Aperitivo d'autore a Villa Sauli di Pra

bicchiere con cocktail

Inizio settimana con “spirito” a Villa Sauli di Prà: lunedì 18 febbraio alle ore 16,00 l’Istituto Alberghiero Nino Bergese invita all’incontro sulla breve storia dei cocktails insieme ad alcuni artisti del drink a Genova, con esibizione finale e appetizer.

Come e perché nasce l’aperitivo e che ruolo gioca la Superba, avanguardia discreta di un moderno stile di vita che conquista la penisola dai più tradizionalisti agli sperimentatori, sono solo alcune domande a cui risponderà il food writer Alessandro Ricci autore di Bargiornale e fondatore dell’Associazione Papille Clandestine, scrittore del libro “Bartender a casa tua – Storie e segreti per preparare cocktail con quel che c’è”. A lui il compito di illustrare i trucchi per allestire un bar in casa e la ricetta dello shaker perfetto in cui il piacere del palato si fonde con l’atmosfera magica del momento.

A rendere più affascinante questo viaggio nella storia dei cocktails, la testimonianza diretta di alcuni barman, protagonisti delle serate genovesi nei locali alla moda: Jonatan Ferri Abarbanel (Les Rouge), Andrea Tomasi (Gradisca Cafè), Davide Volterra (Negroneria Genovese e Locksmith Secret Bar).

Nella seconda parte dell’incontro il pubblico si trasferirà dall’auditorium alle sale di degustazione della villa, dove gli studenti e docenti dell’Istituto Nino Bergese, guidati dai barman, prepareranno alcuni cocktails tratti da volume “Bartender a casa tua”. Agli onori del palato dei presenti i drink: “Goodfather agli agrumi” a cura di Jonatan Abarbanel, “Julep della dispensa”, a cura di Davide Volterra e “Improved Lucas” di Giulio Tabaletti del Gradisca Cafè. Non mancheranno appetitosi stuzzichini con preparazioni gastronomiche del territorio. Attività affidata in Convenzione dalla Città Metropolitana di Genova all’Istituto Alberghiero Nino Bergese. Ingresso libero e gratuito.

“Abbiamo mixato in quest’incontro le nuove idee dei giovani e la tradizione dell’aperitivo che attraversa tutte le generazioni – spiega Angelo Capizzi, preside dell’Istituto Nino Bergese – Tante persone si ritagliano nella giornata un momento di relax da condividere con gli amici davanti ad un buon drink. Oggi questo stile di vita sta tornando alla ribalta e Genova è una città in fermento “di spiriti” che forgia alcuni dei migliori barman italiani”.

L'iniziativa si svolge nell'ambito del progetto "Il Mortaio" Parco del Basilico, in cui il Bergese è partner della Città metropolitana di Genova per il rilancio di prodotti, lavoro, peculiarità e identità del territorio, struttura situata nella Villa Sauli Podestà, di proprietà della stessa Città metropolitana che l'ha recuperata e restaurata, un incubatore di idee ed iniziative sulle filiere e le tradizioni locali declinate anche al futuro dall’enogastronomia, al turismo alla riscoperta di prodotti, mestieri e beni culturali.

Data originale: 
12/02/2019