lavori pubblici

Con sottomurazioni dei pali esistenti per ridurre i rischi alluvionali. I tecnici non hanno rilevato problemi strutturali alla pila del ponte. Prime verifiche positive sulla pila di Settembrin che ha fondazioni profonde più di 3,5 metri. Genova, 2 - Dopo l'intervento sotto il ponte di Comorga a Carasco, con la sistemazione di una scogliera sommersa per difendere dall'erosione la pila del ponte della provinciale 225 più vicina alla sponda destra del Lavagna, la Provincia sta per avviare altri lavori sotto il ponte di Maggi (nel Comune di San Colombano Certenoli, sulla provinciale 32).

Con otto aule didattiche e due laboratori multimediali realizzata con un investimento di un milione di euro della Provincia, proprietaria dell'edificio. Genova, 22 - Traguardo in vista, il nuovo e ormai prossimo anno scolastico, per l'arrivo in Fontanabuona dell'istituto alberghiero Marco Polo che troverà nuovi spazi a Calvari di San Colombano nell'edificio di proprietà della Provincia di Genova ( in precedenza appartenuto alla disciolta Promoprovincia e sede storica dell'Expo di vallata).

L'edificio a Struppa nella fascia demaniale idrica sulla sponda del Rio Torbido affluente del Bisagno era abbandonato da tempo, degradato e pericolante. L'area potrà essere riqualificata e utilizzata anche per iniziative del Municipio. Genova, 9 - Aveva trascorsi gloriosi nella produzione di cime e cordami marittimi per le grandi navi, compresi i celebri transatlantici Michelangelo e Raffaello, ma da molti anni era abbandonata e in pessimo stato, con strutture degradate e pericolanti.

La limitazione della viabilità è in vigore da oggi al 30 settembre, continuativamente, fra il km 5,8 e il km 8,4 della strada, per permettere all'impresa 2i Rete Gas di eseguire lavori di ripristino definitivo del manto stradale a conclusione di molteplici lavori di scavo eseguiti negli scorsi mesi.Genova, 17 - La Provincia di Genova istituisce da oggi al 30 settembre, continuativamente, un senso unico alternato regolato da impianto semaforico mobile lungo la strada provinciale 226 della Vallescrivia, per un tratto di circa 2,5 km tra il km 5,8 e il km 8,4, in comune di Montoggio, per perme

La strada era chiusa dall'alluvione del 10 ottobre scorso al km 4,5, a causa di un cedimento della carreggiata provocato dalla violenza della piena del torrente Secca.Genova, 12 - Riapre oggi alle 17 al traffico veicolare, con un senso unico alternato, la strada provinciale n. 3 di Crocetta d'Orero, chiusa dall'alluvione del 10 ottobre scorso al km 4,5, in comune di Serra Riccò, a causa di un cedimento della carreggiata provocato dalla violenza della piena del torrente Secca.

Traguardo in vista e collaudi in corso per la variante di Settembrin che entro il mese di luglio libererà l’imbocco della Val Graveglia da un chilometro di curve tortuose e strettissime fra il torrente, le case e il monte.Sulla nuova opera è iniziata la prima fase delle prove di carico per i collaudi statici.

Sul cantiere per la ricostruzione della carreggiata demolita dall’alluvione del novembre scorso ha fatto un sopralluogo con i tecnici anche il consigliere delegato ai lavori pubblici e viabilità Giovanni Vassallo.Genova, 24 - Sono partiti i lavori anche sull’ultima devastante frana provocata dalle alluvioni sulle strade dell’alta Valpolcevera, quella della provinciale di Livellato dove la furia dell’acqua aveva demolito decine di metri di carreggiata.

Oggi sopralluogo in cantiere del consigliere metropolitano delegato Giovanni Vassallo con i tecnici dell’ente e l’impresa che realizza il by-pass all’imbocco della Val Graveglia. Traguardo finalmente in vista per la variante di Settembrin che all’imbocco della Val Graveglia libererà la circolazione da un chilometro di curve tortuose e strettissime fra il torrente, le case e il monte.

Fra i km 65 e 66 con semafori dal 30 marzo al 3 aprile prossimi per interventi di sistemazione di un’area in dissesto a lato della strada. Transito a senso unico alternato e semafori dal 30 marzo al 3 aprile prossimi fra i km. 65 e 66 (nel Comune di Carasco) della provinciale 586 della Val d’Aveto.

Nel videoservizio di Tabloid le interviste con il sindaco di Genova e della Città metropolitana Marco Doria e il coordinatore dell’Unità di missione Italia Sicura Erasmo D’Angelis sui cantieri aperti e in partenza entro il 2015.Genova con il territorio metropolitano è tra le città d’Europa quella con i maggiori investimenti  per la difesa dai drammatici rischi idrogeologici.

Con semafori fino al 15 maggio prossimo per interventi di ripristino e consolidamento della carreggiata fra i km. 11,800 e 11,850.Lavori in corso con semafori e senso unico alternato sino al 15 maggio prossimo sulla provinciale 26 bis della Valmogliana, (nell'entroterra del Levante) fra i km. 11,800 e 11,850 della strada nel Comune di Borzonasca, per ripristinare e consolidare la carreggiata in un tratto a rischio di cedimenti. I semafori saranno sempre in funzione per tutto il periodo indicato. 

Il sindaco Marco Doria e il coordinatore dell’Unità di missione Italia Sicura Erasmo D’Angelis hanno fatto il quadro delle opere avviate e in partenza nel 2015 per ridurre e prevenire i rischi idrogeologici.

Il provvedimento viabilistico istituito fra il km 4 e il km 4,5 per eseguire lavori di asfaltatura.  La Città metropolitana di Genova istituisce un senso unico alternato regolato da semaforo mobile dal 15 al 22 aprile, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18, lungo la Sp 225 della Val Fontanabuona, fra il km 4 e il km 4,5, in comune di Carasco, per eseguire lavori di asfaltatura. 

Fra i km. 4,400 e 5,050 della strada, nel Comune di Campomorone, per l'adeguamento della carreggiata che sarà realizzato dall'impresa Castaldo per conto del consorzio Cociv. Transito a senso unico alternato con semafori sulla provinciale 6 di Isoverde fino 31 luglio prossimo - su tratti compresi fra i km. 4,400 e 5,050 della strada (nel Comune di Campomorone) per interventi di adeguamento della carreggiata, realizzati dall'impresa Castaldo per conto del Consorzio Cociv. I semafori all’altezza dei cantieri saranno sempre in funzione sino al 31 luglio.  

La Regione sceglierà fino a un massimo di quattro interventi, ciascuno dei quali verrà co-finanziato dalla CM con il 10% dell’importo richiesto.

E’ transitabile da ieri sera la strada che sale al santuario della Guardia, che era interrotta al km 2,5 per i danni dell’alluvione dell’autunno 2014. Ricostruiti 25 metri di muro di contenimento, nelle prossime settimane verrà posato l’asfalto. E’ riaperta da ieri pomeriggio la SP n. 51 di Livellato, in comune di Ceranesi sulle pendici del Monte Figogna (Madonna della Guardia), che era chiusa dallo scorso autunno al km 2,5 per i gravi danni subiti nell’alluvione.

Le immagini e le interviste sulla sistemazione definitiva del sito nel nuovo servizio del programma Tabloid della Città metropolitana di Genova.Cantieri aperti al Molinetto per la  messa in sicurezza della discarica fino al capping definitivo, ossia la sua copertura controllata.Nel risanamento del sito, utilizzato sino al 2006 dall’ex Stoppani per i residui delle sue inquinantissime lavorazioni di cromo, è impegnata la struttura commissariale per le aree dell’ex fabbrica chimica, riconosciuta come emergenza ambientale  di interesse nazionale.

Con le nuove difese tutto il centro di Lavagna non sarà più, come ora, nella zona "rossa" degli allagamenti e le opere della Città metropolitana dal ponte della Maddalena alle foce potranno arginare anche le piene duecentennali del fiume.Tutto il centro di Lavagna, con oltre diecimila abitanti, non sarà più nella ‘zona rossa’ delle alluvioni, ossia la fascia più soggetta agli allagamenti per le piene dell'Entella e nel tratto terminale del fiume del Levante saranno realizzate nuove difese anche sulla sponda destra, quella chiavarese.Gli elementi fondamentali per le difese antialluvione del

Il consigliere delegato ha risposto in Consiglio a Gian Piero Pastorino che ha parlato delle difficoltà degli abitanti dopo il crollo di una passerella nel nubifragio del 19 agosto scorso. Impegno anche del sindaco Marco Doria per risolvere il problema.No al guado, estremamente pericoloso, sì rispettando certe condizioni ricercando le intese necessarie all’utilizzo del ponte Enel sul Cerusa anche per gli abitanti di via Chiale nella località Centurione che non hanno più la passerella pedonale di collegamento, crollata nella piena del torrente durante il nubifragio del 19 agosto scorso.

Riapre la SP 20 di San Marco d'Urri, chiusa dal 22 ottobre 2014 tra il km 10,6 e il km 12, nei comuni di Lumarzo e Torriglia, in seguito degli eventi alluvionali del 9 e 10 ottobre. Riapre la SP 20 di San Marco d'Urri, chiusa dal 22 ottobre 2014 tra il km 10,6 e il km 12, nei comuni di Lumarzo e Torriglia, in seguito degli eventi alluvionali del 9 e 10 ottobre.     

Nel programma approvato dal Consiglio metropolitano su proposta del consigliere delegato Enrico Pignone. “In sede di variazione di bilancio potremmo cercare di estendere gli interventi finanziati” ha detto il sindaco Marco DoriaApprovato dal Consiglio metropolitano di Genova il programma 2015 degli interventi di manutenzione ordinaria per la difesa del suolo che finanzia gli interventi prioritari con 1.031.600 euro, dalle entrate per i canoni demaniali.

Dal 19 al 26 maggio prossimi fra i km. 4,8 e 4,9 per il ripristino della carreggiata.Senso unico alternato con semafori dal 19 al 26 maggio prossimi su un tratto di cento metri della provinciale 26 Bis della Valmogliana (fra i km. 4,8 e 4,9 nel Comune di Mezzanego) per interventi di ripristino della carreggiata. I semafori all'altezza del cantiere saranno in funzione dal lunedì al venerdì nel periodo indicato.    

Il Sindaco metropolitano ha compiuto nel pomeriggio una serie di sopralluoghi con i sindaci di Sant’Olcese, Campomorone, Ceranesi, Mignanego e Serra Riccò.Sant’Olcese, Campomorone, Ceranesi, Mignenego e Serra Riccò: il Sindaco metropolitano Marco Doria ha visitato questo pomeriggio i cinque comuni dell’alta Val Polcevera, facendo numerosi sopralluoghi insieme a sindaci e amministratori: in luoghi dove la Città metropolitana ha realizzato importanti e attese opere pubbliche (il ponte di Menesseno); in punti dove esistono situazioni critiche, in particolare per i danni delle recenti alluvioni

Le immagini degli interventi realizzati e completati dalla Città metropolitana per due provinciali devastate dalle alluvioni dell’autunno scorso in un ampio videoservizio del programma.

