tigullio

Erano Giacomo Giampedrone per Regione Liguria e Franco Senarega in duplice veste, ovvero come consigliere regionale e metropolitano con delega alla viabilità, oggi a Rapallo gli ambasciatori del cosiddetto “metodo Liguria”, un sistema articolato per far fronte alle emergenze che grazie alla collaborazione tra enti sta diventando, come ha anche ribadito il sindaco di Rapallo nonché vicesindaco metropolitano Carlo Bagnasco, un modello per altre Regioni.

Confortevoli, a basso consumo di carburante, poco inquinanti, più sicuri e soprattutto nuovi.
Ecco, in estrema sintesi come sono i nuovi modelli di bus Iveco Crossway Low Entry presentati quest’oggi a Chiavari. In piazza Nostra Signora dell’Orto sono stati parcheggiati e presentati alle istituzioni, alla stampa e ai cittadini, 12 dei nuovi 24 mezzi che da subito saranno in circolazione nel Levante e nell’entroterra.

Il Governatore della Regione Liguria Giovanni Toti, accompagnato dal Sindaco Metropolitano Marco Bucci e dal consigliere ai trasporti della Città Metropolitana di Genova Franco Senarega, nella mattina del 24 Novembre ha effettuato un sopralluogo sulla SP227 di Portofino in località Cervara, nei pressi del cantiere che l'Ente Metropolitano ha approntato per la ricostruzione del tratto di strada distrutto dalla mareggiata del 29 Ottobre.

Il 21 novembre a Venezia, nell’ambito dell’evento “Il Futuro di Arcipelago Italia” si è svolto il convegno dal titolo “Le aree interne nelle città metropolitane” realizzato in collaborazione con ANCI e ISPRA all'interno del Padiglione Italia della Biennale di Architettura, un incontro all'interno del quale è stato dedicato ampio spazio al ruolo delle città metropolitane per quanto riguarda i temi della sostenibilità ambientale e nell'attuazione di interventi a favore delle cosiddette "aree interne", alle quali quest'anno è stato dedicato l'allestimento del Padiglione, denominato 'Arcipelago

Giornata densa di impegni istituzionali per la Città Metropolitana di Genova, iniziata con un incontro tecnico nella mattinata sulle evoluzioni del Bando Periferie con i rappresentanti dei comuni coinvolti, in relazione all'intesa sui fondi ratificata in conferenza unificata lo scorso 18 ottobre 2018 al Ministero per gli Affari Regionali.

Pignone: “La scelta del sito in cui collocare il nuovo impianto sarà fatta in modo trasparente comparando tre parametri per ogni opzione: costi, tempi, impatto ambientale”.  La scelta del sito su cui realizzare il nuovo depuratore comprensoriale del Tigullio è prossima: “La decisione sarà presa quanto prima – assicura Enrico Pignone, consigliere della Città metropolitana delegato all’ambiente – a seguito di un processo tanto veloce quanto trasparente che è già stato avviato.

Con le nuove difese tutto il centro di Lavagna non sarà più, come ora, nella zona "rossa" degli allagamenti e le opere della Città metropolitana dal ponte della Maddalena alle foce potranno arginare anche le piene duecentennali del fiume.Tutto il centro di Lavagna, con oltre diecimila abitanti, non sarà più nella ‘zona rossa’ delle alluvioni, ossia la fascia più soggetta agli allagamenti per le piene dell'Entella e nel tratto terminale del fiume del Levante saranno realizzate nuove difese anche sulla sponda destra, quella chiavarese.Gli elementi fondamentali per le difese antialluvione del

Il consigliere della Città Metropolitana delegato all'ambiente Pignone sta comparando le diverse ipotesi sulla collocazione del nuovo impianto, che secondo il mandato della Regione Liguria dovrà essere comprensoriale.  La scelta del sito su cui realizzare il nuovo depuratore comprensoriale del Tigullio è prossima: “La decisione sarà presa quanto prima – assicura Enrico Pignone, consigliere della Città metropolitana delegato all’ambiente – a seguito di un processo tanto veloce quanto trasparente che è già stato avviato.

