Biciplan: approvate le linee di indirizzo del piano urbano della mobilità ciclistica

Ciclista sulla ciclabile di Sestri Levante
Data: 
Venerdì, 17 Aprile, 2020 - 12:30

In questo periodo, in cui sta emergendo la necessità di modificare i nostri stili di vita a favore di modelli più sostenibili, Città metropolitana di Genova ha deciso di intraprendere il percorso per raggiungere l’approvazione definitiva del primo “Piano urbano della mobilità ciclistica per l’intero territorio metropolitano”, entro la primavera 2021.
Le linee di indirizzo per il BICIPLAN, approvate il giorno 8 aprile dal Sindaco metropolitano Marco Bucci, si inseriscono nella scelta dell’amministrazione di favorire la ciclabilità, di integrare la mobilità dolce con gli altri sistemi di trasporto nonché di adeguare la rete e diffondere la cultura della sicurezza e della mobilità sostenibile.

“Con il BICIPLAN, Città metropolitana di Genova vuole agire su più livelli – dichiara Claudio Garbarino, consigliere delegato alla mobilità – il nostro Ente intende potenziare la rete delle infrastrutture dedicate, incentivare l’uso quotidiano della bicicletta come mezzo di trasporto sia per le esigenze quotidiane, sia per le attività turistiche e ricreative, introdurre forme innovative di bike-sharing, migliorare la sicurezza dei ciclisti e dei pedoni e la comunicazione a cittadini e turisti relativamente a questo argomento”.

“Il progetto di BICIPLAN - continua Garbarino - è stato finanziato dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e gli uffici di Città metropolitana di Genova stanno già lavorando anche all’individuazione dei canali di finanziamento per la realizzazione delle singole azioni, e per questo voglio ringraziare gli uffici ed i funzionari dell’ente, che hanno ideato e seguono quotidianamente l’avanzamento del progetto”.

Le azioni del BICIPLAN riguarderanno quindi le reti infrastrutturali nell’ambito dell’intero territorio metropolitano, i sistemi di incentivazione, l’integrazione con il trasporto pubblico, il miglioramento della sicurezza attiva e passiva, le dotazioni e i servizi di supporto, promozione ed educazione
Il coinvolgimento di tutti gli interessati e delle amministrazioni comunali, per la condivisione delle scelte, utilizzerà l’innovativo laboratorio di co-progettazione denominato “BiciLAB”, strumento che prevede anche la possibilità di collaborazione da remoto, in modalità Smart, così da poter già definire una prima versione del Biciplan, contenente gli obiettivi e alcune delle azioni da intraprendere, già entro la fine del 2020.

Il documento relativo alle linee di indirizzo è scaricabile integralmente dal collegamento presente in questa pagina.