viabilità

Il provvedimento viabilistico è in vigore da domani fino alla fine dei lavori di ripristino del manto stradale ammalorato.Genova, 31 - Da domani 1 agosto è in vigore per un tratto di 450 metri della strada provinciale n. 456 del Turchino, in comune di Rossiglione (fra il km 79,600 e il km 80,050) il limite di velocità di 50 km/h, a causa dell'ulteriore peggioramento delle condizioni del manto stradale riscontrato dai tecnici della Provincia di Genova. Il provvedimento resterà in vigore fino alla fine dei lavori di ripristino del manto stradale.

Dalle 18 alle 24 dei giorni 25, 26 e 27 luglio fra i km. 3,6 e 4,1 della strada in direzione monte. Genova, 23 - Cambia la circolazione a Cogorno per la sagra dei testaroli (testaieu in dialetto) organizzata dalla locale Accademia della Ciappa e dei Testaieu per il prossimo fine settimana. Dalle 18 alle 24 per le tre serate del 25, 26 e 27 luglio, infatti, in occasione dell'appuntamento gastronomico si transiterà solo a senso unico, in direzione monte, su un tratto di cinquecento metri (fra i km. 3,6 e 4,1) della provinciale 34 di Cogorno.

Oggi sopralluogo in cantiere del direttore dei lavori con le imprese e il collaudatore dell'operaGenova, 16 - Arriverà al traguardo nel luglio 2015 la variante di Settembrin, attesissimo e travagliato by pass all'imbocco della Val Graveglia destinato a liberare la circolazione da un chilometro di curve tortuose e strettissime fra il torrente, le case e il monte.

Fra i km. 1 e 1,100 della strada per lavori di demolizione legati ai cantieri del Terzo Valico il 30 e 31 luglio prossimi negli orari 9-12 e 13-19 con transito però sempre garantito ai veicoli di soccorso e di emergenza. Genova, 25 - Chiusura della circolazione - il 30 e 31 luglio prossimi - su un tratto di cento metri (fra i km. 1 e 1,1) della provinciale 4 dei Piani di Praglia per lavori di demolizione, collegati ai cantieri del Terzo Valico, di edifici in via Bartolomeo Parodi a Ceranesi.

La modifica della viabilità è stata deliberata dalla Provincia dalle 18 alle 24 di ciascuno dei tre giorni della sagra, fra il km 3,6 e il km 4,1, in località Belvedere.Genova, 1 - La Provincia di Genova, in occasione della Sagra dei testaieu in programma a Cogorno, in località Belvedere, venerdì 4, sabato 5 e domenica 6 luglio, istituisce lungo la strada provinciale n. 34 di Cogorno, tra il km 3,6 e il km 4,1, in Comune di Cogorno, un senso unico con direzione mare monti, nei giorni 4, 5 e 6 luglio dalle ore 18 alle ore 24.

Con transito a senso unico alternato, a tratti saltuari e regolato dai movieri, fra i km. 58 e 66 della strada, dal 22 luglio al 8 agosto prossimi. Genova, 21 - Quattordici giorni di lavori sulla provinciale 586 della Val d'Aveto per riparare con nuove asfaltature i tratti più degradati della carreggiata fra i Comuni di Carasco e Mezzanego.

Fra i km. 0,900 e 0,950 della provinciale, nel Comune di Genova dove la parte più a valle della carreggiata era sprofondata a causa del cedimento del muro di sostegno. Genova, 24 - Interventi completati con riapertura totale della carreggiata fra i km. 0,900 e 0,950 della provinciale 13 di Creto (nella località Aggio del Comune di Genova) dove la parte più a valle della strada, su un tratto di oltre dieci metri, era sprofondata a causa del cedimento del muro di sostegno alto sei metri.

L'ultimo caso è quello del semaforo per un senso unico alternato sulla provinciale di Isoverde, gettato nella scarpata, ma negli ultimi mesi ne sono stati vandalizzati altri sulle provinciali di Creto, Sant'Olcese, Santa Margherita e Fontanabuona.Genova, 25 - Quasi tutti li rispettano, qualcuno invece purtroppo trasgredisce e passa con il rosso, ma qualcun altro addirittura i semafori li distrugge.

Il provvedimento sarà in vigore dalle 19 alle 23 circa su un tratto di 550 metri della provinciale di Santa Vittoria di Libiola, fra Villa Rovereto e località Casetto, in occasione di una manifestazione locale.Genova, 7 - In occasione delle manifestazioni organizzate sabato 9 agosto dall'associazione Amici di Villa Rovereto nella frazione del comune di Sestri Levante, il traffico sulla strada provinciale n.

Completata la ricostruzione del ciglio stradale che era crollato per un tratto di circa 20 metri, la limitazione della viabilità disposta a partire dalle scorso 17 marzo non è più necessaria.Genova, 28 - La Provincia di Genova revoca il senso unico alternato a vista che aveva istituito il 17 marzo scorso al km 14,5 della strada provinciale n.

Al km. 7,4 della provinciale, nella località Sant'Olcese Chiesa dove sono stati completati gli interventi di ripristino dopo un consistente cedimento della carreggiata. Genova, 24 - Lavori conclusi e strada totalmente riaperta al km. 7,4 della provinciale 2 (nella località di Sant'Olcese Chiesa) dove si era verificato un profondo cedimento trasversale su un tratto di cinquanta metri della carreggiata.

Con quattro prove speciali il 31 agosto negli scenari del Monte Penna e il prologo sabato con la prova non cronometrata sulla provinciale 86 di Caselle.Genova, 27 - Start numero nove - sabato 30 agosto - per il rally "Ronde della Val d'Aveto" competizione sportiva automobilistica nazionale di regolarità tra gli scenari montani di Santo Stefano d'Aveto, organizzata dall'associazione Lanternarally, autorizzata dalla Provincia e con chiusura del transito disposta dalla Prefettura sul percorso delle prove speciali e di quelle non cronometrate (shakedown) che - sabato 30 agosto dalle 9.30 alle

Piccole frane di pietre lungo le provinciali del Faiallo, di Lerca, della Madonna della Guardia, della Bocchetta e di Isoverde. In corso gli interventi per ripulire le carreggiate. Genova, 19 - La violentissima ondata di maltempo fuori stagione che si è abbattuta sul territorio ha provocato anche una serie di piccole frane e smottamenti, fortunatamente senza particolari disagi per il transito, su alcune strade provinciali genovesi.

Dalle 7 alle 24 del 29 settembre prossimo, dall'innesto con la provinciale 523 sino a 100 metri prima dell'incrocio con piazza Aldo Moro e via Antonio Gramsci su richiesta del Comune della Val Petronio. Genova, 25 - Inizio della settimana con fiera e sagra a Casarza Ligure per la festa di San Michele e chiusura al transito, su richiesta del Comune della Val Petronio, di un tratto della strada provinciale 38 di Novano, lunedì 29 settembre dalle 7 alle 24 per fare spazio alla manifestazione.

Sino al 20 settembre prossimo, al km. 28,7 per i lavori di ricostruzione di un muro di sostegno della carreggiata. Genova, 25 - Transito a senso unico alternato con semafori dal 26 agosto al 20 settembre prossimi al km. 28,7 della provinciale 586 della Val d'Aveto. Il provvedimento è stato adottato dalla Provincia per consentire i lavori di ricostruzione di un muro di sostegno della carreggiata. I semafori all'altezza del cantiere saranno sempre in funzione per tutto il periodo indicato.

Dalle 19 alle 24 di martedì 26 agosto, fra i km. 2,8 e 3,4 della strada si potrà transitare solo in direzione monte, mentre in discesa si dovrà percorrere la via comunale Aldo Moro.Genova, 22 - Una serata a senso unico sulla provinciale 26 della Valgraveglia a Conscenti di Ne, martedì 26 agosto, per l'appuntamento con la "Cena sotto le stelle". Dalle 19 a mezzanotte il tratto compreso fra i km. 2,8 e 3,4 si potrà percorrere soltanto a salire, sulla corsia a monte, mentre la corsia sul lato del fiume sarà adibita alla sosta per i veicoli dei frequentatori della festa.

Dal 22 settembre al 17 ottobre prossimi fra i km. 8,257 e 8,340 per scavi e posa di una condotta fognaria. Genova, 18 - Transito a senso unico alternato con semafori dal 22 settembre al 17 ottobre prossimi fra i km. km. 8,257 e 8,340 della provinciale 225 della Fontanabuona (nel Comune di San Colombano Certenoli) per lavori di scavo e posa di una nuova condotta fognaria. I semafori all'altezza del cantiere saranno sempre in funzione sino al 17 ottobre.

Il provvedimento sarà in vigore per tre giorni dalle 18.30 alle 23 circa, da dopo il civico 22 (località Rocchette) fino al bivio Montedomenico Alto - Frisolino (località Cascinella).Genova, 12 - Per regolare il traffico di veicoli in occasione delle manifestazioni che il locale circolo Acli organizza il 14, 15 e 16 agosto a Villa Montedomenico, frazione di Sestri Levante, la Provincia di Genova istituisce in quei tre giorni, dalle 18.30 alle 23 circa, un senso unico alternato regolato da movieri lungo la strada provinciale n.

Dal 25 agosto al 24 ottobre prossimi, fra i km. 10,8 e 12 della strada, per lavori di scavo e posa di una tubazione dell'acquedotto. Genova, 22 - Senso unico alternato con semafori dal 25 agosto al 24 ottobre prossimi sulla provinciale 226 della Valle Scrivia, su tratti compresi fra i km. 10,8 e 12 nel Comune di Montoggio per lavori di scavo e posa di una tubazione dell'acquedotto. I semafori all'altezza dei cantieri saranno sempre in funzione sino al 24 ottobre.

Dal 25 agosto al 23 dicembre prossimi, fra i km. 0,400 e 2,240 della strada per lo scavo e la posa di una tubazione dell’acquedotto.Genova, 22 - Cantieri e semafori dal 25 agosto al 23 dicembre prossimi sulla provinciale 7 della Castagnola su tratti compresi fra i km. 0,400 e 2,240 nel Comune di Ronco Scrivia per lo scavo e la posa di una tubazione dell’acquedotto.I semafori all’altezza dei lavori saranno sempre in funzione per tutto il periodo indicato.

La prossima settimana dalle 9 di lunedì 22 alle 17 di venerdì 26 settembre al km. 11,650 per la costruzione di un nuovo muro di sostegno. Percorsi alternativi per le zone a monte della chiusura sulle provinciali 87 di Propata Alta e 15 del Brugneto. Genova, 18 - Tratto chiuso cinque giorni la prossima settimana sulla provinciale 16 di Casa del Romano per lavori di consolidamento al km. 11,650 nel Comune di Fascia. La chiusura sarà in vigore dalle 9 di lunedì 22 sino alle 17 di venerdì 26 settembre per la costruzione di una nuova struttura di sostegno a valle della carreggiata.

Il progetto è stato presentato in conferenza dei servizi il 1^ settembre e completata la definizione del progetto esecutivo la Provincia aprirà le procedure di gara per poter iniziare i lavori prima della fine dell'anno. Genova, 8 - In partenza anche l'ultima tappa per il completamento dei lavori sulla provinciale 225 alle Ferriere, dove il 27 dicembre scorso una frana impressionante aveva aperto un'autentica voragine nella strada, portandosi via la metà a valle della carreggiata per un tratto di oltre cinquanta metri.

Tra i km. 2,094 e 2,104 nel Comune di Recco, dalle 20 del 19 settembre alle 5 del 20 per il ripristino di un cedimento al centro della carreggiata. Il divieto di transito per i mezzi superiori alle 3,5 tonnellate riguarda anche quelli del trasporto pubblico. Genova, 17 - Cantiere notturno sulla provinciale 333 di Uscio con limiti di transito fra le 20 di venerdì 19 settembre e le 5 di sabato 20 subito dopo il secondo chilometro (fra i km.

Per l'esondazione dei rivi vicino alla strada sotto i nubifragi che hanno trasformato in cascate anche le stradine che scendono dai versanti. Genova, 9 -Chiuso al transito il primo chilometro fra Recco e Camogli della strada provinciale 30 per gli allagamenti provocati sulla carreggiata "dall'esondazione dei rivi vicini alla strada - dicono i tecnici provinciali - sotto i nubifragi che hanno praticamente trasformato in cascate anche le stradine che scendono dai versanti.

Non si contano le frane sulle carreggiate, in corso ovunque possibile gli interventi, ma i nubifragi continuano. Mezzi in azione anche per riaprire i collegamenti per tre frazioni isolate a Torriglia. Alle 12.30 si riunisce il COV in Prefettura. Genova, 10 - La drammatica e devastante alluvione di Genova ha colpito in modo durissimo anche il territorio, dove sono innumerevoli i danni e le criticità sulle strade provinciali e locali mentre i nubifragi continuano a gonfiare i corsi d'acqua.

Apre alle 18 di oggi il percorso alternativo realizzato dalla Provincia per aggirare il tratto di variante alla SP 226 demolito dalla piena dello Scrivia. Genova, 17 - Di nuovo tutta transitabile da questo pomeriggio la provinciale 226 della Valle Scrivia: dopo il ripristino della carreggiata a Ponte di Savignone e la riapertura nel martoriato centro di Montoggio, è stato completato anche il by-pass di Casella, lungo 160 metri e aperto anche ai mezzi pesanti, per aggirare a monte il tratto di centro metri demolito dalla furia dello Scrivia sulla variante alla provinciale 226.

Entrambi i cantieri opereranno da mercoledì 29 a venerdì 31 ottobre dalle 8 alle 18, e comporteranno l'istituzione di sensi unici alternati per un tratto di ca 200 m: sulla provinciale di Camogli tra il km 0,750 e il km 0,950 e sulla provinciale del Turchino tra il km 94,4 e il km 94,6.Genova, 28 - Tre giorni di lavori, da domani a venerdì 31 ottobre con orario 8-18, sono stati programmati dalla Provincia di Genova sulle strade provinciali n. 30 di Camogli e n. 456 del Turchino, per eseguire lavori di integrazione e manutenzione delle rete di rilevamento del traffico.

La somma quantificata dai tecnici ´è quella necessaria finora per riaprire con i primi interventi tutti i tratti colpiti, ma serviranno altre risorse per le messe in sicurezza definitiveª. Nuove chiusure per frane interessano le provinciali 85 di Verzi e 3 di Serra Riccò.

La strada è di nuovo percorribile anche nel centro di Montoggio, fra i Comuni più martoriati dall'alluvione. Venerdì apre a Casella il by pass realizzato dalla Provincia per il tratto di variante alla SP 226 demolito dalla piena dello Scrivia. Genova, 15 - Di nuovo transitabile da oggi la provinciale 226 della Valle Scrivia anche nel centro di Montoggio, fra i Comuni più martoriati dall'alluvione, colpito dalle frane e dall'esondazione dei torrenti Scrivia e Carpi.

Al km 5,2 della provinciale n. 23 si lavora alla riparazione di un cedimento del piano viabile, mentre su un tratto di 4,5 km della provinciale n. 35, tra il km 16, 1 e il km 20,6, saranno in corso fino al 15 novembre lavori di somma urgenza per il ripristino del manto stradale.Genova, 31 - La Provincia di Genova ha aperto due cantieri per interventi urgenti sulle strade provinciali n. 23 della Scoglina e n.

Il tratto fra Campo Ligure e Rossiglione che era stato chiuso dalla Provincia questa mattina per motivi di sicurezza è stato liberato da pietre e fango portate sulla carreggiata dalla piena dei rivi laterali ed è di nuovo transitabile.

Valle Scrivia duramente colpita la scorsa notte dall'alluvione: la strada provinciale che la percorre è interrotta in tre punti, a Montoggio per lo straripamento di un affluente, a Casella per il cedimento nel fiume di 120 metri di muro di sostegno e a Ponte Savignone per una voragine di 8 metri.Genova, 10 - La valle Scrivia e l'omonima strada provinciale che la percorre, la n. 226, sono state duramente colpite dall'alluvione della scorsa notte: l'arteria stradale è infatti interrotta in ben tre punti a causa di frane, cedimenti a valle o inondazioni del torrente o dei suoi affluenti.

Per motivi di sicurezza fra i Comuni di Campo Ligure e Rossiglione, dove per le piene dei rivi laterali la carreggiata è allagata in vari tratti.Genova, 13 - Tanta pioggia da allagare anche le strade. Un altro nubifragio si è abbattuto questa mattina sulla Valle Stura e la Provincia di Genova ha appena deciso per motivi di sicurezza la chiusura della strada provinciale 456 del Turchino fra Campo Ligure e Rossiglione, dove per le piene dei rivi laterali vari tratti della carreggiata sono allagati.

Al km.15,5 della provinciale per migliorare la visibilità di una curva, riorganizzando anche i parcheggi e realizzando un percorso protetto per i pedoni. All'altezza del cantiere sarà in vigore un senso unico alternato dal 29 ottobre al 28 marzo prossimi. Genova, 28 - Interventi per aumentare la sicurezza della viabilità sulla provinciale 35 dei Giovi a Mignanego con semafori e senso unico alternato al km. 15,5 della strada dal 29 ottobre al 28 marzo prossimi.

Si lavora per riaprire nel primo pomeriggio la carreggiata della SP 226 a Ponte di Savignone, interventi in corso anche sulle provinciali 62 Franco Rolandi, 23 della Scoglina (con frana nella notte), sulla 333 di Uscio. Dopo gli allagamenti di nuovo percorribile la 30 di Camogli. Genova, 11 - Un'alluvione che sembra non avere fine.

La gara organizzata dall'associazione sportiva Lanternarally e autorizzata dalla Provincia per il percorso, si svolgerà tra i Comuni di Mele, Masone e Genova con due prove speciali ripetute tre volte. Partenza e arrivo sul lungomare di Pegli.

Di nuovo transitabile il primo chilometro della provinciale 30, chiusa intorno alle 14.30 sotto i nubifragi. Per la piena del torrente Lavagna la Provincia ha deciso per motivi di sicurezza la chiusura del ponte di Comorga sulla provinciale 225. Genova, 9 - Il maltempo continua a imperversare, soprattutto in queste ore nel levante, dove la Provincia di Genova, per la piena del torrente Lavagna, ha deciso di chiudere al transito sino alla fine dell'emergenza il ponte di Comorga sulla provinciale 225 a Carasco.

L'intervento all'altezza del km 4,550, per consentire l'esecuzione di lavori di posa in opera di una tubazione di scarico proveniente dal cantiere operativo Cravasco.Genova, 3 - Per consentire l'esecuzione di lavori di posa in opera di una tubazione di scarico proveniente dal cantiere operativo Cravasco del Terzo valico ferroviario, la Provincia di Genova istituisce lungo la strada provinciale n.

I tecnici della viabilità della Provincia di Genova che continuano a controllare la rete sul territorio consigliano molta attenzione e prudenza alla guida. Genova, 9 - Le strade provinciali sono al momento tutte transitabili, ma i tecnici della viabilità della Provincia di Genova, che continuano a controllare la rete sul territorio raccomandano di guidare con molta prudenza e attenzione per possibili tratti allagati e piccole frane e smottamenti da monte causati dai nubifragi in corso.

Dal 27 ottobre al 15 novembre prossimi fra i km. 13,200 e 13,250 della strada, a monte della frazione Statale del Comune di Ne. Genova, 24 - Cantiere sulla provinciale 26 della Val Graveglia da lunedì prossimo per ripristinare la carreggiata fra i km. 13,200 e 13,500 della strada, a monte della frazione Statale nel Comune di Ne.

Fino al 7 novembre prossimo con semafori al km. 14,316 nel Comune di Casella. Genova, 27 - Cantiere con semafori sino al 7 novembre prossimo sulla provinciale 226 della Valle Scrivia, al km. 14,316 nel Comune di Casella. Il provvedimento è stato richiesto alla Provincia di Genova dall'impresa 2i Rete Gas per lavori di allacciamento alla rete del gas. I semafori saranno sempre in funzione sino al 7 novembre.

Lo sta realizzando la Provincia di Genova a monte del tratto di variante demolita dalla furia dello Scrivia e "sarà pronto - dice il commissario Fossati - fra venerdì e sabato prossimo". Genova, 14 - Un tracciato provvisorio, lungo 150 metri, anche per i mezzi pesanti (che oltre le 7,5 tonnellate attualmente non possono attraversare la viabilità comunale, con due piccoli ponti, di Casella) come by-pass del tratto in variante alla provinciale 226 demolito dalla furia dello Scrivia nell'alluvione del 9 e 10 ottobre scorsi.

Riguardano, dal 6 al 17 ottobre, nel genovese le provinciali 456 del Turchino, 13 di Creto e 226 della Valle Scrivia e nel levante le provinciali 30 di Camogli e 523 di Centocroci per manutenzioni e integrazioni degli strumenti.

Al km. 0,700 la strada è chiusa dalle 6.45 di oggi perchè l'erosione del torrente sotto la carreggiata è peggiorata durante la notte, imponendo di anticipare i lavori di consolidamento e ripristino già previsti dalle 21 di questa sera alle 5 di domani. Genova, 18 - Lavori partiti in anticipo al km. 0,700 della provinciale 26 della Val Graveglia, chiusa da questa mattina alle 6.45 con riapertura prevista in serata.

Proseguono gli interventi degli uomini della Provincia, in azione dalla mezzanotte scorsa, che hanno riaperto molti tratti, a senso unico alternato, colpiti da frane e allagamenti. Genova, 11 - Un mare di fango e terra che sommerge la carreggiata in più tratti, trascinando a valle alberi e tronchi, sradicati dall'ennesima alluvione, di nuovo tragica e devastante anche per il Levante.

Per caduta di pietre e massi sulla carreggiata nella zona del valico. L'area è presidiata dalle squadre della viabilità provinciale e stanno arrivando sul posto i tecnici per valutare gli interventi necessari. Genova, 17 - Strada chiusa al valico della provinciale 23 della Scoglina che collega la Fontanabuona con la Val d'Aveto, per una frana di pietre e massi che si sono abbattute sulla carreggiata dal ripidissimo versante roccioso. L'area è presidiata dalle squadre della viabilità provinciale e sul posto stanno arrivando anche i tecnici per valutare gli interventi necessari.

dal 24 novembre al 12 dicembre prossimi frai km. 4,730 e 4,860 nella località San Saturnino.Genova, 20 - Senso unico alternato regolato da semafori dal 24 novembre al 12 dicembre prossimi sulla strada provinciale 55 di Moneglia per interventi di riparazione di una perdita d'acqua sulla carreggiata fra i km. 4,730 e 4,860 nella località San Saturnino. All'altezza dei lavori, eseguiti dalla Società dell'Acqua Potabile srl, i semafori saranno sempre in funzione sino al 12 dicembre.

L'intervento della Provincia di Genova comporterà un senso unico alternato dalle 7,45 alle 17.30 fra il km 4,2 e il km 4,3 della strada, in comune di Carasco (via Comorga - dosso di San Lazzaro).Genova, 7 - La Provincia di Genova, per eseguire lavori di taglio piante, istituisce nei giorni 8, 15 e 21 novembre, dalle 7,45 alle 17,30, un senso unico alternato regolato da semaforo mobile su un tratto di 100 metri della strada provinciale n. 225 della Val Fontanabuona, tra il km 4,2 e il km 4,3, in comune di Carasco (via Comorga - dosso di San Lazzaro).

Al km. 6,3 della strada, fra Carasco e San Colombano, dove una grossa frana da monte si è abbattuta sulla carreggiata. La Provincia ha fatto intervenire anche rocciatori specializzati per mettere in sicurezza il versante. Genova, 13 - E' chiuso da questa mattina un tratto della provinciale 225 della Fontanabuona, al km. 6,3 nella località Bavaggi fra Carasco e San Colombano Certenoli, per una grossa frana da monte, di un centinaio di metri cubi, che si è abbattuta sulla carreggiata.

Al km. 1,8 della strada dove si sono abbattuti sulla carreggiata, in due riprese, trecento metri cubi di terra, pietre e alberi dal versante. Sul posto i tecnici e squadre della viabilità con una ruspa e motoseghe per i tronchi. Genova, 17 - Seconda frana della giornata sulla provinciale 23 della Scoglina, già martoriata dall'alluvione anche lo scorso autunno. Dopo quella vicina al passo fra Fontanabuona e Val d'Aveto, con chiusura del transito al km.

Chiuse solo la n. 26 bis della Valmogliana, la 37 di Semovigo e la 'Franco Rolandi', dove però l'intervento della Provincia non è lontano dalla conclusione.Genova, 11 - Aggiornamento sulla situazione delle strade provinciali nel Levante genovese colpito da una forte ondata di maltempo: al momento le strade chiuse dalla Provincia restano solo tre, la n. 26 bis della Valmogliana, la 37 di Semovigo e la 'Franco Rolandi', dove però l'intervento della Provincia non è lontano dalla conclusione.

Sulla sp 35 si circola a Busalla e Ronco, ma è al momento chiusa a Mignanego per lavori a una perdita di gas. Chiuse per frane le provinciali di Isoverde, Livellato, Larvego e della Guardia . Riaperta la provinciale di Tiglieto. Sorvegliata una frana a Vobbia. Genova, 15 - Proseguono interventi e controlli degli uomini della Provincia di Genova sulle strade dell'ente colpite pesantemente, soprattutto nelle Valli Scrivia, Polcevera e Stura dalla devastante e drammatica alluvione che si è abbattuta oggi sul territorio ligure e genovese.

Sul tratto di strada dove ieri gli operai della Provincia avevano riparato lo 'sfornellamento' con un riempimento di pietre e ghiaia e poi gettate di calcestruzzo, domani fra le 9 e le 11 si completeranno i lavori di consolidamento del corpo stradale.Genova, 19 - Lavori di rifinitura, domani 20 novembre fra le 9 e le 11, nel tratto della strada provinciale n.

Soprattutto a Levante, ma anche in alta Val Polcevera, Valle Stura e Val Trebbia. I mezzi della Provincia sono rimasti in azione durante le notte per liberare e controllare le stradeGenova, 5 - Le violente bufere di vento e i forti temporali hanno impegnato per tutta la notte uomini e mezzi della Provincia di Genova in molti interventi per liberare le carreggiate da alberi, piante e rami spezzati dalle raffiche e frane cadute dai versanti.

Per il cedimento a valle della carreggiata al km. 5,8 nella località Maxena. Percorso alternativo sulla viabilità comunale. Genova, 12 - Un'altra frana provocata dal maltempo. E' quella sulla provinciale 82 di Sant'Alberto, al km. 5,8 nella località Maxena del Comune di Bargagli per un cedimento a valle della carreggiata. Sul posto sono intervenuti i tecnici della Provincia di Genova che hanno chiuso questo tratto sino al ripristino delle condizioni di transitabilità e sicurezza. Il percorso alternativo segue la viabilità comunale.

Sulla provinciale dei Giovi, per un cedimento del muro di sostegno a valle, al km. 20,8 è stato istituito un senso unico alternato con divieto di transito per i mezzi oltre le 14 tonnellate. Genova, 17 - Limiti di transito sulla provinciale 35 per il cedimento di un tratto di una trentina di metri del muro di sostegno a valle della carreggiata, quattrocento metri prima del valico dei Giovi, nel Comune di Mignanego. Sul posto, tenuto sotto controllo dagli uomini della Provincia, è vietato il transito ai mezzi oltre le 14 tonnellate, con un senso unico alternato per gli altri veicoli.

Chiusa in due tratti la provinciale 225 della Fontanabuona, la 32 di Leivi, la 42 di Romaggi, la 26 bis della Valmogliana, la 37 di Semovigo. Un cedimento sul lato mare anche sulla provinciale 227 di Portofino dove è in corso un sopralluogo dei tecnici.Genova, 11 - Un'altra alluvione, drammatica e devastante per il Tigullio e le sue vallate, che lascia anche ferite gravissime sul territorio e la sua rete di collegamenti stradali.

La 35 dei Giovi è bloccata a Busalla per l'esondazione del torrente Migliarese che ha sommerso la città, con allagamenti e smottamenti sulle provinciali del Turchino di Praglia, Tiglieto, Larvego, Montessoro e in altre zone. Genova, 15 - La nuova devastante e drammatica alluvione che si è abbattuta sul territorio ligure e genovese ha colpito pesantemente anche la viabilità provinciale di Genova, in particolare finora nelle Valli Scrivia, Polcevera e Stura.

Operai e tecnici della Provincia, con l'ausilio di rocciatori, hanno terminato i lavori di ripristino della parete, a 15 km da Monleone di Cicagna, da cui erano precipitati sulla strada massi e ramaglie. Ripulito il piano stradale e messi jersey in cemento a protezione del ciglio a valle.Genova, 18 - E' stata riaperta poco prima delle 17 la strada provinciale n.

Molto bassi i valori del monossido di carbonio, del biossido d'azoto, dell'ozono, del diossido di zolfo e delle polveri sottili dalle rilevazioni delle cabine della Provincia e le previsioni dell'Aeronautica Militare restano sfavorevoli al ristagno dello smog. Genova, 28 - E' positivo il responso delle centraline della Provincia sull'aria di Genova e del territorio con tutte le misurazioni sull'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili ampiamente nei limiti.

Al chilometro 4, dopo l'abitato di Gazzolo, dove la strada era stata chiusa questa mattina per una frana da monte sulla quale sono subito intervenuti mezzi meccanici e squadre della Provincia di Genova. Genova, 12 - Di nuovo percorribile, a senso unico alternato, la provinciale 4 dei Piani di Praglia che questa mattina era stata chiusa al chilometro 4 (settecento metri dopo l'abitato di Gazzolo) per una frana da monte.

Per sganciare dalla parete a picco massi, pietre e piante rimaste in bilico dopo la frana sulla strada, chiusa al km.15. I sopralluoghi hanno evidenziato la necessità di bonificare il versante e i rocciatori, se il tempo lo permetterà, inizieranno domani. Genova, 17 - Pietre, massi e piante sulla strada, ma anche in bilico sulla ripida e scoscesa parete che la delimita a monte.

La limitazione della circolazione sarà in vigore continuativamente, 24 ore su 24, da lunedì 10 a mercoledì 12 novembre, tra il km 10,8 e il km 12 della strada provinciale della Valle Scrivia.Genova, 7 - La Provincia di Genova, per permettere lavori di scavo per la posa di una tubazione di acquedotto, istituisce da lunedì 10 a mercoledì 12 novembre, continuativamente 24 ore su 24, un senso unico alternato a tratti saltuari, regolato da semaforo mobile, lungo la strada provinciale n. 226 della Valle Scrivia, tra il km 10,8 e il km 12, in Comune di Montoggio.

I rocciatori stanno liberando il versante da massi e piante pericolanti e i mezzi meccanici sono in azione per sgomberare la carreggiata dalla frana al km. 6,3 fra Carasco e San Colombano.Genova, 13 - Interventi a pieno ritmo su due fronti con l'obiettivo di riaprire il tratto in serata ("se non insorgeranno - dicono i tecnici - problemi o difficoltà improvvise ad ostacolare i lavori") sulla provinciale 225 della Fontanabuona, chiusa da questa mattina al km.

La Provincia ha terminato i lavori al km. 0,700 della strada, chiusa dalle 6.45 di oggi per l'erosione del torrente sotto la carreggiata.Genova, 18 - La Provincia ha riaperto al traffico intorno alle 14.30 la strada provinciale n. 26 della Val Graveglia, chiusa questa mattina alle 6.45 per lavori al km.

Dopo oltre trentasei ore di lavoro dei mezzi meccanici e degli uomini della Provincia per rimuovere le masse di fango e gli alberi che l'alluvione ha abbattuto sulla carreggiata. Genova, 12 - Era stata sommersa da un impressionante mare di fango, con alberi e tronchi sradicati dall'ultima drammatica alluvione nel levante, la carreggiata della provinciale 37 di Semovigo, collegamento montano fra Mezzanego e alcune frazioni che poi si innesta sulla provinciale del Passo del Bocco.

Al km. 0,700 della provinciale 26 dalle 21 di martedì 18 alle 5 di mercoledì 19 per consolidare e mettere in sicurezza la strada dopo l'erosione sotto la carreggiata provocata dalla piena del torrente Graveglia. Genova, 17 - Otto ore di chiusura notturna sulla provinciale 26 della Val Graveglia da domani sera alle 21 alle 5 di mercoledì all'altezza del km. 0,700 per lavori urgenti di ripristino della strada in un tratto dove la violenza del torrente in piena aveva "sfornellato", ossia scavato aprendosi una breccia sotto la carreggiata.

In due fasi: da lunedì a venerdì prossimi chiuso lo svincolo verso Casella di chi proviene da Laccio, da martedì 9 a giovedì 11 chiuso un tratto della carreggiata centrale della strada, con by pass per tutte le direzioni sugli svincoli laterali. Genova, 28 - Per lavori di manutenzione straordinaria e rinnovo dei binari della ferrovia Genova-Casella nelle prossime due settimane ci saranno limitazioni e variazioni di transito sulla provinciale 226 della Valle Scrivia, all'altezza dello snodo con la provinciale 3 di Crocetta d'Orero e con la strada comunale per il centro di Casella.

Riguardano la provinciale 3 di Crocetta d'Orero a Serra Riccò e la 586 della Val d'Aveto nella località Squazza (fra Borzonasca e Mezzanego) per ricostruire i tratti delle carreggiate demoliti dall'alluvione. Genova, 7 - Pronti a partire, anche se la parola definitiva spetterà al meteo che prevede nuove piogge dalla serata di domenica e nei giorni successivi, i cantieri per riaprire due fra le strade provinciali colpite dai danni più pesanti nella drammatica e devastante alluvione del 9 e 10 ottobre scorsi.

Sulla sponda sinistra, dove durante l'alluvione la furia del torrente ha demolito cento metri d'argine in scogliera prima del nuovo ponte, saranno sistemati, in previsione di nuove forti perturbazioni blocchi di calcestruzzo a difesa della spalla. Genova, 13 - Grossi blocchi di calcestruzzo alla base della spalla del nuovo ponte di Carasco sulla provinciale 225 per proteggere la struttura dalla furia dello Sturla che nell'alluvione dei giorni scorsi ha demolito oltre cento metri d'argine in scogliera prima del ponte.

Dalle 18 di oggi si può transitare, a senso unico alternato, fino alle 8 di martedì prossimo quando il tratto verrà nuovamente chiuso per le ultime fasi dei lavori di ripristino con riapertura il sabato successivo, a senso unico alternato. Genova, 5 - Da questa sera e per i prossimi tre giorni si ritorna a circolare, a senso unico con semafori, alla Squazza sulla provinciale 586 della Val d'Aveto dove la devastante alluvione di ottobre aveva demolito un tratto della carreggiata.

A senso unico alternato con divieto di transito per i mezzi oltre le 7,5 tonnellate perchè i lavori di ripristino sono ancora in corso con tre cantieri. Sulla provinciale di Livellato l'obiettivo è una prima riapertura prima di Natale. Genova, 18 - Di nuovo transitabile da sabato 20 dicembre la strada provinciale 52 della Madonna della Guardia, fra le più colpite dalle alluvioni che hanno demolito in tre punti la carreggiata che porta al santuario del Monte Figogna.