La 157ma edizione della manifestazione nata nel 1793 per impulso della Società Economica di Chiavari ha guardato ai temi dell'esposizione milanese (agricoltura, cibo, alimentazione) ma anche alle prospettive di sviluppo economico del mare Dedicata ai temi di Expo 2015 - agricoltura, cibo, alimentazione - ma anche all'artigianato e all'ambiente, si è svolta dal 18 al 21 giugno la 157ma edizione della Mostra del Tigullio, la manifestazione organizzata sin dal 1793 dalla Società Economica di Chiavari, l'ente di matrice illuminista fondato nel 1791 da un gruppo di nobili e borghesi, guidati dal

Il consigliere delegato all’ambiente incontra i giornalisti alle 11.30 nella sala stampa della Città metropolitana per riferire in merito all’ubicazione dell’impianto. Mercoledì 5 agosto alle 11.30 Enrico Pignone, consigliere delegato all’ambiente della Città metropolitana di Genova, incontrerà i giornalisti nella sala stampa della Città metropolitana (piazzale Mazzini, 2) per riferire in merito alla decisione sull’ubicazione del depuratore del Tigullio.

Enrico Pignone, consigliere delegato all’ambiente della Città metropolitana, ha fissato gli ultimi passaggi della road map che porterà alla scelta del sito: i sindaci avranno a disposizione due studi (di Iren e di Industria Ambiente) che comparano 6 ipotesi.  Saranno i 67 Sindaci della Città metropolitana di Genova, o più precisamente dell’Ato (Ambito territoriale ottimale, l’organismo dedicato al ciclo delle acque il cui territorio coincide con quello della Città), a decidere, sulla base di dati oggettivi raccolti in una lunga fase preliminare, il sito nel quale sarà costruito il nuovo dep

Lo slittamento di 5 giorni consentirà ai sindaci chiamati a decidere l'ubicazione del nuovo impianto di esaminare le ultime ipotesi avanzate. E' posticipata da giovedì 24 a martedì 29 alle 15.30 la conferenza dei sindaci dell'Ato Acqua convocata da Enrico Pignone, consigliere delegato all'ambiente della Città metropolitana, per deliberare sull'ubicazione del depuratore del Tigullio orientale.

Massima frammentazione, comprensoriale più Chiavari e soluzione unica (o a Chiavari o a Lavagna): su queste opzioni i 67 sindaci dell'Ato Acqua decideranno il 17 settembre.

Alle 9.30 nella sala del consiglio della Città metropolitana (largo Lanfranco, 1) il primo step della road map annunciata da Enrico Pignone, consigliere delegato all’ambiente. Il 17 settembre si vota.

Due le opzioni in campo: depuratore unico comprensoriale e due depuratori di vallata (bacino dell'Entella e Val Petronio). Fra meno di un'ora, alle 15.30, prenderà il via l'assemblea dell'Ato Acqua (Ambito territoriale ottimale Acqua) chiamata a deliberare, con un voto, quale soluzione adottare per la depurazione delle acque del Tigullio orientale, area geografica sotto infrazione Ue per la mancanza di depuratori.

Doppio voto dell'assemblea dell'Ato acqua: 25 sì e 17 no a costruire un depuratore unico, 23 sì e 13 no a farlo a Chiavari. Il nuovo depuratore del Tigullio orientale sarà unico, comprensoriale, e si farà a Chiavari: così hanno deciso a maggioranza oggi i sindaci dell'Ato Acqua della Città metropolitana di Genova, riuniti in assemblea per deliberare fra 5 diverse opzioni.

Diffusa la volontà di evitare la multa Ue. Levaggi promette ricorso al Tar. Duro scontro fra Franceschi (Vobbia) e Sanguineti (Lavagna). Ecco una sintesi degli interventi fatti dai sindaci dell'Ato Acqua durante l'assemblea che ha deliberato sull'ubicazione del depuratore del Tigullio orientale.

Il sindaco metropolitano commenta favorevolmente la scelta dell'assemblea dei sindaci della Città metropolitana. All'esito del voto dell'assemblea dei sindaci dell'Ato acqua sull'ubicazione del nuovo depuratore del Tigullio orientale, il sindaco metropolitano e sindaco di Genova Marco Doria ha dichiarato: "L’assemblea dei comuni dell’Ato acqua ha esaminato il tema impianti di depurazione nel Tigullio.

Realizzato su tutto l’atrio dell’istituto tecnico superiore un nuovo controsoffitto con materiali tecnologici. Lastre speciali fibrorinforzate fissate a profilati metallici. Sono queste le tecnologie del nuovo controsoffitto per tutto l’atrio dell’istituto tecnico In Memoria dei Morti per la Patria a Chiavari.

Alle 17 presso l'Auditorium San Francesco. La Città metropolitana prosegue nella politica di trasparenza e partecipazione su questo tema caldo.  Un incontro pubblico a Chiavari, giovedì 5 novembre, per illustrare la documentazione tecnico-economica relativa alla localizzazione a Chiavari, nell'area della colmata, del nuovo depuratore del Tigullio Orientale: si terrà alle 17 presso il Civico Auditorium S.

Lo spinoff tigullino del Salone dell'orientamento scolastico si è svolto nella bella cornice dell'Auditorium San Francesco grazie al comune di Chiavari, che ha anche allestito una mini-sezione con le 5 scuole medie locali.  Orientamento scolastico per i ragazzi di terza media, che devono scegliere la scuola superiore, e, novità assoluta, anche per i bambini di quinta elementare, che oggi, a differenza del passato, possono scegliere liberamente in quale scuola media iscriversi: Orientamenti Tigullio, spinoff chiavarese del più grande evento genovese Orientamenti Junior, quest’anno è stato ca

Raccolta differenziata dei rifiuti, inquinamento atmosferico, depurazione delle acque, bonifica dell’ex Stoppani a Cogoleto. In questo servizio Enrico Pignone, consigliere delegato all'ambiente della Città metropolitana, affronta le principali partite in cui l'ente svolge un ruolo da protagonista in campo ambientale.  Raccolta differenziata dei rifiuti, inquinamento atmosferico, depurazione delle acque, bonifica dell’ex Stoppani a Cogoleto. Sono queste le principali partite in cui la Città metropolitana di Genova svolge un ruolo da protagonista in campo ambientale.

Mostriamo in questo video una realtà economica del Tigullio dalle caratteristiche innovative, che dà numerosi spunti di riflessione sotto il profilo economico, alimentare, ambientale e paesaggistico.  La storia che stiamo per raccontare è la storia di un’azienda, e le immagini e le interviste che vi proponiamo sono quelle di un video realizzato dalla stessa azienda, utilizzato a fini di marketing e pubblicità.

Il nuovo sito per favorire lo sviluppo economico non solo turistico delle aree interne sarà illustrato il 25 e 26 maggio a palazzo San Giorgio. Con alcuni appuntamenti finalizzati a far conoscere le strategie di sviluppo del territorio metropolitano genovese, che mirano a costruirne l'identità anche in chiave smart, la Città Metropolitana di Genova partecipa a Genova Smart Week – Innovation for a livable city, l'evento dedicato ai temi della resilienza, energia e smart building, economia circolare, smart job e smart mobility in programma da oggi al 28 maggio in varie zone della città con co

Il consigliere metropolitano all'ambiente apre all'opzione dei due distinti impianti, che il sindaco di Chiavari preferisce a quella dell'impianto unico nella sua città, deliberata dalla Città metropolitana: "Per l'area di Sestri Levante abbiamo chiare indicazioni, per il bacino dell'Entella la indichino presto". Con questa lettera indirizzata al sindaco di Chiavari Roberto Levaggi (clicca qui: 2016 08 11 Lettera Pignone Depuratore TigOr), Enrico Pignone, consigliere delegato all'ambiente della Città metropolitana di Genova, propone una soluzione al problema della depurazione delle acque de

Questa mattina Conferenza dei servizi preliminare sul depuratore di Chiavari: sarà pronto nel 2.022 e servirà un bacino di 210.000 abitanti equivalenti. Il 22 luglio sarà la volta del depuratore di Cornigliano (D.a.c.). A Rapallo consegnata l’area di cantiere al vincitore della gara d’appalto: entro 90 giorni il progetto definitivo. Pignone: "Impegni rispettati".