Approvata dal Consiglio metropolitano, dopo il parere favorevole della Conferenza dei sindaci, la delibera presentata da Enrico Pignone che trasferisce la somma alla priorità di ridurre i rischi nell’abitato di Sestri da un precedente finanziamento per sistemazioni del Secca che il Comune realizzerà comunque, integrando i fondi necessari.Dalla Città metropolitana 250.000 euro al Comune di Genova per il progetto definitivo ed esecutivo delle opere antialluvione sul rio Ruscarolo nel bacino del Chiaravagna.

L’azienda Marietta di Balangero (To), che si è aggiudicata i lavori lo scorso 4 marzo, dovrà concludere l’opera entro 180 giorni, costruendo un nuovo muro di sostegno lungo i 60 metri franati e riempiendolo con ghiaia e pietre provenienti dagli alvei dei torrenti.

Tutti gli interventi realizzati dalla Città metropolitana di Genova sulla SP 21 di Neirone devastata in autunno dalla furia dell'acquaQuattro chilometri e mezzo, dalla Giassina sul versante fontanino del Passo del Portello sin quasi allo sbocco della strada in Val Trebbia.

A seguire i lavori questa mattina anche il consigliere delegato della Città metropolitana Gianni Vassallo con il sindaco di Moconesi Gabriele Trossarello e il consigliere comunale Alessandro Traverso.Manto rinnovato sulla carreggiata della provinciale 225 nel centro di Gattorna, nel Comune di Moconesi.

La apertura del nuovo by-pass per la Val Graveglia, prevista entro luglio, dovrà essere rinviata di qualche mese, come è emerso dall'ultimo sopralluogo in cantiere della Città metropolitana con il consigliere delegato Gianni Vassallo e i tecnici.I lavori per la variante di Settembrin continuano, ma più lenti del previsto e non tutte le opere sono ancora completate.

Il consigliere delegato ai lavori pubblici e viabilità Gianni Vassallo ha verificato lo stato dei lavori con i tecnici dell'ente e l'impresa.

Manto rifatto nei tratti più critici e degradati della strada, con mezzi e personale della Città metropolitana. A seguire i lavori anche il consigliere delegato della Città metropolitana Vassallo e il sindaco di Moconesi Trossarello.Molto attesa e richiesta da amministratori locali, cittadini e operatori economici, la riasfaltatura della provinciale 225, nel centro abitato di Gattorna a Moconesi è stata realizzata questa settimana.

Fino al 31 luglio prossimo fra i km. 83,600 e 84,450 per la posa di una condotta del gas.Per il completamento dei lavori di posa di una condotta del gas da parte della società Italgas la direzione lavori pubblici della Città metropolitana di Genova ha prorogato fino al prossimo 31 luglio il senso unico alternato con semafori già in vigore fra i km. 83,600 e 84,450 della provinciale 456 del Turchino, nei Comuni di Campo Ligure e Rossiglione.

La Città metropolitana ha asfaltato un punto molto delicato della strada che attraversa la Valle Stura .  Centro metri di asfaltatura, ma in un punto molto delicato, il ponte che scavalca il torrente Stura a valle dell’abitato di Campo Ligure, sulla strada provinciale 456 del Turchino.

Riqualifica la strada fra Vobbia Capoluogo e alcune frazioni (140.000 euro) e trasformata in parcheggio e parco giochi un'area semi-abbandonata a Montebruno (120.000 euro).Sopralluoghi compiuti fra la fine di giugno e i primi giorni di luglio dalla Città Metropolitana di Genova (ufficio sviluppo sostenibile) nei due piccoli comuni di Vobbia in Valle Scrivia e Montebruno in Val Trebbia hanno verificato che sono stati regolarmente completati gli interventi programmati dal 'Patto territoriale del Genovesato'.I lavori conclusi a Vobbia sono quello di riqualificazione della strada di collegament

Approvate dal Consiglio le linee guida presentate dal vicesindaco Valentina Ghio (che ha presieduto la seduta, in assenza del sindaco Doria a Roma per il direttivo Anci) per favorire e supportare la riorganizzazione degli enti locali nella gestione associata delle funzioni comunali.Convenzioni fra la Città metropolitana di Genova, i Comuni e le loro Unioni avviando nuovi rapporti di collaborazione e supporto per la gestione associata delle funzioni fondamentali degli enti locali del territorio.Lo prevedono le linee guida, approvate dal Consiglio metropolitano, presentate dal vicesindaco Val

Il protocollo d’intesa presentato dal consigliere delegato Enrico Pignone e approvato oggi, dopo il parere favorevole della Conferenza dei sindaci, dal Consiglio metropolitano finanzierà monitoraggi e progetto per il consolidamento di Pratosopralcroce

Senso unico alternato con semafori sino al 27 luglio prossimo fra i km.

I lavori all’incrocio fra le strade provinciali di San Salvatore e della Valgraveglia.  Per eseguire i lavori di realizzazione di una rotatoria, la Città metropolitana di Genova istituisce all’intersezione fra la Sp n. 33 di San Salvatore e la Sp n. 26 della Valgraveglia, in comune di Carasco, da oggi a venerdì 31 luglio, dalle 7 alle 18, un senso unico alternato regolato da movieri.  

Al km 9,5 divieto di transito ai veicoli di larghezza superiore a 2 metri A causa di lavori di consolidamento del corpo stradale, fra il km 9,4 e il km 9,5 della SP n. 21 di Neirone, in comune di Neirone, da domani 21 luglio a venerdì 31 luglio, dal lunedì al sabato fra le 8 e le 13 e fra le 14 e le 18, sarà vietato al transito ai veicoli di larghezza superiore a 2 metri, e inoltre, quando richiesto dalla lavorazione, potranno essere disposte sospensioni della circolazione di max 30 minuti.

Pochi soldi, asfaltature limitate ai casi più urgenti. A luglio interventi a Gattorna, Campo Ligure e Nenno. Pochissimi soldi, tantissimi interventi da fare: la Città metropolitana interviene sulle strade dissestate del territorio con il contagocce, seguendo le priorità delle urgenze. A luglio asfaltature a Gattorna in Val Fontanabuona (Sp. 225), a Campo Ligure in Valle Stura (Sp. 456) e a Nenno in Valbrevenna (Sp. 12).

Fra i km. 15,8 e 16,7 nel Comune di San Colombano Certenoli dal 11/8 al 12/9 su richiesta dell’impresa Energia 011 per costruire un impianto idroelettrico. Stabiliti dalla Città metropolitana anche consolidamenti e miglioramenti stradali. Novecento metri della provinciale 42 di Romaggi chiusi al transito da domani, 11 agosto, al 12 settembre prossimo, con by-pass alternativi per il collegamento delle frazioni, fra i km. 15,8 e 16,7 della strada nel Comune di San Colombano Certenoli.

Il divieto di circolazione sarà in vigore dalle 7.30 alle 18 su un tratto di 400 metri, per lavori di rifacimento di un tombino. Venerdì 31 luglio dalle 7.30 alle 18, per disposizione della Città metropolitana, sarà totalmente vietata la circolazione veicolare lungo la SP n. 586 della Val d’Aveto, tra il  km 28,4 e il km 28,8, in Comune di Rezzoaglio, per lavori di rifacimento di un tombino; Durante la chiusura della strada, i veicoli potranno utilizzare i seguenti percorsi alternativi:- da Piacenza per Genova: al km 27,5 si imbocca la SP n. 28 della Pievetta, si percorre la SP n.

Dal 7 settembre al 23 dicembre prossimi, con semafori, lungo i primi 200 metri della strada, nel Comune di Campomorone, per interventi di allargamento e sistemazione della carreggiata.Cantiere per l’allargamento e la sistemazione della carreggiata lungo i primi duecento metri della provinciale 50 di Santo Stefano di Larvego, nel Comune di Campomorone, con senso unico alternato e semafori dal 7 settembre al 23 dicembre prossimi richiesti alla Città metropolitana di Genova dall’impresa esecutrice Polistrade Costruzioni Generali spa.I semafori all’altezza dei lavori saranno sempre in funzione

Il videoservizio  del programma della Città metropolitana di Genova sull’apertura del nuovo by-pass alla provinciale 2 di Sant’Olcese, festeggiato da istituzioni e abitanti.Allontana il traffico dall’abitato, liberandolo dai rischi per i pedoni, dal rumore e dallo smog e rendendo migliori e più rapidi i collegamenti della vallata.La nuova e attesissima variante di Manesseno alla strada provinciale 2 di Sant’Olcese porta fuori dal centro della più popolosa località del Comune polceverasco anche i 15.000 mezzi pesanti che l’attraversavano ogni anno, mentre il precedente tracciato della provin

L'esiguo bilancio della Città metropolitana non ha un capitolo di spesa per gli investimenti in lavori pubblici, e le risorse devono essere trovate nel budget, già scarso, destinato ad asfaltature e taglio erba.

Migliorata la transitabilità e la sicurezza al km. 15,5 della provinciale dei Giovi.Più visibilità lungo una curva con l’arretramento del precedente muro di sostegno a monte, nuovo percorso protetto per i pedoni, migliore transitabilità e sicurezza per la circolazione al km.

Gli interventi sono stati o saranno realizzati in sette edifici scolastici, fra cui l'artistico Klee-Barabino, e riguardano adeguamenti per la sicurezza e miglioramento di impianti e strutture. Interventi per oltre un milione e mezzo di euro nelle scuole superiori, destinati ad adeguamenti alla sicurezza e miglioramento di impianti e strutture. Sono quelli che ha già realizzato nel 2015 o sta facendo partire la Città metropolitana di Genova che gestisce gli 86 edifici degli istituti superiori del territorio.

L'interruzione della strada dal km 15,8 al km 16,7 era partita lo scorso 11 agosto per costruire un impianto idroelettrico, con previsione di riaprire entro domani. Riapre oggi alle 19 il tratto di circa 1 km fra il km 15,8 e il km 16,7 della Sp 42 di Romaggi, in comune di San Colombano Certenoli, chiuso dallo scorso 11 agosto (con riapertura prevista entro domani) per consentire di eseguire lavori di costruzione di un impianto idroelettrico.

Su un tratto di sessanta metri fra i km. 11,100 e 11,200 per la posa di tubazioni idriche e condotte fognarie.Senso unico alternato con semafori dal 1^ al 11 settembre prossimi su un tratto di sessanta metri della provinciale 41 di Tiglieto (fra i km. 11,141 e 11,199 nel Comune di Tiglieto).

Fra i km. 9,400 e 9,500 della strada, con divieto di passaggio per i mezzi più larghi di  2 metri e sospensioni della circolazione al massimo di 30’ per esigenze del cantiere.Lavori sulla provinciale 21 di Neirone per il consolidamento della carreggiata con limiti di transito dal 22 settembre al 7 ottobre prossimi su un tratto di cento metri (fra  i km.

