri, in contatto con il sindaco Marco Doria.Anche la Città metropolitana di Genova è pronta a dare supporto ad Arenzano per la drammatica emergenza della frana che questa mattina si è abbattuta sulla strada statale Aurelia ferendo due persone.L’Ente con il consigliere delegato Nino Oliveri che segue la situazione in contatto con il sindaco Marco Doria ha offerto all’amministrazione comunale di Arenzano piena disponibilità  a fornire, se necessario e nel pieno rispetto delle co

Dati ampiamente nei limiti dalle centraline della Città metropolitana sui valori di con previsioni dell’Aeronautica Militare sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.Torna il bel tempo ed è buono anche il responso sull'aria delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Restano positive per l’aria anche le previsioni meteo dell’Aeronautica militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog. 

La cerimonia sarà alle 10 al Cimitero monumentale di Staglieno, presso la Tomba di Giuseppe Mazzini, nel 144° anniversario della morte del Patriota del Risorgimento Italiano.  Nel 144° anniversario della morte di Giuseppe Mazzini, anche la Città metropolitana, insieme a Comune di Genova e Regione Liguria, celebrerà giovedì 17 alle 10, presso la Tomba del Patriota del Risorgimento Italiano al Cimitero monumentale di Staglieno, la Giornata dell'Unità nazionale, della Costituzione, dell'Inno e della Bandiera Tricolore.

Ampiamente nei limiti i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili rilevati dalle centraline della Città metropolitana di GenovaAria un po’ più fredda dopo la domenica di primavera e sempre pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova, ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa. Le previsioni meteo dell’Aeronautica militare restano sfavorevoli al ristagno dello smog. 

In quattro  aule, tre laboratori e alcune parti dei corridoi dove le verifiche dei tecnici della Città metropolitana hanno segnalato rischi di distacco di porzioni d’intonaco. Cantiere aperto anche sabato e domenica. 55.000 euro l’importo dell’intervento.Lavori urgenti della Città metropolitana di Genova al liceo scientifico Lanfranconi di via dei Cantieri a Voltri per installare 500 metri quadrati di nuovi controsoffitti a struttura tecnologica rinforzata.

Le storie di Alessio e di Rachel nelle immagini e nelle interviste del programma della Città metropolitana di Genova che dedica un ampio servizio alle borse lavoro, strumenti fondamentali e insostituibili per l’inclusione di persone fragili.Percorsi dell’inclusione nel lavoro e nelle relazioni con gli altri che aiutano a ritrovare se stessi anche nella cornice rinascimentale dei musei civici di Strada Nuova.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana sui valori di monossido di carbonio, biossido d’azoto, ozono, diossido di zolfo e polveri sottili  sino alla mezzanotte scorsa. 

Un atto del sindaco metropolitano Marco Doria su proposta del consigliere delegato Gian Luca Buccilli apre la strada alla cooperazione con i Comuni e le loro Unioni per integrare nella dimensione metropolitana la formazione e revisione dei Puc.Nuove forme di collaborazione e cooperazione fra la Città metropolitana di Genova, i Comuni e le loro Unioni e Associazioni sulla formazione e revisione degli strumenti urbanistici comunali, per integrare e coordinare la pianificazione locale con le scelte e la visione della dimensione metropolitana.Apre la strada a queste intese un atto adottato dal

 Valori bassi per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili da tutte le postazioni della Città metropolitana e previsioni dell’Aeronautica militare sempre sfavorevoli allo smog. Tempo incerto fra nuvole e sole, ma l’aria è pulita a Genova e sul territorio dicono i dati delle centraline della Città metropolitana  con valori ridotti  fino alla mezzanotte scorsa per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell’Aeronautica militare, ancora 

"Servizio più efficiente con i 98 dipendenti attuali, risparmio di risorse e nuove destinazioni per i centri del Ponente e Val Polcevera" hanno risposto i consiglieri delegati Olcese e Gioia all’interpellanza di Pastorino, Repetto e Collorado.Il loro personale è calato da 120 a 98 persone e alcuni dei 6 centri per l’impiego attuali hanno ormai “organici inadeguati – ha detto il consigliere delegato Adolfo Olcese – e le leggi nazionali e regionali non consentono di ricoprire i posti vacanti con nuove assunzioni”.

Lo prevede la delibera discussa e votata dal Consiglio metropolitano e presentata dal sindaco Marco Doria per riconfigurare il ruolo e le professionalità della parte di società che resterà a servizio dell’ente.L’obiettivo è riuscire, ha detto Marco Doria, a far “cambiare pelle, natura e oggetto” ad Atene, società per l’innovazione tecnologica e formativa “per ripensare nel modo più adeguato e oculato il suo ruolo e a come utilizzare in prospettiva le professionalità dei suoi lavoratori”.

Il consigliere delegato della Città metropolitana ha partecipato al sopralluogo sulla provinciale 23 con l’assessore Giampedrone e il consigliere Muzio della Regione e il sindaco di Lorsica De Ferrari.

Bassi i  valori  dell’ ozono, del monossido di carbonio, del biossido d’azoto, del diossido di zolfo e delle polveri sottili misurati dalle centraline dell’Ente sino alla mezzanotte scorsa. Il cielo è tornato sereno e nell’aria i valori degli inquinanti sono bassi come le temperature.

Gli spazzaneve dell’Ente metropolitano genovese, in azione dalle cinque di questa mattina stanno sgombrando anche il tratto piemontese della strada rispondendo alla richiesta della Provincia di Alessandria in difficoltà per questi interventi.Spazzaneve della Città metropolitana di Genova in azione dalle 5 di questa mattina sulle strade provinciali, soprattutto delle Valli Stura e  Scrivia dove continua a cadere neve “pesante e ghiacciata” dicono gli operatori che proseguono gli interventi coordinati dal consigliere delegato Nino Oliveri e dallo staff tecnico della viabilità dell’Ente.

Da sedici ore uomini e mezzi della Città metropolitana sono al lavoro al km. 2,8 per demolire e rimuovere i macigni e bonificare il versante.C’era anche un macigno enorme, da settanta metri cubi, nella frana di massi, pietre e terra che ieri sera alle 21 si è abbattuta dal versante sulla carreggiata della provinciale 75 del Penna al km. 2,8 nel Comune di Santo Stefano d’Aveto.

Dalle misurazioni delle centraline dell’Ente sino alla mezzanotte scorsa.Sotto il cielo tornato sereno da ieri pomeriggio l’aria resta pulita. Lo dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino a mezzanotte hanno misurato valori bassi per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Positive per l’aria anche le previsioni meteo dell’Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog

Dal 4 al 20 maggio prossimi a tratti saltuari sui primi 1.100 metri e fra i km. 4 e 5 della strada provinciale.Bitumature della Città metropolitana di Genova con transito a senso unico alternato regolato da semafori sulla provinciale 33 di San Salvatore, a tratti saltuari lungo i primi 1.100 metri e fra i km. 4 e 5 della strada, nei Comuni di Cogorno e Carasco. Il provvedimento sarà in vigore dal 4 al 20 maggio prossimi e i semafori all’altezza dei cantieri saranno sempre in funzione durante il periodo indicato.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsaAncora molte nuvole, ma aria pulita. Lo dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori tutti inferiori ai limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell’Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog

Un evento promosso da Dinamica nel maniero neogotico, sede del Museo delle culture nel mondo, ha messo in scena in modo spettacolare oggetti di design.  Aprile, il mese del design, inimitabile eccellenza italiana. Milano traccia la strada, Genova prova a seguirla.

Videointervista al consigliere delegato Enrico Pignone che con il sindaco Marco Doria coordina il tavolo dell’ente sul latte locale con produttori, consorzi,associazioni di categoria, istituzioni e sindacati.Il rilancio del latte delle vallate genovesi, un baluardo anche della genuinità, punta a creare nuove alleanze fra allevatori e molti altri soggetti per valorizzare e promuovere il territorio, ideando e radicando, a partire dal latte, anche marchi e prodotti nuovi nella filiera corta.

“Pianificare nella condivisione i percorsi possibili che amplino l’accoglienza diffusa sul territorio per ulteriori flussi” ha detto il prefetto Fiamma Spena. Esperienze positive di integrazione da molti sindaci, ma da altri anche preoccupazioni.Sono 3.673 le persone richiedenti asilo accolte in Liguria, la metà (1.857) nei Comuni della Città metropolitana di Genova, 1600 dei quali nel capoluogo.

Con obbligo di rispettare una distanza di almeno 80 metri fra i veicoli, fino al ripristino delle condizioni di sicurezza delle delimitazioni marginali in condizioni precarie.Limite di velocità di 30 chilometri all'ora con obbligo di mantenere una distanza di almeno ottanta metri fra i veicoli sull'antico ponte fra i km.

Il prefetto Spena interverrà all'assemblea dei sindaci metropolitani (ore 15) per comunicazioni sull'accoglienza dei migranti. Enrico Pignone, consigliere all'ambiente, informerà sul Piano metropolitano dei rifiuti, da licenziare entro il 15 maggio con la consulenza della Scuola Agraria del Parco di Monza.
Alle 17 ci sarà il consiglio metropolitano, in cui si parlerà fra l'altro di Polizia provinciale.  Doppio appuntamento assembleare domani in Città metropolitana: alle 15 si riunisce la conferenza dei sindaci, e alle 17 il consiglio metropolitano. 

Dati positivi sugli inquinanti dalle centraline della Città metropolitana di Genova Aria pulita nel fine settimana dell’anniversario della Liberazione. Lo dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori al di sotto dei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Buone per l’aria anche le previsioni meteo dell’Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno degli inquinanti 

Molto avanzate le operazioni negli alvei dei torrenti Polcevera, Fegino e Pianego per rimuovere entro oggi il 90% del prodotto libero dice il sindaco Marco Doria.

Dal primo incontro della Città metropolitana di Genova con produttori, associazioni di categoria, Comuni, Regione, sindacati Cgil, Cisl, Uil.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa, con previsioni meteo dell'Aeronautica Militare ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.Il cielo sotto le nuvole vira al grigio, ma finora l'aria resta pulita dicono le centraline della Città metropolitana di Genova che hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno d

Domani alle 15 a Palazzo Doria Spinola il sindaco metropolitano Marco Doria e i consiglieri delegati Enrico Pignone, Gian Luca Buccilli e Adolfo Olcese  incontreranno  consorzi, categorie, sindaci, rappresentanti della Regione, della Camera di Commercio, Cgil, Cisl, Uil.Incontro sul latte delle vallate genovesi domani pomeriggio alle 15, organizzato dalla Città metropolitana di Genova a Palazzo Doria Spinola con il sindaco Marco Doria e i consiglieri delegati Enrico Pignone, Gian Luca Buccilli e Adolfo Olcese.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa. Sotto il sole finora l'aria resta pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che hanno misurato valori al di sotto dei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

Il provvedimento adottato per la SP 41 dalla Città metropolitana di Genova e richiesto anche dall'Unione dei Comuni delle Valli Stura, Orba e Leira entra in vigore da oggi. 

Dalle 22 di giovedì 21 alle 4 di venerdì 22 aprile fra i km. 0,800 e 0,900 nella località Lagolocchio del Comune di Campomorone, per movimentare materiali con autogru.

Completati gli interventi di ripristino della Città metropolitana al km.13,8 della strada. Interventi di ripristino e consolidamento della Città metropolitana di Genova conclusi e carreggiata di nuovo percorribile in tutta la larghezza. Finisce quindi il senso unico alternato  al km. 13,8 della provinciale 333 nel Comune di Uscio, istituito dopo una frana.

Il 18 aprile, intervistato alle 17 da Carlo Rognoni nel programma di iniziative sul futuro della UE organizzate dal Centro In Europa con il patrocinio della Città metropolitana di Genova.Nuovo incontro pubblico sul futuro della UE lunedì prossimo, 18 aprile, a Palazzo Doria Spinola alle 17 nel salone del Consiglio metropolitano, nel programma di iniziative organizzate dal Centro in Europa con il patrocinio della Città metropolitana di Genova.Protagonista dell’incontro, introdotto da Carlotta Gualco che dirige il Centro in Europa, sarà il Viceministro dell’Economia e delle Finanze Enrico Mor

Già partita la fase di pre-trattamento e da metà giugno il nuovo depuratore finanziato con 30 milioni di euro sarà pienamente in funzione. Questa mattina sopralluogo della Città metropolitana e del Comune di Recco con Iren.

Busalla, Ceranesi, Ronco Scrivia, Sant’Olcese, Serra Riccò e Valbrevenna si sono associati per questo servizio e la Stazione unica appaltante della Città metropolitana ha predisposto l’accordo quadro per affidare la ristorazione scolastica e collettiva. Il bando scadrà l’11 maggio.Busalla, Ronco Scrivia e Valbrevenna in Valle Scrivia e Ceranesi, Sant’Olcese e Serra Riccò in Val Polcevera si associano per i servizi di mensa nelle scuole, dai nidi alle medie inferiori, e nelle strutture per gli anziani, valorizzando anche il biologico e i prodotti locali.

Dati positivi sugli inquinanti dalle centraline dell'Ente sino alla mezzanotte scorsa, con previsioni meteo dell'Aeronautica Militare ancora sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.Torna il sole e non cambia finora la situazione dell'aria che resta pulita, dicono i dati delle centraline di monitoraggio della Città metropolitana di Genova, con valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Buone per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al

Tutti nei limiti i valori degli inquinanti monitorati dalle centraline della Città metropolitana di Genova, con previsioni meteo dell'Aeronautica Militare sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.Cielo più grigio, ma se ritornano le nuvole non sale lo smog dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Per l'aria restano positive anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavor

Dal 2012 al 2014 diminuzione del 12,4%, a quota 14.000, degli infortuni riconosciuti come 'lavorativi' in Liguria dall'Inail, che giovedì 14 alle 9 presenterà il suo rapporto annuale nella sala del consiglio di palazzo Doria Spinola.  Prosegue in Liguria, come nel resto d'Italia, l’andamento decrescente negli infortuni denunciati all'Inail: nel 2014 sono stati 22.580, pari al -3,9% sul '13 e al -11,9% sul '12.

Dati positivi dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa, con previsioni dell'Aeronautica Militare ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.Fra nuvole e sole l'aria resta pulita. Lo dicono i rilevamenti delle centraline della Città metropolitana di Genova sulle concentrazioni di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Per l'aria restano positive anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.

La società di trasporti attiva in Lombardia, Veneto, Emilia Romagna e Toscana ha avanzato la proposta di acquisire il 48,46% di Atp.  Il sindaco metropolitano Marco Doria, il consigliere delegato ai trasporti Antonino Oliveri, i sindaci e rappresentanti dei comuni soci di Atp (Chiavari, Lavagna, Rapallo, Santa Margherita Ligure, Sestri Levante) hanno incontrato oggi il presidente e i consiglieri delegati di Autoguidovie spa.

Intervista al sottosegretario alla presidenza del consiglio con delega agli affari europei, realizzata a margine del convegno 'Cambiare l'Europa' promosso in Città metropolitana dal Centro in Europa.  “Una difesa comune europea è necessaria, il governo italiano intende aprire il cantiere della difesa e della sicurezza comune europea, perché se il terrorismo attacca l’Europa come un’unica entità, la risposta deve essere unitaria”.

Cambiare la politica economica rafforzando la sicurezza sociale, spingere gli investimenti ("Il piano Juncker muoverà 12 miliardi"), presidiare le frontiere esterne: in un'intervista a Tabloid prima del convegno promosso dal Centro in Europa, il sottosegretario alla presidenza del consiglio con delega agli affari europei traccia le linee della politica italiana sull'Ue."Una difesa comune europea è necessaria, il governo italiano intende aprire il cantiere della difesa e della sicurezza comune europea, perché se il terrorismo attacca l'Europa come un'unica entità, la risposta deve essere uni

Approvata dal Consiglio metropolitano la delibera di adozione del piano presentata dal consigliere delegato Enrico Pignone. “Risposta  strategica alla sfida di aumentare il riciclo delle materie  come risorse” ha detto il sindaco Marco Doria.Un sistema integrato e modulato per far crescere anche oltre il 65% previsto per il 2020 le percentuali di raccolta differenziata e riciclo dei materiali come risorse, riducendo dalle attuali 300.000 all’anno a 86.000 le tonnellate di materiali residui in discarica.

Lunedì 23 maggio dalle 11 alle 13, alla Sala Sivori di salita Santa Caterina, Genova con i suoi studenti sarà vicina a Bruxelles sconvolta dai recenti drammatici attentati nell’evento globale Inner Peace Day per unire l’umanità nella pace interiore.“l giorno in cui il potere dell’amore prenderà il posto dell’amore per il potere il mondo conoscerà la pace” diceva il Mahatma Gandhi.

Con uno sforamento oltre la soglia dei 180 microgrammi per metro cubo registrato ieri pomeriggio dalla centralina sulle alture di Pegli.Il sole già quasi estivo fa risalire l'ozono che ieri pomeriggio  ha superato il limite dei 180 microgrammi per metro cubo (la soglia d’informazione alla cittadinanza) sulle alture di Pegli, con una media oraria massima di 181 ug/m3 registrata dalla centralina della Città metropolitana di Genova  fra le 16 e le 17. I valori dello stesso gas sono invece rimasti nei limiti nelle misurazioni delle altre cabine di monitoraggio genovesi all'Acquasola (167ug/m3),

Lungo un tratto di cento metri (fra i km. 0,800 e 0,900) nella località Lagolocchio dalle 22 di questa sera alle 4 di domani per posizionare materiali con un’autogrù. Passaggio comunque garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Chiusa 6 ore la prossima notte (dalle 22 di questa sera alle 4 di domani, mercoledì 18 maggio) la provinciale 6 di Isoverde lungo un tratto di cento metri fra i km. 0,800 e 0,900 all’altezza della località Lagolocchio del Comune di Campomorone.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa, con previsioni meteo dell'Aeronautica Militare sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.Sotto il sole l'ozono finora resta nei limiti dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che hanno misurato valori nella norma oltre che per questo gas anche per il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.

Completati gli interventi sul versante e rimosse le barriere in new-jersey dalla strada al km. 2,8 la provinciale 23 della Scoglina è di nuovo aperta senza più limitazioni di transito.Quaranta metri di reti paramassi, alte cinque metri e mezzo e rette da pali d’acciaio sul , preventivamente bonificato da oltre 750 metri cubi di rocce e materiali instabili, proteggono la provinciale della Scoglina al km. 2,8 nel Comune di Lorsica.

Tutte le postazioni di monitoraggio della Città metropolitana di Genova hanno registrato concentrazioni degli inquinanti inferiori ai limiti sino alla mezzanotte scorsa.E' tornato il sole, ma finora non l'ozono dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno registrato valori inferiori ai limiti sia per questo gas che per il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili. Positive per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

Il programma della Città metropolitana di Genova racconta per immagini la mostra e gli eventi dedicati a una delle più grandi passioni del ‘900 e vivissima anche oggi.Il lunghissimo viaggio a due ruote nella libertà di spaziare e nella creatività dell’immaginario di uno dei miti più famosi e amati al mondo che continua. E’ quello della Vespa ideata e progettata dal celebre ingegnere aeronautico Corradino D’Ascanio, padre anche di avanzatissimi elicotteri, che nel 2016 festeggia i suoi primi 70 anni.

Bargagli e Davagna passano con la Fontanabuona dal bacino con il Golfo Paradiso e percorso inverso per Uscio e Avegno. Per gli affidamenti anche accordi quadro di bacino con gara gestita dalla Città metropolitana e singoli contratti per ogni Comune
Modificati dal Consiglio metropolitano di Genova due bacini di affidamento per la gestione integrata dei rifiuti: Bargagli e Davagna passano con i Comuni della Fontanabuona lasciando quelli del Golfo Paradiso, mentre Uscio e Avegno fanno il percorso inverso.

Il maltempo ha quasi dimezzato i valori del gas inquinante che sabato e domenica scorsi aveva sforato i limitiRestano bassi sotto nuvole e pioggia i valori dell'ozono che sabato e domenica aveva fatto registrare numerosi sforamenti del limite di 180 microgrammi per metro cubo dalle centraline della Città metropolitana di Genova.

Domani la seduta convocata dal sindaco Marco Doria alle 14.30 nel salone consiliare di Palazzo Doria SpinolaGli indirizzi della Città metropolitana per la gestione transitoria dei rifiuti e una modifica ai bacini di affidamento deliberati a fine 2015 apriranno domani, mercoledì 11 maggio, la seduta del Consiglio metropolitano di Genova convocato dal sindaco Marco Doria alle 14.30 nel salone consiliare di Palazzo Doria Spinola.Seguiranno le delibere relative al riconoscimento del debito relativo al 2013 nei confronti del Teatro Stabile di Genova e allo schema di convenzione tra Regione Ligur

Ieri pomeriggio quattro superamenti orari del limite dei 180 microgrammi per metro cubo registrati dalla centralina dell’Acquasola, due da quella sulle alture di Pegli e uno ciascuna dalle centraline a Quarto e in corso Firenze.Sotto un sole che brucia già a maggio sale l’ozono che ieri pomeriggio ha fatto registrare otto sforamenti orari, i primi dell’anno, del limite dei 180 microgrammi per metro cubo (la soglia d’informazione alla cittadinanza) alle centraline della Città metropolitana di Genova:quattro sono stati rilevati dalla cabina di monitoraggio all’Acquasola fra le 13 e le 14 e po

Il racconto sull’istituto alberghiero che a fianco della Città metropolitana rilancerà prodotti, mestieri, tradizioni e peculiarità agricole ed enogastronomiche del territorio a Villa Sauli Podestà e sarà protagonista anche al pranzo di gala del 2 giugno al Quirinale.Cinque laboratori di cucina, uno nuovissimo per far fronte alle nuove esigenze perché i suoi studenti sono davvero molti: 1060 nei corsi diurni e 350 in quelli serali nella sede di via Giotto a Sestri Ponente, con un accogliente e curatissimo american bar didattico e spaziose ed eleganti sale da pranzo.

Martedì 10 maggio la proiezione gratuita alle 19, preceduta alle 18 dalla conferenza introduttiva di Enrico Pignone, Denise Filippin e Claudio Pomo e dal reading di Marco Rinaldi. L’evento è organizzato dalla Città metropolitana con Essere Animali.L’allevamento intensivo degli animali è una delle più grandi industrie al mondo e le dimensioni e le conseguenze del suo impatto sull’ambiente e la salute del Pianeta sono impressionanti anche se troppo poco evidenziate.

Per esigenze operative di cantiere la chiusura al transito dalle 8 alle 17 per la sistemazione delle strutture paramassi sul versante è stata  rinviata con lo stesso orario al 9 maggio. Stesso orario, ma per esigenze operative del cantiere cambia il giorno per la seconda chiusura sulla provinciale 23 della Scoglina al km. 2,8 nel Comune di Lorsica per l'ancoraggio dei montanti delle reti paramassi sul versante che sovrasta la strada: come comunicano i servizi tecnici della Città  metropolitana di Genova la chiusura al transito sarà in vigore lunedì 9 maggio anziché domani, venerdì 6.

Si correrà l’8 maggio organizzata dall’associazione Marina Sporting Porto turistico 60 e autorizzata dalla Città metropolitana, dalle 9.30 alle 12 con un anello al 90% sterrato nei Comuni di Lavagna, Cogorno e Sestri Levante. Percorso ad anello di 20,66 chilometri, il 90% in sterrato, fra Lavagna, Cogorno e Sestri Levante per la Marina Trail.

In orario di cantiere, dalle 8 alle 17, al km. 2,8 della provinciale nel Comune di Lorsica, per motivi di sicurezza durante l’ancoraggio alla parete dei montanti per la nuova struttura di protezione.Ultimo, fondamentale, capitolo per la messa in sicurezza della provinciale 23 della Scoglina al km. 2,8 nel Comune di Lorsica: l’arrivo e l’ancoraggio dei montanti per le reti paramassi sul ripido versante roccioso che sovrasta la strada che impegneranno le giornate di domani, giovedì 5, e venerdì 6 maggio.

Le postazioni di monitoraggio della Città metropolitana di Genova hanno misurato valori ampiamente nei limiti per gli inquinanti e le previsioni meteo sono sfavorevoli al ristagno.Il tempo cambia alla velocità della luce, ma almeno gli inquinanti rimangono sotto controllo.

In nome della prima trasvolatrice dell’Atlantico giovedì alle 17 incontro promosso da Zonta a Palazzo Doria Spinola con Rosa Oliva e Maria Gabriella Luccioli, pioniere italiane delle carriere in magistratura e nella pubblica amministrazione.Sulla rotta di Amelia Earhart, pioniera del volo e dell’affermazione dei diritti delle donne, per far volare sempre più alto anche l’empowerment femminile.

Dati positivi sugli inquinanti dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Week-end di sole, ma senza ozono. Il gas infatti è rimasto nei limiti in tutte le rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori bassi anche per il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Positive per l’aria anche le previsioni meteo dell’Aeronautica Militare, tornate sfavorevoli al ristagno dello smog.

