territorio

Dieci idee strategiche nel piano dove “la sicurezza territoriale e la prevenzione del dissesto idrogeologico sono la precondizione di ogni scelta”. L’area metropolitana di Genova come “porta dell’Europa” dove il ruolo della Città metropolitana si rafforza in rete con le altre Città metropolitane italiane ed europee, aprendo sinergie sugli obiettivi della strategia Europa 2020 (per uno sviluppo sostenibile, intelligente e solidale) con azioni di concertazione nella pianificazione metropolitana genovese anche con quella portuale e delle reti infrastrutturali d’interesse metropolitano.E’ quest

E' partito l'iter per l'approvazione del piano metropolitano, strumento urbanistico forte che armonizzerà i Puc comunali Nel campo della pianificazione urbanistica con la nuova Città metropolitana cambiano molte cose.

Ripartiti i restauri nello splendido gemello camoglino del Modena. Il programma Tabloid fa il punto con nuove immagini e un’intervista a Silvio Ferrari, presidente della Fondazione Teatro Sociale, sugli interventi in corso, le risorse e i tempi per la riapertura. C’è anche un antico argano del 1876, l’anno dell’inaugurazione del teatro con l’Ernani, a segnare la via della rinascita del Sociale di Camogli realizzato dall’architetto Salvatore Bruno e splendido gemello camoglino del Modena di Sampierdarena.

Dall’inquinantissima ex fabbrica del cromo scompare anche il Forno 70, rimasto in funzione sino alla chiusura nel 2003 dello stabilimento. Le immagini delle demolizioni e le interviste nel video del programma Tabloid della Città metropolitana.

Realizzato su tutto l’atrio dell’istituto tecnico superiore un nuovo controsoffitto con materiali tecnologici. Lastre speciali fibrorinforzate fissate a profilati metallici. Sono queste le tecnologie del nuovo controsoffitto per tutto l’atrio dell’istituto tecnico In Memoria dei Morti per la Patria a Chiavari.

Iniziato il montaggio dei pannelli su fondazioni in cemento armato con pali ancorati alla roccia.

Giovedì 19 novembre alle 10.30 nella sala consiliare del Comune saranno presentate le attività didattiche degli studenti delle medie sul valore e l’uso consapevole dell’acqua con Comune, Am.Ter., Fondazione Muvita e Parco del Beigua. Un anno dedicato alla conoscenza dell’acqua e al valore di questa risorsa essenziale dagli studenti della scuola secondaria di I grado dell’Istituto comprensivo di Cogoleto.

Scompare anche il Forno 70, in funzione sino alla chiusura dell’inquinantissima ex fabbrica del cromo.

Al km. 8,7 della provinciale della Fontanabuona dove sono stati completati gli interventi di sistemazione e ripristino.  Transito di nuovo a piena carreggiata, senza più senso unico alternato, al km. 8,7 della provinciale 225 della Fontanabuona a San Colombano Certenoli. Sono stati infatti ultimati tutti gli interventi di sistemazione della Città metropolitana e del Comune di San Colombano, per le rispettive competenze, necessari per il completo ripristino di questo tratto che la scorsa primavera era stato inondato da una colata di fango.

Montati i pannelli prefabbricati sotto il versante della SP 225 della Fontanabuona i lavori proseguiranno con riempimenti di ghiaie e gabbioni di terre armate.

Fra i km. 28,750 e 28,800 della provinciale per il cedimento della parte a valle della carreggiata provocato dall’erosione del torrente AvetoTransito a senso unico alternato a vista, senza semafori, su un tratto di cinquanta metri della provinciale 586 della Val d’Aveto nel Comune di Rezzoaglio (fra i km. 28,750 e 28,800) per un cedimento della carreggiata.

Ieri sera in Consiglio metropolitano, dove si discuteva anche un’interpellanza di Gian Piero Pastorino sul futuro della Polizia Provinciale il sindaco Marco Doria e il consigliere delegato Gian Piero Buccilli si sono confrontati a lungo con gli agenti.La partita che si sta affrontando “è naturalmente molto delicata – ha detto ieri sera in Consiglio metropolitano Marco Doria - ma a differenza di altre, come quella di Atene in cui non ci sono finora mobilità definite fra enti, per la Polizia provinciale si ragiona di possibili trasferimenti da un posto di lavoro a un altro, sempre nell’impieg

Dal 21 novembre la nuova porta della vallata libera dal traffico pesante l’abitato  e da pericolose e difficili strettoie tutta la circolazione. Nelle immagini del programma della Città metropolitana l’inaugurazione e le tappe dell’opera.

Il by pass che evita un chilometro di strettoie della provinciale 26 è stato inaugurato questa mattina dal sindaco metropolitano Marco Doria con i sindaci di Carasco, Cogorno e Ne, istituzioni ed enti locali del territorio.Alle 11.23 sono passate le prime auto, moto e un gruppo di ciclisti.

Il sindaco metropolitano ha incontrato sul territorio gli amministratori di Bogliasco, Pieve e Sori, i tre Comuni dell’Unione del Golfo Paradiso.

La Città metropolitana ha appena ripristinato un tratto danneggiato dalle alluvioni. Il sindaco di Rossiglione ringrazia l’ente, ricordando però che sulla stessa strada servono altri interventi.

Alle 10.30 con il sindaco metropolitano Marco Doria, l’assessore regionale Giacomo Giampedrone, i sindaci di Carasco Massimo Casaretto, di Cogorno Enrica Sommariva e di Ne Cesare Pesce, i rappresentanti delle istituzioni e gli enti locali del territorio.Traguardo finale per la complessa, faticosa e molto attesa realizzazione della variante di Settembrin.Ormai completate le bitumazioni (con diecimila quintali di sottofondo stradale e altrettanti di asfalto) e la segnaletica sabato 21 novembre il nuovo by-pass che elimina un chilometro di pesanti e rischiose strozzature all’imbocco della prov

Domani pomeriggio dalle 14.30 con i sindaci e gli altri amministratori dei tre Comuni dell’Unione del Golfo Paradiso.Le attività e gli impegni del primo anno dell’Unione dei Comuni del Golfo Paradiso, i rapporti fra l’Unione e la Città metropolitana di Genova, promozione del territorio, progetti, interventi e criticità.

Le immagini del cantiere, le interviste con il direttore dei lavori, il sindaco di Carasco Massimo Casaretto e il consigliere metropolitano delegato Gianni Vassallo nel nuovo servizio del programma della Città metropolitana di Genova. Lavori ormai molto avanzati a Carasco sulla provinciale 586 della Val d’Aveto Cantiere dove i cantieri per realizzare nuove opere strutturali a protezione della strada martoriata dalle frane sono partiti a fine ottobre.

Il limite di velocità sarà adottato con ordinanze della Città metropolitana e, per i tratti urbani, dei tre Comuni di Recco, Avegno e Uscio che ne hanno condiviso la necessità per la sicurezza stradale e dei cittadini.Per alzare la sicurezza si abbassa il limite di velocità dei camion oltre le 20 tonnellate che non potranno superare i 30 km all'ora sulla provinciale 333, nei Comuni di Recco, Avegno e Uscio che avevano proposto il provvedimento.

Un emendamento condiviso dal sindaco Doria con tutti i consiglieri delegati e firmato da Alfonso Gioia trasferisce altri 125.000 euro al trasporto pubblico locale. L’emendamento è stato approvato all’unanimità, il bilancio con un’astensione. Pareggia a 166.780.583 euro nel 2016 e l’ammontare complessivo nei due anni successivi, secondo le previsioni del triennale 2016-18, si attesterà a poco meno di 118 milioni e mezzo.

Seggiovie, piste e rifugi affidati alla Asd Sport Turismo e Servizi che si è aggiudicata la gara gestita dalla SUA della Città metropolitana, stazione appaltante e centrale di committenza che per il territorio  in tre anni ha già gestito appalti per 87,5 milioni.  Ha indetto procedure di gara per 87,5 milioni di appalti (38,5 per lavori pubblici e 49 per beni e servizi) e gestito complessivamente 129 gare in tre anni di attività.

Giovedì alle 18 nel salone consiliare della Città metropolitana di Genova. Con Donatella Alfonso e le altre autrici il sindaco Marco Doria, il presidente di Palazzo Ducale Luca Borzani, istituzioni, associazioni, stranieri e genovesi.L'estremo ponente ligure, terra di confine esplorata sino in fondo all’anima anche dal lyrisme aride di Francesco Biamonti, sei mesi fa è diventato però una frontiera invalicabile per tanti migranti.

Nel videoservizio del programma della Città metropolitana tutti i temi, fra proposte, nuove intese, idee e criticità sul territorio, della visita del sindaco metropolitano nei Comuni di Sori, Pieve e Bogliasco con gli amministratori dell’Unione. Intese fra Città Metropolitana, Comuni e Unioni nel programma PON Metro per sviluppare l’innovazione delle reti digitali, specifici contributi dal Golfo Paradiso alle linee guida del piano metropolitano di sviluppo, esigenze cruciali - dalla viabilità al trasporto pubblico al grave problema dei cinghiali - sono stati al centro della visita di Marco

All’esercitazione sulle misure di salvaguardia delle comunità per imparare meglio a non rischiare insieme ai sindaci e alla Regione hanno partecipato anche il consigliere delegato della Città metropolitana Enrico Pignone e una delegazione del governo boliviano.

Dal 7 gennaio si circola di nuovo su due corsie dopo la ricostruzione del versante franato e prima della fine di gennaio, completate le rifiniture, la carreggiata sarà riaperta a tutta larghezza.Tutte le tappe, fino alla riapertura a doppio senso della provinciale 225 alle Ferriere, dopo la ricostruzione del versante franato nei nubifragi del 27 dicembre 2013.

Dal 18 gennaio al 30 aprile prossimi per lavori eseguiti dall’impresa MI-RA per conto di COCIV, il consorzio incaricato della realizzazione del Terzo Valico ferroviario.Transito a senso unico alternato con semafori dal 18 gennaio al 30 aprile prossimi lungo tratti compresi fra i km. 0,586 e 3,461 e fra i km. 3,841 e 4,626 della provinciale 6 di Isoverde, nel Comune di Campomorone.

All'ordine del giorno della seduta, convocata alle 17 dal sindaco Marco Doria, l'approvazione definitiva del bilancio di previsione dell'ente e l'interpellanza del consigliere Arnaldo Buscaglia sulla pericolosità della statale 45 nel tratto fra il tunnel delle Ferriere e la galleria della Paglia.Seconda lettura del Bilancio di previsione 2016/18 in Consiglio metropolitano per l'approvazione definitiva dopo il parere favorevole espresso sul documento dalla Conferenza dei sindaci.

Dalle 11.20 di questa mattina  semafori spenti e circolazione su due corsie. Avviati gli ultimi interventi di rifinitura per riaprire in tutta la sua larghezza la carreggiata “prima della fine del mese ” dice Gianni Vassallo. Dalle 11.20 di questa mattina è ritornato il doppio senso sulla provinciale 225 alle Ferriere.

Le forti raffiche di vento hanno abbattuto o reso pericolanti molti alberi soprattutto sulla viabilità del Levante, dalle provinciali della Val d’Aveto alla Val Graveglia, da Sopralacroce alla Crocetta, dalla Scoglina alla Fontanabuona.

“Un bilancio essenziale, pulito e rigoroso – ha detto Marco Doria – che approviamo prima della fine dell’anno per Atp, per completare l’impegno della Città metropolitana  in sede di  concordato di versarle a gennaio l’ultima tranche di 1,6 milioni.  Ma ora l’azienda deve stare in equilibrio.” Sono stati 44 i voti a favore di altrettanti sindaci del territorio presenti, alcuni anche con interventi critici, alla Conferenza metropolitana sul bilancio 2016/18 della Città metropolitana di Genova.Un bilancio che l’ente ha scelto di presentare e approvare prima della fine dell’anno, anche se il te

Dalle 13 del 7 gennaio si spengono i semafori e si circola su due corsie.

Il sindaco metropolitano parla del bilancio 2016/18, delle nuove intese istituzionali fra Città metropolitana e Comuni  e negli auguri per il nuovo anno dice “lavoriamo tutti insieme per tutelare e far vivere questo territorio splendido e fragile”.Approvato prima di Natale con il doppio sì del Consiglio, quello preliminare il 16 e quello definitivo il 23 dicembre, dopo il parere della Conferenza metropolitana del 18 dove tutti i sindaci presenti, con qualche accento critico sulla scarsità di risorse, hanno però votato a favore.

Per possibili nevicate previste domani nelle vallate del territorio e con le temperature in picchiata continuano gli interventi degli spargisale sulle carreggiate.Spazzaneve allertati e pronti a intervenire perché domani sono previste possibili nevicate nelle vallate interne e intanto sotto le temperature in picchiata prosegue l’azione dei mezzi spargisale sulle strade provinciali per contrastare i pericoli del ghiaccio sulle carreggiate.

I due esemplari, grossi maschi, erano rimasti intrappolati con i palchi nelle maglie della recinzione metallica di un terreno e sono stati rimessi in libertà da una pattuglia della Polizia metropolitana con la collaborazione del ComuneE’ finita bene l’avventura di due daini che da soli non sarebbero riusciti a liberarsi, perché i loro palchi si erano aggrovigliati nelle maglie della recinzione metallica di un terreno. Due grossi esemplari maschi - mentre si sfidavano in una stagione degli amori molto prolungata dal clima rimasto quasi estivo sino a Santo Stefano - nei giorni scorsi erano co

Il museo dedicato al fiume della memoria, del lavoro, dei desideri, mode e sogni del nostro Paese e del territorio accoglie al secondo piano, appena riallestito, un’emozionante mostra sui giocattoli e i giochi dalla metà dell’800 agli anni '70.Marionette preziose della metà del XIX secolo, giocattoli più spartani dalla fine dell’ottocento, d’argilla o di legno, compreso un antenato del flipper e poi una macchinina-vogatore a forma di barca che non è un’invenzione di Archimede Pitagorico, ma è stata costruita negli anni ’30 da una ditta di Sampierdarena e il bambino a bordo respirava aria di

Il manto tocca i dieci centimetri al passo del Tomarlo sulla provinciale 654 e supera i cinque sulle altre strade della vallata.Spazzaneve della Città metropolitana di Genova in azione nella Val d’Aveto, imbiancata dalla prima neve invernale.Il manto tocca i dieci centimetri sulla provinciale 654 al Passo del Tomarlo e supera i cinque sulle altre strade provinciali della vallata.

La delibera è stata presentata dal consigliere delegato  Enrico Pignone.

Prosegue l’azione degli spargisale, sono pronti anche gli spazzaneve e con l’arrivo dell’allerta arancione per neve l’ente ha anticipato l’apertura del centro operativo già prevista per la serata. Anticipata alle 18, con l'inizio dell'allerta meteo arancione per neve nelle vallate del Genovesato, l'apertura del centro operativo viabilità della Città metropolitana già prevista per la serata e che riceve tutte le segnalazioni in tempo reale e coordina gli interventi necessari.  

Di 125.000 euro, come per il 2016, all’azienda che “negli ultimi due anni la Città metropolitana - ricorda il sindaco Marco Doria - ha sostenuto con quasi 7 milioni”. La Città metropolitana continuerà a gestire sino alla fine del 2017 il bacino “TG” (tutto il territorio, escluse le linee urbane genovesi) del trasporto pubblico locale e conferma anche per il 2017 il contributo annuale di 125.000 già stanziato nel 2016 per ATP, oltre a 609.000 euro annue che l’ente sta versando, dal 2014 al 2018, per la rivalutazione dei parametri del contratto di servizio.

Installato il nuovo guard rail sono corso gli ultimi interventi di rifinitura della carreggiata che “venerdì in mattinata sarà di nuovo transitabile in tutta la sua larghezza” dice il consigliere delegato della Città metropolitana Nino Oliveri.Conto alla rovescia per la riapertura totale della carreggiata sulla provinciale 225 alle Ferriere, ricostruita dalla Città metropolitana di Genova dopo l’enorme frana che il 27 dicembre 2013 si era portata via, per più di cinquanta metri di lunghezza, la metà a valle della strada.

 Con nuove entrate destinate ad altrettante spese oltre 1,8 milioni. La delibera è stata approvata all’unanimità dal Consiglio metropolitano di GenovaUna manovra da 1,8 milioni di entrate per lo stesso importo di spesa nella variazione al bilancio di previsione 2016/18 approvata oggi all’unanimità dal Consiglio metropolitano di Genova presieduto dal sindaco Marco Doria e presentata dal consigliere delegato Alfonso Gioia.

Sono il ‘Corridoio appenninico centrale’, il ‘Sistema Produttivo Orientale’, il ‘Sistema policentrico del Polcevera’, i ‘Sistemi delle riviere’ e i ‘Sistemi rurali dell’Appennino’: faranno parte del Ptc. ‘Corridoio appenninico centrale’ (area centrale genovese e valli Polcevera e Scrivia), ‘Sistema Produttivo Orientale’ (valli Fontanabuona, Entella e Petronio), ‘Sistema policentrico del Polcevera’ (area genovese e Val Polcevera), ‘Sistemi delle riviere’ (riviere di ponente e levante) e ‘Sistemi rurali dell’Appennino’ (valli interne Stura, Scrivia, Trebbia e Aveto): sono questi i cinque ‘Sis

Il 7 febbraio l’undicesima edizione della gara internazionale tra Santa Margherita e Portofino sulla provinciale 227.

Martedì 2 febbraio nella sala Consiglio della Città metropolitana il convegno dalle 10 alle 13, aperto dai saluti del sindaco Marco Doria, del presidente della Commissione on.

Dal 8 febbraio al 8 marzo prossimi fra i km. 0,500 e 0,550 nel Comune di Chiavari per lavori di consolidamento.  Senso unico alternato con semafori per interventi di consolidamento della carreggiata sulla provinciale 32 di Leivi, fra i km. 0,500 e 0,550 nel Comune di Chiavari. Il provvedimento della Città metropolitana di Genova sarà in vigore dal 8 febbraio al 8 marzo prossimi, con semafori sempre in funzione all’altezza del cantiere per tutto il periodo indicato.

Fra Regione Liguria, Città metropolitana e Comune di Lorsica. Fondi regionali dalle accise e cofinanziamento della Città metropolitana che ha inserito come priorità urgenti gli interventi necessari che saranno avviati dal Comune di Lorsica.Piena intesa fra Regione, Città metropolitana di Genova e Comune di Lorsica sul finanziamento degli interventi per mettere in sicurezza la provinciale 23 della Scoglina al km.

Reportage del programma della Città metropolitana tra incontri e sopralluoghi sui lavori in corso per Bisagno e Fereggiano con il ministro dell’Ambiente, il sindaco Marco Doria, il responsabile di Italia Sicura, Protezione Civile, Regione e MunicipiLa più grande ristrutturazione idraulica per la sicurezza mai fatta in Italia.