Da domani fra i km. 0,350 e 21,500 della strada per le condizioni di dissesto provocate dalle alluvioni. Esclusi dal divieto i mezzi di soccorso ed emergenza, smaltimento rifiuti, trasporto pubblico e quelli per gli interventi di ripristino. Genova, 10 - Circolazione vietata da domani, 11 dicembre, per i mezzi oltre le 14 tonnellate su quasi tutta la provinciale 42 di Romaggi (dal km. 0,350 al km. 21,500) nei Comuni di San Colombano Certenoli, Mezzanego e Carasco.

Per eseguire lavori di ripristino del ciglio stradale franato potranno essere eventualmente disposte anche brevi sospensioni della circolazione stradale.Genova, 24 - Da lunedì 29 dicembre all'8 febbraio la Provincia di Genova istituisce, continuativamente, un senso unico alternato regolato da semafori, con eventuali sospensioni della circolazione di 20 minuti al massimo, su un tratto di circa 100 metri della strada provinciale n. 32 del Bocco di Leivi, fra il km 4,9 e il km 5, in comune di Leivi, per eseguire lavori di ripristino del ciglio stradale franato.

Dal 9 al 23 dicembre prossimi sui primi 200 metri della strada, nel Comune di Campomorone, per interventi di adeguamento eseguiti dal Cociv. Genova, 4 - Due settimane di semafori, dal 9 al 23 dicembre prossimi, sui primi duecento metri della provinciale 50 di Santo Stefano di Larvego, nel Comune di Campomorone, per lavori di adeguamento della strada eseguiti dall'impresa Polistrade Costruzioni Generali per conto del Cociv, il consorzio incaricato della costruzione del Terzo valico ferroviario.

La limitazione della circolazione è in vigore continuativamente da oggi per eseguire lavori di allacciamento gas.Genova, 18 - Resterà in vigore fino alle 12 del 24 dicembre il senso unico alternato regolato da semafori istituito dalla Provincia di Genova, continuativamente da oggi, al km 14,3 della strada provinciale n. 226 della Vallescrivia, in comune di Casella, per eseguire lavori di allacciamento gas.

Dal 12 al 23 dicembre, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 17, è in vigore una limitazione della circolazione dall'inizio al km 2 della strada che collega Recco con Uscio, per lavori di ripristino della pavimentazione. Nella giornata di venerdì 12 chiusi i primi 200 metri, ma senza disagi.Genova, 10 - Lavori della Provincia lungo la strada provinciale n.

Fino al 31 marzo prossimo fra i km. 2,500 e 4,150 per interventi di messa in sicurezza dei cigli stradali. Genova, 23 - Cantieri e senso unico alternato con semafori sulla provinciale 14 di Davagna per la messa in sicurezza dei cigli stradali, fra i km. 2,500 e 4,150. Gli interventi e il senso unico alternato proseguiranno fino al 31 marzo prossimo. I semafori all'altezza dei lavori saranno sempre in funzione per tutto il periodo indicato.

Al km 5 della strada la sede stradale minacciava di cedere, causando l'isolamento dell'abitato di Cravasco, che si trova a monte e oltre il quale la strada è già interrotta per una frana. I lavori sono a carico di Cociv, il consorzio di imprese che sta realizzando il terzo valico ferroviario.Genova, 2 - La strada provinciale n. 6 di Isoverde chiuderà per due notti consecutive (questa notte e la prossima, dalle 19 alle 7) all'altezza del km 5, in comune di Campomorone, per lavori di consolidamento della carreggiata.

La limitazione della circolazione è in vigore da domani senza limiti di orario (ma con pausa dal 24 dicembre al 6 gennaio) fra il km 10,8 e il km 12 della strada provinciale della Vallescrivia, per eseguire scavi di posa di una tubazione di acquedotto.Genova, 12 - La Provincia di Genova istituisce da domani, sabato 13 dicembre, a venerdì 30 gennaio, senza limiti di orario, ma con sospensione da mercoledì 24 a martedì 6 gennaio, un senso unico alternato regolato da semafori lungo la strada provinciale n.

Fra i km. 4,300 e 8,060 nei Comuni di Leivi e San Colombano per i cedimenti provocati dalle alluvioni. Esclusi dal divieto mezzi di soccorso ed emergenza, smaltimento rifiuti, trasporto pubblico, mezzi impegnati negli interventi di ripristino. Genova, 9 - Divieto di transito dalle 18 di oggi per i mezzi oltre le 14 tonnellate su quasi quattro chilometri della provinciale 32 del Bocco di Leivi (fra il km. 4,300 al Bocco e il km. 8,060 a Pian dei Cunei) nei Comuni di Leivi e San Colombano Certenoli per i cedimenti provocati sulla carreggiata dalle ultime alluvioni.

Al km. 5,8 nel Comune di Bargagli dove il 12 novembre scorso la strada era stata chiusa per il cedimento a valle della carreggiata e una frana dal versante. Genova, 23 - Fine dei cantieri e dell'interruzione del transito al km. 5,8 della provinciale 82 di Sant'Alberto nella località Maxena del Comune di Bargagli. In questo tratto la strada era stata chiusa il 12 novembre scorso per il cedimento a valle della carreggiata e una frana dal versante.

Senso unico alternato regolato da semafori per ripristinare la carreggiata, che questa mattina alle 7, a causa di una frana, ha ceduto per un tratto di una decina di metri.Genova, 1 - Tecnici e operai della Provincia di Genova sono intervenuti questa mattina al km 13,5 della strada provinciale n. 41 di Tiglieto, in comune di Tiglieto, dove una frana verificatasi intorno alle 7 ha fatto cedere una decina di metri della carreggiata: sono in corso i lavori di ripristino ed è stato istituito un senso unico alternato regolato da semafori.

Dopo la prima riapertura nello scorso weekend, riapre stabilmente, seppur con una limitazione alla viabilità, la strada provinciale della Val d'Aveto, che era stata chiusa in seguito a una frana verificatasi al km 49,2 durante l'alluvione del 9-10 ottobre.Genova, 12 - Riapre stabilmente oggi alle 17, seppur ancora a senso unico alternato regolato da semafori, la strada provinciale n.

Con interventi di sgombero dal passo del Faiallo alla Val Trebbia e alla Val d'Aveto. Genova, 9 - Dopo una drammatica stagione di piogge e alluvioni è arrivata anche la neve nelle zone più alte dell'entroterra genovese e del levante, dove sono entrati in azione gli spazzaneve della Provincia di Genova, dal Faiallo alla Val d'Aveto.

La limitazione della circolazione sarà in vigore dal 12 al 21 gennaio 2015, continuativamente dal lunedì al venerdì, per eseguire indagini geognostiche.Genova, 19 - Dieci giorni di lavori, dopo le festività natalizie, al km 4,6 della strada provinciale n. 225 di Valfontanabuona, in Comune di Carasco, per eseguire indagini geognostiche. Su quel tratto di strada, dal 12 al 21 gennaio 2015, la Città metropolitana di Genova istituirà un senso unico alternato regolato da semafori, continuativamente dal lunedì al venerdì.

Quasi completati i lavori della Provincia per la ricostruzione del tratto demolito dalla furia del torrente in piena nell'alluvione del 9-10 ottobre e la strada tornerà transitabile dal prossimo fine settimana. Genova, 11 - Conto alla rovescia per riaprire la provinciale 3 di Crocetta d'Orero, una delle strade colpite più pesantemente dalla drammatica e devastante alluvione del 9-10 ottobre scorsi (e poi anche da quella del 15 e 16 novembre).

La limitazione del traffico, in vigore continuativamente da domani 24 gennaio al 31 marzo fra il km 4,400 e il km 5,050, a tratti saltuari, motivata dai lavori di adeguamento della sede stradale per il consorzio Cociv, che transita sulla strada con i suoi mezzi pesanti per i lavori del Terzo valico.Genova, 23 - La Città metropolitana di Genova istituisce da domani 24 gennaio al 31 marzo, continuativamente, un senso unico alternato regolato da semaforo lungo la strada provinciale n.

Nella notte anche interventi degli spazzaneve in alta Val Trebbia e alta Val d'Aveto per sgombrare le carreggiate dai cumuli di neve formati dalle forti raffiche di vento. Centro operativo aperto per tutto l'allerta meteo 1 neve.Genova, 4 - Nevischio diffuso nelle primissime ore del mattino nelle vallate, con strade provinciali tutte percorribili e battute dalla notte dagli spargisale della Città Metropolitana di Genova per contrastare i pericoli del ghiaccio sulle carreggiate.

Circa 12 centimetri sulle sp. n. 456 del Turchino, n. 73 del Faiallo e n. 41 di Tiglieto. Sul resto del territorio solo una lieve imbiancata, con spargimento di sale in alcune zone come l'alta Valle Scrivia. Le squadre della Città metropolitana pronte per le abbondanti nevicate previste in serata.Genova, 21 - E' iniziata a cadere la neve, circa 10-12 cm, sulle strade dell'alta Valle Stura gestite dalla Città metropolitana di Genova, in particolare su quelle del Turchino (sp n. 456), del Faiallo (n. 73) e di Tiglieto (n.

Per consentire lo svolgimento delle due gare podistiche, la Città metropolitana di Genova chiuderà la strada fra Santa Margherita e Portofino sabato 31 gennaio dalle 14.30 alle 16.15 e domenica 1 febbraio dalle 8.30 alle 11.45.Genova, 29 - Sabato 31 gennaio, lungo l'inimitabile percorso della strada provinciale n.

Massi e pietre sono caduti al km. 2,8 della SP 23 dal ripido versante dove resta in bilico anche un macigno da 80 quintali. Dalle 17 si transita di nuovo sulla SP 85 di Verzi dove è stato ricostruito il tratto crollato nelle alluvioni. Genova, 22 - Per una frana di massi e pezzi di roccia precipitati sulla carreggiata dal ripido versante, alto più di trenta metri e dove resta in bilico anche un macigno da ottanta quintali, la provinciale 23 della Scoglina è stata appena chiusa al km. 2,8 nel Comune di Lorsica.

Dopo la caduta dal versante a Santa Maria di Sturla di un grosso masso che ha colpito a una gamba una donna in bicicletta. Fra qualche minuto sarà fatta defluire la lunga coda formatasi in direzione monte, poi verso le 21.30 la riapertura a senso unico alternato della strada. Genova, 3 - Il maltempo oltre alla neve, porta anche nuove frane su un territorio già martoriato e fragile come l'entroterra e le vallate.

Sui primi duecento metri della strada, dal 16 gennaio al 13 marzo prossimi, per lavori di adeguamento della carreggiata. Genova, 15 - Transito a senso unico con semafori da domani, 16 gennaio, al 13 marzo prossimo sui primi duecento metri della strada provinciale 50 di Santo Stefano di Larvego, nella località Maglietto del Comune di Campomorone. Il provvedimento è stato adottato dalla direzione lavori pubblici della Città Metropolitana di Genova per realizzare lavori di adeguamento della carreggiata.

La chiusura è disposta dalla Città metropolitana per eseguire lavori di sistemazione e consolidamento del piano stradale, in località Cogozzo.Genova, 29 - La strada n. 37 di Semovigo chiuderà dal 2 al 10 febbraio, fra il km 3 e il km 4, in comune di Mezzanego, per consentire alla Città metropolitana di eseguire lavori di sistemazione e consolidamento del piano stradale, in località Cogozzo.

Alle 5 di questa mattina ha smesso di nevicare su tutto il territorio della Città metropolitana, e tutte le strade sotto la giurisdizione del nuovo ente sono transitabili grazie agli sgomberi effettuati ieri.Genova, 22 - Nevicata finita: alle 5 di questa mattina ha smesso di nevicare su tutto il territorio della Città metropolitana e tutte le strade sotto la giurisdizione del nuovo ente sono transitabili grazie agli sgomberi effettuati ieri. Ecco la situazione alle 8 di stamane, rilevata dalle squadre della Città metropolitana che operano nei diversi settori del territorio.

Il bollettino delle 18 del centro operativo dell'ente non segnala peggioramenti della viabilità sulle strade ex provinciali.

Via le limitazioni alla viabilità che erano in vigore dallo scorso 18 dicembre al km 3,4 e al km 5,650 della strada provinciale; resta in vigore il terzo senso unico alternato, al km 6,4, con contestuale divieto di transito per i veicoli con massa a pieno carico superiore a 7,5 tonnellate.Genova, 9 - Revoca, a partire dalle 8 di domani sabato 10 gennaio, per due dei tre sensi unici alternati regolati da semaforo mobile che erano stati istituiti dalla Provincia di Genova lo scorso 18 dicembre lungo la strada provinciale n. 52 del Santuario di N. S.

Terminato l'intervento degli uomini della Città metropolitana di Genova al km 2,8, in comune di Lorsica, per mettere in sicurezza la parete rocciosa, di proprietà di un privato, da cui giovedì pomeriggio erano franati sulla carreggiata massi e pezzi di roccia.Genova, 27 - E' stata riaperta oggi alle 12 la strada provinciale n. 23 della Scoglina, che era stata chiusa all'altezza del km 2,8, in comune di Lorsica, giovedì 22 nel pomeriggio, a causa di una frana di massi e pezzi di roccia precipitati sulla carreggiata dalla sovrastante parete rocciosa.

Nevica ancora in Val d’Aveto, dal passo della Forcella a Santo Stefano, mentre la neve in questo momento si è fermata nelle altre zone, ma sono in azione gli spargisale e le squadre della Città metropolitana pattugliano il territorio.Genova, 5 - Sono proseguiti per tutta la mattinata gli interventi degli spazzaneve della Città Metropolitana di Genova nelle vallate del territorio per mantenere percorribili le strade dell’ente.

Sgomberi in corso dalla Valle Stura alla Val d'Aveto, dalla Val Polcevera alle Valli Scrivia e Trebbia e ovunque sia necessario. Nella zona dei Giovi anche grandinate e contro il rischio del ghiaccio sono in azione anche i mezzi spargisale. Genova, 21 - Intense nevicate nel pomeriggio (e nella zona dei Giovi anche grandinate) nelle vallate genovesi e del levante dove proseguono gli interventi degli spazzaneve della Città Metropolitana di Genova (il nuovo ente subentrato alla Provincia) sulle carreggiate delle strade provinciali.

Le nevicate cessate intorno alle 11 sono riprese soprattutto nelle Valli Stura, Orba e Trebbia. Dopo gli sgomberi di questa mattina gli spazzaneve sono pronti a tornare in azione. Centro operativo aperto per tutto l'allerta 1 neve, chiuse le provinciali del Faiallo e di Alpepiana.

La modifica della viabilità fra il km 0,400 e il km 2,240, per eseguire lavori di scavo per la posa della tubazione di un acquedotto.Genova, 7 - Un senso unico alternato regolato da semaforo mobile è istituito continuativamente da oggi al 27 febbraio lungo la strada provinciale n. 7 della Castagnola, a tratti saltuari tra il km 0,400 e il km 2,240, in Comune di Ronco Scrivia, per eseguire lavori di scavo per la posa della tubazione di un acquedotto.

Un'impresa locale si è messa a disposizione, tramite il Comune di Lorsica, per intervenire gratuitamente sulla parete rocciosa che appartiene a un terreno privato, con il supporto tecnico della Città Metropolitana nelle operazioni. Genova, 23 - Sarà riaperta entro i primi giorni della prossima settimana la provinciale 23 della Scoglina, chiusa da ieri pomeriggio al km. 2,8 per una frana di massi e pezzi di roccia precipitati sulla carreggiata dal versante.

Dalla valle Stura alla Val Trebbia all'alta Fontanabuona, dall'Aveto (dove ci sono già 35 centimetri ad Amborzasco) alle valli Sturla e Graveglia. Qualche difficoltà di transito per l'intenso traffico sulle provinciali da Moneglia al Bracco. Genova, 5 - Neve dall'alba, dopo una notte invece tranquilla e senza precipitazioni, in tutte le vallate del Genovesato e del Levante dove sono in azione i mezzi spazzaneve della Città Metropolitana di Genova.

Interventi in corso in Valle Stura, alta Valle Scrivia e alta Val Polcevera, le nevicate da un'ora si sono intensificate anche in alta Val Trebbia e nelle vallate montane del Levante dove stanno iniziando altri sgomberi. Pioggia finora sulla costa, in Val Bisagno e Fontanabuona. Genova, 21 - Era prevista ed è arrivata. La prima neve del 2015 sta cadendo nelle vallate dell'entroterra genovese e del levante dove sono in azione i mezzi spazzaneve della Città Metropolitana di Genova (il nuovo ente subentrato alla Provincia).

In anticipo sul previsto allerta 1 meteo la neve è già arrivata in diverse zone in quota dell'entroterra, dalla Valle Stura all'alta Val Trebbia alle Valli Aveto, Sturla e Graveglia. Genova, 3 - Prevista dall'allerta meteo 1 e arrivata in anticipo. La neve sta già cadendo abbondante in diverse zone dell'entroterra genovese e del levante, dalla Valle Stura alla Val Trebbia alle valli Aveto Sturla e Graveglia dove sono già entrati in azione gli spazzaneve della Città Metropolitana di Genova.

Con l'intervento di ricostruzione di uno dei tratti di carreggiata demoliti dall'alluvione di novembre finisce l'isolamento della frazione rimasta fra due frane. La strada per ora è aperta a senso unico alternato per i soli mezzi leggeri. Genova, 2 - Dopo quella della Guardia anche un'altra strada provinciale dell'alta Valpolcevera, la SP 51 di Livellato nel Comune di Ceranesi, fra le più colpite dalle devastanti e drammatiche alluvioni dello scorso autunno, ritorna transitabile.

Al km 6,4 resta però in vigore il senso unico alternato regolato da semaforo mobile.Genova, 17 - La città metropolitana di Genova revoca da domani, mercoledì 18 febbraio, il divieto di transito ai veicoli aventi massa a pieno carico superiore a 7,5 tonnellate che era in vigore dallo scorso 9 gennaio lungo la strada provinciale n. 52 di N.S. della Guardia, al km 6,4 circa in Comune di Ceranesi: resterà tuttavia in vigore nello stesso punto, fino al completo ripristino delle condizioni di transitabilità, il senso unico alternato regolato da semaforo mobile.

Il provvedimento è stato adottato dalla direzione lavori pubblici della Città metropolitana per evitare l’aggravamento di due cedimenti della carreggiata. Esclusi dal divieto solo i mezzi di emergenza, soccorso e pubblica utilità. Chiusa ai mezzi più pesanti per evitare che, in attesa degli interventi di consolidamento, il loro passaggio sulla carreggiata aggravi la situazione di due cedimenti provocati dalle alluvioni d’autunno.

E’ la Marietta spa di Balangero (TO). L’assegnazione definitiva al completamento delle verifiche amministrative. “Una tappa chiave per il completo ripristino della strada alle Ferriere” dice Giovanni Vassallo. Genova, 4 - Assegnati i lavori per il ripristino definitivo della provinciale 225 alle Ferriere, dove una frana impressionante alla fine del 2013 aveva aperto un’autentica voragine nella strada, portandosi via la metà a valle della carreggiata per un tratto di oltre cinquanta metri.

Il tratto è stato chiuso e sono al lavoro squadre della Città metropolitana e dei Vigili del Fuoco per le operazioni di sgombero. I tecnici della viabilità stanno verificando la situazione e gli interventi necessari sul versante, quasi tutto in terreni privati.Genova, 25 - Vento e maltempo hanno provocato l’ennesima frana nell’entroterra di levante, sulla provinciale 586 a Carasco, dove prima delle sette di questa mattina dal versante si è abbattuto sulla carreggiata anche un macigno di sei tonnellate, insieme a molti altri massi, pezzi di roccia e alberi.

Al km 20,850 resta però in vigore il senso unico alternato a vista.Genova, 13 - La città metropolitana di Genova ha revocato a partire da oggi, essendo stati ultimati i lavori di messa in sicurezza del corpo stradale, il divieto di transito ai veicoli aventi massa a pieno carico superiore a 14 tonnellate che era in vigore dallo scorso 19 novembre lungo la strada provinciale n. 35 dei Giovi, al km 20,850 circa in Comune di Mignanego: resterà tuttavia in vigore nello stesso punto, fino al completo ripristino delle condizioni di transitabilità, il senso unico alternato a vista.

Traguardo in vista e collaudi in corso per la variante di Settembrin che entro il mese di luglio libererà l’imbocco della Val Graveglia da un chilometro di curve tortuose e strettissime fra il torrente, le case e il monte.Sulla nuova opera è iniziata la prima fase delle prove di carico per i collaudi statici.

Con semafori, dopo le operazioni proseguite per tutta la giornata di eliminazione di rocce in bilico sul versante e taglio degli alberi pericolanti.Genova, 25 - Collegamento riaperto dalle 20, a senso unico alternato con semafori, sulla provinciale 586 a Carasco, chiusa dalle prime ore di questa mattina per una grossa frana di massi, pezzi di roccia e molte piante dal versante a monte della strada.

Al km 20,2 resta in vigore oltre al senso unico alternato a vista anche il divieto di transito ai veicoli di larghezza superiore a 2,20 metri.La Città metropolitana di Genova riapre a senso unico alternato, con divieto di transito ai veicoli di larghezza superiore a 2,20 metri, la strada provinciale n. 15 del Brugneto, che era stata chiusa dalla Provincia di Genova il 10 ottobre 2014, per i danni conseguenti all’alluvione, al km 20,2, in località Conio Avena in comune di Rondanina.

Vento forte, nevischio in Val d’Aveto, nebbia in Val d’Orba, deboli piogge nelle zone più basse della Valle Scrivia.

Per eseguire lavori di posa di una condotta del gas, la Città metropolitana di Genova istituisce da lunedì 23 marzo a venerdì 26 giugno, continuativamente, un senso unico alternato regolato da semaforo mobile fra il km 83,6 e il km 84,450 della strada provinciale n. 456 della del Turchino, nei comuni di Rossiglione e Campo Ligure.

Sul cantiere per la ricostruzione della carreggiata demolita dall’alluvione del novembre scorso ha fatto un sopralluogo con i tecnici anche il consigliere delegato ai lavori pubblici e viabilità Giovanni Vassallo.Genova, 24 - Sono partiti i lavori anche sull’ultima devastante frana provocata dalle alluvioni sulle strade dell’alta Valpolcevera, quella della provinciale di Livellato dove la furia dell’acqua aveva demolito decine di metri di carreggiata.

Il provvedimento preso a causa di un avallamento creatosi sulla carreggiata in prossimità del muro di sostegno, all’altezza della frazione di Capreno. La Città metropolitana di Genova istituisce lungo la strada provinciale n. 71 del Monte Cornua, fra il km 1,6 e la fine della strada, in comune di Sori, il divieto di transito per i veicoli con massa a pieno carico superiore a 14 tonnellate. Il provvedimento si è reso necessario a causa di un avallamento creatosi sulla carreggiata in prossimità del muro di sostegno, all’altezza della frazione di Capreno. 

In azione gli spazzaneve e gli spargisale della Città Metropolitana, attenzione al vento forte e agli alberi piegati sulle carreggiate dal peso della neve.Genova, 6 - Altra neve nelle vallate dove sono in azione i mezzi spazzaneve della Città metropolitana di Genova. Questa la situazione vallata per vallata alle 8 segnalata del centro operativo che coordina gli interventi dell’ente con i tecnici della viabilità:Valli Stura e Orba, nevicate con sgomberi in corso.

Resterà in vigore sino al 1^ novembre – nelle ore diurne – per regolare la circolazione verso i parcheggi di Portofino e di Paraggi. Nelle ore serali e notturne il filtro si sposterà nel centro abitato di Portofino.Genova, 19 - Dall’ultimo week-end di marzo (che precede la settimana di Pasqua) ai Santi. Tornerà in vigore – da venerdì 27 marzo a domenica 1^ novembre - sulla provinciale 227 il “filtro” del traffico alla Cervara, per regolare nei periodi di maggior afflusso turistico la circolazione dei veicoli diretti ai parcheggi di Portofino e Paraggi.

La limitazione al traffico, regolata da semaforo mobile, è istituita per eseguire lavori di ripristino della funzionalità di un tombino.Genova, 18 - Per eseguire lavori di ripristino della funzionalità di un tombino, la Città metropolitana di Genova istituisce dal 19 febbraio a venerdì 27 febbraio un senso unico alternato regolato da semaforo mobile al km 7,8 della strada provinciale n. 333 di Uscio, in comune di Avegno.

Fra i km 65 e 66 con semafori dal 30 marzo al 3 aprile prossimi per interventi di sistemazione di un’area in dissesto a lato della strada. Transito a senso unico alternato e semafori dal 30 marzo al 3 aprile prossimi fra i km. 65 e 66 (nel Comune di Carasco) della provinciale 586 della Val d’Aveto.

Ancora neve nel pomeriggio, con molti sgomberi degli spazzaneve della Città Metropolitana e nuovi passaggi degli spargisale.Genova, 5 - Dopo la pausa di metà giornata la neve ha ripreso a cadere in tutto l’entroterra e nelle vallate sono tornati in azione i mezzi spazzaneve e spargisale della Città metropolitana di Genova. Questa la situazione alle 18 segnalata vallata per vallata del centro operativo che coordina gli interventi dell’ente con i tecnici della viabilità:Valli Stura e Orba, nevicate con sgomberi in corso e un manto fra i 30 centimetri di Tiglieto e i 10 di Rossiglione.

L’ultimo dei furti, tutti denunciati agli organi di Polizia, la notte scorsa sulla provinciale di Crocefieschi dove sono stati rubati 64 segnali di delimitazione delle curve. “Atti gravissimi che compromettono la sicurezza” dice Gianni Vassallo.Genova, 6 - Transenne sui cantieri delle emergenze, segnali di delimitazione delle curve e guard-rail di protezione sono diventati il bersaglio dei ladri sulle strade provinciali dove i furti a ripetizione di segnaletica e dispositivi di sicurezza preoccupano e allarmano tecnici e vertici istituzionali della Città metropolitana.

Il provvedimento viabilistico, al km 15,5 della strada, resterà in vigore fino al termine dei lavori di messa in sicurezza.La Città metropolitana di Genova proroga fino al termine dei lavori di messa in sicurezza della viabilità il senso unico alternato regolato da semaforo mobile in vigore dallo scorso ottobre lungo la Sp 35 dei Giovi, al km 15,5, in comune di Mignanego.

Il provvedimento in vigore da oggi dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18 fra il km 23,7 e il km 30, nel territorio dei comuni di Moconesi, Tribogna, Neirone e Lumarzo, per eseguire lavori di ripristino della pavimentazione stradale. La Città metropolitana di Genova istituisce un senso unico alternato, regolato da semaforo mobile, dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 18, da oggi 21 aprile al 30 aprile, tra il km 23,7 e il km 30 della SP n.

Fra i km. 4,400 e 5,050 della strada, nel Comune di Campomorone, per l'adeguamento della carreggiata che sarà realizzato dall'impresa Castaldo per conto del consorzio Cociv. Transito a senso unico alternato con semafori sulla provinciale 6 di Isoverde fino 31 luglio prossimo - su tratti compresi fra i km. 4,400 e 5,050 della strada (nel Comune di Campomorone) per interventi di adeguamento della carreggiata, realizzati dall'impresa Castaldo per conto del Consorzio Cociv. I semafori all’altezza dei cantieri saranno sempre in funzione sino al 31 luglio.  

Con semafori fino al 15 maggio prossimo per interventi di ripristino e consolidamento della carreggiata fra i km. 11,800 e 11,850.Lavori in corso con semafori e senso unico alternato sino al 15 maggio prossimo sulla provinciale 26 bis della Valmogliana, (nell'entroterra del Levante) fra i km. 11,800 e 11,850 della strada nel Comune di Borzonasca, per ripristinare e consolidare la carreggiata in un tratto a rischio di cedimenti. I semafori saranno sempre in funzione per tutto il periodo indicato. 

Il provvedimento viabilistico istituito fra il km 4 e il km 4,5 per eseguire lavori di asfaltatura.  La Città metropolitana di Genova istituisce un senso unico alternato regolato da semaforo mobile dal 15 al 22 aprile, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18, lungo la Sp 225 della Val Fontanabuona, fra il km 4 e il km 4,5, in comune di Carasco, per eseguire lavori di asfaltatura. 

Le limitazioni al traffico erano state istituite a novembre del ‘14 all’altezza del km 4,9, in seguito ad un cedimento della sede stradale causato eventi alluvionali. La Città metropolitana di Genova revoca, a partire da oggi, il provvedimento viabilistico emanato il 17 novembre 2014 all’altezza del km 4,9 della SP n.

Il 76^ appuntamento con la superclassica prenderà il via alle 11.15 dal viale dei Campionissimi della città dell’alessandrino e taglierà il traguardo in via Semini a Pontedecimo intorno alle 16. Una scalata sulla Bocchetta, due sulla Castagnola e tre sui Giovi con 191,7 chilometri di percorso totale fra il territorio metropolitano di Genova e quello provinciale alessandrino.

Consegnati ieri i lavori per il completamento della variante alla provinciale di Sant’Olcese che libererà dal traffico il centro abitato.

Il provvedimento era stato istituito all’altezza del km 20,850.  La Città metropolitana di Genova revoca il senso unico alternato a vista in vigore dal 19 novembre 2014 lungo la SP n. 35 dei Giovi, all’altezza del km 20,850, in comune di Mignanego: i lavori in corso in quel punto sono terminati e la strada torna transitabile in condizioni di normalità, dopo che lo scorso 13 febbraio era già stato revocato il divieto di transito ai veicoli aventi massa a pieno carico superiore a 14 tonnellate.  

E’ transitabile da ieri sera la strada che sale al santuario della Guardia, che era interrotta al km 2,5 per i danni dell’alluvione dell’autunno 2014. Ricostruiti 25 metri di muro di contenimento, nelle prossime settimane verrà posato l’asfalto. E’ riaperta da ieri pomeriggio la SP n. 51 di Livellato, in comune di Ceranesi sulle pendici del Monte Figogna (Madonna della Guardia), che era chiusa dallo scorso autunno al km 2,5 per i gravi danni subiti nell’alluvione.

 Il provvedimento era stato istituito all’altezza del km 4,5 per eseguire lavori di ripristino della sede viabile.   La Città metropolitana di Genova revoca il senso unico alternato, regolato da semaforo mobile, istituito il 12 dicembre 2014 lungo la SP n. 3 di Crocetta d’Orero, all’altezza del km 4,5, in comune di Serra Riccò, per eseguire lavori di ripristino della sede viabile: i lavori sono terminati e possono essere ripristinate le normali condizioni di transitabilità.     

Il Sindaco metropolitano ha compiuto nel pomeriggio una serie di sopralluoghi con i sindaci di Sant’Olcese, Campomorone, Ceranesi, Mignanego e Serra Riccò.Sant’Olcese, Campomorone, Ceranesi, Mignenego e Serra Riccò: il Sindaco metropolitano Marco Doria ha visitato questo pomeriggio i cinque comuni dell’alta Val Polcevera, facendo numerosi sopralluoghi insieme a sindaci e amministratori: in luoghi dove la Città metropolitana ha realizzato importanti e attese opere pubbliche (il ponte di Menesseno); in punti dove esistono situazioni critiche, in particolare per i danni delle recenti alluvioni

Le immagini degli interventi realizzati e completati dalla Città metropolitana per due provinciali devastate dalle alluvioni dell’autunno scorso in un ampio videoservizio del programma.

La limitazione del traffico era in vigore dallo scorso 26 febbraio al km 34, 8 La Città metropolitana di Genova revoca il senso unico alternato regolato da semaforo mobile istituito lo scorso 26 febbraio tra il km 34,8 e il km 34,9 della Sp 35 dei Giovi, in comune di Isola del Cantone, per eseguire lavori di ripristino della sede viabile a seguito di una frana.    

Fino al 25 maggio prossimo fra i km. 87,7 e 87,9 della strada con semafori accesi dal lunedì al sabato in orario di cantiere Senso unico alternato con semafori fino al 25 maggio prossimo su un tratto di duecento metri della provinciale 456 del Turchino, (fra i km. 87,7 e 87,9 nel Comune di Campo Ligure) per il taglio di alberi e piante dal versante, molto ripido, a lato della strada per prevenire i rischi di cadute di rami e tronchi sulla carreggiata.

La limitazione del traffico in vigore fino all’8 maggio fra il km 87,7 e il km 87,9 dal lunedì al sabato dalle 8 alle 18. Un senso unico alternato regolato da semaforo mobile sarà in vigore fino all’8 maggio, dal lunedì al sabato dalle 7 alle 18, lungo la SP n. 456 del Turchino, tra il km 87,7 e il km 87,9, in comune di Campo Ligure, per eseguire lavori di taglio e miglioramento boschivo

Riapre la SP 20 di San Marco d'Urri, chiusa dal 22 ottobre 2014 tra il km 10,6 e il km 12, nei comuni di Lumarzo e Torriglia, in seguito degli eventi alluvionali del 9 e 10 ottobre. Riapre la SP 20 di San Marco d'Urri, chiusa dal 22 ottobre 2014 tra il km 10,6 e il km 12, nei comuni di Lumarzo e Torriglia, in seguito degli eventi alluvionali del 9 e 10 ottobre.     

La limitazione del traffico in vigore fino al 14 maggio fra il km 4,5 e il km 4,8 dal lunedì al sabato dalle 8 alle 18. Un senso unico alternato regolato da movieri sarà in vigore fino al 14 maggio, dal lunedì al sabato dalle 8 alle 18, lungo la SP n. 33 di San Salvatore, tra il km 4,5 e il km 4,8, in comune di Carasco, per eseguire lavori di taglio piante, bonifica scarpate e rimozione polloni.   

La gara, organizzata dall’Unione Cicloturistica Sanremo, impiegherà una sola corsia di marcia.   Si svolgerà domenica 26 aprile la manifestazione cicloturistica di Granfondo denominata ‘45ª GF Internazionale Milano-Sanremo’, organizzata dall’Unione Cicloturistica Sanremo, che percorrerà anche la SP 456 del Turchino, impegnando un’unica corsia di marcia, mantenendo strettamente la destra ed in nessun caso superando la linea di mezzeria.   

Il 24 maggio la decima edizione della gara sulla provinciale 67, organizzata dalla società di mutuo soccorso della Polizia Municipale di Genova. Il primo concorrente partirà alle 9.30 da Calcinara di Uscio, il traguardo sotto i ripetitori del Fasce.Nuovo appuntamento con la “Cronometro del Monte Fasce” 'impegnativa e appassionante sfida sui pedali, quest'anno alla decima edizione che si svolgerà domenica prossima, 24 maggio, sulla provinciale 67.

La gara, prova nazionale organizzata dalla Scuderia Valpolcevera e autorizzata dalla Città metropolitana, si svolgerà dalle 10 alle 17 sulla provinciale 35, con chiusura del transito da Ponterosso al Passo di Giovi nel Comune di Mignanego. Trentatreesima edizione, venerdì 1° maggio, di una grande classica al volante, con lo slalom in salita Mignanego – Giovi.