Il programma della Città metropolitana di Genova racconta con immagini e interviste l’affascinante mostra documentaria all’Archivio di Stato dal Libero Comune del XI secolo alla fine della Repubblica aristocratica nel 1797.Sette secoli fondamentali per la storia e lo sviluppo di Genova, dei suoi governi e dei modi in cui erano regolati la vita, le attività e i costumi dei genovesi.Dalla nascita del Comune medievale alla fine del XI secolo alla caduta nel 1797 sotto la spinta della rivoluzione francese, della Repubblica aristocratica retta dai dogi biennali, li attraversa un’affascinante e c

Il sindaco metropolitano e il consigliere delegato Enrico Pignone durante la discussione sul piano metropolitano dei rifiuti hanno ribadito che su questo tema “la voce della Città metropolitana sarà fermissima”.Trasferire in modo permanente i rifiuti del Tigullio costiero più Casarza Ligure e Castiglione Chiavarese nello spezzino aumenterebbe i costi per i cittadini del comprensorio sino quasi a raddoppiarli.

Dati positivi per questo gas e per gli altri inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova.Tanta umidità, ma aria pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che hanno misurato valori ridotti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

Dati positivi sino alla mezzanotte scorsa sull'ozono e gli altri inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova.Il cielo è ancora coperto, ma sotto le nuvole gli inquinanti restano bassi dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Sono buone, almeno per l'aria, anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.

Alle 15 l’illustrazione delle linee guida del piano davanti alle quattro Commissioni consiliari in seduta congiunta, alle 16.30 si riunirà il Consiglio metropolitano.Le linee guida del piano strategico della Città metropolitana di Genova saranno al centro della seduta congiunta delle quattro commissioni consiliari dell’Ente, convocate dai rispettivi presidenti Roberto Levaggi, Giovanni Collorado, Maria Luisa Biorci e Cristina Lodi per mercoledì 15 giugno alle 15 nel salone di Palazzo Doria Spinola.

L'inquinante, dopo gli sforamenti del giorno precedente, è rientrato nei limiti dicono i dati delle centraline della Città metropolitana sino alla mezzanotte scorsa.Clima ancora caldo e molto umido, ma i temporali di ieri mattina hanno tenuto più pulita l'aria e l'ozono, dopo gli sforamenti del giorno precedente, è sceso tornando nella norma dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori al di sotto dei limiti anche per il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Positive p

Due gli sforamenti orari del gas registrati ieri pomeriggio dalla centralina genovese di Quarto. Il centro operativo della Città metropolitana invita a limitare le esposizioni all’aria aperta per anziani, bambini e persone con problemi respiratori.L’ozono anche sotto le nuvole.

Il programma della Città metropolitana di Genova racconta con le voci degli studenti, dell’Aned e degli amministratori dell’ente il pellegrinaggio nei campi di sterminio nazista.Su quei 186 ripidi gradoni fra il lager e la cava morirono moltissimi prigionieri che denutriti e bastonati, carichi di blocchi di granito, erano costretti a salire molte volte al giorno la scala della morte. Chi cadeva, o veniva fatto cadere perché gli aguzzini si divertivano a far inciampare i più deboli, travolgeva i compagni e veniva ucciso dalle SS.

I valori di questo gas e degli altri inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sono rimasti nei limiti sino alla mezzanotte scorsa.A metà giornata sole e temperature da piena estate, poi nel pomeriggio e in serata tuoni e temporali come d'autunno.

Il programma della Città metropolitana di Genova racconta con immagini e interviste la festa per i 120 anni di cinema nella sala più antica d’Italia tuttora in attività.A Genova il cinema sbarcò dalla locomotiva, quando i fratelli Lumiere portarono alla Sala Sivori di salita Santa Caterina le cinématographe.

Il provvedimento della Città metropolitana di Genova sarà in vigore da domani e istituisce anche il limite dei 50 km orari sul tratto extraurbano a valle, in conformità a quello già esistente nei due centri abitati dei Comuni di Carasco e Ne.La velocità massima si abbassa anche in Val Graveglia: sulla provinciale 26, dalla fine dell’abitato di Conscenti ai 1.080 metri di quota del Biscia (dove termina la competenza metropolitana sulla strada che dal passo scende poi nello spezzino) non si potranno superare i 40 km all’ora.

Le centraline della Città metropolitana di Genova hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.

Cielo velato da nubi e foschia, ma aria per ora pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.

Il sindaco metropolitano di Genova in una nota  chiede al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti di “farsi carico personalmente di risolvere la questione” avviando con urgenza gli interventi per riaprire la statale.A settantasei giorni dalla drammatica frana fra Voltri e Arenzano sulla statale Aurelia gli interventi dell’Anas per mettere in sicurezza e riaprire questo collegamento assolutamente vitale per il territorio non sono ancora partiti.

Finanziano con bando di gara il taglio di erba e piante e la pulizia delle cunette su 400 chilometri di rete viaria, lungo tutto il percorso di 47 strade. “Facciamo ripartire – dice Nino Oliveri – interventi fondamentali per la sicurezza stradale”.Da Cogoleto a Moneglia, dalla Valle Stura alla Val d’Aveto la Città metropolitana di Genova dà il via al taglio di erba e arbusti e alla pulizia delle cunette lungo tutto il tracciato di 47 strade provinciali, su 400 chilometri della sua rete viaria.

Ecco che cosa contengono i 'Piani strategici metropolitani' di Genova e Torino, che segnano l'avvio dei nuovi enti varati fra mille difficoltà dalla legge Del Rio.  C’è voluto un autorevole editoriale dell’ex direttore del Corriere della Sera Ferruccio De Bortoli per dire che il re è nudo: già, le Città metropolitane, varate nel 2014 dalla legge Del Rio per essere motore dello sviluppo economico del Paese, hub di innovazione culturale e sociale, sono in realtà motori inceppati, per motivi ben noti: drastici tagli alle risorse finanziare, altrettanto imponenti tagli al personale, ridotto di

Le indagini preventive della Città metropolitana riguardano solai e controsoffitti di 26 istituti superiori a Genova, Golfo Paradiso, Tigullio e Valle Scrivia. Controlli a tappeto su 64.000 metri quadrati di solai e controsoffitti in 26 edifici delle scuole superiori di Genova e del territorio per garantirne la sicurezza.

Sino al 2 novembre prossimo, su richiesta dell'impresa COSME per esigenze di cantiere legate alla realizzazione del nuovo acquedotto e trattamento dei reflui.Semafori accesi anche la domenica sino al prossimo 2 novembre sul senso unico alternato già in vigore su tratti compresi fra i km. 31,570 e 35,396 della provinciale 35 dei Giovi (nei Comuni di Ronco Scrivia e Isola del Cantone).

Le centraline di monitoraggio dell’Ente hanno misurato dati ampiamente nei limiti per gli inquinanti sino alla mezzanotte scorsa.Nell’ottovolante del clima di questo maggio, fra giorni di sole già bollente e altri di pieno autunno, sono positivi gli ultimi dati sugli inquinanti dell’aria controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova che hanno misurato concentrazioni ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Non cambiano le previsioni meteo dell’Aeronautica militar

Sono quelle della Guardia, di Livellato, di Santo Stefano di Larvego e dei Piani di Praglia nei Comuni di Ceranesi e Campomorone dove il nuovo limite istituito dalla Città metropolitana di Genova sarà in vigore da domani. Si abbassa la velocità massima su quattro strade provinciali dell’Alta Val Polcevera dove da domani, 31 maggio, non si potranno superare i 40 km all’ora.

Dalle 22 di domani alle 2 di mercoledì 1^ giugno, fra i km. 0,900 e 1 della provinciale, su richiesta dell’impresa Vernazza Autogrù per operazioni di sollevamento con una gru automontante. Tratto chiuso di notte per quattro ore sulla provinciale 31 di San Martino di Noceto (fra i km. 0,900 e 1) nel Comune di Camogli.Il provvedimento sarà in vigore dalle 22 di domani alle 2 di mercoledì 1^ giugno ed è stato richiesto alla Città metropolitana di Genova dall’impresa Vernazza Autogrù per operazioni di sollevamento con una gru automontante.

Il limite di velocità istituito dalla Città metropolitana di Genova sarà in vigore da domani sul tratto fuori dall’abitato della strada.Velocità massima di 40 km all’ora, come sulla provinciale di Velva, anche sulla SP 36 di Carro, nel Comune di Castiglione Chiavarese. Il provvedimento della Città metropolitana di Genova entrerà in vigore da domani, 31 maggio, e riguarda i circa 900 metri al di fuori dell’abitato di Velva, ossia dal km. 0,675 al km. 1,554 dove finisce il tratto metropolitano della strada.

L’anniversario del giorno in cui i fratelli Lumiere portarono il cinematografo alla Sala Sivori di Genova, il più antico cinema d’Italia, sarà festeggiato con film a ingresso libero in tutte le sale del Circuito Cinema Genova.A Genova il cinema è arrivato in locomotiva, quando i fratelli Auguste e Louis Lumiere portarono alla Sala Sivori di Salita Santa Caterina il cinematografo, proiettando, davanti alle rappresentanze della città e della stampa “L’arrivo di un treno alla stazione di La Ciotat”.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Risalgono le temperature, ma sinora non gli inquinanti dell'aria dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che hanno misurato valori inferiori ai limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Il servizio meteo dell'Aeronautica Militare prevede "condizioni d'indifferenza", ossia senza influssi climatici significativi rispetto alla situazione dello smog.

Indagini preventive su 64.000 metri quadrati di solai e controsoffitti degli edifici scolastici a Genova, nel Tigullio, Golfo Paradiso e Valle Scrivia, con 175.000 euro, cofinanziati da fondi nazionali del Miur e dalla Città metropolitana. Campagna di controlli preventivi su 64.000 metri quadrati di solai e controsoffitti in 26 edifici delle scuole superiori di Genova e del territorio per garantirne la sicurezza.

Il provvedimento della Città metropolitana di Genova sarà in vigore da domani sui tratti fuori dall’abitato della strada, nel Comune di Castiglione Chiavarese. Velocità massima di 40 chilometri all’ora sulla provinciale di Velva nel Comune di Castiglione Chiavarese. Il provvedimento della Città metropolitana di Genova entrerà in vigore da domani - 27 maggio - e riguarda, per 2.200 metri complessivi, i tratti al di fuori dei centri abitati, ossia i primi 1,411 chilometri e poi gli ultimi 800 metri ( fra i km.3,165 e 3,958) della strada.

Nei limiti tutti gli inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova, ma le previsioni dell'Aeronautica Militare tornano  favorevoli al ristagno dello smog.Cielo striato di nuvole, ma situazione finora buona per gli inquinanti dell'aria controllati dalle centraline della Città metropolitana che hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.

In vigore da domani sui tratti extraurbani, in analogia alla recente analoga ordinanza del Comune di Moneglia per i centri abitati.Provinciale 55 di Moneglia vietata da domani ad autotreni, autoarticolati e autosnodati su tutto il percorso della tortuosa strada che sul lato a levante di Moneglia risale i monti per collegarsi con l'Aurelia sul Bracco.

La centralina della Città metropolitana ha segnalato uno sforamento del gas ieri pomeriggio fra le 15 e le 16 con una concentrazione media oraria massima di 188 microgrammi per metro cubo.Tanto sole e molto caldo tengono alto anche l'ozono.

Ieri pomeriggio le centraline della Città metropolitana di Genova a Quarto e all'Acquasola hanno segnalato sei sforamenti orari di questo gas . Il centro operativo metropolitano invita a limitare le esposizioni all'aria aperta per bambini, anziani e persone con problemi respiratori.Termometro sopra i 30 gradi e nel caldo umido anche l'ozono s'impenna oltre i limiti.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Clima caldo e umido, ma per ora senza picchi di ozono. Le centraline della Città metropolitana di Genova, infatti, hanno misurato valori inferiori ai limiti per questo gas e per il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa. Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

Finora nei limiti l'ozono e gli altri inquinanti e le previsioni dell'Aeronautica Militare sono sfavorevoli al ristagno dello smog.Luglio inizia senza ozono. Nei dati di tutto il fine settimana, sino alla mezzanotte scorsa, infatti le centraline della Città metropolitana di Genova hanno misurato valori ampiamente nei limiti per questo gas e per gli altri inquinanti controllati (monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili). Buone per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

Questo gas e gli altri inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sono rimasti nei limiti sino alla mezzanotte scorsa.Il caldo risale,  l'ozono per ora no. Questo gas e gli altri inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova (monossido di carbonio. biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili) sono infatti rimasti nei limiti sino alla mezzanotte scorsa.Il servizio meteo dell'Aeronautica Militare prevede "condizioni di indifferenza", ossia senza particolari influssi climatici rispetto alla situazione dello smog.

La Città metropolitana di Genova l’ha istituito sulle provinciali 48 Fregarolo, 83 di Pietranera, 17 di Fontanigorda e 18 Rovegno.Scende a 40 km all’ora la velocità massima su quattro strade provinciali della Val Trebbia.

Dati finora positivi dalle centraline della Città metropolitana di Genova, ma le previsioni dell'Aeronautica Militare sono favorevoli al ristagno degli inquinanti.Di nuovo qualche nuvola, ma finora l'aria resta pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare sono però favorevoli al ristagno dello smog e il conseguente invito del centro operativo

Approvata all’unanimità la delibera presentata dal consigliere delegato Enrico Pignone.

La seduta dell'assemblea è convocata alle 15.30 a palazzo Doria Spinola. Il consiglio metropolitano di Genova è convocato mercoledì 29 giugno alle 15.30 nella sala del consiglio di palazzo Doria Spinola col seguente ordine del giorno: - adeguamento alle recenti modifiche di legge delle tariffe per la rimozione, il trasporto, la custodia, la demolizione e lo smaltimento dei veicoli abbandonati; - Programma degli interventi e tariffa del servizio idrico integrato per il quadriennio 2016/2019, Piano economico finanziario 2016-2032, adeguamento della convenzione tra Città metropolitana di Genov

Dati positivi sugli inquinanti dalle centraline della Città metropolitana di Genova, ma le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare sono favorevoli al ristagno dello smog.Per ora più nuvole che smog. Lo dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il biossido d'azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili.

Basse le concentrazioni misurate dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Clima ieri sull'ottovolante fra nuvole, temporali e sole, ma almeno l'aria è rimasta pulita dicono le centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori bassi per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

Dalle 22 di questa sera alle 5 di domani fra i km. 0,800 e 0,900 nella località Lagolocchio per la gettata di calcestruzzo del cordolo del nuovo muro. Chiusa 7 ore la prossima notte (dalle 22 di questa sera alle 5 di domani, martedì 21 maggio) la provinciale 6 di Isoverde lungo un tratto di cento metri fra i km. 0,800 e 0,900 all’altezza della località Lagolocchio del Comune di Campomorone.

Nelle immagini del programma della Città metropolitana il via al taglio di erba e piante sulle strade della Città metropolitana di Genova che ha stanziato 250.000 euro per integrare con appalti esterni gli interventi con personale e mezzi propri.400 chilometri affidati con gare a ditte private e 600 alle proprie squadre e mezzi meccanici. La Città metropolitana di Genova ha dato il via sulla sua rete viaria al taglio di erba, piante e pulizia delle cunette, molto importanti per la sicurezza perché la vegetazione incolta restringe la carreggiata, limita la visuale e aumenta i rischi.

 La fusione fra ATP Spa e ATP Esercizio Srl “unica strada per rafforzare l’azienda anche in vista delle gare per il bacino metropolitano del trasporto” ha detto in commissione consiliare il sindaco metropolitano Marco Doria.Per rafforzare Atp “uscita a fine 2015 dal concordato preventivo viva, ma non certo robusta” Marco Doria indica la via della “fusione, mantenendo la stessa maggioranza pubblica attuale, fra Atp Spa e Atp Esercizio, aumentando il capitale quest’ultima, che ha gli autobus e gli autisti, conferendole la proprietà delle rimesse e delle strutture di servizio da parte dei soci

La delibera votata dal Consiglio approva l’accordo che trasferisce alla Regione una parte dell’edificio in via Cesarea 14, la palazzina del turismo a Quarto e gli incubatoi ittici di Masone e Borzonasca, oltre a beni mobili legati alle stesse funzioni.Il piano terra e il primo piano del palazzo in via Cesarea 14 a Genova resteranno alla Città metropolitana per i servizi del centro per l’impiego e delle politiche del lavoro, mentre i piani superiori, dal secondo al quarto più i fondi passeranno alla Regione, come la palazzina del turismo a Quarto (adiacente al complesso dei servizi distaccat

La società in house dell’Ente, con le modifiche allo statuto approvate dal Consiglio metropolitano su proposta del sindaco Marco Doria, supporterà le attività dei servizi pubblici d’interesse generale in ambito metropolitano.Dalla gestione e innovazione formativa alle attività per i servizi pubblici d’interesse generale nell’ambito metropolitano.

Presentati alle quattro commissioni consiliari, alla presenza del sindaco Marco Doria, i materiali preparatori sul metodo e il percorso partecipato per il piano strategico, atto fondamentale d’indirizzo della Città metropolitana come motore dello sviluppo territoriale.  

34 quelli di ieri rispetto ai 19 del giorno prima registrati dalle centraline della Città metropolitana di Genova, il cui centro operativo invita a limitare le esposizioni all’aria aperta per anziani, bambini e persone con problemi respiratori.Fine settimana di Ferragosto con l’ozono oltre i limiti in tutta Genova e anche sui Giovi.

Con 19 “superi” orari complessivi registrati ieri pomeriggio dalle centraline della Città metropolitana di Genova, il cui centro operativo invita a limitare le esposizioni all’aria aperta per anziani, bambini e persone con problemi respiratori.L’ozono non va in ferie e risale oltre i limiti in tutta Genova. Questo gas ieri pomeriggio ha fatto registrare infatti complessivamente ben diciannove sforamenti del limite dei 180 microgrammi per metro cubo (la soglia d’informazione alla cittadinanza) alle centraline genovesi della Città metropolitana all’Acquasola, a Quarto, in corso Firenze e sull

Niente risorse governative ai progetti di contrasto della prostituzione coatta, per un ritardo nell'adesione della Regione al bando di finanziamento della Presidenza del Consiglio dei ministri.

La Città metropolitana di Genova ha approvato il progetto esecutivo e avviato le procedure per appaltare i lavori, cofinanziati dallo stesso Ente, dalla Regione e dal Comune di Mezzanego per un totale di 474.000 euro.
Completamento dei marciapiedi esistenti a Prati di Mezzanego per la sicurezza dei pedoni e del transito e più a valle nuovi tratti di cordoli in cemento armato con guard-rail per mettere in sicurezza anche il ciglio stradale.

Dalle 22 di martedì 2 agosto alle 2 di mercoledì 3 fra i km. 0,8 e 0,9 a Lagolocchio nel Comune di Campomorone per lavori di adeguamento. Transito comunque garantito ai mezzi di soccorso o di emergenza. Chiusura notturna di 4 ore (dalle 22 di martedì 2 agosto alle 2 di mercoledì) sulla provinciale 6 di Isoverde fra i km. 0,800 e 0,900 all’altezza della località Lagolocchio nel Comune di Campomorone.

Concentrazioni poco al di sotto dei limiti dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.L'ozono sfiora, ma non sfora il limite dei 180 microgrammi per metro cubo dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa. Il valore più elevato è stato segnalato dalla cabina di monitoraggio sulle alture di Pegli con una media oraria massima di 178 ug/m3, seguito dai 176 ug/m3 rilevati dalla cabina all'Acquasola, con concentrazioni inferiori in corso Firenze (170), Quarto (166) e sui Giovi (144).

Dal 29 al 31 luglio a Loco di Rovegno l'8^ Expo Alta Valtrebbia fra prodotti e sapori di tutta la vallata, ristoro a km 0, biodiversità e conoscenza del lupo, rapaci e falconieri, filiera del legno, biologico e visite alla rinnovata centrale idroelettrica. Sulle due sponde del fiume, attraverso quello che Alessio Bianchi definisce “il nostro piccolo ponte di Brooklyn” si declina la formula dell'ottava edizione dell'Expo Alta Val Trebbia, dal 29 al 31 luglio a Loco di Rovegno.Una ricetta fatta di passione e orgoglio per la propria terra e voglia di unirne tutte le realtà per valorizzare atti

Cinque sforamenti per questo gas registrati nel pomeriggio di ieri dalle centraline della Città metropolitana di Genova all'Acquasola e in corso Firenze. Limitare l'esposizione all'aria aperta per bambini, anziani e persone con problemi respiratori.

Oggi il sindaco Marco Doria ne ha informato il Consiglio metropolitano. Nuove deleghe su ruoli e competenze della Città metropolitana di Genova. Le ha attribuite il sindaco Marco Doria che oggi ne ha informato il Consiglio.

Sarà la vicesindaco Valentina Ghio a coordinare la redazione del piano strategico dell'Ente che definisce gli obiettivi di sviluppo a medio e lungo termine dell’area metropolitana, con un ruolo propulsivo della Città metropolitana.

Le centraline della Città metropolitana di Genova non hanno segnalato sforamenti per questo gas e le altre sostanze inquinanti sino alla mezzanotte scorsa.Temperature massime ieri vicine ai 30 gradi, ma senza sforamenti di ozono nell'aria.

Nella seduta convocata per domani alle 16 dal sindaco Marco Doria nel salone consiliare della Città metropolitana di Genova a Palazzo Doria Spinola.Riunione del Consiglio metropolitano di Genova, convocato per domani 27 luglio alle 16 dal sindaco Marco Doria nel salone consiliare della Città metropolitana di Genova a Palazzo Doria Spinola (largo Eros Lanfranco).All'ordine del giorno della seduta una variazione al bilancio 2016/18, il Documento unico di programmazione (Dup) 2017/19 che indica le linee per la programmazione delle attività e delle risorse necessarie per lo svolgimento delle fu

La rete di monitoraggio della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa non ha segnalato sforamenti per l'ozono e le altre sostanze inquinanti controllate.Clima caldo e umido, ma finora senza sforamenti di ozono nell'aria. Le centraline della Città metropolitana di Genova hanno infatti registrato valori al di sotto dei limiti per questo gas e per il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica, ancora sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.

Dopo la rottura, sabato scorso, di una grossa tubazione idrica a 14 atmosfere sotto la carreggiata al km. 2,4 della provinciale 6 di Isoverde.Cantiere per il ripristino della condotta e della strada con senso unico alternato regolato da semafori al km. 2,4 della provinciale 6 di Isoverde nel Comune di Campomorone dove sabato scorso si era verificata la rottura di una grossa tubazione idrica a 14 atmosfere sotto la carreggiata, "frantumata da un violentissimo getto d'acqua che ha sfiorato i venti metri d'altezza" dicono i tecnici della Città metropolitana.

Nel fine settimana la rete di monitoraggio della Città metropolitana di Genova non ha segnalato alcuno sforamento del gas e le previsioni dell'Aeronautica Militare restano sfavorevoli al ristagno degli inquinanti. Pioggia alternata al sole di un caldo afoso nel fine settimana, ma almeno senza sforamenti di ozono nell'aria. Le centraline della Città metropolitana di Genova hanno infatti registrato valori ampiamente nei limiti per questo gas e per il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.

L'economia del riuso e della rigenerazione delle materie, del riciclo e della condivisione di beni e servizi nella visione strategica della Città metropolitana che con LiguriaCircular di Amiu lancia gli Stati Generali per l'economia circolare.Se la strategia è quella del “rifiuto zero – dice Enrico Pignone– ogni materia è una risorsa e le città diventano miniere urbane.” E' l'evoluzione dell'economia circolare che, spiega il consigliere delegato all'ambiente della Città metropolitana di Genova, “appartiene alla nuova visione strategica del nostro ente e punta con percorsi e idee partecipati

Lungo i primi 200 metri della provinciale di Santo Stefano di Larvego, sino al 5 agosto prossimo per lavori di sistemazione e allargamento della carreggiata.Senso unico alternato con semafori all'imbocco della provinciale 50 di Santo Stefano di Larvego, nel Comune di Campomorone per lavori di sistemazione e allargamento della carreggiata lungo i primi 200 metri della strada.Il provvedimento, richiesto alla Città metropolitana dall'impresa esecutrice dei lavori (Polistrade Costruzioni Generali spa di Campi Bisenzio) sarà in vigore sino al prossimo 5 agosto, con semafori sempre accesi all'alt

Nel programma della Città metropolitana di Genova i tirocini (ex borse lavoro) nelle aziende gestiti dal Centro Studi della Asl3 per l'occupazione e i progetti integrati di socializzazione per le persone con disabilità motorie o difficoltà intellettive.

Nessuno sforamento per questo gas dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana sino alla mezzanotte scorsa.Cielo velato e aria finora pulita.

Domani alle 11.30 l'ente avvierà il percorso per “l'economia circolare” e si confronterà con tutti i soggetti coinvolti nel piano metropolitano dei rifiuti alla Camera di Commercio.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa non hanno segnalato sforamenti per questo gas.

Realizzerà due cordoli con nuovi guard-rail e un muro a valle in cemento armato dopo i primi duecento metri della strada, dove le alluvioni di fine 2014 avevano provocato il cedimento della parte a valle della carreggiata. Limiti di transito durante i lavori.

