ATP: nessuno stop alle linee di entroterra e levante. il capolinea resta a Brignole in attesa del PUMS

i relatori del convegno "Innovazione in movimento"
Data: 
Venerdì, 15 Febbraio, 2019 - 16:52

Le linee Atp Esercizio restano quelle attuale e semmai verranno rafforzate con nuove corse e nuovi bus.
E’ questo il messaggio chiaro e netto che arriva da Atp Esercizio il giorno dopo il convegno sul Trasporto Pubblico Locale.
Nel corso del dibattito si è discusso anche di PUMS e delle previsioni relative all’integrazione Amt-Atp, che prevede la creazione delle cosiddette “rotture di carico”, ovvero i punti in cui si creano i parcheggi di interscambio.

«Si tratta di una previsione legata all’applicazione del PUMS, che verrà attuata solamente quando per i passeggeri delle extraurbane saranno a disposizione mezzi e linee innovative, come tram, metropolitana e filobus – tiene a spiegare Claudio
Garbarino, consigliere delegato ai Trasporti per la Città Metropolitana – ma non è certo una soluzione che verrà attuata a breve. Non a caso abbiamo creato qualche mese fa il capolinea di Brignole, dove continueranno ad arrivare ancora a lungo le corriere di levante e delle Vallate di Genova e Ponente. E’ importante spiegare questa circostanza, prima che qualcuno faccia allarmismo, disinformazione terrorismo su un tema tanto delicato».

Anche per Enzo Sivori, presidente di Atp, non ci sono problemi e cambiamenti in vista nel prossimo futuro: «Il servizio resta quello previsto e semmai le novità sono solo positive: mezzi nuovi e migliori servizi».

Per quanto riguarda i punti di “rottura di carico” se ne parlerà tra qualche anno e riguarderanno aree di sosta delle linee extraurbane a Prato, al casello Genova Nervi per chi arriva da golfo Paradiso e Tigullio, in zona Pallavicini per la Val Polcevera, a ponente tra Voltri e Pra’.

Fonte: 
Ufficio Stampa Atp Esercizio