Atp, la città metropolitana conferma anche per il 2017 il contributo annuale

News: Atp, la città metropolitana conferma anche per il 2017 il contributo annuale
Data: 
Mercoledì, 27 Gennaio, 2016 - 17:30

Di 125.000 euro, come per il 2016, all’azienda che “negli ultimi due anni la Città metropolitana - ricorda il sindaco Marco Doria - ha sostenuto con quasi 7 milioni”. La Città metropolitana continuerà a gestire sino alla fine del 2017 il bacino “TG” (tutto il territorio, escluse le linee urbane genovesi) del trasporto pubblico locale e conferma anche per il 2017 il contributo annuale di 125.000 già stanziato nel 2016 per ATP, oltre a 609.000 euro annue che l’ente sta versando, dal 2014 al 2018, per la rivalutazione dei parametri del contratto di servizio. “Per Atp prima la Provincia e poi la Città metropolitana – dice il sindaco Marco Doria – hanno fatto davvero ogni sforzo possibile. Nel 2014 per ricapitalizzare l’azienda nel piano concordatario e per il cofinanziamento del contratto di servizio e della sua rivalutazione l’ente ha stanziato complessivamente quasi 5 milioni (4.942.808) e nel 2015 una somma vicina ai 2 milioni (1.890.827). Confermiamo il nostro impegno anche per il 2016 e 2017, compatibilmente con le risorse disponibili, con fondi complessivamente per oltre 730.000 euro l’anno.” La variazione di bilancio deliberata oggi dal Consiglio metropolitano di Genova ridefinisce anche le modalità di erogazione all’azienda delle risorse per il contratto di servizio (che ammontano a 20.425.550,449 euro annui, sia per il 2016 che per il 2017). ATP riceveva il 90% degli importi in dodici quote mensili, con il saldo del 10% dopo le verifiche sul servizio svolto. Accogliendo le sue richieste per limitare gli oneri finanziari la Città metropolitana ha elevato al 98% del contratto di servizio la somma che ATP riceverà in dodici rate mensili mentre l’ultimo 2% sarà poi liquidato con i dati del consuntivo finale entro il 31 marzo dell’anno successivo. La gestione del trasporto pubblico locale nel bacino TG è tornata per due anni alla Città metropolitana con la nuova legge regionale 24 del 22 dicembre scorso che ha modificato quelle precedenti (le leggi 33 del 2013 e 18 del 2014) che assegnavano invece queste competenze all’Agenzia regionale per il trasporto pubblico locale che avrebbe dovuto completare le procedure di gara per il gestore del servizio entro la fine del 2015. L’ultima recentissima legge regionale sposta al 31 dicembre 2017 la conclusione delle procedure di gara e per non interrompere il servizio stabilisce  che i gestori attuali continuino ad assicurare “l’integrale e regolare prosecuzione delle attività” sino alla fine del 2017,  quando dopo la gara subentrerà il nuovo gestore. L’importo del contratto di servizio di ATP per il bacino metropolitano TG è di 20.425.550,49 euro all’anno per il 2016 e il 2017 da trasferimenti della Regione, dei Comuni, della Provincia della Spezia e dal cofinanziamento della Città metropolitana di Genova. “Questo importo – dice il neoconsigliere delegato Nino Oliveri – potrà essere rivisto se arriveranno altre risorse da un nuovo accordo di programma fra gli enti per la copertura dei costi del servizio di trasporto pubblico nel biennio 2016-17”. 

Autore: 
Stefano Villa