Il provvedimento riguarda un tratto di ca 200 metri fra il km 5,5 e il km 5,7. E’ in vigore fino a giovedì 30 aprile, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18, un senso unico alternato regolato da semaforo mobile sulla SP n. 227 di Portofino, per un tratto di ca 200 metri fra il km 5,5 e il km 5,7, in comune di Santa Margherita Ligure, per la rimozione di detriti vegetali conseguente a taglio piante.

Dal 19 al 26 maggio prossimi fra i km. 4,8 e 4,9 per il ripristino della carreggiata.Senso unico alternato con semafori dal 19 al 26 maggio prossimi su un tratto di cento metri della provinciale 26 Bis della Valmogliana (fra i km. 4,8 e 4,9 nel Comune di Mezzanego) per interventi di ripristino della carreggiata. I semafori all'altezza del cantiere saranno in funzione dal lunedì al venerdì nel periodo indicato.    

Il provvedimento sarà in vigore dalle 8 alle 18. Domani mercoledì 29 e giovedì 30 aprile, dalle 8 alle 18, sarà totalmente chiusa alla circolazione veicolare la variante di Casarza Ligure della S.P. n 523 di Centocroci, per eseguire lavori di asfaltatura.     

I provvedimenti di chiusura poterebbero rendersi necessari nell’ambito dei lavori attualmente in corso per la messa in sicurezza della viabilità La Città metropolitana di Genova dispone che possa essere temporaneamente chiusa per un massimo di trenta minuti, qualora la lavorazione lo richiedesse, la Sp n. 35 dei Giovi al km 15,5, in comune di Mignanego, dove dallo scorso 1 aprile è in vigore continuativamente fino al temine dei lavori un senso unico alternato regolato da semaforo mobile, per eseguire lavori di messa in sicurezza della viabilità.  

L’azienda Marietta di Balangero (To), che si è aggiudicata i lavori lo scorso 4 marzo, dovrà concludere l’opera entro 180 giorni, costruendo un nuovo muro di sostegno lungo i 60 metri franati e riempiendolo con ghiaia e pietre provenienti dagli alvei dei torrenti.

La limitazione del traffico resterà in vigore fino alla fine dei lavori di consolidamento del corpo stradale. La Città metropolitana di Genova istituisce da lunedì 15 giugno al termine dei lavori un senso unico alternato a vista lungo al Sp n. 21 di Neirone, all’altezza del km 5,9, in comune di Neirone, per eseguire lavori di consolidamento del corpo stradale.    

La limitazione del traffico sarà in vigore nelle due giornate dalle 18 alle 24, nel tratto compreso tra l'incrocio con via al Campanile e l'incrocio con la strada comunale n. 49.   In occasione della Sagra dei Testaieu, a Cogorno, la Città metropolitana di Genova dispone venerdì 12 e sabato 13 giugno dalle 18 alle 24, lungo la Sp n. 34 di Cogorno, nel tratto compreso tra l’incrocio con via al Campanile e l’incrocio con la strada comunale n. 49, in Comune di Cogorno, la chiusura della corsia con senso di marcia da monte verso mare e la deviazione del traffico sulla viabilità comunale.  

Le gare automobilistiche di regolarità si correranno prevalentemente su strade provinciali nei territori dei comuni di 21 comuni della Città metropolitana. Si correrà domani, sabato 6 giugno, organizzato dall’asd Lanternarally, il 31° Rally della Lanterna, gara automobilistica di regolarità, lungo un percorso che interessa i territori dei comuni di Genova, Bargagli, Busalla, Casella, Cicagna, Davagna, Fascia, Favale di Malvaro, Fontanigorda, Gorreto, Lorsica, Lumarzo, Mignanego, Moconesi, Montebruno, Neirone, Propata, Rondanina, Savignone, Torriglia e Tribogna.

La limitazione del traffico in vigore fino al 19 giugno fra il km 87,7 e il km 87,9 dal lunedì al sabato dalle 8 alle 18. Un senso unico alternato regolato da semaforo mobile sarà in vigore da domani 27 maggio a venerdì 19 giugno, dal lunedì al sabato dalle 7 alle 18, lungo la SP n. 456 del Turchino, tra il km 87,7 e il km 87,9, in comune di Campo Ligure, per eseguire lavori di taglio e miglioramento boschivo. 

Il consigliere delegato ai lavori pubblici e viabilità Gianni Vassallo ha verificato lo stato dei lavori con i tecnici dell'ente e l'impresa.

Manto rifatto nei tratti più critici e degradati della strada, con mezzi e personale della Città metropolitana. A seguire i lavori anche il consigliere delegato della Città metropolitana Vassallo e il sindaco di Moconesi Trossarello.Molto attesa e richiesta da amministratori locali, cittadini e operatori economici, la riasfaltatura della provinciale 225, nel centro abitato di Gattorna a Moconesi è stata realizzata questa settimana.

Fino al 31 luglio prossimo fra i km. 83,600 e 84,450 per la posa di una condotta del gas.Per il completamento dei lavori di posa di una condotta del gas da parte della società Italgas la direzione lavori pubblici della Città metropolitana di Genova ha prorogato fino al prossimo 31 luglio il senso unico alternato con semafori già in vigore fra i km. 83,600 e 84,450 della provinciale 456 del Turchino, nei Comuni di Campo Ligure e Rossiglione.

La Città metropolitana ha asfaltato un punto molto delicato della strada che attraversa la Valle Stura .  Centro metri di asfaltatura, ma in un punto molto delicato, il ponte che scavalca il torrente Stura a valle dell’abitato di Campo Ligure, sulla strada provinciale 456 del Turchino.

Senso unico alternato con semafori sino al 27 luglio prossimo fra i km.

Con 21 sforamenti orari della soglia di attenzione registrati ieri dalle centraline della Città metropolitana di Genova: 11 ai Giovi (dalle 12 alle 23 ), 7 a Quarto (dalle 14 alle 21) e 3 in corso Firenze (dalle 14 alle 17).Afa a trenta gradi e ozono oltre il livello di attenzione (180 microgrammi per metro cubo) con ben 21 sforamenti orari registrati ieri dalle centraline della Città metropolitana di Genova: 11 ai Giovi dove il gas , con una media oraria massima di 222 ug/m3 fra le 15 e le 16, ha iniziato a sforare a mezzogiorno ed è calato sotto i limiti solo dopo le 23; sono stati 7, inv

Tutti gli interventi realizzati dalla Città metropolitana di Genova sulla SP 21 di Neirone devastata in autunno dalla furia dell'acquaQuattro chilometri e mezzo, dalla Giassina sul versante fontanino del Passo del Portello sin quasi allo sbocco della strada in Val Trebbia.

Con cinque sforamenti per questo gas rilevati fino alle 24 di ieri dalla centralina della Città metropolitana in corso Firenze a Genova: dall'1 alle 2 di notte, dalle 5 alle 6 e nel pomeriggio dalle 13 alle 16.

Per le tre serate del fine settimana, da domani a domenica 5 luglio, chiusa dalle 18 alle 24 la corsia verso valle sul tratto della SP 34 dall’incrocio con via al Campanile a quello con la comunale 49, con deviazione del transito sulla viabilità municipale. Il gusto fa deviare anche il traffico a Cogorno nel fine settimana dedicato al “Re Raviolo” con la dodicesima edizione di Cogorno in festa.

Il protocollo d’intesa presentato dal consigliere delegato Enrico Pignone e approvato oggi, dopo il parere favorevole della Conferenza dei sindaci, dal Consiglio metropolitano finanzierà monitoraggi e progetto per il consolidamento di Pratosopralcroce

La apertura del nuovo by-pass per la Val Graveglia, prevista entro luglio, dovrà essere rinviata di qualche mese, come è emerso dall'ultimo sopralluogo in cantiere della Città metropolitana con il consigliere delegato Gianni Vassallo e i tecnici.I lavori per la variante di Settembrin continuano, ma più lenti del previsto e non tutte le opere sono ancora completate.

L’inquinante ieri ha fatto registrare 10 sforamenti orari della soglia di attenzione dalle centraline della Città metropolitana di Genova: 5 a Quarto (dalle 14 alle 18 e dalle 20 alle 21 ), 4 in corso Firenze (dalle 13 alle 17) e 1 ai Giovi dalle 17 alle 18Dilaga il caldo afoso e l’ozono resta alto sopra il livello di attenzione dei 180 microgrammi per metro cubo con dieci sforamenti orari (il giorno prima però erano stati 21) registrati ieri dalle centraline della Città metropolitana di Genova: 5 a Quarto (dalle 14 alle 18 e dalle 20 alle 21 con una medioa oraria massima di 219 ug/m3 fra l

A seguire i lavori questa mattina anche il consigliere delegato della Città metropolitana Gianni Vassallo con il sindaco di Moconesi Gabriele Trossarello e il consigliere comunale Alessandro Traverso.Manto rinnovato sulla carreggiata della provinciale 225 nel centro di Gattorna, nel Comune di Moconesi.

Lungo incontro con i primi cittadini, assessori e consiglieri di Santo Stefano e Rezzoaglio, sulla Città metropolitana e sulle esigenze e i problemi della vallata del sindaco Doria che ha poi visitato i tesori dell’Aveto La seggiovia che scala la montagna sino agli splendidi panorami di Prato della Cipolla, la verdissima foresta del Penna con le ex casermette che si trasformeranno in rifugio del parco, il limpido lago glaciale delle Lame, gioiello della natura e paradiso anche per i pescatori di trote fra le tappe della visita in Val d’Aveto, raccontata anche da un ampio servizio del progra

Da domani a domenica 5 luglio, dalle 19 alle 24 fra i km. 7 e 9 della strada (nei Comuni di Sestri Levante e Casarza Ligure) che si percorrono solo in direzione di Casarza. Primo week-end di luglio in nome delle escargotes a Santa Vittoria di Libiola dove il circolo Acli Tassani organizza la tradizionale sagra delle lumache. Per meglio regolare l’afflusso delle auto in occasione delle tre serate della manifestazione - da domani a domenica 5 luglio - fra i km.

Il provvedimento in vigore da ieri sul margine destro in direzione Avosso-Valbrevenna, dal km 3,1 Per incrementare la sicurezza stradale lungo al Sp n. 11 di Valbrevenna, la Città metropolitana di Genova ha disposto da ieri il divieto di sosta nel tratto di strada esterno al centro abitato che si trova fra il km 3,1 e il km 3,3, lungo il margine destro della corsia di marcia Avosso-Valbrevenna.   

Sino alla mezzanotte di ieri le centraline della Città metropolitana di Genova ne hanno segnalato 22, rispetto agli 8 delle 24 ore precedenti: 10 a Genova fra le cabine di corso Firenze, Quarto e Acquasola e 12 fra quelle di Propata e dei Giovi.Caldo e afa sotto il sole di ieri hanno fatto di nuovo impennare i livelli dell’ozono, con 22 sforamenti orari (quasi il triplo rispetto agli 8 del giorno precedente) del limite di attenzione - 180 microgrammi per metro cubo - segnalati sino alla mezzanotte di ieri dalle centraline della Città metropolitana a Genova, in corso Firenze, all’Acquasola e

 Dalle 18.30 alle 23 nelle tre sere di venerdì 14, sabato 15 e  domenica 16 agosto da Villa Montedomenico al bivio Montedomenico Alto – Frisolino per meglio regolare i flussi di auto e moto richiamati dalla manifestazione nel Comune di Sestri Levante.Profumi di testaieu e asado nel piatto con dessert di musica da ballo a Villa Montedomenico, frazione di Sestri Levante, per tutto il fine settimana di Ferragosto, con un senso unico alternato serale sulla provinciale 88 richiesto dal circolo Acli di Montedomenico alla Città metropolitana di Genova per meglio regolare i flussi di auto e moto ri

Al km 9,5 divieto di transito ai veicoli di larghezza superiore a 2 metri A causa di lavori di consolidamento del corpo stradale, fra il km 9,4 e il km 9,5 della SP n. 21 di Neirone, in comune di Neirone, da domani 21 luglio a venerdì 31 luglio, dal lunedì al sabato fra le 8 e le 13 e fra le 14 e le 18, sarà vietato al transito ai veicoli di larghezza superiore a 2 metri, e inoltre, quando richiesto dalla lavorazione, potranno essere disposte sospensioni della circolazione di max 30 minuti.

Fra i km. 15,8 e 16,7 nel Comune di San Colombano Certenoli dal 11/8 al 12/9 su richiesta dell’impresa Energia 011 per costruire un impianto idroelettrico. Stabiliti dalla Città metropolitana anche consolidamenti e miglioramenti stradali. Novecento metri della provinciale 42 di Romaggi chiusi al transito da domani, 11 agosto, al 12 settembre prossimo, con by-pass alternativi per il collegamento delle frazioni, fra i km. 15,8 e 16,7 della strada nel Comune di San Colombano Certenoli.

L’intervento questa mattina su input del consigliere metropolitano Vassallo. Il mezzo è stato trainato alla depositeria di legge di Sestri Levante.

Il divieto di circolazione sarà in vigore dalle 7.30 alle 18 su un tratto di 400 metri, per lavori di rifacimento di un tombino. Venerdì 31 luglio dalle 7.30 alle 18, per disposizione della Città metropolitana, sarà totalmente vietata la circolazione veicolare lungo la SP n. 586 della Val d’Aveto, tra il  km 28,4 e il km 28,8, in Comune di Rezzoaglio, per lavori di rifacimento di un tombino; Durante la chiusura della strada, i veicoli potranno utilizzare i seguenti percorsi alternativi:- da Piacenza per Genova: al km 27,5 si imbocca la SP n. 28 della Pievetta, si percorre la SP n.

Pochi soldi, asfaltature limitate ai casi più urgenti. A luglio interventi a Gattorna, Campo Ligure e Nenno. Pochissimi soldi, tantissimi interventi da fare: la Città metropolitana interviene sulle strade dissestate del territorio con il contagocce, seguendo le priorità delle urgenze. A luglio asfaltature a Gattorna in Val Fontanabuona (Sp. 225), a Campo Ligure in Valle Stura (Sp. 456) e a Nenno in Valbrevenna (Sp. 12).

I lavori all’incrocio fra le strade provinciali di San Salvatore e della Valgraveglia.  Per eseguire i lavori di realizzazione di una rotatoria, la Città metropolitana di Genova istituisce all’intersezione fra la Sp n. 33 di San Salvatore e la Sp n. 26 della Valgraveglia, in comune di Carasco, da oggi a venerdì 31 luglio, dalle 7 alle 18, un senso unico alternato regolato da movieri.  

Con due sforamenti orari registrati dalla centralina della Città metropolitana in corso Firenze a Genova dalle 18 alle 20 di ieri. Non sono bastate le piogge e sfidando anche le previsioni meteo l’ozono, dopo una tregua di sole 24 ore, è già risalito facendo registrare due sforamenti oltre la soglia di attenzione (180 microgrammi per metro cubo) alla centralina della Città metropolitana in corso Firenze a Genova ieri verso sera, fra le 18 e le 20, con una media oraria massima di 189 ug/m3 fra le 18 e le 19 e di 181 nell’ora successiva.

L'esiguo bilancio della Città metropolitana non ha un capitolo di spesa per gli investimenti in lavori pubblici, e le risorse devono essere trovate nel budget, già scarso, destinato ad asfaltature e taglio erba.

Su un tratto di sessanta metri fra i km. 11,100 e 11,200 per la posa di tubazioni idriche e condotte fognarie.Senso unico alternato con semafori dal 1^ al 11 settembre prossimi su un tratto di sessanta metri della provinciale 41 di Tiglieto (fra i km. 11,141 e 11,199 nel Comune di Tiglieto).

Il provvedimento sarà in vigore dalle 7 alle 20 nel tratto fra la Sp 523 e l'incrocio fra via Provinciale per Novano e piazza Aldo Moro. In occasione dell'Esposizione nazionale canina che si svolgerà sabato 12 settembre dalle 7 alle 20 a Casarza Ligure (piazza Unicef, piazza Aldo Moro, piazzale adibito a parcheggio sulla sponda sinistra fiume Petronio e Piazza della Vittoria), sarà temporaneamente vietata la circolazione veicolare lungo la Sp n. 38 di Novano nel tratto dall’innesto con la Sp n.

Dal 7 settembre al 23 dicembre prossimi, con semafori, lungo i primi 200 metri della strada, nel Comune di Campomorone, per interventi di allargamento e sistemazione della carreggiata.Cantiere per l’allargamento e la sistemazione della carreggiata lungo i primi duecento metri della provinciale 50 di Santo Stefano di Larvego, nel Comune di Campomorone, con senso unico alternato e semafori dal 7 settembre al 23 dicembre prossimi richiesti alla Città metropolitana di Genova dall’impresa esecutrice Polistrade Costruzioni Generali spa.I semafori all’altezza dei lavori saranno sempre in funzione

Sempre chiusa la Sp 586 della Val d'Aveto a Carasco e chiuse anche la Sp 15 del Brugneto e la Sp 72 di Alpepiana. Ecco il bollettino delle ore 12 delle situazioni critiche sulle strade provinciali a causa della forte ondata di maltempo, e degli interventi in corso per ripristinare la transitabilità, emesso dal Centro operativo viabilità della Città metropolitana di Genova, che resterà attivo fino al termine dello stato di 'allerta 1', previsto alle 15 di oggi.

Le quattro prove speciali il 30 agosto negli scenari del Penna e il prologo sabato con lo shakedown non cronometrato sulla provinciale 86 di Caselle.

La chiusura al km 4,4, presso la vecchia fornace, per consentire di eseguire lavori di adeguamento della strada. Dalle 20,30 di oggi, giovedì 10 settembre, alle 6 di domani 11 settembre, la Città metropolitana di Genova chiuderà alla circolazione veicolare la Sp n. 6 di Isoverde all'altezza del km 4,4, in prossimità della vecchia fornace, in comune di Campomorone, per eseguire lavori di adeguamento della strada.    

Migliorata la transitabilità e la sicurezza al km. 15,5 della provinciale dei Giovi.Più visibilità lungo una curva con l’arretramento del precedente muro di sostegno a monte, nuovo percorso protetto per i pedoni, migliore transitabilità e sicurezza per la circolazione al km.

La situazione peggiore in Val d'Aveto con diverse frane sulla Sp 586, chiusa a Carasco, ma cedimenti si registrano anche su altre strade. La Sp 19 di Lumarzo è al momento non transitabile per la caduta di un albero.

Festa inaugurale oggi, con tutte le istituzioni e tanti abitanti, per il ponte della variante alla provinciale di Sant’Olcese, realizzata con il cofinanziamento della Regione Liguria e della Città metropolitana di Genova.Il taglio del nastro affidato alla giovanissima presidente del Consiglio Comunale dei ragazzi di Sant’Olcese, Laura Picollo, con il sindaco di Genova e della Città metropolitana Marco Doria, il consigliere metropolitano delegato ai lavori pubblici e viabilità Gianni Vassallo, l’assessore regionale alle infrastrutture Giacomo Giampedrone e il sindaco di Sant’Olcese Armando S

Appena concluso l’intervento della società Vernazza incaricata dalla Città metropolitana di Genova per rimettere in strada il pesantissimo autoarticolato bloccato in un tornante.

Fra i km. 9,400 e 9,500 della strada, con divieto di passaggio per i mezzi più larghi di  2 metri e sospensioni della circolazione al massimo di 30’ per esigenze del cantiere.Lavori sulla provinciale 21 di Neirone per il consolidamento della carreggiata con limiti di transito dal 22 settembre al 7 ottobre prossimi su un tratto di cento metri (fra  i km.

La limitazione alla viabilità sarà in vigore continuativamente per eseguire lavori di ripristino di un tombino. La Città metropolitana di Genova istituisce un senso unico alternato regolato da semaforo mobile, continuativamente da oggi a martedì 8 settembre, fra il km 4,8 e il km 4,9 della SP n. 333 di Uscio, in comune di Avegno, per eseguire lavori urgenti di ripristino e pulizia di un tombino.   

L'interruzione della strada dal km 15,8 al km 16,7 era partita lo scorso 11 agosto per costruire un impianto idroelettrico, con previsione di riaprire entro domani. Riapre oggi alle 19 il tratto di circa 1 km fra il km 15,8 e il km 16,7 della Sp 42 di Romaggi, in comune di San Colombano Certenoli, chiuso dallo scorso 11 agosto (con riapertura prevista entro domani) per consentire di eseguire lavori di costruzione di un impianto idroelettrico.

Alle 11 del 5 settembre il taglio del nastro con tutte le istituzioni per la variante alla provinciale di Sant’Olcese, cofinanziata da Regione e Città metropolitana, che libererà dal traffico e renderà più sicuro il centro abitato di Manesseno. Traguardo finale per la variante di Manesseno alla provinciale di Sant’Olcese, con l’apertura del nuovo by-pass stradale che sabato 5 settembre alle 11 sarà inaugurato alla presenza di tutte le istituzioni.Alla cerimonia, organizzata dal sindaco di Sant’Olcese Armando Sanna, interverranno il sindaco di Genova e della Città metropolitana Marco Doria,

Le squadre della viabilità della Città metropolitana hanno prima liberato la scarpata da piante e rami che impedivano i movimenti della gru che ha poi imbragato il camion alle 18.

Dopo quattro giorni (e notti) di lavori senza sosta della Città metropolitana per bonificare il versante e ridurre i rischi di altre frane. Oltre 2000 metri cubi di materiale pericolante, quasi la metà massi, rimossi dal versante sino a trovare gli strati rocciosi più compatti.

Domenica 6 settembre il trofeo sui pedali organizzato dall’U.S. Pontedecimo e autorizzato dalla Città metropolitana partirà alle 10 da Clavarezza, dove poi taglierà anche il traguardo finale.

Il provvedimento viabilistico per consentire lavori di consolidamento del corpo stradale. La circolazione veicolare lungo la SP n. 68 del Facciù, all’altezza del km 2,5, in comune di Moneglia, sarà vietata continuativamente da lunedì 14 a venerdì 25 settembre, per eseguire lavori di consolidamento del corpo stradale.    

Il videoservizio  del programma della Città metropolitana di Genova sull’apertura del nuovo by-pass alla provinciale 2 di Sant’Olcese, festeggiato da istituzioni e abitanti.Allontana il traffico dall’abitato, liberandolo dai rischi per i pedoni, dal rumore e dallo smog e rendendo migliori e più rapidi i collegamenti della vallata.La nuova e attesissima variante di Manesseno alla strada provinciale 2 di Sant’Olcese porta fuori dal centro della più popolosa località del Comune polceverasco anche i 15.000 mezzi pesanti che l’attraversavano ogni anno, mentre il precedente tracciato della provin

La Città metropolitana, con il coordinamento del consigliere delegato alla viabilità Gianni Vassallo, ha incaricato del complesso intervento la ditta specializzata VernazzaUna potente gru per rimuovere il gigantesco Tir con targa austriaca rimasto incastrato due giorni fa su un tornante della provinciale 82 di Sant’Alberto,  ostruendo tutta la carreggiata. Sul posto, informati dal Comune di Lumarzo, sono immediamente arrivati tecnici della viabilità e agenti della Polizia della Città metropolitana.

Chiusura dalle 10 alle 18 ca dall'inizio al km 3,250.  In occasione del 4° slalom Chiavari-Leivi, gara automobilistica di slalom in salita che si disputerà domenica 11 ottobre dalle 10 alle 12 e dalle 13 alle 18 nei comuni di Chiavari e Leivi lungo la Sp. 32 di Leivi nel tratto fra il km 0,250 e il km 3,1, la strada verrà chiusa fra il km 0 e il km 3,250.  

Immagini e interviste sugli interventi della Città metropolitana proseguiti giorno e notte per liberare la carreggiata e bonificare il versante e sulle opere strutturali definitive per 515.000 euro, cofinanziate dalla Regione per 375.000 e della Città metropolitana per 140.000.Ci sono volute più di novanta ore di lavoro, giorno e notte, dei tecnici e operai della Città metropolitana, con ruspe ed escavatori insieme a rocciatori e mezzi di un'impresa specializzata, per bonificare il versante da migliaia di metri cubi di materiali pericolanti, con moltissimi massi, e poter riaprire al transit

Dal 20 al 29 ottobre prossimi lungo i primi 800 metri della strada, nel Comune di Cogoleto, per motivi di sicurezza durante lo smantellamento del Forno 70, l’ultimo rimasto in funzione, sino al 2003, nell’ex fabbrica del cromo in Val Lerone.Inizierà martedì 20 e proseguirà fino al 29 ottobre lo smantellamento dell’ultimo grande impianto dove l’ex Stoppani fondeva il minerale di cromo: il Forno 70, dall’anno di costruzione, rimasto in funzione sino alla definitiva chiusura nel 2003 dell’inquinantissima fabbrica chimica della Val Lerone.Il gigantesco forno in ferro a suola rotante, “gemello”

Due grossi massi incombono sulla strada, che domani sarà chiusa per rimuoverli e verificare la situazione. Fra pochi giorni parte il cantiere.  Si è mossa nuovamente questa mattina, dopo il movimento di tre settimane fa, la frana che incombe sulla sp 586 della Val d’Aveto, presso Santa Maria di Sturla a Carasco. Il movimento non ha causato nessun danno a persone o cose, in quanto la frana, proprio in seguito al movimento di metà settembre, è stata imbrigliata in una rete di protezione sistemata dalla Città metropolitana di Genova.

La 57^ edizione della classicissima dilettanti under 23 nel territorio metropolitano genovese attraverserà la Valle Scrivia da Isola a Laccio, dalla Scoffera scenderà in Fontanabuona e poi arriverà da Chiavari al traguardo di Rapallo.

Sino al 30 aprile 2016, a tratti successivi lungo l’intero percorso nel Comune di Ronco Scrivia, per gli scavi di un cantiere dell’EnelTransito a senso unico alternato con semafori sino al 30 aprile 2016 sulla provinciale 7 della Castagnola.

Dal 3 al 16 ottobre prossimi fra i km. 2,5 e 2,7 nel Comune di Genova per la sostituzione di conduttori delle linee elettriche. Il senso unico alternato, in base alle esigenze di cantiere sarà regolato dalle palette dei movieri.Per la sostituzione dei conduttori elettrici su un tratto della linea a 132 Kv “Quartaie Molassana” dal 3 al 16 ottobre prossimo sarà istituito un senso unico alternato fra i km.

Sganciati 1200 metri cubi di massi e materiali dal versante. Il 26 la consegna dei cantieri per le opere definitive, annuncia Gianni Vassallo, e da lunedì parte lo spostamento della condotta idrica per far spazio alle fondazioni del nuovo muro.Cinquantacinque viaggi, con undici grossi camion, per liberare la carreggiata dai 1200 metri cubi di massi e materiali sganciati dal versante sopra provinciale 586 a Carasco e fatti poi scivolare sulla carreggiata.

Ritrovo e partenza alle 8.30 dall’area verde del Comune di Casella, dove i partecipanti concluderanno il raduno alle 12.30 dopo il percorso che da Laccio e Bargagli scende a Genova, attraversa la città e risale dalla Val Polcevera sino a Casella. Genova e le sue vallate saranno domenica 27 settembre lo scenario per il Raduno nazionale cicloturistico 2015 della FCI, organizzato dal suo Comitato regionale ligure con l’associazione Genoa Bike e che prevede un percorso ad anello sui pedali da Casella a Casella, con discesa verso Genova dalla Valbisagno, attraversamento della città e risalita da

La chiusura sarà dalle 7.30 del 19 ottobre alle 18 di venerdì 23 ottobre, per eseguire lavori di ripristino di un muro di sostegno.  Chiuderà per 5 giorni, dalle 7.30 di lunedì 19 ottobre alle 18 di venerdì 23 ottobre, la Sp 42 di Romaggi, in comune di San Colombano Certenoli, dove la Città metropolitana di Genova eseguirà fra il km 14,4 e il km 14,5 lavori di ripristino di un muro di sostegno. 

Finora sono già stati sganciati dal versante 250 metri cubi di materiali, con massi anche di 40 tonnellate, frantumati sul posto. Gli interventi proseguiranno per tutta la notte. Da questa mattina sono stati sganciati dal versante 250 metri cubi di materiale, compresi macigni enormi, anche da 40 tonnellate, bloccati ieri sulla parete dalle reti d’acciaio sistemate dopo la frana di metà settembre mentre scivolavano verso il basso a causa del nuovo movimento franoso sopra la provinciale 586 a Carasco.

Sulla prima strada senso unico alternato con divieto di transito ai mezzi superiori a 7,5 tonnellate, sulla seconda senso unico alternato con divieto di transito ai mezzi superiori a 3,5 tonnellate. La Città metropolitana di Genova mette mano ai danni causati dall'alluvione del 13 e 14 settembre su due strade provinciali che attraversano il territorio del comune di Propata, la Sp n. 15 del Brugneto e la Sp n.

Riaperta a doppio senso la strada 'di Propata alta', dove dal 23 settembre era in vigore al km 0,2 un senso unico alternato con divieto di transito ai mezzi superiori a 3,5 tonnellate.  La Città metropolitana di Genova ha riaperto a doppio senso e con piena agibilità al traffico la strada provinciale n.

Iniziato il montaggio dei pannelli su fondazioni in cemento armato con pali ancorati alla roccia.

Fra i km. 28,750 e 28,800 della provinciale per il cedimento della parte a valle della carreggiata provocato dall’erosione del torrente AvetoTransito a senso unico alternato a vista, senza semafori, su un tratto di cinquanta metri della provinciale 586 della Val d’Aveto nel Comune di Rezzoaglio (fra i km. 28,750 e 28,800) per un cedimento della carreggiata.

I lavori sulla frana che si era abbattuta sulla strada il 14 settembre sono terminati, ma più a monte si deve intervenire su un cedimento a valle.  La Sp. n.

I due provvedimenti saranno in vigore fino al 18 dicembre per eseguire lavori di messa in sicurezza dei tratti stradali interessati.  La Città metropolitana di Genova istituisce, da domani 18 novembre a venerdì 18 dicembre, due sensi unici alternati regolati da semaforo mobile lungo la Sp n. 5 della Bocchetta, in comune di Campomorone, il primo fra il km 1,950 e il km 2,050 e il secondo fra il km 4,050 e il km 4,150, per eseguire lavori di messa in sicurezza dei tratti stradali interessati.  

La 12a edizione della gara automobilistica coinvolgerà due strade provinciali: la Sp n. 79 e la Sp n. 456 del Turchino.  Domenica 1 novembre si correrà sulle strade di Mele e della Valle Stura (Masone, Campoligure e Rossiglione) il 12° Rally delle Valli Genovesi, gara automobilistica di regolarità organizzata dall'asd Lanternarally di Gorreto, che coinvolge alcuni tratti di due strade provinciali: la Sp n. 79 e la Sp n. 456 del Turchino.

Montati i pannelli prefabbricati sotto il versante della SP 225 della Fontanabuona i lavori proseguiranno con riempimenti di ghiaie e gabbioni di terre armate.

Il provvedimento resterà in vigore fino a venerdì fra il km 83,4 e il km 84,5, dalle 8 alle 17.  Senso unico alternato regolato da semaforo mobile da ieri fino a venerdì 13, dalle 8 alle 17, lungo la S.P. n. 456 del Turchino, tra il km 83,4 e il km 84,5, nei Comuni di Campoligure e Rossiglione, per eseguire lavori di scarifica e bitumatura.  

Prima tappa le tracciature tecniche per le opere strutturali di messa in sicurezza della provinciale 586 che saranno eseguite dalla Simes Tigullio, l’impresa che si è aggiudicata i lavori per conto della Città metropolitana.Entro domani saranno completate le operazioni di spostamento delle condotte idriche di Carasco per dare spazio alle fondazioni del nuovo muro  sulla provinciale 586 che inizierà a essere realizzato da lunedì prossimo, 26 ottobre, come aveva annunciato il consigliere delegato Gianni Vassallo, con la consegna del cantiere all’impresa Simes Tigullio che si è aggiudicata i l

Lunedì 9 novembre alle 8 alle 18 per la ricostruzione di una tombinatura stradale.Cantiere con chiusura per un giorno – il 9 novembre - al chilometro 8 della provinciale 83 di Pietranera a Rovegno. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova per la ricostruzione di una tombinatura stradale e la chiusura sarà in vigore dalle 8 alle 18 di lunedì prossimo.

L'intervento, finanziato dal 'Patto territoriale del Genovesato', rende sicuro un tratto pericoloso della Sp3 per Casella.  La Città metropolitana di Genova ha terminato a Pedemonte di Serra Riccò un intervento di riordino della viabilità pedonale del valore di 126.000 euro, finanziato con le risorse del 'Patto territoriale del Genovesato': i lavori hanno interessato un tratto della trafficata strada provinciale n.

Al km. 8,7 della provinciale della Fontanabuona dove sono stati completati gli interventi di sistemazione e ripristino.  Transito di nuovo a piena carreggiata, senza più senso unico alternato, al km. 8,7 della provinciale 225 della Fontanabuona a San Colombano Certenoli. Sono stati infatti ultimati tutti gli interventi di sistemazione della Città metropolitana e del Comune di San Colombano, per le rispettive competenze, necessari per il completo ripristino di questo tratto che la scorsa primavera era stato inondato da una colata di fango.

Con semafori nei feriali in orario di cantiere sino al 11 dicembre su due tratti (fra i km.5,275 e 5,938 e fra i km. 6,339 e 7,135) per aperture e rialzo dei chiusini e posa di cavi in fibre ottiche.Transito a senso unico alternato con semafori nei giorni feriali e in orario di cantiere dal 23 novembre al 11 dicembre prossimi su due tratti, rispettivamente di circa 700 e 800 metri, sulla provinciale 227 di Portofino (fra i km.5,275 e 5,938 e fra i km. 6,339 e 7,135 nei Comuni di Santa Margherita Ligure e Portofino).

La Città metropolitana ha appena ripristinato un tratto danneggiato dalle alluvioni. Il sindaco di Rossiglione ringrazia l’ente, ricordando però che sulla stessa strada servono altri interventi.

Alle 10.30 con il sindaco metropolitano Marco Doria, l’assessore regionale Giacomo Giampedrone, i sindaci di Carasco Massimo Casaretto, di Cogorno Enrica Sommariva e di Ne Cesare Pesce, i rappresentanti delle istituzioni e gli enti locali del territorio.Traguardo finale per la complessa, faticosa e molto attesa realizzazione della variante di Settembrin.Ormai completate le bitumazioni (con diecimila quintali di sottofondo stradale e altrettanti di asfalto) e la segnaletica sabato 21 novembre il nuovo by-pass che elimina un chilometro di pesanti e rischiose strozzature all’imbocco della prov

Le immagini del cantiere, le interviste con il direttore dei lavori, il sindaco di Carasco Massimo Casaretto e il consigliere metropolitano delegato Gianni Vassallo nel nuovo servizio del programma della Città metropolitana di Genova. Lavori ormai molto avanzati a Carasco sulla provinciale 586 della Val d’Aveto Cantiere dove i cantieri per realizzare nuove opere strutturali a protezione della strada martoriata dalle frane sono partiti a fine ottobre.