Per la ricostruzione della parte franata della carreggiata al km. 3,4 con un nuovo muro cellulare sotto la scarpata. “Un intervento importante e necessario che conferma il nostro impegno sul territorio” dice il consigliere delegato OliveriPartiti i lavori della Città metropolitana di Genova sulla provinciale 69 delle Capanne di Marcarolo dove le alluvioni avevano fatto franare la metà a valle della carreggiata al km. 3,4 nel Comune di Campo Ligure.

Il centro operativo è rimasto aperto tutta la notte con controlli costanti del Lavagna che sotto il ponte di Comorga ha sfiorato il livello di guardia. Sgomberate frane in Valle Sturla, interventi in Val d’Aveto per liberare le cunette dal ghiaccio.

La visita dal 3 al 6 marzo, con supporto della Città metropolitana di Genova, nell’ambito del progetto ‘Aree interne’, promosso dall’ex ministro della coesione territoriale e oggi direttore del Mef per sviluppare le aree appenniniche depresse.  L’ex ministro della coesione territoriale Fabrizio Barca, oggi responsabile presso il Ministero dell’economia e delle finanze del progetto ‘Aree interne’, finalizzato allo sviluppo dei territori appenninici italiani depressi, ha inviato questa settimana a studiare sul campo l’area interna genovese, quella che fa da progetto pilota e che comprende 16

I mezzi della Città metropolitana di Genova hanno sgomberato la carreggiata, liberandola anche da cumuli di neve gonfiati dalle raffiche del vento sino a due metri.E’ ritornato il sole dopo le forti piogge di un fine settimana sotto l’allerta meteo che ha portato anche molta neve nelle vallate interne e questa mattina, calate le raffiche di vento che impedivano di operare in sicurezza, gli spazzaneve della Città metropolitana di Genova hanno riaperto il transito anche sulla provinciale del Faiallo, dove il vento avevano gonfiato la neve caduta, fino a 60 centimetri, in cumuli alti anche due

Città metropolitana e Comune di Lorsica stanno organizzando nuovi sopralluoghi, anche con un geologo, per una diagnosi più approfondita della parete in frana. La strada per ora resta chiusa al km. 2,8.“Salvo sorprese” aveva detto ieri Nino Oliveri, consigliere delegato della Città metropolitana, a proposito dei primi interventi d’emergenza sul versante per riaprire la provinciale 23 della Scoglina e le sorprese, negative, sono purtroppo arrivate dal sopralluogo in parete dei tecnici della viabilità con l’impresa che avrebbe dovuto sganciare i materiali pericolanti.

Il Consiglio metropolitano ha votato lo schema dell’atto,  ma il sindaco e il consigliere delegato Buccilli molto critici sull’impianto, in aula e nell’incontro con le organizzazioni sindacali.

La neve è arrivata a 70 centimetri a Casa del Romano e al Tomarlo, 40 a Tiglieto e Santo Stefano d’Aveto, fra i 20 e i 30 in alta Val Trebbia e Valle Stura. Oggi una turbina interviene sulla provinciale del Penna, domani un’altra al Faiallo.Spazzaneve e spargisale della Città metropolitana di Genova  in azione da sabato e per tutto il fine settimana dell’allerta meteo sulle strade provinciali delle vallate del territorio.

Nevica nelle vallate del territorio metropolitano dove sono in corso gli sgomberi delle strade provinciali. A quote collinari sono entrati in azione anche gli spargisale. Chiusa dal chilometro 2 per le forti nevicate la provinciale 73 del Faiallo.Il maltempo annunciato dall’allerta meteo sta portando anche nevicate abbondanti nelle vallate del territorio dove sulle strade provinciali sono entrati in azione gli spazzaneve della Città metropolitana di Genova.

Veloce intesa istituzionale nell’incontro fra la Città metropolitana e i Comuni per ridurre i rischi e riaprire al più presto il transito. Già avviate le operazioni per sganciare macigni e grossi ceppi pericolanti sulla parete sopra la carreggiata.Prima l’emergenza da affrontare e risolvere subito, poi la ricerca di una soluzione definitiva per mettere in sicurezza la provinciale 23 della Scoglina a Lorsica.

Al km. 6,4 della strada dal 15 febbraio al 18 marzo “ma cercheremo di ridurre il più possibile disagi e durata dei lavori” dice il consigliere delegato Nino Oliveri della Città metropolitana. Via ai lavori per consolidare la carreggiata al km. 6,4 della provinciale 71 del Monte Cornua nel Comune di Sori, con chiusura al transito all'altezza del cantiere prevista dal 15 febbraio al 18 marzo prossimi.

Il consigliere delegato della Città metropolitana ha fatto il punto con i tecnici e il sindaco di Lorsica Aulo De Ferrari per condividere le modalità d’intervento sul pericoloso versante in frana sopra la strada.A 120 metri d’altezza sulla parete incombe in bilico anche un macigno enorme, circa 17 tonnellate di roccia.

 Squadre e mezzi meccanici della Città metropolitana, subito intervenuti, hanno lavorato  tutta la notte e questa mattina per liberare la carreggiata e riaprire il transito.Febbraio come novembre e ieri sera alle 22 il maltempo ha provocato anche una grossa frana sulla provinciale 42 di Romaggi, al km. 4,950 nel Comune di San Colombano Certenoli che ha abbattuto sulla carreggiata oltre 70 metri cubi di pietre, rocce e terra.

Dal 7 marzo al 8 aprile fra i km. 13,7 e 13,9 della strada per la realizzazione di un muro di sostegno in cemento armato sotto la carreggiata.Cantiere con semafori dal 7 marzo al 8 aprile prossimi fra i km. 13,7 e 13,9 della provinciale 333 a Tribogna, per la costruzione di un nuovo muro di sostegno in cemento armato sotto la carreggiata. I semafori all’altezza dei lavori saranno sempre in funzione per tutto il periodo indicato.

Nel videoservizio del programma Tabloid l’azione dell’Ente sulle strade, dall’allerta meteo che a fine febbraio ha portato molta neve nelle vallate ai lavori di ripristino su due provinciali colpite dalle alluvioni.70 centimetri a Casa del Romano e al Tomarlo, 60 sul Faiallo,  40 centimetri a Santo Stefano d’Aveto e a Tiglieto, con un manto tra i 20 e i 30 in Val Trebbia e di 20 centimetri in Valle Stura e nelle altre zone interne.

Il reportage del programma della Città metropolitana sulle azioni e i sopralluoghi  con i sindaci e i tecnici per affrontare la nuova emergenza frane sulla provinciale 23 a Lorsica.Il nuovo muro a protezione della provinciale 586 a Carasco è pronto. Completato dalla Città metropolitana, che l’ha cofinanziato con la Regione, sul tratto dove nel 2015 la strada tra le valli Fontanabuona, Sturla e Aveto era stata chiusa più volte per le frane e i massi pericolanti.

A cinquanta metri d’altezza sul versante privato che sovrasta la strada. L’hanno segnalato i rocciatori inviati sul posto dalla Città metropolitana dopo una caduta di pietre e massi sulla carreggiata. Lunedì mattina il sopralluogo del consigliere delegato Nino Oliveri.E’ appena stata chiusa la provinciale 23 della Scoglina al km. 2,8 nel Comune di Lorsica.

Dopo il rinvio per l'allerta meteo del 7 febbraio scorso, il 13 marzo ritorna con l'undicesima edizione la gara internazionale tra Santa Margherita e Portofino sulla provinciale 227. Ritorna domenica 13 marzo, un mese dopo il rinvio del 7 febbraio scorso per l’allerta meteo, la ‘Mezza Maratona Internazionale delle Due Perle’ organizzata dalla società sportiva Atletica Due Perle, autorizzata dalla Città metropolitana di Genova per il percorso sulla strada provinciale costiera 227 con chiusura al transito per la competizione disposta dalla Prefettura fra le 7.30 e le 10.45.

Nel videoservizio del programma della Città metropolitana di Genova gli interventi appena realizzati sulle provinciali della Capanne di Marcarolo, di Creto e del Monte Cornua.Dall’Appennino al Golfo Paradiso.

A senso unico alternato con semafori. “Rispettato l’impegno con il territorio” dice il consigliere delegato Nino Oliveri della Città metropolitana.

Il consigliere delegato della Città metropolitana ha partecipato al sopralluogo sulla provinciale 23 con l’assessore Giampedrone e il consigliere Muzio della Regione e il sindaco di Lorsica De Ferrari.

Gli spazzaneve dell’Ente metropolitano genovese, in azione dalle cinque di questa mattina stanno sgombrando anche il tratto piemontese della strada rispondendo alla richiesta della Provincia di Alessandria in difficoltà per questi interventi.Spazzaneve della Città metropolitana di Genova in azione dalle 5 di questa mattina sulle strade provinciali, soprattutto delle Valli Stura e  Scrivia dove continua a cadere neve “pesante e ghiacciata” dicono gli operatori che proseguono gli interventi coordinati dal consigliere delegato Nino Oliveri e dallo staff tecnico della viabilità dell’Ente.

Dalle 12 si potrà di nuovo circolare a senso unico alternato con semafori. “Abbiamo rispettato l’impegno sui tempi che ci eravamo assunti con il territorio” dice il consigliere delegato Nino Oliveri della Città metropolitana.Sono stati rimossi circa 750 metri cubi di pezzi di roccia, grosse pietre e terre, pari a 1.300 tonnellate di materiali instabili, dalla parete a picco della provinciale 23 della Scoglina a Lorsica.

"Servizio più efficiente con i 98 dipendenti attuali, risparmio di risorse e nuove destinazioni per i centri del Ponente e Val Polcevera" hanno risposto i consiglieri delegati Olcese e Gioia all’interpellanza di Pastorino, Repetto e Collorado.Il loro personale è calato da 120 a 98 persone e alcuni dei 6 centri per l’impiego attuali hanno ormai “organici inadeguati – ha detto il consigliere delegato Adolfo Olcese – e le leggi nazionali e regionali non consentono di ricoprire i posti vacanti con nuove assunzioni”.

Un atto del sindaco metropolitano Marco Doria su proposta del consigliere delegato Gian Luca Buccilli apre la strada alla cooperazione con i Comuni e le loro Unioni per integrare nella dimensione metropolitana la formazione e revisione dei Puc.Nuove forme di collaborazione e cooperazione fra la Città metropolitana di Genova, i Comuni e le loro Unioni e Associazioni sulla formazione e revisione degli strumenti urbanistici comunali, per integrare e coordinare la pianificazione locale con le scelte e la visione della dimensione metropolitana.Apre la strada a queste intese un atto adottato dal

L’ente si è  messo a disposizione del Comune di Arenzano e segue la situazione con il consigliere delegato Nino Oliveri, in contatto con il sindaco Marco Doria.Anche la Città metropolitana di Genova è pronta a dare supporto ad Arenzano per la drammatica emergenza della frana che questa mattina si è abbattuta sulla strada statale Aurelia ferendo due persone.L’Ente con il consigliere delegato Nino Oliveri che segue la situazione in contatto con il sindaco Marco Doria ha offerto all’amministrazione comunale di Arenzano piena disponibilità  a fornire, se necessario e nel pieno rispetto delle co

Venerdì 18 marzo alle 15 nel salone consiliare di Palazzo Doria Spinola la seduta della Conferenza metropolitana sui problemi legati all’ex Polizia Provinciale, in particolare la vigilanza su caccia e pesca, funzioni ora regionali.Una seduta della Conferenza metropolitana dedicata all’ex Polizia provinciale.

La “classicissima di primavera” entrerà nel territorio metropolitano genovese dalla Valle Stura salendo al Turchino sulla SP 456 e dopo 10 chilometri di discesa toccherà Voltri, attraversando poi Arenzano e Cogoleto verso la costa savonese e imperiese.

Da sedici ore uomini e mezzi della Città metropolitana sono al lavoro al km. 2,8 per demolire e rimuovere i macigni e bonificare il versante.C’era anche un macigno enorme, da settanta metri cubi, nella frana di massi, pietre e terra che ieri sera alle 21 si è abbattuta dal versante sulla carreggiata della provinciale 75 del Penna al km. 2,8 nel Comune di Santo Stefano d’Aveto.

Un impianto di risalita a fune che parte dalla Lanterna è al centro del progetto di restauro, riuso e valorizzazione dei forti sette-ottocenteschi lungo le 'Mura Nuove' di Genova, contenuto nel 'Piano strategico metropolitano' e sinergico ai progetti del Comune di Genova.  Un impianto di risalita a fune che collega la Lanterna di Genova al forte Begato, sul ripido crinale fra la Valpolcervera e la valle del Lagaccio, è al centro del progetto di recupero e valorizzazione dei forti di Genova inserito nel 'Piano strategico' della Città metropolitana, attualmente in fase di elaborazione e che d

Il programma della Città metropolitana di Genova racconta la vita quotidiana, le esperienze e i valori, alla riscoperta degli asini e della natura, dell’associazione Paradase.Vivere più intensamente la natura riscoprendo con l’amore e la cura animali splendidi e affettuosi come gli asini. A Chiappari, piccolo borgo a 600 metri d’altezza che fa parte del Comune di Ronco Scrivia ma si raggiunge salendo dal centro di Busalla per 4 chilometri, è la vita quotidiana dell’associazione onlus Paradase.

Giovedì 21 a Milano (Libreria internazionale Hoepli alle 18) la presentazione del libro di Lorenza Russo.

Già partita la fase di pre-trattamento e da metà giugno il nuovo depuratore finanziato con 30 milioni di euro sarà pienamente in funzione. Questa mattina sopralluogo della Città metropolitana e del Comune di Recco con Iren.

Dal 4 al 20 maggio prossimi a tratti saltuari sui primi 1.100 metri e fra i km. 4 e 5 della strada provinciale.Bitumature della Città metropolitana di Genova con transito a senso unico alternato regolato da semafori sulla provinciale 33 di San Salvatore, a tratti saltuari lungo i primi 1.100 metri e fra i km. 4 e 5 della strada, nei Comuni di Cogorno e Carasco. Il provvedimento sarà in vigore dal 4 al 20 maggio prossimi e i semafori all’altezza dei cantieri saranno sempre in funzione durante il periodo indicato.

Busalla, Ceranesi, Ronco Scrivia, Sant’Olcese, Serra Riccò e Valbrevenna si sono associati per questo servizio e la Stazione unica appaltante della Città metropolitana ha predisposto l’accordo quadro per affidare la ristorazione scolastica e collettiva. Il bando scadrà l’11 maggio.Busalla, Ronco Scrivia e Valbrevenna in Valle Scrivia e Ceranesi, Sant’Olcese e Serra Riccò in Val Polcevera si associano per i servizi di mensa nelle scuole, dai nidi alle medie inferiori, e nelle strutture per gli anziani, valorizzando anche il biologico e i prodotti locali.

Il provvedimento adottato per la SP 41 dalla Città metropolitana di Genova e richiesto anche dall'Unione dei Comuni delle Valli Stura, Orba e Leira entra in vigore da oggi. 

Molto avanzate le operazioni negli alvei dei torrenti Polcevera, Fegino e Pianego per rimuovere entro oggi il 90% del prodotto libero dice il sindaco Marco Doria.

Domenica la 34^ edizione della gara nazionale automobilistica organizzata dalla Scuderia Valpolcevera e autorizzata dalla Città Metropolitana con chiusura al transito sulla SP 35 fra Ponterosso e il Passo dei Giovi disposta dalla Prefettura.Start numero 34, domenica 1^ maggio per una grande classica dello sport al volante: la gara nazionale di Slalom in salita Mignanego – Giovi a cura della Scuderia Valpolcevera Organizzazioni e autorizzata dalla Città metropolitana di Genova.La competizione automobilistica si svolgerà sulla provinciale 35, fra Ponterosso e il passo dei Giovi, nel Comune di

Dal primo incontro della Città metropolitana di Genova con produttori, associazioni di categoria, Comuni, Regione, sindacati Cgil, Cisl, Uil.

Dalle 22 di giovedì 21 alle 4 di venerdì 22 aprile fra i km. 0,800 e 0,900 nella località Lagolocchio del Comune di Campomorone, per movimentare materiali con autogru.

Per la verifica degli interventi d'emergenza, alla presenza del viceprefetto vicario D’Attilio, del sindaco metropolitano e del Comune di Genova Doria, del presidente della Regione Toti, del comandante della Capitaneria di Porto e commissario dell’Autorità Portuale di Genova Pettorino con i tecnici di Ispra e Arpal, ASL 3 Genovese, tutti gli enti competenti, accanto al rappresentante legale e ai tecnici di IPLOM.Si è concluso in Prefettura a Genova il tavolo tecnico per la verifica degli interventi di emergenza per lo sversamento di greggio sul rio Fegino e il torrente Polcevera.

Con obbligo di rispettare una distanza di almeno 80 metri fra i veicoli, fino al ripristino delle condizioni di sicurezza delle delimitazioni marginali in condizioni precarie.Limite di velocità di 30 chilometri all'ora con obbligo di mantenere una distanza di almeno ottanta metri fra i veicoli sull'antico ponte fra i km.

Domani alle 15 a Palazzo Doria Spinola il sindaco metropolitano Marco Doria e i consiglieri delegati Enrico Pignone, Gian Luca Buccilli e Adolfo Olcese  incontreranno  consorzi, categorie, sindaci, rappresentanti della Regione, della Camera di Commercio, Cgil, Cisl, Uil.Incontro sul latte delle vallate genovesi domani pomeriggio alle 15, organizzato dalla Città metropolitana di Genova a Palazzo Doria Spinola con il sindaco Marco Doria e i consiglieri delegati Enrico Pignone, Gian Luca Buccilli e Adolfo Olcese.

Completati gli interventi di ripristino della Città metropolitana al km.13,8 della strada. Interventi di ripristino e consolidamento della Città metropolitana di Genova conclusi e carreggiata di nuovo percorribile in tutta la larghezza. Finisce quindi il senso unico alternato  al km. 13,8 della provinciale 333 nel Comune di Uscio, istituito dopo una frana.

Videointervista al consigliere delegato Enrico Pignone che con il sindaco Marco Doria coordina il tavolo dell’ente sul latte locale con produttori, consorzi,associazioni di categoria, istituzioni e sindacati.Il rilancio del latte delle vallate genovesi, un baluardo anche della genuinità, punta a creare nuove alleanze fra allevatori e molti altri soggetti per valorizzare e promuovere il territorio, ideando e radicando, a partire dal latte, anche marchi e prodotti nuovi nella filiera corta.

Dal 2 maggio al 2 novembre prossimi su tratti compresi fra i km. 31,570 e 35,396 per realizzazione del nuovo acquedotto e opere di trattamento dei reflui del Comune di Isola del Cantone. Transito a senso unico alternato con semafori dal 2 maggio al 2 novembre prossimi a tratti saltuari fra i km. 31,570 e 35,396 della provinciale 35 dei Giovi, nei Comuni di Ronco Scrivia e Isola del Cantone.

