Il Piano Strategico Metropolitano

Il primo Piano strategico di #GenovaMetropoli (PSM)rappresenta lo spartiacque fra la fase costituente, di gestione del passaggio dalla Provincia al nuovo Ente e di governo delle situazioni aperte o emergenziali, e la fase operativa come Città metropolitana per lo sviluppo socio economico del territorio.

Il Piano Strategico è infatti il primo passo per costruire insieme il territorio metropolitano e la sua approvazione è il più significativo atto politico di una comunità che si riconosce come tale, è unita e collabora, fiduciosa nel futuro.

La cadenza triennale e l’aggiornamento annuale previsti dalla legge impongono concretezza nei contenuti e certezza di attuazione e esaltano il valore di processo della pianificazione strategica, che deve prevedere adeguati strumenti di flessibilità, adattamento e controllo.

Nel PSM, partendo dall’analisi di contesto, sono stati definiti obiettivi e strategie, selezionate le priorità d’intervento, e individuati i progetti, sulla base delle risorse disponibili e definendo tempi e attori che partecipano alla loro realizzazione.

Le Linee Programmatiche di Mandato 2015-2017 del Sindaco Metropolitano Marco Doria chiariscono la Vision del nuovo Ente: “La città metropolitana dovrà servire a migliorare i servizi urbani per i cittadini, le imprese e l’intera comunità che convive nel territorio metropolitano, a ridurre i costi dei servizi erogati dalle amministrazioni locali e ad ammodernare la pubblica amministrazione; ma anche a rinnovare il rapporto tra cittadini e istituzioni, tra politica e amministrazione, tra democrazia rappresentativa e partecipazione per contribuire alla riforma della politica partendo dai singoli comuni che la compongono indipendentemente dalle loro dimensioni. La città metropolitana dovrà servire a raccordare il territorio, mettendo in rete - in maniera efficace - le strategie, le politiche, i soggetti, i programmi, gli strumenti e ovviamente le istituzioni."

Le linee strategiche sono articolate sulle dimensioni territoriali, economiche e sociali, istituzionali:

  • la Città metropolitana è ente del territorio, che gestisce i servizi pubblici a rete e i servizi territoriali (idrico, rifiuti, trasporto pubblico, scuole e strade), favorisce la resilienza come tutela e valorizzazione del territorio e promuove lo sviluppo economico valorizzando le eccellenze locali, facendo marketing territoriale e sviluppando azioni a supporto delle forme innovative di SVE in chiave green e blue.
  • la Città metropolitana è ente che si rapporta con i diversi livelli istituzionali (particolare rilievo assumono l’Accordo quadro con i Comuni del territorio e i singoli Protocolli d’intesa, nonché i progetti europei che vedono la CM in rapporto con l’Europa) e che si organizza in funzione delle strategie.

Le linee strategiche sono sintetizzate per macro-categorie, di seguito riportate, e sviluppate per strategie tematiche, obiettivi a breve e medio-lungo termine, azioni e progetti.

COORDINARE il cambiamento, SVILUPPARE Genova metropoli, OTTIMIZZARE i servizi, ADATTARCI ai cambiamenti climatici, COSTRUIRE il senso di appartenenza alla Città Metropolitana.