Il limite di velocità sarà adottato con ordinanze della Città metropolitana e, per i tratti urbani, dei tre Comuni di Recco, Avegno e Uscio che ne hanno condiviso la necessità per la sicurezza stradale e dei cittadini.Per alzare la sicurezza si abbassa il limite di velocità dei camion oltre le 20 tonnellate che non potranno superare i 30 km all'ora sulla provinciale 333, nei Comuni di Recco, Avegno e Uscio che avevano proposto il provvedimento.

Il provvedimento viabilistico era in vigore dallo scorso 15 giugno al km 5,9 per eseguire lavori di consolidamento del corpo stradale.  La Città metropolitana di Genova, avendo terminato i lavori di consolidamento del corpo stradale km 5,9 della SP n. 21 di Neirone, in comune di Neirone, revoca da mercoledì 9 dicembre il senso unico alternato a vista in vigore dallo scorso 15 giugno in quel punto della strada. 

Nel videoservizio del programma della Città metropolitana tutti i temi, fra proposte, nuove intese, idee e criticità sul territorio, della visita del sindaco metropolitano nei Comuni di Sori, Pieve e Bogliasco con gli amministratori dell’Unione. Intese fra Città Metropolitana, Comuni e Unioni nel programma PON Metro per sviluppare l’innovazione delle reti digitali, specifici contributi dal Golfo Paradiso alle linee guida del piano metropolitano di sviluppo, esigenze cruciali - dalla viabilità al trasporto pubblico al grave problema dei cinghiali - sono stati al centro della visita di Marco

Il by pass che evita un chilometro di strettoie della provinciale 26 è stato inaugurato questa mattina dal sindaco metropolitano Marco Doria con i sindaci di Carasco, Cogorno e Ne, istituzioni ed enti locali del territorio.Alle 11.23 sono passate le prime auto, moto e un gruppo di ciclisti.

Dal 21 novembre la nuova porta della vallata libera dal traffico pesante l’abitato  e da pericolose e difficili strettoie tutta la circolazione. Nelle immagini del programma della Città metropolitana l’inaugurazione e le tappe dell’opera.

Dalle 13 del 7 gennaio si spengono i semafori e si circola su due corsie.

Dalle 11.20 di questa mattina  semafori spenti e circolazione su due corsie. Avviati gli ultimi interventi di rifinitura per riaprire in tutta la sua larghezza la carreggiata “prima della fine del mese ” dice Gianni Vassallo. Dalle 11.20 di questa mattina è ritornato il doppio senso sulla provinciale 225 alle Ferriere.

Dal 15 gennaio al 14 marzo prossimi al km. 6,620 della strada, nella località Niasca Transito a senso unico alternato con semafori da domani, 15 gennaio, al 14 marzo prossimi al km. 6,620 della provinciale 227, nella località Niasca del Comune di Portofino. Il provvedimento è  stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell’impresa che esegue i lavori per manutenzioni straordinarie alla facciata e alla copertura di un edificio a lato della strada.I semafori all’altezza del cantiere edile saranno sempre in funzione sino al 14 marzo.

Su richiesta del Comune di Cogorno e dopo verifiche tecniche della Città metropolitana, per sei mesi apertura in prova ai camion sino a 18 tonnellate, con limite di velocità di 40 chilometri all’ora per tutti i veicoli.Si alza, in via sperimentale per valutarne l’impatto complessivo sulla circolazione, il limite di peso e si abbassa la velocità sulla provinciale 34 di Cogorno, dove potranno transitare anche i camion sino a 18 tonnellate, ma per motivi di sicurezza tutti i veicoli dovranno rispettare il limite dei 40 chilometri all’ora.Lo stabilisce un’ordinanza della Città metropolitana di

Dal 18 gennaio al 30 aprile prossimi per lavori eseguiti dall’impresa MI-RA per conto di COCIV, il consorzio incaricato della realizzazione del Terzo Valico ferroviario.Transito a senso unico alternato con semafori dal 18 gennaio al 30 aprile prossimi lungo tratti compresi fra i km. 0,586 e 3,461 e fra i km. 3,841 e 4,626 della provinciale 6 di Isoverde, nel Comune di Campomorone.

Il provvedimento è in vigore dallo scorso 7 settembre per eseguire lavori di allargamento e sistemazione della sede stradale.  La Città metropolitana di Genova proroga al 31 marzo del 2016 il senso unico alternato regolato da semaforo mobile tra il km 0 e il km 0,200 della SP 50 di Santo Stefano di Larvego, in comune di Campomorone, che era in vigore dallo scorso 7 settembre, con fine prevista il 23 dicembre, per eseguire lavori di allargamento e sistemazione della sede stradale.

Per possibili nevicate previste domani nelle vallate del territorio e con le temperature in picchiata continuano gli interventi degli spargisale sulle carreggiate.Spazzaneve allertati e pronti a intervenire perché domani sono previste possibili nevicate nelle vallate interne e intanto sotto le temperature in picchiata prosegue l’azione dei mezzi spargisale sulle strade provinciali per contrastare i pericoli del ghiaccio sulle carreggiate.

Le limitazioni della viabilità saranno in vigore da domani al 30 dicembre fra il km 0,5 e il km 5 della strada.  Per eseguire lavori di adeguamento della S.P. n.

All'ordine del giorno della seduta, convocata alle 17 dal sindaco Marco Doria, l'approvazione definitiva del bilancio di previsione dell'ente e l'interpellanza del consigliere Arnaldo Buscaglia sulla pericolosità della statale 45 nel tratto fra il tunnel delle Ferriere e la galleria della Paglia.Seconda lettura del Bilancio di previsione 2016/18 in Consiglio metropolitano per l'approvazione definitiva dopo il parere favorevole espresso sul documento dalla Conferenza dei sindaci.

Dal 19 al 28 gennaio prossimi lungo i primi 800 metri della strada, nel Comune di Cogoleto, per motivi di sicurezza durante lo smantellamento dell’edificio-portineria all’ingresso dell’ex fabbrica del cromo in Val Lerone.
Inizierà martedì 19 e proseguirà fino al 28 gennaio lo smantellamento dell’inconfondibile “fungo”  l’edificio-portineria all'ingresso dell’ex fabbrica del cromo Stoppani.

Le forti raffiche di vento hanno abbattuto o reso pericolanti molti alberi soprattutto sulla viabilità del Levante, dalle provinciali della Val d’Aveto alla Val Graveglia, da Sopralacroce alla Crocetta, dalla Scoglina alla Fontanabuona.

Dal 7 gennaio si circola di nuovo su due corsie dopo la ricostruzione del versante franato e prima della fine di gennaio, completate le rifiniture, la carreggiata sarà riaperta a tutta larghezza.Tutte le tappe, fino alla riapertura a doppio senso della provinciale 225 alle Ferriere, dopo la ricostruzione del versante franato nei nubifragi del 27 dicembre 2013.

Il manto tocca i dieci centimetri al passo del Tomarlo sulla provinciale 654 e supera i cinque sulle altre strade della vallata.Spazzaneve della Città metropolitana di Genova in azione nella Val d’Aveto, imbiancata dalla prima neve invernale.Il manto tocca i dieci centimetri sulla provinciale 654 al Passo del Tomarlo e supera i cinque sulle altre strade provinciali della vallata.

Installato il nuovo guard rail sono corso gli ultimi interventi di rifinitura della carreggiata che “venerdì in mattinata sarà di nuovo transitabile in tutta la sua larghezza” dice il consigliere delegato della Città metropolitana Nino Oliveri.Conto alla rovescia per la riapertura totale della carreggiata sulla provinciale 225 alle Ferriere, ricostruita dalla Città metropolitana di Genova dopo l’enorme frana che il 27 dicembre 2013 si era portata via, per più di cinquanta metri di lunghezza, la metà a valle della strada.

Dal 1^ febbraio prossimo. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana per uniformare la velocità su tutto il tracciato al limite già vigente nei centri abitati dei diversi Comuni.Velocità massima di 50 chilometri all’ora dal 1^ febbraio prossimo sulla provinciale 225 della Fontanabuona, dall’incrocio con la provinciale 77 di Boasi nel Comune di Lumarzo sino a Carasco. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova per uniformare anche sui tratti extraurbani esterni - compresi fra i km.

Marco Doria ha accettato “con rammarico” le dimissioni per motivi personali di Gianni Vassallo che ha ringraziato “il sindaco metropolitano per la condivisione e la fiducia dimostrata e i dipendenti con cui ho lavorato”.  Giovanni Vassallo lascia l’incarico di consigliere delegato a lavori pubblici, viabilità e trasporti della Città metropolitana di Genova, da cui oggi ha rassegnato le dimissioni per motivi personali.

La limitazione della velocità è stata adottata in attesa di poter intervenire con lavori di ripristino del fondo stradale deteriorato.  La Città metropolitana di Genova istituisce sulla SP 71 del Monte Cornua il limite massimo di velocità di 50 km/h lungo i tratti  compresi tra l'inizio (km 0) e il km 6,4 correnti all’esterno dei centri abitati del comune di Sori, nonché il limite massimo di velocità di 40 km/h lungo il tratto compreso tra il km 6,4 (fine del centro abitato di Sussisa) e il km 8,9 (fine strada provinciale), corrente all’esterno dei centri abitati.I motivi che hanno indotto

Il 7 febbraio l’undicesima edizione della gara internazionale tra Santa Margherita e Portofino sulla provinciale 227.

Il provvedimento sarà in vigore da lunedì 25 su un tratto di ca 200 metri per lavori sulla linea elettrica.  Per eseguire lavori di sostituzione di conduttori della linea a 132 kv n. 842 'Quartaie-Molassana', dal 25 gennaio al 4 febbraio sarà in vigore, secondo le esigenze dell'azienda esecutrice dei lavori, un senso unico alternato regolato da movieri fra il km 2,5 e il km 2,7 della Sp n. 13 di Creto, in Comune di Genova.  

Dal 8 febbraio al 8 marzo prossimi fra i km. 0,500 e 0,550 nel Comune di Chiavari per lavori di consolidamento.  Senso unico alternato con semafori per interventi di consolidamento della carreggiata sulla provinciale 32 di Leivi, fra i km. 0,500 e 0,550 nel Comune di Chiavari. Il provvedimento della Città metropolitana di Genova sarà in vigore dal 8 febbraio al 8 marzo prossimi, con semafori sempre in funzione all’altezza del cantiere per tutto il periodo indicato.

Prosegue l’azione degli spargisale, sono pronti anche gli spazzaneve e con l’arrivo dell’allerta arancione per neve l’ente ha anticipato l’apertura del centro operativo già prevista per la serata. Anticipata alle 18, con l'inizio dell'allerta meteo arancione per neve nelle vallate del Genovesato, l'apertura del centro operativo viabilità della Città metropolitana già prevista per la serata e che riceve tutte le segnalazioni in tempo reale e coordina gli interventi necessari.  

Il provvedimento sarà in vigore fino al 25 marzo su un tratto di ca 200 metri, per lavori di messa in sicurezza di un'area in dissesto.  Per eseguire lavori dimessa in sicurezza di un'area in dissesto, da oggi al 25 marzo, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 13 alle 17, sarà in vigore quando richiesto dalla lavorazione tra il km 5,5 e il km 5,7 della Sp. 227 di Portofino, in comune di Santa Margherita Ligure, un senso unico alternato regolato da semaforo mobile.   

A cinquanta metri d’altezza sul versante privato che sovrasta la strada. L’hanno segnalato i rocciatori inviati sul posto dalla Città metropolitana dopo una caduta di pietre e massi sulla carreggiata. Lunedì mattina il sopralluogo del consigliere delegato Nino Oliveri.E’ appena stata chiusa la provinciale 23 della Scoglina al km. 2,8 nel Comune di Lorsica.

La neve è arrivata a 70 centimetri a Casa del Romano e al Tomarlo, 40 a Tiglieto e Santo Stefano d’Aveto, fra i 20 e i 30 in alta Val Trebbia e Valle Stura. Oggi una turbina interviene sulla provinciale del Penna, domani un’altra al Faiallo.Spazzaneve e spargisale della Città metropolitana di Genova  in azione da sabato e per tutto il fine settimana dell’allerta meteo sulle strade provinciali delle vallate del territorio.

I mezzi della Città metropolitana di Genova hanno sgomberato la carreggiata, liberandola anche da cumuli di neve gonfiati dalle raffiche del vento sino a due metri.E’ ritornato il sole dopo le forti piogge di un fine settimana sotto l’allerta meteo che ha portato anche molta neve nelle vallate interne e questa mattina, calate le raffiche di vento che impedivano di operare in sicurezza, gli spazzaneve della Città metropolitana di Genova hanno riaperto il transito anche sulla provinciale del Faiallo, dove il vento avevano gonfiato la neve caduta, fino a 60 centimetri, in cumuli alti anche due

Completato il rifacimento del cordolo a valle della carreggiata.Intervento di ripristino concluso e fine del senso unico alternato al km. 31,8 della provinciale 586 della Val d’Aveto, nel Comune di Rezzoaglio. La Città metropolitana di Genova ha completato i lavori necessari dopo il cedimento del cordolo a valle della carreggiata e revocato da oggi il senso unico alternato.

Il centro operativo è rimasto aperto tutta la notte con controlli costanti del Lavagna che sotto il ponte di Comorga ha sfiorato il livello di guardia. Sgomberate frane in Valle Sturla, interventi in Val d’Aveto per liberare le cunette dal ghiaccio.

Il consigliere delegato della Città metropolitana ha fatto il punto con i tecnici e il sindaco di Lorsica Aulo De Ferrari per condividere le modalità d’intervento sul pericoloso versante in frana sopra la strada.A 120 metri d’altezza sulla parete incombe in bilico anche un macigno enorme, circa 17 tonnellate di roccia.

Nevica nelle vallate del territorio metropolitano dove sono in corso gli sgomberi delle strade provinciali. A quote collinari sono entrati in azione anche gli spargisale. Chiusa dal chilometro 2 per le forti nevicate la provinciale 73 del Faiallo.Il maltempo annunciato dall’allerta meteo sta portando anche nevicate abbondanti nelle vallate del territorio dove sulle strade provinciali sono entrati in azione gli spazzaneve della Città metropolitana di Genova.

Città metropolitana e Comune di Lorsica stanno organizzando nuovi sopralluoghi, anche con un geologo, per una diagnosi più approfondita della parete in frana. La strada per ora resta chiusa al km. 2,8.“Salvo sorprese” aveva detto ieri Nino Oliveri, consigliere delegato della Città metropolitana, a proposito dei primi interventi d’emergenza sul versante per riaprire la provinciale 23 della Scoglina e le sorprese, negative, sono purtroppo arrivate dal sopralluogo in parete dei tecnici della viabilità con l’impresa che avrebbe dovuto sganciare i materiali pericolanti.

Il Consiglio metropolitano ha votato lo schema dell’atto,  ma il sindaco e il consigliere delegato Buccilli molto critici sull’impianto, in aula e nell’incontro con le organizzazioni sindacali.

Il reportage del programma della Città metropolitana sulle azioni e i sopralluoghi  con i sindaci e i tecnici per affrontare la nuova emergenza frane sulla provinciale 23 a Lorsica.Il nuovo muro a protezione della provinciale 586 a Carasco è pronto. Completato dalla Città metropolitana, che l’ha cofinanziato con la Regione, sul tratto dove nel 2015 la strada tra le valli Fontanabuona, Sturla e Aveto era stata chiusa più volte per le frane e i massi pericolanti.

Veloce intesa istituzionale nell’incontro fra la Città metropolitana e i Comuni per ridurre i rischi e riaprire al più presto il transito. Già avviate le operazioni per sganciare macigni e grossi ceppi pericolanti sulla parete sopra la carreggiata.Prima l’emergenza da affrontare e risolvere subito, poi la ricerca di una soluzione definitiva per mettere in sicurezza la provinciale 23 della Scoglina a Lorsica.

Dal 7 marzo al 8 aprile fra i km. 13,7 e 13,9 della strada per la realizzazione di un muro di sostegno in cemento armato sotto la carreggiata.Cantiere con semafori dal 7 marzo al 8 aprile prossimi fra i km. 13,7 e 13,9 della provinciale 333 a Tribogna, per la costruzione di un nuovo muro di sostegno in cemento armato sotto la carreggiata. I semafori all’altezza dei lavori saranno sempre in funzione per tutto il periodo indicato.

Al km. 6,4 della strada dal 15 febbraio al 18 marzo “ma cercheremo di ridurre il più possibile disagi e durata dei lavori” dice il consigliere delegato Nino Oliveri della Città metropolitana. Via ai lavori per consolidare la carreggiata al km. 6,4 della provinciale 71 del Monte Cornua nel Comune di Sori, con chiusura al transito all'altezza del cantiere prevista dal 15 febbraio al 18 marzo prossimi.

Per la ricostruzione della parte franata della carreggiata al km. 3,4 con un nuovo muro cellulare sotto la scarpata. “Un intervento importante e necessario che conferma il nostro impegno sul territorio” dice il consigliere delegato OliveriPartiti i lavori della Città metropolitana di Genova sulla provinciale 69 delle Capanne di Marcarolo dove le alluvioni avevano fatto franare la metà a valle della carreggiata al km. 3,4 nel Comune di Campo Ligure.

 Squadre e mezzi meccanici della Città metropolitana, subito intervenuti, hanno lavorato  tutta la notte e questa mattina per liberare la carreggiata e riaprire il transito.Febbraio come novembre e ieri sera alle 22 il maltempo ha provocato anche una grossa frana sulla provinciale 42 di Romaggi, al km. 4,950 nel Comune di San Colombano Certenoli che ha abbattuto sulla carreggiata oltre 70 metri cubi di pietre, rocce e terra.

Fra Regione Liguria, Città metropolitana e Comune di Lorsica. Fondi regionali dalle accise e cofinanziamento della Città metropolitana che ha inserito come priorità urgenti gli interventi necessari che saranno avviati dal Comune di Lorsica.Piena intesa fra Regione, Città metropolitana di Genova e Comune di Lorsica sul finanziamento degli interventi per mettere in sicurezza la provinciale 23 della Scoglina al km.

Nel videoservizio del programma Tabloid l’azione dell’Ente sulle strade, dall’allerta meteo che a fine febbraio ha portato molta neve nelle vallate ai lavori di ripristino su due provinciali colpite dalle alluvioni.70 centimetri a Casa del Romano e al Tomarlo, 60 sul Faiallo,  40 centimetri a Santo Stefano d’Aveto e a Tiglieto, con un manto tra i 20 e i 30 in Val Trebbia e di 20 centimetri in Valle Stura e nelle altre zone interne.

La gara del 28 febbraio, organizzata dall’associazione Marina Sporting Porto turistico 60 e autorizzata dalla Città metropolitana, si svolgerà dalle 9.30 alle 12 con un anello al 90% sterrato nei Comuni di Lavagna, Cogorno e Sestri Levante.Un anello di 20,66 chilometri fra Lavagna, Cogorno e Sestri Levante, con il 90% del percorso in sterrato.

L’ente si è  messo a disposizione del Comune di Arenzano e segue la situazione con il consigliere delegato Nino Oliveri, in contatto con il sindaco Marco Doria.Anche la Città metropolitana di Genova è pronta a dare supporto ad Arenzano per la drammatica emergenza della frana che questa mattina si è abbattuta sulla strada statale Aurelia ferendo due persone.L’Ente con il consigliere delegato Nino Oliveri che segue la situazione in contatto con il sindaco Marco Doria ha offerto all’amministrazione comunale di Arenzano piena disponibilità  a fornire, se necessario e nel pieno rispetto delle co

Nel videoservizio del programma della Città metropolitana di Genova gli interventi appena realizzati sulle provinciali della Capanne di Marcarolo, di Creto e del Monte Cornua.Dall’Appennino al Golfo Paradiso.

La Sp 23 della Scoglina, dove il 12 febbraio era caduta al km 2,8 una grossa frana, è stata riaperta dopo i lavori di sgombero e messa in sicurezza progettati ed eseguiti dalla Città metropolitana di Genova.

La “classicissima di primavera” entrerà nel territorio metropolitano genovese dalla Valle Stura salendo al Turchino sulla SP 456 e dopo 10 chilometri di discesa toccherà Voltri, attraversando poi Arenzano e Cogoleto verso la costa savonese e imperiese.

Gli spazzaneve dell’Ente metropolitano genovese, in azione dalle cinque di questa mattina stanno sgombrando anche il tratto piemontese della strada rispondendo alla richiesta della Provincia di Alessandria in difficoltà per questi interventi.Spazzaneve della Città metropolitana di Genova in azione dalle 5 di questa mattina sulle strade provinciali, soprattutto delle Valli Stura e  Scrivia dove continua a cadere neve “pesante e ghiacciata” dicono gli operatori che proseguono gli interventi coordinati dal consigliere delegato Nino Oliveri e dallo staff tecnico della viabilità dell’Ente.

A senso unico alternato con semafori. “Rispettato l’impegno con il territorio” dice il consigliere delegato Nino Oliveri della Città metropolitana.

Dopo il rinvio per l'allerta meteo del 7 febbraio scorso, il 13 marzo ritorna con l'undicesima edizione la gara internazionale tra Santa Margherita e Portofino sulla provinciale 227. Ritorna domenica 13 marzo, un mese dopo il rinvio del 7 febbraio scorso per l’allerta meteo, la ‘Mezza Maratona Internazionale delle Due Perle’ organizzata dalla società sportiva Atletica Due Perle, autorizzata dalla Città metropolitana di Genova per il percorso sulla strada provinciale costiera 227 con chiusura al transito per la competizione disposta dalla Prefettura fra le 7.30 e le 10.45.

Dalle 12 si potrà di nuovo circolare a senso unico alternato con semafori. “Abbiamo rispettato l’impegno sui tempi che ci eravamo assunti con il territorio” dice il consigliere delegato Nino Oliveri della Città metropolitana.Sono stati rimossi circa 750 metri cubi di pezzi di roccia, grosse pietre e terre, pari a 1.300 tonnellate di materiali instabili, dalla parete a picco della provinciale 23 della Scoglina a Lorsica.

Il consigliere delegato della Città metropolitana ha partecipato al sopralluogo sulla provinciale 23 con l’assessore Giampedrone e il consigliere Muzio della Regione e il sindaco di Lorsica De Ferrari.

Il provvedimento sarà in vigore continuativamente dal 30 marzo al 30 aprile per eseguire lavori di ripristino della barriera stradale.  La Città metropolitana di Genova istituisce un senso unico alternato regolato da semaforo mobile, continuativamente dal 30 marzo al 30 aprile, fra il km 8,350 e il km 8,4 della Sp. 225 della Valfontanabuona, in comune di San Colombano Certenoli, per eseguire lavori di ripristino della barriera stradale.   

Da sedici ore uomini e mezzi della Città metropolitana sono al lavoro al km. 2,8 per demolire e rimuovere i macigni e bonificare il versante.C’era anche un macigno enorme, da settanta metri cubi, nella frana di massi, pietre e terra che ieri sera alle 21 si è abbattuta dal versante sulla carreggiata della provinciale 75 del Penna al km. 2,8 nel Comune di Santo Stefano d’Aveto.

Con obbligo di rispettare una distanza di almeno 80 metri fra i veicoli, fino al ripristino delle condizioni di sicurezza delle delimitazioni marginali in condizioni precarie.Limite di velocità di 30 chilometri all'ora con obbligo di mantenere una distanza di almeno ottanta metri fra i veicoli sull'antico ponte fra i km.

Dal 2 maggio al 2 novembre prossimi su tratti compresi fra i km. 31,570 e 35,396 per realizzazione del nuovo acquedotto e opere di trattamento dei reflui del Comune di Isola del Cantone. Transito a senso unico alternato con semafori dal 2 maggio al 2 novembre prossimi a tratti saltuari fra i km. 31,570 e 35,396 della provinciale 35 dei Giovi, nei Comuni di Ronco Scrivia e Isola del Cantone.

Il provvedimento adottato per la SP 41 dalla Città metropolitana di Genova e richiesto anche dall'Unione dei Comuni delle Valli Stura, Orba e Leira entra in vigore da oggi. 

Dal 4 al 20 maggio prossimi a tratti saltuari sui primi 1.100 metri e fra i km. 4 e 5 della strada provinciale.Bitumature della Città metropolitana di Genova con transito a senso unico alternato regolato da semafori sulla provinciale 33 di San Salvatore, a tratti saltuari lungo i primi 1.100 metri e fra i km. 4 e 5 della strada, nei Comuni di Cogorno e Carasco. Il provvedimento sarà in vigore dal 4 al 20 maggio prossimi e i semafori all’altezza dei cantieri saranno sempre in funzione durante il periodo indicato.

Dalle 22 di giovedì 21 alle 4 di venerdì 22 aprile fra i km. 0,800 e 0,900 nella località Lagolocchio del Comune di Campomorone, per movimentare materiali con autogru.

Domenica la 34^ edizione della gara nazionale automobilistica organizzata dalla Scuderia Valpolcevera e autorizzata dalla Città Metropolitana con chiusura al transito sulla SP 35 fra Ponterosso e il Passo dei Giovi disposta dalla Prefettura.Start numero 34, domenica 1^ maggio per una grande classica dello sport al volante: la gara nazionale di Slalom in salita Mignanego – Giovi a cura della Scuderia Valpolcevera Organizzazioni e autorizzata dalla Città metropolitana di Genova.La competizione automobilistica si svolgerà sulla provinciale 35, fra Ponterosso e il passo dei Giovi, nel Comune di

Completati gli interventi di ripristino della Città metropolitana al km.13,8 della strada. Interventi di ripristino e consolidamento della Città metropolitana di Genova conclusi e carreggiata di nuovo percorribile in tutta la larghezza. Finisce quindi il senso unico alternato  al km. 13,8 della provinciale 333 nel Comune di Uscio, istituito dopo una frana.

Dal 4 al 13 maggio prossimi nei giorni feriali lungo gli ultimi 1.400 metri della strada provinciale, nel Comune di Portofino.Cantiere per la manutenzione dei parapetti in muratura con transito a senso unico alternato regolato da semafori nei giorni feriali lungo gli ultimi 1.400 metri della strada provinciale 227 (fra i km. 6,310 e 7,710 nel Comune di Portofino) dal 4 al 13 maggio prossimi. I semafori all’altezza dei lavori saranno in funzione continuativamente dal lunedì al venerdì.

Il provvedimento viabilistico della Città metropolitana sarà in vigore all'altezza del km 8 della strada, per lavori di consolidamento del corpo stradale.  Lunedì 30 maggio fra le 9 e le 17 sarà interrotta la circolazione veicolare al km 8 della Sp n. 48 del Fregarolo, in comune di Fontanigorda, per l'esecuzione di lavori di consolidamento del corpo stradale.    

La sospensione della circolazione al km 2,8 della strada, per la rimozione dei new jersey da parte dell'azienda che per conto del comune di Lorsica sta consolidando il pendio franato.  La circolazione sulla Sp n. 23 della Scoglina sarà interrotta domani, venerdì 13 maggio, dalle 9 alle 15, all'altezza del km 2,8, ovvero nel punto in cui cadde la frana alcune settimane fa, per permettere all'azienda che per conto del comune di Lorsica sta eseguendo i lavori di consolidamento del pendio franato un intervento di rimozione delle barriere new jersey.

Per esigenze operative di cantiere la chiusura al transito dalle 8 alle 17 per la sistemazione delle strutture paramassi sul versante è stata  rinviata con lo stesso orario al 9 maggio. Stesso orario, ma per esigenze operative del cantiere cambia il giorno per la seconda chiusura sulla provinciale 23 della Scoglina al km. 2,8 nel Comune di Lorsica per l'ancoraggio dei montanti delle reti paramassi sul versante che sovrasta la strada: come comunicano i servizi tecnici della Città  metropolitana di Genova la chiusura al transito sarà in vigore lunedì 9 maggio anziché domani, venerdì 6.

Al sindaco metropolitano di Genova il Ministero ha risposto che da parte di Anas “è in corso la definizione delle modalità operative con cui porre in atto l’appalto”.Gli interventi per rimettere in sicurezza e riaprire la statale Aurelia ad Arenzano dopo la frana del 19 marzo “sono di assoluta urgenza per il territorio” ha ribadito il sindaco metropolitano Marco Doria al Ministero delle Infrastrutture.La risposta è stata che “è in corso la definizione delle modalità operative con cui porre in atto l’appalto” da parte di Anas che fino ai giorni scorsi però "non era ancora autorizzata a inter

Dal 10 al 20 maggio prossimi nei giorni feriali, a tratti saltuari fra i km. 7 e 11,800 della provinciale della Fontanabuona.Nuove asfaltature per ripristinare la pavimentazione su tratti della provinciale 225 della Fontanabuona compresi fra i km. 7 e 11,800 della strada, nel Comune di San Colombano Certenoli. Per le esigenze operative di questi interventi la Città metropolitana di Genova ha istituito nei giorni feriali dal 10 al 20 maggio prossimi, un senso unico alternato regolato da semafori che saranno in funzione dal lunedì al venerdì nell’orario 8-18.

Dalle 22 di questa sera alle 2 di domani, martedì 17 maggio, fra i km. 0,900 e 1 della provinciale, su richiesta dell’impresa Vernazza Autogrù per il sollevamento di una gru automontante.Chiusura notturna della circolazione per quattro ore su un tratto di cento metri della provinciale 31 di San Martino di Noceto (fra i km. 0,900 e 1 nel Comune di Camogli) dalle 22 di questa sera alle 2 di domani, martedì 17 maggio. Il provvedimento è stato richiesto alla Città metropolitana di Genova dall’impresa Vernazza Autogrù per svolgere le operazioni di sollevamento di una gru automontante.

Domani e venerdì al km. 11,4 della provinciale per manutenzione e svuotamento delle reti paramassi.Transito a senso unico alternato con semafori domani 19 e venerdì 20 maggio sulla provinciale 333 all'altezza del km. 11,4, nel Comune di Uscio, per interventi sul versante di manutenzione e svuotamento delle reti paramassi.Nei due giorni dei lavori i semafori saranno sempre in funzione.

Si correrà l’8 maggio organizzata dall’associazione Marina Sporting Porto turistico 60 e autorizzata dalla Città metropolitana, dalle 9.30 alle 12 con un anello al 90% sterrato nei Comuni di Lavagna, Cogorno e Sestri Levante. Percorso ad anello di 20,66 chilometri, il 90% in sterrato, fra Lavagna, Cogorno e Sestri Levante per la Marina Trail.

Lungo un tratto di cento metri (fra i km. 0,800 e 0,900) nella località Lagolocchio dalle 22 di questa sera alle 4 di domani per posizionare materiali con un’autogrù. Passaggio comunque garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Chiusa 6 ore la prossima notte (dalle 22 di questa sera alle 4 di domani, mercoledì 18 maggio) la provinciale 6 di Isoverde lungo un tratto di cento metri fra i km. 0,800 e 0,900 all’altezza della località Lagolocchio del Comune di Campomorone.

In orario di cantiere, dalle 8 alle 17, al km. 2,8 della provinciale nel Comune di Lorsica, per motivi di sicurezza durante l’ancoraggio alla parete dei montanti per la nuova struttura di protezione.Ultimo, fondamentale, capitolo per la messa in sicurezza della provinciale 23 della Scoglina al km. 2,8 nel Comune di Lorsica: l’arrivo e l’ancoraggio dei montanti per le reti paramassi sul ripido versante roccioso che sovrasta la strada che impegneranno le giornate di domani, giovedì 5, e venerdì 6 maggio.

Completati gli interventi sul versante e rimosse le barriere in new-jersey dalla strada al km. 2,8 la provinciale 23 della Scoglina è di nuovo aperta senza più limitazioni di transito.Quaranta metri di reti paramassi, alte cinque metri e mezzo e rette da pali d’acciaio sul , preventivamente bonificato da oltre 750 metri cubi di rocce e materiali instabili, proteggono la provinciale della Scoglina al km. 2,8 nel Comune di Lorsica.

Dalle 22 di domani alle 2 di mercoledì 1^ giugno, fra i km. 0,900 e 1 della provinciale, su richiesta dell’impresa Vernazza Autogrù per operazioni di sollevamento con una gru automontante. Tratto chiuso di notte per quattro ore sulla provinciale 31 di San Martino di Noceto (fra i km. 0,900 e 1) nel Comune di Camogli.Il provvedimento sarà in vigore dalle 22 di domani alle 2 di mercoledì 1^ giugno ed è stato richiesto alla Città metropolitana di Genova dall’impresa Vernazza Autogrù per operazioni di sollevamento con una gru automontante.

Il provvedimento della Città metropolitana di Genova sarà in vigore da domani sui tratti fuori dall’abitato della strada, nel Comune di Castiglione Chiavarese. Velocità massima di 40 chilometri all’ora sulla provinciale di Velva nel Comune di Castiglione Chiavarese. Il provvedimento della Città metropolitana di Genova entrerà in vigore da domani - 27 maggio - e riguarda, per 2.200 metri complessivi, i tratti al di fuori dei centri abitati, ossia i primi 1,411 chilometri e poi gli ultimi 800 metri ( fra i km.3,165 e 3,958) della strada.

In vigore da domani sui tratti extraurbani, in analogia alla recente analoga ordinanza del Comune di Moneglia per i centri abitati.Provinciale 55 di Moneglia vietata da domani ad autotreni, autoarticolati e autosnodati su tutto il percorso della tortuosa strada che sul lato a levante di Moneglia risale i monti per collegarsi con l'Aurelia sul Bracco.

Il sindaco metropolitano di Genova in una nota  chiede al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti di “farsi carico personalmente di risolvere la questione” avviando con urgenza gli interventi per riaprire la statale.A settantasei giorni dalla drammatica frana fra Voltri e Arenzano sulla statale Aurelia gli interventi dell’Anas per mettere in sicurezza e riaprire questo collegamento assolutamente vitale per il territorio non sono ancora partiti.

Il provvedimento in vigore da domani, dal lunedì al sabato, per l'esecuzione di sondaggi.  Senso unico alternato regolato da semaforo mobile da domani giovedì 16 giugno al prossimo 15 luglio, dal lunedì al sabato con orario continuativo, fra il km 0,440 e il km 2,530 della Sp n. 7 della Castagnola, a tratti saltuari, in comune di Ronco Scrivia, per l'esecuzione di sondaggi.   

Sei ore di interruzione (dalle 22 alle 4) al km 0,8, per posizionare materiali con un’autogru.  Circolazione veicolare interrotta per sei ore domani notte, dalle 22 di martedì 14 alle 4 di mercoledì 15, al km 0,8 della SP 6 di Isoverde, in località Lagolocchio in comune di Campomorone, per posizionare materiali con autogru.    

Finanziano con bando di gara il taglio di erba e piante e la pulizia delle cunette su 400 chilometri di rete viaria, lungo tutto il percorso di 47 strade. “Facciamo ripartire – dice Nino Oliveri – interventi fondamentali per la sicurezza stradale”.Da Cogoleto a Moneglia, dalla Valle Stura alla Val d’Aveto la Città metropolitana di Genova dà il via al taglio di erba e arbusti e alla pulizia delle cunette lungo tutto il tracciato di 47 strade provinciali, su 400 chilometri della sua rete viaria.

