edilizia scolastica

La Regione sceglierà fino a un massimo di quattro interventi, ciascuno dei quali verrà co-finanziato dalla CM con il 10% dell’importo richiesto.

Realizzato su tutto l’atrio dell’istituto tecnico superiore un nuovo controsoffitto con materiali tecnologici. Lastre speciali fibrorinforzate fissate a profilati metallici. Sono queste le tecnologie del nuovo controsoffitto per tutto l’atrio dell’istituto tecnico In Memoria dei Morti per la Patria a Chiavari.

Nel videoservizio del programma della Città metropolitana tutti i temi, fra proposte, nuove intese, idee e criticità sul territorio, della visita del sindaco metropolitano nei Comuni di Sori, Pieve e Bogliasco con gli amministratori dell’Unione. Intese fra Città Metropolitana, Comuni e Unioni nel programma PON Metro per sviluppare l’innovazione delle reti digitali, specifici contributi dal Golfo Paradiso alle linee guida del piano metropolitano di sviluppo, esigenze cruciali - dalla viabilità al trasporto pubblico al grave problema dei cinghiali - sono stati al centro della visita di Marco

Oggi inoltre arriva la nuova caldaia per il liceo Davigo a Rapallo "e da sabato entrerà in funzione- dice il consigliere delegato Adolfo Olcese".Tra i 19 e i 20 gradi, a seconda dei piani e degli ambienti. “Dopo gli interventi sugli impianti termici della Città metropolitana di Genova – dice il consigliere delegato Adolfo Olcese - le nuove verifiche strumentali dei tecnici questa mattina al liceo King hanno dato esiti positivi”.

In corso il sopralluogo della Città metropolitana con il consigliere delegato Adolfo Olcese e i tecnici perché dagli ultimi controlli alla scuola emergevano rischi di distacco degli intonaci in alcune zone dei soffitti.

Dei 17,7 milioni di euro di ricavato, 12 saranno utilizzati per estinguere due mutui con scadenza 2030 e 2031, con notevoli risparmi sugli interessi, e i restanti 5,7 per interventi su strade e scuole, in particolare l’alberghiero Bergese che ‘scoppia’.  Via libera del consiglio metropolitano (con 15 voti favorevoli, il voto contrario del consigliere Pastorino e l’astensione del consigliere Anzalone) alla vendita di due pezzi da 90 del patrimonio immobiliare dell’ente: l’edificio della Questura di Genova in via Diaz, 12.000 metri quadri fra uffici, alloggi di servizio, magazzini, cortili e

Il consigliere delegato della Città metropolitana di Genova fa il punto sui lavori in corso, ormai alle ultime tappe.

Questa mattina nuovo sopralluogo del consigliere delegato Adolfo Olcese con i tecnici e la responsabile della sede di Camogli Mirella Iacopi. Per installare 1.200 metri quadrati di nuovi controsoffitti cantiere aperto anche sabato e domenica.Cantiere a pieno ritmo al nautico di Camogli per installare i nuovi controsoffitti a speciale struttura tecnologica rinforzata in tutti gli spazi dove le verifiche a tappeto della Città metropolitana di Genova hanno fatto emergere rischi di distacco di porzioni d’intonaco.

Lunedì tre radiatori nelle aule saranno sostituiti. Oggi un gruppo di studenti è stato ricevuto negli uffici della Città metropolitana e nei prossimi giorni il consigliere delegato Adolfo Olcese verificherà di persona la situazione. E’ molto difficile reperirli sul mercato perché sono “fuori misura”, notevolmente più grandi dei consueti standard. Per questo, nonostante la Città metropolitana li abbia ordinati da settimane, tre nuovi radiatori per il liceo Pertini di corso Magenta non sono ancora disponibili.

Le immagini dal cantiere della Città metropolitana che lavorando anche di sabato e domenica ha realizzato gli interventi sui solai perché le verifiche preventive dei tecnici avevano evidenziato rischi di distacco su porzioni dell’intonaco.Sette giorni su sette, compresi tre fine settimana, per la sicurezza dell’istituto nautico di Camogli dove sono stati montati 1.400 metri quadrati di nuovi controsoffitti tecnologici rinforzati, con una tenuta di 160 chili per metro quadrato, molto maggiore delle strutture tradizionali, con un finanziamento di 100.000 euro della Città metropolitana di Geno

Dopo le quinte tornate in aula da oggi, “domani riprendono le lezioni in quattro aule del terzo piano” annuncia il consigliere delegato Adolfo Olcese della Città metropolitana di Genova.