“Pianificare nella condivisione i percorsi possibili che amplino l’accoglienza diffusa sul territorio per ulteriori flussi” ha detto il prefetto Fiamma Spena. Esperienze positive di integrazione da molti sindaci, ma da altri anche preoccupazioni.Sono 3.673 le persone richiedenti asilo accolte in Liguria, la metà (1.857) nei Comuni della Città metropolitana di Genova, 1600 dei quali nel capoluogo.

Il programma della Città metropolitana di Genova racconta per immagini la mostra e gli eventi dedicati a una delle più grandi passioni del ‘900 e vivissima anche oggi.Il lunghissimo viaggio a due ruote nella libertà di spaziare e nella creatività dell’immaginario di uno dei miti più famosi e amati al mondo che continua. E’ quello della Vespa ideata e progettata dal celebre ingegnere aeronautico Corradino D’Ascanio, padre anche di avanzatissimi elicotteri, che nel 2016 festeggia i suoi primi 70 anni.

Al sindaco metropolitano di Genova il Ministero ha risposto che da parte di Anas “è in corso la definizione delle modalità operative con cui porre in atto l’appalto”.Gli interventi per rimettere in sicurezza e riaprire la statale Aurelia ad Arenzano dopo la frana del 19 marzo “sono di assoluta urgenza per il territorio” ha ribadito il sindaco metropolitano Marco Doria al Ministero delle Infrastrutture.La risposta è stata che “è in corso la definizione delle modalità operative con cui porre in atto l’appalto” da parte di Anas che fino ai giorni scorsi però "non era ancora autorizzata a inter

In orario di cantiere, dalle 8 alle 17, al km. 2,8 della provinciale nel Comune di Lorsica, per motivi di sicurezza durante l’ancoraggio alla parete dei montanti per la nuova struttura di protezione.Ultimo, fondamentale, capitolo per la messa in sicurezza della provinciale 23 della Scoglina al km. 2,8 nel Comune di Lorsica: l’arrivo e l’ancoraggio dei montanti per le reti paramassi sul ripido versante roccioso che sovrasta la strada che impegneranno le giornate di domani, giovedì 5, e venerdì 6 maggio.

Lungo un tratto di cento metri (fra i km. 0,800 e 0,900) nella località Lagolocchio dalle 22 di questa sera alle 4 di domani per posizionare materiali con un’autogrù. Passaggio comunque garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Chiusa 6 ore la prossima notte (dalle 22 di questa sera alle 4 di domani, mercoledì 18 maggio) la provinciale 6 di Isoverde lungo un tratto di cento metri fra i km. 0,800 e 0,900 all’altezza della località Lagolocchio del Comune di Campomorone.

Il racconto sull’istituto alberghiero che a fianco della Città metropolitana rilancerà prodotti, mestieri, tradizioni e peculiarità agricole ed enogastronomiche del territorio a Villa Sauli Podestà e sarà protagonista anche al pranzo di gala del 2 giugno al Quirinale.Cinque laboratori di cucina, uno nuovissimo per far fronte alle nuove esigenze perché i suoi studenti sono davvero molti: 1060 nei corsi diurni e 350 in quelli serali nella sede di via Giotto a Sestri Ponente, con un accogliente e curatissimo american bar didattico e spaziose ed eleganti sale da pranzo.

Completati gli interventi sul versante e rimosse le barriere in new-jersey dalla strada al km. 2,8 la provinciale 23 della Scoglina è di nuovo aperta senza più limitazioni di transito.Quaranta metri di reti paramassi, alte cinque metri e mezzo e rette da pali d’acciaio sul , preventivamente bonificato da oltre 750 metri cubi di rocce e materiali instabili, proteggono la provinciale della Scoglina al km. 2,8 nel Comune di Lorsica.

Per esigenze operative di cantiere la chiusura al transito dalle 8 alle 17 per la sistemazione delle strutture paramassi sul versante è stata  rinviata con lo stesso orario al 9 maggio. Stesso orario, ma per esigenze operative del cantiere cambia il giorno per la seconda chiusura sulla provinciale 23 della Scoglina al km. 2,8 nel Comune di Lorsica per l'ancoraggio dei montanti delle reti paramassi sul versante che sovrasta la strada: come comunicano i servizi tecnici della Città  metropolitana di Genova la chiusura al transito sarà in vigore lunedì 9 maggio anziché domani, venerdì 6.

Dovranno avere non più di 10 anni di iscrizione all'albo professionale e rispondere al bando pubblicato dall'Ordine degli architetti: si formerà un elenco aperto al quale attingeranno i comuni che redigono i loro piani urbanistici in convenzione con la Città metropolitana.  La Città metropolitana di Genova e l’Ordine degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori di Genova hanno siglato un protocollo finalizzato a favorire la partecipazione di 'giovani architetti' (ovvero quelli iscritti all'Ordine da non più di 10 anni) alla formazione dei Puc, i Piani urbanistici comunali che

Dalle 22 di questa sera alle 2 di domani, martedì 17 maggio, fra i km. 0,900 e 1 della provinciale, su richiesta dell’impresa Vernazza Autogrù per il sollevamento di una gru automontante.Chiusura notturna della circolazione per quattro ore su un tratto di cento metri della provinciale 31 di San Martino di Noceto (fra i km. 0,900 e 1 nel Comune di Camogli) dalle 22 di questa sera alle 2 di domani, martedì 17 maggio. Il provvedimento è stato richiesto alla Città metropolitana di Genova dall’impresa Vernazza Autogrù per svolgere le operazioni di sollevamento di una gru automontante.

Il nuovo sito per favorire lo sviluppo economico non solo turistico delle aree interne sarà illustrato il 25 e 26 maggio a palazzo San Giorgio. Con alcuni appuntamenti finalizzati a far conoscere le strategie di sviluppo del territorio metropolitano genovese, che mirano a costruirne l'identità anche in chiave smart, la Città Metropolitana di Genova partecipa a Genova Smart Week – Innovation for a livable city, l'evento dedicato ai temi della resilienza, energia e smart building, economia circolare, smart job e smart mobility in programma da oggi al 28 maggio in varie zone della città con co

Si correrà l’8 maggio organizzata dall’associazione Marina Sporting Porto turistico 60 e autorizzata dalla Città metropolitana, dalle 9.30 alle 12 con un anello al 90% sterrato nei Comuni di Lavagna, Cogorno e Sestri Levante. Percorso ad anello di 20,66 chilometri, il 90% in sterrato, fra Lavagna, Cogorno e Sestri Levante per la Marina Trail.

Finanziano con bando di gara il taglio di erba e piante e la pulizia delle cunette su 400 chilometri di rete viaria, lungo tutto il percorso di 47 strade. “Facciamo ripartire – dice Nino Oliveri – interventi fondamentali per la sicurezza stradale”.Da Cogoleto a Moneglia, dalla Valle Stura alla Val d’Aveto la Città metropolitana di Genova dà il via al taglio di erba e arbusti e alla pulizia delle cunette lungo tutto il tracciato di 47 strade provinciali, su 400 chilometri della sua rete viaria.

Sono quelle della Guardia, di Livellato, di Santo Stefano di Larvego e dei Piani di Praglia nei Comuni di Ceranesi e Campomorone dove il nuovo limite istituito dalla Città metropolitana di Genova sarà in vigore da domani. Si abbassa la velocità massima su quattro strade provinciali dell’Alta Val Polcevera dove da domani, 31 maggio, non si potranno superare i 40 km all’ora.

Mercoledì 8 giugno alle 17 al Museo di Sant’Agostino, organizzato da Greenitalia e collegato alla mostra “Corsi d’acquaedicemento”. Interviene per la Città metropolitana di Genova il consigliere delegato all’ambiente Enrico Pignone.Le ferite devastanti del dissesto idrogeologico tra alluvioni e frane e le condizioni dei fiumi e dei torrenti liguri, risorse preziose tra magnifici scorci naturali e angoli di storia, ma troppo spesso segnati e costretti nel loro corso anche dal cemento.

Il provvedimento della Città metropolitana di Genova sarà in vigore da domani e istituisce anche il limite dei 50 km orari sul tratto extraurbano a valle, in conformità a quello già esistente nei due centri abitati dei Comuni di Carasco e Ne.La velocità massima si abbassa anche in Val Graveglia: sulla provinciale 26, dalla fine dell’abitato di Conscenti ai 1.080 metri di quota del Biscia (dove termina la competenza metropolitana sulla strada che dal passo scende poi nello spezzino) non si potranno superare i 40 km all’ora.

In vigore da domani sui tratti extraurbani, in analogia alla recente analoga ordinanza del Comune di Moneglia per i centri abitati.Provinciale 55 di Moneglia vietata da domani ad autotreni, autoarticolati e autosnodati su tutto il percorso della tortuosa strada che sul lato a levante di Moneglia risale i monti per collegarsi con l'Aurelia sul Bracco.

Il sindaco metropolitano di Genova in una nota  chiede al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti di “farsi carico personalmente di risolvere la questione” avviando con urgenza gli interventi per riaprire la statale.A settantasei giorni dalla drammatica frana fra Voltri e Arenzano sulla statale Aurelia gli interventi dell’Anas per mettere in sicurezza e riaprire questo collegamento assolutamente vitale per il territorio non sono ancora partiti.

Nelle immagini del programma della Città metropolitana di Genova la bellezza dei restauri e per il teatro, finalmente libero dalle impalcature, nel suo 140^ si lavora alla riapertura “con un evento di grandissima suggestione” dice Silvio Ferrari.La traversata non è stata facile, ma dopo una rotta lunga e faticosa, la rinascita del Teatro Sociale di Camogli, realizzato nel 1876 dall’architetto Salvatore Bruno e splendido gemello del Modena di Sampierdarena, finalmente sta arrivando in porto.

La Città metropolitana di Genova l’ha istituito sulle provinciali 48 Fregarolo, 83 di Pietranera, 17 di Fontanigorda e 18 Rovegno.Scende a 40 km all’ora la velocità massima su quattro strade provinciali della Val Trebbia.

 La fusione fra ATP Spa e ATP Esercizio Srl “unica strada per rafforzare l’azienda anche in vista delle gare per il bacino metropolitano del trasporto” ha detto in commissione consiliare il sindaco metropolitano Marco Doria.Per rafforzare Atp “uscita a fine 2015 dal concordato preventivo viva, ma non certo robusta” Marco Doria indica la via della “fusione, mantenendo la stessa maggioranza pubblica attuale, fra Atp Spa e Atp Esercizio, aumentando il capitale quest’ultima, che ha gli autobus e gli autisti, conferendole la proprietà delle rimesse e delle strutture di servizio da parte dei soci

Nelle immagini del programma della Città metropolitana il via al taglio di erba e piante sulle strade della Città metropolitana di Genova che ha stanziato 250.000 euro per integrare con appalti esterni gli interventi con personale e mezzi propri.400 chilometri affidati con gare a ditte private e 600 alle proprie squadre e mezzi meccanici. La Città metropolitana di Genova ha dato il via sulla sua rete viaria al taglio di erba, piante e pulizia delle cunette, molto importanti per la sicurezza perché la vegetazione incolta restringe la carreggiata, limita la visuale e aumenta i rischi.

Nelle tre serate da domani a domenica 3 luglio, sempre dalle 18 alle 24, sarà chiusa la corsia verso valle della provinciale, nel tratto fra l’incrocio con via al Campanile a quello con la comunale 49, con deviazione del transito sulla viabilità municipale.Il gusto sposta anche il traffico a Cogorno nel weekend dedicato al “Re Raviolo” con la tredicesima edizione di Cogorno in festa.

Presentati alle quattro commissioni consiliari, alla presenza del sindaco Marco Doria, i materiali preparatori sul metodo e il percorso partecipato per il piano strategico, atto fondamentale d’indirizzo della Città metropolitana come motore dello sviluppo territoriale.  

Con il primo raduno nazionale dei rievocatori sabato e domenica prossimi, organizzato dal Gruppo storico Fieschi di Casella nell’ambito della rievocazione del matrimonio trecentesco fra Isabella Fieschi e Luchino Visconti.Dai popoli delle origini ai Celti, dagli antichi Romani a tutto il Medio Evo, dal Rinascimento all’epoca napoleonica, dal Risorgimento alle guerre del ‘900 sino a quella del Vietnam.

Per un cedimento al km. 75,9  della provinciale e il provvedimento sarà in vigore sino al ripristino delle normali condizioni di transitabilità.Circolazione a senso unico alternato a vista, senza semafori, al km. 75,9 della provinciale 654 della Val di Nure nel Comune di Santo Stefano d'Aveto. Il provvedimento è stato istituito dalla Città metropolitana di Genova per un cedimento della carreggiata e sarà in vigore sino al ripristino delle normali condizioni di transitabilità.

Approvata all’unanimità la delibera presentata dal consigliere delegato Enrico Pignone.

Martedì 5 luglio, dalle 19 alle 24  il tratto fra i km. 2,8 e 3,4 potrà essere percorso solo verso monte, mentre la corsia in verso valle sarà chiusa, con deviazione sulla viabilità comunale.Serata gastronomica a senso unico sulla provinciale 26 della Valgraveglia a Conscenti di Ne. Martedì 5 luglio per la manifestazione Val Graveglia a Tavola nell’area verde Sandro Pertini dalle 19 alle 24 il tratto fra i km. 2,8 e 3,4 sarà infatti percorribile soltanto a salire, sulla corsia a monte, mentre la corsia sul lato del fiume sarà chiusa e destinata alla sosta dei veicoli.

Dalle 22 di questa sera alle 5 di domani fra i km. 0,800 e 0,900 nella località Lagolocchio per la gettata di calcestruzzo del cordolo del nuovo muro. Chiusa 7 ore la prossima notte (dalle 22 di questa sera alle 5 di domani, martedì 21 maggio) la provinciale 6 di Isoverde lungo un tratto di cento metri fra i km. 0,800 e 0,900 all’altezza della località Lagolocchio del Comune di Campomorone.

Il chiostro, la sala capitolare e la cappella dell’antico complesso agostiniano, collegato al borgo millenario dallo storico ponte dei Doria, nelle immagini del programma della Città metropolitana di Genova.Un abitato con radici millenarie e un antico complesso religioso che da più di cinque secoli ne accompagna storia, vita e devozione sulle due sponde del Trebbia.

Dalle 22 del 4 luglio alle 6 del 5 luglio fra i km. 9,500 e 9,550, per lavori all'attraversamento della ferrovia Genova-Casella.Otto ore di stop notturno alla circolazione - dalle 22 del 4 luglio alle 6 del 5 luglio- su un tratto di cinquanta metri, fra i km. 9,500 e 9,550 della provinciale 2 di Sant'Olcese, a Tullo.

Da domani al 25 giugno con l’Alta Via Stage Race sui pedali e la I-Lavet (Liguria Alta Via Epic Trail) su 465 chilometri di sentieri.

Dal 29 al 31 luglio a Loco di Rovegno l'8^ Expo Alta Valtrebbia fra prodotti e sapori di tutta la vallata, ristoro a km 0, biodiversità e conoscenza del lupo, rapaci e falconieri, filiera del legno, biologico e visite alla rinnovata centrale idroelettrica. Sulle due sponde del fiume, attraverso quello che Alessio Bianchi definisce “il nostro piccolo ponte di Brooklyn” si declina la formula dell'ottava edizione dell'Expo Alta Val Trebbia, dal 29 al 31 luglio a Loco di Rovegno.Una ricetta fatta di passione e orgoglio per la propria terra e voglia di unirne tutte le realtà per valorizzare atti

Lungo i primi 200 metri della provinciale di Santo Stefano di Larvego, sino al 5 agosto prossimo per lavori di sistemazione e allargamento della carreggiata.Senso unico alternato con semafori all'imbocco della provinciale 50 di Santo Stefano di Larvego, nel Comune di Campomorone per lavori di sistemazione e allargamento della carreggiata lungo i primi 200 metri della strada.Il provvedimento, richiesto alla Città metropolitana dall'impresa esecutrice dei lavori (Polistrade Costruzioni Generali spa di Campi Bisenzio) sarà in vigore sino al prossimo 5 agosto, con semafori sempre accesi all'alt

Il programma della Città metropolitana di Genova racconta con immagini e interviste le nuove attività sperimentate a Rossiglione da alcuni allevatori e la vita dei loro animali fra innovazione e natura.Yogurt, formaggi freschi e stagionati di qualità a chilometro zero. E’ la scelta di alcuni produttori della Valle Stura a Rossiglione che lavorano direttamente e commercializzano una parte del latte prodotto dalle loro mucche di razza Bruna.

Realizzerà due cordoli con nuovi guard-rail e un muro a valle in cemento armato dopo i primi duecento metri della strada, dove le alluvioni di fine 2014 avevano provocato il cedimento della parte a valle della carreggiata. Limiti di transito durante i lavori.

Dalla cooperazione fra Città metropolitana di Genova, Comuni e Unioni del territorio nell’accordo quadro per la formazione e adeguamento dei Puc. Già in cantiere anche i piani intercomunali per le Valli Polcevera e Fontanabuona e i Puc di Ronco Scrivia, Campo Ligure e Savignone.

Dalle 22 di martedì 2 agosto alle 2 di mercoledì 3 fra i km. 0,8 e 0,9 a Lagolocchio nel Comune di Campomorone per lavori di adeguamento. Transito comunque garantito ai mezzi di soccorso o di emergenza. Chiusura notturna di 4 ore (dalle 22 di martedì 2 agosto alle 2 di mercoledì) sulla provinciale 6 di Isoverde fra i km. 0,800 e 0,900 all’altezza della località Lagolocchio nel Comune di Campomorone.

La Città metropolitana di Genova ha approvato il progetto esecutivo e avviato le procedure per appaltare i lavori, cofinanziati dallo stesso Ente, dalla Regione e dal Comune di Mezzanego per un totale di 474.000 euro.
Completamento dei marciapiedi esistenti a Prati di Mezzanego per la sicurezza dei pedoni e del transito e più a valle nuovi tratti di cordoli in cemento armato con guard-rail per mettere in sicurezza anche il ciglio stradale.

Dopo la rottura, sabato scorso, di una grossa tubazione idrica a 14 atmosfere sotto la carreggiata al km. 2,4 della provinciale 6 di Isoverde.Cantiere per il ripristino della condotta e della strada con senso unico alternato regolato da semafori al km. 2,4 della provinciale 6 di Isoverde nel Comune di Campomorone dove sabato scorso si era verificata la rottura di una grossa tubazione idrica a 14 atmosfere sotto la carreggiata, "frantumata da un violentissimo getto d'acqua che ha sfiorato i venti metri d'altezza" dicono i tecnici della Città metropolitana.

Interventi per 16 milioni nelle superiori che diventeranno 'civic center' con servizi, strutture, iniziative aperte. 14,5 milioni per le strade, 9 per gli interventi nei Comuni nel progetto dell'ente da 40 milioni per il Bando nazionale periferie. Dalle colonnine per bici e scooter elettrici ai sistemi per monitorare la formazione del ghiaccio sulle strade.