Con due sforamenti orari registrati dalla centralina a Quarto della Città metropolitana di Genova fra le 18 e le 20 di ieri. Ozono di nuovo oltre il limite dei 180 microgrammi per metro cubo. Il gas ha superato la soglia di informazione alla popolazione nei dati della centralina a Quarto della Città metropolitana di Genova che ieri ha registrato due sforamenti dalle 18 alle 20 con una concentrazione media oraria massima di 184 ug/m3.

Dati finora positivi dalle centraline della Città metropolitana di Genova, ma le previsioni dell'Aeronautica Militare sono favorevoli al ristagno dello smog.Situazione finora tranquilla per l'ozono e gli altri inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova (monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili) rimasti tutti nei limiti sino alla mezzanotte scorsa.

Nei limiti l'ozono e gli altri inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova e meteo sfavorevole allo smog.Clima un po' più fresco e aria più pulita: le centraline della Città metropolitana di Genova, infatti, hanno misurato valori inferiori ai limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa e in tutto il fine settimana.Positive per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

Marco Doria ha espresso al sindaco e al presidente della Métropole di Nizza la solidarietà di Genova e della Città metropolitana alle famiglie delle vittime, a tutti i cittadini di Nizza e della Francia per “l’orribile attentato che ha provocato morte e terrore”La solidarietà e la vicinanza di Genova e della Città metropolitana ai familiari delle vittime, a tutti i cittadini di Nizza, a tutti i francesi di fronte “all’orribile attentato che ha provocato morte e terrore”.L’ha espresse il sindaco di Genova e metropolitano Marco Doria al sindaco di Nizza Philippe Pradal e al presidente della M

Dalla cooperazione fra Città metropolitana di Genova, Comuni e Unioni del territorio nell’accordo quadro per la formazione e adeguamento dei Puc. Già in cantiere anche i piani intercomunali per le Valli Polcevera e Fontanabuona e i Puc di Ronco Scrivia, Campo Ligure e Savignone.

Dati nettamente al di sotto dei limiti per questo gas e gli altri inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova.Nuovi temporali ieri sera hanno tenuto bassi i valori dell'ozono, rimasti nettamente al di sotto dei limiti in tutte le rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova. Positivi anche i dati sul monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa, con previsioni meteo dell'Aeronautica Militare ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

Un atto del sindaco Marco Doria, su proposta del consigliere delegato Alfonso Gioia, assegna la concessione di spazi al piano terra della scuola al Comitato Paralimpico di Genova che nel 2017 accoglierà i Giochi Europei Giovanili Paralimpici.Nuovi spazi al Comitato Paralimpico di Genova - città che nel settembre 2017 accoglierà i Giochi Europei Giovanili Paralimpici - nei locali dell’istituto scolastico superiore Firpo-Buonarroti di via Canevari per le sedi delle Federazioni sportive e associazioni Paralimpiche.

Dati in calo per gli inquinanti dalle centraline della Città metropolitana di Genova.Il vento forte e tempestoso, con pioggia e grandine in serata, ha anche ripulito l'aria, spazzando via l'ozono. I dati delle centraline della Città metropolitana di Genova per questo gas e per il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sono infatti rimasti tutti ampiamente nei limiti sino alla mezzanotte scorsa. Le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare sono ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

Tre sforamenti orari del gas sono stati segnalati ieri dalle centraline della Città metropolitana di Genova all'Acquasola e a Quarto.Due nel pomeriggio e uno di sera gli sforamenti dell'ozono registrati ieri dalle centraline della Città metropolitana di Genova all'Acquasola e a Quarto, con valori superiori ai 180 microgrammi per metro cubo, la soglia d'informazione per la popolazione.All'Acquasola il gas ha toccato la media oraria massima di 194 ug/m3 fra le 14 e le 15, mentre a Quarto la soglia dei 180 ug/m3 è stata superata fra le 15 e le 16 con una concentrazione media oraria massima di

Tutti ampiamente nei limiti i valori registrati sino alla mezzanotte scorsa dalle centraline della Città metropolitana di Genova, con previsioni meteo dell'Aeronautica Militare sfavorevoli al ristagno dello smog.Scendono i termometri e i valori degli inquinanti dell'aria, con dati ampiamente nei limiti registrati fino alla mezzanotte scorsa dalle centraline della Città metropolitana di Genova per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Positive per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare che restano sfavorevoli al

Marco Doria approfondisce gli assi del progetto, a partire dalle scuole superiori come fulcro di riqualificazione e inclusione delle periferie di Genova e delle Valli Polcevera, Scrivia e Stura, che prevede interventi per 40 milioni, anche per strade metropolitane e servizi per i Comuni.Oltre 16 milioni di euro per le scuole superiori; 14,6 per le strade metropolitane; 6,3 per scuole e servizi nei Comuni e 2,9 per la riduzione dei rischi idrogeologici.

La Città metropolitana, proprietaria dell'impianto ma senza più lo sport fra le funzioni fondamentali, trasferirà all'Unione dei Comuni dello Scrivia il contratto con il gestore, garantendo un contributo al servizio di 210.000 euro in tre anni.La piscina comprensoriale coperta di Ronco Scrivia continuerà ad essere fulcro per il nuoto e l'aggregazione sportiva e sociale di tutta la vallata e dei comprensori vicini.

Sopralluogo con i tecnici del consigliere delegato della Città Metropolitana Adolfo Olcese sul cantiere che sta allestendo 12 aule nel complesso di via Bellucci per l'inagibilità della palazzina in corso Dogali che ospitava il liceo.Quattro nuove classi realizzate trasferendo lo studio del rettore e gli uffici amministrativi del Convitto, quattro allestite nell'ala napoleonica del complesso e quattro messe a disposizione dall'adiacente liceo classico Colombo.

L'unico sforamento oltre i 180ug/m3 fra le 16 e le 17 di ieri. Valori nella norma dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova a Quarto, corso Firenze, alture di Pegli, Giovi e Propata. Nei limiti in tutte le postazioni il giorno precedente e anche ieri, con l'eccezione di uno sforamento orario all'Acquasola. Per l'ozono le centraline della Città metropolitana di Genova registrano finalmente dati in calo.

 Con cinque sforamenti orari registrati ieri dalle centraline all’Acquasola e in corso Firenze della Città metropolitana di Genova, il cui centro operativo invita a limitare le esposizioni all’aria aperta per anziani, bambini e persone con problemi respiratori.Ozono ancora oltre il limite dei 180 microgrammi per metro cubo (la soglia di informazione per la popolazione) anche se rispetto al giorno precedente per questo gas si riduce nettamente il numero di sforamenti.Sono stati cinque infatti quelli registrati ieri pomeriggio (erano 21 il giorno precedente) dalla rete di monitoraggio della C

Ieri le centraline della Città metropolitana di Genova hanno segnalato 21 superamenti orari del gas. Il centro operativo metropolitano invita a limitare le esposizioni all'aria aperta per bambini, anziani e persone con problemi respiratori. Sotto il gran sole di inizio settembre l'ozono continua a superare il limite dei 180 microgrammi per metro cubo (soglia di informazione per la popolazione) in tutta la città.

Interventi per 16 milioni nelle superiori che diventeranno 'civic center' con servizi, strutture, iniziative aperte. 14,5 milioni per le strade, 9 per gli interventi nei Comuni nel progetto dell'ente da 40 milioni per il Bando nazionale periferie. Dalle colonnine per bici e scooter elettrici ai sistemi per monitorare la formazione del ghiaccio sulle strade.

Il trofeo Aquile di Valbrevenna domenica 4 settembre, organizzato dall’U.S.

Ieri le centraline della Città metropolitana di Genova hanno segnalato nuovi sforamenti del gas e le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare tornano favorevoli al ristagno degli inquinanti.Clima di nuovo molto caldo sotto il sole e l'ozono dopo un giorno di tregua risale oltre il limite dei 180 microgrammi per metro cubo, la soglia d'informazione alla popolazione.Ieri la rete di monitoraggio della Città metropolitana di Genova ha infatti registrato altri 13 sforamenti orari di questo gas:3 segnalati dalla centralina all'Acquasola dalle 17 alle 20 (con la media oraria massima di 196 ug/m3

Dalle rilevazioni di tutte le centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa e le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare restano sfavorevoli al ristagno degli inquinanti. Dopo sei giorni consecutivi di sforamenti l'ozono rientra nei limiti. Nessuna centralina della Città metropolitana di Genova, infatti, ha registrato sforamenti per questo gas sino alla mezzanotte scorsa.

La centralina genovese in circonvallazione a monte ieri ha segnalato gli unici sforamenti del gas fra le 2 di notte e le 6 del mattino. Le previsioni meteo restano sfavorevoli al ristagno degli inquinanti. Cielo coperto e l'ozono finalmente si riduce.

Ieri le centraline della Città metropolitana di Genova hanno segnalato 27 “superi” orari del gas. Il centro operativo metropolitano invita a limitare le esposizioni all'aria aperta per bambini, anziani e persone con problemi respiratori. Sotto il gran sole di ieri l'ozono ha continuato a superare il limite dei 180 microgrammi per metro cubo (soglia di informazione per la popolazione) in tutta la città.

 26 i “superi” orari di ieri registrati dalle centraline della Città metropolitana di Genova, il cui centro operativo invita a limitare le esposizioni all’aria aperta per anziani, bambini e persone con problemi respiratori.Il caldo è tanto, come l’ozono di nuovo oltre i limiti in tutta Genova.

Con 21 sforamenti orari registrati ieri dalle centraline della Città metropolitana di Genova, il cui centro operativo invita a limitare le esposizioni all’aria aperta per anziani, bambini e persone con problemi respiratori.Ozono sempre alto, con 21 superamenti orari registrati ieri dalle centraline della Città metropolitana di Genova all’Acquasola, a Quarto, in corso Firenze e sulle alture di Pegli oltre il limite dei 180 microgrammi per metro cubo (la soglia d’informazione alla cittadinanza).Sei gli sforamenti dell’ozono sulle alture di Pegli dove la centralina della Città metropolitana li

Sulla provinciale 52 che sale al santuario del Monte Figogna il 29 agosto dalle 7 alle 20  sosta vietata fra i km. 7,080 e 7,810 sul lato a valle e su tre tratti (fra i km. 7,200 e 7,260 - 7,340 e 7,550 - 7,590 e 7,810) del lato a monte.

Ieri le centraline della Città metropolitana di Genova hanno registrato 24 “superi” orari, 4 fra le 23 e mezzanotte. Il centro operativo metropolitano invita a limitare le esposizioni all'aria aperta per bambini, anziani e persone con problemi respiratori. Nel caldo torrido di questa fine d'agosto l'ozono continua a superare il limite dei 180 microgrammi per metro cubo (soglia di informazione per la popolazione) e lo fa anche di notte.

Dopo verifiche e analisi dei tecnici della Città metropolitana sulle murature il sindaco Doria ne ha decretato l'inagibilità fino al ripristino delle condizioni di sicurezza. In corso i lavori per allestire nuove aule in via Bellucci.Lesioni alle strutture portanti del piano terra e su alcune zone del solaio in calcestruzzo armato fra il piano terra e quello superiore. Le hanno riscontrate, durante le verifiche agli edifici scolastici, i tecnici della Città Metropolitana di Genova nella palazzina di corso Dogali 4 che ospitava il liceo scientifico annesso al Convitto Colombo.

Ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili nella norma dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova, ma le previsioni dell'Aeronautica Militare sono favorevoli al ristagno degli inquinanti.Cielo azzurro e ozono nei limiti, come il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili da tutte le rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Cambia però il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare che ritornano favorevoli al ristagno d

Come gli altri inquinanti controllati dalla rete di monitoraggio della Città metropolitana di Genova, tutti nella norma sino alla mezzanotte scorsa.Dati positivi per l'ozono da tutte le rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Bassi  anche i valori del monossido di carbonio, del biossido d'azoto, del diossido di zolfo e delle polveri sottili in tutta la rete metropolitana di monitoraggio e per l'aria sono buone anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare ancora sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.

L'ozono e gli altri inquinanti controllati dalla rete di monitoraggio della Città metropolitana di Genova sono rimasti bassi sino alla mezzanotte scorsa.Tempo ancora incerto, ma almeno finora l'aria è pulita, con dati bassi per l'ozono da tutte le rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Ampiamente nei limiti anche i valori del monossido di carbonio, del biossido d'azoto, del diossido di zolfo e delle polveri sottili in tutta la rete metropolitana di monitoraggio.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora

Dal 22 agosto al 25 novembre prossimi per lavori eseguiti dall’impresa MI-RA srl per conto di COCIV, il consorzio incaricato della realizzazione del Terzo Valico ferroviario. Possibili su un tratto anche brevi chiusure della circolazione.Transito a senso unico alternato con semafori sempre in funzione dal 22 agosto al 25 novembre prossimi fra i km. 3,841 e 4,626 della provinciale 6 di Isoverde, nel Comune di Campomorone.

Dati positivi dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa, con previsioni meteo dell'Aeronautica Militare sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.Clima incerto fra nuvole e sole e aria più pulita, con l'ozono che resta basso in tutte le rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Ampiamente nei limiti anche i valori del monossido di carbonio, del biossido d'azoto, del diossido di zolfo e delle polveri sottili in tutta la rete metropolitana di monitoraggio.Buone per l'aria anche le previsioni meteo dell'A

Dopo tre giorni consecutivi di sforamenti i dati per questo gas ritornano bassi in tutte le postazioni di monitoraggio della Città metropolitana di GenovaCielo grigio, ma almeno nell'aria l'ozono è finalmente calato, dopo 66 sforamenti orari in tre giorni (19 sabato, 34 domenica e 13 lunedì).Sono infatti tutti ampiamente nei limiti i valori di questo gas rilevati sino alla mezzanotte scorsa dalle centraline della Città metropolitana di Genova , con dati bassi anche per il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Il servizio meteo dell'Aeronautica

Ieri 13 i “superi” di questo gas rilevati dalle centraline della Città metropolitana di Genova all'Acquasola, in corso Firenze e sulle alture di Pegli. Le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare tornano però sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.Dai 34 di domenica ai 13 di Ferragosto. L'ozono resta alto, ma si riduce il numero degli sforamenti dei 180 microgrammi per metro cubo (la soglia di informazione per la popolazione).

Bassi i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati dalle centraline della Città metropolitana di Genova, con previsioni meteo però che tornano favorevoli al ristagno dello smog.Di nuovo sotto le nuvole, ma l'aria finora è pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio hanno registrato valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Cambia però il segno delle previsioni meteo

In corso le operazioni di sgombero delle carreggiate sulle provinciali 227 di Portofino, 77 di Boasi, 67 del Monte Fasce, 31 di San Martino di Noceto e 82 di Sant’Alberto. Continuano purtroppo a piovere alberi sulla rete viaria della Città metropolitana di Genova con interventi senza soste delle squadre e dei mezzi operativi dell’Ente e delle imprese esterne, in queste ore soprattutto a levante.Altre piante sradicate dalle bufere di vento si sono infatti abbattute sulla provinciale 227 di Portofino, sulla 77 di Boasi, sulla 31 di San Martino di Noceto (Rapallo), sulla 67 del Monte Fasce e n

L’unico tratto al momento chiuso è sulla provinciale 225 della Fontanabuona a San Colombano Certenoli, dove poco fa si sono abbattute altre piante. Squadre e mezzi della Città metropolitana e di imprese esterne continuano le operazioni di sgombero su tutto il territorio.Mezzi in azione con strade riaperte dopo la devastante tromba d’aria che ha colpito il levante intorno alle 13.30 sradicando e abbattendo sulle strade metropolitane molti alberi.Si transita di nuovo sulle provinciali 333 di Uscio, 19 di Lumarzo, 22 di Tribogna, 82 di Sant’Alberto.

Squadre e mezzi della Città metropolitana stanno iniziando,  fra molte difficoltà, gli interventi per liberare le carreggiate. Chiuse le provinciali 225,  333 di Uscio e le strade collaterali, chiusa anche la 14 di Davagna e la 82 di Sant’Alberto. Riaperta invece la provinciale 456 del Turchino.Un muro d’acqua su Genova e una violentissima tromba d’aria tra Uscio e Recco verso il mare e nell’interno verso la Fontanabuona e anche l’alta Val Bisagno.

Dati molto bassi per gli inquinanti da tutte le centraline della Città Metropolitana di Genova.Oggi sotto l'allerta meteo non è certamente la prima preoccupazione per Genova e il territorio, ma almeno l'aria è rimasta pulita, con dati molto bassi per gli inquinanti registrati da tutte le centraline della Città metropolitana sino alla mezzanotte scorsa.Il maltempo è arrivato e le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare sono perciò nettamente sfavorevoli al ristagno dello smog.

Per il controllo della situazione sulla rete delle strade metropolitane. Verifiche e prevenzione predisposte dai tecnici anche per gli edifici delle scuole superiori. Aperto tutta la notte per l'allerta meteo rossa il centro operativo viabilità della Città metropolitana di Genova, pronto a far entrare in azione in caso di necessità squadre e mezzi dell'ente sulla rete delle strade metropolitane.

Il programma della Città metropolitana di Genova approfondisce con immagini e interviste i contenuti e i significati della grande banca digitale online su eccidi e massacri nazifascisti contro civili e partigiani disarmati in Italia fra l'8 settembre 1943 e la Liberazione. Subito dopo l’8 settembre 1943 le forze che si misuravano – diceva il comandante partigiano Canevari - erano una sigla, Cln, contro un esercito.

Completati i cordoli con nuovi guard-rail e un muro sotto la carreggiata in cemento armato fra i km. 0,200 e 0,300, dove le alluvioni di fine 2014 avevano provocato il cedimento della parte a a valle della strada. 

Terminate le opere di consolidamento della provinciale 79 delle Colle a Rossiglione, con due cordoli, lunghi entrambi venti metri, nuove barriere guard-rail e un muro di sostegno in cemento armato lungo dieci metri e alto due sotto la strada, il transito ritorna a piena carreggiata e senza più  limiti di peso fra i km. 0,200 e 0,300.

Bassi i valori dell’ ozono, del monossido di carbonio, del biossido d’azoto, del diossido di zolfo e delle polveri sottili misurati dalle centraline dell’Ente sino alla mezzanotte scorsa. Il cielo è tornato sereno e i valori degli inquinanti dell'aria sono bassi come le temperature.

Fra la Direzione Territoriale del Ministero del Lavoro e le Consigliere di Parità della Regione e della Città metropolitana per rafforzare l'azione antidiscriminatoria in tutti i tipi di lavoro e la tutela della maternità e paternità.Piena intesa per prevenire e contrastare insieme le discriminazioni di genere e lo sfruttamento in tutti i tipi di lavoro, compresi quelli atipici e per tutelare la maternità e paternità anche dalle cosiddette “dimissioni in bianco”.

La seduta è stata convocata dal sindaco metropolitano Marco Doria alle 14.30 nel salone consiliare di Palazzo Doria Spinola.Riunione del Consiglio metropolitano di Genova, domani mercoledì 12 ottobre, convocata dal sindaco Marco Doria alle 14.30 nel salone di Palazzo Doria Spinola in largo Eros Lanfranco.

Tutte basse le concentrazioni di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili rilevate sino alla mezzanotte scorsa dalle centraline della Città metropolitana di Genova.Termometri in discesa come i valori degli inquinanti dell'aria.

Fondazione Labò ha avviato una discussione pubblica per coinvolgere società, università e mondo imprenditoriale nel processo fondativo del nuovo ente di area vasta, che ha fra i suoi compiti la promozione dello sviluppo economico.  Le Città metropolitane, istituite sulla carta nel 2015 dalla legge Del Rio, per nascere concretamente non possono fare affidamento sulle sole forze della politica: hanno bisogno di un grande contributo di idee e di energie dal mondo reale, dalle forze vive della società che nei territori metropolitani vive e produce: impresa, università, mondo del lavoro.

Il programma della Città metropolitana di Genova racconta con immagini e interviste la nuova vita del Sociale che il 30 settembre scorso, a 140 anni esatti dalla fondazione, ha festeggiato la fine dei restauri e il calendario della prima stagione.Il pavimento ligneo della platea sopraelevato rispetto alla soletta, creando tra i due piani una “cassa armonica” per esaltare l'acustica della sala, sostenuta anche dalla speciale curvatura della parete di fondo e dalla nuova copertura - sotto quella antica in legno, integralmente conservata, ma separata dal teatro - che riprende anche i tondi con

Tutti bassi i valori dell'ozono e delle altre sostanze controllate dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Scendono i termometri e i valori degli inquinanti dell'aria. Sono tutti bassi, infatti, i dati sull'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili rilevati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa. Positive per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, nuovamente sfavorevoli al ristagno dello smog.

Organizzato dall'associazione Sport Favale 07, autorizzato dalla Città metropolitana per il percorso e con chiusura al transito stabilita dalla Prefettura lungo il tragitto si svolgerà sui primi 3,250 km. della Sp 32 dalle 10 alle 12 e dalle 13 alle 18.Start numero cinque, domenica prossima 9 ottobre, per lo Slalom automobilistico Chiavari-Leivi.

La centralina della Città metropolitana sulle alture del quartiere ponentino ha segnalato ieri fra le 18 e le 19 un superamento del limite dei 180 microgrammi per metro cubo. Se il calendario da settimane è entrato nell'autunno, il clima sino a ieri è rimasto quello dell'estate e infatti nell'aria genovese rispunta l'ozono.

I valori dell'ozono e delle altre sostanze controllate dalle centraline della Città metropolitana di Genova sono rimasti bassi sino alla mezzanotte scorsa.Restano bassi i valori degli inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato concentrazioni ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Positive per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog .

Bassi sino alla mezzanotte scorsa i valori degli inquinanti rilevati dalle cabine di monitoraggio della Città metropolitana di Genova e le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare sono sfavorevoli al ristagno dello smog.Aria più pulita, dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Buone per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello sm

Il programma della Città metropolitana racconta l'affascinante mostra curata e allestita dall'Archivio di Stato di Genova che per la prima volta dopo 500 anni espone insieme i due manoscritti più antichi degli Annali di Caffaro e la Cronaca di Iacopo da Varagine.Il suo cuore è davvero straordinario: gli Annali del Caffaro, di cui per la prima volta dopo 500 anni sono esposti insieme i due manoscritti più antichi conosciuti e la Cronaca di Iacopo da Varagine, ma nell'affascinante mostra allestita dall'Archivio di Stato di Genova “Tesori d'archivio” sono davvero tanti i documenti preziosi, un

La centralina in circonvallazione a monte della Città metropolitana di Genova ha segnalato ieri pomeriggio altri due sforamenti del gas oltre i 180 microgrammi per metro cubo.L'ozono resta alto anche a fine settembre.

Ieri le centraline della Città metropolitana di Genova in corso Firenze e sulle alture di Pegli hanno segnalato 5 nuovi superamenti orari del gas oltre il limite dei 180 microgrammi per metro cubo. Nel clima di nuovo estivo, anche se l'autunno sul calendario è cominciato da una settimana, l'ozono si riaffaccia fuori stagione e ieri, come domenica, ha superato il limite dei 180 microgrammi per metro cubo (soglia di informazione per la popolazione).

Dalle 21 alle 5 nelle notti fra il 26 e il 27, fra il 27 e il 28 e fra il 28 e il 29 settembre dal km. 4,150 al km. 4,600  della provinciale, nel Comune di Campomorone, per lavori di allacciamento Terzo Valico.Chiuso al transito per tre notti un tratto della provinciale 6 di Isorverde, fra i km.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa, con previsioni meteo dell'Aeronautica Militare però favorevoli al ristagno dello smog.Aria pulita, dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Cambia però il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare che ritornano favorevoli al ristagno dello smog e il conseguente invito del centro operati

A tratti saltuari con semafori o movieri nei feriali da domani al 30 novembre prossimo per la posa di cavidotti Enel e tubazioni dell'acquedotto nel Comune di Ronco Scrivia.Lavori e senso unico alternato nei feriali da domani al 30 novembre prossimo sulla provinciale 7 della Castagnola. Il provvedimento è stato istituito dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell'impresa Rinaldi s.a.s. di Cerreto Langhe per la posa di cavidotti dell'Enel e di tubazioni dell'acquedotto nel Comune di Ronco Scrivia.

50 all'ora nei tratti extraurbani del Comune di Busalla e 40 all'ora sui tratti della provinciale esterni all'abitato nei Comuni di Crocefieschi e Vobbia. Il provvedimento della Città metropolitana di Genova in vigore dal 26 settembre.Sulla provinciale 9 di Crocefieschi la Città metropolitana di Genova istituisce un doppio limite di velocità dal prossimo 26 settembre: 50 chilometri all’ora sui tratti extraurbani interni al Comune di Busalla (fra i km.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa, con previsioni meteo dell'Aeronautica Militare sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.Restano bassi i valori degli inquinanti dell'aria rilevati dalle centraline della Città metropolitana di Genova.

