Consiglio Metropolitano: prosegue il percorso per la gestione integrata del trasporto pubblico sul bacino metropolitano

Un momento della seduta.
Data: 
Mercoledì, 20 Maggio, 2020 - 17:58

Seduta di Consiglio Metropolitano monotematica quella che si è tenuta il 20 maggio 2020, con la ormai consueta modalità telematica in videoconferenza, un incontro che ha visto all’ordine del giorno la proposta n.1002 presentata dal Consigliere Delegato Stefano Anzalone in merito alla “APPROVAZIONE DELLE MODIFICHE DELLO STATUTO E DEI PATTI PARASOCIALI DI A.M.T. S.P.A., AL FINE DELL'AFFIDAMENTO IN HOUSE DELLA CONCESSIONE DEL SERVIZIO T.P.L. EXTRA URBANO (LOTTO 2 - EX BACINO TG)”

Delibera fondamentale per il processo che vedrà A.M.T. S.P.A. come concessionaria con affidamento diretto “in house providing” del servizio di trasporto pubblico locale extraurbano, e che include l’Ente di palazzo Spinola come attore fondamentale, in quanto, come previsto dalla attuale normativa, spetta alla Città Metropolitana procedere alla progettazione e all’affidamento della concessione del servizio di trasporto pubblico locale nell’A.T.O. di competenza, in questo caso costituito dai due ex bacini G urbano, già assegnato, e TG extraurbano, nonché provvedere alla gestione del relativo contratto di servizio in conformità alla normativa comunitaria di settore, stante l’individuazione della medesima quale ente di governo dell’A.T.O.

L’obiettivo del percorso intrapreso, che vede con la delibera odierna un ulteriore rafforzamento del ruolo di Città Metropolitana in AMT, è volto alla gestione integrata del trasporto pubblico sul bacino metropolitano genovese, ritenendo tale scelta idonea a soddisfare i servizi a domanda debole, a tutelare le zone montane e interne maggiormente disagiate ed a soddisfare la rilevante richiesta di mobilità verso il capoluogo.

La proposta, relativa alle modifiche allo Statuto ed ai Patti Parasociali di AMT S.p.A, società di cui Città Metropolitana di Genova è titolare di 33.034 azioni, pari al 4,70%, ha visto la presentazione di alcuni emendamenti da parte dei Consiglieri Cuneo, Franceschi, Villa, Tedeschi, Grondona e Pignone, successivamente trasformati in un ordine del giorno che impegna la Città Metropolitana ad integrare lo Statuto ed i Patti Parasociali, presentando una apposita deliberazione entro 30 giorni dalla data di affidamento del servizio.
Tale nuovo ordine del giorno, posto immediatamente in votazione, è stato approvato alla unanimità

E' stata quindi posta in votazione la proposta n.1002 presentata dal Consigliere Anzalone ed approvata con il seguente risultato:
Votanti 18, Favorevoli 16 ed Astenuti 2 (Simone Franceschi e Daniela Tedeschi)

A seguito di quanto previsto dal decreto legge del 17.03.2020 n. 18, relativamente alla adeguata pubblicità delle sedute, l’intero incontro è stato trasmesso in diretta sulla pagina Facebook della Città Metropolitana di Genova ( https://www.facebook.com/cittametropolitanadigenova ) e la registrazione dell’incontro sarà disponibile sul canale YouTube della Città Metropolitana di Genova al seguente collegamento:https://www.youtube.com/user/provinciagenova (la pubblicazione è subordinata alla disponibilità del video sul sistema Webex, generalmente entro 12 ore dal termine della seduta).