Domenica prossima la XV edizione della festa che rinnova le tradizioni più antiche, i mestieri e i sapori della vita nella vallata.

Orografia svantaggiata, frammentazione fondiaria, abbandono, animali selvatici: agricoltori e allevatori del Levante genovese (San Salvatore di Cogorno e Val Cichero) reclamano l'urgente necessità di un sostegno delle istituzioni.

Dal 22 agosto al 25 novembre prossimi per lavori eseguiti dall’impresa MI-RA srl per conto di COCIV, il consorzio incaricato della realizzazione del Terzo Valico ferroviario. Possibili su un tratto anche brevi chiusure della circolazione.Transito a senso unico alternato con semafori sempre in funzione dal 22 agosto al 25 novembre prossimi fra i km. 3,841 e 4,626 della provinciale 6 di Isoverde, nel Comune di Campomorone.

Viaggio per immagini nell'antico complesso agostiniano in Valtrebbia dove uno straordinario museo racconta e fa vivere cultura, tradizioni, attrezzi e macchinari, dal mulino al ronfò, radici preziose di un passato da non dimenticare. La mola e tutti i complessi meccanismi di un mulino, carri poderosi che trainati da cavalli o buoi potevano trasportare anche 30 quintali di botti piene di vino, attraverso monti e colline sino in città, le prime macchine per trebbiare, per imballare il fieno, innumerevoli attrezzi, utensili, ricostruzioni piene di fascino di ambienti di lavoro e di vita compre

La Città metropolitana, proprietaria dell'impianto ma senza più lo sport fra le funzioni fondamentali, trasferirà all'Unione dei Comuni dello Scrivia il contratto con il gestore, garantendo un contributo al servizio di 210.000 euro in tre anni.La piscina comprensoriale coperta di Ronco Scrivia continuerà ad essere fulcro per il nuoto e l'aggregazione sportiva e sociale di tutta la vallata e dei comprensori vicini.

Il trofeo Aquile di Valbrevenna domenica 4 settembre, organizzato dall’U.S.

Marco Doria approfondisce gli assi del progetto, a partire dalle scuole superiori come fulcro di riqualificazione e inclusione delle periferie di Genova e delle Valli Polcevera, Scrivia e Stura, che prevede interventi per 40 milioni, anche per strade metropolitane e servizi per i Comuni.Oltre 16 milioni di euro per le scuole superiori; 14,6 per le strade metropolitane; 6,3 per scuole e servizi nei Comuni e 2,9 per la riduzione dei rischi idrogeologici.

Sulla provinciale 52 che sale al santuario del Monte Figogna il 29 agosto dalle 7 alle 20  sosta vietata fra i km. 7,080 e 7,810 sul lato a valle e su tre tratti (fra i km. 7,200 e 7,260 - 7,340 e 7,550 - 7,590 e 7,810) del lato a monte.

In corso le operazioni di sgombero delle carreggiate sulle provinciali 227 di Portofino, 77 di Boasi, 67 del Monte Fasce, 31 di San Martino di Noceto e 82 di Sant’Alberto. Continuano purtroppo a piovere alberi sulla rete viaria della Città metropolitana di Genova con interventi senza soste delle squadre e dei mezzi operativi dell’Ente e delle imprese esterne, in queste ore soprattutto a levante.Altre piante sradicate dalle bufere di vento si sono infatti abbattute sulla provinciale 227 di Portofino, sulla 77 di Boasi, sulla 31 di San Martino di Noceto (Rapallo), sulla 67 del Monte Fasce e n

Il programma della Città metropolitana di Genova racconta con immagini e interviste la nuova vita del Sociale che il 30 settembre scorso, a 140 anni esatti dalla fondazione, ha festeggiato la fine dei restauri e il calendario della prima stagione.Il pavimento ligneo della platea sopraelevato rispetto alla soletta, creando tra i due piani una “cassa armonica” per esaltare l'acustica della sala, sostenuta anche dalla speciale curvatura della parete di fondo e dalla nuova copertura - sotto quella antica in legno, integralmente conservata, ma separata dal teatro - che riprende anche i tondi con

Terminate le opere di consolidamento fra i km. 1,2 e 1,3 della strada, nel Comune di Campomorone, si circola di nuovo a tutta carreggiata.Interventi  conclusi con un nuovo muro a valle e fine dei semafori fra i km. 1,2 e 1,3 della provinciale 6 di Isoverde nel Comune di Campomorone.Completate le opere di ripristino e consolidamento della strada su questo tratto si circola nuovamente a tutta carreggiata.

50 all'ora nei tratti extraurbani del Comune di Busalla e 40 all'ora sui tratti della provinciale esterni all'abitato nei Comuni di Crocefieschi e Vobbia. Il provvedimento della Città metropolitana di Genova in vigore dal 26 settembre.Sulla provinciale 9 di Crocefieschi la Città metropolitana di Genova istituisce un doppio limite di velocità dal prossimo 26 settembre: 50 chilometri all’ora sui tratti extraurbani interni al Comune di Busalla (fra i km.

L’unico tratto al momento chiuso è sulla provinciale 225 della Fontanabuona a San Colombano Certenoli, dove poco fa si sono abbattute altre piante. Squadre e mezzi della Città metropolitana e di imprese esterne continuano le operazioni di sgombero su tutto il territorio.Mezzi in azione con strade riaperte dopo la devastante tromba d’aria che ha colpito il levante intorno alle 13.30 sradicando e abbattendo sulle strade metropolitane molti alberi.Si transita di nuovo sulle provinciali 333 di Uscio, 19 di Lumarzo, 22 di Tribogna, 82 di Sant’Alberto.

Video racconto, dalla rete Sprar per la protezione dei rifugiati e richiedenti asilo con Agorà ai 24 giovani migranti gestiti dal Ceis, dell'alleanza fra Comune e privato sociale che apre le porte a molte attività volontarie a beneficio della comunità. Alle pendici del Castello Spinola hanno riaperto un tratto di sentiero franato con le alluvioni, risistemando il versante con piccoli terrazzamenti, costruiti in legno come la nuova passerella.

Sino al 31 ottobre, nei feriali regolato da semafori o movieri per completare le nuove bitumature fra i km. 23 e 26 della provinciale.Per completare la riasfaltatura della carreggiata proseguirà sino al 31 ottobre prossimo il senso unico alternato fra i km. 23 e 26 della provinciale 35 dei Giovi, nei Comuni di Busalla e Ronco Scrivia.Il senso unico alternato all'altezza dei lavori, in vigore dal lunedì al venerdì nell'orario 7-18, sarà regolato da semafori o dalle palette dei movieri.

Il consigliere delegato della Città metropolitana di Genova fa il punto sulla situazione e gli obiettivi dell'azienda del trasporto pubblico locale sul territorio.Viaggiare sui bus Atp non costerà di più. Lo chiarisce il consigliere delegato della Città metropolitana di Genova Nino Oliveri che dice “non sono allo studio dell'azienda manovre correttive dell'attuale sistema tariffario. Per la Città metropolitana l'obiettivo strategico non è aumentare le tariffe, ma rendere più efficiente il servizio del trasporto pubblico locale.

Squadre e mezzi della Città metropolitana stanno iniziando,  fra molte difficoltà, gli interventi per liberare le carreggiate. Chiuse le provinciali 225,  333 di Uscio e le strade collaterali, chiusa anche la 14 di Davagna e la 82 di Sant’Alberto. Riaperta invece la provinciale 456 del Turchino.Un muro d’acqua su Genova e una violentissima tromba d’aria tra Uscio e Recco verso il mare e nell’interno verso la Fontanabuona e anche l’alta Val Bisagno.

Il programma della Città metropolitana di Genova approfondisce con immagini e interviste i contenuti e i significati della grande banca digitale online su eccidi e massacri nazifascisti contro civili e partigiani disarmati in Italia fra l'8 settembre 1943 e la Liberazione. Subito dopo l’8 settembre 1943 le forze che si misuravano – diceva il comandante partigiano Canevari - erano una sigla, Cln, contro un esercito.

Organizzato dall'associazione Sport Favale 07, autorizzato dalla Città metropolitana per il percorso e con chiusura al transito stabilita dalla Prefettura lungo il tragitto si svolgerà sui primi 3,250 km. della Sp 32 dalle 10 alle 12 e dalle 13 alle 18.Start numero cinque, domenica prossima 9 ottobre, per lo Slalom automobilistico Chiavari-Leivi.

Il sindaco metropolitano è intervenuto in apertura del Consiglio sulla difficile situazione e le prospettive possibili per l'azienda del trasporto pubblico locale.Se non si agisce presto ATP spa e ATP srl “rischiano di essere trascinate in un gorgo che può portarle a fondo e se non si interviene rapidamente questa è una realtà inevitabile.”

Per il controllo della situazione sulla rete delle strade metropolitane. Verifiche e prevenzione predisposte dai tecnici anche per gli edifici delle scuole superiori. Aperto tutta la notte per l'allerta meteo rossa il centro operativo viabilità della Città metropolitana di Genova, pronto a far entrare in azione in caso di necessità squadre e mezzi dell'ente sulla rete delle strade metropolitane.

Dalle 21 alle 5 nelle notti fra il 26 e il 27, fra il 27 e il 28 e fra il 28 e il 29 settembre dal km. 4,150 al km. 4,600  della provinciale, nel Comune di Campomorone, per lavori di allacciamento Terzo Valico.Chiuso al transito per tre notti un tratto della provinciale 6 di Isorverde, fra i km.

Fondazione Labò ha avviato una discussione pubblica per coinvolgere società, università e mondo imprenditoriale nel processo fondativo del nuovo ente di area vasta, che ha fra i suoi compiti la promozione dello sviluppo economico.  Le Città metropolitane, istituite sulla carta nel 2015 dalla legge Del Rio, per nascere concretamente non possono fare affidamento sulle sole forze della politica: hanno bisogno di un grande contributo di idee e di energie dal mondo reale, dalle forze vive della società che nei territori metropolitani vive e produce: impresa, università, mondo del lavoro.

Completati i cordoli con nuovi guard-rail e un muro sotto la carreggiata in cemento armato fra i km. 0,200 e 0,300, dove le alluvioni di fine 2014 avevano provocato il cedimento della parte a a valle della strada. 

Terminate le opere di consolidamento della provinciale 79 delle Colle a Rossiglione, con due cordoli, lunghi entrambi venti metri, nuove barriere guard-rail e un muro di sostegno in cemento armato lungo dieci metri e alto due sotto la strada, il transito ritorna a piena carreggiata e senza più  limiti di peso fra i km. 0,200 e 0,300.

A tratti saltuari con semafori o movieri nei feriali da domani al 30 novembre prossimo per la posa di cavidotti Enel e tubazioni dell'acquedotto nel Comune di Ronco Scrivia.Lavori e senso unico alternato nei feriali da domani al 30 novembre prossimo sulla provinciale 7 della Castagnola. Il provvedimento è stato istituito dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell'impresa Rinaldi s.a.s. di Cerreto Langhe per la posa di cavidotti dell'Enel e di tubazioni dell'acquedotto nel Comune di Ronco Scrivia.

Su sollecitazione dell'Ente l'azienda del trasporto pubblico locale ha rivisto l'orario in vigore e dal 30 ottobre ripristinerà in media il 50% delle corse festive tagliate nel Golfo Paradiso, in alcune vallate dell'entroterra e tra Genova, Recco e Rapallo.I bus Atp faranno più corse festive, a partire da domenica 30 ottobre, nel Golfo Paradiso, in Valle Scrivia, Val Trebbia e alcune altre zone dell'entroterra e sulle linee tra Genova, Recco e Rapallo.

Divieto di transito per i veicoli con massa superiore a 3,5 tonnellate, esclusi i mezzi di cantiere e quelli di soccorso ed emergenza.Una cavità sotto la carreggiata della provinciale 30 di Camogli. L'impresa Italscavi che sta lavorando sulle condotte idriche per conto di Mediterranea delle Acque l'ha segnalata ai tecnici della Città metropolitana di Genova che hanno subito disposto per motivi di sicurezza il divieto di transito per i veicoli con massa superiore a 3,5 tonnellate sino al completo ripristino del corpo stradale, affidato alla stessa impresa incaricata degli interventi alla ret

L'importo finanzierà nelle stagioni invernali 2016/17 e 2017/18 le attività in appalto che integreranno quelle svolte con personale e mezzi dell'ente sulla rete viaria metropolitana.La Città metropolitana di Genova finanzia con 1,4 milioni complessivi i servizi invernali in appalto dei mezzi spazzaneve e spargisale che sulla rete viaria metropolitana integreranno gli interventi svolti con personale e mezzi interni.

Con sistemazioni e consolidamenti per 255.000 euro sulle provinciali della Val d'Aveto, Fontanabuona, Crocetta d'Orero e Campora che saranno eseguiti entro fine anno.Dall'alta Val Polcevera alla Fontanabuona e alla Val d'Aveto sono pronti a partire cinque nuovi cantieri sulle strade provinciali, finanziati dalla Città metropolitana di Genova con 255.000 euro e approvati con atto del sindaco metropolitano Marco Doria su proposta del consigliere delegato Nino Oliveri.“Tutti i lavori saranno eseguiti entro la fine di quest'anno – dice Nino Oliveri – e dando immediato corso alla variazione di b

Domani il fondatore del movimento Agende Rosse e fratello di Paolo Borsellino, vittima come Giovanni Falcone delle stragi mafiose del 1992, sarà all'istituto superiore di Ronco Scrivia per l'evento conclusivo su legalità, giustizia e sicurezza organizzato dalla sezione genovese del movimento Agende Rosse.La giustizia per le vittime della mafia, l'affermazione della legalità ma anche la lotta al bullismo saranno domani, 11 novembre, i temi dell'incontro con studenti e docenti del Primo Levi di Salvatore Borsellino, fondatore del movimento Agende Rosse e fratello del magistrato Paolo Borselli

Partirà a Chiavari il 23 novembre il processo di partecipazione che porterà ad approvare il documento di pianificazione fondamentale del nuovo ente: lì sarà scritta la sua azione strategica nei prossimi 5-10 anni. Il sindaco: "Coinvolgeremo Fondazione Labò". Buscaglia e Repetto chiedono un piano di comunicazione.

Prorogato sino al 23 dicembre prossimo, su richiesta dell'impresa che realizza i lavori, il senso unico alternato su tratti compresi fra i km. 31,570 e 35,396 della provinciale dei Giovi.Per completare il cantiere per la realizzazione del nuovo acquedotto e opere di trattamento dei reflui del Comune di Isola del Cantone è stato prorogato sino al 23 dicembre prossimo, su richiesta dell'impresa esecutrice dei lavori, il senso unico alternato con semafori su tratti compresi fra i km. 31,570 e 35,396 della provinciale 35 dei Giovi, nei Comuni di Ronco Scrivia e Isola del Cantone.

Sindaci, consiglieri comunali, rappresentanti di enti, istituzioni, associazioni di categoria, sindacati, ordini professionali, università, mondo della ricerca, terzo settore: i portatori di interesse si confronteranno sulle priorità strategiche della Città metropolitana.

Dal 21 novembre al 2 dicembre prossimo, con chiusura dalle 8 alle 17 fra i km. 1,200 e 1,300 per la posa di una condotta idrica.Per lavori di posa di una condotta idrica sarà chiuso al transito dal 21 novembre al 2 dicembre prossimi, nelle ore di cantiere, un tratto di cento metri sulla provinciale 63 delle Gabbie (fra i km. 1,200 e 1,300 nel Comune di Savignone).Il provvedimento è stato richiesto alla Città metropolitana di Genova dall'impresa esecutrice dei lavori, Idro-Edil snc che dovrà provvedere a collocare la segnaletica stradale necessaria.

Viaggio per immagini nello stabilimento leader del nastro d'acciaio inox di precisione ad alta tecnologia e appartenente al gruppo Arvedi che investe altri 50 milioni a Sestri Levante per sviluppare ulteriormente innovazione e competitività.Quattro volte più sottile di un capello. È il nastro inox di precisione prodotto dalla Arinox, del gruppo Arvedi e fra i leader mondiali di un acciaio destinato ai mercati dell'alta tecnologia, dell'auto, del biomedicale, del settore petrolchimico e a quello dell'elettronica.

Sugli scioperi selvaggi il sindaco metropolitano dice “gravissimo e inaccettabile che siano calpestate in questo modo leggi di civiltà fatte per tutelare il diritto di sciopero, ma anche quello dei cittadini ai servizi essenziali”.Dopo il concordato preventivo e gli anni dei pesanti sforzi per far sopravvivere Atp “ora il nodo fondamentale è assicurare il futuro all'azienda” ha detto il sindaco metropolitano Marco Doria facendo insieme al consigliere delegato ai trasporti Nino Oliveri il punto sulla situazione al terzo giorno di agitazioni selvagge dei dipendenti Atp.

Dopo la rimozione dell'autobus di linea incendiato e gli interventi di ripristino sulla carreggiata al km. 0,100 della strada metropolitana.Circolazione di nuovo regolare sulla SP62 “Franco Rolandi”, riaperta dopo la rimozione dell'autobus di linea ATP incendiato e il completamento degli interventi di ripristino sulla carreggiata, al km. 0,100 (nel Comune di Davagna) della strada della Città metropolitana di Genova.

Per la Città metropolitana è la dimensione ottimale, condivisa e definita con delibera del Consiglio, per affidare i servizi del trasporto pubblico locale.

Lungo i primi 100 della strada, per la rimozione in sicurezza dell'autobus che si incendiato ieri pomeriggio, le verifiche sui danni provocati dal calore sulla pavimentazione e il suo ripristino.Primi cento metri temporaneamente chiusi, con percorsi alternativi segnalati in zona, sulla SP62 Franco Rolandi dove ieri ha preso fuoco un bus ATP del trasporto pubblico locale. Per domare l'incendio i Vigili del Fuoco hanno dovuto lavorare sino al tardo pomeriggio, quando ormai il buio impediva di agire in sicurezza per la rimozione del mezzo dalla carreggiata.

La modifica al regolamento Cosap, presentata dal consigliere delegato Nino Oliveri, sarà votata venerdì dal Consiglio Metropolitano. Riguarda le aree lungo le strade metropolitane e si applica anche agli interventi per i danni della tromba d'aria del 14 ottobre.iAzzerati dalla Città metropolitana di Genova gli oneri di occupazione suolo pubblico lungo la rete stradale dell'ente per cittadini e imprese che devono intervenire con urgenza riparando i danni provocati alle loro proprietà dalle calamità naturali.

Già intervenute in entrambi i casi squadre e mezzi della Città metropolitana di Genova con il coordinamento del suo centro operativo viabilità, costantemente aperto per tutta l'allerta e sino alle 15 di oggi.Tre cedimenti a valle sulla SP73 del Faiallo (ai km. 2,4 – 4,1 – 5,1 ) e alcuni massi caduti dal versante sulla SP52 della Madonna della Guardia all'altezza della località San Bernardo.