L’ente gestisce 78 centrali termiche per le superiori di tutto il territorio, controllando gli impianti di riscaldamento e intervenendo per ogni problema e disagio nelle aule. Nuove caldaie al Gaslini-Meucci e alla succursale alle Clarisse del Davigo.

In corso gli ultimi smantellamenti delle parti a rischio degli intonaci dei soffitti. Da mercoledì parte anche l’installazione dei nuovi controsoffitti dove i tecnici hanno verificato problemi e riaprono le aule al IV piano con reti metalliche provvisorie. Buona la situazione dei corridoi, a macchia di leopardo invece quella delle classi e dell’aula magna.

 Con nuove entrate destinate ad altrettante spese oltre 1,8 milioni. La delibera è stata approvata all’unanimità dal Consiglio metropolitano di GenovaUna manovra da 1,8 milioni di entrate per lo stesso importo di spesa nella variazione al bilancio di previsione 2016/18 approvata oggi all’unanimità dal Consiglio metropolitano di Genova presieduto dal sindaco Marco Doria e presentata dal consigliere delegato Alfonso Gioia.

Intervento immediato da 55.000 euro della Città metropolitana di Genova per installare 500 m2 di controsoffitti tecnologici rinforzati nelle zone dove le verifiche dei tecnici avevano segnalato possibili rischi di distacco di parti d’intonaco.Stessa tecnologia e stessa rapidità degli interventi realizzati a febbraio all’istituto nautico di Camogli anche al liceo Lanfranconi di Voltri dove la Città metropolitana di Genova in pochi giorni ha installato 500 metri quadrati di nuovi controsoffitti in quattro aule, tre laboratori, nella sala server e in alcune parti dei corridoi, dove le verifich

In quattro  aule, tre laboratori e alcune parti dei corridoi dove le verifiche dei tecnici della Città metropolitana hanno segnalato rischi di distacco di porzioni d’intonaco. Cantiere aperto anche sabato e domenica. 55.000 euro l’importo dell’intervento.Lavori urgenti della Città metropolitana di Genova al liceo scientifico Lanfranconi di via dei Cantieri a Voltri per installare 500 metri quadrati di nuovi controsoffitti a struttura tecnologica rinforzata.

Indagini preventive su 64.000 metri quadrati di solai e controsoffitti degli edifici scolastici a Genova, nel Tigullio, Golfo Paradiso e Valle Scrivia, con 175.000 euro, cofinanziati da fondi nazionali del Miur e dalla Città metropolitana. Campagna di controlli preventivi su 64.000 metri quadrati di solai e controsoffitti in 26 edifici delle scuole superiori di Genova e del territorio per garantirne la sicurezza.

Le indagini preventive della Città metropolitana riguardano solai e controsoffitti di 26 istituti superiori a Genova, Golfo Paradiso, Tigullio e Valle Scrivia. Controlli a tappeto su 64.000 metri quadrati di solai e controsoffitti in 26 edifici delle scuole superiori di Genova e del territorio per garantirne la sicurezza.

Un atto del sindaco Marco Doria, su proposta del consigliere delegato Alfonso Gioia, assegna la concessione di spazi al piano terra della scuola al Comitato Paralimpico di Genova che nel 2017 accoglierà i Giochi Europei Giovanili Paralimpici.Nuovi spazi al Comitato Paralimpico di Genova - città che nel settembre 2017 accoglierà i Giochi Europei Giovanili Paralimpici - nei locali dell’istituto scolastico superiore Firpo-Buonarroti di via Canevari per le sedi delle Federazioni sportive e associazioni Paralimpiche.

Sopralluogo con i tecnici del consigliere delegato della Città Metropolitana Adolfo Olcese sul cantiere che sta allestendo 12 aule nel complesso di via Bellucci per l'inagibilità della palazzina in corso Dogali che ospitava il liceo.Quattro nuove classi realizzate trasferendo lo studio del rettore e gli uffici amministrativi del Convitto, quattro allestite nell'ala napoleonica del complesso e quattro messe a disposizione dall'adiacente liceo classico Colombo.