Interruzione all'altezza del km 3,260 per mettere a dimora alcuni alberi con autogru.    Chiusura di due ore, domani mattina, della Sp. n. 39 di Santa Margherita Ligure: la strada sarà interrotta alla circolazione dalle 4 alle 6 all'altezza del km 3,260 (via San Lorenzo, civico 18), in comune di Santa Margherita, per mettere a dimora di alcuni alberi con autogru.

Il provvedimento della Città metropolitana di Genova sarà in vigore da domani e istituisce anche il limite dei 50 km orari sul tratto extraurbano a valle, in conformità a quello già esistente nei due centri abitati dei Comuni di Carasco e Ne.La velocità massima si abbassa anche in Val Graveglia: sulla provinciale 26, dalla fine dell’abitato di Conscenti ai 1.080 metri di quota del Biscia (dove termina la competenza metropolitana sulla strada che dal passo scende poi nello spezzino) non si potranno superare i 40 km all’ora.

Sono quelle della Guardia, di Livellato, di Santo Stefano di Larvego e dei Piani di Praglia nei Comuni di Ceranesi e Campomorone dove il nuovo limite istituito dalla Città metropolitana di Genova sarà in vigore da domani. Si abbassa la velocità massima su quattro strade provinciali dell’Alta Val Polcevera dove da domani, 31 maggio, non si potranno superare i 40 km all’ora.

Sino al 2 novembre prossimo, su richiesta dell'impresa COSME per esigenze di cantiere legate alla realizzazione del nuovo acquedotto e trattamento dei reflui.Semafori accesi anche la domenica sino al prossimo 2 novembre sul senso unico alternato già in vigore su tratti compresi fra i km. 31,570 e 35,396 della provinciale 35 dei Giovi (nei Comuni di Ronco Scrivia e Isola del Cantone).

Sei ore di interruzione (dalle 22 alle 4 del giorno successivo) per due notti consecutive, per rimuovere materiali con un'autogru.  Circolazione veicolare interrotta domani notte e giovedì notte dalle 22 alle 4 del giorno successivo al km 0,8 della SP 6 di Isoverde, in località Lagolocchio in comune di Campomorone, per rimuovere materiali con autogru.    

Il limite di velocità istituito dalla Città metropolitana di Genova sarà in vigore da domani sul tratto fuori dall’abitato della strada.Velocità massima di 40 km all’ora, come sulla provinciale di Velva, anche sulla SP 36 di Carro, nel Comune di Castiglione Chiavarese. Il provvedimento della Città metropolitana di Genova entrerà in vigore da domani, 31 maggio, e riguarda i circa 900 metri al di fuori dell’abitato di Velva, ossia dal km. 0,675 al km. 1,554 dove finisce il tratto metropolitano della strada.

Traffico veicolare vietato nel primo tratto dalle 7.30 e le 19.30. Sabato 4 giugno dalle 7.30 alle 19.30, per permettere le sistemazione dei gazebo espositivi del mercato degli ambulanti di Forte dei Marmi, la Sp. n. 38 di Novano, in comune di Casarza Ligure, sarà chiusa al traffico veicolare nel tratto dall'innesto con la Sp. n. 523 del Colle di Cento Croci fino a circa 100 metri dall'incrocio della via Provinciale per Novano con piazza A. Moro e via Gramsci (primo accesso a destra dopo la rotonda con direzione di marcia centro Casarza-Novano). 

Marcia obbligata verso Casarza Ligure dalle 19 alle 24, dal km 7 al km 9.  Senso unico sulla Sp n. 44 di Santa Vittoria di Libiola, tra il km 7 e il km 9 in direzione Casarza Ligure (nei comuni di Sestri Levante e Casarza Ligure), nei giorni 1, 2 e 3 luglio dalle 19 alle 24, per disciplinare il traffico in occasione della Sagra delle lumache, che si svolgerà nell'omonima frazione.  

Nelle immagini del programma della Città metropolitana il via al taglio di erba e piante sulle strade della Città metropolitana di Genova che ha stanziato 250.000 euro per integrare con appalti esterni gli interventi con personale e mezzi propri.400 chilometri affidati con gare a ditte private e 600 alle proprie squadre e mezzi meccanici. La Città metropolitana di Genova ha dato il via sulla sua rete viaria al taglio di erba, piante e pulizia delle cunette, molto importanti per la sicurezza perché la vegetazione incolta restringe la carreggiata, limita la visuale e aumenta i rischi.

Il divieto di circolazione sarà in vigore fra il km 15,3 e il km 16,2, per eseguire lavori di pavimentazione. Strada alternativa via Baranzuolo.  Temporanea interruzione della circolazione veicolare, nei giorni 4, 5 e 6 luglio dalle 7.30 alle 18.30, fra il km 15,3 e il km 16,2 della Sp. n. 42 di Romaggi, in comune di San Colombano Certenoli, per eseguire lavori di pavimentazione.  Il percorso alternativo è via Baranzuolo, che collega Villagrande di Cichero al km 16,3 della Sp. n. 42.   

Il provvedimento è in vigore continuativamente fra il km 3 e il km 4, per eseguire lavori di scavo per la posa di un tubo.   Un senso unico alternato regolato da semaforo mobile è in vigore continuativamente da oggi al 13 agosto tra il km 3 e il km 4 della SP n. 26bis di Valmogliana, nei comuni di Borzonasca e Mezzanego, per eseguire lavori di scavo per la posa di un tubo.     

Dalle 22 del 4 luglio alle 6 del 5 luglio fra i km. 9,500 e 9,550, per lavori all'attraversamento della ferrovia Genova-Casella.Otto ore di stop notturno alla circolazione - dalle 22 del 4 luglio alle 6 del 5 luglio- su un tratto di cinquanta metri, fra i km. 9,500 e 9,550 della provinciale 2 di Sant'Olcese, a Tullo.

Il provvedimento resterà in vigore continuativamente fino alla fine dei lavori di ripristino della strada.  Un senso unico alternato regolato da semaforo mobile è in vigore da oggi fino al ripristino delle condizioni di viabilità fra il km 4,1 e il km 4,2 della Sp. 227 di Portofino, in comune di Santa Margherita Ligure, per eseguire lavori di ripristino del piano viabile.     

La Città metropolitana di Genova l’ha istituito sulle provinciali 48 Fregarolo, 83 di Pietranera, 17 di Fontanigorda e 18 Rovegno.Scende a 40 km all’ora la velocità massima su quattro strade provinciali della Val Trebbia.

Per un cedimento al km. 75,9  della provinciale e il provvedimento sarà in vigore sino al ripristino delle normali condizioni di transitabilità.Circolazione a senso unico alternato a vista, senza semafori, al km. 75,9 della provinciale 654 della Val di Nure nel Comune di Santo Stefano d'Aveto. Il provvedimento è stato istituito dalla Città metropolitana di Genova per un cedimento della carreggiata e sarà in vigore sino al ripristino delle normali condizioni di transitabilità.

Martedì 5 luglio, dalle 19 alle 24  il tratto fra i km. 2,8 e 3,4 potrà essere percorso solo verso monte, mentre la corsia in verso valle sarà chiusa, con deviazione sulla viabilità comunale.Serata gastronomica a senso unico sulla provinciale 26 della Valgraveglia a Conscenti di Ne. Martedì 5 luglio per la manifestazione Val Graveglia a Tavola nell’area verde Sandro Pertini dalle 19 alle 24 il tratto fra i km. 2,8 e 3,4 sarà infatti percorribile soltanto a salire, sulla corsia a monte, mentre la corsia sul lato del fiume sarà chiusa e destinata alla sosta dei veicoli.

Nelle tre serate da domani a domenica 3 luglio, sempre dalle 18 alle 24, sarà chiusa la corsia verso valle della provinciale, nel tratto fra l’incrocio con via al Campanile a quello con la comunale 49, con deviazione del transito sulla viabilità municipale.Il gusto sposta anche il traffico a Cogorno nel weekend dedicato al “Re Raviolo” con la tredicesima edizione di Cogorno in festa.

Dalle 22 di questa sera alle 5 di domani fra i km. 0,800 e 0,900 nella località Lagolocchio per la gettata di calcestruzzo del cordolo del nuovo muro. Chiusa 7 ore la prossima notte (dalle 22 di questa sera alle 5 di domani, martedì 21 maggio) la provinciale 6 di Isoverde lungo un tratto di cento metri fra i km. 0,800 e 0,900 all’altezza della località Lagolocchio del Comune di Campomorone.

Lavori terminati, revocato il provvedimento viabilistico fra il km 4,1 e il km 4,2.  Terminati i lavori di ripristino del piano viabile, è stato tolto il senso unico alternato che dal 28 giugno vigeva tra il km 4,1 e il km 4,2 della Sp 227 di Portofino, in comune di Santa Margherita Ligure.    

Con 19 “superi” orari complessivi registrati ieri pomeriggio dalle centraline della Città metropolitana di Genova, il cui centro operativo invita a limitare le esposizioni all’aria aperta per anziani, bambini e persone con problemi respiratori.L’ozono non va in ferie e risale oltre i limiti in tutta Genova. Questo gas ieri pomeriggio ha fatto registrare infatti complessivamente ben diciannove sforamenti del limite dei 180 microgrammi per metro cubo (la soglia d’informazione alla cittadinanza) alle centraline genovesi della Città metropolitana all’Acquasola, a Quarto, in corso Firenze e sull

Dalle 22 di martedì 2 agosto alle 2 di mercoledì 3 fra i km. 0,8 e 0,9 a Lagolocchio nel Comune di Campomorone per lavori di adeguamento. Transito comunque garantito ai mezzi di soccorso o di emergenza. Chiusura notturna di 4 ore (dalle 22 di martedì 2 agosto alle 2 di mercoledì) sulla provinciale 6 di Isoverde fra i km. 0,800 e 0,900 all’altezza della località Lagolocchio nel Comune di Campomorone.

La Città metropolitana di Genova ha approvato il progetto esecutivo e avviato le procedure per appaltare i lavori, cofinanziati dallo stesso Ente, dalla Regione e dal Comune di Mezzanego per un totale di 474.000 euro.
Completamento dei marciapiedi esistenti a Prati di Mezzanego per la sicurezza dei pedoni e del transito e più a valle nuovi tratti di cordoli in cemento armato con guard-rail per mettere in sicurezza anche il ciglio stradale.

Martedì 9 agosto l'agente inquinante ha superato la ‘soglia di informazione alla popolazione’ di 180 µg/m3 fra l'1 e le 4 di notte nel quartiere di Castelletto. L’inquinamento da ozono si è concentrato ieri, martedì 9 agosto, in corso Firenze a Genova nelle ore notturne: le centraline della rete di monitoraggio dell'inquinamento della Città metropolitana di Genova, infatti, hanno registrato nella sola postazione di Castelletto concentrazioni in atmosfera di O3 superiori alla ‘soglia di informazione alla popolazione’ di 180 µg/m3, e precisamente dall'1 alle 4 di notte, con picco di 206 µg/m3

Dopo la rottura, sabato scorso, di una grossa tubazione idrica a 14 atmosfere sotto la carreggiata al km. 2,4 della provinciale 6 di Isoverde.Cantiere per il ripristino della condotta e della strada con senso unico alternato regolato da semafori al km. 2,4 della provinciale 6 di Isoverde nel Comune di Campomorone dove sabato scorso si era verificata la rottura di una grossa tubazione idrica a 14 atmosfere sotto la carreggiata, "frantumata da un violentissimo getto d'acqua che ha sfiorato i venti metri d'altezza" dicono i tecnici della Città metropolitana.

Nella seduta convocata per domani alle 16 dal sindaco Marco Doria nel salone consiliare della Città metropolitana di Genova a Palazzo Doria Spinola.Riunione del Consiglio metropolitano di Genova, convocato per domani 27 luglio alle 16 dal sindaco Marco Doria nel salone consiliare della Città metropolitana di Genova a Palazzo Doria Spinola (largo Eros Lanfranco).All'ordine del giorno della seduta una variazione al bilancio 2016/18, il Documento unico di programmazione (Dup) 2017/19 che indica le linee per la programmazione delle attività e delle risorse necessarie per lo svolgimento delle fu

Cinque sforamenti per questo gas registrati nel pomeriggio di ieri dalle centraline della Città metropolitana di Genova all'Acquasola e in corso Firenze. Limitare l'esposizione all'aria aperta per bambini, anziani e persone con problemi respiratori.

Lungo i primi 200 metri della provinciale di Santo Stefano di Larvego, sino al 5 agosto prossimo per lavori di sistemazione e allargamento della carreggiata.Senso unico alternato con semafori all'imbocco della provinciale 50 di Santo Stefano di Larvego, nel Comune di Campomorone per lavori di sistemazione e allargamento della carreggiata lungo i primi 200 metri della strada.Il provvedimento, richiesto alla Città metropolitana dall'impresa esecutrice dei lavori (Polistrade Costruzioni Generali spa di Campi Bisenzio) sarà in vigore sino al prossimo 5 agosto, con semafori sempre accesi all'alt

La limitazione alla circolazione sarà in vigore nei tre giorni dalle 18.30 alle 23 circa, in località Villa Montedomenico, in occasione delle manifestazioni organizzate dal circolo Acli.  Sabato 13, domenica 14 e lunedì 15 agosto, dalle 18,30 alle 23 circa, sarà in vigore un senso unico alternato regolato da movieri lungo la Sp n. 88 di Montedomenico, in località Villa Montedomenico, nel tratto dal civico 22 (Loc. Rocchette) al bivio Montedomenico Alto - Frisolino (Loc.

Realizzerà due cordoli con nuovi guard-rail e un muro a valle in cemento armato dopo i primi duecento metri della strada, dove le alluvioni di fine 2014 avevano provocato il cedimento della parte a valle della carreggiata. Limiti di transito durante i lavori.

34 quelli di ieri rispetto ai 19 del giorno prima registrati dalle centraline della Città metropolitana di Genova, il cui centro operativo invita a limitare le esposizioni all’aria aperta per anziani, bambini e persone con problemi respiratori.Fine settimana di Ferragosto con l’ozono oltre i limiti in tutta Genova e anche sui Giovi.

Il provvedimento sarà in vigore domani dalle 17 fra i civici 62 e 130 di via Vittorio Annuti.  In occasione della manifestazione 'Street Food & Music Festival', che si svolgerà domani 12 luglio lungo la Sp. 523 del Colle di Centro Croci, in via Vittorio Annuti in comune di Casarza Ligure, la circolazione veicolare sarà interrotta dalle 17 di martedì 12 luglio all'1 di mercoledì 13 luglio sulla stessa via Vittorio Annuti dal civ. 62 (incrocio con via De Gasperi) al civ. 130 (incrocio con via Primo Maggio).  

L’agente inquinante ha superato la ‘soglia di informazione alla popolazione’ di 180 µg/m3 fra le 15 e le 16.  Modesto e breve superamento, ieri martedì 6 settembre in corso Firenze a Genova, della ‘soglia di informazione alla popolazione’ di 180 µg/m3 della concentrazione di ozono in atmosfera: la locale centralina di rilevamento dell’inquinamento della Città metropolitana di Genova ha infatti registrato fra le 15 e le 16 un valore di 184 µg/m3.

Dal 22 agosto al 25 novembre prossimi per lavori eseguiti dall’impresa MI-RA srl per conto di COCIV, il consorzio incaricato della realizzazione del Terzo Valico ferroviario. Possibili su un tratto anche brevi chiusure della circolazione.Transito a senso unico alternato con semafori sempre in funzione dal 22 agosto al 25 novembre prossimi fra i km. 3,841 e 4,626 della provinciale 6 di Isoverde, nel Comune di Campomorone.

Da domani 19 settembre sui tratti esterni ai centri abitati delle Sp. 8, 10, 11, 12, 46, 47, 61, 63, 81 e 84.  La Città metropolitana di Genova istituisce da lunedì 19 settembre il limite massimo di velocità di 40 km/h lungo i seguenti tratti di strade provinciali correnti all'esterno di centri abitati: sulla Sp. 8 di Vobbia all'esterno dei centri abitati dei comuni di Isola del Cantone e Vobbia, ovvero dal km 1,577 (fine del centro abitato di Isola del Cantone) al km 12,617 (fine della strada provinciale);sulla Sp.

Ieri le centraline della Città metropolitana di Genova hanno segnalato 21 superamenti orari del gas. Il centro operativo metropolitano invita a limitare le esposizioni all'aria aperta per bambini, anziani e persone con problemi respiratori. Sotto il gran sole di inizio settembre l'ozono continua a superare il limite dei 180 microgrammi per metro cubo (soglia di informazione per la popolazione) in tutta la città.

Il trofeo Aquile di Valbrevenna domenica 4 settembre, organizzato dall’U.S.

Marco Doria approfondisce gli assi del progetto, a partire dalle scuole superiori come fulcro di riqualificazione e inclusione delle periferie di Genova e delle Valli Polcevera, Scrivia e Stura, che prevede interventi per 40 milioni, anche per strade metropolitane e servizi per i Comuni.Oltre 16 milioni di euro per le scuole superiori; 14,6 per le strade metropolitane; 6,3 per scuole e servizi nei Comuni e 2,9 per la riduzione dei rischi idrogeologici.

I provvedimenti interessano i primi 500 metri della Sp 9 di Crocefieschi e 3 km della Sp 35 dei Giovi.  Per eseguire lavori di ripristino del manto stradale, da lunedì 19 a venerdì 30 settembre, dal lunedì al venerdì dalle 7 alle 18, saranno in vigore sensi unici alternati regolati da semafori mobili, a tratti saltuari, sulla Sp 9 di Crocefieschi, tra il km 0 e il km 0,5, in comune di Busalla, e sulla Sp 35 dei Giovi, tra il km 23 e il km 26, nei comuni di Busalla e Ronco Scrivia.   

Ieri le centraline della Città metropolitana di Genova hanno segnalato nuovi sforamenti del gas e le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare tornano favorevoli al ristagno degli inquinanti.Clima di nuovo molto caldo sotto il sole e l'ozono dopo un giorno di tregua risale oltre il limite dei 180 microgrammi per metro cubo, la soglia d'informazione alla popolazione.Ieri la rete di monitoraggio della Città metropolitana di Genova ha infatti registrato altri 13 sforamenti orari di questo gas:3 segnalati dalla centralina all'Acquasola dalle 17 alle 20 (con la media oraria massima di 196 ug/m3

Sette ore e mezza di interruzione per due notti (dalle 22 alle 5.30 del giorno successivo) per posare pannelli prefabbricati sul muraglione della strada.  Circolazione veicolare interrotta per due notti consecutive (fra giovedì 1 e venerdì 2 e fra venerdì 2 e sabato 3 settembre, dalle 22 alle 5.30) fra il km 0,8 e il km 0,9 della Sp n. 6 di Isoverde, in località Lagolocchio in comune di Campomorone, per la posa di pannelli prefabbricati per rivestimento di un muraglione della stessa strada, interessata da lavori di adeguamento nell'ambito del cantiere del Terzo valico ferroviario.

Interventi per 16 milioni nelle superiori che diventeranno 'civic center' con servizi, strutture, iniziative aperte. 14,5 milioni per le strade, 9 per gli interventi nei Comuni nel progetto dell'ente da 40 milioni per il Bando nazionale periferie. Dalle colonnine per bici e scooter elettrici ai sistemi per monitorare la formazione del ghiaccio sulle strade.

Il centro operativo, aperto a mezzanotte, ha ricevuto solo la segnalazione di una piccola frana sulla Sp 586 a Borzonasca, rapidamente rimossa.  Il Centro Operativo della Città metropolitana di Genova, aperto a mezzanotte in concomitanza con l'inizio dell'allerta meteo su tutta la Liguria per affrontare eventuali emergenze provocate dal maltempo, è stato chiuso alle 15 senza aver ricevuto nessuna segnalazione rilevante, fatta salva una piccola frana che ha investito metà carreggiata sulla SP 586 in località Borzonasca, sulla quale è stato effettuato un rapido intervento che ha permesso di t

 26 i “superi” orari di ieri registrati dalle centraline della Città metropolitana di Genova, il cui centro operativo invita a limitare le esposizioni all’aria aperta per anziani, bambini e persone con problemi respiratori.Il caldo è tanto, come l’ozono di nuovo oltre i limiti in tutta Genova.

Sulla provinciale 52 che sale al santuario del Monte Figogna il 29 agosto dalle 7 alle 20  sosta vietata fra i km. 7,080 e 7,810 sul lato a valle e su tre tratti (fra i km. 7,200 e 7,260 - 7,340 e 7,550 - 7,590 e 7,810) del lato a monte.

 Con cinque sforamenti orari registrati ieri dalle centraline all’Acquasola e in corso Firenze della Città metropolitana di Genova, il cui centro operativo invita a limitare le esposizioni all’aria aperta per anziani, bambini e persone con problemi respiratori.Ozono ancora oltre il limite dei 180 microgrammi per metro cubo (la soglia di informazione per la popolazione) anche se rispetto al giorno precedente per questo gas si riduce nettamente il numero di sforamenti.Sono stati cinque infatti quelli registrati ieri pomeriggio (erano 21 il giorno precedente) dalla rete di monitoraggio della C

L’agente inquinante ha superato la ‘soglia di informazione alla popolazione’ di 180 µg/m3 all’Acquasola, in corso Europa e in corso Firenze.  L'inconsueto caldo di inizio settembre, con temperature superiori ai 30 gradi, ha innalzato ieri giovedì 8 settembre la concentrazione dell'ozono nell'atmosfera della Città metropolitana di Genova: l'agente inquinante infatti, secondo i dati registrati dalle centraline dell'Ente collocate sia nel capoluogo sia sul resto del territorio, ha superato la ‘soglia di informazione alla popolazione’ di 180 µg/m3 complessivamente in tre punti per un totale di

Con 21 sforamenti orari registrati ieri dalle centraline della Città metropolitana di Genova, il cui centro operativo invita a limitare le esposizioni all’aria aperta per anziani, bambini e persone con problemi respiratori.Ozono sempre alto, con 21 superamenti orari registrati ieri dalle centraline della Città metropolitana di Genova all’Acquasola, a Quarto, in corso Firenze e sulle alture di Pegli oltre il limite dei 180 microgrammi per metro cubo (la soglia d’informazione alla cittadinanza).Sei gli sforamenti dell’ozono sulle alture di Pegli dove la centralina della Città metropolitana li

L'agente inquinante ha ripetutamente superato la 'soglia di informazione alla popolazione' di 180 µg/m3 all'Acquasola, in corso Firenze, a Pegli e ai Giovi.  Ieri mercoledì 24 agosto, giornata di sole cocente, l'ozono ha superato la 'soglia di informazione alla popolazione' di 180 µg/m3 in tutta la Città metropolitana di Genova: i dati registrati dalle centraline di rilevamento dell’inquinamento dell'Ente, collocate sia nel capoluogo che sul resto del territorio, hanno infatti rilevato 7 superamenti orari del limite in corso Firenze (dalle 14 alle 20 e poi dalle 22 alle 23, con punta più al

Ieri 13 i “superi” di questo gas rilevati dalle centraline della Città metropolitana di Genova all'Acquasola, in corso Firenze e sulle alture di Pegli. Le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare tornano però sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.Dai 34 di domenica ai 13 di Ferragosto. L'ozono resta alto, ma si riduce il numero degli sforamenti dei 180 microgrammi per metro cubo (la soglia di informazione per la popolazione).

Dalle 21 alle 5 nelle notti fra il 26 e il 27, fra il 27 e il 28 e fra il 28 e il 29 settembre dal km. 4,150 al km. 4,600  della provinciale, nel Comune di Campomorone, per lavori di allacciamento Terzo Valico.Chiuso al transito per tre notti un tratto della provinciale 6 di Isorverde, fra i km.

In corso le operazioni di sgombero delle carreggiate sulle provinciali 227 di Portofino, 77 di Boasi, 67 del Monte Fasce, 31 di San Martino di Noceto e 82 di Sant’Alberto. Continuano purtroppo a piovere alberi sulla rete viaria della Città metropolitana di Genova con interventi senza soste delle squadre e dei mezzi operativi dell’Ente e delle imprese esterne, in queste ore soprattutto a levante.Altre piante sradicate dalle bufere di vento si sono infatti abbattute sulla provinciale 227 di Portofino, sulla 77 di Boasi, sulla 31 di San Martino di Noceto (Rapallo), sulla 67 del Monte Fasce e n

Terminate le opere di consolidamento fra i km. 1,2 e 1,3 della strada, nel Comune di Campomorone, si circola di nuovo a tutta carreggiata.Interventi  conclusi con un nuovo muro a valle e fine dei semafori fra i km. 1,2 e 1,3 della provinciale 6 di Isoverde nel Comune di Campomorone.Completate le opere di ripristino e consolidamento della strada su questo tratto si circola nuovamente a tutta carreggiata.

A tratti saltuari con semafori o movieri nei feriali da domani al 30 novembre prossimo per la posa di cavidotti Enel e tubazioni dell'acquedotto nel Comune di Ronco Scrivia.Lavori e senso unico alternato nei feriali da domani al 30 novembre prossimo sulla provinciale 7 della Castagnola. Il provvedimento è stato istituito dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell'impresa Rinaldi s.a.s. di Cerreto Langhe per la posa di cavidotti dell'Enel e di tubazioni dell'acquedotto nel Comune di Ronco Scrivia.

L’unico tratto al momento chiuso è sulla provinciale 225 della Fontanabuona a San Colombano Certenoli, dove poco fa si sono abbattute altre piante. Squadre e mezzi della Città metropolitana e di imprese esterne continuano le operazioni di sgombero su tutto il territorio.Mezzi in azione con strade riaperte dopo la devastante tromba d’aria che ha colpito il levante intorno alle 13.30 sradicando e abbattendo sulle strade metropolitane molti alberi.Si transita di nuovo sulle provinciali 333 di Uscio, 19 di Lumarzo, 22 di Tribogna, 82 di Sant’Alberto.

Sino al 31 ottobre, nei feriali regolato da semafori o movieri per completare le nuove bitumature fra i km. 23 e 26 della provinciale.Per completare la riasfaltatura della carreggiata proseguirà sino al 31 ottobre prossimo il senso unico alternato fra i km. 23 e 26 della provinciale 35 dei Giovi, nei Comuni di Busalla e Ronco Scrivia.Il senso unico alternato all'altezza dei lavori, in vigore dal lunedì al venerdì nell'orario 7-18, sarà regolato da semafori o dalle palette dei movieri.

50 all'ora nei tratti extraurbani del Comune di Busalla e 40 all'ora sui tratti della provinciale esterni all'abitato nei Comuni di Crocefieschi e Vobbia. Il provvedimento della Città metropolitana di Genova in vigore dal 26 settembre.Sulla provinciale 9 di Crocefieschi la Città metropolitana di Genova istituisce un doppio limite di velocità dal prossimo 26 settembre: 50 chilometri all’ora sui tratti extraurbani interni al Comune di Busalla (fra i km.

Squadre e mezzi della Città metropolitana stanno iniziando,  fra molte difficoltà, gli interventi per liberare le carreggiate. Chiuse le provinciali 225,  333 di Uscio e le strade collaterali, chiusa anche la 14 di Davagna e la 82 di Sant’Alberto. Riaperta invece la provinciale 456 del Turchino.Un muro d’acqua su Genova e una violentissima tromba d’aria tra Uscio e Recco verso il mare e nell’interno verso la Fontanabuona e anche l’alta Val Bisagno.

Le interruzioni del traffico, di 5 minuti massimi, saranno possibili a causa di lavori alla base del viadotto autostradale della A26. Da oggi al 24 febbraio 2017, dal lunedì al venerdì dalle 7 alle 19, saranno possibili brevi sospensioni di massimo 5 minuti della circolazione stradale al km 102 della Sp 456 del Turchino, in relazione a lavori in corso alla base del soprastante viadotto autostradale Grosexio.     

La centralina in circonvallazione a monte della Città metropolitana di Genova ha segnalato ieri pomeriggio altri due sforamenti del gas oltre i 180 microgrammi per metro cubo.L'ozono resta alto anche a fine settembre.

Per il controllo della situazione sulla rete delle strade metropolitane. Verifiche e prevenzione predisposte dai tecnici anche per gli edifici delle scuole superiori. Aperto tutta la notte per l'allerta meteo rossa il centro operativo viabilità della Città metropolitana di Genova, pronto a far entrare in azione in caso di necessità squadre e mezzi dell'ente sulla rete delle strade metropolitane.

Organizzato dall'associazione Sport Favale 07, autorizzato dalla Città metropolitana per il percorso e con chiusura al transito stabilita dalla Prefettura lungo il tragitto si svolgerà sui primi 3,250 km. della Sp 32 dalle 10 alle 12 e dalle 13 alle 18.Start numero cinque, domenica prossima 9 ottobre, per lo Slalom automobilistico Chiavari-Leivi.

Ieri le centraline della Città metropolitana di Genova in corso Firenze e sulle alture di Pegli hanno segnalato 5 nuovi superamenti orari del gas oltre il limite dei 180 microgrammi per metro cubo. Nel clima di nuovo estivo, anche se l'autunno sul calendario è cominciato da una settimana, l'ozono si riaffaccia fuori stagione e ieri, come domenica, ha superato il limite dei 180 microgrammi per metro cubo (soglia di informazione per la popolazione).

Completati i cordoli con nuovi guard-rail e un muro sotto la carreggiata in cemento armato fra i km. 0,200 e 0,300, dove le alluvioni di fine 2014 avevano provocato il cedimento della parte a a valle della strada. 

Terminate le opere di consolidamento della provinciale 79 delle Colle a Rossiglione, con due cordoli, lunghi entrambi venti metri, nuove barriere guard-rail e un muro di sostegno in cemento armato lungo dieci metri e alto due sotto la strada, il transito ritorna a piena carreggiata e senza più  limiti di peso fra i km. 0,200 e 0,300.

Prorogato sino al 23 dicembre prossimo, su richiesta dell'impresa che realizza i lavori, il senso unico alternato su tratti compresi fra i km. 31,570 e 35,396 della provinciale dei Giovi.Per completare il cantiere per la realizzazione del nuovo acquedotto e opere di trattamento dei reflui del Comune di Isola del Cantone è stato prorogato sino al 23 dicembre prossimo, su richiesta dell'impresa esecutrice dei lavori, il senso unico alternato con semafori su tratti compresi fra i km. 31,570 e 35,396 della provinciale 35 dei Giovi, nei Comuni di Ronco Scrivia e Isola del Cantone.

Divieto di transito per i veicoli con massa superiore a 3,5 tonnellate, esclusi i mezzi di cantiere e quelli di soccorso ed emergenza.Una cavità sotto la carreggiata della provinciale 30 di Camogli. L'impresa Italscavi che sta lavorando sulle condotte idriche per conto di Mediterranea delle Acque l'ha segnalata ai tecnici della Città metropolitana di Genova che hanno subito disposto per motivi di sicurezza il divieto di transito per i veicoli con massa superiore a 3,5 tonnellate sino al completo ripristino del corpo stradale, affidato alla stessa impresa incaricata degli interventi alla ret

Sabato 29 interessate la Sp 8 di Vobbia e la Sp 9 di Crocefieschi nei comuni di Isola del Cantone, Vobbia e Crocefieschi, domenica 30 la Sp 79 delle Colle in comune di Rossiglione.  Per permettere lo svolgimento nell'entroterra genovese, domani sabato 29 ottobre e domenica 30, del Rally della Lanterna, gara automobilistica di regolarità organizzata dall'Asd LanternaRally di Gorreto e arrivata alla 32a edizione,verranno chiuse alcune strade di competenza della Città metropolitana di Genova. I comuni metropolitani interessati sono, oltre a Genova, Busalla, Casella, Crocefieschi, Isola del Can

Con sistemazioni e consolidamenti per 255.000 euro sulle provinciali della Val d'Aveto, Fontanabuona, Crocetta d'Orero e Campora che saranno eseguiti entro fine anno.Dall'alta Val Polcevera alla Fontanabuona e alla Val d'Aveto sono pronti a partire cinque nuovi cantieri sulle strade provinciali, finanziati dalla Città metropolitana di Genova con 255.000 euro e approvati con atto del sindaco metropolitano Marco Doria su proposta del consigliere delegato Nino Oliveri.“Tutti i lavori saranno eseguiti entro la fine di quest'anno – dice Nino Oliveri – e dando immediato corso alla variazione di b

Il provvedimento viabilistico in vigore fino al 4 novembre per consentire di eseguire lavori di pavimentazione della strada.  Fino a venerdì 4 novembre sarà in vigore sulla Sp 333 di Uscio, a tratti saltuari tra il km 5 e il km 8, in comune di Avegno, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 17, un senso unico alternato regolato da semaforo mobile o da movieri, per consentire l'esecuzione di lavori di pavimentazione del piano viabile.    

Fra il km 3,6 e il km 5,5, a tratti saltuari, per eseguire lavori di pavimentazione del piano viabile.  Per eseguire lavori di pavimentazione del piano viabile, martedì 8 e mercoledì 9 novembre dalle 7.30 alle 17.30 la circolazione stradale sulla Sp 68 del Facciù subirà temporanee sospensioni di massimo 30 minuti tra il km 3,6 e il km 5,5, in comune di Moneglia, a tratti saltuari.  

L'importo finanzierà nelle stagioni invernali 2016/17 e 2017/18 le attività in appalto che integreranno quelle svolte con personale e mezzi dell'ente sulla rete viaria metropolitana.La Città metropolitana di Genova finanzia con 1,4 milioni complessivi i servizi invernali in appalto dei mezzi spazzaneve e spargisale che sulla rete viaria metropolitana integreranno gli interventi svolti con personale e mezzi interni.

Domani, 28 ottobre, al km. 6,020 nel Comune di Santa Margherita dalle 9.35 alle 11.20, con transito garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Due ore di chiusura della circolazione, domani 28 ottobre dalle 9.35 alle 11.20, all'altezza del km.

Il provvedimento sarà in vigore il 3 e il 4 novembre dalle 7.30 alle 18.30, per un tratto di ca 600 metri all'altezza del km 4.  La Sp 55 di Moneglia sarà chiusa al traffico giovedì 3 e venerdì 4 novembre tra le 7.30 e le 18.30, dal km 4 al km 4,6, in comune di Moneglia, per eseguire lavori di pavimentazione del piano viabile.    

Chiusura dalle 20 alle 7 all'altezza del km 4,8, poi per 24 ore senso unico alternato.  La Sp n. 5 della Bocchetta sarà chiusa all'altezza del km 4,8, in comune di Campomorone, dalle 20 di lunedì 7 novembre alle 7 di martedì 8, per consentire i lavori di costruzione del metanodotto Gavi-Pietralavezzara: nelle 24 ore immediatamente successive alla chiusura, ovvero fino alle 7 di mercoledì 9 novembre, sarà poi in vigore lungo il breve tratto di 8 metri interessato dal cantiere un senso unico alternato regolato da semaforo mobile o movieri. 

Sgombero neve, segnaletica, sfalcio, illuminazione e sgombero frane passano dall'ente con sempre meno risorse e personale allo Stato, in attesa che questo diventi proprietario di queste strade.  Il consiglio metropolitano di Genova ha approvato ieri una convenzione fra Città metropolitana di Genova, Province di Savona, Imperia e La Spezia, Regione Liguria ed Anas per affidare alla stessa Anas, insieme alle tre Province liguri, la cura di quelle strade ex statali finora gestite dalle ex Province ma che saranno presto riclassificate, ovvero passeranno sotto la competenza appunto di Anas.