Importanti annunci del consigliere delegato all'ambiente della Città metropolitana Enrico Pignone.  Enrico Pignone, consigliere delegato all'ambiente della Città metropolitana di Genova, convoca i giornalisti venerdì 15 luglio alle 13 presso la sala stampa della Cm a Genova (piazzale Mazzini, 2, quinto piano) per importanti annunci sul depuratore di Rapallo e su quello comprensoriale del Tigullio Orientale, a Chiavari.

La Città metropolitana di Genova ha dato mandato al gestore del servizio idrico di valutare aspetti tecnici e costi (più alti di quelli per il depuratore unico) delle tre diverse ipotesi di doppio impianto discusse questa mattina dal consigliere delegato Pignone e dai sindaci della vallata.

Dopo mesi di confronti, individuato il sito dove sorgerà l’impianto di depurazione della valle dell’Entella, mentre la Val Petronio avrà come già deciso un impianto a Ramaia (Sestri Levante). Dopo quasi un anno e mezzo di animato confronto con le amministrazioni comunali e le comunità del Tigullio Orientale, Città metropolitana di Genova ha infine individuato, sulla scorta di verifiche ingegneristiche fatte da Iren, gestore della rete idrica, una collocazione per il nuovo depuratore di Chiavari e della Valle dell’Entella, e l’ha sottoposta questa mattina (insieme al progetto di depuratore g

Alle 12 presso la sala stampa della Città metropolitana in piazzale Mazzini a Genova il consigliere delegato all’ambiente farà il punto sugli impianti di depurazione del territorio: soprattutto su Chiavari e Sestri Levante ma anche su Rapallo, Arenzano, Cornigliano e Recco.

Alle 12 presso la sala stampa della Città metropolitana in piazzale Mazzini a Genova il consigliere delegato all'ambiente farà il punto sugli impianti di depurazione del territorio: Arenzano, Rapallo, Chiavari e Sestri Levante.  Conferenza stampa di Enrico Pignone giovedì 12 gennaio alle 12 presso la sala stampa della sede dell'ente a Genova (piazzale Mazzini): il consigliere delegato all'ambiente della Città metropolitana farà il punto con i giornalisti sulla situazione della depurazione delle acque nel territorio, dopo aver incontrato i sindaci delle zone interessate.

Enrico Pignone, consigliere delegato all'ambiente della Città metropolitana, dà le due notizie durante un'overview su tutti i 23 impianti del territorio.

L'assemblea dei sindaci dell'Ato Acqua riunita oggi in Città metropolitana ha dato il via libera unanime all'ipotesi dei due impianti separati per le valli Entella e Petronio.

“Siamo riusciti a dare una sistemazione definitiva alla questione depuratori nella Città metropolitana” ha detto Marco Doria. La delibera presentata da Enrico Pignone conferma la scelta di Ramaia a Sestri Levante e del Lido a Chiavari.Via libera definitivo dalla Città metropolitana di Genova ai due depuratori per il Tigullio Orientale, con richiesta di tempi rapidi per le progettazioni di Ireti, gestore del ciclo idrico.

Incontro costruttivo fra i vertici di Città metropolitana e il primo cittadino della città tigullina, contrario alla collocazione dell'impianto prevista dall'attuale progetto.

Il consigliere metropolitano Roberto Cella ha incontrato questa mattina la Commissione prefettizia che amministra il Comune di Lavagna e il sindaco di Chiavari Di Capua. Questa mattina a Lavagna il consigliere metropolitano Roberto Cella, su mandato del sindaco metropolitano Marco Bucci, ha incontrato la Commissione prefettizia che amministra il Comune, composta da Paolo D'Attilio, Gianfranco Parente e Marco Serra, e il sindaco di Chiavari Marco Di Capua, sul tema della depurazione delle acque nel Tigullio Orientale.