Valore ampiamente inferiore ai prezzi medi di mercato per i nuovi locali di Sestri Ponente, che la proprietà consegnerà alla Città metropolitana entro metà ottobre .  La Città metropolitana di Genova ha ottenuto in affitto a un prezzo notevolmente inferiore alla media di mercato 1.450 metri quadrati nell'edificio di via Giotto a Sestri Ponente che ospita le tre scuole superiori Bergese, Mazzini e Rosselli, in modo da soddisfare il forte fabbisogno di spazi per la didattica (aule, laboratori, ecc.) che riguarda soprattutto l'alberghiero Nino Bergese, travolto da un boom di iscrizioni.

Marco Doria approfondisce gli assi del progetto, a partire dalle scuole superiori come fulcro di riqualificazione e inclusione delle periferie di Genova e delle Valli Polcevera, Scrivia e Stura, che prevede interventi per 40 milioni, anche per strade metropolitane e servizi per i Comuni.Oltre 16 milioni di euro per le scuole superiori; 14,6 per le strade metropolitane; 6,3 per scuole e servizi nei Comuni e 2,9 per la riduzione dei rischi idrogeologici.

Interventi per 16 milioni nelle superiori che diventeranno 'civic center' con servizi, strutture, iniziative aperte. 14,5 milioni per le strade, 9 per gli interventi nei Comuni nel progetto dell'ente da 40 milioni per il Bando nazionale periferie. Dalle colonnine per bici e scooter elettrici ai sistemi per monitorare la formazione del ghiaccio sulle strade.

Dopo verifiche e analisi dei tecnici della Città metropolitana sulle murature il sindaco Doria ne ha decretato l'inagibilità fino al ripristino delle condizioni di sicurezza. In corso i lavori per allestire nuove aule in via Bellucci.Lesioni alle strutture portanti del piano terra e su alcune zone del solaio in calcestruzzo armato fra il piano terra e quello superiore. Le hanno riscontrate, durante le verifiche agli edifici scolastici, i tecnici della Città Metropolitana di Genova nella palazzina di corso Dogali 4 che ospitava il liceo scientifico annesso al Convitto Colombo.

Il consigliere delegato della Città metropolitana di Genova fa il punto sulla situazione della succursale del liceo chiavarese, in locazione, dove questa mattina dalle verifiche dei tecnici sono emersi problemi alle strutture del controsoffitto nell'atrio.Il solaio è integro, ma non così il controsoffitto che riveste l'atrio della succursale in corso Millo del liceo chiavarese Marconi – Delpino.

L'ente di area vasta ha aderito al bando del governo sulle periferie con un progetto da 40 milioni per ristrutturare le scuole delle valli Polcevera, Scrivia e Stura. Intanto l'ingresso di un socio privato in Atp dovrebbe migliorare il trasporto pubblico locale.
Supporto anche sul tema migranti. 

Le 12 aule necessarie sono state allestite dalla Città metropolitana di Genova, trasferendole dalla precedente sede in corso Dogali 4, dichiarata inagibile perché le verifiche dei tecnici dell'Ente avevano evidenziato serie lesioni strutturali all'edificio.Tutte le dodici aule per lo scientifico annesso al Convitto Colombo hanno iniziato il nuovo anno scolastico nel complesso di via Bellucci.

Paola Guidi, sindaco del comune della Val Polcevera, ci accompagna nelle frazioni del paese per mostrare novità e problemi.   Campomorone, circa 7.000 abitanti in Val Polcevera, è un comune composto di tante frazioni (fra le altre Isoverde, Gaiazza, Cravasco, Langasco, Pietralvezzara, San Martino di Paravanico) per metà rurale e per metà di antica industrializzazione.

Con altri 1.450 metri quadrati in via Giotto affittati dalla Città metropolitana a canoni vantaggiosi e molto più bassi della media del mercato. Il Bergese lavora anche all'intesa con un grande albergo per un nuovo laboratorio di cucina.Più aule e laboratori per altri 1.450 metri quadrati nel polo scolastico in via Giotto a Sestri Ponente.

Il sindaco metropolitano Marco Doria plaude all'innalzamento da 500 milioni a 2,1 miliardi del finanziamento del Bando Periferie: Città metropolitana otterrà tutti i 40 milioni richiesti per i vari progetti relativi alle scuole, fra cui l'ex Ocl di Mignanego, dove Tabloid è stato in visita. 

Per il controllo costante delle situazioni sulla rete delle strade metropolitane. Verifiche e prevenzione predisposte dai tecnici anche per gli edifici delle scuole superiori.  Già aperto e lo sarà costantemente fino a venerdì mattina, in previsione dell’allerta meteo rossa appena emanata per 24 ore dalle 6 di domattina, il centro operativo viabilità della Città metropolitana di Genova, pronto a far entrare in azione in caso di necessità squadre e mezzi dell’ente sulla rete delle strade metropolitane.

A Villa Serra, nel Comune di Sant'Olcese, alle 14.30 l'appuntamento con enti e cittadini su linee e proposte per la costruzione partecipata dal territorio del piano con gli amministratori e lo staff di pianificazione della Città metropolitana.

Nella seduta di domani, convocata dal sindaco Marco Doria alle 16 nel salone consiliare di Palazzo Doria SpinolaGli indirizzi per la partecipazione della Città metropolitana di Genova alla ricapitalizzazione di Atp, un cardine dell'accordo raggiunto dopo un lungo confronto con le organizzazioni sindacali, saranno discussi e votati dal Consiglio metropolitano convocato dal sindaco Marco Doria per domani, 21 dicembre, alle 16 nel salone di Palazzo Doria Spinola, in largo Eros Lanfranco a Genova.Con la delibera su Atp, presentata dal consigliere delegato Nino Oliveri, l'ordine del giorno della

Nuovi controsoffitti tecnologici in sette istituti superiori, rinforzi strutturali, rifacimento di pavimenti, avvisatori acustici per la prevenzione incendi e primo lotto di lavori per la palazzina in corso Dogali dello scientifico annesso al Convitto.Saranno 10.700 metri quadrati, più di un ettaro, di controsoffitti tecnologici ad alta resistenza, che la Città metropolitana installerà in sette scuole superiori a Genova e Chiavari.

Mercoledì 8 febbraio alle 14.30 nel salone consiliare della Città metropolitana a Palazzo Doria Spinola con amministratori locali, istituzioni, rappresentanti del mondo economico e produttivo, associazioni e categorie. Appuntamento a Genova, dopo sei incontri nelle diverse aree del territorio, per l'evento conclusivo del confronto e raccolta di idee e proposte sulla  costruzione partecipata del primo piano strategico della Città metropolitana.

Il fumo dell'emergenza incendi sulle alture di Genova oggi ha provocato anche la chiusura della succursale del classico in piazza Bonavino. All'alberghiero camoglino termosifoni accesi, ma per intervenire sul guasto servono temperature meno rigide.Il fuoco e il freddo.  A Pegli il fumo della grave emergenza incendi sulle alture di Genova questa mattina ha obbligato anche alla chiusura della succursale del liceo classico Mazzini in piazza Bonavino, dove i ragazzi non hanno fatto lezione.

Per far fronte a temperature minime tre volte inferiori alle medie dello stesso periodo del 2016 la Città metropolitana continua a mantenere sempre in funzione gli impianti termici.

L'ente ha disposto l'anticipo dell'accensione degli impianti termici in tutti gli edifici scolastici di sua competenza. In corso intanto gli interventi al Marco Polo di Camogli e prevista in tempi brevi la sostituzione degli infissi al Nicoloso da Recco.Temperature di nuovo in calo la prossima settimana e sulla base delle previsioni meteo la Città metropolitana di Genova ha anticipato l'accensione delle caldaie nelle scuole disponendo che in tutte le superiori del territorio gli impianti termici funzionino a pieno regime dalla serata di domenica 15 gennaio.

Pressione e volume insufficiente del gas, per la forte richiesta in tutta la rete, avevano mandato in blocco le caldaie.

Il sindaco metropolitano ha inviato una nota ai 15 sindaci dei Comuni coinvolti nel progetto che prevede 40 milioni per scuole, strade, rischio idrogeologico e servizi per l'inclusione nei Comuni. Sta per essere finanziato dal Cipe il progetto della Città metropolitana di Genova con interventi per 40 milioni di euro per le scuole superiori, le strade metropolitane, il rischio idrogeologico e scuole e servizi per l'inclusione nei Comuni.

Negli 800 milioni deliberati oggi dal Comitato interministeriale per la programmazione economica anche i fondi per scuole superiori, strade provinciali e servizi nei Comuni del progetto della Città metropolitana. 40 milioni di euro per le scuole superiori, le strade metropolitane, interventi nei Comuni sul rischio idrogeologico, scuole e servizi per l’inclusione.
Li ha finanziati oggi il CIPE nel progetto presentato per il bando nazionale periferie dalla Città metropolitana di Genova.

L'8 febbraio si è concluso a Palazzo Doria Spinola il ciclo di incontri sul territorio per la costruzione del primo piano strategico metropolitano. Nel video di Tabloid anche la visione dell'Università, di Confindustria e della Camera di Commercio.

Dagli investimenti del bando periferie e del patto per Genova al piano strategico.

Approvata la delibera che adotta lo schema del documento di previsione triennale dell'Ente. Nel bilancio ancora le incertezze sui tagli nazionali, ma ci sono gli investimenti per scuole e strade dal bando periferie.Pareggia per il 2017 a 161.200.849 euro, che con il completamento delle riorganizzazioni e dei trasferimenti di competenze e funzioni stabilite dalla legge Del Rio per Province e Città metropolitane scenderanno a 131.411.568 nel 2018 e 134.149.568 nel 2019.

Sul documento di previsione triennale e sul consuntivo 2016 il sì definitivo del Consiglio metropolitano.

Alle 15 si riunirà a Palazzo Doria Spinola la Conferenza metropolitana per esprimere il parere obbligatorio sul documento di previsione triennale che sarà poi votato in via definitiva dal Consiglio metropolitano nella seduta convocata alle 17.Giornata di bilancio per la Città metropolitana di Genova.

Con un accordo fra Città metropolitana e Istituto per il sostentamento del clero la succursale dell'istituto agrario può mantenere lo splendido laboratorio agricolo in attività dal 1954 presso l'abbazia romanica di San Siro di Struppa. Sempre più giovani sono attratti dalla natura, dalla campagna e dall’agricoltura. Lo conferma il trend positivo delle iscrizioni all’istituto agrario Marsano, scuola superiore, sia tecnica sia professionale, che insegna ai ragazzi i segreti della coltivazione della terra ma anche della manutenzione del verde.

Domani alle 9.30 l'inaugurazione degli spazi in via di Creto 66 alla presenza del sindaco metropolitano Marco Doria con il consigliere delegato Alfonso Gioia, del dirigente scolastico Marzio Angiolani, dei rappresentanti dell'Istituto Diocesano e della Fondazione Piaggio.Nuove aule e nuove tecnologie per le attività didattiche dell'agrario Marsano in crescita di iscritti dal recupero e adeguamento dell'ex “casetta delle api” in alta Val Bisagno dove in passato l'istituto teneva le arnie e le attrezzature per lavorare il miele.La piccola succursale in via di Creto 66 è stata messa a disposiz

Con il parere della Conferenza dei sindaci e il voto definitivo del Consiglio metropolitano. Genova è fra le prime Città metropolitane in Italia ad avere approvato il piano strategico che prevede anche l'articolazione del territorio in nove zone omogenee.

Approvato dalla Conferenza dei sindaci e dal Consiglio metropolitano il documento, costruito sulla partecipazione degli enti e delle comunità locali, sulle linee concrete per lo sviluppo, l'integrazione e la coesione dell'area metropolitana di Genova, articolata in nove zone omogenee.

Uno strumento fondamentale per gli obiettivi di sviluppo, integrazione e coesione dell'area metropolitana di Genova, con la partecipazione dei Comuni, dei cittadini e dei territori.

Approvata dal Consiglio la delibera presentata dal sindaco Marco Bucci sulla salvaguardia degli equilibri del bilancio 2017/19 e con la variazione di assestamento aumenta anche la quota 2017 per gli interventi finanziati dal bando periferie.Bilancio in equilibrio per la Città metropolitana di Genova e se i tagli continuano a incidere pesantemente sulle risorse a disposizione, si riducono però di 4,2 milioni rispetto al 2016 per effetto di nuove norme nazionali.

Approvato dal Consiglio metropolitano di Genova il programma triennale definitivo dei lavori pubblici.
Comprende anche i fondi dal bando nazionale periferie e 11 milioni per le strade dal Patto per Genova.

Cinquantaquattro interventi per opere stradali e trenta per gli edifici delle scuole superiori del territorio. Sono quelli inseriti nel programma triennale 2017-19 definitivo dei lavori pubblici della Città metropolitana di Genova, presentato dal consigliere delegato Roberto Levaggi e approvato dal Consiglio presieduto dal sindaco Marco Bucci.

Con la seconda edizione dell'iniziativa promossa dal Comune con la Asl3 per il benessere e la salute dei ragazzi, con premi ai nuovi cocktail analcolici ideati dai barman cogoletesi. E anche l'alberghiero Bergese punta ai bio drink.Coloratissimi, pieni di gusto e fantasia.

Intervenendo alle 11.30 all'inaugurazione di un murales sulla facciata dell'edificio, il sindaco metropolitano farà il punto sui progetti da 16 milioni, già tutti finanziati dal bando governativo, che riguardano le scuole superiori del Ponente genovese e delle valli Polcevera, Stura e Scrivia.

Si è riunito per la prima volta il coordinamento dei consiglieri delegati, oggi presieduto dal vicesindaco metropolitano Carlo Bagnasco per gli impegni sull'Ilva al Mise del sindaco Marco Bucci.Prima riunione operativa oggi pomeriggio nella sala giunta della Città metropolitana di Genova del coordinamento dei consiglieri delegati nominati dal sindaco Marco Bucci lo scorso 26 ottobre.

Il sindaco metropolitano, inaugurando il grande murales sulla facciata della scuola, fa il punto sugli imminenti lavori da 16 milioni, già finanziati dal Bando Periferie del governo, sugli edifici scolastici superiori del Ponente genovese e delle valli Stura, Polcevera e Scrivia.

Per meglio scaldare le aule dopo il week-end del 8 dicembre, anche in previsione di un nuovo calo delle temperature, la Città metropolitana anticipa l'accensione di tutti gli impianti termici delle superiori. Incontri con gli studenti a Camogli e Chiavari.Termosifoni a pieno regime già dalla mezzanotte di domenica prossima in tutte le scuole superiori per meglio riscaldare le aule dopo il fine settimana lungo dell'Immacolata. L'accensione anticipata degli impianti termici è stata disposta dalla Città metropolitana di Genova, anche in previsione di un nuovo calo delle temperature.

 Nel progetto GEN-IUS per il bando ELENA di cui la BEI ha finanziato le progettazioni per interventi che fra Comune di Genova (capofila), Città metropolitana e Comuni sfiorano i 40 milioni. “Molto soddisfatto” il consigliere delegato Cella.Nuovi interventi e azioni per l'efficienza energetica che fra Genova e il territorio metropolitano sfiorano i 40 milioni di euro.

Presentata in occasione di Orientamenti la nuova release del sito web di Città metropolitana con l'offerta formativa del territorio genovese (scuole superiori ed enti di formazione professionale): la ricerca delle informazioni può partire, in modo semplice e intuitivo, dagli 'ambiti di interesse'.

Città metropolitana ha autorizzato l'accensione del riscaldamento, con orari differenziati a seconda della zona, in tutti in tutti gli 85 edifici scolastici di sua proprietà.  In vista dell'ondata di gelo proveniente dal Nord Europa che secondo le previsioni meteo investirà l'Italia fra domenica e lunedì, Città metropolitana di Genova ha autorizzato l'accensione anticipata alla domenica (e in qualche caso anche al sabato, a seconda delle zone climatiche) del riscaldamento in tutti gli 85 edifici scolastici di sua proprietà (scuole superiori), in modo che lunedì mattina, al rientro in aula,

Solo 5 amministrazioni comunali si sono presentate in Città metropolitana all'incontro propedeutico al Piano di dimensionamento, che calibra numero e ampiezza delle scuole sulla domanda di istruzione delle famiglie.  Roberto Cella, consigliere metropolitano delegato alla programmazione scolastica, esorta i comuni metropolitani a non sprecare l'opportunità di partecipare alla scrittura del Piano di dimensionamento della rete scolastica, lo strumento attraverso cui i comuni propongono ogni anno di istituire, aggregare, fondere o sopprimere le scuole del territorio, al fine di avere istituzion