Il terzo incontro di partecipazione finalizzato alla scrittura del Piano strategico metropolitano, il 13 dicembre a Torriglia, ha raccolto idee e spunti da chi vive nelle valli Trebbia e Bisagno, zone appenniniche di cui si occupa anche il progetto 'Aree interne' portato avanti dall'ex ministro Barca.  Chi salverà l’entroterra appenninico genovese da spopolamento, abbandono e declino economico?

Sgomberi in corso in Valle Stura, alta Val Polcevera, nelle zone più elevate ed esposte della Val Trebbia. Mezzi pronti a intervenire anche in Val d'Aveto, ovunque spargisale in azione e centro operativo metropolitano aperto.Le vallate s'imbiancano e nell'entroterra sono in azione spazzaneve e spargisale della Città metropolitana di Genova.

Sì del Consiglio metropolitano di Genova dopo un lungo dibattito. La Città metropolitana parteciperà con oltre 1,5 milioni all'aumento di capitale da 3 milioni per rafforzare l'azienda con nuovi investimenti. Via libera dalla Città metropolitana di Genova alla ricapitalizzazione di Atp, mantenendo l'attuale assetto a maggioranza pubblica della società e sulla base di un piano industriale che garantisca investimenti, efficienza del servizio ed equilibri economici.

Dopo le forti nevicate di inizio settimana i mezzi operativi della Città metropolitana di Genova hanno sgomberato la carreggiata, liberandola anche da cumuli di neve alti un metro e mezzo, gonfiati dalle bufere del vento.E’ ritornato il sole dopo il maltempo che nei primi giorni della settimana ha portato  molta neve nelle vallate interne e, cessate le bufere di vento che non garantivano la sicurezza degli interventi operativi, gli spazzaneve della Città metropolitana di Genova sono entrati in azione sulla SP73 del Faiallo, dove sono caduti oltre cinquanta centimetri di neve, gonfiati in mo

Nelle immagini del programma della Città metropolitana di Genova l'artistico e originale Presepe specchio fedelissimo del cuore storico di Lavagna sotto la Torre del Borgo.Strade, case e palazzi sono gli stessi, come gli abitanti, i negozianti, gli artigiani del borgo storico di Lavagna, il quartiere del “Bronzin” (rubinetto in genovese) che prende il nome da un'amatissima fontanella e si snoda fra le vie Roma, XX Settembre e Nuova Italia.

Nevicate anche questa mattina nelle vallate Stura, Orba e dai mille metri di quota in Val d'Aveto.

Viaggio per immagini del programma della Città metropolitana di Genova nel borgo di Crevari dove un Presepe che stupisce ed emoziona anche per la ricchezza e varietà dei particolari è tradizione da più di cinquant'anni.La mungitura nella stalla, contadini che pigiano e torchiano l'uva per il vino, il lavoro del frantoio per l'olio e quello su un tetto per riparare le tegole, pastori di greggi e pescatori, taglialena e arrotini, fabbri e tanti momenti di vita domestica nelle case lungo i corsi d'acqua, nelle piane o sui monti.Un Presepe che cattura e affascina per la stupefacente ricchezza e

Dalle 21 alle 5 tra mercoledì e 21 giovedì 22 e tra giovedì 22 e venerdì 23 dicembre per la sostituzione di una conduttura idrica.Cantiere con chiusura per due notti fra i km. 0,600 e 1,000 della strada metropolitana SP6 di Isoverde per la sostituzione di una conduttura dell'acqua potabile. Il provvedimento, richiesto alla Città metropolitana di Genova dall'impresa Sirce spa, sarà in vigore dalle 21 alle 5 fra mercoledì 21 e giovedì 22 dicembre e con lo stesso orario anche la notte successiva, fra giovedì 22 e venerdì 23 dicembre.

Nel programma della Città metropolitana di Genova il racconto per immagini del magnifico Presepe naturalistico del piccolo borgo della Val Lentro, nel territorio di Bargagli.Un incantevole specchio della storia del territorio, con case, fienili, fontane perfette copie in scala ridotta, come le stalle, le botteghe, i laboratori artigiani degli antichi borghi dell'entroterra ligure.

In Val d'Aveto chiusa la SP72 di Alpepiana da Vicosoprano al passo, e la SP75 del Penna dal km 10 al km 15.Neve e molto freddo anche in Val d'Aveto e nelle altre valli del Levante con interventi degli spazzaneve della Città metropolitana di Genova alle quote più alte.In particolare sono in corso sgomberi sui passi del Tomarlo, del Bocco e della Forcella, con spargisale in azione nelle stesse zone.Per le nevicate e per le caratteristiche strutturali dei tracciati, ripidi e tortuosi, che rendono difficile far operare in sicurezza spazzaneve e spargisale, sono stati chiuse la SP72 di Alpepiana

Il sindaco metropolitano ha partecipato alla commemorazione dei ventinove ebrei rinchiusi nel campo di concentramento della Fontanabuona e poi deportati e sterminati ad Auschwitz.

Per far fronte a temperature minime tre volte inferiori alle medie dello stesso periodo del 2016 la Città metropolitana continua a mantenere sempre in funzione gli impianti termici.

Al km. 23 della provinciale del Brugneto dove dal versante si sono abbattuti sulla carreggiata oltre 1.500 metri cubi di terra, pietre e alberi. Nessuna località è isolata.Una massa enorme di terra, pietre e alberi sradicati di oltre 1.500 metri cubi. E' la frana che dal versante a monte si è abbattuta questa mattina sulla carreggiata della SP15 del Brugneto al km. 23 nel Comune di Rondanina.

Era stata chiusa sabato sotto l'allerta meteo per la galaverna e rischi di caduta piante.

Le immagini e le interviste della commemorazione in Fontanabuona con il sindaco metropolitano Marco Doria della deportazione dal Campo 52 di Coreglia Ligure degli ebrei sterminati ad Auschwitz, fra cui la bambina Nella Attias di sei anni.Fino al 8 settembre 1943, come ricorda lo storico Giorgio 'Getto' Viarengo, vi erano rinchiusi 3.700 prigionieri di guerra inglesi e dei Paesi del Commonwealth catturati nelle campagne d'Africa del regime fascista italiano.

La strada era stata chiusa venerdì alle 18 per la galaverna su tutto il percorso e forti rischi di caduta piante.

Alle 10.30 a Ponte di Coreglia la commemorazione con il sindaco metropolitano dei ventinove ebrei rinchiusi nel campo di concentramento della Fontanabuona e poi deportati e sterminati ad Auschwitz. La più piccola di loro era Nella Attias, catturata con tutta la famiglia.Vittima degli orrori della Shoah a sei anni. Nella Attias fu uccisa nelle camere a gas lo stesso giorno del suo arrivo nel lager di sterminio di Auschwitz, il 6 febbraio 1944.

Sino al 31 marzo prossimo per lo scavo e la posa di condotte idriche fra i km. 2,650 e 3,700 della strada.Transito a senso unico alternato con semafori sino al 31 marzo prossimo fra i km. 2,650 e 3,700 della SP26bis di Valmogliana, nei Comuni di Mezzanego e Borzonasca. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell'impresa Italscavi srl per lavori di scavo e posa di condotte idriche.I semafori all'altezza del cantiere saranno sempre in funzione sino al 31 marzo.

Mercoledì 8 febbraio alle 14.30 nel salone consiliare della Città metropolitana a Palazzo Doria Spinola con amministratori locali, istituzioni, rappresentanti del mondo economico e produttivo, associazioni e categorie. Appuntamento a Genova, dopo sei incontri nelle diverse aree del territorio, per l'evento conclusivo del confronto e raccolta di idee e proposte sulla  costruzione partecipata del primo piano strategico della Città metropolitana.

Sotto le bufere dalle 4 di questa notte squadre e mezzi operativi della Città metropolitana di Genova in azione sulla viabilità dell'ente per liberare le carreggiate da tronchi e piante. Rimossi anche i detriti di una piccola costruzione privata crollata sulla SP 586.Bufere di vento con raffiche violentissime hanno sradicato e abbattuto moltissime piante e alberi sulle strade della Città metropolitana di Genova in tutta la Val d'Aveto e nelle zone vicine.

Il sesto e penultimo incontro di partecipazione sul Piano strategico metropolitano si terrà alle 14.30 nella Sala del consiglio del Comune.  Penultimo appuntamento martedì 24 a Recco per il percorso di partecipazione del Piano strategico metropolitano (Psm), organizzato in 7 tappe di cui l'ultima sarà il full meeting a Genova l'1 febbraio.

Dal 7 febbraio al 16 marzo prossimi fra i km. 4,700 e 4,850 per la sistemazione del ciglio stradale a valle.Senso unico alternato con semafori per interventi di sistemazione del ciglio stradale sulla SP333 di Uscio. I lavori riguardano un tratto di 150 metri (fra i km. 4,700 e 4,850) nel Comune di Avegno e il provvedimento della Città metropolitana di Genova sarà in vigore dal 7 febbraio al 16 marzo prossimo. I semafori all'altezza del cantiere, affidato all'impresa Edil FB srl, saranno sempre in funzione per tutto il periodo indicato.

Il 24 febbraio alle 17 a Villa Sauli Podestà primo appuntamento con il progetto sulla convivialità e il consumo responsabile di bevande alcoliche, senza sballi ed eccessi, con drink analcolici e a bassa gradazione preparati dalle quinte dell'alberghiero per i coetanei di altre scuole.Tutti gli aspetti del bere, alimentari, culturali, sociali e le conseguenze e la pericolosità per la salute di un uso sregolato e smodato dell'alcol sintetizzati nell'invito ai giovani "Drinkare e non Trinkare" che dà il nome al progetto dell'istituto Bergese sul bere consapevole, con un ciclo di incontri educa

Rimossi dalla carreggiata 1.500 metri cubi di terra e rocce e bonificato il versante da pietre e massi  in bilico con uno speciale escavatore da parete il transito riaprirà alle 17 di oggi a senso unico alternato.Rispettati i tempi previsti dalla Città metropolitana di Genova nel sopralluogo con i sindaci di Rondanina e Montebruno dei giorni scorsi, per la riapertura della SP15 entro la settimana.La strada infatti tornerà transitabile dalle 17 di oggi, a senso unico alternato, dopo la chiusura al km.

Al km. 102 della provinciale, all'altezza del viadotto autostradale Gorsexio, dove saranno possibili per esigenze di cantiere sospensioni della circolazione al massimo di 5 minuti nei giorni feriali sino al 30 giugno prossimo.Per lavori alla base del viadotto autostradale Gorsexio sulla A26 saranno possibili, sino al 30 giugno prossimo, brevi sospensioni della circolazione – ciascuna per non più di cinque minuti – sulla sottostante SP456 del Turchino.

Approvata la delibera che adotta lo schema del documento di previsione triennale dell'Ente. Nel bilancio ancora le incertezze sui tagli nazionali, ma ci sono gli investimenti per scuole e strade dal bando periferie.Pareggia per il 2017 a 161.200.849 euro, che con il completamento delle riorganizzazioni e dei trasferimenti di competenze e funzioni stabilite dalla legge Del Rio per Province e Città metropolitane scenderanno a 131.411.568 nel 2018 e 134.149.568 nel 2019.

L'8 febbraio si è concluso a Palazzo Doria Spinola il ciclo di incontri sul territorio per la costruzione del primo piano strategico metropolitano. Nel video di Tabloid anche la visione dell'Università, di Confindustria e della Camera di Commercio.

Al km. 28,5 della provinciale della Fontanabuona in corso la realizzazione dell'intervento sotto il versante.Sarà lungo 36 metri con struttura in cemento armato e pannelli con pietre a vista. E' il nuovo muro in costruzione sotto il versante al chilometro 28,5 della SP225 nel Comune di Lumarzo. In questo tratto tre anni fa le alluvioni avevano provocato una grossa frana di terra e fango e l'immediata riapertura della strada era avvenuta con sistemazioni provvisorie, quelle che consentivano i pesantissimi tagli al bilancio dell'ex Provincia.

Negli 800 milioni deliberati oggi dal Comitato interministeriale per la programmazione economica anche i fondi per scuole superiori, strade provinciali e servizi nei Comuni del progetto della Città metropolitana. 40 milioni di euro per le scuole superiori, le strade metropolitane, interventi nei Comuni sul rischio idrogeologico, scuole e servizi per l’inclusione.
Li ha finanziati oggi il CIPE nel progetto presentato per il bando nazionale periferie dalla Città metropolitana di Genova.

Lunedì alle 18 la presentazione del lavoro del geologo Giorgio Grassano con Renato Rubiera e Marcella Noli.

Con semafori dalle 5.30 di lunedì 13 marzo alle 20.30 del 14 aprile a tratti e chiusura notturna della circolazione, sempre a tratti, dal 20 marzo al 14 aprile dal lunedì al venerdì. Il 9 aprile per il Giro dell'Appennino la strada sarà comunque libera dai cantieri.Limiti di transito, con semafori e chiusure notturne a tratti saltuari, sulla SP7 della Castagnola da lunedì prossimo, 13 marzo, al 14 aprile.

Sgomberi della neve in Valle Stura e alta Polcevera, spargisale in tutta la Valle Scrivia con nuovi interventi antigelo nella tarda serata e nella notte su tutte le tre vallate. Chiuso il Faiallo.Scendono le temperature e nell’entroterra ritorna la neve, soprattutto a ponente, dove sono entrati in azione gli spazzaneve della Città metropolitana di Genova.In particolare gli sgomberi della neve riguardano tutte le strade dell’ente in Valle Stura, dove il manto ha raggiunto i venti centimetri, e l'alta Val Polcevera dove sono caduti più di dieci centimetri di neve.

“Siamo riusciti a dare una sistemazione definitiva alla questione depuratori nella Città metropolitana” ha detto Marco Doria. La delibera presentata da Enrico Pignone conferma la scelta di Ramaia a Sestri Levante e del Lido a Chiavari.Via libera definitivo dalla Città metropolitana di Genova ai due depuratori per il Tigullio Orientale, con richiesta di tempi rapidi per le progettazioni di Ireti, gestore del ciclo idrico.

Sino al 9 aprile prossimo fra i km. 32 e 33 della provinciale della Val d'Aveto per interventi di risistemazione del ponte e della sua spalla destra, erosa dal torrente Libbieto.Consolidamento con una scogliera di massi della spalla destra, con cartelle di cemento armato dei due prospetti del ponte, a monte e a valle, della volta con getti di calcestruzzo, rifacimento delle barriere laterali di protezione e dell'asfalto.

Dal 13 marzo al 12 settembre prossimi per lo spostamento del collettore della Valle Scrivia e la posa di una condotta per l'acqua potabile fra la rotatoria per la variante di Casella e il km. 17,2 della strada.Senso unico alternato con semafori a tratti saltuari sulla SP226 della Valle Scrivia dal 13 marzo al 12 settembre prossimi fra la rotatoria per la variante di Casella e il km. 17,2 della strada, nel Comune di Savignone.

La prossima settimana, con semafori fra le 22 e le 6 ogni notte a partire da quella fra lunedì 13 e martedì 14 febbraio sino a quella fra venerdì 17 e sabato 18 per la sostituzione di cavi a fibra ottica.Circolazione a senso unico alternato con semafori per cinque notti la prossima settimana nella galleria delle Ferriere, tra i km. 30,950 e 33,050 della SP225 della Fontanabuona (nei Comune di Bargagli e Lumarzo). Il provvedimento è stato richiesto alla Città metropolitana di Genova dall’impresa Cosseta s.r.l. di Asti per la sostituzione di cavi in fibre ottiche nel tunnel.

Viaggio per immagini nel nuovo Mercato del Riuso aperto nella città delle due baie.Se ogni materia diventa risorsa, riutilizzabile, ogni città può essere inesauribile miniera urbana.

Il lavoro, realizzato dal geologo Giorgio Grassano con Renato Rubiera e Marcella Noli, sarà presentato alle 18 alla sala Sivori: dibattito con Enrico Pignone (Città metropolitana), Gianni Crivello (Comune di Genova) Andrea Pasetti (Ist. Naz.

Alle 15 si riunirà a Palazzo Doria Spinola la Conferenza metropolitana per esprimere il parere obbligatorio sul documento di previsione triennale che sarà poi votato in via definitiva dal Consiglio metropolitano nella seduta convocata alle 17.Giornata di bilancio per la Città metropolitana di Genova.

Sulla provinciale della Castagnola chiusi in anticipo i cantieri per il cavidotto Enel e l'acquedotto di Ronco Scrivia.I lavori terminati in anticipo di una settimana mettono fine ai limiti di transito. con senso unico alternato diurno e chiusure notturne, sulla SP7 della Castagnola. Chiusi i cantieri per il cavidotto Enel e l'acquedotto di Ronco Scrivia la circolazione sulla strada è già tornata completamente libera.

Una nota del consigliere delegato Nino Oliveri richiama l'azienda al “tassativo obbligo” di non avviare alcuna variazione del servizio “senza l'autorizzazione preventiva della Città metropolitana”. Per i bus Atp nessun taglio di corse e chilometri deciso unilateralmente dall'azienda.

Lavori in corso e progetti della Città metropolitana per riparare e migliorare alcuni tratti stradali nelle valli dell'entroterra orientale.Mezzanego, Rezzoaglio, Santo Stefano. Lungo la SP586, arteria di collegamento verso la costa delle Valli Aveto e Sturla, la Città metropolitana di Genova è impegnata in lavori di ripristino e miglioramento stradale con due cantieri aperti e un intervento urgente di cui i tecnici stanno valutando e mettendo a punto le soluzioni progettuali.

Ponti ricostruiti con luce più ampia, alveo allargato di dieci metri e con fondo abbassato, nuovi argini, vasche di sedimentazione a monte e alla foce. Il racconto per immagini degli interventi realizzati e in corso per il torrente di Sestri Ponente. Opere già realizzate e tante aree di cantiere dalla zona sotto il viadotto A10 alla foce del Chiaravagna per ridurre i rischi del torrente che insieme al Cantarena e al Molinassi ha messo in ginocchio Sestri Ponente, nella devastante e tragica alluvione del 4 ottobre 2010, in cui perse la vita l'operaio delle cave Paolo Marchini.

La 108^'classicissima di primavera' entrerà nel territorio metropolitano genovese dalla Valle Stura sulla SP456, salendo al Turchino per scendere al mare da Voltri e poi seguire la costa da Arenzano e Cogoleto al savonese e all'imperiese sino a Sanremo. A chi passerà il testimone Arnaud Demare, lo sprinter francese vincitore della Milano – Sanremo 2016?

