Rumore

La legislazione nazionale e regionale assegna a #GenovaMetropoli diversi compiti in materia di rumore: attuare campagne di misura del rumore, costruire banche dati, elaborare e diffondere dati sulla rumorosità; tutelare la salute pubblica in tema di rumore, sia in collaborazione con i Comuni sia tramite il controllo diretto sulle sorgenti di rumore sovracomunali, cioè che interessano contemporaneamente territori di due o più comuni; gestire e coordinare la programmazione dei Comuni in materia di rumore, in particolare esaminando e approvando le ‘classificazioni acustiche comunali’, che definiscono i limiti al rumore ambientale zona per zona, e i Piani di risanamento acustico comunali, che individuano e definiscono le situazioni da bonificare.

Inoltre quale ente gestore della viabilità provinciale #GenovaMetropoli deve adempiere a quanto stabilito dal D.Lgs 194/2005, ovvero realizzare la mappatura acustica e il Piano di azione per le strade provinciali con flussi veicolari superiori a 3.000.000 di veicoli per anno. Nel caso di #GenovaMetropoli le strade interessate sono 7:

  • S.P. 33: strada di S. Salvatore (parte da Lavagna e attraversa Cogorno e Carasco)
  • S.P. 35: Giovi (Mignanego, Busalla, Ronco Scrivia, Isola del Cantone)
  • S.P. 333: di Uscio (Recco, Avegno, Uscio, Tribogna)
  • S.P. 225: Valle Fontanabuona (da Lumarzo a Chiavari)
  • S.P. 226: Valle Scrivia (da Busalla a Montoggio)
  • S.P. 227: Portofino (S. Margherita Ligure e Portofino)
  • S.P. 523: Cento Croci (Sestri Levante, Casarza Ligure, Castiglione Chiavarese)

Le campagne fonometriche si articolano in mappature acustiche di zone estese a interi territori comunali, micromappature di limitate aree di specifico interesse, caratterizzazione acustica di macrosorgenti di rumore (ad es. reti stradali), monitoraggi di durata settimanale o plurisettimanale in siti particolari con mezzi mobili o alloggiamenti temporanei della strumentazione e monitoraggi plurimensili o anche pluriennali.

#GenovaMetropoli ha regolarmente adempiuto alle disposizioni del D. Lgs 194/2005 in materia di mappatura acustica e Piano di azione, trasmettendo alla Regione entro i termini stabiliti dal decreto sia la Mappatura acustica (adottata con atto n. 23/83747 del 28.06.2012) sia il Piano di azione (adottato con atto n. 17/73465 in data 09.07.2013).

Il Piano di azione vigente è attualmente disponibile sul portale dei dati aperti, nella sezione Amministrazione Trasparente

Negli anni 2017 e 2018, alla scadenza dei 5 anni prevista dalla legge, saranno aggiornati rispettivamente la mappatura acustica e il Piano di azione.