Il progetto DESK selezionato da FOSS4G 2019

Il progetto DESK selezionato da FOSS4G 2019

Il poster scientifico dal titolo: "Il progetto DeSK: Decision Support System e Knowledge territoriale" (Davoli C, Passoni D et al.), che illustra il riuso di una ‘buona pratica’ sviluppata dalla Città metropolitana di Milano e ceduta agli enti partner tra cui la Città Metropolitana di Genova, è stato selezionato e presentato, all’interno del convegno FOSS4G.

FOSS4G è diventato – a partire dal 2017 – un riferimento europeo per un pubblico vasto ed eterogeneo composto da ricercatori e sviluppatori di software geografici liberi, da produttori di dati geografici liberi e infine da utilizzatori e fruitori finali di vari servizi liberamente offerti. Tra questi, rappresentanti della pubblica amministrazione, professionisti ma anche cittadini comuni e un crescente numero di giovani e studenti interessati che potranno partecipare gratuitamente a cinque giorni di incontri, workshop e conferenze, dal 20 al 24 febbraio prossimi.
L’evento è organizzato dall’Università di Padova, dall’Associazione italiana per l’informazione geografica libera (GFOSS.it), da Wikimedia Italia e dalle comunità ArcheoFOSS e QGIS, ed è accreditato dall’Ordine degli Agronomi e Dottori Forestali del Veneto. La sede sarà l'Università di Padova, presso il dipartimento di Ingegneria civile e Ambientale al Portello (l’antico quartiere del porto fluviale), e all'orto botanico (il primo al mondo risalente al 1545, oggi giardino della biodiversità patrimonio Unesco).

Il comitato scientifico (composto da nove primarie università italiane e una internazionale, dalla Commissione Europea, dal ministero per i Beni e le Attività culturali, dalle fondazioni Edmund Mach e Bruno Kessler, dall’Istituto Scienze della Terra) ha selezionato DeSK fra i 40 dei 120 progetti presentati. La motivazione è l’alto tasso di innovazione del progetto e la sua piena coerenza con le direttive dell’Agenda per l’Italia digitale che spinge all’utilizzo di software liberi da parte degli enti locali con risorse finanziarie limitate. I Comuni che sceglieranno di utilizzare i servizi offerti da DeSK non saranno infatti gravati da alcun costo di licenza o da limiti di utilizzo.

I partner di DeSK hanno sostenuto con forza la partecipazione all’evento patavino, con la necessità di uno scambio costruttivo con altre realtà che operano in maniera sostenibile e innovativa nell’ambito della conoscenza territoriale, al fine di creare un team di competenze all'interno della PA.

DeSK è un progetto di riuso di una ‘buona pratica’ già sviluppata con successo dalla Città metropolitana di Milano assieme al partner tecnologico Corvallis SpA e ceduta agli enti partner - le Città metropolitane di Venezia (capofila del progetto), di Genova e alla Provincia di Taranto. Si tratta di un insieme di applicativi e servizi web, gratuiti e fruibili anche da dispositivi mobili, che consentono l’analisi dei dati territoriali, per una conoscenza più approfondita e corretta del territorio che si governa, e come supporto alle decisioni strategiche.

Sostenuto dall’Agenzia per la Coesione Territoriale e finanziato dal programma PON Governance e Capacità istituzionale 2014-2020, DeSK rientra a pieno titolo nelle strategie dell’Unione Europea indicate in ‘Europa 2020’ che puntano alla creazione di condizioni favorevoli per una crescita dei territori intelligente, sostenibile e inclusiva. Crescita che deve essere sostenuta, oltre che dall’informatizzazione e digitalizzazione degli strumenti conoscitivi dei territori, anche da politiche che guardino con favore alla coesione sia territoriale, sia economica che sociale.

Altre info:
http://foss4g-it2019.gfoss.it
http://www.progettodesk.it
email: foss4git2019@dicea.unipd.it

Data originale: 
21/02/2019
Tags news: