sp3

La Città Metropolitana di Genova ha partecipato al Bando del Ministero per le Infrastrutture e i Trasporti (M.I.T.) (Decreto M.I.T. n. 171/2019 successivi) ed ha ottenuto alcuni significativi finanziamenti per la Progettazione di Fattibilità Tecnica ed Economica di interventi sul territorio, di cui uno volto a “INTERVENTI DI ADEGUAMENTO DELLA RETE DI COLLEGAMENTO DEI SERVIZI INTERCOMUNALI NELLA VAL POLCEVERA: NUOVO PONTE SUL TORRENTE SECCA TRA SP3 (COMUNE DI SERRA RICCO') e VIA LEVI (COMUNE DI S. OLCESE).”.

 Il provvedimento era stato istituito all’altezza del km 4,5 per eseguire lavori di ripristino della sede viabile.   La Città metropolitana di Genova revoca il senso unico alternato, regolato da semaforo mobile, istituito il 12 dicembre 2014 lungo la SP n. 3 di Crocetta d’Orero, all’altezza del km 4,5, in comune di Serra Riccò, per eseguire lavori di ripristino della sede viabile: i lavori sono terminati e possono essere ripristinate le normali condizioni di transitabilità.     

L'intervento, finanziato dal 'Patto territoriale del Genovesato', rende sicuro un tratto pericoloso della Sp3 per Casella.  La Città metropolitana di Genova ha terminato a Pedemonte di Serra Riccò un intervento di riordino della viabilità pedonale del valore di 126.000 euro, finanziato con le risorse del 'Patto territoriale del Genovesato': i lavori hanno interessato un tratto della trafficata strada provinciale n.

Con sistemazioni e consolidamenti per 255.000 euro sulle provinciali della Val d'Aveto, Fontanabuona, Crocetta d'Orero e Campora che saranno eseguiti entro fine anno.Dall'alta Val Polcevera alla Fontanabuona e alla Val d'Aveto sono pronti a partire cinque nuovi cantieri sulle strade provinciali, finanziati dalla Città metropolitana di Genova con 255.000 euro e approvati con atto del sindaco metropolitano Marco Doria su proposta del consigliere delegato Nino Oliveri.“Tutti i lavori saranno eseguiti entro la fine di quest'anno – dice Nino Oliveri – e dando immediato corso alla variazione di b