Sino al 21 aprile fra i km. 28,400 e 28,600 senso unico alternato con semafori con possibili brevi sospensioni della circolazione per le esigenze del cantiere. Strada comunque libera il 9 aprile per il Giro dell'Appennino.Un altro intervento per la sicurezza stradale vicino al nuovo muro sotto il versante della SP225 a Lumarzo: la costruzione sul lato a monte della carreggiata di un cordolo in cemento armato con guard-rail, in corrispondenza dell'imbocco di una tombinatura che incanala le acque piovane.

Venerdì 24 marzo alle 16.45 a Villa Sauli Podestà secondo appuntamento con il progetto sul bere misurato e responsabile, con drink analcolici e a bassa gradazione preparati dalle quinte dell'alberghiero Bergese per i coetanei di altre scuole.Secondo appuntamento - venerdì 24 marzo alle 16.45 a Villa Sauli Podestà - con Drinkare e non Trinkare, il progetto dell'istituto Bergese sul bere consapevole e senza eccessi che affronta tutti gli aspetti, alimentari, culturali, sociali e le gravi conseguenze e la pericolosità per la salute degli abusi alcolici, in un ciclo di incontri nella storica vi

Con semafori o movieri su due tratti per il ripristino della pavimentazione stradale.Transito a senso unico alternato, regolato da semafori o movieri, sino alle 18 di oggi su due brevi tratti, nel territorio di Avegno, della SP333. Il provvedimento è stato istituito dalla Città metropolitana di Genova per ripristinare con nuove asfaltature la pavimentazione stradale.  

Sul documento di previsione triennale e sul consuntivo 2016 il sì definitivo del Consiglio metropolitano.

Il 22 e 23 aprile organizzato dal centro di formazione New Life Resuscitation con Croce Rossa di Vignole Borbera, Vigili del Fuoco di Alessandria, il supporto del Parco Antola e Cai e i patrocini di Regione, Città metropolitana, GITIC, enti e associazioni.Come agire nelle situazioni di emergenza in montagna per soccorrere una persona infortunata, come intervenire nella rianimazione cardiopolmonare, nell'impiego di un defibrillatore, nelle manovre di primo soccorso?

La gara podistica, autorizzata dalla Città metropolitana, si correrà il 26 Marzo dalle 9.30 alle 12, organizzata dall’associazione Marina Sporting - Porto turistico 60 con un anello al 90% sterrato nei Comuni di Lavagna, Cogorno e Sestri Levante.Un anello di oltre venti chilometri (20,66) su sentieri sterrati per il 90% del percorso che si snoda fra Lavagna, Cogorno e Sestri Levante.

Dal 15 al 26 maggio prossimi fra i km. 2,650 e 3,700 per il ripristino della pavimentazione dopo i lavori di posa di condotte dell'acqua.Senso unico alternato con semafori sulla SP26bis della Valmogliana per il ripristino della pavimentazione con nuove asfaltature fra i km. 2.650 e 3,700 della strada dopo la posa di condotte dell'acqua. I lavori saranno realizzati dall'impresa Solari Giuseppe & C di Leivi con semafori sempre in funzione dal 15 al 26 maggio prossimi lungo il tratto indicato, nei Comuni di Mezzanego e Borzonasca. 

Con la 35^ edizione della gara nazionale automobilistica organizzata dalla Scuderia Valpolcevera e autorizzata dalla Città Metropolitana con chiusura al transito sulla SP35 dei Giovi fra Ponterosso e il Passo dei Giovi disposta dalla Prefettura.Start numero 35, lunedì 1^ Maggio per una grande classica sportiva al volante: la gara nazionale di Slalom in salita Mignanego – Giovi a cura della Scuderia Valpolcevera Organizzazioni e autorizzata dalla Città metropolitana di Genova.La competizione automobilistica si svolgerà sulla SP35 dei Giovi fra Ponterosso e il passo dei Giovi, nel Comune di M

Venerdì 21 aprile sul primo piano strategico dell'Ente esprimerà il parere la Conferenza dei sindaci e poi il Consiglio metropolitano voterà sull'approvazione definitiva del documento.E' stato elaborato con la partecipazione attiva dei Comuni, dei cittadini e dei territori.

Domenica 14 maggio, con partenza a Busalla sulla SP35 dei Giovi e percorso che tocca anche i territori di Mignanego e Ronco Scrivia prima di tornare a Busalla.Domenica in sella sulle “ruote grosse” con la Gran Fondo Appennino delle mountain bike.

Realizzato nel decennale della scomparsa del cappellano della Divisione Mingo che combatteva i nazifascisti fra le Valli Stura, Orba, la Benedicta e il Basso Piemonte dai volontari dell'Associazione Multimedia No Profit. Il 28 aprile la prima a MasoneCon il fazzoletto tricolore al collo e la croce sulla giacca. Visse così il giorno della Liberazione il 25 Aprile 1945 don Bartolomeo 'Berto' Ferrari che partecipò alla Resistenza come cappellano della Divisione partigiana Mingo in lotta contro i nazifascisti nel territorio fra le Valli Stura, Orba, la Benedicta e il Basso Piemonte.

Nel programma della Città metropolitana di Genova immagini e interviste al team che ha realizzato in modo originale e corale il film dedicato a don Berto Ferrari, cappellano della Divisione partigiana Mingo e all'attualità del suo messaggio.Quando il 24 Aprile 1945 arrivò sulle montagne la notizia che Genova era insorta il comandante Boro Cupic e il cappellano della Divisione partigiana Mingo chiesero la resa al capo del presidio tedesco di Voltaggio.“L'ufficiale tedesco – raccontava lo stesso don Berto - sulle prime non ne volle sapere, non credeva che a Genova il generale Meinhold stesse

Domenica 7 maggio, il percorso a tappe fra bellezze del paesaggio e della storia dell'entroterra e i prodotti tipici locali dall'antipasto al dolce e spirito solidale.Sette chilometri in cinque tappe lungo i sentieri dei Forti genovesi, dell'antico acquedotto e della ferrovia Genova-Casella alla scoperta delle bellezze del paesaggio e storiche dell'entroterra, assaporando i prodotti tipici locali.

La giornata in vetta per ricordare i valori della Resistenza e quanti si sacrificarono nella lotta antifascista per la libertà è organizzata dal Parco dell'Antola e dal Rifugio ParcoAntola. Sull'Antola portando il tricolore per celebrare il 25 Aprile.

Approvato dalla Conferenza dei sindaci e dal Consiglio metropolitano il documento, costruito sulla partecipazione degli enti e delle comunità locali, sulle linee concrete per lo sviluppo, l'integrazione e la coesione dell'area metropolitana di Genova, articolata in nove zone omogenee.

Uno strumento fondamentale per gli obiettivi di sviluppo, integrazione e coesione dell'area metropolitana di Genova, con la partecipazione dei Comuni, dei cittadini e dei territori.

Dalle 21 alle 24 di lunedì 8 maggio sotto l'archivolto fra i km. 61,500 e 61,510 della strada. Transito sempre consentito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Per il ripristino della pavimentazione stradale con nuove asfaltature sotto l'archivolto di Borgonovo a Mezzanego lunedì 8 maggio sarà chiuso per tre ore di notte (dalle 21 alle 24) un tratto di dieci metri della SP586, fra i km. 61,500 e 61,510. L'intervento sarà realizzato dall'impresa P.A.T.O.

Il 28 aprile e il 5 maggio tornano nella Villa Sauli Podestà di Pra' gli appuntamenti del progetto dell'istituto alberghiero dedicati al bere consapevole e senza eccessi fra attività didattiche e proposte culturali innovative.Nuovi incontri fra riflessioni, emozioni, cultura e assaggi enogastronomici alla Villa Sauli Podestà di Pra' con l'istituto Bergese nel progetto dell'alberghiero sul bere consapevole Drinkare e non Trinkare e in collaborazione con Parole a Sorsi e Morsi.

Sui primi 400 metri della strada di Cogoleto con chiusura dalle 21 nelle tre sere del 22-23-24 maggio e riapertura del transito alle 5 del mattino.Sarà chiuso per tre notti la prossima settimana il tratto iniziale della SP78 di Lerca nel Comune di Cogoleto.

Dal 2 al 31 maggio prossimi per il ripristino di cunette e tombinature fra i km. 8,100 e 8,150 della provinciale della Fontanabuona.Senso unico alternato con semafori nei feriali dal 2 al 31 maggio prossimi sulla SP225 della Fontanabuona, fra i km. 8,10 e 8,150, nel Comune di San Colombano Certenoli. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova per eseguire interventi di ripristino alle cunette e tombinature stradali.I semafori all'altezza del cantiere saranno in funzione dal lunedì al venerdì nell'orario 8-17.30 per tutto il periodo indicato.

Domani alle 9.30 l'inaugurazione degli spazi in via di Creto 66 alla presenza del sindaco metropolitano Marco Doria con il consigliere delegato Alfonso Gioia, del dirigente scolastico Marzio Angiolani, dei rappresentanti dell'Istituto Diocesano e della Fondazione Piaggio.Nuove aule e nuove tecnologie per le attività didattiche dell'agrario Marsano in crescita di iscritti dal recupero e adeguamento dell'ex “casetta delle api” in alta Val Bisagno dove in passato l'istituto teneva le arnie e le attrezzature per lavorare il miele.La piccola succursale in via di Creto 66 è stata messa a disposiz

In occasione della visita di Papa Francesco al santuario mariano la provinciale che sale al Monte Figogna sarà chiusa al transito dalle 8 alle 16. Chiusura al transito per otto ore domani sulla SP52 della Madonna della Guardia. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta della Questura in occasione della visita di Papa Francesco al santuario mariano.La chiusura sarà in vigore dalle 8 alle 16 da Geo al termine della strada sul Monte Figogna.

Consolidato e rimodellato il versante franato nelle alluvioni la Città metropolitana di Genova sta completando gli interventi per riaprire – fra un mese prevedono i tecnici – il piccolo ma prezioso collegamento fra alta Val Bisagno e Fontanabuona.Verso la riapertura completa, anche sul lato di Lumarzo, della SP82 di Sant'Alberto, piccolo ma prezioso collegamento per molte località e frazioni della zona che sul versante fontanino, a Ferriere, era stata però gravemente danneggiata e resa impraticabile dalle alluvioni degli anni scorsi, come tantissimi altri tratti della viabilità metropolitan

Con il X Memorial Livio Garibotto al mattino per gli Esordienti e il V Trofeo Alberto Massucco nel pomeriggio per i Giovanissimi nella Giornata Azzurra FCI organizzata l'11 giugno dal Gruppo sportivo Levante. Due gare sui pedali domenica 11 giugno, a Casarza Ligure per i ciclisti in erba.

La sentenza di assoluzione del Tribunale di Genova nei confronti degli ingegneri Bellina e Cianelli e dei geometri Garbarino e Delucchi è stata pronunciata alle 16.

Inaugurata nella secentesca Villa Spinola Grimaldi a Lavagna una nuova sede dell'Accademia della Marina Mercantile Italiana.

Per lavori di adeguamento della strada metropolitana transito a senso unico alternato con semafori fra i km. 3 e 5 sino al 15 luglio.Senso unico alternato con semafori sulla SP6 di Isoverde, fra i km. 3 e 5 (nel Comune di Campomorone) sino al 15 luglio prossimo. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova per lavori di adeguamento della strada, su richiesta dell'impresa Co.S.Pe.F. srl, esecutrice degli interventi.I semafori all'altezza dei cantieri saranno sempre in funzione sino al 15 luglio.

Recependo le osservazioni emerse nella fase preliminare (scoping) per la valutazione ambientale strategica, che dopo la delibera consiliare proseguirà con la consultazione pubblica.

Sabato 10 e domenica 11 giugno la XV edizione dell'appuntamento tutto declinato sulle rose, dallo sciroppo alle più sorprendenti degustazioni gastronomiche, con mercato dei prodotti tipici, giardinaggio e molti eventi.La vie en rose: con un weekend fittissimo di appuntamenti e un prologo intenso già in settimana Busalla si prepara alla XV edizione della “Festa delle Rose – Busalla è un fiore” declinato tutto sulle rose, dallo sciroppo alle degustazioni gastronomiche più originali e sorprendenti, con mercato dei prodotti tipici, giardinaggio e molti eventi fra cultura, natura e spettacolo.

Città metropolitana regista del primo caso in Liguria e forse in Italia di strumento urbanistico che interessa più comuni. Propata e Montebruno si aggiungono a Fascia, Fontanigorda, Gorreto, Rondanina e Rovegno.

Il gruppo Iren, accogliendo l'invito del sindaco metropolitano Marco Doria, ha stanziato 20.000 euro per sostenere il  piccolo e prezioso tesoro montano della biodiversità, uno dei Musei del Verde del Touring Club Italiano che potrà così proseguire le sue attività. Più di quattrocento specie di fiori e piante straordinarie, dalle Alpi alle Blue Mountains australiane alle foreste tropicali, in uno spicchio di biosfera sull’Appennino ligure.

All'altezza del km. 1 dalle 21 alle 5 del mattino successivo per la demolizione di un edificio. Sempre garantito il transito dei mezzi di soccorso ed emergenza.Otto ore di chiusura nella notte fra martedì 13 e mercoledì 14 giugno su un tratto della SP6 di Isoverde (all'altezza del km.1 nel Comune di Campomorone). Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell'impresa Demolscavi s.a.s.

Il 4 giugno la XII edizione della gara ciclistica sulla SP67, organizzata dalla società di mutuo soccorso della Polizia Municipale di Genova. Il primo concorrente partirà alle 9.30 da Calcinara di Uscio, il traguardo sotto i ripetitori del Fasce.Dodicesimo appuntamento con la “Cronometro del Monte Fasce” sfida sui pedali impegnativa e appassionante, domenica prossima, 4 giugno, sulla SP67.

Approvata dal Consiglio e dalla Conferenza dei sindaci la riprogrammazione degli interventi per il 2017-2019.Mantiene le priorità sulla realizzazione dei nuovi depuratori e le esigenze fondamentali dei comuni dell'entroterra la riprogrammazione degli interventi 2017-19 per il servizio idrico integrato proposta dal consigliere delegato Enrico Pignone e approvata dal Consiglio metropolitano presieduto dal sindaco Marco Doria, con il parere favorevole della Conferenza dei sindaci.

La manifestazione cicloturistica internazionale attraverserà la Valle Stura e la Val Leira sulla SP456 nella mattinata del 11 giugno.Stesso percorso della classicissima di primavera dei professionisti per un'altra Milano – Sanremo, la 47^ Granfondo cicloturistica internazionale che si svolgerà domenica 11 giugno, organizzata dall'Unione cicloturistica Sanremo.

Sabato e domenica, con fiaccolata, escursione notturna per ammirare l'alba, messa, ristoro e musica.

Fra i km. 0,180 e 0,430 dalle 8.30 alle 18. Il provvedimento è stato richiesto alla Città metropolitana di Genova dal COCIV negli adeguamenti della strada per la realizzazione del Terzo Valico.Taglio di alberi e piante lungo la carreggiata con chiusura al transito di un tratto della SP4 dei Piani di Praglia domani, mercoledì 12 luglio, dalle 8.30 alle 18.

Da oggi a fine lavori fra i km. 28,5 e 29,5 della strada per il ripristino della carreggiata a Frascaie dove l'aggravamento di una frana a valle ha imposto la chiusura del transito. Interventi della Città metropolitana  in corso.Tratto chiuso da oggi a Rezzoaglio sulla SP586 della Val d'Aveto fra i km. 28,5 e 29,5 per gli interventi urgenti di ripristino della carreggiata a Frascaie.

Martedì 4 luglio, dalle 19 alle 24  il tratto fra i km. 2,8 e 3,4 della provinciale potrà essere percorso solo verso monte, mentre la corsia a valle sarà chiusa, con deviazione sulla viabilità comunale, tranne trasporto pubblico e mezzi di emergenza.Serata dedicata a gusti e sapori a Conscenti di Ne, con senso unico su un tratto della SP26 della Valgraveglia.

Venerdì 7 luglio alle 21 nel Cinema Teatro Opera Monsignor Macciò del Comune della Valle Stura la seconda edizione dell'iniziativa che sostiene l'associazione onlus “Noi Genitori di Tutti” per i bambini ammalati di tumore nella Terra dei Fuochi. Porta sul palco la passione per il canto, la musica, la recitazione, il ballo e la solidarietà.

La decima edizione della gara automobilistica organizzata dall'associazione Sport Favale 07 e autorizzata dalla Città metropolitana di Genova si svolgerà il 16/7 dalle 9 alle 18 fra i km. 6,950 e 13 della SP23 con chiusura al transito durante lo slalom.Start numero dieci, domenica 16 luglio, per lo slalom Favale – Castello gara automobilistica organizzata dall’associazione Sport Favale 07, autorizzata dalla Città metropolitana di Genova e con ordinanza della Prefettura per la chiusura del transito lungo il percorso. Lo slalom al volante si svolgerà dalle 9 alle 18 tra i km.

Per la festa gastronomica venerdì 30 giugno e sabato 1^ luglio, sempre dalle 18 alle 24, sarà chiusa la corsia verso valle della SP34 fra gli incroci con via al Campanile e con la comunale 49, con deviazione del traffico sulla viabilità municipale.Il gusto chiede spazio e sposta anche il traffico sulla SP34 nel fine settimana dedicato al “Re Raviolo” con la quattordicesima edizione di Cogorno in festa. Per l’appuntamento gastronomico nelle serate di venerdì 30 giugno e sabato 1^ luglio – come richiesto dal Comune alla Città metropolitana di Genova - la corsia in direzione valle della strada

L'8 luglio, con la 19^ rievocazione del trecentesco matrimonio fra la bellissima e controversa Isabella Fieschi, della nobile e ricchissima famiglia guelfa genovese e Luchino Visconti, signore di Milano e condottiero del grande casato ghibellino.Un tuffo nel passato di quasi settecento anni, fino al 1331. Lo farà Casella sabato prossimo 8 luglio, con una serata di festa per rivivere il trecentesco matrimonio fra Luchino Visconti e Isabella Fieschi.

Viaggio per immagini e interviste nell'unica bottega organaria di tradizione in Liguria, quella con radici secolari dei Fratelli Marin che costruiscono nuovi organi e restaurano quelli antichi, da Genova e le sue vallate alla Nuova Caledonia.Progettano e costruiscono nuovi organi per le chiese, il 99% della committenza, e qualcuno per i privati e sono anche grandi restauratori, capaci di far rinascere struttura e anima musicale di magnifici organi antichi, persino nel Pacifico.

Nel fine settimana, dalle 19 alle 24, fra i km. 7 e 9 della provinciale, nei Comuni di Sestri Levante e Casarza Ligure si viaggia solo in direzione di Casarza per meglio regolare il traffico durante la sagra organizzata dal Circolo Acli Tassani.Fine settimana nel nome delle escargotes in Val Petronio con percorso a senso unico su un tratto della SP44 di Santa Vittoria di Libiola nelle tre serate di venerdì 30 giugno, sabato 1^ e domenica 2 luglio.

Nato nel Golfo Paradiso e arrivato in Fontanabuona nel 1861 l'organo della chiesa di San Nicola di Bari a Coreglia ha ritrovato nei restauri l'originaria anima musicale delle 640 canne e lo splendore settecentesco della cassa lignea fra lacche e argenti.Due grandi maestri d'organo di fama internazionale come il genovese Guido Iotti e la barcellonese Carme Godall Castell hanno fatto risuonare di nuovo, per la prima volta dopo tanti anni, le musiche straordinarie delle sue 640 canne.

Sul versante sotto la carreggiata per ricostruirla dopo i cedimenti provocati dall'erosione del torrente Aveto. In corso gli scavi per le fondazioni del nuovo muro cellulare. Il tratto fra i km. 28,5 e 29,5 è chiuso sino alla fine dei lavori.La ruspa nella scarpata sotto la strada sta scavando le fondazioni per il nuovo muro che consoliderà a Frascaie di Rezzoaglio la SP586 della Val d'Aveto. Il tratto fra i km.

Viaggio per immagini, guidati dal monaco diocesano padre Attilio Fabris, nella storia, complessa e affascinante, dell'antico complesso religioso di Sant'Andrea, l'unica struttura medievale in Italia dove la pietra si unisce al mattone.Il suo primo nucleo esisteva probabilmente già nell'ottavo secolo e sul complesso abbaziale di Sant'Andrea a Borzone ci sono documenti ufficiali del primo 1100. Di sicuro questo tesoro artistico e architettonico nel territorio di Borzonasca, con tanti interrogativi ancora aperti sui tempi e le modalità della sua edificazione è assolutamente unico: lo dicono be

Approvato dal Consiglio metropolitano di Genova il programma triennale definitivo dei lavori pubblici.
Comprende anche i fondi dal bando nazionale periferie e 11 milioni per le strade dal Patto per Genova.

Cinquantaquattro interventi per opere stradali e trenta per gli edifici delle scuole superiori del territorio. Sono quelli inseriti nel programma triennale 2017-19 definitivo dei lavori pubblici della Città metropolitana di Genova, presentato dal consigliere delegato Roberto Levaggi e approvato dal Consiglio presieduto dal sindaco Marco Bucci.

Domenica 27 agosto ritorna il trofeo ciclistico “Aquile di Valbrevenna” con partenza e traguardo da Clavarezza. La gara è organizzata dall'U.S.

Sabato 2 e domenica 3 settembre le prove speciali dell'attesa gara di regolarità organizzata dall'associazione sportiva Lanternarally e autorizzata dalla Città metropolitana di Genova con chiusure al transito disposte dalla Prefettura.Fine settimana al volante fra salite, discese e tornanti con il 33^ Rally della Lanterna che quest'anno porterà i driver sulle strade della Val Trebbia e della Val d'Aveto.

Dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 16 fra i km. 8 e 8,050 della strada per lavori di costruzione del metanodotto Gavi – Pietralavezzara. Transito comunque garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Cinque ore di chiusura della circolazione, tre la mattina e due al pomeriggio, domani 19 luglio su un breve tratto della SP5 della Bocchetta (fra i km. 8 e 8,050 nel Comune di Campomorone).

Dalle 21 di domani sera alle 5 di giovedì 14 settembre fra i km. 1,5 e 1,7 della SP6 nel Comune di Campomorone per scavi legati alle condotte idriche. Transito sempre garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Otto ore di chiusura nella notte fra mercoledì e giovedì prossimi sulla SP6 di Isoverde fra i km. 1,5 e 1,7 della strada nel Comune di Campomorone. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell'impresa SIRCE s.p.a.

Tre anni dopo lo straordinario concerto di Guillermo Fierens, erede di Segovia e fra i massimi virtuosi al mondo della chitarra classica il borgo della Valle Stura ha vissuto un'altra memorabile serata musicale con Carlo Fierens, figlio e allievo di Guillermo.Dalle variazioni di Fernando Sor sul flauto magico di Mozart alla Jota di Francisco Tarrega che fa danzare l'Aragona, dalla versione per chitarra delle canzoni di Carlos Gardel, immensa voce del tango, ai Capricci di Nicolò Paganini, il più grande violinista al mondo, suonati con un eccezionale tour de force virtuosistico sulle sei cor

 Alla cerimonia con il ministro della Difesa il sindaco di Genova e della Città metropolitana Marco Bucci, il prefetto Fiamma Spena, l'assessore regionale Ilaria Cavo, la consigliera metropolitana Laura Repetto, il presidente Ilsrec Mino Ronzitti.La Repubblica “ringrazia uomini e donne della Resistenza perché la loro lotta ha consentito la sua nascita”.

Lungo i primi 500 metri della strada per il campionamento dei piezometri per l'area ex Stoppani. Il transito durante queste operazioni sarà regolato dalle palette dei movieri.Transito a senso unico alternato dalle 9 alle 13 di domani, 17 agosto, sui primi cinquecento metri della SP78 di Lerca, nel Comune di Cogoleto.

La giornata “2007 - 2017 “…e intanto sono dieci !” è organizzata dal Rifugio Parco Antola con l'Ente Parco e la sezione ligure del CAI. Escursione guidata, incontro con lo scrittore Marco Albino Ferrari, polenta per tutti e tante immagini e storie.Fra scenari e panorami imperdibili a festeggiare sull'Antola il primo decennale del rifugio sui 1.460 metri della “montagna dei genovesi”.

Gli interventi della Città metropolitana di Genova con il Comune di Savignone per liberare la provinciale dopo la frana di rocce e massi fra Montemaggio e Sorrivi. Un macigno gigantesco, venti metri cubi di volume per quaranta tonnellate di peso, caduto da una parete rocciosa, altissima e a picco che sembra uno scorcio del Grand Canyon, ma è invece Liguria di entroterra e di monte, a Savignone, nel territorio metropolitano di Genova.

Il 17 luglio al km. 4,5 dalle 8 alle 18 per la ricostruzione di una tombinatura stradale.Chiusa al transito lunedì 17 luglio, dalle 8 alle 18, la SP62 Franco Rolandi al km. 4,5 nella località Laccio del Comune di Torriglia. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova per la ricostruzione di una tombinatura stradale. I lavori saranno realizzati dall'impresa B&D Scavi e Trasporti snc. per conto della Città metropolitana.

La gara del 10 settembre, partirà dal Comune di Mignanego e arriverà a Casella, con un anello fra territorio metropolitano genovese e quello alessandrino. Organizza l'associazione Genoa Bike con l'autorizzazione della Città metropolitana di Genova.Un anello sui pedali di oltre cento chilometri fra territorio metropolitano genovese e l'alessandrino affrontando i Giovi, la Bocchetta, le rampe di Costa Salata e il valico di Crocefieschi con partenza da Mignanego e arrivo a Casella.

Il nuovo stabilimento a Cornigliano vicino alla banchina, sviluppo tecnologico, crescita e internazionalizzazione dell'azienda che ha portato a Genova la produzione delle avanzatissime turbine GT26 e GT36.

Approvata dal Consiglio la delibera presentata dal sindaco Marco Bucci sulla salvaguardia degli equilibri del bilancio 2017/19 e con la variazione di assestamento aumenta anche la quota 2017 per gli interventi finanziati dal bando periferie.Bilancio in equilibrio per la Città metropolitana di Genova e se i tagli continuano a incidere pesantemente sulle risorse a disposizione, si riducono però di 4,2 milioni rispetto al 2016 per effetto di nuove norme nazionali.

Dalle 4 alle 6 del 27 luglio fra i km. 5,500 e 5,700 (nel Comune di Santa Margherita Ligure) per lavori al gruppo elettrogeno dell'Abbazia della CervaraSenso unico alternato notturno per due ore, dalle 4 alle 6 del 27 luglio, su un tratto di 150 metri della SP227 di Portofino. Il provvedimento sarà in vigore fra i km. 5,500 e 5,700 (nel Comune di Santa Margherita Ligure) con la circolazione regolata dalle palette dei movieri ed è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell'impresa Sammi s.r.l.

Al km 1,950 nel Comune di Savignone, da lunedì 25 a mercoledì 27 settembre, sempre dalle 8 alle 19 per la posa di una condotta delle acque bianche. Transito sempre garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Cantiere per la posa di una condotta fognaria delle acque bianche con chiusura diurna al transito per tre giorni al km.

Ricostruito da trenta studenti di architettura all'Università di Genova, lavorando la pietra e il legno, un piccolo ponte devastato dalle piene del torrente e che conduce al sentiero per l'antica Abbazia di Tiglieto, prima gemma cistercense in Italia.Unire entusiasmo e competenze progettuali e tecniche apprese studiando alle fatiche dure e concrete di un cantiere per arrivare al traguardo.L'hanno fatto per una settimana trenta ragazzi e ragazze del quinto anno di Architettura all'Università di Genova per ricostruire, nell'incanto degli scenari naturali di Tiglieto, un piccolo ponte per l'an

Questa mattina Adolfo Olcese ha visitato con i tecnici della Città metropolitana di Genova e gli amministratori di Savignone la zona dove dal versante il macigno si è abbattuto sulla carreggiata. Sulla parete interverranno i rocciatori.Un volume di oltre venti metri cubi e una massa fra le quaranta e le cinquanta tonnellate. Sono queste le dimensioni dell'enorme masso che dopo le forti piogge si è abbattuto ieri sulla carreggiata della SP10 nel Comune di Savignone, fra i borghi di Montemaggio e Sorrivi, imponendo la chiusura della strada.

Per motivi di sicurezza fra i km. 1,500 e 1,700 , nel Comune di Campomorone, sino alla conclusione degli interventi di adeguamento della strada nell'ambito della realizzazione del Terzo Valico ferroviario dei Giovi.Strada aperta a senso unico alternato per i veicoli, ma con un tratto di duecento metri chiuso ai pedoni, per motivi di sicurezza. Il provvedimento della Città metropolitana di Genova riguarda la SP6 di Isoverde fra i km.

 Con l'edizione zero della Giornata dei sentieri liguri il 23 e 24 Settembre decine di occasioni di svago e approfondimento fra la suggestione dei paesaggi e le tracce della storia e della memoria. Tutti in cammino sui sentieri della Liguria sabato 23 e domenica 24 Settembre.

Dopo gli interventi in parete dei rocciatori oggi i mezzi meccanici della Città metropolitana hanno iniziato a frantumare l'enorme blocco di roccia caduto sulla strada.A colpi di martellone. Come un gigantesco trapano la punta d'acciaio inserita sul braccio meccanico di una ruspa ha cominciato a perforare il macigno di oltre quaranta tonnellate per frantumarne la roccia.

Fra i km. 4,5 e 5 della strada nel Comune di Campomorone.Asfaltature su un tratto di cinquecento metri della SP6 di Isoverde con senso unico regolato da semafori sino a venerdì 28 luglio fra i km. 4,5 e 5 della strada, nel Comune di Campomorone. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova per l'esecuzione di questi lavori, affidati per conto del COCIV all'impresa Pavitecna s.r.l. di Sestri Levante.I semafori all'altezza del cantiere saranno sempre in funzione sino al 28 luglio prossimo. 

Durante la manifestazione del 24/9, organizzata dal Veteran Car Club Ligure un tratto della SP35 dei Giovi (da Ponterosso al Passo) sarà chiusa al traffico dalle 9.15 alle 10.45.Amarcord delle auto d'epoca, dal mezzo secolo in su, domenica 24 settembre con la rievocazione storica della gara Pontedecimo – Giovi, quest'anno alla diciannovesima edizione. Durante la manifestazione non competitiva, organizzata dal Veteran Car Club Ligure e aperta alle quattro ruote immatricolate entro la fine del 1967, un tratto di quasi quattro chilometri della SP35 dei Giovi, dal km. 17,200 al km.

La più grande scultura rupestre d'Europa alle Rocche di Borzone, fra meraviglia e interrogativi che circondano il maestoso volto megalitico in un territorio che ha molte attrattive, artistiche, naturali e anche gastronomiche, da offrire ai visitatori. Potente, misteriosa e affascinante.

Compie un anno il progetto di incubatore agro-alimentare e gastronomico 'Il mortaio', realizzato a villa Sauli Podestà insieme all'istituto alberghiero genovese.

Per il prologo non cronometrato (shakedown) che si svolgerà fra i km. 1,5 e 4,8 della SP28 della Pievetta la chiusura al transito del 2 settembre sarà dalle 8.30 alle 13 e non come inizialmente previsto dalle 9.30 alle 14. Anticipati di un'ora l'inizio e la fine della chiusura al transito sulla SP28 della Pievetta, nel Comune di Santo Stefano d'Aveto dove sabato 2 settembre fra i km. 1,5 e 4,8 si svolgerà il prologo non cronometrato (shakedown) del 33^ Rally della Lanterna.

Sono stati protagonisti della Liberazione e la Repubblica “ringrazia uomini e donne della Resistenza perché la loro lotta ha consentito la sua nascita”. Lo ha detto a Genova il ministro della Difesa Roberta Pinotti consegnando a Palazzo Doria Spinola, la Medaglia della Liberazione a quattordici partigiani e partigiane, alla presenza del prefetto Fiamma Spena, del sindaco di Genova e della Città metropolitana Marco Bucci, dell'assessore regionale Ilaria Cavo, del presidente Ilsrec Mino Ronzitti e dei rappresentanti di tutti gli enti e istituzioni.

Demolito e rimosso l'enorme macigno franato con altre rocce sulla carreggiata la Città metropolitana, d'intesa con il Comune di Savignone che ha fatto intervenire i rocciatori sul versante, ha riaperto la circolazione a mezzogiorno.Transito riaperto da mezzogiorno di oggi sulla SP10 di Savignone, chiusa in un tratto fra Montemaggio e Sorrivi per la frana di un enorme macigno da cinquanta tonnellate caduto insieme ad altri massi sulla carreggiata dal ripido versante roccioso.Dopo le ispezioni sulla parete dei rocciatori incaricati dal Comune di Savignone, con sganciamento dei materiali ancor

Fra i km. 6 e 7 della strada, a tratti saltuari dal 24 luglio al 24 ottobre prossimi per l'estensione della rete fognaria nella località Piccola Torriglia.Cantieri con senso unico alternato regolato da semafori sulla SP62 Franco Rolandi, a tratti saltuari fra i km. 6 e 7, nel Comune di Torriglia.

Fra i km. 1,300 e 1,400 della provinciale delle Gabbie a Savignone per cantiere sulle reti fognarie e idrica. Anche durante la chiusura, in vigore dal 18/9 al 2/10, transito garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Cantiere con chiusura di un tratto di cento metri sulla SP63 delle Gabbie, fra i km. 1,300 e 1,400 nel Comune di Savignone dal 18 settembre al 2 ottobre prossimi. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell’impresa Idroedil s.n.c. di Savignone per lavori sulla reti idrica e fognaria.

Con la seconda edizione dell'iniziativa promossa dal Comune con la Asl3 per il benessere e la salute dei ragazzi, con premi ai nuovi cocktail analcolici ideati dai barman cogoletesi. E anche l'alberghiero Bergese punta ai bio drink.Coloratissimi, pieni di gusto e fantasia.

Sono partiti gli interventi della Città metropolitana di Genova per proteggere e consolidare la pila centrale del ponte di Settembrin sulla provinciale 33 a Carasco. In corso anche la progettazione di nuove opere che riguarderanno tutto il ponte.Una 'corona' di calcestruzzo intorno alle fondazioni della pila centrale del ponte di Settembrin, per proteggerla dall'erosione del torrente e consolidarla.

La Città metropolitana di Genova per le precarie condizioni del muro a monte della strada ha istituito al km. 8,050 un senso unico alternato a vista sino al completo ripristino della transitabilità.

Domenica 8 Ottobre. Organizzato dall’associazione Sport Favale 07, autorizzato dalla Città metropolitana per il percorso, con chiusura al transito stabilita dalla Prefettura si svolgerà sui primi 3,250 km.

50 Km all’ora nei tratti extraurbani fra la fine del centro abitato del Comune di Genova e l'inizio dell'abitato di Creto e 40 Km all’ora sulla stessa provinciale fra la fine dell'abitato di Creto e l'inizio di quello di Montoggio.Sulla SP13 di Creto, nei Comuni di Genova e Montoggio, la Città metropolitana ha istituito un doppio limite di velocità, a seconda dei tratti:50 chilometri all’ora su quelli extraurbani compresi fra i km. 1,736 e 8,328 (fra la fine del centro abitato di Genova e l'inizio di quello di Creto); 40 chilometri all’ora sui tratti extraurbani fra i km.

Domani alle 17.30 nel salone di Palazzo Doria Spinola la prima seduta dopo le elezioni metropolitane del 8 Ottobre scorso.Prima seduta, domani giovedì 26 Ottobre, del nuovo Consiglio metropolitano di Genova convocata dal sindaco Marco Bucci alle 17.30 nel salone di Palazzo Doria Spinola (largo Eros Lanfranco).

Fra i km. 1,300 e 1,400 a Savignone, su richiesta dell'impresa Idroedil s.n.c. per ultimare gli interventi sulle reti fognarie e idrica. Transito garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Prorogata sino al 31 ottobre prossimo la chiusura per lavori di un tratto di cento metri della SP63 delle Gabbie (fra i km.1,300 e 1,400 nel Comune di Savignone). Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell’impresa Idroedil s.n.c. di Savignone per ultimare gli interventi in corso sulla reti idrica e fognaria.

Dalle 9 alle 16 per la posa di una tombinatura al km. 1,700 della provinciale delle Capanne di Marcarolo.Cantiere con sette ore di chiusura del transito domani, 4 Ottobre, al km. 1,700 della SP69 delle Capanne di Marcarolo, nel Comune di Campo Ligure.
Il provvedimento sarà in vigore dalle 9 alle 16 ed è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova per la posa di una tombinatura stradale. L'impresa Edilcri Scavi di Campo Ligure incaricata dei lavori provvederà  a collocare  la segnaletica necessaria in zona.

Dalle 7 alle 20 del 5 novembre prossimo. La chiusura riguarderà il primo tratto della SP38 di Novano, dall'innesto con la SP523 del Colle di Cento Croci sino a cento metri dall'incrocio con piazza Moro e via Gramsci nel Comune di Casarza Ligure.

Prima domenica di novembre con la Festa dei Motori a Casarza Ligure e chiusura di un tratto della SP38 di Novano, richiesta dal Comune della Val Petronio alla Città metropolitana di Genova, per la sistemazione di gazebo espositivi.

Si è riunito per la prima volta il coordinamento dei consiglieri delegati, oggi presieduto dal vicesindaco metropolitano Carlo Bagnasco per gli impegni sull'Ilva al Mise del sindaco Marco Bucci.Prima riunione operativa oggi pomeriggio nella sala giunta della Città metropolitana di Genova del coordinamento dei consiglieri delegati nominati dal sindaco Marco Bucci lo scorso 26 ottobre.