Il consigliere delegato della Città metropolitana di Genova fa il punto sulla situazione della succursale del liceo chiavarese, in locazione, dove questa mattina dalle verifiche dei tecnici sono emersi problemi alle strutture del controsoffitto nell'atrio.Il solaio è integro, ma non così il controsoffitto che riveste l'atrio della succursale in corso Millo del liceo chiavarese Marconi – Delpino.

Tutti inferiori ai limiti i valori degli inquinanti misurati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa e le previsioni dell'Aeronautica Militare sono sfavorevoli al ristagno dello smog.Concentrazioni ancora basse per gli inquinanti dell'aria dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova.

Il consigliere delegato della Città metropolitana di Genova fa il punto sulla situazione e gli obiettivi dell'azienda del trasporto pubblico locale sul territorio.Viaggiare sui bus Atp non costerà di più. Lo chiarisce il consigliere delegato della Città metropolitana di Genova Nino Oliveri che dice “non sono allo studio dell'azienda manovre correttive dell'attuale sistema tariffario. Per la Città metropolitana l'obiettivo strategico non è aumentare le tariffe, ma rendere più efficiente il servizio del trasporto pubblico locale.

Le 12 aule necessarie sono state allestite dalla Città metropolitana di Genova, trasferendole dalla precedente sede in corso Dogali 4, dichiarata inagibile perché le verifiche dei tecnici dell'Ente avevano evidenziato serie lesioni strutturali all'edificio.Tutte le dodici aule per lo scientifico annesso al Convitto Colombo hanno iniziato il nuovo anno scolastico nel complesso di via Bellucci.

Il fondatore del movimento “Agende Rosse” fratello del magistrato Paolo Borsellino, vittima come Giovanni Falcone delle terribili stragi mafiose del 1992, ha incontrato con il sindaco Marco Doria e i rappresentanti delle istituzioni gli studenti al teatro della Corte e in quello di Ronco.

Con sistemazioni e consolidamenti per 255.000 euro sulle provinciali della Val d'Aveto, Fontanabuona, Crocetta d'Orero e Campora che saranno eseguiti entro fine anno.Dall'alta Val Polcevera alla Fontanabuona e alla Val d'Aveto sono pronti a partire cinque nuovi cantieri sulle strade provinciali, finanziati dalla Città metropolitana di Genova con 255.000 euro e approvati con atto del sindaco metropolitano Marco Doria su proposta del consigliere delegato Nino Oliveri.“Tutti i lavori saranno eseguiti entro la fine di quest'anno – dice Nino Oliveri – e dando immediato corso alla variazione di b

Tutti bassi i valori misurati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.E' fredda, ma pulita l'aria dice il report delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno rilevato dati bassi per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare indicano condizioni "di indifferenza”, ossia senza influssi climatici significativ

L'importo finanzierà nelle stagioni invernali 2016/17 e 2017/18 le attività in appalto che integreranno quelle svolte con personale e mezzi dell'ente sulla rete viaria metropolitana.La Città metropolitana di Genova finanzia con 1,4 milioni complessivi i servizi invernali in appalto dei mezzi spazzaneve e spargisale che sulla rete viaria metropolitana integreranno gli interventi svolti con personale e mezzi interni.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sull'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili rilevati sino alla mezzanotte scorsa.Tra sole e nuvole l'aria è pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che hanno rilevato valori bassi per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Buone per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

Bassi i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili rilevati sino alla mezzanotte scorsa dalle centraline della Città metropolitana di Genova.Un po' di sole fra nuvole e foschia con aria pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno registrato valori bassi per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Per l'aria sono positive anche le previsioni meteo dell'Aeronautica militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.

Domani il fondatore del movimento Agende Rosse e fratello di Paolo Borsellino, vittima come Giovanni Falcone delle stragi mafiose del 1992, sarà all'istituto superiore di Ronco Scrivia per l'evento conclusivo su legalità, giustizia e sicurezza organizzato dalla sezione genovese del movimento Agende Rosse.La giustizia per le vittime della mafia, l'affermazione della legalità ma anche la lotta al bullismo saranno domani, 11 novembre, i temi dell'incontro con studenti e docenti del Primo Levi di Salvatore Borsellino, fondatore del movimento Agende Rosse e fratello del magistrato Paolo Borselli

Ancora bassi i valori degli inquinanti rilevati dalle centraline della Città metropolitana di Genova.Sotto un cielo di nuovo soleggiato l'aria è fredda e pulita, dicono i dati sugli inquinanti delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno registrato valori bassi per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.

Divieto di transito per i veicoli con massa superiore a 3,5 tonnellate, esclusi i mezzi di cantiere e quelli di soccorso ed emergenza.Una cavità sotto la carreggiata della provinciale 30 di Camogli. L'impresa Italscavi che sta lavorando sulle condotte idriche per conto di Mediterranea delle Acque l'ha segnalata ai tecnici della Città metropolitana di Genova che hanno subito disposto per motivi di sicurezza il divieto di transito per i veicoli con massa superiore a 3,5 tonnellate sino al completo ripristino del corpo stradale, affidato alla stessa impresa incaricata degli interventi alla ret

Tutti ridotti i valori degli inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Tornano le nuvole, ma non cambia la situazione dell'aria, sempre fredda e con bassi valori degli inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova.

Molto bassi i valori degli inquinanti controllati dalle centraline dell'Ente sino alla mezzanotte scorsa.Cielo azzurro e temperature basse come gli inquinanti dell'aria controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova. Tutta la rete di monitoraggio dell'ente sino alla mezzanotte scorsa ha misurato infatti valori molto ridotti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili .Buone per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

Bassi i livelli di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati dalle centraline della Città metropolitana di Genova, con previsioni meteo ancora sfavorevoli allo smog.Dopo i temporali ritorna il sole e l'aria, più fredda, è pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno registrato valori bassi per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Buone per l’aria anche le previsioni meteo dell’Aeronautica militare, sempre sfavorevo

Le centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa hanno registrato dati bassi per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili, con previsioni meteo dell'Aeronautica Militare sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.Il cielo torna grigio di nuvole, ma l'aria finora resta pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova, con valori bassi sino alla mezzanotte scorsa per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Positive per l'aria an

Mille studenti al Teatro della Corte all'incontro organizzato dal movimento Agende Rosse con il suo fondatore, fratello di Paolo Borsellino, il sindaco di Genova e della Città metropolitana Marco Doria, il procuratore generale Valeria Fazio, esponenti della Prefettura, Polizia e Carabinieri.Quando Giuseppe Carbone, presidente genovese del movimento Agende Rosse, annuncia il suo nome, si scatena l'applauso lunghissimo e caldo dei mille studenti in sala e Salvatore Borsellino risponde alzando fra la braccia l'Agenda Rossa con la fotografia di suo fratello Paolo, vittima con la scorta della te

Domani al Teatro della Corte dalle 9.30 l'evento organizzato dal movimento delle 'Agende Rosse, con il patrocinio della Città metropolitana e del Comune di Genova.Legalità, sicurezza e giustizia al centro dell'incontro-conferenza di domani, 28 ottobre, dalle 9.30 al Teatro della Corte di Genova di mille studenti delle scuole superiori con Salvatore Borsellino, fondatore del movimento Agende Rosse e fratello del magistrato Paolo Borsellino che fu vittima, come l'amico e collega Giovanni Falcone, delle terribili stragi mafiose del 1992.

Sgombero neve, segnaletica, sfalcio, illuminazione e sgombero frane passano dall'ente con sempre meno risorse e personale allo Stato, in attesa che questo diventi proprietario di queste strade.  Il consiglio metropolitano di Genova ha approvato ieri una convenzione fra Città metropolitana di Genova, Province di Savona, Imperia e La Spezia, Regione Liguria ed Anas per affidare alla stessa Anas, insieme alle tre Province liguri, la cura di quelle strade ex statali finora gestite dalle ex Province ma che saranno presto riclassificate, ovvero passeranno sotto la competenza appunto di Anas.

Partirà a Chiavari il 23 novembre il processo di partecipazione che porterà ad approvare il documento di pianificazione fondamentale del nuovo ente: lì sarà scritta la sua azione strategica nei prossimi 5-10 anni. Il sindaco: "Coinvolgeremo Fondazione Labò". Buscaglia e Repetto chiedono un piano di comunicazione.

Molto bassi i valori degli inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Clima grigio e piovoso, ma almeno il maltempo mantiene pulita l'aria. Sono infatti rimasti bassi tutti i valori dell'ozono, del monossido di carbonio, del biossido d'azoto, del diossido di zolfo e delle polveri sottili rilevati sino alla mezzanotte scorsa dalle centraline della Città metropolitana di Genova.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre nettamente sfavorevoli al ristagno dello smog.

La seduta è convocata alle 16: si parlerà anche di servizi per il lavoro e Piano strategico metropolitano.

Libri in scatola, plastici, video rap, disegni e attività negli orti raccontano la creatività delle scuole primarie di Staglieno, Prà, Masone e Davagna nella mostra curata dalla Città metropolitana che si presenta giovedì 27 al circolo dell'Autorità Portuale.

Bassi tutti i valori degli inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Clima davvero autunnale, ma almeno sotto le nuvole cariche di pioggia l'aria resta pulita. Sono rimasti bassi, infatti, tutti i valori dell'ozono, del monossido di carbonio, del biossido d'azoto, del diossido di zolfo e delle polveri sottili registrati sino alla mezzanotte scorsa dalle centraline della Città metropolitana di Genova.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.

Su sollecitazione dell'Ente l'azienda del trasporto pubblico locale ha rivisto l'orario in vigore e dal 30 ottobre ripristinerà in media il 50% delle corse festive tagliate nel Golfo Paradiso, in alcune vallate dell'entroterra e tra Genova, Recco e Rapallo.I bus Atp faranno più corse festive, a partire da domenica 30 ottobre, nel Golfo Paradiso, in Valle Scrivia, Val Trebbia e alcune altre zone dell'entroterra e sulle linee tra Genova, Recco e Rapallo.

Storia, preziosi arredi e volumi dagli anni parigini della Duchessa di Galliera nelle sale, appena aperte dopo i restauri a Palazzo Rosso. Li racconta con molte immagini e l'intervista al direttore Piero Boccardo il programma della Città metropolitana di Genova.Un angolo di Parigi a Genova, nell'elegantissima e cinquecentesca Strada Nuova, ora via Garibaldi. All'ultimo piano di Palazzo Rosso, infatti, il Museo civico ha aperto altri affascinanti spazi espositivi appena restaurati con il contributo della Compagnia di San Paolo.

Dati ampiamente nei limiti in tutta la rete di monitoraggio della Città metropolitana di Genova.Ancora nuvole, ma finora poco smog. Sono positivi infatti i dati positivi l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili registrati da tutte le centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Per l'aria restano buone anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.

Sugli scioperi selvaggi il sindaco metropolitano dice “gravissimo e inaccettabile che siano calpestate in questo modo leggi di civiltà fatte per tutelare il diritto di sciopero, ma anche quello dei cittadini ai servizi essenziali”.Dopo il concordato preventivo e gli anni dei pesanti sforzi per far sopravvivere Atp “ora il nodo fondamentale è assicurare il futuro all'azienda” ha detto il sindaco metropolitano Marco Doria facendo insieme al consigliere delegato ai trasporti Nino Oliveri il punto sulla situazione al terzo giorno di agitazioni selvagge dei dipendenti Atp.

Alle 11.30 di oggi, nella sala bouvettina di Palazzo Tursi. Con Marco Doria parteciperà Nino Oliveri, consigliere delegato ai trasporti della Città metropolitana di Genova.Il punto sulla situazione Atp e la posizione della Città metropolitana di Genova. Il sindaco metropolitano Marco Doria li esporrà in una conferenza stampa convocata oggi, 15 dicembre, alle 11.30 nella sala bouvettina di Palazzo Tursi alla quale parteciperà anche Nino Oliveri, consigliere delegato ai trasporti della Città metropolitana.

L'ente sottolinea  in una nota che da parte dei sindacati "è stata rifiutata la piena disponibilità delle istituzioni e dell'azienda a sottoscrivere un accordo ragionevole e positivo su Atp".Dopo la rottura in tarda serata da parte delle organizzazioni sindacali delle trattative su Atp al tavolo convocato dal Prefetto di Genova con Città metropolitana e l’azienda la Città metropolitana di Genova ha diffuso la nota seguente:“E’ stata rifiutata la piena disponibilità delle istituzioni e dell’azienda a sottoscrivere un accordo ragionevole e positivo ed è assolutamente inaccettabile che i citta

Dati positivi per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili da tutte le rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova.Sotto il sole finora l'aria resta pulita.

Doppia azione per salvare l'entroterra dall'abbandono: Città metropolitana costruisce il Piano strategico (oggi a Torriglia terzo incontro partecipativo), mentre Regione Liguria approva la strategia 'Aree Interne' per l'area prototipale Antola-Tigullio. 

Dati positivi sull'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Aria pulita, dice il report delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato concentrazioni basse per ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili nel capoluogo e sul territorio.Cambia, però, il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare tornate favorevoli al ristagno

Resilienza, messa in sicurezza del territorio, difficoltà delle imprese che continuano a soffrire per la crisi, lotta all'abbandono dell'entroterra, trasporto pubblico locale e viabilità nell'incontro con le valli Fontanabuona, Aveto, Sturla e Graveglia.Sala piena anche a Calvari di San Colombano con tante idee e proposte dai tavoli di lavoro sulle valli Fontanabuona, Aveto, Graveglia e Sturla al secondo incontro, dopo quello all'Economica di Chiavari per il Tigullio, per la presentazione e il confronto sul piano strategico della Città metropolitana di Genova.

Le centraline dell'Ente hanno misurato valori molto bassi per gli inquinanti sino alla mezzanotte scorsa. Cielo terso e aria pulita. Le centraline della Città metropolitana di Genova hanno infatti registrato valori molto bassi per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa. Restano buone per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.

Tutti bassi i valori rilevati dalle centraline della Città metropolitana di Genova e il meteo dell'Aeronautica Militare resta sfavorevole al ristagno dello smog. Si diradano le nuvole e l'aria resta pulita dice il report sugli inquinanti delle centraline della Città metropolitana di Genova. Sino alla mezzanotte scorsa, infatti, tutte le postazione della rete, nel capoluogo e sul territorio, hanno misurato valori ridotti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.

Valori ridotti per tutti gli inquinanti monitorati dalle centraline della Città metropolitana di Genova.Cielo coperto e dati bassi come le temperature per gli inquinanti dell'aria. Le centraline della Città metropolitana di Genova, infatti, sino alla mezzanotte scorsa e per tutto il fine settimana hanno misurato valori molto ridotti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavrevoli al ristagno dello smog.

La mostra sulla mobilitazione militarista dell'infanzia e l'esaltazione del culto bellico dal 1911 al 1945 sarà allestita a Genova nelle iniziative per il Giorno della Memoria 2017. Lunedì la presentazione agli insegnanti per i laboratori didattici.La retorica roboante e l'esaltazione feticistica della guerra inculcate a scuola e nel tempo libero, per condizionare con l'immaginario bellico anche pensieri e desideri quotidiani dei bambini e delle bambine italiani dal 1911 al 1945, tra guerre coloniali di Libia ed Etiopia e i due conflitti mondiali.

Tutte ridotte le concentrazioni rilevate sino alla mezzanotte scorsa dalle centraline della Città metropolitana di Genova.Tante nuvole, ma finora poco smog. Sono tutti bassi, infatti, i valori dell'ozono, del monossido di carbonio, del biossido d'azoto, del diossido di zolfo e delle polveri sottili misurati sino alla mezzanotte scorsa dalle centraline della Città metropolitana di Genova.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.

Dopo la rimozione dell'autobus di linea incendiato e gli interventi di ripristino sulla carreggiata al km. 0,100 della strada metropolitana.Circolazione di nuovo regolare sulla SP62 “Franco Rolandi”, riaperta dopo la rimozione dell'autobus di linea ATP incendiato e il completamento degli interventi di ripristino sulla carreggiata, al km. 0,100 (nel Comune di Davagna) della strada della Città metropolitana di Genova.

Lungo i primi 100 della strada, per la rimozione in sicurezza dell'autobus che si incendiato ieri pomeriggio, le verifiche sui danni provocati dal calore sulla pavimentazione e il suo ripristino.Primi cento metri temporaneamente chiusi, con percorsi alternativi segnalati in zona, sulla SP62 Franco Rolandi dove ieri ha preso fuoco un bus ATP del trasporto pubblico locale. Per domare l'incendio i Vigili del Fuoco hanno dovuto lavorare sino al tardo pomeriggio, quando ormai il buio impediva di agire in sicurezza per la rimozione del mezzo dalla carreggiata.

Valori molto ridotti per gli inquinanti dal report delle centraline di monitoraggio dell'Ente sino alla mezzanotte scorsa.Bassi come le temperature i livelli degli inquinanti dell'aria dice il report delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno registrato valori ridotti di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili. Positive per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

Alla sala Expo di Calvari, alle 14.30 l'appuntamento su linee e proposte per la costruzione partecipata del piano.

Per la Città metropolitana è la dimensione ottimale, condivisa e definita con delibera del Consiglio, per affidare i servizi del trasporto pubblico locale.

La dimora neogotica del conte Figoli ad Arenzano restaurata anche grazie a Città metropolitana: ospiterà uno spin off dedicato all'hotellerie di bordo dell'istituto di formazione sulle professioni del mare, in partnership con Costa Crociere e Gnv.  Villa Figoli de Geneys ad Arenzano, splendido edificio circondato da un meraviglioso parco all’inglese, gioiello di architettura neogotica e neorinascimentale progettato nel 1872 dall’archistar dell’epoca Luigi Rovelli per il conte Figoli, ricco industriale e senatore, è oggi tornata allo splendore originale dopo anni di abbandono (era stata a lu

Con il sindaco Doria e la vicesindaco Ghio molti amministratori locali, cittadini e rappresentanti del mondo economico, produttivo, sociale, sindacale e associazioni per la prima tappa di elaborazione condivisa del piano strategico metropolitano.Primo incontro nel Tigullio, alla Società Economica di Chiavari, sulle linee e le proposte per il piano strategico della Città metropolitana di Genova, lo strumento più importante per definire con la partecipazione dei Comuni, delle comunità locali, di chi vive, studia e lavora sul territorio gli obiettivi di sviluppo, integrazione e coesione di tut

Già intervenute in entrambi i casi squadre e mezzi della Città metropolitana di Genova con il coordinamento del suo centro operativo viabilità, costantemente aperto per tutta l'allerta e sino alle 15 di oggi.Tre cedimenti a valle sulla SP73 del Faiallo (ai km. 2,4 – 4,1 – 5,1 ) e alcuni massi caduti dal versante sulla SP52 della Madonna della Guardia all'altezza della località San Bernardo.

Per il controllo costante delle situazioni sulla rete delle strade metropolitane. Verifiche e prevenzione predisposte dai tecnici anche per gli edifici delle scuole superiori.  Già aperto e lo sarà costantemente fino a venerdì mattina, in previsione dell’allerta meteo rossa appena emanata per 24 ore dalle 6 di domattina, il centro operativo viabilità della Città metropolitana di Genova, pronto a far entrare in azione in caso di necessità squadre e mezzi dell’ente sulla rete delle strade metropolitane.

Il prestigioso riconoscimento è stato consegnato alla grande protagonista della nonviolenza, dei diritti, della difesa di tutte le libertà e dell'impegno contro ogni discriminazione nella sala consiliare della Città metropolitana di Genova.Una vincitrice eccezionale per un riconoscimento al femminile di assoluto prestigio. Emma Bonino ha ricevuto nella sala consiliare della Città metropolitana di Genova il Premio Ipazia, dedicato alla filosofa, matematica e scienziata di Alessandria d'Egitto vittima agli inizi del V secolo d.C. della barbarie dell'integralismo religioso e culturale.

La modifica al regolamento Cosap, presentata dal consigliere delegato Nino Oliveri, sarà votata venerdì dal Consiglio Metropolitano. Riguarda le aree lungo le strade metropolitane e si applica anche agli interventi per i danni della tromba d'aria del 14 ottobre.iAzzerati dalla Città metropolitana di Genova gli oneri di occupazione suolo pubblico lungo la rete stradale dell'ente per cittadini e imprese che devono intervenire con urgenza riparando i danni provocati alle loro proprietà dalle calamità naturali.

Tutti bassi i dati giornalieri sugli inquinanti misurati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Il maltempo, con piogge intense anche questa mattina, tiene almeno pulita l’aria. Il report delle centraline della Città metropolitana di Genova segnala infatti valori bassi per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Le previsioni meteo dell’Aeronautica Militare restano nettamente sfavorevoli al ristagno dello smog.

Sindaci, consiglieri comunali, rappresentanti di enti, istituzioni, associazioni di categoria, sindacati, ordini professionali, università, mondo della ricerca, terzo settore: i portatori di interesse si confronteranno sulle priorità strategiche della Città metropolitana.

Tutti bassi i valori degli inquinanti rilevati sino alla mezzanotte scorsa dalle centraline dell'Ente nel capoluogo e sul territorio.Cielo coperto, ma sotto le nuvole non c'è smog dice il responso delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori bassi per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili nel capoluogo e sul territorio.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova.Termometri in picchiata come gli inquinanti dell'aria, gelida e pulita. Tutte le centraline della Città metropolitana di Genova infatti hanno misurato valori molto bassi di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili nel capoluogo e sul territorio sino alla mezzanotte scorsa.Buone per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

A Villa Serra, nel Comune di Sant'Olcese, alle 14.30 l'appuntamento con enti e cittadini su linee e proposte per la costruzione partecipata dal territorio del piano con gli amministratori e lo staff di pianificazione della Città metropolitana.

Valori bassi sugli inquinanti da tutte le centraline di monitoraggio dell'Ente.I termometri restano bassi come gli inquinanti dell'aria controllati dalla rete di monitoraggio della Città metropolitana di Genova. Tutte le centraline dell'Ente sino alla mezzanotte scorsa, infatti, hanno misurato valori ridotti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili. Positive per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, di nuovo sfavorevoli al ristagno dello smog.

L'arcivescovo di Genova e presidente della Cei l'ha detto questa mattina durante lo scambio di auguri “non rituale, ma consuetudine bella” con amministratori e dipendenti della Città metropolitana.Che il 2017 sia “un buon anno, ossia sereno, anche se non possiamo dire senza difficoltà” è l'auspicio espresso dal cardinale arcivescovo di Genova e presidente della Cei Angelo Bagnasco durante lo scambio di auguri con la Città metropolitana (“una consuetudine bella che senza retorica rappresenta un momento di famiglia”) alla presenza dei consiglieri delegati Gian Luca Buccilli, Alfonso Gioia, Ad

Dati positivi dalle centraline di monitoraggio della Città metropolitana di Genova.Sotto il sole l'aria resta pulita. Lo dice il report delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno registrato valori bassi per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili in tutta la rete, nel capoluogo e sul territorio.Il servizio meteo dell'Aeronautica Militare prevede condizioni atmosferiche "di indifferenza", ossia senza influssi climatici rilevanti rispetto alla situazione degli inquinanti.

Il consigliere delegato della Città metropolitana di Genova, a nome dell'Ente ha espresso il cordoglio per la scomparsa dell'uomo politico, amministratore, imprenditore e grande precursore del turismo gastronomico.E' stato “un uomo straordinario anche per i suoi illuminanti e severi richiami ai valori etici e culturali per una politica intesa sempre come strumento di servizio alla comunità e mai come mero potere.” Così Gian Luca Buccilli, consigliere delegato della Città metropolitana di Genova esprime il cordoglio e ricorda a nome dell'Ente Gianni Carbone, scomparso a 88 anni il 2 gennaio

Dati positivi per gli inquinanti controllati dalle centraline dell'Ente.Sotto il cielo sereno è fredda e pulita l'aria nella Città metropolitana di Genova. Le centraline dell'Ente che controllano gli inquinanti hanno misurato valori molto bassi per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa. Buone per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

Alle 10 del 4 gennaio nel salone del Consiglio a Palazzo Doria Spinola l'incontro con il cardinale arcivescovo di Genova per lo scambio di saluti e auguri con gli amministratori e i dipendenti dell’Ente.Gli auguri per il 2017 appena iniziato.Mercoledì 4 gennaio alle 10 il cardinale arcivescovo di Genova monsignor Angelo Bagnasco li scambierà con gli amministratori e i dipendenti della Città metropolitana nel salone consiliare di Palazzo Doria Spinola (largo Eros Lanfranco 1).

Dati positivi nel giorno di Capodanno sugli inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova.Primo giorno dell'anno nuovo con l'aria pulita. Sono infatti tutti bassi i valori degli inquinanti misurati a Genova e sul territorio dalle centraline della Città metropolitana sino alla mezzanotte scorsa.Buone per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, tornate sfavorevoli al ristagno dello smog.

Dopo le forti nevicate di inizio settimana i mezzi operativi della Città metropolitana di Genova hanno sgomberato la carreggiata, liberandola anche da cumuli di neve alti un metro e mezzo, gonfiati dalle bufere del vento.E’ ritornato il sole dopo il maltempo che nei primi giorni della settimana ha portato  molta neve nelle vallate interne e, cessate le bufere di vento che non garantivano la sicurezza degli interventi operativi, gli spazzaneve della Città metropolitana di Genova sono entrati in azione sulla SP73 del Faiallo, dove sono caduti oltre cinquanta centimetri di neve, gonfiati in mo

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.