Il provvedimento viabilistico per consentire lavori di consolidamento del corpo stradale. La circolazione veicolare lungo la SP n. 68 del Facciù, all’altezza del km 2,5, in comune di Moneglia, sarà vietata continuativamente da lunedì 14 a venerdì 25 settembre, per eseguire lavori di consolidamento del corpo stradale.    

Festa inaugurale oggi, con tutte le istituzioni e tanti abitanti, per il ponte della variante alla provinciale di Sant’Olcese, realizzata con il cofinanziamento della Regione Liguria e della Città metropolitana di Genova.Il taglio del nastro affidato alla giovanissima presidente del Consiglio Comunale dei ragazzi di Sant’Olcese, Laura Picollo, con il sindaco di Genova e della Città metropolitana Marco Doria, il consigliere metropolitano delegato ai lavori pubblici e viabilità Gianni Vassallo, l’assessore regionale alle infrastrutture Giacomo Giampedrone e il sindaco di Sant’Olcese Armando S

Oggi pomeriggio la visita istituzionale del sindaco metropolitano a Sestri Levante, Moneglia, Casarza Ligure e Castiglione Chiavarese, fra tesori, criticità e nuove opere.Convenzioni con i Comuni per l'utilizzo dei mezzi meccanici specializzati della Città metropolitana per la tutela del territorio, condivisione delle priorità per gli interventi nella difesa del suolo, competenza ora trasferita alla Regione, con supporto tecnico, raccolta delle diverse richieste per inoltrarle poi alla Regione da parte della Città metropolitana che potrà promuovere sul proprio sito e con le proprie struttur

La chiusura al km 4,4, presso la vecchia fornace, per consentire di eseguire lavori di adeguamento della strada. Dalle 20,30 di oggi, giovedì 10 settembre, alle 6 di domani 11 settembre, la Città metropolitana di Genova chiuderà alla circolazione veicolare la Sp n. 6 di Isoverde all'altezza del km 4,4, in prossimità della vecchia fornace, in comune di Campomorone, per eseguire lavori di adeguamento della strada.    

Alle 11 del 5 settembre il taglio del nastro con tutte le istituzioni per la variante alla provinciale di Sant’Olcese, cofinanziata da Regione e Città metropolitana, che libererà dal traffico e renderà più sicuro il centro abitato di Manesseno. Traguardo finale per la variante di Manesseno alla provinciale di Sant’Olcese, con l’apertura del nuovo by-pass stradale che sabato 5 settembre alle 11 sarà inaugurato alla presenza di tutte le istituzioni.Alla cerimonia, organizzata dal sindaco di Sant’Olcese Armando Sanna, interverranno il sindaco di Genova e della Città metropolitana Marco Doria,

Dopo quattro giorni (e notti) di lavori senza sosta della Città metropolitana per bonificare il versante e ridurre i rischi di altre frane. Oltre 2000 metri cubi di materiale pericolante, quasi la metà massi, rimossi dal versante sino a trovare gli strati rocciosi più compatti.

Finora sono già stati sganciati dal versante 250 metri cubi di materiali, con massi anche di 40 tonnellate, frantumati sul posto. Gli interventi proseguiranno per tutta la notte. Da questa mattina sono stati sganciati dal versante 250 metri cubi di materiale, compresi macigni enormi, anche da 40 tonnellate, bloccati ieri sulla parete dalle reti d’acciaio sistemate dopo la frana di metà settembre mentre scivolavano verso il basso a causa del nuovo movimento franoso sopra la provinciale 586 a Carasco.

Immagini e interviste sugli interventi della Città metropolitana proseguiti giorno e notte per liberare la carreggiata e bonificare il versante e sulle opere strutturali definitive per 515.000 euro, cofinanziate dalla Regione per 375.000 e della Città metropolitana per 140.000.Ci sono volute più di novanta ore di lavoro, giorno e notte, dei tecnici e operai della Città metropolitana, con ruspe ed escavatori insieme a rocciatori e mezzi di un'impresa specializzata, per bonificare il versante da migliaia di metri cubi di materiali pericolanti, con moltissimi massi, e poter riaprire al transit

Riaperta a doppio senso la strada 'di Propata alta', dove dal 23 settembre era in vigore al km 0,2 un senso unico alternato con divieto di transito ai mezzi superiori a 3,5 tonnellate.  La Città metropolitana di Genova ha riaperto a doppio senso e con piena agibilità al traffico la strada provinciale n.

Due grossi massi incombono sulla strada, che domani sarà chiusa per rimuoverli e verificare la situazione. Fra pochi giorni parte il cantiere.  Si è mossa nuovamente questa mattina, dopo il movimento di tre settimane fa, la frana che incombe sulla sp 586 della Val d’Aveto, presso Santa Maria di Sturla a Carasco. Il movimento non ha causato nessun danno a persone o cose, in quanto la frana, proprio in seguito al movimento di metà settembre, è stata imbrigliata in una rete di protezione sistemata dalla Città metropolitana di Genova.

Ripartiti i restauri nello splendido gemello camoglino del Modena. Il programma Tabloid fa il punto con nuove immagini e un’intervista a Silvio Ferrari, presidente della Fondazione Teatro Sociale, sugli interventi in corso, le risorse e i tempi per la riapertura. C’è anche un antico argano del 1876, l’anno dell’inaugurazione del teatro con l’Ernani, a segnare la via della rinascita del Sociale di Camogli realizzato dall’architetto Salvatore Bruno e splendido gemello camoglino del Modena di Sampierdarena.

Dal 20 al 29 ottobre prossimi lungo i primi 800 metri della strada, nel Comune di Cogoleto, per motivi di sicurezza durante lo smantellamento del Forno 70, l’ultimo rimasto in funzione, sino al 2003, nell’ex fabbrica del cromo in Val Lerone.Inizierà martedì 20 e proseguirà fino al 29 ottobre lo smantellamento dell’ultimo grande impianto dove l’ex Stoppani fondeva il minerale di cromo: il Forno 70, dall’anno di costruzione, rimasto in funzione sino alla definitiva chiusura nel 2003 dell’inquinantissima fabbrica chimica della Val Lerone.Il gigantesco forno in ferro a suola rotante, “gemello”

Dal 3 al 16 ottobre prossimi fra i km. 2,5 e 2,7 nel Comune di Genova per la sostituzione di conduttori delle linee elettriche. Il senso unico alternato, in base alle esigenze di cantiere sarà regolato dalle palette dei movieri.Per la sostituzione dei conduttori elettrici su un tratto della linea a 132 Kv “Quartaie Molassana” dal 3 al 16 ottobre prossimo sarà istituito un senso unico alternato fra i km.

Sino al 30 aprile 2016, a tratti successivi lungo l’intero percorso nel Comune di Ronco Scrivia, per gli scavi di un cantiere dell’EnelTransito a senso unico alternato con semafori sino al 30 aprile 2016 sulla provinciale 7 della Castagnola.

Sulla prima strada senso unico alternato con divieto di transito ai mezzi superiori a 7,5 tonnellate, sulla seconda senso unico alternato con divieto di transito ai mezzi superiori a 3,5 tonnellate. La Città metropolitana di Genova mette mano ai danni causati dall'alluvione del 13 e 14 settembre su due strade provinciali che attraversano il territorio del comune di Propata, la Sp n. 15 del Brugneto e la Sp n.

Sganciati 1200 metri cubi di massi e materiali dal versante. Il 26 la consegna dei cantieri per le opere definitive, annuncia Gianni Vassallo, e da lunedì parte lo spostamento della condotta idrica per far spazio alle fondazioni del nuovo muro.Cinquantacinque viaggi, con undici grossi camion, per liberare la carreggiata dai 1200 metri cubi di massi e materiali sganciati dal versante sopra provinciale 586 a Carasco e fatti poi scivolare sulla carreggiata.

Entro fine ottobre sarà pronto per la sede della scuola a Calvari anche il laboratorio di cucina che finora mancava, realizzato dalla Città metropolitana adeguando gli spazi necessari. Una sede modernissima, realizzata con un investimento di un milione di euro dalla Provincia, poi Città metropolitana di Genova, adeguando e rinnovando spazi nel suo edificio a Calvari di San Colombano.

La chiusura sarà dalle 7.30 del 19 ottobre alle 18 di venerdì 23 ottobre, per eseguire lavori di ripristino di un muro di sostegno.  Chiuderà per 5 giorni, dalle 7.30 di lunedì 19 ottobre alle 18 di venerdì 23 ottobre, la Sp 42 di Romaggi, in comune di San Colombano Certenoli, dove la Città metropolitana di Genova eseguirà fra il km 14,4 e il km 14,5 lavori di ripristino di un muro di sostegno. 

L'intervento, finanziato dal 'Patto territoriale del Genovesato', rende sicuro un tratto pericoloso della Sp3 per Casella.  La Città metropolitana di Genova ha terminato a Pedemonte di Serra Riccò un intervento di riordino della viabilità pedonale del valore di 126.000 euro, finanziato con le risorse del 'Patto territoriale del Genovesato': i lavori hanno interessato un tratto della trafficata strada provinciale n.

Lunedì 9 novembre alle 8 alle 18 per la ricostruzione di una tombinatura stradale.Cantiere con chiusura per un giorno – il 9 novembre - al chilometro 8 della provinciale 83 di Pietranera a Rovegno. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova per la ricostruzione di una tombinatura stradale e la chiusura sarà in vigore dalle 8 alle 18 di lunedì prossimo.

Iniziato il montaggio dei pannelli su fondazioni in cemento armato con pali ancorati alla roccia.

Al km. 8,7 della provinciale della Fontanabuona dove sono stati completati gli interventi di sistemazione e ripristino.  Transito di nuovo a piena carreggiata, senza più senso unico alternato, al km. 8,7 della provinciale 225 della Fontanabuona a San Colombano Certenoli. Sono stati infatti ultimati tutti gli interventi di sistemazione della Città metropolitana e del Comune di San Colombano, per le rispettive competenze, necessari per il completo ripristino di questo tratto che la scorsa primavera era stato inondato da una colata di fango.

I lavori sulla frana che si era abbattuta sulla strada il 14 settembre sono terminati, ma più a monte si deve intervenire su un cedimento a valle.  La Sp. n.

Realizzato su tutto l’atrio dell’istituto tecnico superiore un nuovo controsoffitto con materiali tecnologici. Lastre speciali fibrorinforzate fissate a profilati metallici. Sono queste le tecnologie del nuovo controsoffitto per tutto l’atrio dell’istituto tecnico In Memoria dei Morti per la Patria a Chiavari.

Montati i pannelli prefabbricati sotto il versante della SP 225 della Fontanabuona i lavori proseguiranno con riempimenti di ghiaie e gabbioni di terre armate.

