infrastrutture

Il by pass che evita un chilometro di strettoie della provinciale 26 è stato inaugurato questa mattina dal sindaco metropolitano Marco Doria con i sindaci di Carasco, Cogorno e Ne, istituzioni ed enti locali del territorio.Alle 11.23 sono passate le prime auto, moto e un gruppo di ciclisti.

Alle 10.30 con il sindaco metropolitano Marco Doria, l’assessore regionale Giacomo Giampedrone, i sindaci di Carasco Massimo Casaretto, di Cogorno Enrica Sommariva e di Ne Cesare Pesce, i rappresentanti delle istituzioni e gli enti locali del territorio.Traguardo finale per la complessa, faticosa e molto attesa realizzazione della variante di Settembrin.Ormai completate le bitumazioni (con diecimila quintali di sottofondo stradale e altrettanti di asfalto) e la segnaletica sabato 21 novembre il nuovo by-pass che elimina un chilometro di pesanti e rischiose strozzature all’imbocco della prov

Nel videoservizio del programma della Città metropolitana tutti i temi, fra proposte, nuove intese, idee e criticità sul territorio, della visita del sindaco metropolitano nei Comuni di Sori, Pieve e Bogliasco con gli amministratori dell’Unione. Intese fra Città Metropolitana, Comuni e Unioni nel programma PON Metro per sviluppare l’innovazione delle reti digitali, specifici contributi dal Golfo Paradiso alle linee guida del piano metropolitano di sviluppo, esigenze cruciali - dalla viabilità al trasporto pubblico al grave problema dei cinghiali - sono stati al centro della visita di Marco

Dal 21 novembre la nuova porta della vallata libera dal traffico pesante l’abitato  e da pericolose e difficili strettoie tutta la circolazione. Nelle immagini del programma della Città metropolitana l’inaugurazione e le tappe dell’opera.

Le limitazioni della viabilità saranno in vigore da domani al 30 dicembre fra il km 0,5 e il km 5 della strada.  Per eseguire lavori di adeguamento della S.P. n.

Dei 17,7 milioni di euro di ricavato, 12 saranno utilizzati per estinguere due mutui con scadenza 2030 e 2031, con notevoli risparmi sugli interessi, e i restanti 5,7 per interventi su strade e scuole, in particolare l’alberghiero Bergese che ‘scoppia’.  Via libera del consiglio metropolitano (con 15 voti favorevoli, il voto contrario del consigliere Pastorino e l’astensione del consigliere Anzalone) alla vendita di due pezzi da 90 del patrimonio immobiliare dell’ente: l’edificio della Questura di Genova in via Diaz, 12.000 metri quadri fra uffici, alloggi di servizio, magazzini, cortili e

Sette ore e mezza di interruzione per due notti (dalle 22 alle 5.30 del giorno successivo) per posare pannelli prefabbricati sul muraglione della strada.  Circolazione veicolare interrotta per due notti consecutive (fra giovedì 1 e venerdì 2 e fra venerdì 2 e sabato 3 settembre, dalle 22 alle 5.30) fra il km 0,8 e il km 0,9 della Sp n. 6 di Isoverde, in località Lagolocchio in comune di Campomorone, per la posa di pannelli prefabbricati per rivestimento di un muraglione della stessa strada, interessata da lavori di adeguamento nell'ambito del cantiere del Terzo valico ferroviario.

Interventi per 16 milioni nelle superiori che diventeranno 'civic center' con servizi, strutture, iniziative aperte. 14,5 milioni per le strade, 9 per gli interventi nei Comuni nel progetto dell'ente da 40 milioni per il Bando nazionale periferie. Dalle colonnine per bici e scooter elettrici ai sistemi per monitorare la formazione del ghiaccio sulle strade.

Paola Guidi, sindaco del comune della Val Polcevera, ci accompagna nelle frazioni del paese per mostrare novità e problemi.   Campomorone, circa 7.000 abitanti in Val Polcevera, è un comune composto di tante frazioni (fra le altre Isoverde, Gaiazza, Cravasco, Langasco, Pietralvezzara, San Martino di Paravanico) per metà rurale e per metà di antica industrializzazione.

Le interruzioni del traffico, di 5 minuti massimi, saranno possibili a causa di lavori alla base del viadotto autostradale della A26. Da oggi al 24 febbraio 2017, dal lunedì al venerdì dalle 7 alle 19, saranno possibili brevi sospensioni di massimo 5 minuti della circolazione stradale al km 102 della Sp 456 del Turchino, in relazione a lavori in corso alla base del soprastante viadotto autostradale Grosexio.     

