SUA

La Città Metropolitana di Genova, dopo aver scontato per anni le ripercussioni negative sui propri organici dei tagli finanziari che l’hanno colpita, è oggi finalmente in grado, grazie alle recenti assunzioni di personale, di rinforzare la propria Stazione Unica Appaltante (S.U.A.), e quindi di espletare pienamente la funzione prevista dalla legge di supporto ai Comuni sul fronte delle gare e contratti d’appalto, procedure amministrative molto complesse che possono essere svolte in modo efficace da personale adeguatamente preparato ed esclusivamente dedicato a queste attività, spesso non pr

Si è conclusa oggi 18 Gennaio 2019 la procedura negoziata relativa alla ricostruzione della strada provinciale 227 Santa Margherita Portofino, che vede interessata la zona soggetta al crollo della sede viaria a causa della mareggiata del 29 e 30 ottobre 2018.

Un impegno economico importante quello della Città Metropolitana per le nuove asfaltature previste sulle strade S.P. 29 di Pieve Alta, S.P. 71 del monte Cornua, S.P. 67 del monte Fasce, SP N. 44 di Santa Vittoria di Libiola, S.P. 88 di Montedomenico, S.P. 26 di Valgraveglia e S.P. N. 333 di Uscio.

E’ la Marietta spa di Balangero (TO). L’assegnazione definitiva al completamento delle verifiche amministrative. “Una tappa chiave per il completo ripristino della strada alle Ferriere” dice Giovanni Vassallo.  Genova, 4 - Assegnati i lavori per il ripristino definitivo della provinciale 225 alle Ferriere, dove una frana impressionante alla fine del 2013 aveva aperto un’autentica voragine nella strada, portandosi via la metà a valle della carreggiata per un tratto di oltre cinquanta metri.

Seggiovie, piste e rifugi affidati alla Asd Sport Turismo e Servizi che si è aggiudicata la gara gestita dalla SUA della Città metropolitana, stazione appaltante e centrale di committenza che per il territorio  in tre anni ha già gestito appalti per 87,5 milioni.  Ha indetto procedure di gara per 87,5 milioni di appalti (38,5 per lavori pubblici e 49 per beni e servizi) e gestito complessivamente 129 gare in tre anni di attività.

Come deciso a inizio 2016, la Città metropolitana mette in vendita i due immobili.

Busalla, Ceranesi, Ronco Scrivia, Sant’Olcese, Serra Riccò e Valbrevenna si sono associati per questo servizio e la Stazione unica appaltante della Città metropolitana ha predisposto l’accordo quadro per affidare la ristorazione scolastica e collettiva. Il bando scadrà l’11 maggio.Busalla, Ronco Scrivia e Valbrevenna in Valle Scrivia e Ceranesi, Sant’Olcese e Serra Riccò in Val Polcevera si associano per i servizi di mensa nelle scuole, dai nidi alle medie inferiori, e nelle strutture per gli anziani, valorizzando anche il biologico e i prodotti locali.

Bargagli e Davagna passano con la Fontanabuona dal bacino con il Golfo Paradiso e percorso inverso per Uscio e Avegno. Per gli affidamenti anche accordi quadro di bacino con gara gestita dalla Città metropolitana e singoli contratti per ogni Comune
Modificati dal Consiglio metropolitano di Genova due bacini di affidamento per la gestione integrata dei rifiuti: Bargagli e Davagna passano con i Comuni della Fontanabuona lasciando quelli del Golfo Paradiso, mentre Uscio e Avegno fanno il percorso inverso.

L'importo finanzierà nelle stagioni invernali 2016/17 e 2017/18 le attività in appalto che integreranno quelle svolte con personale e mezzi dell'ente sulla rete viaria metropolitana.La Città metropolitana di Genova finanzia con 1,4 milioni complessivi i servizi invernali in appalto dei mezzi spazzaneve e spargisale che sulla rete viaria metropolitana integreranno gli interventi svolti con personale e mezzi interni.

La dimora neogotica del conte Figoli ad Arenzano restaurata anche grazie a Città metropolitana: ospiterà uno spin off dedicato all'hotellerie di bordo dell'istituto di formazione sulle professioni del mare, in partnership con Costa Crociere e Gnv.  Villa Figoli de Geneys ad Arenzano, splendido edificio circondato da un meraviglioso parco all’inglese, gioiello di architettura neogotica e neorinascimentale progettato nel 1872 dall’archistar dell’epoca Luigi Rovelli per il conte Figoli, ricco industriale e senatore, è oggi tornata allo splendore originale dopo anni di abbandono (era stata a lu

Con il parere della Conferenza dei sindaci e il voto definitivo del Consiglio metropolitano. Genova è fra le prime Città metropolitane in Italia ad avere approvato il piano strategico che prevede anche l'articolazione del territorio in nove zone omogenee.

Approvato dalla Conferenza dei sindaci e dal Consiglio metropolitano il documento, costruito sulla partecipazione degli enti e delle comunità locali, sulle linee concrete per lo sviluppo, l'integrazione e la coesione dell'area metropolitana di Genova, articolata in nove zone omogenee.

Uno strumento fondamentale per gli obiettivi di sviluppo, integrazione e coesione dell'area metropolitana di Genova, con la partecipazione dei Comuni, dei cittadini e dei territori.

Il consigliere metropolitano alle politiche del lavoro: "Abbiamo predisposto tutti i documenti per fare subito la gara, ma per aumentare la base economica occorre una delibera della Regione che al momento non è arrivata".