I due provvedimenti saranno in vigore fino al 18 dicembre per eseguire lavori di messa in sicurezza dei tratti stradali interessati.  La Città metropolitana di Genova istituisce, da domani 18 novembre a venerdì 18 dicembre, due sensi unici alternati regolati da semaforo mobile lungo la Sp n. 5 della Bocchetta, in comune di Campomorone, il primo fra il km 1,950 e il km 2,050 e il secondo fra il km 4,050 e il km 4,150, per eseguire lavori di messa in sicurezza dei tratti stradali interessati.  

Prima tappa le tracciature tecniche per le opere strutturali di messa in sicurezza della provinciale 586 che saranno eseguite dalla Simes Tigullio, l’impresa che si è aggiudicata i lavori per conto della Città metropolitana.Entro domani saranno completate le operazioni di spostamento delle condotte idriche di Carasco per dare spazio alle fondazioni del nuovo muro  sulla provinciale 586 che inizierà a essere realizzato da lunedì prossimo, 26 ottobre, come aveva annunciato il consigliere delegato Gianni Vassallo, con la consegna del cantiere all’impresa Simes Tigullio che si è aggiudicata i l

Il provvedimento resterà in vigore fino a venerdì fra il km 83,4 e il km 84,5, dalle 8 alle 17.  Senso unico alternato regolato da semaforo mobile da ieri fino a venerdì 13, dalle 8 alle 17, lungo la S.P. n. 456 del Turchino, tra il km 83,4 e il km 84,5, nei Comuni di Campoligure e Rossiglione, per eseguire lavori di scarifica e bitumatura.  

Domani pomeriggio dalle 14.30 con i sindaci e gli altri amministratori dei tre Comuni dell’Unione del Golfo Paradiso.Le attività e gli impegni del primo anno dell’Unione dei Comuni del Golfo Paradiso, i rapporti fra l’Unione e la Città metropolitana di Genova, promozione del territorio, progetti, interventi e criticità.

Le immagini del cantiere, le interviste con il direttore dei lavori, il sindaco di Carasco Massimo Casaretto e il consigliere metropolitano delegato Gianni Vassallo nel nuovo servizio del programma della Città metropolitana di Genova. Lavori ormai molto avanzati a Carasco sulla provinciale 586 della Val d’Aveto Cantiere dove i cantieri per realizzare nuove opere strutturali a protezione della strada martoriata dalle frane sono partiti a fine ottobre.

Dal 21 novembre la nuova porta della vallata libera dal traffico pesante l’abitato  e da pericolose e difficili strettoie tutta la circolazione. Nelle immagini del programma della Città metropolitana l’inaugurazione e le tappe dell’opera.

Il provvedimento viabilistico era in vigore dallo scorso 15 giugno al km 5,9 per eseguire lavori di consolidamento del corpo stradale.  La Città metropolitana di Genova, avendo terminato i lavori di consolidamento del corpo stradale km 5,9 della SP n. 21 di Neirone, in comune di Neirone, revoca da mercoledì 9 dicembre il senso unico alternato a vista in vigore dallo scorso 15 giugno in quel punto della strada. 

La Città metropolitana ha appena ripristinato un tratto danneggiato dalle alluvioni. Il sindaco di Rossiglione ringrazia l’ente, ricordando però che sulla stessa strada servono altri interventi.

Il by pass che evita un chilometro di strettoie della provinciale 26 è stato inaugurato questa mattina dal sindaco metropolitano Marco Doria con i sindaci di Carasco, Cogorno e Ne, istituzioni ed enti locali del territorio.Alle 11.23 sono passate le prime auto, moto e un gruppo di ciclisti.

Alle 10.30 con il sindaco metropolitano Marco Doria, l’assessore regionale Giacomo Giampedrone, i sindaci di Carasco Massimo Casaretto, di Cogorno Enrica Sommariva e di Ne Cesare Pesce, i rappresentanti delle istituzioni e gli enti locali del territorio.Traguardo finale per la complessa, faticosa e molto attesa realizzazione della variante di Settembrin.Ormai completate le bitumazioni (con diecimila quintali di sottofondo stradale e altrettanti di asfalto) e la segnaletica sabato 21 novembre il nuovo by-pass che elimina un chilometro di pesanti e rischiose strozzature all’imbocco della prov

Dal 18 gennaio al 30 aprile prossimi per lavori eseguiti dall’impresa MI-RA per conto di COCIV, il consorzio incaricato della realizzazione del Terzo Valico ferroviario.Transito a senso unico alternato con semafori dal 18 gennaio al 30 aprile prossimi lungo tratti compresi fra i km. 0,586 e 3,461 e fra i km. 3,841 e 4,626 della provinciale 6 di Isoverde, nel Comune di Campomorone.

Dalle 13 del 7 gennaio si spengono i semafori e si circola su due corsie.

Il provvedimento è in vigore dallo scorso 7 settembre per eseguire lavori di allargamento e sistemazione della sede stradale.  La Città metropolitana di Genova proroga al 31 marzo del 2016 il senso unico alternato regolato da semaforo mobile tra il km 0 e il km 0,200 della SP 50 di Santo Stefano di Larvego, in comune di Campomorone, che era in vigore dallo scorso 7 settembre, con fine prevista il 23 dicembre, per eseguire lavori di allargamento e sistemazione della sede stradale.

Dal 7 gennaio si circola di nuovo su due corsie dopo la ricostruzione del versante franato e prima della fine di gennaio, completate le rifiniture, la carreggiata sarà riaperta a tutta larghezza.Tutte le tappe, fino alla riapertura a doppio senso della provinciale 225 alle Ferriere, dopo la ricostruzione del versante franato nei nubifragi del 27 dicembre 2013.

Dal 19 al 28 gennaio prossimi lungo i primi 800 metri della strada, nel Comune di Cogoleto, per motivi di sicurezza durante lo smantellamento dell’edificio-portineria all’ingresso dell’ex fabbrica del cromo in Val Lerone.
Inizierà martedì 19 e proseguirà fino al 28 gennaio lo smantellamento dell’inconfondibile “fungo”  l’edificio-portineria all'ingresso dell’ex fabbrica del cromo Stoppani.

Dalle 11.20 di questa mattina  semafori spenti e circolazione su due corsie. Avviati gli ultimi interventi di rifinitura per riaprire in tutta la sua larghezza la carreggiata “prima della fine del mese ” dice Gianni Vassallo. Dalle 11.20 di questa mattina è ritornato il doppio senso sulla provinciale 225 alle Ferriere.

Installato il nuovo guard rail sono corso gli ultimi interventi di rifinitura della carreggiata che “venerdì in mattinata sarà di nuovo transitabile in tutta la sua larghezza” dice il consigliere delegato della Città metropolitana Nino Oliveri.Conto alla rovescia per la riapertura totale della carreggiata sulla provinciale 225 alle Ferriere, ricostruita dalla Città metropolitana di Genova dopo l’enorme frana che il 27 dicembre 2013 si era portata via, per più di cinquanta metri di lunghezza, la metà a valle della strada.

Dopo le quinte tornate in aula da oggi, “domani riprendono le lezioni in quattro aule del terzo piano” annuncia il consigliere delegato Adolfo Olcese della Città metropolitana di Genova.

Marco Doria ha accettato “con rammarico” le dimissioni per motivi personali di Gianni Vassallo che ha ringraziato “il sindaco metropolitano per la condivisione e la fiducia dimostrata e i dipendenti con cui ho lavorato”.  Giovanni Vassallo lascia l’incarico di consigliere delegato a lavori pubblici, viabilità e trasporti della Città metropolitana di Genova, da cui oggi ha rassegnato le dimissioni per motivi personali.

In corso gli ultimi smantellamenti delle parti a rischio degli intonaci dei soffitti. Da mercoledì parte anche l’installazione dei nuovi controsoffitti dove i tecnici hanno verificato problemi e riaprono le aule al IV piano con reti metalliche provvisorie. Buona la situazione dei corridoi, a macchia di leopardo invece quella delle classi e dell’aula magna.

Le immagini dal cantiere della Città metropolitana che lavorando anche di sabato e domenica ha realizzato gli interventi sui solai perché le verifiche preventive dei tecnici avevano evidenziato rischi di distacco su porzioni dell’intonaco.Sette giorni su sette, compresi tre fine settimana, per la sicurezza dell’istituto nautico di Camogli dove sono stati montati 1.400 metri quadrati di nuovi controsoffitti tecnologici rinforzati, con una tenuta di 160 chili per metro quadrato, molto maggiore delle strutture tradizionali, con un finanziamento di 100.000 euro della Città metropolitana di Geno

Il consigliere delegato della Città metropolitana di Genova fa il punto sui lavori in corso, ormai alle ultime tappe.

In corso il sopralluogo della Città metropolitana con il consigliere delegato Adolfo Olcese e i tecnici perché dagli ultimi controlli alla scuola emergevano rischi di distacco degli intonaci in alcune zone dei soffitti.

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.

Dal 8 febbraio al 8 marzo prossimi fra i km. 0,500 e 0,550 nel Comune di Chiavari per lavori di consolidamento.  Senso unico alternato con semafori per interventi di consolidamento della carreggiata sulla provinciale 32 di Leivi, fra i km. 0,500 e 0,550 nel Comune di Chiavari. Il provvedimento della Città metropolitana di Genova sarà in vigore dal 8 febbraio al 8 marzo prossimi, con semafori sempre in funzione all’altezza del cantiere per tutto il periodo indicato.

Il provvedimento sarà in vigore da lunedì 25 su un tratto di ca 200 metri per lavori sulla linea elettrica.  Per eseguire lavori di sostituzione di conduttori della linea a 132 kv n. 842 'Quartaie-Molassana', dal 25 gennaio al 4 febbraio sarà in vigore, secondo le esigenze dell'azienda esecutrice dei lavori, un senso unico alternato regolato da movieri fra il km 2,5 e il km 2,7 della Sp n. 13 di Creto, in Comune di Genova.  

Il provvedimento sarà in vigore fino al 25 marzo su un tratto di ca 200 metri, per lavori di messa in sicurezza di un'area in dissesto.  Per eseguire lavori dimessa in sicurezza di un'area in dissesto, da oggi al 25 marzo, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 13 alle 17, sarà in vigore quando richiesto dalla lavorazione tra il km 5,5 e il km 5,7 della Sp. 227 di Portofino, in comune di Santa Margherita Ligure, un senso unico alternato regolato da semaforo mobile.   

Nel videoservizio del programma Tabloid l’azione dell’Ente sulle strade, dall’allerta meteo che a fine febbraio ha portato molta neve nelle vallate ai lavori di ripristino su due provinciali colpite dalle alluvioni.70 centimetri a Casa del Romano e al Tomarlo, 60 sul Faiallo,  40 centimetri a Santo Stefano d’Aveto e a Tiglieto, con un manto tra i 20 e i 30 in Val Trebbia e di 20 centimetri in Valle Stura e nelle altre zone interne.