Chiusura dalle 20 alle 7 all'altezza del km 4,8, poi per 24 ore senso unico alternato.  La Sp n. 5 della Bocchetta sarà chiusa all'altezza del km 4,8, in comune di Campomorone, dalle 20 di lunedì 7 novembre alle 7 di martedì 8, per consentire i lavori di costruzione del metanodotto Gavi-Pietralavezzara: nelle 24 ore immediatamente successive alla chiusura, ovvero fino alle 7 di mercoledì 9 novembre, sarà poi in vigore lungo il breve tratto di 8 metri interessato dal cantiere un senso unico alternato regolato da semaforo mobile o movieri. 

Il sindaco metropolitano Marco Doria plaude all'innalzamento da 500 milioni a 2,1 miliardi del finanziamento del Bando Periferie: Città metropolitana otterrà tutti i 40 milioni richiesti per i vari progetti relativi alle scuole, fra cui l'ex Ocl di Mignanego, dove Tabloid è stato in visita. 

Con il sindaco Doria e la vicesindaco Ghio molti amministratori locali, cittadini e rappresentanti del mondo economico, produttivo, sociale, sindacale e associazioni per la prima tappa di elaborazione condivisa del piano strategico metropolitano.Primo incontro nel Tigullio, alla Società Economica di Chiavari, sulle linee e le proposte per il piano strategico della Città metropolitana di Genova, lo strumento più importante per definire con la partecipazione dei Comuni, delle comunità locali, di chi vive, studia e lavora sul territorio gli obiettivi di sviluppo, integrazione e coesione di tut

Resilienza, messa in sicurezza del territorio, difficoltà delle imprese che continuano a soffrire per la crisi, lotta all'abbandono dell'entroterra, trasporto pubblico locale e viabilità nell'incontro con le valli Fontanabuona, Aveto, Sturla e Graveglia.Sala piena anche a Calvari di San Colombano con tante idee e proposte dai tavoli di lavoro sulle valli Fontanabuona, Aveto, Graveglia e Sturla al secondo incontro, dopo quello all'Economica di Chiavari per il Tigullio, per la presentazione e il confronto sul piano strategico della Città metropolitana di Genova.

A Villa Serra, nel Comune di Sant'Olcese, alle 14.30 l'appuntamento con enti e cittadini su linee e proposte per la costruzione partecipata dal territorio del piano con gli amministratori e lo staff di pianificazione della Città metropolitana.

Nella seduta di domani, convocata dal sindaco Marco Doria alle 16 nel salone consiliare di Palazzo Doria SpinolaGli indirizzi per la partecipazione della Città metropolitana di Genova alla ricapitalizzazione di Atp, un cardine dell'accordo raggiunto dopo un lungo confronto con le organizzazioni sindacali, saranno discussi e votati dal Consiglio metropolitano convocato dal sindaco Marco Doria per domani, 21 dicembre, alle 16 nel salone di Palazzo Doria Spinola, in largo Eros Lanfranco a Genova.Con la delibera su Atp, presentata dal consigliere delegato Nino Oliveri, l'ordine del giorno della

Ciclo dell'acqua e dei rifiuti, interventi per le strade, dissesto idrogeologico, trasporto pubblico locale, ma anche valorizzazione delle ville storiche e dei sentieri nell'incontro sul primo piano strategico della Città metropolitana con le Valli Polcevera e Scrivia.  Costruire insieme ai Comuni e alle comunità locali le linee di sviluppo, integrazione e coesione di tutta l'area vasta metropolitana “con uno strumento dinamico e il più possibile su misura del territorio” ha detto Valentina Ghio.La vicesindaca metropolitana ha presentato così a Villa Serra di Sant'Olcese alle Valli Polcever

Mercoledì 8 febbraio alle 14.30 nel salone consiliare della Città metropolitana a Palazzo Doria Spinola con amministratori locali, istituzioni, rappresentanti del mondo economico e produttivo, associazioni e categorie. Appuntamento a Genova, dopo sei incontri nelle diverse aree del territorio, per l'evento conclusivo del confronto e raccolta di idee e proposte sulla  costruzione partecipata del primo piano strategico della Città metropolitana.

Il sindaco metropolitano ha inviato una nota ai 15 sindaci dei Comuni coinvolti nel progetto che prevede 40 milioni per scuole, strade, rischio idrogeologico e servizi per l'inclusione nei Comuni. Sta per essere finanziato dal Cipe il progetto della Città metropolitana di Genova con interventi per 40 milioni di euro per le scuole superiori, le strade metropolitane, il rischio idrogeologico e scuole e servizi per l'inclusione nei Comuni.

L'8 febbraio si è concluso a Palazzo Doria Spinola il ciclo di incontri sul territorio per la costruzione del primo piano strategico metropolitano. Nel video di Tabloid anche la visione dell'Università, di Confindustria e della Camera di Commercio.

Sul documento di previsione triennale e sul consuntivo 2016 il sì definitivo del Consiglio metropolitano.