Alla sala Expo di Calvari, alle 14.30 l'appuntamento su linee e proposte per la costruzione partecipata del piano.

Dieci ore di chiusura (7.30 - 17.30) fra il km 0 e il km 1, per lavori di ripristino della pavimentazione stradale.  Mercoledì 30 novembre e giovedì 1 dicembre dalle 7.30 alle 17.30 è prevista la chiusura al traffico veicolare della Sp. 44 di Santa Vittoria di Libiola, tra il km 0 e il km 1, in Comune di Sestri Levante, per eseguire lavori di ripristino della pavimentazione stradale.  

Il provvedimento viabilistico sarà in vigore dal 21 novembre al 23 dicembre dalla rotatoria bivio SP3 di Crocetta d'Orero.  Per eseguire lavori di posa di una condotta idrica di Mediterranea delle Acque, da lunedì 21 novembre a venerdì 23 dicembre un senso unico alternato regolato da semaforo mobile sarà in vigore 24 ore su 24 lungo la Variante di Casella della SP226 di Valle Scrivia, dalla rotatoria bivio SP3 di Crocetta d'Orero fino al centro abitato di Avosso.    

Sino al 16 dicembre prossimo, fra i km.1,2 e 1,3 della strada metropolitana nel Comune di Savignone per esigenze del cantiere della condotta idrica. Proseguirà ancora per due settimane la chiusura in orario di cantiere già in vigore fra i km. 1,2 e 1,3 della strada metropolitana SP63 delle Gabbie nel Comune di Savignone. Il provvedimento è stato prorogato dalla Città metropolitana di Genova sino al 16 dicembre prossimo nell'orario 8-17 per esigenze tecniche dei lavori per una condotta idrica eseguiti dall'impresa Idro-Edil snc.

Resilienza, messa in sicurezza del territorio, difficoltà delle imprese che continuano a soffrire per la crisi, lotta all'abbandono dell'entroterra, trasporto pubblico locale e viabilità nell'incontro con le valli Fontanabuona, Aveto, Sturla e Graveglia.Sala piena anche a Calvari di San Colombano con tante idee e proposte dai tavoli di lavoro sulle valli Fontanabuona, Aveto, Graveglia e Sturla al secondo incontro, dopo quello all'Economica di Chiavari per il Tigullio, per la presentazione e il confronto sul piano strategico della Città metropolitana di Genova.

Già intervenute in entrambi i casi squadre e mezzi della Città metropolitana di Genova con il coordinamento del suo centro operativo viabilità, costantemente aperto per tutta l'allerta e sino alle 15 di oggi.Tre cedimenti a valle sulla SP73 del Faiallo (ai km. 2,4 – 4,1 – 5,1 ) e alcuni massi caduti dal versante sulla SP52 della Madonna della Guardia all'altezza della località San Bernardo.

Al km. 3,850 dove era stato istituito il divieto di transito per i mezzi con massa superiore a 3,5 tonnellate per una cavità sotto la carreggiata.Interventi di ripristino completati e revoca da oggi dei limiti di peso con divieto di transito per i veicoli con massa superiore a 3,5 tonnellate al km. 3,850 della provinciale 30 di Camogli. Il provvedimento era stato disposto il 9 novembre scorso dalla Città metropolitana di Genova a causa di una cavità sotto la carreggiata.

Dopo la rimozione dell'autobus di linea incendiato e gli interventi di ripristino sulla carreggiata al km. 0,100 della strada metropolitana.Circolazione di nuovo regolare sulla SP62 “Franco Rolandi”, riaperta dopo la rimozione dell'autobus di linea ATP incendiato e il completamento degli interventi di ripristino sulla carreggiata, al km. 0,100 (nel Comune di Davagna) della strada della Città metropolitana di Genova.

Con il sindaco Doria e la vicesindaco Ghio molti amministratori locali, cittadini e rappresentanti del mondo economico, produttivo, sociale, sindacale e associazioni per la prima tappa di elaborazione condivisa del piano strategico metropolitano.Primo incontro nel Tigullio, alla Società Economica di Chiavari, sulle linee e le proposte per il piano strategico della Città metropolitana di Genova, lo strumento più importante per definire con la partecipazione dei Comuni, delle comunità locali, di chi vive, studia e lavora sul territorio gli obiettivi di sviluppo, integrazione e coesione di tut

Per il controllo costante delle situazioni sulla rete delle strade metropolitane. Verifiche e prevenzione predisposte dai tecnici anche per gli edifici delle scuole superiori.  Già aperto e lo sarà costantemente fino a venerdì mattina, in previsione dell’allerta meteo rossa appena emanata per 24 ore dalle 6 di domattina, il centro operativo viabilità della Città metropolitana di Genova, pronto a far entrare in azione in caso di necessità squadre e mezzi dell’ente sulla rete delle strade metropolitane.

La seduta è stata convocata dal sindaco Marco Doria per le 14 di venerdì 25 novembre nel salone consiliare di Palazzo Doria Spinola.

Il provvedimento sarà in vigore dalle 8 alle 17 per consentire il taglio di piante vicine a un elettrodotto di R.F.I.  Giovedì 1 dicembre dalle 8 alle 17 al km 20,6 della SP 225 della Val Fontanabuona, in comune di Moconesi, sarà in vigore un senso unico alternato regolato da movieri, con possibilità di brevi sospensioni della circolazione, per eseguire lavori di potatura e taglio delle piante vicine ai conduttori dell’elettrodotto 66kv di proprietà di R.F.I.(Ferrovie dello Stato). 

Il provvedimento è in vigore da oggi alla fine dei lavori di messa in sicurezza del tracciato stradale.  E' in vigore da oggi fra il km 62 e il km 64,3 della Sp 586 della Val d'Aveto, in comune di Mezzanego, un senso unico alternato regolato da semaforo mobile, che resterà in funzione continuativamente a tratti saltuari per consentire l'esecuzione di lavori di messa in sicurezza del tracciato stradale.   

La modifica al regolamento Cosap, presentata dal consigliere delegato Nino Oliveri, sarà votata venerdì dal Consiglio Metropolitano. Riguarda le aree lungo le strade metropolitane e si applica anche agli interventi per i danni della tromba d'aria del 14 ottobre.iAzzerati dalla Città metropolitana di Genova gli oneri di occupazione suolo pubblico lungo la rete stradale dell'ente per cittadini e imprese che devono intervenire con urgenza riparando i danni provocati alle loro proprietà dalle calamità naturali.

Lungo i primi 100 della strada, per la rimozione in sicurezza dell'autobus che si incendiato ieri pomeriggio, le verifiche sui danni provocati dal calore sulla pavimentazione e il suo ripristino.Primi cento metri temporaneamente chiusi, con percorsi alternativi segnalati in zona, sulla SP62 Franco Rolandi dove ieri ha preso fuoco un bus ATP del trasporto pubblico locale. Per domare l'incendio i Vigili del Fuoco hanno dovuto lavorare sino al tardo pomeriggio, quando ormai il buio impediva di agire in sicurezza per la rimozione del mezzo dalla carreggiata.

Dal 21 novembre al 2 dicembre prossimo, con chiusura dalle 8 alle 17 fra i km. 1,200 e 1,300 per la posa di una condotta idrica.Per lavori di posa di una condotta idrica sarà chiuso al transito dal 21 novembre al 2 dicembre prossimi, nelle ore di cantiere, un tratto di cento metri sulla provinciale 63 delle Gabbie (fra i km. 1,200 e 1,300 nel Comune di Savignone).Il provvedimento è stato richiesto alla Città metropolitana di Genova dall'impresa esecutrice dei lavori, Idro-Edil snc che dovrà provvedere a collocare la segnaletica stradale necessaria.

Conclusi gli interventi del cantiere per la posa di una condotta idrica torna regolare la circolazione fra i km. 1,2 e 1,3 della strada metropolitana, nel Comune di Savignone. Il transito torna regolare fra i km. 1,2 e 1,3 della strada metropolitana SP63 delle Gabbie nel Comune di Savignone. Il cantiere per la posa di una condotta idrica ha completato i lavori con tre giorni di anticipo rispetto ai tempi previsti e la circolazione sul tratto è di nuovo aperta.

In Val d'Aveto chiusa la SP72 di Alpepiana da Vicosoprano al passo, e la SP75 del Penna dal km 10 al km 15.Neve e molto freddo anche in Val d'Aveto e nelle altre valli del Levante con interventi degli spazzaneve della Città metropolitana di Genova alle quote più alte.In particolare sono in corso sgomberi sui passi del Tomarlo, del Bocco e della Forcella, con spargisale in azione nelle stesse zone.Per le nevicate e per le caratteristiche strutturali dei tracciati, ripidi e tortuosi, che rendono difficile far operare in sicurezza spazzaneve e spargisale, sono stati chiuse la SP72 di Alpepiana

50 km/h su un tratto di ca 300 metri a Santa Margherita e 40 km/h sui 7,5 km della strada di Bastia.  Città metropolitana di Genova istituisce i seguenti limiti di velocità su strade di propria competenza:- 50 km/h lungo il tratto della Sp. 39 di Santa Margherita Ligure compreso tra il km 0,135 (fine del centro abitato di S. Maria della Costa) e il km 0,422 (inizio del centro abitato di Santa Margherita), corrente all'esterno dei centri abitati del comune di Santa Margherita.- 40 km/h lungo i tratti della Sp.

Sgomberi in corso in Valle Stura, alta Val Polcevera, nelle zone più elevate ed esposte della Val Trebbia. Mezzi pronti a intervenire anche in Val d'Aveto, ovunque spargisale in azione e centro operativo metropolitano aperto.Le vallate s'imbiancano e nell'entroterra sono in azione spazzaneve e spargisale della Città metropolitana di Genova.

Sarà in vigore su un tratto di ca 1 km fra i due comuni.  Città metropolitana di Genova istituisce da domani, 12 gennaio, il limite di velocità di 50 km/h lungo il tratto della Sp. 19 di Lumarzo compreso tra il km 6,985 (fine del centro abitato di Lumarzo) e il km 8,150 (fine della strada) corrente all’esterno dei centri abitati dei comuni di Lumarzo e Uscio.   

Nevicate anche questa mattina nelle vallate Stura, Orba e dai mille metri di quota in Val d'Aveto.

Il provvedimento è in vigore al km 24,9 per eseguire lavori di estensione della rete nera comunale.  E' in vigore da oggi continuativamente fino al mercoledì 21 dicembre, al km 24,9 della Sp. 225 della Val Fontanabuona, un senso unico alternato regolato da semaforo mobile, per eseguire lavori di estensione della rete nera in comune di Neirone, loc. Donega-Orticeto. 

A Villa Serra, nel Comune di Sant'Olcese, alle 14.30 l'appuntamento con enti e cittadini su linee e proposte per la costruzione partecipata dal territorio del piano con gli amministratori e lo staff di pianificazione della Città metropolitana.

Dalle 21 alle 5 tra mercoledì e 21 giovedì 22 e tra giovedì 22 e venerdì 23 dicembre per la sostituzione di una conduttura idrica.Cantiere con chiusura per due notti fra i km. 0,600 e 1,000 della strada metropolitana SP6 di Isoverde per la sostituzione di una conduttura dell'acqua potabile. Il provvedimento, richiesto alla Città metropolitana di Genova dall'impresa Sirce spa, sarà in vigore dalle 21 alle 5 fra mercoledì 21 e giovedì 22 dicembre e con lo stesso orario anche la notte successiva, fra giovedì 22 e venerdì 23 dicembre.

Nella seduta di domani, convocata dal sindaco Marco Doria alle 16 nel salone consiliare di Palazzo Doria SpinolaGli indirizzi per la partecipazione della Città metropolitana di Genova alla ricapitalizzazione di Atp, un cardine dell'accordo raggiunto dopo un lungo confronto con le organizzazioni sindacali, saranno discussi e votati dal Consiglio metropolitano convocato dal sindaco Marco Doria per domani, 21 dicembre, alle 16 nel salone di Palazzo Doria Spinola, in largo Eros Lanfranco a Genova.Con la delibera su Atp, presentata dal consigliere delegato Nino Oliveri, l'ordine del giorno della

40 km/h sulle due strade della Valmogliana e di Cassego.   Città metropolitana di Genova istituisce da oggi, 28 dicembre, il limite di velocità di 40 km/h sulle seguenti strade di propria competenza: –  lungo i tratti della Sp. 26 bis della Valmogliana compresi tra il km 0,410 (fine del centro abitato di Borgonovo) e il km 18,363 (fine della strada), e correnti all’esterno dei centri abitati dei comuni di Mezzanego e Borzonasca. – lungo il tratto della Sp.

Fra le 4 e le 6 per le operazioni di scarico di un gruppo elettrogeno dell'abbazia. Transito comunque garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Tratto chiuso due ore la prossima notte, dalle 4 alle 6 di martedì 20 dicembre, fra i km. 5,5 e 5,7 della strada metropolitana SP227 nel Comune di Santa Margherita Ligure per le operazioni di scarico di un gruppo elettrogeno destinato all'abbazia della Cervara. Il transito resterà comunque sempre garantito per i mezzi di soccorso ed emergenza.

Dopo le forti nevicate di inizio settimana i mezzi operativi della Città metropolitana di Genova hanno sgomberato la carreggiata, liberandola anche da cumuli di neve alti un metro e mezzo, gonfiati dalle bufere del vento.E’ ritornato il sole dopo il maltempo che nei primi giorni della settimana ha portato  molta neve nelle vallate interne e, cessate le bufere di vento che non garantivano la sicurezza degli interventi operativi, gli spazzaneve della Città metropolitana di Genova sono entrati in azione sulla SP73 del Faiallo, dove sono caduti oltre cinquanta centimetri di neve, gonfiati in mo

Il provvedimento era stato adottato nell'ottobre 2015 all'altezza del km 9,5, per ripristinare la transitabilità della strada dopo un cedimento del ciglio a valle.  Terminati i lavori di ripristino, Città metropolitana di Genova ha revocato il provvedimento adottato il 20 ottobre 2015 con cui istituiva un senso unico alternato a vista lungo la Sp. n. 72 di Alpepiana al km 9,550, in comune di Rezzoaglio, per ripristinare le condizioni di transitabilità in seguito a un cedimento del ciglio a valle.    

Mercoledì 8 febbraio alle 14.30 nel salone consiliare della Città metropolitana a Palazzo Doria Spinola con amministratori locali, istituzioni, rappresentanti del mondo economico e produttivo, associazioni e categorie. Appuntamento a Genova, dopo sei incontri nelle diverse aree del territorio, per l'evento conclusivo del confronto e raccolta di idee e proposte sulla  costruzione partecipata del primo piano strategico della Città metropolitana.

Dall'1 febbraio sarà regolato da un semaforo mobile, con possibilità di brevi sospensioni della circolazione.   Città metropolitana di Genova revoca da domani 1 febbraio il senso unico alternato a vista istituito il 17 gennaio 2014, in seguito a una frana da monte, al km 28,6 della Sp n. 225 di Valfontanabuona, in comune di Lumarzo, e nel contempo istituisce fino al 23 marzo sulla stessa Sp n. 225, tra il km 28,4 e il km 28,6, un senso unico alternato regolato da semaforo mobile e brevi sospensioni della circolazione veicolare, di max 20', quando richiesto dai lavori.

Sarà in vigore su un tratto di ca 11 km.   Città metropolitana di Genova istituisce da domani, 20 gennaio, il limite di velocità di 40 km/h lungo i tratti della Sp. 70 di Campora compreso tra il km 0,230 (fine del centro abitato di Pedemonte di Serra Riccò) e il km 11,287 (fine della strada) correnti all’esterno dei centri abitati del comune di Serra Riccò.   

La strada era stata chiusa venerdì alle 18 per la galaverna su tutto il percorso e forti rischi di caduta piante.

Sotto le bufere dalle 4 di questa notte squadre e mezzi operativi della Città metropolitana di Genova in azione sulla viabilità dell'ente per liberare le carreggiate da tronchi e piante. Rimossi anche i detriti di una piccola costruzione privata crollata sulla SP 586.Bufere di vento con raffiche violentissime hanno sradicato e abbattuto moltissime piante e alberi sulle strade della Città metropolitana di Genova in tutta la Val d'Aveto e nelle zone vicine.

Dal 7 febbraio al 16 marzo prossimi fra i km. 4,700 e 4,850 per la sistemazione del ciglio stradale a valle.Senso unico alternato con semafori per interventi di sistemazione del ciglio stradale sulla SP333 di Uscio. I lavori riguardano un tratto di 150 metri (fra i km. 4,700 e 4,850) nel Comune di Avegno e il provvedimento della Città metropolitana di Genova sarà in vigore dal 7 febbraio al 16 marzo prossimo. I semafori all'altezza del cantiere, affidato all'impresa Edil FB srl, saranno sempre in funzione per tutto il periodo indicato.

Sino al 31 marzo prossimo per lo scavo e la posa di condotte idriche fra i km. 2,650 e 3,700 della strada.Transito a senso unico alternato con semafori sino al 31 marzo prossimo fra i km. 2,650 e 3,700 della SP26bis di Valmogliana, nei Comuni di Mezzanego e Borzonasca. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell'impresa Italscavi srl per lavori di scavo e posa di condotte idriche.I semafori all'altezza del cantiere saranno sempre in funzione sino al 31 marzo.

Il sindaco metropolitano ha inviato una nota ai 15 sindaci dei Comuni coinvolti nel progetto che prevede 40 milioni per scuole, strade, rischio idrogeologico e servizi per l'inclusione nei Comuni. Sta per essere finanziato dal Cipe il progetto della Città metropolitana di Genova con interventi per 40 milioni di euro per le scuole superiori, le strade metropolitane, il rischio idrogeologico e scuole e servizi per l'inclusione nei Comuni.

Era stata chiusa sabato sotto l'allerta meteo per la galaverna e rischi di caduta piante.

Per 3 settimane dal 30 gennaio al 17 febbraio, a causa di lavori al viadotto autostradale Gorsexio.  Per rendere possibili lavori urgenti di messa in sicurezza lungo il viadotto autostradale Gorsexio, Città metropolitana di Genova autorizza qualora si rendano necessarie, nel periodo compreso fra le 17 di lunedì 30 gennaio e le 18 di venerdì 17 febbraio, brevi sospensioni della circolazione veicolare, di pochi minuti, lungo la SP n. 456 del Turchino, all'altezza del km 102 in comune di Mele, qualora sia necessario in relazione alle esigenze dei lavori.  

Ciclo dell'acqua e dei rifiuti, interventi per le strade, dissesto idrogeologico, trasporto pubblico locale, ma anche valorizzazione delle ville storiche e dei sentieri nell'incontro sul primo piano strategico della Città metropolitana con le Valli Polcevera e Scrivia.  Costruire insieme ai Comuni e alle comunità locali le linee di sviluppo, integrazione e coesione di tutta l'area vasta metropolitana “con uno strumento dinamico e il più possibile su misura del territorio” ha detto Valentina Ghio.La vicesindaca metropolitana ha presentato così a Villa Serra di Sant'Olcese alle Valli Polcever

Al km. 23 della provinciale del Brugneto dove dal versante si sono abbattuti sulla carreggiata oltre 1.500 metri cubi di terra, pietre e alberi. Nessuna località è isolata.Una massa enorme di terra, pietre e alberi sradicati di oltre 1.500 metri cubi. E' la frana che dal versante a monte si è abbattuta questa mattina sulla carreggiata della SP15 del Brugneto al km. 23 nel Comune di Rondanina.

Con semafori dalle 5.30 di lunedì 13 marzo alle 20.30 del 14 aprile a tratti e chiusura notturna della circolazione, sempre a tratti, dal 20 marzo al 14 aprile dal lunedì al venerdì. Il 9 aprile per il Giro dell'Appennino la strada sarà comunque libera dai cantieri.Limiti di transito, con semafori e chiusure notturne a tratti saltuari, sulla SP7 della Castagnola da lunedì prossimo, 13 marzo, al 14 aprile.

Il provvedimento sarà in vigore da domani al 20 marzo su un tratto di ca 4 km.  Un senso unico alternato regolato da semaforo mobile sarà in vigore continuativamente da domani giovedì 23 febbraio a lunedì 20 marzo fra il km 31,570 e il km 35,396 della Sp n. 35 dei Giovi, a tratti saltuari, nei Comuni di Ronco Scrivia e di Isola del Cantone, per eseguire lavori di trattamento reflui del comune di Isola del Cantone e contestuale realizzazione del nuovo acquedotto.  

Approvata la delibera che adotta lo schema del documento di previsione triennale dell'Ente. Nel bilancio ancora le incertezze sui tagli nazionali, ma ci sono gli investimenti per scuole e strade dal bando periferie.Pareggia per il 2017 a 161.200.849 euro, che con il completamento delle riorganizzazioni e dei trasferimenti di competenze e funzioni stabilite dalla legge Del Rio per Province e Città metropolitane scenderanno a 131.411.568 nel 2018 e 134.149.568 nel 2019.

Dal 13 marzo al 12 settembre prossimi per lo spostamento del collettore della Valle Scrivia e la posa di una condotta per l'acqua potabile fra la rotatoria per la variante di Casella e il km. 17,2 della strada.Senso unico alternato con semafori a tratti saltuari sulla SP226 della Valle Scrivia dal 13 marzo al 12 settembre prossimi fra la rotatoria per la variante di Casella e il km. 17,2 della strada, nel Comune di Savignone.

Al km. 28,5 della provinciale della Fontanabuona in corso la realizzazione dell'intervento sotto il versante.Sarà lungo 36 metri con struttura in cemento armato e pannelli con pietre a vista. E' il nuovo muro in costruzione sotto il versante al chilometro 28,5 della SP225 nel Comune di Lumarzo. In questo tratto tre anni fa le alluvioni avevano provocato una grossa frana di terra e fango e l'immediata riapertura della strada era avvenuta con sistemazioni provvisorie, quelle che consentivano i pesantissimi tagli al bilancio dell'ex Provincia.

Negli 800 milioni deliberati oggi dal Comitato interministeriale per la programmazione economica anche i fondi per scuole superiori, strade provinciali e servizi nei Comuni del progetto della Città metropolitana. 40 milioni di euro per le scuole superiori, le strade metropolitane, interventi nei Comuni sul rischio idrogeologico, scuole e servizi per l’inclusione.
Li ha finanziati oggi il CIPE nel progetto presentato per il bando nazionale periferie dalla Città metropolitana di Genova.

Sino al 9 aprile prossimo fra i km. 32 e 33 della provinciale della Val d'Aveto per interventi di risistemazione del ponte e della sua spalla destra, erosa dal torrente Libbieto.Consolidamento con una scogliera di massi della spalla destra, con cartelle di cemento armato dei due prospetti del ponte, a monte e a valle, della volta con getti di calcestruzzo, rifacimento delle barriere laterali di protezione e dell'asfalto.

Sgomberi della neve in Valle Stura e alta Polcevera, spargisale in tutta la Valle Scrivia con nuovi interventi antigelo nella tarda serata e nella notte su tutte le tre vallate. Chiuso il Faiallo.Scendono le temperature e nell’entroterra ritorna la neve, soprattutto a ponente, dove sono entrati in azione gli spazzaneve della Città metropolitana di Genova.In particolare gli sgomberi della neve riguardano tutte le strade dell’ente in Valle Stura, dove il manto ha raggiunto i venti centimetri, e l'alta Val Polcevera dove sono caduti più di dieci centimetri di neve.

Rimossi dalla carreggiata 1.500 metri cubi di terra e rocce e bonificato il versante da pietre e massi  in bilico con uno speciale escavatore da parete il transito riaprirà alle 17 di oggi a senso unico alternato.Rispettati i tempi previsti dalla Città metropolitana di Genova nel sopralluogo con i sindaci di Rondanina e Montebruno dei giorni scorsi, per la riapertura della SP15 entro la settimana.La strada infatti tornerà transitabile dalle 17 di oggi, a senso unico alternato, dopo la chiusura al km.

Al km. 102 della provinciale, all'altezza del viadotto autostradale Gorsexio, dove saranno possibili per esigenze di cantiere sospensioni della circolazione al massimo di 5 minuti nei giorni feriali sino al 30 giugno prossimo.Per lavori alla base del viadotto autostradale Gorsexio sulla A26 saranno possibili, sino al 30 giugno prossimo, brevi sospensioni della circolazione – ciascuna per non più di cinque minuti – sulla sottostante SP456 del Turchino.

La prossima settimana, con semafori fra le 22 e le 6 ogni notte a partire da quella fra lunedì 13 e martedì 14 febbraio sino a quella fra venerdì 17 e sabato 18 per la sostituzione di cavi a fibra ottica.Circolazione a senso unico alternato con semafori per cinque notti la prossima settimana nella galleria delle Ferriere, tra i km. 30,950 e 33,050 della SP225 della Fontanabuona (nei Comune di Bargagli e Lumarzo). Il provvedimento è stato richiesto alla Città metropolitana di Genova dall’impresa Cosseta s.r.l. di Asti per la sostituzione di cavi in fibre ottiche nel tunnel.

L'8 febbraio si è concluso a Palazzo Doria Spinola il ciclo di incontri sul territorio per la costruzione del primo piano strategico metropolitano. Nel video di Tabloid anche la visione dell'Università, di Confindustria e della Camera di Commercio.

Terminati i lavori di sistemazione del ciglio stradale all'altezza del km 4,7.  Città metropolitana di Genova revoca, in anticipo rispetto alla data di fine lavori inizialmente prevista (16 marzo), il provvedimento adottato all'inizio di febbraio con il quale istituiva fra il km 4,700 e il km 4,850 della Sp n. 333 di Uscio, in comune di Avegno, un senso unico alternato regolato da semafori, senza limiti di orario, per eseguire lavori di sistemazione del ciglio stradale. 

Dagli investimenti del bando periferie e del patto per Genova al piano strategico.

Il provvedimento interesserà un tratto di 200 metri dalle 8 alle 18. In caso di maltempo, l'asfaltatura sarà fatta il giorno successivo.  La circolazione stradale sarà temporaneamente interrotta martedì 11 aprile dalle 8 alle 18 fra il km 1,4 e il km 1,6 della Sp. 63 delle Gabbie, in Comune di Savignone, per consentire l’esecuzione di lavori di bitumatura (in caso di condizioni meteorologiche avverse, l'operazione è posticipata a mercoledì 12).    

La gara podistica, autorizzata dalla Città metropolitana, si correrà il 26 Marzo dalle 9.30 alle 12, organizzata dall’associazione Marina Sporting - Porto turistico 60 con un anello al 90% sterrato nei Comuni di Lavagna, Cogorno e Sestri Levante.Un anello di oltre venti chilometri (20,66) su sentieri sterrati per il 90% del percorso che si snoda fra Lavagna, Cogorno e Sestri Levante.

Lavori in corso e progetti della Città metropolitana per riparare e migliorare alcuni tratti stradali nelle valli dell'entroterra orientale.Mezzanego, Rezzoaglio, Santo Stefano. Lungo la SP586, arteria di collegamento verso la costa delle Valli Aveto e Sturla, la Città metropolitana di Genova è impegnata in lavori di ripristino e miglioramento stradale con due cantieri aperti e un intervento urgente di cui i tecnici stanno valutando e mettendo a punto le soluzioni progettuali.

La gara ciclistica partirà alle 11.10 da Serravalle Scrivia, in provincia di Alessandria, e dopo 199 km e circa 5 ore arriverà a Chiavari, attraversando strade provinciali del territorio metropolitano.  Il nome completo è lungo quasi come i 199 km del suo percorso, '78° Giro dell'Appennino G.P. Elah Dufour Novi Tre Colli Cup 65° G.P. Città di Genova 24° Trofeo Regione Liguria Tigullio e Golfo Paradiso' ma il fascino di questa classica del ciclismo dalla storia gloriosa resta immutato.

La 108^'classicissima di primavera' entrerà nel territorio metropolitano genovese dalla Valle Stura sulla SP456, salendo al Turchino per scendere al mare da Voltri e poi seguire la costa da Arenzano e Cogoleto al savonese e all'imperiese sino a Sanremo. A chi passerà il testimone Arnaud Demare, lo sprinter francese vincitore della Milano – Sanremo 2016?

Sospensioni della circolazione di max 5' per gli scatti fotografici della campagna che la cdp di Ago Panini sta realizzando, in vari set italiani, per due nuovi modelli di suv e di station wagon.  La spettacolare strada del Faiallo, la SP73 che corre sulle scoscese pendici del monte Beigua con un tracciato vertiginoso e scorci mozzafiato sul mare, ha ispirato suggestioni visive ai creativi e ai producer di Dude Film, la casa di produzione pubblicitaria del regista Ago Panini, che dopo vari sopralluoghi, colpiti dallo straordinario panorama sul mare e sulla costa ligure, l'hanno scelta per l

Sul documento di previsione triennale e sul consuntivo 2016 il sì definitivo del Consiglio metropolitano.

Le due strade erano state chiuse nei tratti finali alle soglie dell'inverno, a causa delle intense precipitazioni nevose.  Finita la stagione invernale con le sue nevicate in montagna, la Città metropolitana di Genova revoca i provvedimenti del 19 dicembre 2016 coi quali disponeva, a causa delle intense precipitazioni nevose, la chiusura al traffico veicolare, fino al ripristino delle condizioni di transitabilità, di due strade in comune di Santo Stefano d’Aveto: la SP 72 di Alpepiana tra il km 6,5 e il km 11,669 (fine strada), e la SP 75 del Penna tra il km 10,170 e il km 15.  

Sino al 21 aprile fra i km. 28,400 e 28,600 senso unico alternato con semafori con possibili brevi sospensioni della circolazione per le esigenze del cantiere. Strada comunque libera il 9 aprile per il Giro dell'Appennino.Un altro intervento per la sicurezza stradale vicino al nuovo muro sotto il versante della SP225 a Lumarzo: la costruzione sul lato a monte della carreggiata di un cordolo in cemento armato con guard-rail, in corrispondenza dell'imbocco di una tombinatura che incanala le acque piovane.

Alle 15 si riunirà a Palazzo Doria Spinola la Conferenza metropolitana per esprimere il parere obbligatorio sul documento di previsione triennale che sarà poi votato in via definitiva dal Consiglio metropolitano nella seduta convocata alle 17.Giornata di bilancio per la Città metropolitana di Genova.

Sulla provinciale della Castagnola chiusi in anticipo i cantieri per il cavidotto Enel e l'acquedotto di Ronco Scrivia.I lavori terminati in anticipo di una settimana mettono fine ai limiti di transito. con senso unico alternato diurno e chiusure notturne, sulla SP7 della Castagnola. Chiusi i cantieri per il cavidotto Enel e l'acquedotto di Ronco Scrivia la circolazione sulla strada è già tornata completamente libera.

Con semafori o movieri su due tratti per il ripristino della pavimentazione stradale.Transito a senso unico alternato, regolato da semafori o movieri, sino alle 18 di oggi su due brevi tratti, nel territorio di Avegno, della SP333. Il provvedimento è stato istituito dalla Città metropolitana di Genova per ripristinare con nuove asfaltature la pavimentazione stradale.  

Il Comune di Genova, utilizzando i Piani di bacino di Città metropolitana, è intervenuto nella parte a monte del bacino idrologico del torrente che nel 2010 straripò causando ingenti danni a valle.  Guardando in una bella giornata di aprile il tipico paesaggio ligure della zona di Sant'Alberto, sulle alture di Sestri Ponente, piccola valletta verde circondata da creste a pochi chilometri dal mare, dove nasce il rio Molinassi, si fatica a immaginare che proprio questo luogo sia la fonte del disastro e della devastazione che vediamo in altre immagini di questo video, riprese il 4 ottobre 2010

Il provvedimento viabilistico è già in vigore su un tratto di 50 metri per lavori di adeguamento della strada. E' prorogato fino al 31 luglio il senso unico alternato a vista attualmente in vigore tra il km 4,950 e il km 5 della S.P. n 6 di Isoverde, in comune di Campomorone, per eseguire lavori di adeguamento della strada tra Circonvallazione Isoverde e Cava Castellaro, nell'ambito delle opere eseguite da Cociv per la costruzione della tratta ferroviaria ad alta velocità/alta capacità del Terzo Valico dei Giovi.

Con il parere della Conferenza dei sindaci e il voto definitivo del Consiglio metropolitano. Genova è fra le prime Città metropolitane in Italia ad avere approvato il piano strategico che prevede anche l'articolazione del territorio in nove zone omogenee.

Dalle 21 alle 24 di lunedì 8 maggio sotto l'archivolto fra i km. 61,500 e 61,510 della strada. Transito sempre consentito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Per il ripristino della pavimentazione stradale con nuove asfaltature sotto l'archivolto di Borgonovo a Mezzanego lunedì 8 maggio sarà chiuso per tre ore di notte (dalle 21 alle 24) un tratto di dieci metri della SP586, fra i km. 61,500 e 61,510. L'intervento sarà realizzato dall'impresa P.A.T.O.

Approvato dalla Conferenza dei sindaci e dal Consiglio metropolitano il documento, costruito sulla partecipazione degli enti e delle comunità locali, sulle linee concrete per lo sviluppo, l'integrazione e la coesione dell'area metropolitana di Genova, articolata in nove zone omogenee.

Uno strumento fondamentale per gli obiettivi di sviluppo, integrazione e coesione dell'area metropolitana di Genova, con la partecipazione dei Comuni, dei cittadini e dei territori.

Sui primi 400 metri della strada di Cogoleto con chiusura dalle 21 nelle tre sere del 22-23-24 maggio e riapertura del transito alle 5 del mattino.Sarà chiuso per tre notti la prossima settimana il tratto iniziale della SP78 di Lerca nel Comune di Cogoleto.

Dal 2 al 31 maggio prossimi per il ripristino di cunette e tombinature fra i km. 8,100 e 8,150 della provinciale della Fontanabuona.Senso unico alternato con semafori nei feriali dal 2 al 31 maggio prossimi sulla SP225 della Fontanabuona, fra i km. 8,10 e 8,150, nel Comune di San Colombano Certenoli. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova per eseguire interventi di ripristino alle cunette e tombinature stradali.I semafori all'altezza del cantiere saranno in funzione dal lunedì al venerdì nell'orario 8-17.30 per tutto il periodo indicato.

Dal 15 al 26 maggio prossimi fra i km. 2,650 e 3,700 per il ripristino della pavimentazione dopo i lavori di posa di condotte dell'acqua.Senso unico alternato con semafori sulla SP26bis della Valmogliana per il ripristino della pavimentazione con nuove asfaltature fra i km. 2.650 e 3,700 della strada dopo la posa di condotte dell'acqua. I lavori saranno realizzati dall'impresa Solari Giuseppe & C di Leivi con semafori sempre in funzione dal 15 al 26 maggio prossimi lungo il tratto indicato, nei Comuni di Mezzanego e Borzonasca. 