Fra i km. 87,520 e 87,600 sino al 20 Ottobre prossimo per la sostituzione di una condotta idrica.Senso unico alternato con semafori sulla SP523 del Colle di Cento Croci fra i km. 87,520 e 87,600 nel Comune di Castiglione Chiavarese. Il provvedimento sarà in vigore sino al 20 Ottobre prossimo ed è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell'impresa Italscavi s.r.l. di Carasco per la sostituzione di una condotta idrica. I semafori saranno sempre in funzione per tutto il periodo indicato.

Fra i km. 1 e 1,400 per pulizia dei versanti sabato 11 e 18 novembre e domenica 12 e 19 novembre, sempre nell'orario 7-16, con transito garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Chiuso nove ore al giorno, nei prossimi due fine settimana, un tratto di quattrocento metri della SP4 dei Piani di Praglia (fra i km. 1 e 1.400 nel Comune di Ceranesi).

Fino al 17 ottobre, fra i km. 1,300 e 1,400 della provinciale a Savignone per completare i lavori sulle reti fognarie e idrica. Il transito è garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Prorogata di quindici giorni la chiusura per lavori di un tratto di cento metri della SP63 delle Gabbie (fra i km.1,300 e 1,400 nel Comune di Savignone).

Sino al 10 Novembre prossimo, su tratti compresi fra i km. 2 e 5 della provinciale di Isoverde.Senso unico alternato con semafori nei feriali per asfaltature a tratti saltuari compresi fra i km. 2 e 5 della SP6 di Isoverde nel Comune di Campomorone. Come stabilito nell'ordinanza della Città metropolitana di Genova che istituisce il senso unico alternato per i lavori sul manto stradale, i semafori saranno in funzione sino al 10 Novembre prossimo nei feriali (dal lunedì al venerdì, escluse le festività infrasettimanali) nell'orario 8-18.   

Attiva da più di settant'anni è alimentata da un sistema di condotte e da un bacino di carico tutti realizzati artigianalmente sulla montagna con vere e proprie opere d'arte idrauliche. E continua a trasformare l'acqua in energia pulita.Quasi sei chilometri di condotte che si snodano tra i castagni, seguendo i crinali della montagna, rivestite dal muschio che le mimetizza e le integra con il bosco. E' il sistema di alimentazione della centrale idroelettrica di Neirone, in funzione da più di settant'anni.

Dal 9 al 12 ottobre prossimi fra i km. 10,200 e 10,800 della provinciale della Valle Scrivia.Senso unico alternato con semafori su un tratto della SP226 della Valle Scrivia dal 9 al 12 Ottobre prossimi per asfaltature fra i km. 10,200 e 10,800 nel Comune di Montoggio.Nei quattro giorni indicati i semafori all'altezza del cantiere saranno in funzione dalle 8 alle 17.30. 

Nella cooperazione fra Città metropolitana, Comuni e Unione nell’accordo quadro per la formazione e adeguamento dei Puc.La Città Metropolitana di Genova ha concluso la formazione dei Piani Urbanistici Comunali coordinati di Montebruno e Propata che li hanno già adottati con delibere dei loro Consigli comunali.Il risultato è frutto del protocollo operativo siglato il 27 giugno 2016 tra la Città Metropolitana di Genova e i Comuni di Montebruno e Propata per l'aggiornamento dei propri piani urbanistici, in coerenza con le innovazioni normative introdotte dalle nuove leggi regionali e allineand

Dal 2 al 30 Ottobre prossimi nei feriali fra i km. 30,410 e 30,906 per la posa di una condotta per cavi elettrici.Transito a senso unico alternato dal 2 al 30 Ottobre prossimi su un tratto di cinquecento metri della SP225 della Fontanabuona (fra i km.

Fra i km. 2,400 e 3,700 sino al 30 Novembre prossimo per lavori di posa delle condotte dell'acquedotto.Senso unico alternato con semafori a tratti saltuari sulla SP12 di Nenno fra i km. 2,400 e 3,700 (nel Comune di Savignone) sino al 30 Novembre prossimo. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova per lavori di posa delle condotte dell'acquedotto.

I semafori all'altezza del cantiere saranno sempre in funzione sino al 30 Novembre.

Viaggio per immagini nel parco archeologico che ha riportato in luce importanti resti dell'antico castello del XII secolo, poi distrutto dagli Sforza nel 1477.Vani scavati nella roccia viva e pavimentati, frammenti di intonaci e ceramiche, tratti consistenti delle fondazioni delle mura di cinta, sistemi per l'acqua.

Per la ricostruzione del ciglio stradale franato al km. 9,800 nel Comune di Favale di Malvaro questo tratto sarà chiuso al transito dal 9 Ottobre al termine dei lavori. Lavori della Città metropolitana di Genova con chiusura al transito di un tratto della SP56 di Barbagelata. Il provvedimento, adottato per la ricostruzione del ciglio stradale franato verso valle al km.

Il provvedimento, fra i km. 59,600 e 59,900, sarà in vigore con semafori saltuariamente sino al 15 gennaio prossimo, quando lo richiederanno le lavorazioni per costruire una cabina elettrica.Senso unico alternato con semafori, ma solo quando lo richiederanno le esigenze di cantiere, fra i km. 59,600 e 59,900 della SP586 a Borzonasca.

La situazione dal centro operativo viabilità della Città metropolitana di Genova.Da Tiglieto al Faiallo la neve è arrivata sulla zona della Valle Stura. Lo segnala il centro operativo della Città metropolitana di Genova coordinato con i tecnici dal consigliere delegato alla viabilità Franco Senarega.Sulla SP73 del Faiallo le temperature sono già molto rigide, -4 gradi con forti raffiche di vento e 15 centimetri di neve al valico.

Le squadre della Città metropolitana di Genova hanno lavorato tutta la notte per liberare dagli alberi abbattuti la SP456, riaperta prima dell'alba. A levante riaperti anche i ponti sulle SP225 e SP33 chiusi per le piene di Lavagna ed Entella.
Si circola di nuovo sulla SP456 del Turchino anche nel tratto fra la galleria di valico e la località Fado nel Comune di Mele chiuso ieri per continue cadute di alberi e rami provocate dalla galaverna.

Al km. 20,500 per lavori di allacciamento alla rete del gas.Senso unico alternato con semafori da domani a venerdì 24 novembre sulla SP226 della Valle Scrivia, al km. 20,500 nel Comune di Savignone. Il provvedimento adottato dalla Città metropolitana di Genova è stato richiesto dall'impresa 2I Rete Gas di Milano per lavori di allacciamento alla rete del gas.I semafori all'altezza del cantiere saranno in funzione nei tre giorni indicati dalle 8 alle 17.

Il Piano Juncker e le altre iniziative europee per la crescita e l'occupazione sono stati al centro dell'evento finale del progetto “Investire sull'Europa con l'Europa” a cui ha partecipato il consigliere delegato allo sviluppo economico della Città metropolitana.Crescere con il piano di investimenti per l'Europa (Piano Juncker).

Dalle 12 di oggi e per tutta la durata dell'allerta meteo (prorogata sino alle 15 di domani) il centro della viabilità, coordinato con i tecnici dal consigliere delegato Franco Senarega, terrà sotto controllo la situazione e attiverà gli interventi necessari.Mezzi spazzaneve e spargisale della Città metropolitana di Genova pronti a entrare in azione e centro operativo dell'ente aperto da mezzogiorno per tutta la durata dell'allerta meteo neve (prorogata sino alle 15 di domani).

Sotto il gelo nell'entroterra genovese di ponente e le violentissime raffiche di vento a levante continuano senza soste gli interventi della Città metropolitana di Genova. Chiuso un tratto della SP456, in tre punti la SP586 e chiuse anche SP7, 53, 73 e 84Il freddo gelido con temperature bassissime stringe l'entroterra genovese nella morsa della galaverna che continua a spezzare alberi e rami abbattendoli sulle carreggiate nelle Valli Sturla, Scrivia e Polcevera.

 Nel progetto GEN-IUS per il bando ELENA di cui la BEI ha finanziato le progettazioni per interventi che fra Comune di Genova (capofila), Città metropolitana e Comuni sfiorano i 40 milioni. “Molto soddisfatto” il consigliere delegato Cella.Nuovi interventi e azioni per l'efficienza energetica che fra Genova e il territorio metropolitano sfiorano i 40 milioni di euro.

I primi cantieri apriranno fra maggio e giugno prossimo con opere per la sicurezza e il miglioramento della rete. Il punto sugli interventi del programma triennale dei lavori pubblici con i consiglieri delegati metropolitani Guido Guelfo e Franco Senarega.57 cantieri per opere strutturali sulla rete viaria nel programma triennale definitivo 2017-19 dei lavori pubblici approvato dalla Città metropolitana di Genova.

Il consigliere delegato allo sviluppo economico della Città metropolitana è intervenuto a Palazzo Ducale all'evento finale del progetto “Investire sull'Europa con l'Europa” sul Piano Juncker e le iniziative UE per l'occupazione e la crescita.Gli strumenti del piano di investimenti per l'Europa (Piano Juncker) hanno fatto crescere anche aziende della logistica a Genova e nei territori del retroporto.

Dal 21 novembre prossimo su tutti i tratti esterni ai centri abitati.Dal prossimo martedì, 21 novembre, sulla SP30 di Camogli non potranno transitare autotreni, autoarticolati e autosnodati e i mezzi con una massa a pieno carico superiore a 26 tonnellate, esclusi i bus del trasporto pubblico e i pullman turistici.

Il Lavagna è in piena e per motivi di sicurezza il ponte sulla provinciale della Fontanabuona è stato chiuso. Spazzaneve in azione in alta Valle Stura, la galaverna a ponente e le bufere di vento a levante continuano ad abbattere piante e rami.Piogge intensissime, soprattutto a levante, temperature glaciali nell’entroterra genovese di ponente con galaverna e anche nevicate in alta Valle Stura, devastanti bufere di vento in Val d’Aveto e nelle altre valli del levante.

Viaggio per immagini con il sindaco di Rapallo e vice sindaco metropolitano Bagnasco e i tecnici Iren sui lavori per il nuovo depuratore e le trasformazioni della città.Ruspe al lavoro nella zona di Ronco, a fianco della sponda destra del Boate che guarda il Golf su quella sinistra, per il nuovo depuratore di Rapallo, pronto a fine 2019. Servirà tutta la città e anche Zoagli, lo sta realizzando Ireti del gruppo Iren con imprese specializzate ed è finanziato con 25 milioni di euro, nel piano di investimenti dell'Ato idrico, coordinato sul territorio dalla Città metropolitana di Genova.

Lungo i primi 900 metri (via Romagneno) della provinciale, dove gran parte del percorso pedonale sarà riasfaltato dalla Città metropolitana di Genova.Nuove asfaltature per riparare i tratti danneggiati del marciapiede sui primi novecento metri (via Romagneno, a Recco) della SP30 di Camogli. L'intervento della Città metropolitana di Genova, richiesto nei mesi scorsi dal Comune di Recco, è partito oggi e viene realizzato con un finanziamento di 30.000 euro.

Il consigliere metropolitano agli Stati Generali dell'Economia genovese indetti dal sindaco Bucci: "Per il territorio extra-capoluogo le occasioni di rilancio partono dal sito web di marketing territoriale della Città metropolitana che raccoglie una grande mole di dati demo-urbanistici e socio-economici sul territorio".

Squadre e i mezzi della Città metropolitana di Genova in azione da ieri, coordinati dal centro operativo dell'ente. Interventi in corso sulla SP456 del Turchino per liberarla dai tanti alberi caduti fra la galleria di valico e Fado, chiuse al momento SUanche le SP7, 53 e 73.Molta pioggia, ma anche galaverna portata dalle temperature sotto lo zero nell'entroterra genovese, soprattutto nelle valli Stura e Orba, Polcevera e Scrivia con vento forte e più caldo invece nel levante.

Interventi nuovamente in corso fra la galleria di valico e il Fado dove sono caduti sulla carreggiata altri tronchi e piante abbattuti dalla galaverna di ieri. Sul posto le ruspe della Città metropolitana.Aperta all'alba e ora richiusa. La SP456 fra la galleria di valico e Fado, nel Comune di Mele, non è di nuovo transitabile perché sulla carreggiata sono caduti altri alberi e rami. Sul posto la Città metropolitana di Genova ha fatto intervenire anche le ruspe per liberare la strada.

Fra i km. 0,3 e 0,4 della provinciale di Alpepiana per il restringimento con barriere in new jersey sul lato a valle. Esentati dal divieto di transito per i veicoli oltre le 14 tonnellate i mezzi operativi della Città metropolitana e del Comune di Rezzoaglio.

Le interviste fatte a #SGE17 al presidente della Regione Liguria, al sindaco di Genova e al consigliere di Città metropolitana delegato al tema. Agli Stati generali dell'economia genovese i rappresentanti delle tre amministrazioni locali definiscono il ruolo degli attori pubblici nella partita dello sviluppo economico.

Fra i km. 12 e 12,5. Subito partiti i primi interventi di ripristino della Città metropolitana “per limitare il più possibile i tempi della chiusura” dice il consigliere delegato Franco Senarega. Faiallo riaperto, ruspe in azione sulla SP8 per gli alberi spezzati sui versanti.Interventi in corso della Città metropolitana di Genova sulla SP15 del Brugneto a Propata dove un tratto della provinciale è stato chiuso – fra i km. 12 e 12,5 – a causa delle deformazioni della carreggiata, con dossi e spaccature trasversali.

La provinciale di Sopralacroce è di nuovo transitabile, a senso unico alternato, dopo gli interventi della Città metropolitana  al km. 10,2Carreggiata riaperta dopo gli interventi con le ruspe della Città metropolitana di Genova sulla SP49 di Sopralacroce, chiusa nella tarda mattinata di oggi per una frana al km. 10,2 nel Comune di Borzonasca. Sul tratto si circola a senso unico alternato, in attesa che il meteo permetta di completare le operazioni con un ragno, lo speciale escavatore per gli interventi e la pulizia sui versanti.

Ok all'Accordo Quadro del progetto governativo che porta risorse per istruzione, traporto pubblico e sanità in 16 Comuni delle valli Bisagno, Trebbia, Aveto, Sturla e Graveglia.

Per gli alberi abbattuti dalla galaverna a ponente e dalle bufere di vento a levante. La provinciale del Turchino è di nuovo percorribile fra il valico e Fado, ma solo dai mezzi leggeri.

Poco fa al km.10,2 della provinciale di Sopralacroce. Il tratto è chiuso e sul posto stanno arrivando i mezzi meccanici della Città metropolitana per liberare la carreggiata. Continuano gli interventi per sgomberare gli alberi caduti sulla SP586.Una frana dal versante si è abbattuta poco fa sulla carreggiata della SP49 di Sopralacroce, al km. 10,2 nel Comune di Borzonasca. Il tratto è chiuso e sul posto stanno arrivando i mezzi meccanici della Città metropolitana per liberare la strada e riaprire il transito.

Fra i km. 2,500 e 2,600 sino al 28 febbraio 2018.Senso unico alternato regolato da semafori sulla SP33 di San Salvatore di Cogorno, fra i km. 2,500 e 2,600 nel Comune di Carasco, sino al 28 febbraio prossimo. Il provvedimento adottato dalla Città metropolitana di Genova è stato richiesto dall'impresa SIL.CAP srl di Genova nei lavori per la realizzazione della pista ciclabile lungo l'Entella.I semafori all'altezza del cantiere saranno sempre in funzione sino al prossimo 28 febbraio.

Nel museo di Palazzo Balbi, riallestito nel 2013, la meraviglia di un raffinato e affascinante patrimonio di marionette, scenari, copioni, costumi e un teatrino per vivere spettacoli e conoscere il lavoro dei marionettisti.Dame eleganti e cavalieri con le armature, esploratori tra i guerrieri di un villaggio africano, la pagoda dei Thugs nella jungla dedicata alla sanguinaria dea Kalì, orsi bianchi e foche negli scenari glaciali dell'Artico, maghi, folletti, giganti, balene, piovre e leoni e naturalmente anche il genovese Baciccia, protagonista persino nelle avventure sul Nautilus di Ventim

Sul tratto chiuso ieri per le deformazioni della carreggiata fra i km. 12 e 12,5. Squadre e mezzi meccanici della Città metropolitana hanno lavorato anche di notte per ridurre al minimo i tempi di chiusura e i conseguenti disagi.Riaperta in meno di 48 ore la SP15 del Brugneto a Propata dove un tratto della provinciale era stato chiuso – fra i km. 12 e 12,5 – a causa delle deformazioni della carreggiata, con dossi e spaccature trasversali.

 Viaggio nei nuovi Puc di Montebruno e Propata, formati e adottati dal gruppo di lavoro guidato dalla Città metropolitana di Genova, che uniformano la pianificazione a quella degli altri Comuni della Vallata nel primo Puc coordinato della Liguria.Il lago del Brugneto come volano di un nuovo turismo sostenibile che parta dal suo specchio acqueo, le bellezze storiche e culturali, il recupero di costruzioni isolate o abbandonate, le meraviglie naturalistiche come il Monte Antola, nuove opportunità, in zone precise, idonee e controllate, per favorire qualche insediamento produttivo, insieme al

Per frane e cedimenti provocati dal maltempo durante l'allerta meteo dei giorni scorsi sensi unici alternati su tratti delle tre provinciali. Sulle SP16 e SP56 anche divieto di transito per i veicoli più larghi rispettivamente di 2,20 e 2,10 metri.Una frana di pietre e materiale roccioso dal versante di monte sulla SP77 di Boasi e due cedimenti della carreggiata sul ciglio a valle per le SP16 di Propata e SP56 di Barbagelata.

Oltre a sgomberare la carreggiata la Città metropolitana ha fatto intervenire le ruspe anche sui versanti per rimuovere piante spezzate e tronchi ancora in bilico sopra la strada.Tanti gli alberi e i rami da tagliare e rimuovere dalla carreggiata, ma tanti anche i tronchi spezzati dalla galaverna e rimasti pericolanti sui versanti.

Fra i km. 32,200 e 32,300 sino al 10 gennaio prossimo per ripristinare le strutture sotto la carreggiata dove il torrente Aveto ha eroso il pendio.Interventi di ripristino della Città metropolitana di Genova su un tratto della SP586 della Val d'Aveto (fra i km. 32,200 e 32,300 nel Comune di Rezzoaglio) con circolazione a senso unico alternato regolata da semafori sino al prossimo 10 gennaio.

Il progetto, che coinvolge Campomorone, Ceranesi, Mignanego e Sant'Olcese col supporto di Città metropolitana di Genova sarà illustrato ai cittadini in 5 incontri pubblici in programma dal 28 giugno al 14 luglio.

Il 20 e 21 giugno a palazzo Doria Spinola l'incontro genovese del progetto Metropoli Strategiche, organizzato da Anci per promuovere gli enti metropolitani italiani, fulcro dei progetti strategici di sviluppo del Paese.