Sì del Consiglio metropolitano di Genova dopo un lungo dibattito. La Città metropolitana parteciperà con oltre 1,5 milioni all'aumento di capitale da 3 milioni per rafforzare l'azienda con nuovi investimenti. Via libera dalla Città metropolitana di Genova alla ricapitalizzazione di Atp, mantenendo l'attuale assetto a maggioranza pubblica della società e sulla base di un piano industriale che garantisca investimenti, efficienza del servizio ed equilibri economici.

Il concorso, promosso dalle associazioni culturali Voltar Pagina e La Chascona, è per racconti a tema libero, ma ha una menzione speciale per le opere che descrivano una villa antica, come quelle del Ponente genovese.

Livelli molto ridotti dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Termometri in picchiata come i valori degli inquinanti dell'aria. Le centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa hanno infatti registrato dati molto bassi per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Positive almeno per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare che restano nettamente sfavorevoli al ristagno dello smog.

Nevicate anche questa mattina nelle vallate Stura, Orba e dai mille metri di quota in Val d'Aveto.

Il documento è stato poi firmato da Città metropolitana, Regione, azienda e sindacati davanti al prefetto Fiamma Spena. Dopo oltre nove ore di confronto nella sede della Città metropolitana di Genova è stato raggiunto l'accordo per Atp con le organizzazioni sindacali.

In Val d'Aveto chiusa la SP72 di Alpepiana da Vicosoprano al passo, e la SP75 del Penna dal km 10 al km 15.Neve e molto freddo anche in Val d'Aveto e nelle altre valli del Levante con interventi degli spazzaneve della Città metropolitana di Genova alle quote più alte.In particolare sono in corso sgomberi sui passi del Tomarlo, del Bocco e della Forcella, con spargisale in azione nelle stesse zone.Per le nevicate e per le caratteristiche strutturali dei tracciati, ripidi e tortuosi, che rendono difficile far operare in sicurezza spazzaneve e spargisale, sono stati chiuse la SP72 di Alpepiana

Sgomberi in corso in Valle Stura, alta Val Polcevera, nelle zone più elevate ed esposte della Val Trebbia. Mezzi pronti a intervenire anche in Val d'Aveto, ovunque spargisale in azione e centro operativo metropolitano aperto.Le vallate s'imbiancano e nell'entroterra sono in azione spazzaneve e spargisale della Città metropolitana di Genova.

Consegnati al prefetto dopo il lungo confronto, proseguito per tutta la giornata in Prefettura, con le organizzazioni sindacali del trasporto pubblico.Nelle mani del prefetto Fiamma Spena gli impegni che la Città metropolitana di Genova, la Regione Liguria e l’azienda sono disposte ad assumere su Atp, come ampiamente ribadito oggi.

Nel programma della Città metropolitana le immagini del nuovo stabilimento in costruzione a Cornigliano per l'assemblaggio finale delle grandi turbine a gas di ultima generazione che Ansaldo Energia produrrà a Genova dal prossimo anno.Maxiturbine a gas di ultima generazione dal prossimo anno saranno prodotte da Ansaldo Energia che ne ha acquisito le tecnologie da Alstom e le imbarcherà a Genova per tutte le destinazioni internazionali.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Cielo grigio e piovoso, ma aria pulita. Lo dicono i dati sugli inquinanti rilevati sino alla mezzanotte scorsa dalle centraline della Città metropolitana, con valori ampiamente nei limiti per il monossido di carbonio, l'ozono, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

Dati positivi sugli inquinanti dalle centraline della Città metropolitana di Genova.Cielo coperto, ma aria pulita dice il responso delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno rilevato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

Nell'incontro di domani pomeriggio alle 17 nella sala consiliare di Palazzo Doria Spinola, organizzato dalla Comunità Ebraica con la Città metropolitana di GenovaIl 2 novembre 1943 le SS sfondarono la porta della sinagoga di via Bertora e obbligarono il custode Bino Polacco, catturato con la moglie e i bambini Carlo e Roberto, a consegnare i registri anagrafici della Comunità ebraica e a chiamare al telefono tutti i capifamiglia per farli arrivare in sinagoga, dove li attendevano i nazisti. Non tutti ci andarono, ma furono comunque in molti ad essere presi e poi deportati nei lager di sterm

Dati positivi sugli inquinanti dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova.Dura poco il sereno, ma almeno l'aria resta pulita. Lo dicono i dati sugli inquinanti delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il biossido d'azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Buone, almeno per l'aria, anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare tornate sfavorevoli al ristagno dello smog

Nei limiti tutti i valori misurati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Il cielo finalmente torna sereno e aria resta pulita dicono i dati rilevati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa, con valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili. Il servizio meteo dell'Aeronautica Militare prevede condizioni "di indifferenza" ossia senza influssi climatici significativi rispetto alla situazione degli inquinanti.

Era stata chiusa sabato sotto l'allerta meteo per la galaverna e rischi di caduta piante.

A Palazzo Doria Spinola l'evento conclusivo alle 14.30 con il sindaco Doria e la vicesindaco Ghio del percorso partecipato sul primo piano strategico dell'Ente. Dalle 10 alle 12 (Urp salita S.

Dati molto bassi sugli inquinanti dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Le forti piogge hanno mantenuto pulita l'aria. Tutti i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova sugli inquinanti sono infatti rimasti molto bassi sino alla mezzanotte scorsa.Positive per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre nettamente sfavorevoli al ristagno dello smog.

Mercoledì 8 febbraio alle 10, alla sala Sivori di salita Santa Caterina nella Giornata del deportato. L'incontro con gli studenti è organizzato da Aned, Ilsrec, Comunità Ebraica con la partecipazione della Città metropolitana di Genova.“Ho visto gli incendi – scriveva un bambino ebreo di Terezin – e troppo presto sono diventato grande" e anche per Gilberto Salmoni l'infanzia finì di colpo. “Sono diventato grande già a dieci anni – racconta il presidente di Aned Genova – con le leggi razziali del 1938.

Annunciato dalla consigliera delegata Cristina Lodi, farà consulenza amministrativa, intermediazione coi gestori di punti di accoglienza e formazione.  Cristina Lodi, consigliera metropolitana con delega ai migranti, ha annunciato oggi un'importante novità alla platea di sindaci metropolitani riunita in Città metropolitana per l'assemblea dell'Ato Acqua: sarà presto creato nell'ente di area vasta un ufficio di supporto ai comuni in tema di migranti, che si occuperà di fare consulenza amministrativa per tutto ciò che riguarda le norme sull'accoglienza, di svolgere un ruolo di intermediazione

Al km. 23 della provinciale del Brugneto dove dal versante si sono abbattuti sulla carreggiata oltre 1.500 metri cubi di terra, pietre e alberi. Nessuna località è isolata.Una massa enorme di terra, pietre e alberi sradicati di oltre 1.500 metri cubi. E' la frana che dal versante a monte si è abbattuta questa mattina sulla carreggiata della SP15 del Brugneto al km. 23 nel Comune di Rondanina.

Al Museo della Comunità Ebraica di Genova, con inaugurazione il 5 febbraio alle 11, il viaggio nella nazionalizzazione e militarizzazione dell'infanzia nella prima metà del '900 e la declinazione dei moniti del passato anche nei drammi del presente.Dai bambini italiani militarizzati e messi in divisa dalla retorica e dalla propaganda bellica del fascismo a quelli di Aleppo che in questi anni hanno conosciuto solo la guerra, nella tragica e devastante emergenza umanitaria del conflitto in Siria.

La strada era stata chiusa venerdì alle 18 per la galaverna su tutto il percorso e forti rischi di caduta piante.

Sino al 31 marzo prossimo per lo scavo e la posa di condotte idriche fra i km. 2,650 e 3,700 della strada.Transito a senso unico alternato con semafori sino al 31 marzo prossimo fra i km. 2,650 e 3,700 della SP26bis di Valmogliana, nei Comuni di Mezzanego e Borzonasca. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell'impresa Italscavi srl per lavori di scavo e posa di condotte idriche.I semafori all'altezza del cantiere saranno sempre in funzione sino al 31 marzo.

Bassi i valori degli inquinanti misurati dalla rete di monitoraggio della Città metropolitana di Genova, con previsioni dell'Aeronautica Militare sfavorevoli al ristagno dello smog.Tante nuvole, ma poco smog. Lo dicono le centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno registrato valori ridotti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili nel capoluogo e sul territorio.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.

Mercoledì 8 febbraio alle 14.30 nel salone consiliare della Città metropolitana a Palazzo Doria Spinola con amministratori locali, istituzioni, rappresentanti del mondo economico e produttivo, associazioni e categorie. Appuntamento a Genova, dopo sei incontri nelle diverse aree del territorio, per l'evento conclusivo del confronto e raccolta di idee e proposte sulla  costruzione partecipata del primo piano strategico della Città metropolitana.

Dati positivi da tutte le centraline dell'ente che controllano gli inquinantiSempre piuttosto fredda, ma l'aria è pulita. Lo dice il report delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori bassi per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Buone per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

Il sindaco metropolitano ha partecipato alla commemorazione dei ventinove ebrei rinchiusi nel campo di concentramento della Fontanabuona e poi deportati e sterminati ad Auschwitz.

Le priorità del territorio di Arenzano, Cogoleto e Valli del Sol emerse nel quinto incontro di partecipazione sul Piano strategico metropolitano.  Qual è il futuro del Ponente metropolitano, il mare di Arenzano e Cogoleto e la montagna delle cosiddette Valli del Sol (Stura, Orba e Leira) che comprendono i comuni di Mele, Masone, Campo Ligure, Rossiglione e Tiglieto? Questi due ambienti, pur essendo diversi, sono strettamente connessi per geografia, storia e popolazione.

Il sesto e penultimo incontro di partecipazione sul Piano strategico metropolitano si terrà alle 14.30 nella Sala del consiglio del Comune.  Penultimo appuntamento martedì 24 a Recco per il percorso di partecipazione del Piano strategico metropolitano (Psm), organizzato in 7 tappe di cui l'ultima sarà il full meeting a Genova l'1 febbraio.

Il sindaco metropolitano ha inviato una nota ai 15 sindaci dei Comuni coinvolti nel progetto che prevede 40 milioni per scuole, strade, rischio idrogeologico e servizi per l'inclusione nei Comuni. Sta per essere finanziato dal Cipe il progetto della Città metropolitana di Genova con interventi per 40 milioni di euro per le scuole superiori, le strade metropolitane, il rischio idrogeologico e scuole e servizi per l'inclusione nei Comuni.

Alle 10.30 a Ponte di Coreglia la commemorazione con il sindaco metropolitano dei ventinove ebrei rinchiusi nel campo di concentramento della Fontanabuona e poi deportati e sterminati ad Auschwitz. La più piccola di loro era Nella Attias, catturata con tutta la famiglia.Vittima degli orrori della Shoah a sei anni. Nella Attias fu uccisa nelle camere a gas lo stesso giorno del suo arrivo nel lager di sterminio di Auschwitz, il 6 febbraio 1944.

Per far fronte a temperature minime tre volte inferiori alle medie dello stesso periodo del 2016 la Città metropolitana continua a mantenere sempre in funzione gli impianti termici.

Sotto le bufere dalle 4 di questa notte squadre e mezzi operativi della Città metropolitana di Genova in azione sulla viabilità dell'ente per liberare le carreggiate da tronchi e piante. Rimossi anche i detriti di una piccola costruzione privata crollata sulla SP 586.Bufere di vento con raffiche violentissime hanno sradicato e abbattuto moltissime piante e alberi sulle strade della Città metropolitana di Genova in tutta la Val d'Aveto e nelle zone vicine.

Il fumo dell'emergenza incendi sulle alture di Genova oggi ha provocato anche la chiusura della succursale del classico in piazza Bonavino. All'alberghiero camoglino termosifoni accesi, ma per intervenire sul guasto servono temperature meno rigide.Il fuoco e il freddo.  A Pegli il fumo della grave emergenza incendi sulle alture di Genova questa mattina ha obbligato anche alla chiusura della succursale del liceo classico Mazzini in piazza Bonavino, dove i ragazzi non hanno fatto lezione.

Pressione e volume insufficiente del gas, per la forte richiesta in tutta la rete, avevano mandato in blocco le caldaie.

Ciclo dell'acqua e dei rifiuti, interventi per le strade, dissesto idrogeologico, trasporto pubblico locale, ma anche valorizzazione delle ville storiche e dei sentieri nell'incontro sul primo piano strategico della Città metropolitana con le Valli Polcevera e Scrivia.  Costruire insieme ai Comuni e alle comunità locali le linee di sviluppo, integrazione e coesione di tutta l'area vasta metropolitana “con uno strumento dinamico e il più possibile su misura del territorio” ha detto Valentina Ghio.La vicesindaca metropolitana ha presentato così a Villa Serra di Sant'Olcese alle Valli Polcever

L'ente ha disposto l'anticipo dell'accensione degli impianti termici in tutti gli edifici scolastici di sua competenza. In corso intanto gli interventi al Marco Polo di Camogli e prevista in tempi brevi la sostituzione degli infissi al Nicoloso da Recco.Temperature di nuovo in calo la prossima settimana e sulla base delle previsioni meteo la Città metropolitana di Genova ha anticipato l'accensione delle caldaie nelle scuole disponendo che in tutte le superiori del territorio gli impianti termici funzionino a pieno regime dalla serata di domenica 15 gennaio.

Nuovi controsoffitti tecnologici in sette istituti superiori, rinforzi strutturali, rifacimento di pavimenti, avvisatori acustici per la prevenzione incendi e primo lotto di lavori per la palazzina in corso Dogali dello scientifico annesso al Convitto.Saranno 10.700 metri quadrati, più di un ettaro, di controsoffitti tecnologici ad alta resistenza, che la Città metropolitana installerà in sette scuole superiori a Genova e Chiavari.

Lunedì alle 18 la presentazione del lavoro del geologo Giorgio Grassano con Renato Rubiera e Marcella Noli.

Con semafori dalle 5.30 di lunedì 13 marzo alle 20.30 del 14 aprile a tratti e chiusura notturna della circolazione, sempre a tratti, dal 20 marzo al 14 aprile dal lunedì al venerdì. Il 9 aprile per il Giro dell'Appennino la strada sarà comunque libera dai cantieri.Limiti di transito, con semafori e chiusure notturne a tratti saltuari, sulla SP7 della Castagnola da lunedì prossimo, 13 marzo, al 14 aprile.

Approvata la delibera che adotta lo schema del documento di previsione triennale dell'Ente. Nel bilancio ancora le incertezze sui tagli nazionali, ma ci sono gli investimenti per scuole e strade dal bando periferie.Pareggia per il 2017 a 161.200.849 euro, che con il completamento delle riorganizzazioni e dei trasferimenti di competenze e funzioni stabilite dalla legge Del Rio per Province e Città metropolitane scenderanno a 131.411.568 nel 2018 e 134.149.568 nel 2019.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova, ma le previsioni dell'Aeronautica Militare restano favorevoli al ristagno dello smog.Temperature e clima quasi estivi, con dati finora positivi sugli inquinanti dell'aria dalle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa nel capoluogo e sul territorio hanno misurato valori nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare restano però favorevoli al ristagno dello smog e il conse

Con incontri educativi e conviviali a Villa Sauli Podestà dove gli studenti dell'alberghiero si confrontano, fra informazioni, cultura e provocazioni, sui gravi rischi dello sballo e insegnano ai coetanei cocktail analcolici o a bassa gradazione.Lo sballo alcolico fra i giovani “è purtroppo molto diffuso ed estremamente pericoloso per la loro salute, ma sarebbe ipocrita – dice Maurizio Sentieri, antropologo e docente del Bergese - ignorare che anche le bevande alcoliche facciano parte delle culture della convivialità e delle tradizioni alimentari del Mediterraneo.

Tutti gli inquinanti nei limiti dalle rilevazioni della rete di monitoraggio della Città metropolitana di Genova, ma le previsioni dell'Aeronautica Militare tornano favorevoli al ristagno dello smog.Clima di primavera con valori finora bassi per gli inquinanti dell'aria dicono le rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa nel capoluogo e sul territorio hanno misurato valori nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Cambia però il segno delle previsioni meteo dell'Aero

Sino al 9 aprile prossimo fra i km. 32 e 33 della provinciale della Val d'Aveto per interventi di risistemazione del ponte e della sua spalla destra, erosa dal torrente Libbieto.Consolidamento con una scogliera di massi della spalla destra, con cartelle di cemento armato dei due prospetti del ponte, a monte e a valle, della volta con getti di calcestruzzo, rifacimento delle barriere laterali di protezione e dell'asfalto.

Valori degli inquinanti ampiamente nei limiti in tutte le rilevazioni della rete di monitoraggio dell'Ente sino alla mezzanotte scorsa.Cielo sereno e aria ancora pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che nel capoluogo e sul territorio hanno misurato valori ampiamente nei limiti per gli inquinanti sino alla mezzanotte scorsa.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova e dalle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare.Clima incerto, ma aria pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa e per tutto il fine settimana hanno misurato dati ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Buone per l'aria anche le previsioni del servizio meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.

Negli 800 milioni deliberati oggi dal Comitato interministeriale per la programmazione economica anche i fondi per scuole superiori, strade provinciali e servizi nei Comuni del progetto della Città metropolitana. 40 milioni di euro per le scuole superiori, le strade metropolitane, interventi nei Comuni sul rischio idrogeologico, scuole e servizi per l’inclusione.
Li ha finanziati oggi il CIPE nel progetto presentato per il bando nazionale periferie dalla Città metropolitana di Genova.

Viaggio per immagini nel nuovo Mercato del Riuso aperto nella città delle due baie.Se ogni materia diventa risorsa, riutilizzabile, ogni città può essere inesauribile miniera urbana.

Al km. 102 della provinciale, all'altezza del viadotto autostradale Gorsexio, dove saranno possibili per esigenze di cantiere sospensioni della circolazione al massimo di 5 minuti nei giorni feriali sino al 30 giugno prossimo.Per lavori alla base del viadotto autostradale Gorsexio sulla A26 saranno possibili, sino al 30 giugno prossimo, brevi sospensioni della circolazione – ciascuna per non più di cinque minuti – sulla sottostante SP456 del Turchino.

Ampiamente nei limiti i valori degli inquinanti misurati dalle postazioni di monitoraggio della Città metropolitana di Genova, con previsioni meteo dell'Aeronautica Militare sfavorevoli al ristagno dello smog.Tra nuvole e sole l'aria è pulita. Lo dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che nel capoluogo e sul territorio hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.

Bassi i valori misurati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.  Nuvole e pioggia, ma l'aria è pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova.

“Siamo riusciti a dare una sistemazione definitiva alla questione depuratori nella Città metropolitana” ha detto Marco Doria. La delibera presentata da Enrico Pignone conferma la scelta di Ramaia a Sestri Levante e del Lido a Chiavari.Via libera definitivo dalla Città metropolitana di Genova ai due depuratori per il Tigullio Orientale, con richiesta di tempi rapidi per le progettazioni di Ireti, gestore del ciclo idrico.

 Alla sala Sivori il presidente di Aned Genova ha dialogato con gli studenti delle scuole superiori su ciò che accadde negli orrori del nazifascismo durante l'incontro organizzato con la Città metropolitana da Aned, Ilsrec e Comunità Ebraica.Nel 1938, quando aveva dieci anni, la sua infanzia finì di colpo, obbligato a diventare troppo presto grande dalle leggi razziali fasciste contro gli ebrei che lo costrinsero a cambiare scuola, a non poter più andare in classe con gli stessi compagni.

La delibera sarà all'ordine del giorno della seduta convocata dal sindaco Marco Doria per venerdì 24 febbraio alle 14 nel salone consiliare dell'ente a Palazzo Doria Spinola.La scelta di realizzare due impianti di vallata per il sistema di depurazione nel comprensorio del Tigullio, rispettivamente a Ramaia nel Comune di Sestri Levante e al Lido nel Comune di Chiavari al voto del Consiglio metropolitano di Genova dopo il parere favorevole della Conferenza dei sindaci lo scorso 3 febbraio.La delibera è infatti fra le pratiche del Consiglio metropolitano di Genova convocato dal sindaco Marco D

Dati ampiamente nei limiti dalle centraline della Città metropolitana di Genova, ma le previsioni meteo sono favorevoli al ristagnoTornano le nuvole, ma finora non lo smog. Le centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa hanno infatti registrato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.

Al km. 28,5 della provinciale della Fontanabuona in corso la realizzazione dell'intervento sotto il versante.Sarà lungo 36 metri con struttura in cemento armato e pannelli con pietre a vista. E' il nuovo muro in costruzione sotto il versante al chilometro 28,5 della SP225 nel Comune di Lumarzo. In questo tratto tre anni fa le alluvioni avevano provocato una grossa frana di terra e fango e l'immediata riapertura della strada era avvenuta con sistemazioni provvisorie, quelle che consentivano i pesantissimi tagli al bilancio dell'ex Provincia.

Rimossi dalla carreggiata 1.500 metri cubi di terra e rocce e bonificato il versante da pietre e massi  in bilico con uno speciale escavatore da parete il transito riaprirà alle 17 di oggi a senso unico alternato.Rispettati i tempi previsti dalla Città metropolitana di Genova nel sopralluogo con i sindaci di Rondanina e Montebruno dei giorni scorsi, per la riapertura della SP15 entro la settimana.La strada infatti tornerà transitabile dalle 17 di oggi, a senso unico alternato, dopo la chiusura al km.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Tornano le nuvole, ma finora non lo smog.

Bassi i valori degli inquinanti misurati dalle postazioni della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Cielo sereno e aria finora pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno registrato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili nel capoluogo e sul territorio.Cambia però il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, tornate favorevoli al ristagno dello smog e il conseguente invito del centro operativo metro

Martedì 14 febbraio alle 17 nel salone consiliare della Città metropolitana di Genova. Partecipano Gilberto Salmoni e Valeria Fascetti.Sfiniti dalle fatiche del durissimo lavoro coatto, dal poco sonno, dallo scarso e pessimo cibo che non placava i morsi della fame, consumati dagli stenti.

Sgomberi della neve in Valle Stura e alta Polcevera, spargisale in tutta la Valle Scrivia con nuovi interventi antigelo nella tarda serata e nella notte su tutte le tre vallate. Chiuso il Faiallo.Scendono le temperature e nell’entroterra ritorna la neve, soprattutto a ponente, dove sono entrati in azione gli spazzaneve della Città metropolitana di Genova.In particolare gli sgomberi della neve riguardano tutte le strade dell’ente in Valle Stura, dove il manto ha raggiunto i venti centimetri, e l'alta Val Polcevera dove sono caduti più di dieci centimetri di neve.

L'8 febbraio si è concluso a Palazzo Doria Spinola il ciclo di incontri sul territorio per la costruzione del primo piano strategico metropolitano. Nel video di Tabloid anche la visione dell'Università, di Confindustria e della Camera di Commercio.

Il 22 e 23 aprile organizzato dal centro di formazione New Life Resuscitation con Croce Rossa di Vignole Borbera, Vigili del Fuoco di Alessandria, il supporto del Parco Antola e Cai e i patrocini di Regione, Città metropolitana, GITIC, enti e associazioni.Come agire nelle situazioni di emergenza in montagna per soccorrere una persona infortunata, come intervenire nella rianimazione cardiopolmonare, nell'impiego di un defibrillatore, nelle manovre di primo soccorso?

Ponti ricostruiti con luce più ampia, alveo allargato di dieci metri e con fondo abbassato, nuovi argini, vasche di sedimentazione a monte e alla foce. Il racconto per immagini degli interventi realizzati e in corso per il torrente di Sestri Ponente. Opere già realizzate e tante aree di cantiere dalla zona sotto il viadotto A10 alla foce del Chiaravagna per ridurre i rischi del torrente che insieme al Cantarena e al Molinassi ha messo in ginocchio Sestri Ponente, nella devastante e tragica alluvione del 4 ottobre 2010, in cui perse la vita l'operaio delle cave Paolo Marchini.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Ritornano le nuvole, ma finora non lo smog. Sono infatti rimasti tutti nei limiti i valori dell'ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili rilevati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Positive per l'aria le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare che restano sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.

Sino al 21 aprile fra i km. 28,400 e 28,600 senso unico alternato con semafori con possibili brevi sospensioni della circolazione per le esigenze del cantiere. Strada comunque libera il 9 aprile per il Giro dell'Appennino.Un altro intervento per la sicurezza stradale vicino al nuovo muro sotto il versante della SP225 a Lumarzo: la costruzione sul lato a monte della carreggiata di un cordolo in cemento armato con guard-rail, in corrispondenza dell'imbocco di una tombinatura che incanala le acque piovane.

Gli inquinanti restano nei limiti nelle misurazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova.Nessuno sforamento per gli inquinanti dell'aria dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova nel capoluogo e sul territorio sino alla mezzanotte scorsa.