Con la 35^ edizione della gara nazionale automobilistica organizzata dalla Scuderia Valpolcevera e autorizzata dalla Città Metropolitana con chiusura al transito sulla SP35 dei Giovi fra Ponterosso e il Passo dei Giovi disposta dalla Prefettura.Start numero 35, lunedì 1^ Maggio per una grande classica sportiva al volante: la gara nazionale di Slalom in salita Mignanego – Giovi a cura della Scuderia Valpolcevera Organizzazioni e autorizzata dalla Città metropolitana di Genova.La competizione automobilistica si svolgerà sulla SP35 dei Giovi fra Ponterosso e il passo dei Giovi, nel Comune di M

Domenica 14 maggio, con partenza a Busalla sulla SP35 dei Giovi e percorso che tocca anche i territori di Mignanego e Ronco Scrivia prima di tornare a Busalla.Domenica in sella sulle “ruote grosse” con la Gran Fondo Appennino delle mountain bike.

 Fino al 7 maggio per un tratto di 50 metri.  Senso unico alternato a vista fino al 7 maggio tra il km 4,950 e il km 5 del la S.P. n 6 di Isoverde, in comune di Campomorone, per regolamentare la circolazione veicolare nel tratto interessato dai lavori per la costruzione della tratta ferroviaria ad alta velocità/alta capacità del Terzo Valico dei Giovi.   

Consolidato e rimodellato il versante franato nelle alluvioni la Città metropolitana di Genova sta completando gli interventi per riaprire – fra un mese prevedono i tecnici – il piccolo ma prezioso collegamento fra alta Val Bisagno e Fontanabuona.Verso la riapertura completa, anche sul lato di Lumarzo, della SP82 di Sant'Alberto, piccolo ma prezioso collegamento per molte località e frazioni della zona che sul versante fontanino, a Ferriere, era stata però gravemente danneggiata e resa impraticabile dalle alluvioni degli anni scorsi, come tantissimi altri tratti della viabilità metropolitan

All'altezza del km. 1 dalle 21 alle 5 del mattino successivo per la demolizione di un edificio. Sempre garantito il transito dei mezzi di soccorso ed emergenza.Otto ore di chiusura nella notte fra martedì 13 e mercoledì 14 giugno su un tratto della SP6 di Isoverde (all'altezza del km.1 nel Comune di Campomorone). Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell'impresa Demolscavi s.a.s.

La manifestazione cicloturistica internazionale attraverserà la Valle Stura e la Val Leira sulla SP456 nella mattinata del 11 giugno.Stesso percorso della classicissima di primavera dei professionisti per un'altra Milano – Sanremo, la 47^ Granfondo cicloturistica internazionale che si svolgerà domenica 11 giugno, organizzata dall'Unione cicloturistica Sanremo.

Il 4 giugno la XII edizione della gara ciclistica sulla SP67, organizzata dalla società di mutuo soccorso della Polizia Municipale di Genova. Il primo concorrente partirà alle 9.30 da Calcinara di Uscio, il traguardo sotto i ripetitori del Fasce.Dodicesimo appuntamento con la “Cronometro del Monte Fasce” sfida sui pedali impegnativa e appassionante, domenica prossima, 4 giugno, sulla SP67.

Con il X Memorial Livio Garibotto al mattino per gli Esordienti e il V Trofeo Alberto Massucco nel pomeriggio per i Giovanissimi nella Giornata Azzurra FCI organizzata l'11 giugno dal Gruppo sportivo Levante. Due gare sui pedali domenica 11 giugno, a Casarza Ligure per i ciclisti in erba.

In occasione della visita di Papa Francesco al santuario mariano la provinciale che sale al Monte Figogna sarà chiusa al transito dalle 8 alle 16. Chiusura al transito per otto ore domani sulla SP52 della Madonna della Guardia. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta della Questura in occasione della visita di Papa Francesco al santuario mariano.La chiusura sarà in vigore dalle 8 alle 16 da Geo al termine della strada sul Monte Figogna.

Per lavori di adeguamento della strada metropolitana transito a senso unico alternato con semafori fra i km. 3 e 5 sino al 15 luglio.Senso unico alternato con semafori sulla SP6 di Isoverde, fra i km. 3 e 5 (nel Comune di Campomorone) sino al 15 luglio prossimo. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova per lavori di adeguamento della strada, su richiesta dell'impresa Co.S.Pe.F. srl, esecutrice degli interventi.I semafori all'altezza dei cantieri saranno sempre in funzione sino al 15 luglio.

La sentenza di assoluzione del Tribunale di Genova nei confronti degli ingegneri Bellina e Cianelli e dei geometri Garbarino e Delucchi è stata pronunciata alle 16.

Dalle 18 alle 24 di venerdì 16 e di sabato 17 giugno fra gli incroci con via al Campanile e con la strada comunale 49, la corsia di marcia verso valle della provinciale resterà chiusa e la circolazione sarà deviata sulla viabilità comunale.Arriva la Sagra dei ‘Testaieu’ a Cogorno e chiede spazio anche sulla SP34, con modifiche al transito nel fine settimana.Dalle 18 alle 24 di domani, venerdì 16, e con gli stessi orari sabato 17 giugno, infatti sarà chiusa la corsia verso valle della provinciale fra gli incroci con via al Campanile e con la strada comunale 49, con circolazione deviata sulla

Per lavori sulle reti idriche e fognarie, limitazioni alla viabilità fino al 7 luglio su un tratto di 500 metri della Sp. 10 di Savignone, e fino al 25 agosto su un tratto di 2,3 km della Sp. 47 del Santuario di N.S. della Vittoria. Per consentire l'esecuzione di lavori di scavo e posa di condotte idriche e fognarie, Città metropolitana di Genova dispone i due provvedimenti viabilistici seguenti: - tra il km 1,8 e il km 2,3 della Sp. n.

Il 2 luglio la frazione ciclistica del Campionato italiano Triathlon Olimpico Città di Recco attraverserà le provinciali del Golfo Paradiso e della Fontanabuona su un percorso ad anello di oltre 40 chilometri.Domenica molto sportiva il 2 luglio prossimo nel Golfo Paradiso,con le gare del Campionato italiano Triathlon Olimpico Città di Recco.La prova ciclistica (che seguirà quella di nuoto) della gara, organizzata dall’associazione Aethalia Triathlon, attraverserà con un percorso ad anello di oltre 40 chilometri  tre strade provinciali, con l'autorizzazione della Città metropolitana di Genov

La decima edizione della gara automobilistica organizzata dall'associazione Sport Favale 07 e autorizzata dalla Città metropolitana di Genova si svolgerà il 16/7 dalle 9 alle 18 fra i km. 6,950 e 13 della SP23 con chiusura al transito durante lo slalom.Start numero dieci, domenica 16 luglio, per lo slalom Favale – Castello gara automobilistica organizzata dall’associazione Sport Favale 07, autorizzata dalla Città metropolitana di Genova e con ordinanza della Prefettura per la chiusura del transito lungo il percorso. Lo slalom al volante si svolgerà dalle 9 alle 18 tra i km.

Nel fine settimana, dalle 19 alle 24, fra i km. 7 e 9 della provinciale, nei Comuni di Sestri Levante e Casarza Ligure si viaggia solo in direzione di Casarza per meglio regolare il traffico durante la sagra organizzata dal Circolo Acli Tassani.Fine settimana nel nome delle escargotes in Val Petronio con percorso a senso unico su un tratto della SP44 di Santa Vittoria di Libiola nelle tre serate di venerdì 30 giugno, sabato 1^ e domenica 2 luglio.

Martedì 4 luglio, dalle 19 alle 24  il tratto fra i km. 2,8 e 3,4 della provinciale potrà essere percorso solo verso monte, mentre la corsia a valle sarà chiusa, con deviazione sulla viabilità comunale, tranne trasporto pubblico e mezzi di emergenza.Serata dedicata a gusti e sapori a Conscenti di Ne, con senso unico su un tratto della SP26 della Valgraveglia.

Fra i km. 0,180 e 0,430 dalle 8.30 alle 18. Il provvedimento è stato richiesto alla Città metropolitana di Genova dal COCIV negli adeguamenti della strada per la realizzazione del Terzo Valico.Taglio di alberi e piante lungo la carreggiata con chiusura al transito di un tratto della SP4 dei Piani di Praglia domani, mercoledì 12 luglio, dalle 8.30 alle 18.

Sul versante sotto la carreggiata per ricostruirla dopo i cedimenti provocati dall'erosione del torrente Aveto. In corso gli scavi per le fondazioni del nuovo muro cellulare. Il tratto fra i km. 28,5 e 29,5 è chiuso sino alla fine dei lavori.La ruspa nella scarpata sotto la strada sta scavando le fondazioni per il nuovo muro che consoliderà a Frascaie di Rezzoaglio la SP586 della Val d'Aveto. Il tratto fra i km.

Per la festa gastronomica venerdì 30 giugno e sabato 1^ luglio, sempre dalle 18 alle 24, sarà chiusa la corsia verso valle della SP34 fra gli incroci con via al Campanile e con la comunale 49, con deviazione del traffico sulla viabilità municipale.Il gusto chiede spazio e sposta anche il traffico sulla SP34 nel fine settimana dedicato al “Re Raviolo” con la quattordicesima edizione di Cogorno in festa. Per l’appuntamento gastronomico nelle serate di venerdì 30 giugno e sabato 1^ luglio – come richiesto dal Comune alla Città metropolitana di Genova - la corsia in direzione valle della strada

Dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 16 per i lavori di costruzione del metanodotto Gavi-Pietralavezzara. Tratto di circ a 50 metri chiuso per 5 ore, mercoledì 12 luglio, sulla Sp 5 della Bocchetta all’altezza del km 8, in località Pietralavezzara: la circolazione stradale sarà interrotta dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 16 per i lavori di costruzione del metanodotto Gavi-Pietralavezzara.

Da oggi a fine lavori fra i km. 28,5 e 29,5 della strada per il ripristino della carreggiata a Frascaie dove l'aggravamento di una frana a valle ha imposto la chiusura del transito. Interventi della Città metropolitana  in corso.Tratto chiuso da oggi a Rezzoaglio sulla SP586 della Val d'Aveto fra i km. 28,5 e 29,5 per gli interventi urgenti di ripristino della carreggiata a Frascaie.

La strada era stata chiusa il 26 giugno fra il km 28, 5 e il km 29,5 in località Frascaie per lavori su una frana. Riapre domani alle 11, seppur al momento a senso unico alternato, la Sp 586 della Val d'Aveto, che dal 26 giugno era chiusa dal km 28,5 al km 29,5, in località Frascaie in comune di Rezzoaglio, per lavori di ripristino della carreggiata danneggiata da un cedimento. Non sarà quindi più necessario utilizzare i percorsi alternativi della Sp 86 di Caselle e della SP 654 della Val di Nure, disagevoli soprattutto per i mezzi pesanti.

Questa mattina Adolfo Olcese ha visitato con i tecnici della Città metropolitana di Genova e gli amministratori di Savignone la zona dove dal versante il macigno si è abbattuto sulla carreggiata. Sulla parete interverranno i rocciatori.Un volume di oltre venti metri cubi e una massa fra le quaranta e le cinquanta tonnellate. Sono queste le dimensioni dell'enorme masso che dopo le forti piogge si è abbattuto ieri sulla carreggiata della SP10 nel Comune di Savignone, fra i borghi di Montemaggio e Sorrivi, imponendo la chiusura della strada.

Domenica 27 agosto ritorna il trofeo ciclistico “Aquile di Valbrevenna” con partenza e traguardo da Clavarezza. La gara è organizzata dall'U.S.

La temporanea chiusura al traffico sarà in vigore dalle 6.30 alle 20. Indicati i percorsi alternativi. In occasione della Fiera e Sagra di San Michele a Casarza Ligure la Città metropolitana di Genova dispone dalle 6.30 alle 20 di venerdì 29 settembre la chiusura al traffico della SP n. 38 di Novano nel tratto dall’innesto con la SP n. 523 del Colle di Cento Croci fino a circa 100 metri dall’incrocio della Via Provinciale per Novano con Piazza A.

Sabato 2 e domenica 3 settembre le prove speciali dell'attesa gara di regolarità organizzata dall'associazione sportiva Lanternarally e autorizzata dalla Città metropolitana di Genova con chiusure al transito disposte dalla Prefettura.Fine settimana al volante fra salite, discese e tornanti con il 33^ Rally della Lanterna che quest'anno porterà i driver sulle strade della Val Trebbia e della Val d'Aveto.

Fra i km. 4,5 e 5 della strada nel Comune di Campomorone.Asfaltature su un tratto di cinquecento metri della SP6 di Isoverde con senso unico regolato da semafori sino a venerdì 28 luglio fra i km. 4,5 e 5 della strada, nel Comune di Campomorone. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova per l'esecuzione di questi lavori, affidati per conto del COCIV all'impresa Pavitecna s.r.l. di Sestri Levante.I semafori all'altezza del cantiere saranno sempre in funzione sino al 28 luglio prossimo. 

La gara del 10 settembre, partirà dal Comune di Mignanego e arriverà a Casella, con un anello fra territorio metropolitano genovese e quello alessandrino. Organizza l'associazione Genoa Bike con l'autorizzazione della Città metropolitana di Genova.Un anello sui pedali di oltre cento chilometri fra territorio metropolitano genovese e l'alessandrino affrontando i Giovi, la Bocchetta, le rampe di Costa Salata e il valico di Crocefieschi con partenza da Mignanego e arrivo a Casella.

Approvato dal Consiglio metropolitano di Genova il programma triennale definitivo dei lavori pubblici.
Comprende anche i fondi dal bando nazionale periferie e 11 milioni per le strade dal Patto per Genova.

Cinquantaquattro interventi per opere stradali e trenta per gli edifici delle scuole superiori del territorio. Sono quelli inseriti nel programma triennale 2017-19 definitivo dei lavori pubblici della Città metropolitana di Genova, presentato dal consigliere delegato Roberto Levaggi e approvato dal Consiglio presieduto dal sindaco Marco Bucci.

Lungo i primi 500 metri della strada per il campionamento dei piezometri per l'area ex Stoppani. Il transito durante queste operazioni sarà regolato dalle palette dei movieri.Transito a senso unico alternato dalle 9 alle 13 di domani, 17 agosto, sui primi cinquecento metri della SP78 di Lerca, nel Comune di Cogoleto.

Al km 1,950 nel Comune di Savignone, da lunedì 25 a mercoledì 27 settembre, sempre dalle 8 alle 19 per la posa di una condotta delle acque bianche. Transito sempre garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Cantiere per la posa di una condotta fognaria delle acque bianche con chiusura diurna al transito per tre giorni al km.

Gli interventi della Città metropolitana di Genova con il Comune di Savignone per liberare la provinciale dopo la frana di rocce e massi fra Montemaggio e Sorrivi. Un macigno gigantesco, venti metri cubi di volume per quaranta tonnellate di peso, caduto da una parete rocciosa, altissima e a picco che sembra uno scorcio del Grand Canyon, ma è invece Liguria di entroterra e di monte, a Savignone, nel territorio metropolitano di Genova.

Fra i km. 6 e 7 della strada, a tratti saltuari dal 24 luglio al 24 ottobre prossimi per l'estensione della rete fognaria nella località Piccola Torriglia.Cantieri con senso unico alternato regolato da semafori sulla SP62 Franco Rolandi, a tratti saltuari fra i km. 6 e 7, nel Comune di Torriglia.

Per motivi di sicurezza fra i km. 1,500 e 1,700 , nel Comune di Campomorone, sino alla conclusione degli interventi di adeguamento della strada nell'ambito della realizzazione del Terzo Valico ferroviario dei Giovi.Strada aperta a senso unico alternato per i veicoli, ma con un tratto di duecento metri chiuso ai pedoni, per motivi di sicurezza. Il provvedimento della Città metropolitana di Genova riguarda la SP6 di Isoverde fra i km.

Approvata dal Consiglio la delibera presentata dal sindaco Marco Bucci sulla salvaguardia degli equilibri del bilancio 2017/19 e con la variazione di assestamento aumenta anche la quota 2017 per gli interventi finanziati dal bando periferie.Bilancio in equilibrio per la Città metropolitana di Genova e se i tagli continuano a incidere pesantemente sulle risorse a disposizione, si riducono però di 4,2 milioni rispetto al 2016 per effetto di nuove norme nazionali.

La limitazione alla circolazione sarà in vigore nei tre giorni dalle 18.30 alle 23 circa, in località Villa Montedomenico, per manifestazioni organizzate dal circolo Acli. Il 13, 14 e 15 agosto (domenica, lunedì e martedì), dalle 18,30 alle 23 circa, sarà in vigore un senso unico alternato regolato da movieri lungo la Sp n. 88 di Montedomenico, in località Villa Montedomenico, nel tratto dal civico 22 (Loc. Rocchette) al bivio Montedomenico Alto - Frisolino (Loc.

Durante la manifestazione del 24/9, organizzata dal Veteran Car Club Ligure un tratto della SP35 dei Giovi (da Ponterosso al Passo) sarà chiusa al traffico dalle 9.15 alle 10.45.Amarcord delle auto d'epoca, dal mezzo secolo in su, domenica 24 settembre con la rievocazione storica della gara Pontedecimo – Giovi, quest'anno alla diciannovesima edizione. Durante la manifestazione non competitiva, organizzata dal Veteran Car Club Ligure e aperta alle quattro ruote immatricolate entro la fine del 1967, un tratto di quasi quattro chilometri della SP35 dei Giovi, dal km. 17,200 al km.

Dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 16 fra i km. 8 e 8,050 della strada per lavori di costruzione del metanodotto Gavi – Pietralavezzara. Transito comunque garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Cinque ore di chiusura della circolazione, tre la mattina e due al pomeriggio, domani 19 luglio su un breve tratto della SP5 della Bocchetta (fra i km. 8 e 8,050 nel Comune di Campomorone).

Per il prologo non cronometrato (shakedown) che si svolgerà fra i km. 1,5 e 4,8 della SP28 della Pievetta la chiusura al transito del 2 settembre sarà dalle 8.30 alle 13 e non come inizialmente previsto dalle 9.30 alle 14. Anticipati di un'ora l'inizio e la fine della chiusura al transito sulla SP28 della Pievetta, nel Comune di Santo Stefano d'Aveto dove sabato 2 settembre fra i km. 1,5 e 4,8 si svolgerà il prologo non cronometrato (shakedown) del 33^ Rally della Lanterna.

Dopo gli interventi in parete dei rocciatori oggi i mezzi meccanici della Città metropolitana hanno iniziato a frantumare l'enorme blocco di roccia caduto sulla strada.A colpi di martellone. Come un gigantesco trapano la punta d'acciaio inserita sul braccio meccanico di una ruspa ha cominciato a perforare il macigno di oltre quaranta tonnellate per frantumarne la roccia.

Il provvedimento viabilistico era in vigore dal 21 novembre 2016 per consentire lavori di messa in sicurezza del tracciato stradale. Terminati i lavori di messa in sicurezza del tracciato stradale, viene revocato sulla Sp. 586 della Val d'Aveto il senso unico alternato regolato da semaforo mobile che, per consentire di eseguire i lavori, era in vigore dal 21 novembre 2016 a tratti saltuari fra il km 62 e il km 64,3, in comune di Mezzanego.  

Fra i km. 1,300 e 1,400 della provinciale delle Gabbie a Savignone per cantiere sulle reti fognarie e idrica. Anche durante la chiusura, in vigore dal 18/9 al 2/10, transito garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Cantiere con chiusura di un tratto di cento metri sulla SP63 delle Gabbie, fra i km. 1,300 e 1,400 nel Comune di Savignone dal 18 settembre al 2 ottobre prossimi. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell’impresa Idroedil s.n.c. di Savignone per lavori sulla reti idrica e fognaria.

Il 17 luglio al km. 4,5 dalle 8 alle 18 per la ricostruzione di una tombinatura stradale.Chiusa al transito lunedì 17 luglio, dalle 8 alle 18, la SP62 Franco Rolandi al km. 4,5 nella località Laccio del Comune di Torriglia. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova per la ricostruzione di una tombinatura stradale. I lavori saranno realizzati dall'impresa B&D Scavi e Trasporti snc. per conto della Città metropolitana.

Interessati tre tratti sul lato monte e un tratto sul lato valle. La sosta delle auto lungo la Sp n. 52 del Santuario di N.S. della Guardia avrà delle limitazioni, decise da Città metropolitana di Genova, martedì 29 agosto, giorno in cui viene celebrata l’annuale festa patronale del Santuario di N.S. della Guardia.

Demolito e rimosso l'enorme macigno franato con altre rocce sulla carreggiata la Città metropolitana, d'intesa con il Comune di Savignone che ha fatto intervenire i rocciatori sul versante, ha riaperto la circolazione a mezzogiorno.Transito riaperto da mezzogiorno di oggi sulla SP10 di Savignone, chiusa in un tratto fra Montemaggio e Sorrivi per la frana di un enorme macigno da cinquanta tonnellate caduto insieme ad altri massi sulla carreggiata dal ripido versante roccioso.Dopo le ispezioni sulla parete dei rocciatori incaricati dal Comune di Savignone, con sganciamento dei materiali ancor

Dalle 4 alle 6 del 27 luglio fra i km. 5,500 e 5,700 (nel Comune di Santa Margherita Ligure) per lavori al gruppo elettrogeno dell'Abbazia della CervaraSenso unico alternato notturno per due ore, dalle 4 alle 6 del 27 luglio, su un tratto di 150 metri della SP227 di Portofino. Il provvedimento sarà in vigore fra i km. 5,500 e 5,700 (nel Comune di Santa Margherita Ligure) con la circolazione regolata dalle palette dei movieri ed è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell'impresa Sammi s.r.l.

Dalle 21 di domani sera alle 5 di giovedì 14 settembre fra i km. 1,5 e 1,7 della SP6 nel Comune di Campomorone per scavi legati alle condotte idriche. Transito sempre garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Otto ore di chiusura nella notte fra mercoledì e giovedì prossimi sulla SP6 di Isoverde fra i km. 1,5 e 1,7 della strada nel Comune di Campomorone. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell'impresa SIRCE s.p.a.

La strada era stata chiusa il 9 ottobre scorso per ricostruire il ciglio stradale franato al km. 9,8. Terminati i lavori, Città metropolitana di Genova riapre al transito la SP56 di Barbagelata, che era stata chiusa lo scorso 9 ottobre all'altezza del km 9,8, in Comune di Favale di Malvaro, per permettere la ricostruzione del ciglio stradale franato verso valle. Sotto la carreggiata è stato costruito un muro lungo 15 metri. Come promesso dai tecnici dell'ente, i lavori sono terminati prima dell'inizio dell'inverno.

Dal 9 al 12 ottobre prossimi fra i km. 10,200 e 10,800 della provinciale della Valle Scrivia.Senso unico alternato con semafori su un tratto della SP226 della Valle Scrivia dal 9 al 12 Ottobre prossimi per asfaltature fra i km. 10,200 e 10,800 nel Comune di Montoggio.Nei quattro giorni indicati i semafori all'altezza del cantiere saranno in funzione dalle 8 alle 17.30. 

Dalle 7 alle 20 del 5 novembre prossimo. La chiusura riguarderà il primo tratto della SP38 di Novano, dall'innesto con la SP523 del Colle di Cento Croci sino a cento metri dall'incrocio con piazza Moro e via Gramsci nel Comune di Casarza Ligure.

Prima domenica di novembre con la Festa dei Motori a Casarza Ligure e chiusura di un tratto della SP38 di Novano, richiesta dal Comune della Val Petronio alla Città metropolitana di Genova, per la sistemazione di gazebo espositivi.

Dal 2 al 30 Ottobre prossimi nei feriali fra i km. 30,410 e 30,906 per la posa di una condotta per cavi elettrici.Transito a senso unico alternato dal 2 al 30 Ottobre prossimi su un tratto di cinquecento metri della SP225 della Fontanabuona (fra i km.

Il provvedimento era stato preso il 3 novembre 2015 a causa di un cedimento della carreggiata al km 28,8. Revocato, dopo quasi due anni, il senso unico alternato a vista, senza semafori, che era in vigore dal 3 novembre 2015 su un tratto di 50 metri (fra il km 28,750 e il km 28,800) della provinciale 586 della Val d’Aveto, in comune di Rezzoaglio, a causa di un cedimento della carreggiata. La corsia a valle, infatti, a causa dell’erosione del torrente Aveto, si era abbassata di una trentina di centimetri rispetto alla quota della strada.

Per la ricostruzione del ciglio stradale franato al km. 9,800 nel Comune di Favale di Malvaro questo tratto sarà chiuso al transito dal 9 Ottobre al termine dei lavori. Lavori della Città metropolitana di Genova con chiusura al transito di un tratto della SP56 di Barbagelata. Il provvedimento, adottato per la ricostruzione del ciglio stradale franato verso valle al km.

Sino al 10 Novembre prossimo, su tratti compresi fra i km. 2 e 5 della provinciale di Isoverde.Senso unico alternato con semafori nei feriali per asfaltature a tratti saltuari compresi fra i km. 2 e 5 della SP6 di Isoverde nel Comune di Campomorone. Come stabilito nell'ordinanza della Città metropolitana di Genova che istituisce il senso unico alternato per i lavori sul manto stradale, i semafori saranno in funzione sino al 10 Novembre prossimo nei feriali (dal lunedì al venerdì, escluse le festività infrasettimanali) nell'orario 8-18.   

Si è riunito per la prima volta il coordinamento dei consiglieri delegati, oggi presieduto dal vicesindaco metropolitano Carlo Bagnasco per gli impegni sull'Ilva al Mise del sindaco Marco Bucci.Prima riunione operativa oggi pomeriggio nella sala giunta della Città metropolitana di Genova del coordinamento dei consiglieri delegati nominati dal sindaco Marco Bucci lo scorso 26 ottobre.

Fra i km. 1,300 e 1,400 a Savignone, su richiesta dell'impresa Idroedil s.n.c. per ultimare gli interventi sulle reti fognarie e idrica. Transito garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Prorogata sino al 31 ottobre prossimo la chiusura per lavori di un tratto di cento metri della SP63 delle Gabbie (fra i km.1,300 e 1,400 nel Comune di Savignone). Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell’impresa Idroedil s.n.c. di Savignone per ultimare gli interventi in corso sulla reti idrica e fognaria.

Fra i km. 1 e 1,400 per pulizia dei versanti sabato 11 e 18 novembre e domenica 12 e 19 novembre, sempre nell'orario 7-16, con transito garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Chiuso nove ore al giorno, nei prossimi due fine settimana, un tratto di quattrocento metri della SP4 dei Piani di Praglia (fra i km. 1 e 1.400 nel Comune di Ceranesi).

Domenica 8 Ottobre. Organizzato dall’associazione Sport Favale 07, autorizzato dalla Città metropolitana per il percorso, con chiusura al transito stabilita dalla Prefettura si svolgerà sui primi 3,250 km.

Fra i km. 2,400 e 3,700 sino al 30 Novembre prossimo per lavori di posa delle condotte dell'acquedotto.Senso unico alternato con semafori a tratti saltuari sulla SP12 di Nenno fra i km. 2,400 e 3,700 (nel Comune di Savignone) sino al 30 Novembre prossimo. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova per lavori di posa delle condotte dell'acquedotto.

I semafori all'altezza del cantiere saranno sempre in funzione sino al 30 Novembre.

L'interruzione del transito, dalle 20 alle 6, sarà all'altezza del km 1, per lavori di Iren Acqua sulla rete nera comunale. Una settimana di chiusure notturne, da lunedì 16 a sabato 21 ottobre dalle 20 alle 6, per la Sp n. 4 dei Piani di Praglia: l'interruzione del transito avverrà tra il km 1,150 e il km 1,280, in comune di Ceranesi, per permettere a Iren Acqua di eseguire lavori di ammodernamento della rete nera comunale. Sarà garantito il transito ai veicoli impegnati in servizi di soccorso o di emergenza.  

Fra i km. 87,520 e 87,600 sino al 20 Ottobre prossimo per la sostituzione di una condotta idrica.Senso unico alternato con semafori sulla SP523 del Colle di Cento Croci fra i km. 87,520 e 87,600 nel Comune di Castiglione Chiavarese. Il provvedimento sarà in vigore sino al 20 Ottobre prossimo ed è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell'impresa Italscavi s.r.l. di Carasco per la sostituzione di una condotta idrica. I semafori saranno sempre in funzione per tutto il periodo indicato.

Il provvedimento, fra i km. 59,600 e 59,900, sarà in vigore con semafori saltuariamente sino al 15 gennaio prossimo, quando lo richiederanno le lavorazioni per costruire una cabina elettrica.Senso unico alternato con semafori, ma solo quando lo richiederanno le esigenze di cantiere, fra i km. 59,600 e 59,900 della SP586 a Borzonasca.

Dalle 9 alle 16 per la posa di una tombinatura al km. 1,700 della provinciale delle Capanne di Marcarolo.Cantiere con sette ore di chiusura del transito domani, 4 Ottobre, al km. 1,700 della SP69 delle Capanne di Marcarolo, nel Comune di Campo Ligure.
Il provvedimento sarà in vigore dalle 9 alle 16 ed è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova per la posa di una tombinatura stradale. L'impresa Edilcri Scavi di Campo Ligure incaricata dei lavori provvederà  a collocare  la segnaletica necessaria in zona.

Sono partiti gli interventi della Città metropolitana di Genova per proteggere e consolidare la pila centrale del ponte di Settembrin sulla provinciale 33 a Carasco. In corso anche la progettazione di nuove opere che riguarderanno tutto il ponte.Una 'corona' di calcestruzzo intorno alle fondazioni della pila centrale del ponte di Settembrin, per proteggerla dall'erosione del torrente e consolidarla.

La Città metropolitana di Genova per le precarie condizioni del muro a monte della strada ha istituito al km. 8,050 un senso unico alternato a vista sino al completo ripristino della transitabilità.

Il provvedimento viabilistico sarà in vigore da lunedì 9 su un tratto di ca 300 metri all'altezza del km 5, per consentire la posa di una condotta idrica. Un senso unico alternato regolato da semaforo mobile sarà in vigore continuativamente da lunedì 9 a venerdì 27 ottobre tra il km 4,7 e il km 5 della Sp. 26 bis  di Valmogliana, in comune di Mezzanego, per consentire la posa di una condotta idrica.   

50 Km all’ora nei tratti extraurbani fra la fine del centro abitato del Comune di Genova e l'inizio dell'abitato di Creto e 40 Km all’ora sulla stessa provinciale fra la fine dell'abitato di Creto e l'inizio di quello di Montoggio.Sulla SP13 di Creto, nei Comuni di Genova e Montoggio, la Città metropolitana ha istituito un doppio limite di velocità, a seconda dei tratti:50 chilometri all’ora su quelli extraurbani compresi fra i km. 1,736 e 8,328 (fra la fine del centro abitato di Genova e l'inizio di quello di Creto); 40 chilometri all’ora sui tratti extraurbani fra i km.

Fino al 17 ottobre, fra i km. 1,300 e 1,400 della provinciale a Savignone per completare i lavori sulle reti fognarie e idrica. Il transito è garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Prorogata di quindici giorni la chiusura per lavori di un tratto di cento metri della SP63 delle Gabbie (fra i km.1,300 e 1,400 nel Comune di Savignone).

Le squadre della Città metropolitana di Genova hanno lavorato tutta la notte per liberare dagli alberi abbattuti la SP456, riaperta prima dell'alba. A levante riaperti anche i ponti sulle SP225 e SP33 chiusi per le piene di Lavagna ed Entella.
Si circola di nuovo sulla SP456 del Turchino anche nel tratto fra la galleria di valico e la località Fado nel Comune di Mele chiuso ieri per continue cadute di alberi e rami provocate dalla galaverna.

Fra i km. 0,3 e 0,4 della provinciale di Alpepiana per il restringimento con barriere in new jersey sul lato a valle. Esentati dal divieto di transito per i veicoli oltre le 14 tonnellate i mezzi operativi della Città metropolitana e del Comune di Rezzoaglio.

Il Lavagna è in piena e per motivi di sicurezza il ponte sulla provinciale della Fontanabuona è stato chiuso. Spazzaneve in azione in alta Valle Stura, la galaverna a ponente e le bufere di vento a levante continuano ad abbattere piante e rami.Piogge intensissime, soprattutto a levante, temperature glaciali nell’entroterra genovese di ponente con galaverna e anche nevicate in alta Valle Stura, devastanti bufere di vento in Val d’Aveto e nelle altre valli del levante.

La chiusura è programmata dal lunedì al sabato dalle 8,30 alle 13 e dalle 14.30 alle 17,30. Da lunedì 13 a sabato 25 novembre la S.P. n. 22 di Tribogna verrà chiusa al traffico dal lunedì al sabato dalle 8,30 alle 13 e dalle 14,30 alle 17,30 tra il km 2,300 e il km 2,350, in comune di Tribogna, per consentire il taglio di alberi pericolanti su incarico dell'Opera Don Orione, proprietaria del terreno. Sarà garantito il transito ai veicoli di soccorso ed emergenza ed allo scuolabus.   

Dalle 4 alle 6 del 5 dicembre i primi 700 metri della provinciale del Monte Cornua nel Comune di Sori saranno chiusi per operazioni di scarico di macchinari. Circolazione garantita ai mezzi di soccorso ed emergenza.Tratto iniziale della SP71 – i primi 700 metri – chiuso per due ore la prossima notte, dalle 4 alle 6. Il provvedimento che riguarda la provinciale del Monte Cornua, nel Comune di Sori, è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell’impresa Olcese Ricci s.r.l.

Sotto il gelo nell'entroterra genovese di ponente e le violentissime raffiche di vento a levante continuano senza soste gli interventi della Città metropolitana di Genova. Chiuso un tratto della SP456, in tre punti la SP586 e chiuse anche SP7, 53, 73 e 84Il freddo gelido con temperature bassissime stringe l'entroterra genovese nella morsa della galaverna che continua a spezzare alberi e rami abbattendoli sulle carreggiate nelle Valli Sturla, Scrivia e Polcevera.

Dal km 0,9 alla fine della strada, in attesa di ripristinare il manto stradale deteriorato. Entrerà in vigore domani il limite massimo di velocità di 40 km/h lungo i tratti della Sp.

Squadre e i mezzi della Città metropolitana di Genova in azione da ieri, coordinati dal centro operativo dell'ente. Interventi in corso sulla SP456 del Turchino per liberarla dai tanti alberi caduti fra la galleria di valico e Fado, chiuse al momento SUanche le SP7, 53 e 73.Molta pioggia, ma anche galaverna portata dalle temperature sotto lo zero nell'entroterra genovese, soprattutto nelle valli Stura e Orba, Polcevera e Scrivia con vento forte e più caldo invece nel levante.

Dal 21 novembre prossimo su tutti i tratti esterni ai centri abitati.Dal prossimo martedì, 21 novembre, sulla SP30 di Camogli non potranno transitare autotreni, autoarticolati e autosnodati e i mezzi con una massa a pieno carico superiore a 26 tonnellate, esclusi i bus del trasporto pubblico e i pullman turistici.