Fra Regione Liguria, Città metropolitana e Comune di Lorsica. Fondi regionali dalle accise e cofinanziamento della Città metropolitana che ha inserito come priorità urgenti gli interventi necessari che saranno avviati dal Comune di Lorsica.Piena intesa fra Regione, Città metropolitana di Genova e Comune di Lorsica sul finanziamento degli interventi per mettere in sicurezza la provinciale 23 della Scoglina al km.

Città metropolitana e Comune di Lorsica stanno organizzando nuovi sopralluoghi, anche con un geologo, per una diagnosi più approfondita della parete in frana. La strada per ora resta chiusa al km. 2,8.“Salvo sorprese” aveva detto ieri Nino Oliveri, consigliere delegato della Città metropolitana, a proposito dei primi interventi d’emergenza sul versante per riaprire la provinciale 23 della Scoglina e le sorprese, negative, sono purtroppo arrivate dal sopralluogo in parete dei tecnici della viabilità con l’impresa che avrebbe dovuto sganciare i materiali pericolanti.

Reportage del programma della Città metropolitana tra incontri e sopralluoghi sui lavori in corso per Bisagno e Fereggiano con il ministro dell’Ambiente, il sindaco Marco Doria, il responsabile di Italia Sicura, Protezione Civile, Regione e MunicipiLa più grande ristrutturazione idraulica per la sicurezza mai fatta in Italia.

Il consigliere delegato della Città metropolitana ha fatto il punto con i tecnici e il sindaco di Lorsica Aulo De Ferrari per condividere le modalità d’intervento sul pericoloso versante in frana sopra la strada.A 120 metri d’altezza sulla parete incombe in bilico anche un macigno enorme, circa 17 tonnellate di roccia.

Veloce intesa istituzionale nell’incontro fra la Città metropolitana e i Comuni per ridurre i rischi e riaprire al più presto il transito. Già avviate le operazioni per sganciare macigni e grossi ceppi pericolanti sulla parete sopra la carreggiata.Prima l’emergenza da affrontare e risolvere subito, poi la ricerca di una soluzione definitiva per mettere in sicurezza la provinciale 23 della Scoglina a Lorsica.

Il reportage del programma della Città metropolitana sulle azioni e i sopralluoghi  con i sindaci e i tecnici per affrontare la nuova emergenza frane sulla provinciale 23 a Lorsica.Il nuovo muro a protezione della provinciale 586 a Carasco è pronto. Completato dalla Città metropolitana, che l’ha cofinanziato con la Regione, sul tratto dove nel 2015 la strada tra le valli Fontanabuona, Sturla e Aveto era stata chiusa più volte per le frane e i massi pericolanti.

Domani mattina. Partecipano il sindaco Marco Doria, il responsabile di Italia Sicura Mauro Grassi, il presidente della Regione Giovanni Toti, Roberto Oreficini Rosi, coordinatore rischi idrogeologici Protezione civile, l’assessore Crivello i presidenti dei Municipi 3^ e 8^. Sopralluogo ai lavori in corso contro il rischio delle alluvioni domani, 17 febbraio, sui cantieri del Bisagno e del Fereggiano, con il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti.

Per la ricostruzione della parte franata della carreggiata al km. 3,4 con un nuovo muro cellulare sotto la scarpata. “Un intervento importante e necessario che conferma il nostro impegno sul territorio” dice il consigliere delegato OliveriPartiti i lavori della Città metropolitana di Genova sulla provinciale 69 delle Capanne di Marcarolo dove le alluvioni avevano fatto franare la metà a valle della carreggiata al km. 3,4 nel Comune di Campo Ligure.

Al km. 6,4 della strada dal 15 febbraio al 18 marzo “ma cercheremo di ridurre il più possibile disagi e durata dei lavori” dice il consigliere delegato Nino Oliveri della Città metropolitana. Via ai lavori per consolidare la carreggiata al km. 6,4 della provinciale 71 del Monte Cornua nel Comune di Sori, con chiusura al transito all'altezza del cantiere prevista dal 15 febbraio al 18 marzo prossimi.

Dal 7 marzo al 8 aprile fra i km. 13,7 e 13,9 della strada per la realizzazione di un muro di sostegno in cemento armato sotto la carreggiata.Cantiere con semafori dal 7 marzo al 8 aprile prossimi fra i km. 13,7 e 13,9 della provinciale 333 a Tribogna, per la costruzione di un nuovo muro di sostegno in cemento armato sotto la carreggiata. I semafori all’altezza dei lavori saranno sempre in funzione per tutto il periodo indicato.

Completato il rifacimento del cordolo a valle della carreggiata.Intervento di ripristino concluso e fine del senso unico alternato al km. 31,8 della provinciale 586 della Val d’Aveto, nel Comune di Rezzoaglio. La Città metropolitana di Genova ha completato i lavori necessari dopo il cedimento del cordolo a valle della carreggiata e revocato da oggi il senso unico alternato.

La Sp 23 della Scoglina, dove il 12 febbraio era caduta al km 2,8 una grossa frana, è stata riaperta dopo i lavori di sgombero e messa in sicurezza progettati ed eseguiti dalla Città metropolitana di Genova.

Il consigliere delegato della Città metropolitana ha partecipato al sopralluogo sulla provinciale 23 con l’assessore Giampedrone e il consigliere Muzio della Regione e il sindaco di Lorsica De Ferrari.

A senso unico alternato con semafori. “Rispettato l’impegno con il territorio” dice il consigliere delegato Nino Oliveri della Città metropolitana.

Da sedici ore uomini e mezzi della Città metropolitana sono al lavoro al km. 2,8 per demolire e rimuovere i macigni e bonificare il versante.C’era anche un macigno enorme, da settanta metri cubi, nella frana di massi, pietre e terra che ieri sera alle 21 si è abbattuta dal versante sulla carreggiata della provinciale 75 del Penna al km. 2,8 nel Comune di Santo Stefano d’Aveto.

Dalle 12 si potrà di nuovo circolare a senso unico alternato con semafori. “Abbiamo rispettato l’impegno sui tempi che ci eravamo assunti con il territorio” dice il consigliere delegato Nino Oliveri della Città metropolitana.Sono stati rimossi circa 750 metri cubi di pezzi di roccia, grosse pietre e terre, pari a 1.300 tonnellate di materiali instabili, dalla parete a picco della provinciale 23 della Scoglina a Lorsica.

Nel videoservizio del programma della Città metropolitana di Genova gli interventi appena realizzati sulle provinciali della Capanne di Marcarolo, di Creto e del Monte Cornua.Dall’Appennino al Golfo Paradiso.

Il provvedimento sarà in vigore continuativamente dal 30 marzo al 30 aprile per eseguire lavori di ripristino della barriera stradale.  La Città metropolitana di Genova istituisce un senso unico alternato regolato da semaforo mobile, continuativamente dal 30 marzo al 30 aprile, fra il km 8,350 e il km 8,4 della Sp. 225 della Valfontanabuona, in comune di San Colombano Certenoli, per eseguire lavori di ripristino della barriera stradale.   

In quattro  aule, tre laboratori e alcune parti dei corridoi dove le verifiche dei tecnici della Città metropolitana hanno segnalato rischi di distacco di porzioni d’intonaco. Cantiere aperto anche sabato e domenica. 55.000 euro l’importo dell’intervento.Lavori urgenti della Città metropolitana di Genova al liceo scientifico Lanfranconi di via dei Cantieri a Voltri per installare 500 metri quadrati di nuovi controsoffitti a struttura tecnologica rinforzata.

Dal 4 al 20 maggio prossimi a tratti saltuari sui primi 1.100 metri e fra i km. 4 e 5 della strada provinciale.Bitumature della Città metropolitana di Genova con transito a senso unico alternato regolato da semafori sulla provinciale 33 di San Salvatore, a tratti saltuari lungo i primi 1.100 metri e fra i km. 4 e 5 della strada, nei Comuni di Cogorno e Carasco. Il provvedimento sarà in vigore dal 4 al 20 maggio prossimi e i semafori all’altezza dei cantieri saranno sempre in funzione durante il periodo indicato.

Dal 2 maggio al 2 novembre prossimi su tratti compresi fra i km. 31,570 e 35,396 per realizzazione del nuovo acquedotto e opere di trattamento dei reflui del Comune di Isola del Cantone. Transito a senso unico alternato con semafori dal 2 maggio al 2 novembre prossimi a tratti saltuari fra i km. 31,570 e 35,396 della provinciale 35 dei Giovi, nei Comuni di Ronco Scrivia e Isola del Cantone.

Dalle 22 di giovedì 21 alle 4 di venerdì 22 aprile fra i km. 0,800 e 0,900 nella località Lagolocchio del Comune di Campomorone, per movimentare materiali con autogru.

Completati gli interventi di ripristino della Città metropolitana al km.13,8 della strada. Interventi di ripristino e consolidamento della Città metropolitana di Genova conclusi e carreggiata di nuovo percorribile in tutta la larghezza. Finisce quindi il senso unico alternato  al km. 13,8 della provinciale 333 nel Comune di Uscio, istituito dopo una frana.

Già partita la fase di pre-trattamento e da metà giugno il nuovo depuratore finanziato con 30 milioni di euro sarà pienamente in funzione. Questa mattina sopralluogo della Città metropolitana e del Comune di Recco con Iren.

Al sindaco metropolitano di Genova il Ministero ha risposto che da parte di Anas “è in corso la definizione delle modalità operative con cui porre in atto l’appalto”.Gli interventi per rimettere in sicurezza e riaprire la statale Aurelia ad Arenzano dopo la frana del 19 marzo “sono di assoluta urgenza per il territorio” ha ribadito il sindaco metropolitano Marco Doria al Ministero delle Infrastrutture.La risposta è stata che “è in corso la definizione delle modalità operative con cui porre in atto l’appalto” da parte di Anas che fino ai giorni scorsi però "non era ancora autorizzata a inter

Dal 10 al 20 maggio prossimi nei giorni feriali, a tratti saltuari fra i km. 7 e 11,800 della provinciale della Fontanabuona.Nuove asfaltature per ripristinare la pavimentazione su tratti della provinciale 225 della Fontanabuona compresi fra i km. 7 e 11,800 della strada, nel Comune di San Colombano Certenoli. Per le esigenze operative di questi interventi la Città metropolitana di Genova ha istituito nei giorni feriali dal 10 al 20 maggio prossimi, un senso unico alternato regolato da semafori che saranno in funzione dal lunedì al venerdì nell’orario 8-18.

Domani e venerdì al km. 11,4 della provinciale per manutenzione e svuotamento delle reti paramassi.Transito a senso unico alternato con semafori domani 19 e venerdì 20 maggio sulla provinciale 333 all'altezza del km. 11,4, nel Comune di Uscio, per interventi sul versante di manutenzione e svuotamento delle reti paramassi.Nei due giorni dei lavori i semafori saranno sempre in funzione.