Dalle misurazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Torna il sole e l'aria finora resta pulita. Lo dicono i dati, delle centraline della Città metropolitana che sino alla mezzanotte scorsa (e in tutto il fine settimana) hanno registrato valori nei limiti per gli inquinanti.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog .

Con semafori o movieri su due tratti per il ripristino della pavimentazione stradale.Transito a senso unico alternato, regolato da semafori o movieri, sino alle 18 di oggi su due brevi tratti, nel territorio di Avegno, della SP333. Il provvedimento è stato istituito dalla Città metropolitana di Genova per ripristinare con nuove asfaltature la pavimentazione stradale.  

Sul documento di previsione triennale e sul consuntivo 2016 il sì definitivo del Consiglio metropolitano.

Alle 15 si riunirà a Palazzo Doria Spinola la Conferenza metropolitana per esprimere il parere obbligatorio sul documento di previsione triennale che sarà poi votato in via definitiva dal Consiglio metropolitano nella seduta convocata alle 17.Giornata di bilancio per la Città metropolitana di Genova.

La gara podistica, autorizzata dalla Città metropolitana, si correrà il 26 Marzo dalle 9.30 alle 12, organizzata dall’associazione Marina Sporting - Porto turistico 60 con un anello al 90% sterrato nei Comuni di Lavagna, Cogorno e Sestri Levante.Un anello di oltre venti chilometri (20,66) su sentieri sterrati per il 90% del percorso che si snoda fra Lavagna, Cogorno e Sestri Levante.

Ampiamente nei limiti i valori degli inquinanti misurati dalle postazioni di monitoraggio della Città metropolitana di Genova, con previsioni meteo dell'Aeronautica Militare sfavorevoli al ristagno dello smog.Sotto un cielo molto grigio l'aria è però pulita.

Venerdì 24 marzo alle 16.45 a Villa Sauli Podestà secondo appuntamento con il progetto sul bere misurato e responsabile, con drink analcolici e a bassa gradazione preparati dalle quinte dell'alberghiero Bergese per i coetanei di altre scuole.Secondo appuntamento - venerdì 24 marzo alle 16.45 a Villa Sauli Podestà - con Drinkare e non Trinkare, il progetto dell'istituto Bergese sul bere consapevole e senza eccessi che affronta tutti gli aspetti, alimentari, culturali, sociali e le gravi conseguenze e la pericolosità per la salute degli abusi alcolici, in un ciclo di incontri nella storica vi

Domani alle 10 alla sala Sivori la proiezione per gli studenti delle superiori con la collaborazione della Città metropolitana di Genova del film diretto da Alessandro Diaco e prodotto da ghettUPtv.Una scuola con adolescenti e adulti, per lo più migranti, che seguono il corso per la licenza media aspirando, superato questo traguardo, a prospettive di lavoro e di formazione superiore. E' lo scenario del film C.T.P.

Le postazioni della Città metropolitana di Genova hanno misurato valori nei limiti per tutti gli inquinanti monitorati sino alla mezzanotte scorsa.Si riaffacciano le nuvole, ma finora non lo smog. Sono infatti rimasti tutti nei limiti i valori registrati dalle centraline della Città metropolitana di Genova nel capoluogo e sul territorio per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Buone, almeno per l'aria, le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ritornate sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.

Lavori in corso e progetti della Città metropolitana per riparare e migliorare alcuni tratti stradali nelle valli dell'entroterra orientale.Mezzanego, Rezzoaglio, Santo Stefano. Lungo la SP586, arteria di collegamento verso la costa delle Valli Aveto e Sturla, la Città metropolitana di Genova è impegnata in lavori di ripristino e miglioramento stradale con due cantieri aperti e un intervento urgente di cui i tecnici stanno valutando e mettendo a punto le soluzioni progettuali.

Una nota del consigliere delegato Nino Oliveri richiama l'azienda al “tassativo obbligo” di non avviare alcuna variazione del servizio “senza l'autorizzazione preventiva della Città metropolitana”. Per i bus Atp nessun taglio di corse e chilometri deciso unilateralmente dall'azienda.

Dalle misurazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa. Dal meteo dell'Aeronautica Militare però ancora condizioni favorevoli al ristagno dello smog.Ancora sole e dati “tranquilli” per gli inquinanti dell'aria.

Il 17 marzo, anniversario della proclamazione dell'Unità d'Italia a Torino nel 1861, è la Giornata dell'Unità Nazionale, della Costituzione, dell'Inno e della Bandiera che a Genova sarà celebrata alla tomba del grande patriota risorgimentale.L'Unità d'Italia celebrata commemorando anche una delle più grandi personalità del Risorgimento che la propugnò per tutta la vita, in nome dell'indipendenza e della formazione di uno Stato e di una coscienza nazionale unitaria: Giuseppe Mazzini, rigoroso e appassionato ispiratore degli ideali repubblicani.Venerdì prossimo, 17 marzo, 156^ anniversario de

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa. Il meteo dell'Aeronautica Militare prevede però condizioni favorevoli al ristagno dello smog.Cielo quasi sereno e situazione degli inquinanti finora tranquilla.

Tutti nei limiti i valori degli inquinanti misurati dalle postazioni di monitoraggio della Città metropolitana di Genova.Cielo un po' meno limpido, ma con aria ancora pulita. Lo dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che nel capoluogo e sul territorio hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa e per tutto il fine settimana.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Sotto un sole già quasi estivo salgono le temperature, ma finora non i valori dello smog .

Sui primi 400 metri della strada di Cogoleto con chiusura dalle 21 nelle tre sere del 22-23-24 maggio e riapertura del transito alle 5 del mattino.Sarà chiuso per tre notti la prossima settimana il tratto iniziale della SP78 di Lerca nel Comune di Cogoleto.

Tutti nei limiti i valori degli inquinanti sino alla mezzanotte scorsa.Sotto il sole l'aria resta pulita. Lo dicono i dati sugli inquinanti delle centraline della Città metropolitana di Genova, tutti ampiamente nei limiti sino alla mezzanotte scorsa nel capoluogo e sul territorio.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.

Domenica 14 maggio, con partenza a Busalla sulla SP35 dei Giovi e percorso che tocca anche i territori di Mignanego e Ronco Scrivia prima di tornare a Busalla.Domenica in sella sulle “ruote grosse” con la Gran Fondo Appennino delle mountain bike.

Sono rimasti nei limiti i valori misurati dalle postazioni di monitoraggio della Città metropolitana di Genova, con previsioni dell'Aeronautica Militare sfavorevoli allo smog.Fra nuvole e sole, ma l'aria finora resta pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova nel capoluogo e sul territorio, con valori tutti nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili fino alla mezzanotte scorsa.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.

Il provvedimento viabilistico è già in vigore su un tratto di 50 metri per lavori di adeguamento della strada. E' prorogato fino al 31 luglio il senso unico alternato a vista attualmente in vigore tra il km 4,950 e il km 5 della S.P. n 6 di Isoverde, in comune di Campomorone, per eseguire lavori di adeguamento della strada tra Circonvallazione Isoverde e Cava Castellaro, nell'ambito delle opere eseguite da Cociv per la costruzione della tratta ferroviaria ad alta velocità/alta capacità del Terzo Valico dei Giovi.

Approvato dalla Conferenza dei sindaci e dal Consiglio metropolitano il documento, costruito sulla partecipazione degli enti e delle comunità locali, sulle linee concrete per lo sviluppo, l'integrazione e la coesione dell'area metropolitana di Genova, articolata in nove zone omogenee.

Uno strumento fondamentale per gli obiettivi di sviluppo, integrazione e coesione dell'area metropolitana di Genova, con la partecipazione dei Comuni, dei cittadini e dei territori.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa. Cielo plumbeo, ma sotto le nuvole l'aria è pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che nel capoluogo e sul territorio hanno rilevato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili fino alla mezzanotte scorsa.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.

Dalle 21 alle 24 di lunedì 8 maggio sotto l'archivolto fra i km. 61,500 e 61,510 della strada. Transito sempre consentito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Per il ripristino della pavimentazione stradale con nuove asfaltature sotto l'archivolto di Borgonovo a Mezzanego lunedì 8 maggio sarà chiuso per tre ore di notte (dalle 21 alle 24) un tratto di dieci metri della SP586, fra i km. 61,500 e 61,510. L'intervento sarà realizzato dall'impresa P.A.T.O.

Tutti ampiamente nei limiti i valori rilevati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Aria finora pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa nel capoluogo e sul territorio hanno misurato valori ampiamente nei limiti per gli inquinanti.Buone per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.

Nel programma della Città metropolitana le immagini delle fasi di lavorazione, assemblaggio e posa sui fondali della nuova opera per il depuratore della Darsena inaugurata dal sindaco metropolitano Doria con il consigliere delegato Pignone e l'amministratore delegato di Iren, Bianco.Dalla Darsena del Porto Antico al mare aperto, si snoda per quasi tre chilometri la nuova condotta sottomarina che trasferisce al largo le acque depurate.L'importante opera infrastrutturale, realizzata con un investimento di oltre 20 milioni, interamente finanziati con risorse tariffarie, è collegata al depurato

Dal 2 al 31 maggio prossimi per il ripristino di cunette e tombinature fra i km. 8,100 e 8,150 della provinciale della Fontanabuona.Senso unico alternato con semafori nei feriali dal 2 al 31 maggio prossimi sulla SP225 della Fontanabuona, fra i km. 8,10 e 8,150, nel Comune di San Colombano Certenoli. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova per eseguire interventi di ripristino alle cunette e tombinature stradali.I semafori all'altezza del cantiere saranno in funzione dal lunedì al venerdì nell'orario 8-17.30 per tutto il periodo indicato.

Valori degli inquinanti nei limiti in tutti i dati delle postazioni di monitoraggio della Città metropolitana di Genova e previsioni dell'Aeronautica Militare ancora sfavorevoli al ristagno dello smog. Sotto il cielo coperto di nuvole l'aria resta pulita.

Il 28 aprile e il 5 maggio tornano nella Villa Sauli Podestà di Pra' gli appuntamenti del progetto dell'istituto alberghiero dedicati al bere consapevole e senza eccessi fra attività didattiche e proposte culturali innovative.Nuovi incontri fra riflessioni, emozioni, cultura e assaggi enogastronomici alla Villa Sauli Podestà di Pra' con l'istituto Bergese nel progetto dell'alberghiero sul bere consapevole Drinkare e non Trinkare e in collaborazione con Parole a Sorsi e Morsi.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Cielo grigio di nuvole, ma aria finora pulita segnalano le centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili nel capoluogo e sul territorio.Buone almeno per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, tornate sfavorevoli al ristagno dello smog.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Tempo incerto fra nuvole e sole con inquinanti dell'aria finora tutti nei limiti, anche se l'ozono comincia a salire, segnalano le centraline della Città metropolitana di Genova che ieri hanno registrato la concentrazione media oraria massima più alta per questo gas a Quarto con 171 microgrammi per metro cubo (la soglia di attenzione per questo gas è di 180).Più bassi i livelli di ozono misurati dalle altre postazioni della rete metropolitana nel capoluogo e sul territorio: 156 ug/m3 sulle alt

Con il parere della Conferenza dei sindaci e il voto definitivo del Consiglio metropolitano. Genova è fra le prime Città metropolitane in Italia ad avere approvato il piano strategico che prevede anche l'articolazione del territorio in nove zone omogenee.

Realizzata con 23 milioni completa l’adeguamento del sistema di depurazione dell’area urbana genovese. Inaugurata dal sindaco metropolitano Doria, con l'amministratore delegato di Iren Bianco e il consigliere delegato metropolitano Pignone è collegata al depuratore della Darsena e servirà 220.000 abitanti equivalenti tra Sampierdarena e Carignano.Completata con un anno e mezzo di anticipo sui tempi previsti la nuova condotta sottomarina per il depuratore della Darsena.

I valori rilevati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa sono rimasti tutti ampiamente nei limitiAria ancora fredda e pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa nel capoluogo e sul territorio hanno misurato valori ampiamente nei limiti per gli inquinanti.Positive per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.

Domani alle 9.30 l'inaugurazione degli spazi in via di Creto 66 alla presenza del sindaco metropolitano Marco Doria con il consigliere delegato Alfonso Gioia, del dirigente scolastico Marzio Angiolani, dei rappresentanti dell'Istituto Diocesano e della Fondazione Piaggio.Nuove aule e nuove tecnologie per le attività didattiche dell'agrario Marsano in crescita di iscritti dal recupero e adeguamento dell'ex “casetta delle api” in alta Val Bisagno dove in passato l'istituto teneva le arnie e le attrezzature per lavorare il miele.La piccola succursale in via di Creto 66 è stata messa a disposiz

Tutti ampiamente nei limiti i valori rilevati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Cielo sereno e aria ancora pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa nel capoluogo e sul territorio hanno misurato valori ampiamente nei limiti per gli inquinanti.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.

Venerdì 21 aprile sul primo piano strategico dell'Ente esprimerà il parere la Conferenza dei sindaci e poi il Consiglio metropolitano voterà sull'approvazione definitiva del documento.E' stato elaborato con la partecipazione attiva dei Comuni, dei cittadini e dei territori.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Cielo sereno sotto le raffiche di vento e aria finora pulita. Sono infatti rimasti tutti nei limiti i valori dell'ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili rilevati sino alla mezzanotte scorsa dalle centraline della Città metropolitana di Genova nel capoluogo e sul territorio.Per l'aria restano positive anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.

Alle 11 nella Sala Blu dell'Acquario di Genova per la presentazione della nuova opera con il sindaco metropolitano Marco Doria, l'amministratore delegato di Iren Massimiliano Bianco, il consigliere delegato all'ambiente della Città metropolitana Enrico Pignone.Pronta la nuova condotta sottomarina per il depuratore della Darsena.La Città Metropolitana di Genova e il Gruppo Iren invitano i media venerdì 21 aprile alle 11 nella Sala Blu dell'Acquario di Genova (Nave Italia) per la cerimonia di inaugurazione della nuova opera che attraversa anche la diga foranea per trasferire al largo le acque

Nei limiti tutti i valori misurati dalle postazioni di monitoraggio della Città metropolitana di Genova, con previsioni dell'Aeronautica Militare sfavorevoli allo smog.Aria finora pulita, dice il responso delle centraline della Città metropolitana di Genova che controllano gli inquinanti nel capoluogo e sul territorio.

Dalle 18 alle 24 di venerdì 16 e di sabato 17 giugno fra gli incroci con via al Campanile e con la strada comunale 49, la corsia di marcia verso valle della provinciale resterà chiusa e la circolazione sarà deviata sulla viabilità comunale.Arriva la Sagra dei ‘Testaieu’ a Cogorno e chiede spazio anche sulla SP34, con modifiche al transito nel fine settimana.Dalle 18 alle 24 di domani, venerdì 16, e con gli stessi orari sabato 17 giugno, infatti sarà chiusa la corsia verso valle della provinciale fra gli incroci con via al Campanile e con la strada comunale 49, con circolazione deviata sulla

Consolidato e rimodellato il versante franato nelle alluvioni la Città metropolitana di Genova sta completando gli interventi per riaprire – fra un mese prevedono i tecnici – il piccolo ma prezioso collegamento fra alta Val Bisagno e Fontanabuona.Verso la riapertura completa, anche sul lato di Lumarzo, della SP82 di Sant'Alberto, piccolo ma prezioso collegamento per molte località e frazioni della zona che sul versante fontanino, a Ferriere, era stata però gravemente danneggiata e resa impraticabile dalle alluvioni degli anni scorsi, come tantissimi altri tratti della viabilità metropolitan

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Dopo cinque giorni di sforamenti l'ozono concede una tregua e si abbassa. Lo dicono i dati per l'aria del capoluogo e del territorio rilevati dalle centraline della Città metropolitana di Genova, tutti nei limiti sino alla mezzanotte scorsa per questo gas e anche per il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Meno buone per l'aria le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, tornate favorevoli al ristagno dello smog.

All'altezza del km. 1 dalle 21 alle 5 del mattino successivo per la demolizione di un edificio. Sempre garantito il transito dei mezzi di soccorso ed emergenza.Otto ore di chiusura nella notte fra martedì 13 e mercoledì 14 giugno su un tratto della SP6 di Isoverde (all'altezza del km.1 nel Comune di Campomorone). Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell'impresa Demolscavi s.a.s.

Il gas ha superato i 180 microgrammi per metro cubo (soglia di informazione alla popolazione) dalle 19 alle 21 sulle alture di Pegli, dalle 20 alle 21 a Propata e dalle 17 alle 18 a Quarto.Ancora alti i livelli di ozono nell'aria genovese e del territorio metropolitano anche se diminuisce il numero dei superamenti orari dei 180 microgrammi per metro cubo (la soglia di informazione alla popolazione per questo gas) scesi a quattro ieri, rispetto ai nove e ai sei dei giorni precedenti.L'ozono nei monitoraggi sino alla mezzanotte scorsa delle centraline della Città metropolitana di Genova ha fa

Con sei superamenti registrati ieri dalla centralina nel levante genovese. Il centro operativo della Città metropolitana rinnova il consiglio di evitare lunghe esposizioni all’aria aperta per anziani, bambini e persone con problemi respiratori.Ozono oltre il limite per il terzo giorno. Il gas ieri ha fatto registrare infatti altri sei sforamenti del limite dei 180 microgrammi per metro cubo (soglia d’informazione alla cittadinanza) dalla centralina della Città metropolitana di Genova a Quarto.

Con 9 sforamenti orari registrati ieri dalla centraline genovesi a Quarto e sulle alture di Pegli.

Anche stop al consumo di suolo e riciclo dei rifiuti fra gli impegni di Città metropolitana di Genova, che aderisce alla Carta per l'Ambiente delle Città metropolitane firmata ieri a Bologna.

Secondino Valente, partigiano Primo nella Brigata Oreste ha ricevuto con altri uomini e donne della Resistenza la pergamena e la scheda dalla banca dati sui partigiani in Liguria nell'incontro Resistenza, Costituzione e Repubblica organizzato dall'Ilsrec a Palazzo Doria Spinola.L'8 settembre 1943 era militare in Toscana, motociclista portaordini e per sottrarsi ai tedeschi che stavano già circondando la sua caserma a Castiglione Fiorentino con altri soldati fuggì attraverso i tetti, in maglietta e calzoncini da ginnastica e con mezzi di fortuna o a piedi riuscì a tornare a casa, a Savignone

Imparare a nuotare sugli scogli di Camogli, passare 55 anni nelle piscine, vincere il Campionato del Mondo di pallanuoto, gestire la più grande piscina della Liguria e spendere 90.000 euro all'anno in acqua (anziché 180.000). Ecco una bella storia d'acqua di GenovaMetropoli. Il Levante genovese e il Golfo Paradiso: 15 km di splendida costa fra Genova e Camogli, una manciata di piccoli comuni che contano poche migliaia di abitanti.

La manifestazione cicloturistica internazionale attraverserà la Valle Stura e la Val Leira sulla SP456 nella mattinata del 11 giugno.Stesso percorso della classicissima di primavera dei professionisti per un'altra Milano – Sanremo, la 47^ Granfondo cicloturistica internazionale che si svolgerà domenica 11 giugno, organizzata dall'Unione cicloturistica Sanremo.

Tutti nei limiti i valori del gas e degli altri inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Il sole è tornato, ma finora non l'ozono. Le centraline della Città metropolitana di Genova infatti hanno misurato valori tutti nei limiti per questo gas e per gli altri inquinanti controllati (monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili) sino alla mezzanotte scorsa.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.

Con il X Memorial Livio Garibotto al mattino per gli Esordienti e il V Trofeo Alberto Massucco nel pomeriggio per i Giovanissimi nella Giornata Azzurra FCI organizzata l'11 giugno dal Gruppo sportivo Levante. Due gare sui pedali domenica 11 giugno, a Casarza Ligure per i ciclisti in erba.

Per lavori di adeguamento della strada metropolitana transito a senso unico alternato con semafori fra i km. 3 e 5 sino al 15 luglio.Senso unico alternato con semafori sulla SP6 di Isoverde, fra i km. 3 e 5 (nel Comune di Campomorone) sino al 15 luglio prossimo. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova per lavori di adeguamento della strada, su richiesta dell'impresa Co.S.Pe.F. srl, esecutrice degli interventi.I semafori all'altezza dei cantieri saranno sempre in funzione sino al 15 luglio.

Città metropolitana regista del primo caso in Liguria e forse in Italia di strumento urbanistico che interessa più comuni. Propata e Montebruno si aggiungono a Fascia, Fontanigorda, Gorreto, Rondanina e Rovegno.

Sei sforamenti (cinque sulle alture di Pegli e uno ai Giovi) registrati ieri dalle centraline della Città metropolitana di Genova che rinnova il consiglio ad evitare lunghe esposizioni all'aria aperta per bambini, anziani e persone con problemi respiratori.Clima da piena estate e ozono ancora sopra i limiti dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova.

In occasione della visita di Papa Francesco al santuario mariano la provinciale che sale al Monte Figogna sarà chiusa al transito dalle 8 alle 16. Chiusura al transito per otto ore domani sulla SP52 della Madonna della Guardia. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta della Questura in occasione della visita di Papa Francesco al santuario mariano.La chiusura sarà in vigore dalle 8 alle 16 da Geo al termine della strada sul Monte Figogna.

Il gruppo Iren, accogliendo l'invito del sindaco metropolitano Marco Doria, ha stanziato 20.000 euro per sostenere il  piccolo e prezioso tesoro montano della biodiversità, uno dei Musei del Verde del Touring Club Italiano che potrà così proseguire le sue attività. Più di quattrocento specie di fiori e piante straordinarie, dalle Alpi alle Blue Mountains australiane alle foreste tropicali, in uno spicchio di biosfera sull’Appennino ligure.

La sentenza di assoluzione del Tribunale di Genova nei confronti degli ingegneri Bellina e Cianelli e dei geometri Garbarino e Delucchi è stata pronunciata alle 16.

Il liceo classico genovese ha portato sul palco le sette orazioni scritte da Cicerone per il processo per corruzione e ruberie contro Verre, propretore della Sicilia, nel percorso sulla legalità con le scuole patrocinato dalla Città metropolitana di Genova.Alla sua avidità non sfuggiva nulla: durante il governo di Verre in Sicilia non c'era vaso d'argento, di Corinto o di Delo, pietra preziosa o perla, oggetto d'oro o d'avorio, statua, quadro o arazzo che "il nostro imputato non avesse ricercato con cura, esaminato con attenzione e poi sottratto nel caso fosse di suo gradimento” scrive Cice

Nessuno sforamento nelle concentrazioni a Genova e sul territorio metropolitano. Dal 1^ luglio la rete di monitoraggio dell’aria è passata dalla Città metropolitana all’Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente.  Clima incerto, ma con aria pulita.

La decima edizione della gara automobilistica organizzata dall'associazione Sport Favale 07 e autorizzata dalla Città metropolitana di Genova si svolgerà il 16/7 dalle 9 alle 18 fra i km. 6,950 e 13 della SP23 con chiusura al transito durante lo slalom.Start numero dieci, domenica 16 luglio, per lo slalom Favale – Castello gara automobilistica organizzata dall’associazione Sport Favale 07, autorizzata dalla Città metropolitana di Genova e con ordinanza della Prefettura per la chiusura del transito lungo il percorso. Lo slalom al volante si svolgerà dalle 9 alle 18 tra i km.

Fra i km. 0,180 e 0,430 dalle 8.30 alle 18. Il provvedimento è stato richiesto alla Città metropolitana di Genova dal COCIV negli adeguamenti della strada per la realizzazione del Terzo Valico.Taglio di alberi e piante lungo la carreggiata con chiusura al transito di un tratto della SP4 dei Piani di Praglia domani, mercoledì 12 luglio, dalle 8.30 alle 18.

Senza sforamenti le concentrazioni a Genova e sul territorio metropolitano.

Martedì 4 luglio, dalle 19 alle 24  il tratto fra i km. 2,8 e 3,4 della provinciale potrà essere percorso solo verso monte, mentre la corsia a valle sarà chiusa, con deviazione sulla viabilità comunale, tranne trasporto pubblico e mezzi di emergenza.Serata dedicata a gusti e sapori a Conscenti di Ne, con senso unico su un tratto della SP26 della Valgraveglia.

L'8 luglio, con la 19^ rievocazione del trecentesco matrimonio fra la bellissima e controversa Isabella Fieschi, della nobile e ricchissima famiglia guelfa genovese e Luchino Visconti, signore di Milano e condottiero del grande casato ghibellino.Un tuffo nel passato di quasi settecento anni, fino al 1331. Lo farà Casella sabato prossimo 8 luglio, con una serata di festa per rivivere il trecentesco matrimonio fra Luchino Visconti e Isabella Fieschi.