La situazione dal centro operativo viabilità della Città metropolitana di Genova.Da Tiglieto al Faiallo la neve è arrivata sulla zona della Valle Stura. Lo segnala il centro operativo della Città metropolitana di Genova coordinato con i tecnici dal consigliere delegato alla viabilità Franco Senarega.Sulla SP73 del Faiallo le temperature sono già molto rigide, -4 gradi con forti raffiche di vento e 15 centimetri di neve al valico.

Al km. 20,500 per lavori di allacciamento alla rete del gas.Senso unico alternato con semafori da domani a venerdì 24 novembre sulla SP226 della Valle Scrivia, al km. 20,500 nel Comune di Savignone. Il provvedimento adottato dalla Città metropolitana di Genova è stato richiesto dall'impresa 2I Rete Gas di Milano per lavori di allacciamento alla rete del gas.I semafori all'altezza del cantiere saranno in funzione nei tre giorni indicati dalle 8 alle 17.

Dalle 9 alle 17, al km 15, per lavori di manutenzione al depuratore fognario. Per lavori di manutenzione al depuratore fognario un senso unico alternato regolato da semaforo mobile sarà in vigore mercoledì 13 e giovedì 14 dicembre, dalle 9 alle 17, tra il km 14,5 e il km 15 della Sp. n. 26 della Valgraveglia, in comune di Ne.

I primi cantieri apriranno fra maggio e giugno prossimo con opere per la sicurezza e il miglioramento della rete. Il punto sugli interventi del programma triennale dei lavori pubblici con i consiglieri delegati metropolitani Guido Guelfo e Franco Senarega.57 cantieri per opere strutturali sulla rete viaria nel programma triennale definitivo 2017-19 dei lavori pubblici approvato dalla Città metropolitana di Genova.

Dalle 12 di oggi e per tutta la durata dell'allerta meteo (prorogata sino alle 15 di domani) il centro della viabilità, coordinato con i tecnici dal consigliere delegato Franco Senarega, terrà sotto controllo la situazione e attiverà gli interventi necessari.Mezzi spazzaneve e spargisale della Città metropolitana di Genova pronti a entrare in azione e centro operativo dell'ente aperto da mezzogiorno per tutta la durata dell'allerta meteo neve (prorogata sino alle 15 di domani).

Nei tratti esterni agli abitati di Coreglia Ligure e Rapallo. La velocità massima di 40 chilometri all'ora sarà in vigore dal 16 novembre prossimo.Il provvedimento della Città metropolitana di Genova, adottato per migliorare la sicurezza della circolazione anche sulla base delle caratteristiche strutturali e della tortuosa e stretta strada montana che collega Rapallo con la Fontanabuona, sarà in vigore dal 16 novembre prossimo. Il limite riguarda in particolare i tratti extraurbani compresi fra il km. 0,306 (fine abitato di Pian dei Ratti, nel Comune di Orero ) e il km.

Al km 9 interruzioni del traffico di 15 minuti al massimo fra le 8 e le 12 e fra le 13 e le 16.  Temporanee interruzioni della circolazione stradale di 15 minuti al massimo sono previste oggi e domani 6 dicembre, fra le 8 e le 12 e fra le 13 e le 16, lungo la Sp. n. 62 'Franco Rolandi', all'altezza del km 9, in comune di Torriglia, per consentire la potatura di alberi sulla scarpata.   

Interventi nuovamente in corso fra la galleria di valico e il Fado dove sono caduti sulla carreggiata altri tronchi e piante abbattuti dalla galaverna di ieri. Sul posto le ruspe della Città metropolitana.Aperta all'alba e ora richiusa. La SP456 fra la galleria di valico e Fado, nel Comune di Mele, non è di nuovo transitabile perché sulla carreggiata sono caduti altri alberi e rami. Sul posto la Città metropolitana di Genova ha fatto intervenire anche le ruspe per liberare la strada.

Lungo i primi 900 metri (via Romagneno) della provinciale, dove gran parte del percorso pedonale sarà riasfaltato dalla Città metropolitana di Genova.Nuove asfaltature per riparare i tratti danneggiati del marciapiede sui primi novecento metri (via Romagneno, a Recco) della SP30 di Camogli. L'intervento della Città metropolitana di Genova, richiesto nei mesi scorsi dal Comune di Recco, è partito oggi e viene realizzato con un finanziamento di 30.000 euro.

Il provvedimento sarà in vigore dal lunedì al venerdì dal 13 al 24 novembre. Un senso unico alternato regolato da semaforo mobile o movieri sarà in vigore da lunedì 13 a venerdì 24 novembre (dal lunedì al venerdì) fra il km 30,930 e il km 30,400 della Sp n. 225 di Val Fontanabuona, a tratti saltuari, in Comune di Bargagli, per lavori di ripristino della pavimentazione stradale.   

Per i lavori di costruzione del metanodotto Gavi-Pietralavezzara, limitazione alla viabilità al km 5, ma solo dal lunedì al venerdì (esclusi giorni festivi) dalle 7.30 alle 18. Per consentire all'azienda impegnata nei lavori di costruzione del metanodotto Gavi-Pietralavezzara di effettuare il ripristino di una cunetta stradale, da oggi al 21 dicembre (dal lunedì al sabato, esclusi giorni festivi, dalle 7.30 alle 18) sarà in vigore fra il km 4,6 e il km 5 della SP n. 5 della Bocchetta, in Comune di Campomorone, un senso unico alternato regolato da semaforo mobile.  

Per gli alberi abbattuti dalla galaverna a ponente e dalle bufere di vento a levante. La provinciale del Turchino è di nuovo percorribile fra il valico e Fado, ma solo dai mezzi leggeri.

Sulla strada della Val d'Aveto segnalato uno smottamento in località Priosa, su quella della Val Fontanabuona predisposto un senso unico alternato al km 3. A causa di smottamenti provocati dalle piogge di ieri, il servizio viabilità di Città metropolitana di Genova è intervenuto su strade di propria competenza: sulla Sp 56 di Barbagelata, in località Priosa, è stata posta segnaletica per uno smottamento del manto stradale, sulla Sp 32 del Bocco di Leivi, al km 3, è stato predisposto un senso unico alternato per un movimento franoso da monte.

Il provvedimento sarà in vigore dalle 8 alle 16 al km 4,7, in comune di Campomorone, ed è legato ai lavori per la realizzazione della tratta ferroviaria ad Alta velocità/capacità del Terzo Valico. Giovedì 8 febbraio dalle 8 alle 16 al km 4,7 della Sp 6 di Isoverde, in comune di Campomorone, verrà istituito un senso unico alternato regolato da movieri per consentire il taglio di alberi insistenti sul margine stradale, nell'ambito dei lavori per la realizzazione della tratta ferroviaria ad Alta velocità/capacità del Terzo Valico.   

Fra i km. 2,500 e 2,600 sino al 28 febbraio 2018.Senso unico alternato regolato da semafori sulla SP33 di San Salvatore di Cogorno, fra i km. 2,500 e 2,600 nel Comune di Carasco, sino al 28 febbraio prossimo. Il provvedimento adottato dalla Città metropolitana di Genova è stato richiesto dall'impresa SIL.CAP srl di Genova nei lavori per la realizzazione della pista ciclabile lungo l'Entella.I semafori all'altezza del cantiere saranno sempre in funzione sino al prossimo 28 febbraio.

In vigore da domani su alcuni tratti delle sue strade che scendono dalle alture alla località rivierasca.

Dalla pianificazione dei servizi idrici e di raccolta rifiuti al monitoraggio del rumore all'autorizzazione delle autoscuole: ci sono anche alcune curiosità nella prima delle due infografiche che descrivono nel dettaglio le attività di Città metropolitana.

Il divieto di transito era in vigore da due settimane a causa di un cedimento del ciglio stradale. Sono terminati i lavori sul tratto di ca 100 metri della Sp 16 di Casa del Romano dove due settimane fa, il 13 dicembre, si era verificato un cedimento a valle del ciglio stradale (fra il km 13,950 e il 14,050, dopo il bivio con la Sp 87 di Propata Alta verso Casa del Romano, nel comune di Fascia): di conseguenza da oggi è ripristinato il doppio senso di marcia e rimosso il divieto di transito per i mezzi che superano i 2,20 metri di larghezza.   

Il provvedimento interessa quasi interamente i 15,6 km del tracciato stradale. Città metropolitana di Genova ha istituito il limite massimo di velocità di 40 km/h nei tratti della Sp 20 di San Marco d'Urri correnti all’esterno dei centri abitati dei comuni di Neirone, Lumarzo e Torriglia e compresi fra il km 0,7 (fine del centro abitato di Acqua di Ognio) e il km 15,6 (fine della strada).

Sul tratto chiuso ieri per le deformazioni della carreggiata fra i km. 12 e 12,5. Squadre e mezzi meccanici della Città metropolitana hanno lavorato anche di notte per ridurre al minimo i tempi di chiusura e i conseguenti disagi.Riaperta in meno di 48 ore la SP15 del Brugneto a Propata dove un tratto della provinciale era stato chiuso – fra i km. 12 e 12,5 – a causa delle deformazioni della carreggiata, con dossi e spaccature trasversali.

Il divieto, temporaneo fino al ripristino dell'illuminazione della galleria, è in vigore anche nel suo tratto spezzino. Strada alternativa è la Sp 40 di Velva.

Oltre a sgomberare la carreggiata la Città metropolitana ha fatto intervenire le ruspe anche sui versanti per rimuovere piante spezzate e tronchi ancora in bilico sopra la strada.Tanti gli alberi e i rami da tagliare e rimuovere dalla carreggiata, ma tanti anche i tronchi spezzati dalla galaverna e rimasti pericolanti sui versanti.

Alle ore 15 il Centro operativo viabilità di Città metropolitana, attivato in ragione dell'allerta meteo, non segnala altre variazioni di rilievo rispetto a quanto comunicato questa mattina.

Città metropolitana chiude la strada di propria competenza per le due gare podistiche organizzate dalla Società Due Perle: dalle  14.30 alle 16.15 del 3 febbraio per la Portofino Run, che si svolgerà su un percorso di 10 km da Santa a Portofino e ritorno, e dalle 8.30 alle 11.45 del 4 febbraio per la Mezza, che fa lo stesso percorso due volte.

Per frane e cedimenti provocati dal maltempo durante l'allerta meteo dei giorni scorsi sensi unici alternati su tratti delle tre provinciali. Sulle SP16 e SP56 anche divieto di transito per i veicoli più larghi rispettivamente di 2,20 e 2,10 metri.Una frana di pietre e materiale roccioso dal versante di monte sulla SP77 di Boasi e due cedimenti della carreggiata sul ciglio a valle per le SP16 di Propata e SP56 di Barbagelata.

Rimosso il senso unico alternato al km 8,5, dove sono terminati i lavori di rimozione del materiale roccioso franato a metà dicembre, ne viene istituito un altro al km 0,3 fino al 24 febbraio, per lavori di posa di una condotta idrica.

La provinciale di Sopralacroce è di nuovo transitabile, a senso unico alternato, dopo gli interventi della Città metropolitana  al km. 10,2Carreggiata riaperta dopo gli interventi con le ruspe della Città metropolitana di Genova sulla SP49 di Sopralacroce, chiusa nella tarda mattinata di oggi per una frana al km. 10,2 nel Comune di Borzonasca. Sul tratto si circola a senso unico alternato, in attesa che il meteo permetta di completare le operazioni con un ragno, lo speciale escavatore per gli interventi e la pulizia sui versanti.

Nessuna situazione critica fino a questa mattina nell'area di competenza di Città metropolitana. Senso unico alternato sulla Sp 39 a Santa Margherita e neve in Val Trebbia e Val d'Aveto, dove sono stati chiusi per neve i tratti terminali delle strade di valico.

Fino a venerdì 9 febbraio lavori sulle Sp 26 della Valgraveglia, 43dir di Torrazza, 62 Franco Rolandi e 77 di Boasi.

Fra i km. 12 e 12,5. Subito partiti i primi interventi di ripristino della Città metropolitana “per limitare il più possibile i tempi della chiusura” dice il consigliere delegato Franco Senarega. Faiallo riaperto, ruspe in azione sulla SP8 per gli alberi spezzati sui versanti.Interventi in corso della Città metropolitana di Genova sulla SP15 del Brugneto a Propata dove un tratto della provinciale è stato chiuso – fra i km. 12 e 12,5 – a causa delle deformazioni della carreggiata, con dossi e spaccature trasversali.

Revocato il divieto di transito ai pedoni in vigore da fine agosto al km 1,5 (lavori per il Terzo Valico ferroviario), viene predisposto un senso unico alternato al km 1,8 per ripristinare la barriera stradale.

Poco fa al km.10,2 della provinciale di Sopralacroce. Il tratto è chiuso e sul posto stanno arrivando i mezzi meccanici della Città metropolitana per liberare la carreggiata. Continuano gli interventi per sgomberare gli alberi caduti sulla SP586.Una frana dal versante si è abbattuta poco fa sulla carreggiata della SP49 di Sopralacroce, al km. 10,2 nel Comune di Borzonasca. Il tratto è chiuso e sul posto stanno arrivando i mezzi meccanici della Città metropolitana per liberare la strada e riaprire il transito.

Fra i km. 32,200 e 32,300 sino al 10 gennaio prossimo per ripristinare le strutture sotto la carreggiata dove il torrente Aveto ha eroso il pendio.Interventi di ripristino della Città metropolitana di Genova su un tratto della SP586 della Val d'Aveto (fra i km. 32,200 e 32,300 nel Comune di Rezzoaglio) con circolazione a senso unico alternato regolata da semafori sino al prossimo 10 gennaio.

Il provvedimento viabilistico interessa il ponte che segna il confine fra Rezzoaglio e Santo Stefano d'Aveto, dove sono in corso lavori dallo scorso 23 novembre. Il ponte sull'Aveto al km 0,250 della Sp 72 di Alpepiana, al confine fra i comuni di Rezzoaglio e Santo Stefano d'Aveto, sarà chiuso alla circolazione per lavori per 8 ore al giorno (dalle 8 alle 12 e dalle 13 alle 17) per una settimana, da domani martedì 30 gennaio a martedì 6 febbraio, con l'eccezione di sabato 3 e domenica 4 febbraio.

Il provvedimento sarà in vigore da lunedì 12 febbraio a venerdì 2 marzo per consentire la posa di una condotta idrica. Da lunedì 12 febbraio a venerdì 2 marzo un senso unico alternato regolato da semaforo mobile sarà in vigore fra il km 0,9 e il km 2 della Sp n. 8 di Vobbia, in comune di Isola del Cantone,  per consentire i lavori di posa di una condotta idrica.    

In località Barassi, dalle 8 alle 18, per taglio piante. Per effettuare lavori di taglio piante in località Barassi, la Sp n. 45 di Santa Giulia chiuderà all'altezza del km 8, in comune di Lavagna, da martedì 10 a venerdì 13 aprile, dalle 8 alle 18. Sarà garantito il transito ai veicoli impegnati in servizi di soccorso o di emergenza.  

A ca 2 km dall'innesto nella Sp 586 un distacco di massi di notevoli dimensioni ha reso impraticabile la strada, causando buchi nella carreggiata. Il ripristino sarà a cura del Comune.

Il provvedimento, che resterà in vigore fino a domenica 4 novembre, permette di regolare il flusso di traffico diretto nella stagione turistica al celebre borgo, evitando ingorghi di mezzi privati.

Il provvedimento interessa il tratto fra la fine del centro abitato di Cassanesi-Moin e l'inizio del centro abitato di Ferrada, nei comuni di Tribogna e Moconesi. E' in vigore da oggi il limite massimo di velocità di 40 km/h nel tratto della Sp 22 di Tribogna corrente all’esterno dei centri abitati e compreso fra il km 1,188 (fine del centro abitato di Cassanesi - Moin) e il km 5,419 (inizio del centro abitato di Ferrada).

Nessuna segnalazione di rilievo nel bollettino mattutino dell'Unità di crisi viabilità di Città metropolitana di Genova. Lo spessore massimo del manto nevoso è solo di 10 cm.

Il provvedimento sarà in vigore fino a venerdì 20 aprile su un tratto di 1,2 km a cavallo dei comuni di Rossiglione e Campo Ligure. Un senso unico alternato regolato da movieri sarà in vigore fino a venerdì 20 aprile, dalle 7.30 alle 12 e dalle 13 alle 18.30, tra il km 83,5 e il km 84,7 della Sp 456 del Turchino, a cavallo fra i comuni di Rossiglione e Campo Ligure, per consentire a un privato di effettuare il taglio di piante e lavori forestali.  

La chiusura, per lavori di ripristino definitivo della pavimentazione stradale, sarà in vigore nei primi 3,5 km dal 9 aprile al 4 maggio, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 17.Da lunedì 9 aprile a venerdì 4 maggio, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 17, la Sp n. 47 del Santuario di N.S. della Vittoria sarà chiusa alla circolazione dall'inizio al km 3,5, a tratti saltuari, nei comuni di Savignone e Mignanego, per consentire lavori di ripristino definitivo della pavimentazione in asfalto.  

La caduta di materiale da monte, provocato dall'insistente pioggia, è avvenuto al km 22, a poca distanza dal bivio per Rettezzo.

Su un tratto di ca 100 m all'altezza del km 8, a causa del crollo di un paramento del muro di sostegno della strada. A causa del parziale crollo di un paramento del muro di sostegno, è in vigore da oggi tra il km 8,3 e il km 8,4 della Sp 19 di Lumarzo, in comune di Uscio, un senso unico alternato a vista.     

Al km 1 in vigore fino alla fine dei lavori un senso unico alternato e il divieto di circolazione ai veicoli superiori a 3,5 tonnellate. A seguito di un movimento franoso da monte verificatosi venerdì 13 aprile lungo la Sp 81 di San Fermo, in comune di Vobbia, al km 1 della strada saranno in vigore fino alla fine dei lavori un senso unico alternato a vista e il divieto di circolazione dei veicoli con massa a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate.

Il 18 aprile alle 16.15 l'organo di Città metropolitana si riunisce per approvare il recepimento in bilancio di cospicui trasferimenti di denaro da Stato centrale, Regione Liguria e Comune di Genova, in particolare per il trasporto pubblico (16,6 milioni). Mozione del gruppo di opposizione Patto metropolitano per chiedere interventi sulle 6 strade che passano ad Anas. La prossima seduta del consiglio metropolitano è convocata mercoledì 18 aprile, alle 16.15, nella sala del consiglio di Palazzo Doria Spinola (largo Lanfranco, 1).

Nella seduta di domani alle 17 il consiglio voterà anche una delibera che sostiene economicamente i pellegrinaggi organizzati da Aned nei campi di concentramento nazisti.Ci sono tre delibere, una mozione e una richiesta di informazioni all'ordine del giorno del consiglio metropolitano di Genova fissato domani alle 17 nella sala del consiglio di Palazzo Doria Spinola: le delibere riguardano il parere di Città metropolitana sui piani urbanistici semplificati e coordinati di Montebruno e Propata (relatore il consigliere Guido Guelfo); il riconoscimento della Consulta del Tigullio per i problem

La limitazione del traffico disposta per consentire lavori di scavo e posa di una condotta fognaria. Un senso unico alternato regolato da semaforo mobile sarà in vigore continuativamente dal 3 al 22 aprile al km 6,3 della Sp n. 227 di Portofino, in comune di Portofino, per consentire lavori di scavo e posa di una condotta fognaria.

Massima attenzione sulla Sp 20 di San Marco d'Urri e la Sp 56 di Barbagelata per possibile caduta di alberi e rami sulla carreggiata. In Valle Sturla Sp 49 di Sopralacroce chiusa dal km 10,5 al Passo del Bocco.

I consigli della struttura di emergenza sulla viabilità di Città metropolitana, che aprirà nella sede di Genova Quarto alle 24 ed emetterà il primo bollettino alle 5.30 di domani. Il consigliere delegato alla viabilità Senarega: "Con allerta arancione si usi auto solo in casi di vera necessità".

la larghezza della strada si riduce a 5,9 metri all'altezza del km 4,7, presso l'accesso del cantiere di Cravasco, per un ponte temporaneo che è stato posato oggi. Su richiesta di Cociv, Consorzio Collegamenti Integrati Veloci, che ha a Cravasco in comune di Campomorone uno dei principali cantieri per la realizzazione del Terzo Valico Ferroviario, e che ha posato oggi a margine della Sp n. 6 di Isoverde un ponte temporaneo di protezione, la carreggiata della strada sarà ristretta a m.

Questa mattina il kick-off del gruppo di coordinamento di piazzale Mazzini chiamato ad estendere a livello metropolitano il Piano della mobilità del comune capoluogo: presenti Enrico Musso, estensore del Pums, Pierluigi Vinai di Anci, Francesco Pellegrino del Comune di Genova e Carlo Malerba vicepresidente di Atp.

La strada del Golfo Paradiso interrotta ieri sera al km 1 è stata liberta dai massi ed è ora percorribile a senso unico alternato, mentre quella che collega le valli Sturla e Fontanabuona è sotto controllo: in attesa dell'incontro di giovedì 15 in cui si deciderà come intervenire sulla frana al km 20,3, si tiene sotto osservazione la più modesta frana al km 4,9, sulla quale in caso di ulteriori movimenti le squadre della viabilità di Città metropolitana potranno intervenire in circa 15 minuti.

Venerdì 23 le prove agonistiche interesseranno 15 comuni fra Vobbia e Rapallo, mentre sabato 24 sarà la volta di Mele.

Il ghiaccio è l'insidia maggiore sulle strade metropolitane, e le catene da neve sono l'unica difesa: lo comunica il centro di emergenza viabilità di Città metropolitana, che dopo aver chiuso ieri alle 20 con la revoca anticipata dell'allerta neve arancione,  ha riaperto oggi alle 6 per la nuova allerta. Ha riaperto oggi alle 6, per la nuova allerta neve arancione diramata da Arpal, l'Unità di crisi viabilità di Città metropolitana di Genova, che aveva chiuso ieri alle 20 con la revoca anticipata della precedente allerta.

La limitazione del traffico sarà in vigore a tratti saltuari sull'intero tracciato stradale dal 19 febbraio al 2 marzo, per consentire la potatura di alberi.  Un senso unico alternato regolato da semaforo mobile o movieri sarà in vigore da lunedì 19 febbraio a venerdì 2 marzo, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 17, a tratti saltuari sull'intero tracciato della Sp 7 della Castagnola, in comune di Ronco Scrivia, per consentire lavori di potatura di alberi.

Fra il km 35,7 e il km 37,4 per lavori di scavo di una condotta idrica. Proseguirà fino al 31 maggio il senso unico alternato regolato da semaforo mobile disposto lo scorso 21 marzo tra il km 35,7 e il km 37,4 della Sp 35 dei Giovi, a tratti saltuari, in comune di Isola del Cantone, per permettere lavori di scavo e posa di una condotta idrica. 

Nuovo layout per l'area antistante la stazione ferroviaria genovese, che diventerà il terminal unico, ordinato, funzionale e dotato di servizi, di tutti i bus extraurbani dell'azienda di trasporto pubblico metropolitana, con intitolazione al compianto dirigente che per primo lanciò l'idea negli anni '90.

Nella serata di ieri una frana si è abbattuta al km 4,9 (lato Val Fontanabuona) della Sp 42 di Romaggi, già chiusa da giovedì sera al km 20 (lato Valle Sturla): diverse frazioni della Val Cichero sono rimaste irraggiungibili per un paio d'ore, finché la situazione è stata risolta degli operai di Città metropolitana coordinati dal consigliere Senarega. Senso unico alternato sulla Sp 47 di S. Vittoria.

La limitazione della viabilità è in vigore fino al 31 marzo su un tratto di ca 1,7 km per lavori di posa di una condotta idrica. Da oggi al 31 marzo un senso unico alternato regolato da semaforo mobile sarà in vigore continuativamente su tratti saltuari della Sp 35 dei Giovi tra il km 35,7 e il km 37,4, in comune di Isola del Cantone, per permettere lavori di scavo e posa di una condotta idrica.  

Situazione tranquilla nel bollettino delle 12 dell'Unità di crisi viabilità di Città metropolitana di Genova. Turbina spazzaneve al lavoro in Val d'Aveto sulla Sp 654. Anche nel bollettino emesso alle 12 l'Unità di crisi di crisi viabilità di Città metropolitana di Genova, facente capo al consigliere delegato alla viabilità Franco Senarega, non segnala nessun problema rilevante sulle strade metropolitane nel corso dell'attuale allerta neve arancione.Ecco la situazione zona per zona:
Ponente (Arenzano-Cogoleto)Nevischio. Spargimento sale effettuato, tutte le strade percorribili.

Domani si corre al mattino sulla Sp 28 di Pievetta e al pomeriggio sulla Sp 56 di Barbagelata, mentre domenica 15 sarà la volta della Sp 75 del Penna. Interesserà il territorio metropolitano, in particolare nei comuni di Montebruno, Rovegno, Fascia, Gorreto, Rezzoaglio, Fontanigorda, Lorsica, Favale di Malvaro e Santo Stefano d'Aveto, il 34° Rally della Lanterna - 2° Rally Val d'Aveto, gara automobilistica di regolarità che si correrà sabato 14 luglio (domani) e domenica 15 luglio (dopodomani).

La strada era stata chiusa una settimana fa al km 1,4, all'altezza del Molino Pastificio Moisello. E' stata riaperta al traffico alle 12 di oggi, terminati i lavori di sgombero dei detriti e di messa in sicurezza della sede viabile, la Sp n. 4 dei Piani di Praglia, che era stata chiusa una settimana fa all'altezza del km 1,4, nei pressi del Molino Pastificio Moisello, in comune di Ceranesi, a causa di una frana.   

Resterà in vigore al km 7,5 fino al ripristino delle normali condizioni di transitabilità. A causa di un cedimento del ciglio stradale, è stato istituito un senso unico alternato regolato da semaforo mobile al km 7,5 della Sp. 62 Franco Rolandi, in località Badaracchi in comune di Torriglia, che resterà in funzione continuativamente fino al ripristino delle normali condizioni di transitabilità.   

Dal 23/7 al 27/7 tra il km 0,5 e il km 1,3. Un senso unico alternato, regolato da semaforo mobile, e/o da movieri, sarà in vigore dalle ore 08,00 alle ore 18,00, nel periodo dal 23/07 al 27/07/18, tra il km 0,5 e il km 1,3 della Sp n. 52 del Santuario di N.S. della Guardia, a tratti saltuari, in comune di Ceranesi, per l’esecuzione di lavori di ripristino del manto stradale nell'ambito dei lavori per la realizzazione della tratta AV/AC Terzo Valico dei Giovi.

Il provvedimento sarà in vigore fino al 10 agosto su un tratto di ca 600 metri. Un senso unico alternato regolato da semaforo mobile sarà in vigore continuativamente fino al 10 agosto tra il km 36,8 e il km 39,4 della Sp 35 dei Giovi, a tratti saltuari in comune di Isola del Cantone, per effettuare lavori di scavo e posa di condotte di Iren. 

In orario diurno fra l'abitato di Creto e l'intersezione con la Sp 226 della Valle Scrivia. Un senso unico alternato regolato da movieri è in vigore fino al 31 luglio, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 12,30 e dalle 13 alle 19, a tratti saltuari lungo la Sp n. 13 di Creto, tra la località Creto e l’intersezione con la Sp n. 226 della Valle Scrivia, in comune di Montoggio, per eseguire lavori di asfaltatura.

Questa mattina alle 8 una frana da monte ha investito la carreggiata. Operai al lavoro per sgomberare i detriti e riaprire la strada. Una frana staccatasi da monte ha investito questa mattina alle 8 la carreggiata della Sp 4 dei Piani di Praglia al km 1,4, all'altezza dell'antico Molino e Pastificio Moisello, in comune di Ceranesi, causando l'interruzione della circolazione stradale. Gli operai del settore Viabilità di Città metropolitana di Genova sono al lavoro per sgomberare la sede stradale dai detriti e per riaprire la strada alla circolazione.  

Ravioli a Cogorno e lumache a Santa Vittoria di Libiola: fra questa sera e domenica sera chiusure e sensi unici. Estate, tempo di sagre e manifestazioni all'aperto nelle località dell'entroterra genovese del Levante: per consentirne lo svolgimento e favorire l'afflusso dei visitatori Città metropolitana di Genova modifica la viabilità di alcune strade di propria competenza: in occasione della 17a edizione di Cogorno in festa - il Re Raviolo, dalle 18 alle 24 di oggi e di domani verrà chiusa la corsia con senso di marcia da monte verso mare della Sp n.

La frazione ciclistica avrà luogo il giorno 22/7/18, con partenza da Recco in Via Ippolito d'Aste alle ore 13.20 ed arrivo in medesimo luogo alle ore 15,52 circa, interessando i territori comunali di Recco, Avegno, Uscio, Moconesi e Lumarzo.

Fra il km 6,3 e il km 7,1, per effettuare lavori di scavo. Un senso unico alternato regolato da semaforo mobile è in vigore fino a venerdì 8 giugno, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19, tra il km 6,3 e il km 7,1 della Sp 227 di Portofino (tratto fuori del centro abitato), in comune di Portofino, per effettuare lavori di posa di un pozzetto, apertura di buche e posa di un cavo.

Il provvedimento sarà in vigore continuativamente per eseguire lavori di ricostruzione di un tombino stradale. Per eseguire lavori di ricostruzione di un tombino stradale, la circolazione veicolare sulla Sp n. 85 di Verzi sarà interrotta continuativamente dal lunedì 9 a giovedì 12 luglio al km 0,5, in comune di Cicagna.   

Interruzione del traffico dal km 17 al km 21 per consentire lo svolgimento della gara automobilistica di slalom in salita. Per consentire lo svolgimento della 36a edizione dello slalom automobilistico Mignanego-Giovi, gara nazionale di slalom in salita che si correrà martedì 1 maggio dalle 9 alle 16.30 fra il km 17,4 e il km 20,6 della Sp. 35 dei Giovi, in comune di Mignanego, la strada sarà chiusa al traffico tra la località Ponterosso (bivio per Montanesi, km 17, 120) e il Passo dei Giovi (bivio del Santuario della Vittoria, km 21,320). 

Il 10 ed 11 luglio e il 7 agosto senso unico di marcia da mare a monte su un tratto di ca 600 metri in località Conscenti, per creare sulla corsia lato fiume uno spazio di sosta dei veicoli al servizio delle due sagre.   In occasione di due manifestazioni programmate nel comune di Ne nell'area verde Sandro Pertini in località Conscenti, la Festa delle Fisarmoniche dell'11 luglio e Val Graveglia a Tavola del 10 luglio e 7 agosto, sarà in vigore dalle 19 alle 24, fra il km 2,8 e il km 3,4 della Sp n.

Il provvedimento al km 20,2, per consentire lavori di ripristino di un cordolo. Un senso unico alternato regolato da semaforo mobile sarà in vigore fino a venerdì 20 giugno al km 20,2 della Sp n. 226 della Valle Scrivia, in comune di Savignone, per effettuare lavori di ripristino di un cordolo.

La strada era chiusa dal gennaio 2014 all'altezza del km 8,8 per un cedimento della carreggiata causato da una frana. Ultimati i lavori di ricostruzione del corpo stradale, riapre dopo quasi 4 anni e mezzo la Sp 82 di Sant'Alberto, che era chiusa dal 17 gennaio 2014 all'altezza del km 8,8, in comune di Lumarzo, per il cedimento a valle della carreggiata, causato da una frana provocata dal maltempo.

Per lavori di scavo per la manutenzione di un oleodotto. La Sp 84 di Montanesi sarà chiusa al traffico fino alle 20 di domenica all'altezza del km 0,3 (per la precisione dal civico 15 al civico 17 di via Milite Ignoto, in comune di Savignone), per eseguire lavori di scavo per la manutenzione straordinaria di un oleodotto.  

Il provvedimento resterà in vigore da lunedì 2 a martedì 31 luglio, a tratti saltuari fra Masone e Campo Ligure. Asfaltature per tutto il mese di luglio nel tratto fra Masone e Campo Ligure della Sp 456 del Turchino: da lunedì 2 a martedì 31 luglio, dal lunedì al venerdì con orario 8-12.30 e 13-19, su un tratto della strada di ca 6 km fra il km 85 e il km 91, nei comuni di Masone e Campo Ligure, sarà in vigore a tratti saltuari un senso unico alternato regolato da movieri.   

A causa di lavori di ripristino della sede stradale eseguiti per conto di Enel. A causa di lavori di ripristino della sede stradale eseguiti per conto di Enel, sono stati attivati fino al 13 luglio su due strade metropolitane nei comuni di Lumarzo e di Bargagli, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 12.30 e dalle 13 alle 19, dei sensi unici alternati regolati da movieri, a tratti saltuari e quando richiesto dai lavori: sulla Sp n. 225 della Val Fontanabuona fra il km 30,2 e il km 30,4 e sulla Sp n. 82 di Sant'Alberto di Bargagli a partire da località Campi per ca 150 m in direzione monte.

Interruzione della circolazione dal 16 al 20 luglio dalle 8 alle 18, all'altezza del km 3, per eseguire scavi per una nuova linea di acquedotto. La circolazione veicolare lungo la Sp n. 34 di Cogorno sarà interrotta da lunedì 16 a venerdì 20 luglio, dalle 8 alle 18, tra il km 3,3 e il km 3,6, in comune di Cogorno, per eseguire scavi di attraversamento stradale connessi alla realizzazione di una nuova linea di acquedotto.

Il primo provvedimento è in vigore da venerdì 1 giugno, il secondo da oggi.

Il provvedimento sarà in vigore su un tratto di ca 1 km in località Piccola Torriglia. Un senso unico alternato regolato da semaforo mobile sarà in vigore fino a venerdì 13 luglio, con orario continuativo esclusi sabato e domenica, fra il km 6 e il km 7 della Sp. 62 Franco Rolandi, in località Piccola Torriglia in comune di Torriglia, per eseguire lavori di ripristino dell'asfalto  

Dopo circa 40 giorni dalla frana dell'8 marzo, che aveva interrotto la strada causando grosse difficoltà a raggiungere la Val Cichero, la strada in comune di Mezzanego al confine con San Colombano Certenoli è stata finalmente riaperta. Alle 14.30 di oggi è stata riaperta al traffico la Sp 42 di Romaggi, che era chiusa da circa 40 giorni a causa della frana di massi e detriti che l'aveva investita l'8 marzo scorso al km 20,2, in comune di Mezzanego, a circa 2 km dall’innesto nella Sp 586 della Val d’Aveto e al confine col comune di San Colombano Ceretenoli, in Val Cichero.

Il provvedimento sarà in vigore in ciascuno dei tre giorni dalle 18 all'1, dall'inizio di Cardini alla piazza di Villa Tassani. In occasione della manifestazione Cardini critical wine, nei giorni 15, 16 e 17 giugno 2018 sarà in vigore un senso unico a salire lungo la Sp 44 di Santa Vittoria di Libiola in località Cardini, in comune di Casarza Ligure, nel tratto compreso tra l’inizio della frazione Cardini, al km 7 (civ. 15 di via Cardini) e la piazza della frazione Villa Tassani, nei comuni di Casarza Ligure e Sestri Levante.