In orario di cantiere, dalle 8 alle 17, al km. 2,8 della provinciale nel Comune di Lorsica, per motivi di sicurezza durante l’ancoraggio alla parete dei montanti per la nuova struttura di protezione.Ultimo, fondamentale, capitolo per la messa in sicurezza della provinciale 23 della Scoglina al km. 2,8 nel Comune di Lorsica: l’arrivo e l’ancoraggio dei montanti per le reti paramassi sul ripido versante roccioso che sovrasta la strada che impegneranno le giornate di domani, giovedì 5, e venerdì 6 maggio.

Lungo un tratto di cento metri (fra i km. 0,800 e 0,900) nella località Lagolocchio dalle 22 di questa sera alle 4 di domani per posizionare materiali con un’autogrù. Passaggio comunque garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Chiusa 6 ore la prossima notte (dalle 22 di questa sera alle 4 di domani, mercoledì 18 maggio) la provinciale 6 di Isoverde lungo un tratto di cento metri fra i km. 0,800 e 0,900 all’altezza della località Lagolocchio del Comune di Campomorone.

Dal 4 al 13 maggio prossimi nei giorni feriali lungo gli ultimi 1.400 metri della strada provinciale, nel Comune di Portofino.Cantiere per la manutenzione dei parapetti in muratura con transito a senso unico alternato regolato da semafori nei giorni feriali lungo gli ultimi 1.400 metri della strada provinciale 227 (fra i km. 6,310 e 7,710 nel Comune di Portofino) dal 4 al 13 maggio prossimi. I semafori all’altezza dei lavori saranno in funzione continuativamente dal lunedì al venerdì.

Completati gli interventi sul versante e rimosse le barriere in new-jersey dalla strada al km. 2,8 la provinciale 23 della Scoglina è di nuovo aperta senza più limitazioni di transito.Quaranta metri di reti paramassi, alte cinque metri e mezzo e rette da pali d’acciaio sul , preventivamente bonificato da oltre 750 metri cubi di rocce e materiali instabili, proteggono la provinciale della Scoglina al km. 2,8 nel Comune di Lorsica.

Per esigenze operative di cantiere la chiusura al transito dalle 8 alle 17 per la sistemazione delle strutture paramassi sul versante è stata  rinviata con lo stesso orario al 9 maggio. Stesso orario, ma per esigenze operative del cantiere cambia il giorno per la seconda chiusura sulla provinciale 23 della Scoglina al km. 2,8 nel Comune di Lorsica per l'ancoraggio dei montanti delle reti paramassi sul versante che sovrasta la strada: come comunicano i servizi tecnici della Città  metropolitana di Genova la chiusura al transito sarà in vigore lunedì 9 maggio anziché domani, venerdì 6.

Il provvedimento viabilistico della Città metropolitana sarà in vigore all'altezza del km 8 della strada, per lavori di consolidamento del corpo stradale.  Lunedì 30 maggio fra le 9 e le 17 sarà interrotta la circolazione veicolare al km 8 della Sp n. 48 del Fregarolo, in comune di Fontanigorda, per l'esecuzione di lavori di consolidamento del corpo stradale.    

La sospensione della circolazione al km 2,8 della strada, per la rimozione dei new jersey da parte dell'azienda che per conto del comune di Lorsica sta consolidando il pendio franato.  La circolazione sulla Sp n. 23 della Scoglina sarà interrotta domani, venerdì 13 maggio, dalle 9 alle 15, all'altezza del km 2,8, ovvero nel punto in cui cadde la frana alcune settimane fa, per permettere all'azienda che per conto del comune di Lorsica sta eseguendo i lavori di consolidamento del pendio franato un intervento di rimozione delle barriere new jersey.

Interruzione all'altezza del km 3,260 per mettere a dimora alcuni alberi con autogru.    Chiusura di due ore, domani mattina, della Sp. n. 39 di Santa Margherita Ligure: la strada sarà interrotta alla circolazione dalle 4 alle 6 all'altezza del km 3,260 (via San Lorenzo, civico 18), in comune di Santa Margherita, per mettere a dimora di alcuni alberi con autogru.

Le indagini preventive della Città metropolitana riguardano solai e controsoffitti di 26 istituti superiori a Genova, Golfo Paradiso, Tigullio e Valle Scrivia. Controlli a tappeto su 64.000 metri quadrati di solai e controsoffitti in 26 edifici delle scuole superiori di Genova e del territorio per garantirne la sicurezza.

Sino al 2 novembre prossimo, su richiesta dell'impresa COSME per esigenze di cantiere legate alla realizzazione del nuovo acquedotto e trattamento dei reflui.Semafori accesi anche la domenica sino al prossimo 2 novembre sul senso unico alternato già in vigore su tratti compresi fra i km. 31,570 e 35,396 della provinciale 35 dei Giovi (nei Comuni di Ronco Scrivia e Isola del Cantone).

Sei ore di interruzione (dalle 22 alle 4) al km 0,8, per posizionare materiali con un’autogru.  Circolazione veicolare interrotta per sei ore domani notte, dalle 22 di martedì 14 alle 4 di mercoledì 15, al km 0,8 della SP 6 di Isoverde, in località Lagolocchio in comune di Campomorone, per posizionare materiali con autogru.    

Indagini preventive su 64.000 metri quadrati di solai e controsoffitti degli edifici scolastici a Genova, nel Tigullio, Golfo Paradiso e Valle Scrivia, con 175.000 euro, cofinanziati da fondi nazionali del Miur e dalla Città metropolitana. Campagna di controlli preventivi su 64.000 metri quadrati di solai e controsoffitti in 26 edifici delle scuole superiori di Genova e del territorio per garantirne la sicurezza.

Sei ore di interruzione (dalle 22 alle 4 del giorno successivo) per due notti consecutive, per rimuovere materiali con un'autogru.  Circolazione veicolare interrotta domani notte e giovedì notte dalle 22 alle 4 del giorno successivo al km 0,8 della SP 6 di Isoverde, in località Lagolocchio in comune di Campomorone, per rimuovere materiali con autogru.    

Il sindaco metropolitano di Genova in una nota  chiede al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti di “farsi carico personalmente di risolvere la questione” avviando con urgenza gli interventi per riaprire la statale.A settantasei giorni dalla drammatica frana fra Voltri e Arenzano sulla statale Aurelia gli interventi dell’Anas per mettere in sicurezza e riaprire questo collegamento assolutamente vitale per il territorio non sono ancora partiti.

Il provvedimento in vigore da domani, dal lunedì al sabato, per l'esecuzione di sondaggi.  Senso unico alternato regolato da semaforo mobile da domani giovedì 16 giugno al prossimo 15 luglio, dal lunedì al sabato con orario continuativo, fra il km 0,440 e il km 2,530 della Sp n. 7 della Castagnola, a tratti saltuari, in comune di Ronco Scrivia, per l'esecuzione di sondaggi.   

Finanziano con bando di gara il taglio di erba e piante e la pulizia delle cunette su 400 chilometri di rete viaria, lungo tutto il percorso di 47 strade. “Facciamo ripartire – dice Nino Oliveri – interventi fondamentali per la sicurezza stradale”.Da Cogoleto a Moneglia, dalla Valle Stura alla Val d’Aveto la Città metropolitana di Genova dà il via al taglio di erba e arbusti e alla pulizia delle cunette lungo tutto il tracciato di 47 strade provinciali, su 400 chilometri della sua rete viaria.

Il divieto di circolazione sarà in vigore fra il km 15,3 e il km 16,2, per eseguire lavori di pavimentazione. Strada alternativa via Baranzuolo.  Temporanea interruzione della circolazione veicolare, nei giorni 4, 5 e 6 luglio dalle 7.30 alle 18.30, fra il km 15,3 e il km 16,2 della Sp. n. 42 di Romaggi, in comune di San Colombano Certenoli, per eseguire lavori di pavimentazione.  Il percorso alternativo è via Baranzuolo, che collega Villagrande di Cichero al km 16,3 della Sp. n. 42.   

Dalle 22 di questa sera alle 5 di domani fra i km. 0,800 e 0,900 nella località Lagolocchio per la gettata di calcestruzzo del cordolo del nuovo muro. Chiusa 7 ore la prossima notte (dalle 22 di questa sera alle 5 di domani, martedì 21 maggio) la provinciale 6 di Isoverde lungo un tratto di cento metri fra i km. 0,800 e 0,900 all’altezza della località Lagolocchio del Comune di Campomorone.

Dalle 22 del 4 luglio alle 6 del 5 luglio fra i km. 9,500 e 9,550, per lavori all'attraversamento della ferrovia Genova-Casella.Otto ore di stop notturno alla circolazione - dalle 22 del 4 luglio alle 6 del 5 luglio- su un tratto di cinquanta metri, fra i km. 9,500 e 9,550 della provinciale 2 di Sant'Olcese, a Tullo.

Nelle immagini del programma della Città metropolitana di Genova la bellezza dei restauri e per il teatro, finalmente libero dalle impalcature, nel suo 140^ si lavora alla riapertura “con un evento di grandissima suggestione” dice Silvio Ferrari.La traversata non è stata facile, ma dopo una rotta lunga e faticosa, la rinascita del Teatro Sociale di Camogli, realizzato nel 1876 dall’architetto Salvatore Bruno e splendido gemello del Modena di Sampierdarena, finalmente sta arrivando in porto.

Il provvedimento è in vigore continuativamente fra il km 3 e il km 4, per eseguire lavori di scavo per la posa di un tubo.   Un senso unico alternato regolato da semaforo mobile è in vigore continuativamente da oggi al 13 agosto tra il km 3 e il km 4 della SP n. 26bis di Valmogliana, nei comuni di Borzonasca e Mezzanego, per eseguire lavori di scavo per la posa di un tubo.     

Nelle immagini del programma della Città metropolitana il via al taglio di erba e piante sulle strade della Città metropolitana di Genova che ha stanziato 250.000 euro per integrare con appalti esterni gli interventi con personale e mezzi propri.400 chilometri affidati con gare a ditte private e 600 alle proprie squadre e mezzi meccanici. La Città metropolitana di Genova ha dato il via sulla sua rete viaria al taglio di erba, piante e pulizia delle cunette, molto importanti per la sicurezza perché la vegetazione incolta restringe la carreggiata, limita la visuale e aumenta i rischi.

Il provvedimento resterà in vigore continuativamente fino alla fine dei lavori di ripristino della strada.  Un senso unico alternato regolato da semaforo mobile è in vigore da oggi fino al ripristino delle condizioni di viabilità fra il km 4,1 e il km 4,2 della Sp. 227 di Portofino, in comune di Santa Margherita Ligure, per eseguire lavori di ripristino del piano viabile.     

Lavori terminati, revocato il provvedimento viabilistico fra il km 4,1 e il km 4,2.  Terminati i lavori di ripristino del piano viabile, è stato tolto il senso unico alternato che dal 28 giugno vigeva tra il km 4,1 e il km 4,2 della Sp 227 di Portofino, in comune di Santa Margherita Ligure.    

Per un cedimento al km. 75,9  della provinciale e il provvedimento sarà in vigore sino al ripristino delle normali condizioni di transitabilità.Circolazione a senso unico alternato a vista, senza semafori, al km. 75,9 della provinciale 654 della Val di Nure nel Comune di Santo Stefano d'Aveto. Il provvedimento è stato istituito dalla Città metropolitana di Genova per un cedimento della carreggiata e sarà in vigore sino al ripristino delle normali condizioni di transitabilità.

Dopo la rottura, sabato scorso, di una grossa tubazione idrica a 14 atmosfere sotto la carreggiata al km. 2,4 della provinciale 6 di Isoverde.Cantiere per il ripristino della condotta e della strada con senso unico alternato regolato da semafori al km. 2,4 della provinciale 6 di Isoverde nel Comune di Campomorone dove sabato scorso si era verificata la rottura di una grossa tubazione idrica a 14 atmosfere sotto la carreggiata, "frantumata da un violentissimo getto d'acqua che ha sfiorato i venti metri d'altezza" dicono i tecnici della Città metropolitana.

Lungo i primi 200 metri della provinciale di Santo Stefano di Larvego, sino al 5 agosto prossimo per lavori di sistemazione e allargamento della carreggiata.Senso unico alternato con semafori all'imbocco della provinciale 50 di Santo Stefano di Larvego, nel Comune di Campomorone per lavori di sistemazione e allargamento della carreggiata lungo i primi 200 metri della strada.Il provvedimento, richiesto alla Città metropolitana dall'impresa esecutrice dei lavori (Polistrade Costruzioni Generali spa di Campi Bisenzio) sarà in vigore sino al prossimo 5 agosto, con semafori sempre accesi all'alt

Realizzerà due cordoli con nuovi guard-rail e un muro a valle in cemento armato dopo i primi duecento metri della strada, dove le alluvioni di fine 2014 avevano provocato il cedimento della parte a valle della carreggiata. Limiti di transito durante i lavori.

La Città metropolitana di Genova ha approvato il progetto esecutivo e avviato le procedure per appaltare i lavori, cofinanziati dallo stesso Ente, dalla Regione e dal Comune di Mezzanego per un totale di 474.000 euro.
Completamento dei marciapiedi esistenti a Prati di Mezzanego per la sicurezza dei pedoni e del transito e più a valle nuovi tratti di cordoli in cemento armato con guard-rail per mettere in sicurezza anche il ciglio stradale.

Dalle 22 di martedì 2 agosto alle 2 di mercoledì 3 fra i km. 0,8 e 0,9 a Lagolocchio nel Comune di Campomorone per lavori di adeguamento. Transito comunque garantito ai mezzi di soccorso o di emergenza. Chiusura notturna di 4 ore (dalle 22 di martedì 2 agosto alle 2 di mercoledì) sulla provinciale 6 di Isoverde fra i km. 0,800 e 0,900 all’altezza della località Lagolocchio nel Comune di Campomorone.

Sette ore e mezza di interruzione per due notti (dalle 22 alle 5.30 del giorno successivo) per posare pannelli prefabbricati sul muraglione della strada.  Circolazione veicolare interrotta per due notti consecutive (fra giovedì 1 e venerdì 2 e fra venerdì 2 e sabato 3 settembre, dalle 22 alle 5.30) fra il km 0,8 e il km 0,9 della Sp n. 6 di Isoverde, in località Lagolocchio in comune di Campomorone, per la posa di pannelli prefabbricati per rivestimento di un muraglione della stessa strada, interessata da lavori di adeguamento nell'ambito del cantiere del Terzo valico ferroviario.

Interventi per 16 milioni nelle superiori che diventeranno 'civic center' con servizi, strutture, iniziative aperte. 14,5 milioni per le strade, 9 per gli interventi nei Comuni nel progetto dell'ente da 40 milioni per il Bando nazionale periferie. Dalle colonnine per bici e scooter elettrici ai sistemi per monitorare la formazione del ghiaccio sulle strade.

Dal 22 agosto al 25 novembre prossimi per lavori eseguiti dall’impresa MI-RA srl per conto di COCIV, il consorzio incaricato della realizzazione del Terzo Valico ferroviario. Possibili su un tratto anche brevi chiusure della circolazione.Transito a senso unico alternato con semafori sempre in funzione dal 22 agosto al 25 novembre prossimi fra i km. 3,841 e 4,626 della provinciale 6 di Isoverde, nel Comune di Campomorone.

Sopralluogo con i tecnici del consigliere delegato della Città Metropolitana Adolfo Olcese sul cantiere che sta allestendo 12 aule nel complesso di via Bellucci per l'inagibilità della palazzina in corso Dogali che ospitava il liceo.Quattro nuove classi realizzate trasferendo lo studio del rettore e gli uffici amministrativi del Convitto, quattro allestite nell'ala napoleonica del complesso e quattro messe a disposizione dall'adiacente liceo classico Colombo.

Dopo verifiche e analisi dei tecnici della Città metropolitana sulle murature il sindaco Doria ne ha decretato l'inagibilità fino al ripristino delle condizioni di sicurezza. In corso i lavori per allestire nuove aule in via Bellucci.Lesioni alle strutture portanti del piano terra e su alcune zone del solaio in calcestruzzo armato fra il piano terra e quello superiore. Le hanno riscontrate, durante le verifiche agli edifici scolastici, i tecnici della Città Metropolitana di Genova nella palazzina di corso Dogali 4 che ospitava il liceo scientifico annesso al Convitto Colombo.

Valore ampiamente inferiore ai prezzi medi di mercato per i nuovi locali di Sestri Ponente, che la proprietà consegnerà alla Città metropolitana entro metà ottobre .  La Città metropolitana di Genova ha ottenuto in affitto a un prezzo notevolmente inferiore alla media di mercato 1.450 metri quadrati nell'edificio di via Giotto a Sestri Ponente che ospita le tre scuole superiori Bergese, Mazzini e Rosselli, in modo da soddisfare il forte fabbisogno di spazi per la didattica (aule, laboratori, ecc.) che riguarda soprattutto l'alberghiero Nino Bergese, travolto da un boom di iscrizioni.

Marco Doria approfondisce gli assi del progetto, a partire dalle scuole superiori come fulcro di riqualificazione e inclusione delle periferie di Genova e delle Valli Polcevera, Scrivia e Stura, che prevede interventi per 40 milioni, anche per strade metropolitane e servizi per i Comuni.Oltre 16 milioni di euro per le scuole superiori; 14,6 per le strade metropolitane; 6,3 per scuole e servizi nei Comuni e 2,9 per la riduzione dei rischi idrogeologici.

Le interruzioni del traffico, di 5 minuti massimi, saranno possibili a causa di lavori alla base del viadotto autostradale della A26. Da oggi al 24 febbraio 2017, dal lunedì al venerdì dalle 7 alle 19, saranno possibili brevi sospensioni di massimo 5 minuti della circolazione stradale al km 102 della Sp 456 del Turchino, in relazione a lavori in corso alla base del soprastante viadotto autostradale Grosexio.     

L'ente di area vasta ha aderito al bando del governo sulle periferie con un progetto da 40 milioni per ristrutturare le scuole delle valli Polcevera, Scrivia e Stura. Intanto l'ingresso di un socio privato in Atp dovrebbe migliorare il trasporto pubblico locale.
Supporto anche sul tema migranti. 

Squadre e mezzi della Città metropolitana stanno iniziando,  fra molte difficoltà, gli interventi per liberare le carreggiate. Chiuse le provinciali 225,  333 di Uscio e le strade collaterali, chiusa anche la 14 di Davagna e la 82 di Sant’Alberto. Riaperta invece la provinciale 456 del Turchino.Un muro d’acqua su Genova e una violentissima tromba d’aria tra Uscio e Recco verso il mare e nell’interno verso la Fontanabuona e anche l’alta Val Bisagno.

Dalle 21 alle 5 nelle notti fra il 26 e il 27, fra il 27 e il 28 e fra il 28 e il 29 settembre dal km. 4,150 al km. 4,600  della provinciale, nel Comune di Campomorone, per lavori di allacciamento Terzo Valico.Chiuso al transito per tre notti un tratto della provinciale 6 di Isorverde, fra i km.

Video racconto, dalla rete Sprar per la protezione dei rifugiati e richiedenti asilo con Agorà ai 24 giovani migranti gestiti dal Ceis, dell'alleanza fra Comune e privato sociale che apre le porte a molte attività volontarie a beneficio della comunità. Alle pendici del Castello Spinola hanno riaperto un tratto di sentiero franato con le alluvioni, risistemando il versante con piccoli terrazzamenti, costruiti in legno come la nuova passerella.

Completati i cordoli con nuovi guard-rail e un muro sotto la carreggiata in cemento armato fra i km. 0,200 e 0,300, dove le alluvioni di fine 2014 avevano provocato il cedimento della parte a a valle della strada. 

Terminate le opere di consolidamento della provinciale 79 delle Colle a Rossiglione, con due cordoli, lunghi entrambi venti metri, nuove barriere guard-rail e un muro di sostegno in cemento armato lungo dieci metri e alto due sotto la strada, il transito ritorna a piena carreggiata e senza più  limiti di peso fra i km. 0,200 e 0,300.

A tratti saltuari con semafori o movieri nei feriali da domani al 30 novembre prossimo per la posa di cavidotti Enel e tubazioni dell'acquedotto nel Comune di Ronco Scrivia.Lavori e senso unico alternato nei feriali da domani al 30 novembre prossimo sulla provinciale 7 della Castagnola. Il provvedimento è stato istituito dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell'impresa Rinaldi s.a.s. di Cerreto Langhe per la posa di cavidotti dell'Enel e di tubazioni dell'acquedotto nel Comune di Ronco Scrivia.

Le 12 aule necessarie sono state allestite dalla Città metropolitana di Genova, trasferendole dalla precedente sede in corso Dogali 4, dichiarata inagibile perché le verifiche dei tecnici dell'Ente avevano evidenziato serie lesioni strutturali all'edificio.Tutte le dodici aule per lo scientifico annesso al Convitto Colombo hanno iniziato il nuovo anno scolastico nel complesso di via Bellucci.

Terminate le opere di consolidamento fra i km. 1,2 e 1,3 della strada, nel Comune di Campomorone, si circola di nuovo a tutta carreggiata.Interventi  conclusi con un nuovo muro a valle e fine dei semafori fra i km. 1,2 e 1,3 della provinciale 6 di Isoverde nel Comune di Campomorone.Completate le opere di ripristino e consolidamento della strada su questo tratto si circola nuovamente a tutta carreggiata.