Per la festa gastronomica venerdì 30 giugno e sabato 1^ luglio, sempre dalle 18 alle 24, sarà chiusa la corsia verso valle della SP34 fra gli incroci con via al Campanile e con la comunale 49, con deviazione del traffico sulla viabilità municipale.Il gusto chiede spazio e sposta anche il traffico sulla SP34 nel fine settimana dedicato al “Re Raviolo” con la quattordicesima edizione di Cogorno in festa. Per l’appuntamento gastronomico nelle serate di venerdì 30 giugno e sabato 1^ luglio – come richiesto dal Comune alla Città metropolitana di Genova - la corsia in direzione valle della strada

Sul versante sotto la carreggiata per ricostruirla dopo i cedimenti provocati dall'erosione del torrente Aveto. In corso gli scavi per le fondazioni del nuovo muro cellulare. Il tratto fra i km. 28,5 e 29,5 è chiuso sino alla fine dei lavori.La ruspa nella scarpata sotto la strada sta scavando le fondazioni per il nuovo muro che consoliderà a Frascaie di Rezzoaglio la SP586 della Val d'Aveto. Il tratto fra i km.

"Pochi soldi, ma abbiamo fatto il primo Piano strategico metropolitano d'Italia". Così esordisce Marco Doria nel bilancio di fine mandato di #GenovaMetropoli, che riassume i due anni e mezzo di lavoro come primo sindaco metropolitano della storia di Genova. Ora tocca a Marco Bucci. Con l'elezione di Marco Bucci a sindaco di Genova, oltre al Comune anche Città metropolitana ha un nuovo vertice istituzionale.

Da oggi a fine lavori fra i km. 28,5 e 29,5 della strada per il ripristino della carreggiata a Frascaie dove l'aggravamento di una frana a valle ha imposto la chiusura del transito. Interventi della Città metropolitana  in corso.Tratto chiuso da oggi a Rezzoaglio sulla SP586 della Val d'Aveto fra i km. 28,5 e 29,5 per gli interventi urgenti di ripristino della carreggiata a Frascaie.

Ampiamente nei limiti i valori di questo gas e degli altri inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Fine settimana di nuvole e aria pulita. Le centraline della Città metropolitana di Genova infatti hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l'ozono e gli altri inquinanti controllati (monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili) sino alla mezzanotte scorsa.Buone per l'aria anche le previsioni dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.

La memoria e le riflessioni sul presente e le sue contraddizioni con gli occhi, il cuore e le emozioni degli studenti delle scuole superiori che hanno partecipato al viaggio organizzato dall’Aned con istituzioni ed enti locali di Genova e della Liguria.Quando il figlio compì diciott'anni Frank Ziereis gli regalò un revolver, perché uccidesse quaranta prigionieri.

Il nuovo sito di Città metropolitana, realizzato internamente, ha una struttura responsive pensata per accrescere l'interazione con l'utente.

Approvato dal Consiglio metropolitano di Genova il programma triennale definitivo dei lavori pubblici.
Comprende anche i fondi dal bando nazionale periferie e 11 milioni per le strade dal Patto per Genova.

Cinquantaquattro interventi per opere stradali e trenta per gli edifici delle scuole superiori del territorio. Sono quelli inseriti nel programma triennale 2017-19 definitivo dei lavori pubblici della Città metropolitana di Genova, presentato dal consigliere delegato Roberto Levaggi e approvato dal Consiglio presieduto dal sindaco Marco Bucci.

Gli interventi della Città metropolitana di Genova con il Comune di Savignone per liberare la provinciale dopo la frana di rocce e massi fra Montemaggio e Sorrivi. Un macigno gigantesco, venti metri cubi di volume per quaranta tonnellate di peso, caduto da una parete rocciosa, altissima e a picco che sembra uno scorcio del Grand Canyon, ma è invece Liguria di entroterra e di monte, a Savignone, nel territorio metropolitano di Genova.

Al km 1,950 nel Comune di Savignone, da lunedì 25 a mercoledì 27 settembre, sempre dalle 8 alle 19 per la posa di una condotta delle acque bianche. Transito sempre garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Cantiere per la posa di una condotta fognaria delle acque bianche con chiusura diurna al transito per tre giorni al km.

Durante la manifestazione del 24/9, organizzata dal Veteran Car Club Ligure un tratto della SP35 dei Giovi (da Ponterosso al Passo) sarà chiusa al traffico dalle 9.15 alle 10.45.Amarcord delle auto d'epoca, dal mezzo secolo in su, domenica 24 settembre con la rievocazione storica della gara Pontedecimo – Giovi, quest'anno alla diciannovesima edizione. Durante la manifestazione non competitiva, organizzata dal Veteran Car Club Ligure e aperta alle quattro ruote immatricolate entro la fine del 1967, un tratto di quasi quattro chilometri della SP35 dei Giovi, dal km. 17,200 al km.

Demolito e rimosso l'enorme macigno franato con altre rocce sulla carreggiata la Città metropolitana, d'intesa con il Comune di Savignone che ha fatto intervenire i rocciatori sul versante, ha riaperto la circolazione a mezzogiorno.Transito riaperto da mezzogiorno di oggi sulla SP10 di Savignone, chiusa in un tratto fra Montemaggio e Sorrivi per la frana di un enorme macigno da cinquanta tonnellate caduto insieme ad altri massi sulla carreggiata dal ripido versante roccioso.Dopo le ispezioni sulla parete dei rocciatori incaricati dal Comune di Savignone, con sganciamento dei materiali ancor

Fra i km. 1,300 e 1,400 della provinciale delle Gabbie a Savignone per cantiere sulle reti fognarie e idrica. Anche durante la chiusura, in vigore dal 18/9 al 2/10, transito garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Cantiere con chiusura di un tratto di cento metri sulla SP63 delle Gabbie, fra i km. 1,300 e 1,400 nel Comune di Savignone dal 18 settembre al 2 ottobre prossimi. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell’impresa Idroedil s.n.c. di Savignone per lavori sulla reti idrica e fognaria.

Olcese, Levaggi, Ghio e Buccilli affiancheranno il sindaco metropolitano nelle ultime 3 settimane della vecchia consiliatura prima delle elezioni dell'8 ottobre. Il 27 settembre, nell'ultima seduta del consiglio uscente, si voterà la fusione delle due aziende di trasporto pubblico.

Il sindaco metropolitano ha attribuito le deleghe per le tre settimane che mancano alle elezioni per il rinnovo del consiglio. Incarichi anche per il vicesindaco Olcese (politiche del lavoro e scuola) e per Gian Luca Buccilli (bilancio e patrimonio).

Dopo gli interventi in parete dei rocciatori oggi i mezzi meccanici della Città metropolitana hanno iniziato a frantumare l'enorme blocco di roccia caduto sulla strada.A colpi di martellone. Come un gigantesco trapano la punta d'acciaio inserita sul braccio meccanico di una ruspa ha cominciato a perforare il macigno di oltre quaranta tonnellate per frantumarne la roccia.

Sono stati protagonisti della Liberazione e la Repubblica “ringrazia uomini e donne della Resistenza perché la loro lotta ha consentito la sua nascita”. Lo ha detto a Genova il ministro della Difesa Roberta Pinotti consegnando a Palazzo Doria Spinola, la Medaglia della Liberazione a quattordici partigiani e partigiane, alla presenza del prefetto Fiamma Spena, del sindaco di Genova e della Città metropolitana Marco Bucci, dell'assessore regionale Ilaria Cavo, del presidente Ilsrec Mino Ronzitti e dei rappresentanti di tutti gli enti e istituzioni.

L'8 ottobre si terranno le elezioni da cui uscirà il nuovo consiglio metropolitano (le liste saranno presentate entro lunedì prossimo), ma nel frattempo l'operatività dell'ente deve essere garantita: ecco perché oggi pomeriggio il sindaco Bucci riassegnerà le deleghe ai consiglieri in carica.

Dalle 21 di domani sera alle 5 di giovedì 14 settembre fra i km. 1,5 e 1,7 della SP6 nel Comune di Campomorone per scavi legati alle condotte idriche. Transito sempre garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Otto ore di chiusura nella notte fra mercoledì e giovedì prossimi sulla SP6 di Isoverde fra i km. 1,5 e 1,7 della strada nel Comune di Campomorone. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell'impresa SIRCE s.p.a.

 Alla cerimonia con il ministro della Difesa il sindaco di Genova e della Città metropolitana Marco Bucci, il prefetto Fiamma Spena, l'assessore regionale Ilaria Cavo, la consigliera metropolitana Laura Repetto, il presidente Ilsrec Mino Ronzitti.La Repubblica “ringrazia uomini e donne della Resistenza perché la loro lotta ha consentito la sua nascita”.

Questa mattina Adolfo Olcese ha visitato con i tecnici della Città metropolitana di Genova e gli amministratori di Savignone la zona dove dal versante il macigno si è abbattuto sulla carreggiata. Sulla parete interverranno i rocciatori.Un volume di oltre venti metri cubi e una massa fra le quaranta e le cinquanta tonnellate. Sono queste le dimensioni dell'enorme masso che dopo le forti piogge si è abbattuto ieri sulla carreggiata della SP10 nel Comune di Savignone, fra i borghi di Montemaggio e Sorrivi, imponendo la chiusura della strada.

La gara del 10 settembre, partirà dal Comune di Mignanego e arriverà a Casella, con un anello fra territorio metropolitano genovese e quello alessandrino. Organizza l'associazione Genoa Bike con l'autorizzazione della Città metropolitana di Genova.Un anello sui pedali di oltre cento chilometri fra territorio metropolitano genovese e l'alessandrino affrontando i Giovi, la Bocchetta, le rampe di Costa Salata e il valico di Crocefieschi con partenza da Mignanego e arrivo a Casella.

Viaggio per immagini, guidati dal monaco diocesano padre Attilio Fabris, nella storia, complessa e affascinante, dell'antico complesso religioso di Sant'Andrea, l'unica struttura medievale in Italia dove la pietra si unisce al mattone.Il suo primo nucleo esisteva probabilmente già nell'ottavo secolo e sul complesso abbaziale di Sant'Andrea a Borzone ci sono documenti ufficiali del primo 1100. Di sicuro questo tesoro artistico e architettonico nel territorio di Borzonasca, con tanti interrogativi ancora aperti sui tempi e le modalità della sua edificazione è assolutamente unico: lo dicono be

Per motivi di sicurezza fra i km. 1,500 e 1,700 , nel Comune di Campomorone, sino alla conclusione degli interventi di adeguamento della strada nell'ambito della realizzazione del Terzo Valico ferroviario dei Giovi.Strada aperta a senso unico alternato per i veicoli, ma con un tratto di duecento metri chiuso ai pedoni, per motivi di sicurezza. Il provvedimento della Città metropolitana di Genova riguarda la SP6 di Isoverde fra i km.

Per il prologo non cronometrato (shakedown) che si svolgerà fra i km. 1,5 e 4,8 della SP28 della Pievetta la chiusura al transito del 2 settembre sarà dalle 8.30 alle 13 e non come inizialmente previsto dalle 9.30 alle 14. Anticipati di un'ora l'inizio e la fine della chiusura al transito sulla SP28 della Pievetta, nel Comune di Santo Stefano d'Aveto dove sabato 2 settembre fra i km. 1,5 e 4,8 si svolgerà il prologo non cronometrato (shakedown) del 33^ Rally della Lanterna.

Sabato 2 e domenica 3 settembre le prove speciali dell'attesa gara di regolarità organizzata dall'associazione sportiva Lanternarally e autorizzata dalla Città metropolitana di Genova con chiusure al transito disposte dalla Prefettura.Fine settimana al volante fra salite, discese e tornanti con il 33^ Rally della Lanterna che quest'anno porterà i driver sulle strade della Val Trebbia e della Val d'Aveto.

La nuova Gran Turismo spider coupé di Maranello è dedicata al borgo marinaro più celebre della Città metropolitana, che dà il nome anche a una nuova tonalità di rosso: il 'rosso Portofino'. Il sindaco metropolitano Marco Bucci: "Un omaggio che ci fa onore". "Un onore e un importante riconoscimento per la #cittàmetropolitana di #Genova la scelta della #Ferrari di intitolare la nuova Gran Turismo V8 a #Portofino. Un omaggio che darà ancora più importanza al nostro meraviglioso ed unico borgo!".

Domenica 27 agosto ritorna il trofeo ciclistico “Aquile di Valbrevenna” con partenza e traguardo da Clavarezza. La gara è organizzata dall'U.S.

Lungo i primi 500 metri della strada per il campionamento dei piezometri per l'area ex Stoppani. Il transito durante queste operazioni sarà regolato dalle palette dei movieri.Transito a senso unico alternato dalle 9 alle 13 di domani, 17 agosto, sui primi cinquecento metri della SP78 di Lerca, nel Comune di Cogoleto.

Convocati i comizi elettorali: il seggio sarà aperto domenica 8 ottobre dalle 8 alle 20 nella sala Arazzi di Palazzo Doria Spinola (Prefettura). Votano sindaci e consiglieri comunali in carica nei 67 comuni metropolitani.

Prima seduta del consiglio metropolitano presieduta dal neo-sindaco di Genova. Entrano quattro nuovo consiglieri. "La prima cosa che farò in Città metropolitana sarà occuparmi delle Ato, gli organismi che sovraintendono a importanti materie quali servizio idrico e gestione dei rifiuti. Mi metterò subito al lavoro per approfondire il tema". Questa la prima dichiarazione di Marco Bucci da neo-sindaco metropolitano di Genova, durante il primo consiglio metropolitano da lui presieduto dopo l'elezione a sindaco di Genova.

Dalle 4 alle 6 del 27 luglio fra i km. 5,500 e 5,700 (nel Comune di Santa Margherita Ligure) per lavori al gruppo elettrogeno dell'Abbazia della CervaraSenso unico alternato notturno per due ore, dalle 4 alle 6 del 27 luglio, su un tratto di 150 metri della SP227 di Portofino. Il provvedimento sarà in vigore fra i km. 5,500 e 5,700 (nel Comune di Santa Margherita Ligure) con la circolazione regolata dalle palette dei movieri ed è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell'impresa Sammi s.r.l.

Fra i km. 4,5 e 5 della strada nel Comune di Campomorone.Asfaltature su un tratto di cinquecento metri della SP6 di Isoverde con senso unico regolato da semafori sino a venerdì 28 luglio fra i km. 4,5 e 5 della strada, nel Comune di Campomorone. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova per l'esecuzione di questi lavori, affidati per conto del COCIV all'impresa Pavitecna s.r.l. di Sestri Levante.I semafori all'altezza del cantiere saranno sempre in funzione sino al 28 luglio prossimo. 

Fra i km. 6 e 7 della strada, a tratti saltuari dal 24 luglio al 24 ottobre prossimi per l'estensione della rete fognaria nella località Piccola Torriglia.Cantieri con senso unico alternato regolato da semafori sulla SP62 Franco Rolandi, a tratti saltuari fra i km. 6 e 7, nel Comune di Torriglia.

Il sindaco di Pieve Ligure subentra a Valentina Ghio. Bucci: "Un amministratore d'esperienza con solido know how professionale" In consiglio metropolitano entrano Grondona, Lauro, Maschio e Giardini. Elezioni per il nuovo consiglio a settembre o ottobre. Adolfo Olcese, sindaco di Pieve Ligure fresco di riconferma, è il nuovo vicesindaco metropolitano in sostituzione di Valentina Ghio.

Dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 16 fra i km. 8 e 8,050 della strada per lavori di costruzione del metanodotto Gavi – Pietralavezzara. Transito comunque garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Cinque ore di chiusura della circolazione, tre la mattina e due al pomeriggio, domani 19 luglio su un breve tratto della SP5 della Bocchetta (fra i km. 8 e 8,050 nel Comune di Campomorone).

Il 17 luglio al km. 4,5 dalle 8 alle 18 per la ricostruzione di una tombinatura stradale.Chiusa al transito lunedì 17 luglio, dalle 8 alle 18, la SP62 Franco Rolandi al km. 4,5 nella località Laccio del Comune di Torriglia. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova per la ricostruzione di una tombinatura stradale. I lavori saranno realizzati dall'impresa B&D Scavi e Trasporti snc. per conto della Città metropolitana.

Fra i km. 1 e 1,400 per pulizia dei versanti sabato 11 e 18 novembre e domenica 12 e 19 novembre, sempre nell'orario 7-16, con transito garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Chiuso nove ore al giorno, nei prossimi due fine settimana, un tratto di quattrocento metri della SP4 dei Piani di Praglia (fra i km. 1 e 1.400 nel Comune di Ceranesi).

Si è riunito per la prima volta il coordinamento dei consiglieri delegati, oggi presieduto dal vicesindaco metropolitano Carlo Bagnasco per gli impegni sull'Ilva al Mise del sindaco Marco Bucci.Prima riunione operativa oggi pomeriggio nella sala giunta della Città metropolitana di Genova del coordinamento dei consiglieri delegati nominati dal sindaco Marco Bucci lo scorso 26 ottobre.

Nella cooperazione fra Città metropolitana, Comuni e Unione nell’accordo quadro per la formazione e adeguamento dei Puc.La Città Metropolitana di Genova ha concluso la formazione dei Piani Urbanistici Comunali coordinati di Montebruno e Propata che li hanno già adottati con delibere dei loro Consigli comunali.Il risultato è frutto del protocollo operativo siglato il 27 giugno 2016 tra la Città Metropolitana di Genova e i Comuni di Montebruno e Propata per l'aggiornamento dei propri piani urbanistici, in coerenza con le innovazioni normative introdotte dalle nuove leggi regionali e allineand

Giovedì 9 novembre alle 17 con la lectio magistralis di Paolo Battifora, nel ciclo “Dalla nascita della Repubblica alla stagione del centrismo” organizzato dall'Ilsrec con i patrocini della Regione Liguria e della Città metropolitana di Genova.Era diventata Repubblica da meno di due anni, con il referendum del 2 giugno 1946, l'Italia che il 18 aprile 1948 andò a votare in massa, dopo una campagna elettorale di profondissime e aspre contrapposizioni fra il Fronte Democratico Popolare delle sinistre e la Democrazia Cristiana, poi uscita vincitrice dalle urne.

Il provvedimento, fra i km. 59,600 e 59,900, sarà in vigore con semafori saltuariamente sino al 15 gennaio prossimo, quando lo richiederanno le lavorazioni per costruire una cabina elettrica.Senso unico alternato con semafori, ma solo quando lo richiederanno le esigenze di cantiere, fra i km. 59,600 e 59,900 della SP586 a Borzonasca.

50 Km all’ora nei tratti extraurbani fra la fine del centro abitato del Comune di Genova e l'inizio dell'abitato di Creto e 40 Km all’ora sulla stessa provinciale fra la fine dell'abitato di Creto e l'inizio di quello di Montoggio.Sulla SP13 di Creto, nei Comuni di Genova e Montoggio, la Città metropolitana ha istituito un doppio limite di velocità, a seconda dei tratti:50 chilometri all’ora su quelli extraurbani compresi fra i km. 1,736 e 8,328 (fra la fine del centro abitato di Genova e l'inizio di quello di Creto); 40 chilometri all’ora sui tratti extraurbani fra i km.

Dalle 7 alle 20 del 5 novembre prossimo. La chiusura riguarderà il primo tratto della SP38 di Novano, dall'innesto con la SP523 del Colle di Cento Croci sino a cento metri dall'incrocio con piazza Moro e via Gramsci nel Comune di Casarza Ligure.

Prima domenica di novembre con la Festa dei Motori a Casarza Ligure e chiusura di un tratto della SP38 di Novano, richiesta dal Comune della Val Petronio alla Città metropolitana di Genova, per la sistemazione di gazebo espositivi.

Sino al 10 Novembre prossimo, su tratti compresi fra i km. 2 e 5 della provinciale di Isoverde.Senso unico alternato con semafori nei feriali per asfaltature a tratti saltuari compresi fra i km. 2 e 5 della SP6 di Isoverde nel Comune di Campomorone. Come stabilito nell'ordinanza della Città metropolitana di Genova che istituisce il senso unico alternato per i lavori sul manto stradale, i semafori saranno in funzione sino al 10 Novembre prossimo nei feriali (dal lunedì al venerdì, escluse le festività infrasettimanali) nell'orario 8-18.   

Fra i km. 2,400 e 3,700 sino al 30 Novembre prossimo per lavori di posa delle condotte dell'acquedotto.Senso unico alternato con semafori a tratti saltuari sulla SP12 di Nenno fra i km. 2,400 e 3,700 (nel Comune di Savignone) sino al 30 Novembre prossimo. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova per lavori di posa delle condotte dell'acquedotto.

I semafori all'altezza del cantiere saranno sempre in funzione sino al 30 Novembre.

Oltre al vicesindaco (senza deleghe) Bucci ha nominato 7 consiglieri delegati fra gli eletti nel centrodestra: Guelfo ha i lavori pubblici, Ferrero ambiente e rifiuti, Cella le politiche del lavoro e Garbarino i trasporti.Prima seduta del nuovo consiglio metropolitano eletto l'8 ottobre oggi pomeriggio nella sala del consiglio di palazzo Doria Spinola: il sindaco metropolitano Marco Bucci ha nominato vicesindaco metropolitano Carlo Bagnasco, sindaco di Rapallo (senza deleghe), e consiglieri delegati altri 7 degli 11 consiglieri della lista di maggioranza di centrodestra 'Per la Città metrop

Le due città portuali del Sud Europa rinnovano la storica alleanza a livello metropolitano (Città metropolitana e Dipartimento Bouches du Rhone): per Marco Bucci devono collaborare per sfruttare lo spostamento dei traffici marittimi nel Mediterraneo.La storica collaborazione istituzionale fra Genova e Marsiglia, grandi città portuali dell’Europa mediterranea, è stata rinnovata il 20 ottobre scorso anche a livello metropolitano, con la firma di una convenzione fra Marco Bucci, sindaco metropolitano di Genova, e Patrick Boré, vicepresidente del dipartimento francese di Bouches-du-Rhone, ente

Domani alle 17.30 nel salone di Palazzo Doria Spinola la prima seduta dopo le elezioni metropolitane del 8 Ottobre scorso.Prima seduta, domani giovedì 26 Ottobre, del nuovo Consiglio metropolitano di Genova convocata dal sindaco Marco Bucci alle 17.30 nel salone di Palazzo Doria Spinola (largo Eros Lanfranco).

Sono partiti gli interventi della Città metropolitana di Genova per proteggere e consolidare la pila centrale del ponte di Settembrin sulla provinciale 33 a Carasco. In corso anche la progettazione di nuove opere che riguarderanno tutto il ponte.Una 'corona' di calcestruzzo intorno alle fondazioni della pila centrale del ponte di Settembrin, per proteggerla dall'erosione del torrente e consolidarla.

Questa mattina la firma della convenzione di collaborazione fra Città metropolitana di Genova e dipartimento Bouches-du-Rhone. Il sindaco metropolitano guarda alle prospettive dell'economia del mare dopo il raddoppio di Suez.

A Palazzo Reale una magnifica esposizione di dipinti e stampe, donati da musei e collezionisti privati, delinea l'evoluzione iconografica nel corso del tempo del faro simbolo di Genova e della stessa città. Ha quasi 9 secoli, visto che nel 2018 compirà 890 anni, eppure la Lanterna di Genova, il faro funzionante più antico del mondo, che fin dal Cinquecento si è trasformato nel sentire comune in un monumento e in un simbolo identitario della città, non era mai stata prima d’ora oggetto di una mostra.

Fra i km. 1,300 e 1,400 a Savignone, su richiesta dell'impresa Idroedil s.n.c. per ultimare gli interventi sulle reti fognarie e idrica. Transito garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Prorogata sino al 31 ottobre prossimo la chiusura per lavori di un tratto di cento metri della SP63 delle Gabbie (fra i km.1,300 e 1,400 nel Comune di Savignone). Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell’impresa Idroedil s.n.c. di Savignone per ultimare gli interventi in corso sulla reti idrica e fognaria.

Si apre domani alle 17 il corso organizzato dall'Ilsrec per comprendere fenomeni ed eventi del secondo dopoguerra, con i patrocini della Regione e della Città metropolitana e la collaborazione dell'Università e dell'ufficio regionale del Miur.Consapevolezza e memoria storica delle radici della Repubblica per meglio comprendere e affrontare la complessità dei fenomeni e delle sfide del presente.

Le interviste a Guido Guelfo e Stefano Anzalone, eletti per la lista di centrodestra che ha conquistato un'ampia maggioranza con 11 consiglieri su 18, e ad Elio Cuneo ed Enrico Pignone del centrosinistra, che è minoranza con 5 seggi.

Unicef Liguria a Palazzo Doria Spinola ha dedicato la Giornata internazionale delle bambine e delle ragazze ai matrimoni precoci con iniziative anche sul femminicidio e i bambini vittime dei teatri di guerra e i patrocini di Città metropolitana e Regione.A dieci anni avrebbe dovuto lasciare la scuola e sposare un uomo che aveva già una moglie e cinque figli, alcuni più grandi di lei.

Fra i km. 87,520 e 87,600 sino al 20 Ottobre prossimo per la sostituzione di una condotta idrica.Senso unico alternato con semafori sulla SP523 del Colle di Cento Croci fra i km. 87,520 e 87,600 nel Comune di Castiglione Chiavarese. Il provvedimento sarà in vigore sino al 20 Ottobre prossimo ed è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell'impresa Italscavi s.r.l. di Carasco per la sostituzione di una condotta idrica. I semafori saranno sempre in funzione per tutto il periodo indicato.