Alle 15 si riunirà a Palazzo Doria Spinola la Conferenza metropolitana per esprimere il parere obbligatorio sul documento di previsione triennale che sarà poi votato in via definitiva dal Consiglio metropolitano nella seduta convocata alle 17.Giornata di bilancio per la Città metropolitana di Genova.

Approvato dalla Conferenza dei sindaci e dal Consiglio metropolitano il documento, costruito sulla partecipazione degli enti e delle comunità locali, sulle linee concrete per lo sviluppo, l'integrazione e la coesione dell'area metropolitana di Genova, articolata in nove zone omogenee.

Uno strumento fondamentale per gli obiettivi di sviluppo, integrazione e coesione dell'area metropolitana di Genova, con la partecipazione dei Comuni, dei cittadini e dei territori.

Il provvedimento viabilistico è già in vigore su un tratto di 50 metri per lavori di adeguamento della strada. E' prorogato fino al 31 luglio il senso unico alternato a vista attualmente in vigore tra il km 4,950 e il km 5 della S.P. n 6 di Isoverde, in comune di Campomorone, per eseguire lavori di adeguamento della strada tra Circonvallazione Isoverde e Cava Castellaro, nell'ambito delle opere eseguite da Cociv per la costruzione della tratta ferroviaria ad alta velocità/alta capacità del Terzo Valico dei Giovi.

 Fino al 7 maggio per un tratto di 50 metri.  Senso unico alternato a vista fino al 7 maggio tra il km 4,950 e il km 5 del la S.P. n 6 di Isoverde, in comune di Campomorone, per regolamentare la circolazione veicolare nel tratto interessato dai lavori per la costruzione della tratta ferroviaria ad alta velocità/alta capacità del Terzo Valico dei Giovi.   

Fra i km. 0,180 e 0,430 dalle 8.30 alle 18. Il provvedimento è stato richiesto alla Città metropolitana di Genova dal COCIV negli adeguamenti della strada per la realizzazione del Terzo Valico.Taglio di alberi e piante lungo la carreggiata con chiusura al transito di un tratto della SP4 dei Piani di Praglia domani, mercoledì 12 luglio, dalle 8.30 alle 18.

Attiva da più di settant'anni è alimentata da un sistema di condotte e da un bacino di carico tutti realizzati artigianalmente sulla montagna con vere e proprie opere d'arte idrauliche. E continua a trasformare l'acqua in energia pulita.Quasi sei chilometri di condotte che si snodano tra i castagni, seguendo i crinali della montagna, rivestite dal muschio che le mimetizza e le integra con il bosco. E' il sistema di alimentazione della centrale idroelettrica di Neirone, in funzione da più di settant'anni.

Fra i km. 1 e 1,400 per pulizia dei versanti sabato 11 e 18 novembre e domenica 12 e 19 novembre, sempre nell'orario 7-16, con transito garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Chiuso nove ore al giorno, nei prossimi due fine settimana, un tratto di quattrocento metri della SP4 dei Piani di Praglia (fra i km. 1 e 1.400 nel Comune di Ceranesi).

I primi cantieri apriranno fra maggio e giugno prossimo con opere per la sicurezza e il miglioramento della rete. Il punto sugli interventi del programma triennale dei lavori pubblici con i consiglieri delegati metropolitani Guido Guelfo e Franco Senarega.57 cantieri per opere strutturali sulla rete viaria nel programma triennale definitivo 2017-19 dei lavori pubblici approvato dalla Città metropolitana di Genova.

La città del Tigullio è interessata da importanti lavori, dalla copertura del rio San Francesco alla costruzione del nuovo depuratore: ne parleranno alle 20.45 al teatro delle Clarisse Bagnasco, Giampedrone, Boni, Misurale, Valalrino, Casale e Berruti.

Revocato il divieto di transito ai pedoni in vigore da fine agosto al km 1,5 (lavori per il Terzo Valico ferroviario), viene predisposto un senso unico alternato al km 1,8 per ripristinare la barriera stradale.

Questa mattina il kick-off del gruppo di coordinamento di piazzale Mazzini chiamato ad estendere a livello metropolitano il Piano della mobilità del comune capoluogo: presenti Enrico Musso, estensore del Pums, Pierluigi Vinai di Anci, Francesco Pellegrino del Comune di Genova e Carlo Malerba vicepresidente di Atp.

"L'opera che spezzerà l'isolamento della vallata del Levante connettendola direttamente alla costa del Tigullio - spiega il consigliere delegato ai trasporti Claudio Garbarino - è inserita nel Pums, lo strumento di pianificazione metropolitana necessario per ottenere finanziamenti dal governo". E' stato scritto da Città metropolitana di Genova l'atto fondamentale che permetterà al tunnel Rapallo-Fontanabuona di ottenere i finanziamenti necessari alla sua costruzione, qualora l'opera venga deliberata.