La Città metropolitana di Genova per le precarie condizioni del muro a monte della strada ha istituito al km. 8,050 un senso unico alternato a vista sino al completo ripristino della transitabilità.

Il 13, 20 e 27 Ottobre nel salone della Società Ligure di Storia Patria alle 21.

I dati ufficiali dello scrutinio: nel centrodestra eletti fra gli altri Carlo Bagnasco (il più votato), Guido Guelfo, Stefano Anzalone e Adolfo Olcese, nel centrosinistra Elio Cuneo (il più votato), Claudio Villa, Enrico Pignone e Maria Grazia Grondona. Un seggio a testa per la lista di Putti e per quella chiavarese.

Dal 9 al 12 ottobre prossimi fra i km. 10,200 e 10,800 della provinciale della Valle Scrivia.Senso unico alternato con semafori su un tratto della SP226 della Valle Scrivia dal 9 al 12 Ottobre prossimi per asfaltature fra i km. 10,200 e 10,800 nel Comune di Montoggio.Nei quattro giorni indicati i semafori all'altezza del cantiere saranno in funzione dalle 8 alle 17.30. 

Per la ricostruzione del ciglio stradale franato al km. 9,800 nel Comune di Favale di Malvaro questo tratto sarà chiuso al transito dal 9 Ottobre al termine dei lavori. Lavori della Città metropolitana di Genova con chiusura al transito di un tratto della SP56 di Barbagelata. Il provvedimento, adottato per la ricostruzione del ciglio stradale franato verso valle al km.

La organizza mercoledì 11 ottobre Unicef Liguria con il circolo culturale La via del sale e i patrocini della Città metropolitana di Genova e della Regione Liguria. Incontri ed esposizioni anche sul femminicidio e i bambini vittime dei teatri di guerra.Lasciare la scuola perché i genitori non potevano più mantenerla e sposarsi a dieci anni, con un uomo che aveva già un'altra moglie e cinque figli, alcuni più grandi di lei.

Domenica 8 Ottobre. Organizzato dall’associazione Sport Favale 07, autorizzato dalla Città metropolitana per il percorso, con chiusura al transito stabilita dalla Prefettura si svolgerà sui primi 3,250 km.

Dalle 9 alle 16 per la posa di una tombinatura al km. 1,700 della provinciale delle Capanne di Marcarolo.Cantiere con sette ore di chiusura del transito domani, 4 Ottobre, al km. 1,700 della SP69 delle Capanne di Marcarolo, nel Comune di Campo Ligure.
Il provvedimento sarà in vigore dalle 9 alle 16 ed è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova per la posa di una tombinatura stradale. L'impresa Edilcri Scavi di Campo Ligure incaricata dei lavori provvederà  a collocare  la segnaletica necessaria in zona.

Fino al 17 ottobre, fra i km. 1,300 e 1,400 della provinciale a Savignone per completare i lavori sulle reti fognarie e idrica. Il transito è garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Prorogata di quindici giorni la chiusura per lavori di un tratto di cento metri della SP63 delle Gabbie (fra i km.1,300 e 1,400 nel Comune di Savignone).

Interventi nuovamente in corso fra la galleria di valico e il Fado dove sono caduti sulla carreggiata altri tronchi e piante abbattuti dalla galaverna di ieri. Sul posto le ruspe della Città metropolitana.Aperta all'alba e ora richiusa. La SP456 fra la galleria di valico e Fado, nel Comune di Mele, non è di nuovo transitabile perché sulla carreggiata sono caduti altri alberi e rami. Sul posto la Città metropolitana di Genova ha fatto intervenire anche le ruspe per liberare la strada.

Le squadre della Città metropolitana di Genova hanno lavorato tutta la notte per liberare dagli alberi abbattuti la SP456, riaperta prima dell'alba. A levante riaperti anche i ponti sulle SP225 e SP33 chiusi per le piene di Lavagna ed Entella.
Si circola di nuovo sulla SP456 del Turchino anche nel tratto fra la galleria di valico e la località Fado nel Comune di Mele chiuso ieri per continue cadute di alberi e rami provocate dalla galaverna.

Il Lavagna è in piena e per motivi di sicurezza il ponte sulla provinciale della Fontanabuona è stato chiuso. Spazzaneve in azione in alta Valle Stura, la galaverna a ponente e le bufere di vento a levante continuano ad abbattere piante e rami.Piogge intensissime, soprattutto a levante, temperature glaciali nell’entroterra genovese di ponente con galaverna e anche nevicate in alta Valle Stura, devastanti bufere di vento in Val d’Aveto e nelle altre valli del levante.

Sotto il gelo nell'entroterra genovese di ponente e le violentissime raffiche di vento a levante continuano senza soste gli interventi della Città metropolitana di Genova. Chiuso un tratto della SP456, in tre punti la SP586 e chiuse anche SP7, 53, 73 e 84Il freddo gelido con temperature bassissime stringe l'entroterra genovese nella morsa della galaverna che continua a spezzare alberi e rami abbattendoli sulle carreggiate nelle Valli Sturla, Scrivia e Polcevera.

Squadre e i mezzi della Città metropolitana di Genova in azione da ieri, coordinati dal centro operativo dell'ente. Interventi in corso sulla SP456 del Turchino per liberarla dai tanti alberi caduti fra la galleria di valico e Fado, chiuse al momento SUanche le SP7, 53 e 73.Molta pioggia, ma anche galaverna portata dalle temperature sotto lo zero nell'entroterra genovese, soprattutto nelle valli Stura e Orba, Polcevera e Scrivia con vento forte e più caldo invece nel levante.

Il Piano Juncker e le altre iniziative europee per la crescita e l'occupazione sono stati al centro dell'evento finale del progetto “Investire sull'Europa con l'Europa” a cui ha partecipato il consigliere delegato allo sviluppo economico della Città metropolitana.Crescere con il piano di investimenti per l'Europa (Piano Juncker).

Per meglio scaldare le aule dopo il week-end del 8 dicembre, anche in previsione di un nuovo calo delle temperature, la Città metropolitana anticipa l'accensione di tutti gli impianti termici delle superiori. Incontri con gli studenti a Camogli e Chiavari.Termosifoni a pieno regime già dalla mezzanotte di domenica prossima in tutte le scuole superiori per meglio riscaldare le aule dopo il fine settimana lungo dell'Immacolata. L'accensione anticipata degli impianti termici è stata disposta dalla Città metropolitana di Genova, anche in previsione di un nuovo calo delle temperature.

Dalle 4 alle 6 del 5 dicembre i primi 700 metri della provinciale del Monte Cornua nel Comune di Sori saranno chiusi per operazioni di scarico di macchinari. Circolazione garantita ai mezzi di soccorso ed emergenza.Tratto iniziale della SP71 – i primi 700 metri – chiuso per due ore la prossima notte, dalle 4 alle 6. Il provvedimento che riguarda la provinciale del Monte Cornua, nel Comune di Sori, è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell’impresa Olcese Ricci s.r.l.

La situazione dal centro operativo viabilità della Città metropolitana di Genova.Da Tiglieto al Faiallo la neve è arrivata sulla zona della Valle Stura. Lo segnala il centro operativo della Città metropolitana di Genova coordinato con i tecnici dal consigliere delegato alla viabilità Franco Senarega.Sulla SP73 del Faiallo le temperature sono già molto rigide, -4 gradi con forti raffiche di vento e 15 centimetri di neve al valico.

Dalle 12 di oggi e per tutta la durata dell'allerta meteo (prorogata sino alle 15 di domani) il centro della viabilità, coordinato con i tecnici dal consigliere delegato Franco Senarega, terrà sotto controllo la situazione e attiverà gli interventi necessari.Mezzi spazzaneve e spargisale della Città metropolitana di Genova pronti a entrare in azione e centro operativo dell'ente aperto da mezzogiorno per tutta la durata dell'allerta meteo neve (prorogata sino alle 15 di domani).

Il consigliere delegato allo sviluppo economico della Città metropolitana è intervenuto a Palazzo Ducale all'evento finale del progetto “Investire sull'Europa con l'Europa” sul Piano Juncker e le iniziative UE per l'occupazione e la crescita.Gli strumenti del piano di investimenti per l'Europa (Piano Juncker) hanno fatto crescere anche aziende della logistica a Genova e nei territori del retroporto.

I primi cantieri apriranno fra maggio e giugno prossimo con opere per la sicurezza e il miglioramento della rete. Il punto sugli interventi del programma triennale dei lavori pubblici con i consiglieri delegati metropolitani Guido Guelfo e Franco Senarega.57 cantieri per opere strutturali sulla rete viaria nel programma triennale definitivo 2017-19 dei lavori pubblici approvato dalla Città metropolitana di Genova.

Lungo i primi 900 metri (via Romagneno) della provinciale, dove gran parte del percorso pedonale sarà riasfaltato dalla Città metropolitana di Genova.Nuove asfaltature per riparare i tratti danneggiati del marciapiede sui primi novecento metri (via Romagneno, a Recco) della SP30 di Camogli. L'intervento della Città metropolitana di Genova, richiesto nei mesi scorsi dal Comune di Recco, è partito oggi e viene realizzato con un finanziamento di 30.000 euro.

Con una accurata selezione, allestita in diorami, delle preziose statuine da chiese e conventi cappuccini liguri e del basso Piemonte, ma anche dipinti dei maestri dell'arte sulla Natività e il monumentale presepe meccanico di Franco Curti.Un viaggio nelle più suggestive tradizioni cappuccine dei Presepi con preziose statuine da chiese e conventi dell'Ordine.

Fra i km. 0,3 e 0,4 della provinciale di Alpepiana per il restringimento con barriere in new jersey sul lato a valle. Esentati dal divieto di transito per i veicoli oltre le 14 tonnellate i mezzi operativi della Città metropolitana e del Comune di Rezzoaglio.

Al km. 20,500 per lavori di allacciamento alla rete del gas.Senso unico alternato con semafori da domani a venerdì 24 novembre sulla SP226 della Valle Scrivia, al km. 20,500 nel Comune di Savignone. Il provvedimento adottato dalla Città metropolitana di Genova è stato richiesto dall'impresa 2I Rete Gas di Milano per lavori di allacciamento alla rete del gas.I semafori all'altezza del cantiere saranno in funzione nei tre giorni indicati dalle 8 alle 17.

Giovedì 23 novembre alle 17 nella sala consiliare della Città metropolitana di Genova l'ultimo appuntamento del ciclo organizzato dall'Ilsrec con i patrocini della Regione Liguria e della Città metropolitana.La figura di Palmiro Togliatti, che guidò il Partito comunista italiano per trentotto anni (dal 1926 dopo l'arresto di Antonio Gramsci sino alla morte a Jalta nel 1964) e la politica del Pci dalla Liberazione ai primi anni '60 saranno i temi della lectio magistralis che Aldo Agosti dell'Università di Torino terrà giovedì 23 novembre alle 17 nel salone consiliare della Città metropolitan

Dal 21 novembre prossimo su tutti i tratti esterni ai centri abitati.Dal prossimo martedì, 21 novembre, sulla SP30 di Camogli non potranno transitare autotreni, autoarticolati e autosnodati e i mezzi con una massa a pieno carico superiore a 26 tonnellate, esclusi i bus del trasporto pubblico e i pullman turistici.

 Nel progetto GEN-IUS per il bando ELENA di cui la BEI ha finanziato le progettazioni per interventi che fra Comune di Genova (capofila), Città metropolitana e Comuni sfiorano i 40 milioni. “Molto soddisfatto” il consigliere delegato Cella.Nuovi interventi e azioni per l'efficienza energetica che fra Genova e il territorio metropolitano sfiorano i 40 milioni di euro.

Sarà inaugurata sabato 18 novembre e resterà aperta sino al 2 febbraio 2018, al Museo dei beni culturali cappuccini di via Bartolomeo Bosco l'esposizione sulla storia delle tradizioni dei Presepi nelle chiese e conventi cappuccini in Liguria e basso Piemonte.Le statuine in legno di Anton Maria Maragliano dei pastori e quelle dei loro animali di Giovanni Battista Pittaluga sono tra le più significative e particolari del famoso presepe genovese dei Cappuccini del Padre Santo.

Viaggio per immagini con il sindaco di Rapallo e vice sindaco metropolitano Bagnasco e i tecnici Iren sui lavori per il nuovo depuratore e le trasformazioni della città.Ruspe al lavoro nella zona di Ronco, a fianco della sponda destra del Boate che guarda il Golf su quella sinistra, per il nuovo depuratore di Rapallo, pronto a fine 2019. Servirà tutta la città e anche Zoagli, lo sta realizzando Ireti del gruppo Iren con imprese specializzate ed è finanziato con 25 milioni di euro, nel piano di investimenti dell'Ato idrico, coordinato sul territorio dalla Città metropolitana di Genova.

Giovedì 16 novembre alle 17 nella sala consiliare della Città metropolitana di Genova il quinto appuntamento del ciclo organizzato dall'Ilsrec con i patrocini della Regione Liguria e della Città metropolitana.Il quindicennio (dal giugno 1947 ai primi mesi del 1962) in cui l'Italia fu governata dalla Democrazia Cristiana con gli alleati di centro, escludendo invece i partiti della sinistra comunista e socialista.

Nei tratti esterni agli abitati di Coreglia Ligure e Rapallo. La velocità massima di 40 chilometri all'ora sarà in vigore dal 16 novembre prossimo.Il provvedimento della Città metropolitana di Genova, adottato per migliorare la sicurezza della circolazione anche sulla base delle caratteristiche strutturali e della tortuosa e stretta strada montana che collega Rapallo con la Fontanabuona, sarà in vigore dal 16 novembre prossimo. Il limite riguarda in particolare i tratti extraurbani compresi fra il km. 0,306 (fine abitato di Pian dei Ratti, nel Comune di Orero ) e il km.

Si integrerà con le pianificazioni dei Comuni limitrofi della Valle Scrivia, al cui interno sono già vigenti i Puc di Vobbia e Isola del Cantone, elaborati con la collaborazione della Città metropolitana di Genova.“Cantiere” aperto per il piano urbanistico comunale di Ronco Scriva con un gruppo di lavoro integrato fra Città metropolitana di Genova, Comune di Ronco, Ente Parco dell'Antola con le professionalità interne, coadiuvate da esperti del settore e con la collaborazione di un giovane architetto individuato dal Comune.

Nella terza infografica del progetto dell'Ente per #SAA2018, la Settimana dell'Amministrazione Trasparente, i dati su altre funzioni svolte, dopo quelle descritte nella seconda infografica.

Nella seduta del consiglio metropolitano del 14 febbraio (ore 14.30) i consiglieri di area Pd chiederanno al sindaco di estendere a livello metropolitano corse e agevolazione tariffaria per i pendolari.

Dalla pianificazione dei servizi idrici e di raccolta rifiuti al monitoraggio del rumore all'autorizzazione delle autoscuole: ci sono anche alcune curiosità nella prima delle due infografiche che descrivono nel dettaglio le attività di Città metropolitana.

La politica, il territorio, gli uffici: per #SAA2018 l'ente creato 3 anni fa dalla Legge del Rio per governare l'area vasta della ex Provincia si rappresenta come un organismo vivente. Una testa (gli organi politici: sindaco metropolitano, consiglio metropolitano, consiglieri delegati), un cuore (i 67 comuni metropolitani rappresentati dalla Conferenza metropolitana) e un corpo (gli uffici amministrativi dell'Ente).

"Coscienza, impegno e aggiornamento professionale nello svolgere il proprio lavoro, altrimenti ci si paralizza e non si va avanti". Così l'arcivescovo di Genova ai lavoratori di Città metropolitana nell'incontro di auguri di inizio anno. Il sindaco metropolitano: "Città metropolitana deve continuare a fare le cose della vecchia Provincia con molto meno denaro. E' dura, ma ce la faremo".

Città metropolitana di Genova partecipa all'iniziativa del Dipartimento della Funzione Pubblica col progetto 'Conosci #GenovaMetropoli', che si propone di far conoscere l'ente di area vasta attraverso informazioni e dati.

Durante la celebrazione della Giornata della Memoria a Palazzo Ducale Bucci ha ricevuto dal Prefetto, come sindaco di Genova e sindaco metropolitano, la medaglia della Presidenza della Repubblica, mentre il consigliere metropolitano Garbarino ha parlato di come il no al razzismo oggi debba convivere col rispetto delle regole.

Videointervista alla vicepresidente emerita della Corte Costituzionale: "Nel 1948 i Padri Costituenti inserirono la parola 'razza' nella Carta per riabilitarla, ribaltandone il significato ignominioso che le era stato dato esattamente 10 anni prima, nel 1938 anno delle leggi razziali".

A realizzarlo, riproducendo una delle storie del grande maestro del fumetto western, sarà un celebre caricaturista, Franco Buffarello, appassionato come lo era Calegari da cavalli e cowboy.Avventure di uomini e cavalli, di indiani, cowboy e soldati, fra mandrie e bisonti, rodei e saloon, locomotive fumanti e carovane di conestoga, i grossi carri dei pionieri. E' il mondo dove ha galoppato per tutta la vita l'arte straordinaria di Renzo Calegari, indiscusso maestro del fumetto consacrato proprio dalla sua Storia del West.

Fra i km. 32,200 e 32,300 sino al 10 gennaio prossimo per ripristinare le strutture sotto la carreggiata dove il torrente Aveto ha eroso il pendio.Interventi di ripristino della Città metropolitana di Genova su un tratto della SP586 della Val d'Aveto (fra i km. 32,200 e 32,300 nel Comune di Rezzoaglio) con circolazione a senso unico alternato regolata da semafori sino al prossimo 10 gennaio.

Fra i km. 2,500 e 2,600 sino al 28 febbraio 2018.Senso unico alternato regolato da semafori sulla SP33 di San Salvatore di Cogorno, fra i km. 2,500 e 2,600 nel Comune di Carasco, sino al 28 febbraio prossimo. Il provvedimento adottato dalla Città metropolitana di Genova è stato richiesto dall'impresa SIL.CAP srl di Genova nei lavori per la realizzazione della pista ciclabile lungo l'Entella.I semafori all'altezza del cantiere saranno sempre in funzione sino al prossimo 28 febbraio.

Oltre a sgomberare la carreggiata la Città metropolitana ha fatto intervenire le ruspe anche sui versanti per rimuovere piante spezzate e tronchi ancora in bilico sopra la strada.Tanti gli alberi e i rami da tagliare e rimuovere dalla carreggiata, ma tanti anche i tronchi spezzati dalla galaverna e rimasti pericolanti sui versanti.

Sul tratto chiuso ieri per le deformazioni della carreggiata fra i km. 12 e 12,5. Squadre e mezzi meccanici della Città metropolitana hanno lavorato anche di notte per ridurre al minimo i tempi di chiusura e i conseguenti disagi.Riaperta in meno di 48 ore la SP15 del Brugneto a Propata dove un tratto della provinciale era stato chiuso – fra i km. 12 e 12,5 – a causa delle deformazioni della carreggiata, con dossi e spaccature trasversali.

Per frane e cedimenti provocati dal maltempo durante l'allerta meteo dei giorni scorsi sensi unici alternati su tratti delle tre provinciali. Sulle SP16 e SP56 anche divieto di transito per i veicoli più larghi rispettivamente di 2,20 e 2,10 metri.Una frana di pietre e materiale roccioso dal versante di monte sulla SP77 di Boasi e due cedimenti della carreggiata sul ciglio a valle per le SP16 di Propata e SP56 di Barbagelata.

 Viaggio nei nuovi Puc di Montebruno e Propata, formati e adottati dal gruppo di lavoro guidato dalla Città metropolitana di Genova, che uniformano la pianificazione a quella degli altri Comuni della Vallata nel primo Puc coordinato della Liguria.Il lago del Brugneto come volano di un nuovo turismo sostenibile che parta dal suo specchio acqueo, le bellezze storiche e culturali, il recupero di costruzioni isolate o abbandonate, le meraviglie naturalistiche come il Monte Antola, nuove opportunità, in zone precise, idonee e controllate, per favorire qualche insediamento produttivo, insieme al

Fra i km. 12 e 12,5. Subito partiti i primi interventi di ripristino della Città metropolitana “per limitare il più possibile i tempi della chiusura” dice il consigliere delegato Franco Senarega. Faiallo riaperto, ruspe in azione sulla SP8 per gli alberi spezzati sui versanti.Interventi in corso della Città metropolitana di Genova sulla SP15 del Brugneto a Propata dove un tratto della provinciale è stato chiuso – fra i km. 12 e 12,5 – a causa delle deformazioni della carreggiata, con dossi e spaccature trasversali.

La provinciale di Sopralacroce è di nuovo transitabile, a senso unico alternato, dopo gli interventi della Città metropolitana  al km. 10,2Carreggiata riaperta dopo gli interventi con le ruspe della Città metropolitana di Genova sulla SP49 di Sopralacroce, chiusa nella tarda mattinata di oggi per una frana al km. 10,2 nel Comune di Borzonasca. Sul tratto si circola a senso unico alternato, in attesa che il meteo permetta di completare le operazioni con un ragno, lo speciale escavatore per gli interventi e la pulizia sui versanti.

Per gli alberi abbattuti dalla galaverna a ponente e dalle bufere di vento a levante. La provinciale del Turchino è di nuovo percorribile fra il valico e Fado, ma solo dai mezzi leggeri.

Giovedì alle 17 nel salone del Consiglio metropolitano di Genova, con una mostra delle tavole dedicate al West del grande artista del fumetto scomparso il 5 novembre scorso e una piece teatrale di Ivano Malcotti con canzoni, letture e interventi.Amava la vita e la sua arte straordinaria che ha fatto galoppare di avventura in avventura le emozioni di tantissimi appassionati dello sconfinato mondo del West e dei suoi epici personaggi, come Tex Willer.

Poco fa al km.10,2 della provinciale di Sopralacroce. Il tratto è chiuso e sul posto stanno arrivando i mezzi meccanici della Città metropolitana per liberare la carreggiata. Continuano gli interventi per sgomberare gli alberi caduti sulla SP586.Una frana dal versante si è abbattuta poco fa sulla carreggiata della SP49 di Sopralacroce, al km. 10,2 nel Comune di Borzonasca. Il tratto è chiuso e sul posto stanno arrivando i mezzi meccanici della Città metropolitana per liberare la strada e riaprire il transito.

Ben 17.000 views per le infografiche di 'Conosci @GenovaMetropoli', il progetto di Città metropolitana per la Settimana dell'Amministrazione Aperta: i cittadini sono curiosi di saperne di più su un ente ancora poco conosciuto.

Il Piano Strategico Metropolitano e tutti i documenti strategici dell'ente genovese di area vasta nella quarta e quinta infografica del progetto per #SAA2018, la Settimana dell'Amministrazione Aperta. Che cos'è e a che cosa serve il Piano Strategico Metropolitano (qui il portale dedicato) e che cos'è la Programmazione strategica? Lo spieghiamo nella quarta e quinta infografica del progetto con cui Città metropolitana di Genova partecipa a #SAA2018, la Settimana dell’Amministrazione Aperta indetta dal 5 all’11 febbraio dal team Open Government Italy del Dipartimento della Funzione Pubblica.

Il progetto Anci #MetropoliStrategiche ribadisce la centralità degli enti di area vasta nati nel 2015 per diventare il motore dell'innovazione e dello sviluppo economico dell'Italia, ma che hanno bisogno di attenzione da parte del governo.  Roberto Cella: "Il Piano strategico metropolitano di Genova è uno strumento di azione rilevante".  Nate nel 2015 con la legge Del Rio, le Città metropolitane avrebbero dovuto essere il motore dello sviluppo economico italiano e dell'innovazione tecnologica nei servizi pubblici, enti quindi molto diversi dalle vecchie province, più forti e più strategici

Il 20 e 21 giugno a palazzo Doria Spinola l'incontro genovese del progetto Metropoli Strategiche, organizzato da Anci per promuovere gli enti metropolitani italiani, fulcro dei progetti strategici di sviluppo del Paese.

Membri di maggioranza e di opposizione negli organi permanenti dedicati a temi specifici. Il consiglio metropolitano di Genova ha varato oggi quattro commissioni consiliari permanenti su temi specifici, ciascuna delle quali è composta come da Statuto da 8 membri in rappresentanza di tutti i gruppi consiliari, e una Commissione di garanzia composta invece sempre a norma di Statuto da 3 membri.

Lo scorso 8 maggio in occasione della Giornata mondiale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa.In occasione della Giornata mondiale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa, lo scorso 8 maggio, Città metropolitana di Genova ha ricevuto dal comitato regionale ligure della Croce Rossa la bandiera dell'organizzazione internazionale di soccorso: la consegna del vessillo è avvenuta nel corso di una cerimonia a cui hanno partecipato i consiglieri delegati Roberto Cella e Guido Guelfo.L'8 maggio è la data in cui nell'anno 1828 nasceva lo svizzero Jean Henry Dunant, che a seguito della sanguino