Il consigliere delegato della Città metropolitana di Genova fa il punto sulla situazione della succursale del liceo chiavarese, in locazione, dove questa mattina dalle verifiche dei tecnici sono emersi problemi alle strutture del controsoffitto nell'atrio.Il solaio è integro, ma non così il controsoffitto che riveste l'atrio della succursale in corso Millo del liceo chiavarese Marconi – Delpino.

In corso le operazioni di sgombero delle carreggiate sulle provinciali 227 di Portofino, 77 di Boasi, 67 del Monte Fasce, 31 di San Martino di Noceto e 82 di Sant’Alberto. Continuano purtroppo a piovere alberi sulla rete viaria della Città metropolitana di Genova con interventi senza soste delle squadre e dei mezzi operativi dell’Ente e delle imprese esterne, in queste ore soprattutto a levante.Altre piante sradicate dalle bufere di vento si sono infatti abbattute sulla provinciale 227 di Portofino, sulla 77 di Boasi, sulla 31 di San Martino di Noceto (Rapallo), sulla 67 del Monte Fasce e n

Paola Guidi, sindaco del comune della Val Polcevera, ci accompagna nelle frazioni del paese per mostrare novità e problemi.   Campomorone, circa 7.000 abitanti in Val Polcevera, è un comune composto di tante frazioni (fra le altre Isoverde, Gaiazza, Cravasco, Langasco, Pietralvezzara, San Martino di Paravanico) per metà rurale e per metà di antica industrializzazione.

Sino al 31 ottobre, nei feriali regolato da semafori o movieri per completare le nuove bitumature fra i km. 23 e 26 della provinciale.Per completare la riasfaltatura della carreggiata proseguirà sino al 31 ottobre prossimo il senso unico alternato fra i km. 23 e 26 della provinciale 35 dei Giovi, nei Comuni di Busalla e Ronco Scrivia.Il senso unico alternato all'altezza dei lavori, in vigore dal lunedì al venerdì nell'orario 7-18, sarà regolato da semafori o dalle palette dei movieri.

Il programma della Città metropolitana di Genova racconta con immagini e interviste la nuova vita del Sociale che il 30 settembre scorso, a 140 anni esatti dalla fondazione, ha festeggiato la fine dei restauri e il calendario della prima stagione.Il pavimento ligneo della platea sopraelevato rispetto alla soletta, creando tra i due piani una “cassa armonica” per esaltare l'acustica della sala, sostenuta anche dalla speciale curvatura della parete di fondo e dalla nuova copertura - sotto quella antica in legno, integralmente conservata, ma separata dal teatro - che riprende anche i tondi con

L’unico tratto al momento chiuso è sulla provinciale 225 della Fontanabuona a San Colombano Certenoli, dove poco fa si sono abbattute altre piante. Squadre e mezzi della Città metropolitana e di imprese esterne continuano le operazioni di sgombero su tutto il territorio.Mezzi in azione con strade riaperte dopo la devastante tromba d’aria che ha colpito il levante intorno alle 13.30 sradicando e abbattendo sulle strade metropolitane molti alberi.Si transita di nuovo sulle provinciali 333 di Uscio, 19 di Lumarzo, 22 di Tribogna, 82 di Sant’Alberto.

Il provvedimento viabilistico in vigore fino al 4 novembre per consentire di eseguire lavori di pavimentazione della strada.  Fino a venerdì 4 novembre sarà in vigore sulla Sp 333 di Uscio, a tratti saltuari tra il km 5 e il km 8, in comune di Avegno, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 17, un senso unico alternato regolato da semaforo mobile o da movieri, per consentire l'esecuzione di lavori di pavimentazione del piano viabile.    

Il sindaco metropolitano Marco Doria plaude all'innalzamento da 500 milioni a 2,1 miliardi del finanziamento del Bando Periferie: Città metropolitana otterrà tutti i 40 milioni richiesti per i vari progetti relativi alle scuole, fra cui l'ex Ocl di Mignanego, dove Tabloid è stato in visita. 

Domani, 28 ottobre, al km. 6,020 nel Comune di Santa Margherita dalle 9.35 alle 11.20, con transito garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Due ore di chiusura della circolazione, domani 28 ottobre dalle 9.35 alle 11.20, all'altezza del km.

Fra il km 3,6 e il km 5,5, a tratti saltuari, per eseguire lavori di pavimentazione del piano viabile.  Per eseguire lavori di pavimentazione del piano viabile, martedì 8 e mercoledì 9 novembre dalle 7.30 alle 17.30 la circolazione stradale sulla Sp 68 del Facciù subirà temporanee sospensioni di massimo 30 minuti tra il km 3,6 e il km 5,5, in comune di Moneglia, a tratti saltuari.  

Sgombero neve, segnaletica, sfalcio, illuminazione e sgombero frane passano dall'ente con sempre meno risorse e personale allo Stato, in attesa che questo diventi proprietario di queste strade.  Il consiglio metropolitano di Genova ha approvato ieri una convenzione fra Città metropolitana di Genova, Province di Savona, Imperia e La Spezia, Regione Liguria ed Anas per affidare alla stessa Anas, insieme alle tre Province liguri, la cura di quelle strade ex statali finora gestite dalle ex Province ma che saranno presto riclassificate, ovvero passeranno sotto la competenza appunto di Anas.

Il provvedimento sarà in vigore il 3 e il 4 novembre dalle 7.30 alle 18.30, per un tratto di ca 600 metri all'altezza del km 4.  La Sp 55 di Moneglia sarà chiusa al traffico giovedì 3 e venerdì 4 novembre tra le 7.30 e le 18.30, dal km 4 al km 4,6, in comune di Moneglia, per eseguire lavori di pavimentazione del piano viabile.    

Chiusura dalle 20 alle 7 all'altezza del km 4,8, poi per 24 ore senso unico alternato.  La Sp n. 5 della Bocchetta sarà chiusa all'altezza del km 4,8, in comune di Campomorone, dalle 20 di lunedì 7 novembre alle 7 di martedì 8, per consentire i lavori di costruzione del metanodotto Gavi-Pietralavezzara: nelle 24 ore immediatamente successive alla chiusura, ovvero fino alle 7 di mercoledì 9 novembre, sarà poi in vigore lungo il breve tratto di 8 metri interessato dal cantiere un senso unico alternato regolato da semaforo mobile o movieri. 

Divieto di transito per i veicoli con massa superiore a 3,5 tonnellate, esclusi i mezzi di cantiere e quelli di soccorso ed emergenza.Una cavità sotto la carreggiata della provinciale 30 di Camogli. L'impresa Italscavi che sta lavorando sulle condotte idriche per conto di Mediterranea delle Acque l'ha segnalata ai tecnici della Città metropolitana di Genova che hanno subito disposto per motivi di sicurezza il divieto di transito per i veicoli con massa superiore a 3,5 tonnellate sino al completo ripristino del corpo stradale, affidato alla stessa impresa incaricata degli interventi alla ret

Prorogato sino al 23 dicembre prossimo, su richiesta dell'impresa che realizza i lavori, il senso unico alternato su tratti compresi fra i km. 31,570 e 35,396 della provinciale dei Giovi.Per completare il cantiere per la realizzazione del nuovo acquedotto e opere di trattamento dei reflui del Comune di Isola del Cantone è stato prorogato sino al 23 dicembre prossimo, su richiesta dell'impresa esecutrice dei lavori, il senso unico alternato con semafori su tratti compresi fra i km. 31,570 e 35,396 della provinciale 35 dei Giovi, nei Comuni di Ronco Scrivia e Isola del Cantone.

Con sistemazioni e consolidamenti per 255.000 euro sulle provinciali della Val d'Aveto, Fontanabuona, Crocetta d'Orero e Campora che saranno eseguiti entro fine anno.Dall'alta Val Polcevera alla Fontanabuona e alla Val d'Aveto sono pronti a partire cinque nuovi cantieri sulle strade provinciali, finanziati dalla Città metropolitana di Genova con 255.000 euro e approvati con atto del sindaco metropolitano Marco Doria su proposta del consigliere delegato Nino Oliveri.“Tutti i lavori saranno eseguiti entro la fine di quest'anno – dice Nino Oliveri – e dando immediato corso alla variazione di b

Dieci ore di chiusura (7.30 - 17.30) fra il km 0 e il km 1, per lavori di ripristino della pavimentazione stradale.  Mercoledì 30 novembre e giovedì 1 dicembre dalle 7.30 alle 17.30 è prevista la chiusura al traffico veicolare della Sp. 44 di Santa Vittoria di Libiola, tra il km 0 e il km 1, in Comune di Sestri Levante, per eseguire lavori di ripristino della pavimentazione stradale.  

Al km. 3,850 dove era stato istituito il divieto di transito per i mezzi con massa superiore a 3,5 tonnellate per una cavità sotto la carreggiata.Interventi di ripristino completati e revoca da oggi dei limiti di peso con divieto di transito per i veicoli con massa superiore a 3,5 tonnellate al km. 3,850 della provinciale 30 di Camogli. Il provvedimento era stato disposto il 9 novembre scorso dalla Città metropolitana di Genova a causa di una cavità sotto la carreggiata.

Sino al 16 dicembre prossimo, fra i km.1,2 e 1,3 della strada metropolitana nel Comune di Savignone per esigenze del cantiere della condotta idrica. Proseguirà ancora per due settimane la chiusura in orario di cantiere già in vigore fra i km. 1,2 e 1,3 della strada metropolitana SP63 delle Gabbie nel Comune di Savignone. Il provvedimento è stato prorogato dalla Città metropolitana di Genova sino al 16 dicembre prossimo nell'orario 8-17 per esigenze tecniche dei lavori per una condotta idrica eseguiti dall'impresa Idro-Edil snc.

Già intervenute in entrambi i casi squadre e mezzi della Città metropolitana di Genova con il coordinamento del suo centro operativo viabilità, costantemente aperto per tutta l'allerta e sino alle 15 di oggi.Tre cedimenti a valle sulla SP73 del Faiallo (ai km. 2,4 – 4,1 – 5,1 ) e alcuni massi caduti dal versante sulla SP52 della Madonna della Guardia all'altezza della località San Bernardo.

Resilienza, messa in sicurezza del territorio, difficoltà delle imprese che continuano a soffrire per la crisi, lotta all'abbandono dell'entroterra, trasporto pubblico locale e viabilità nell'incontro con le valli Fontanabuona, Aveto, Sturla e Graveglia.Sala piena anche a Calvari di San Colombano con tante idee e proposte dai tavoli di lavoro sulle valli Fontanabuona, Aveto, Graveglia e Sturla al secondo incontro, dopo quello all'Economica di Chiavari per il Tigullio, per la presentazione e il confronto sul piano strategico della Città metropolitana di Genova.

Dopo la rimozione dell'autobus di linea incendiato e gli interventi di ripristino sulla carreggiata al km. 0,100 della strada metropolitana.Circolazione di nuovo regolare sulla SP62 “Franco Rolandi”, riaperta dopo la rimozione dell'autobus di linea ATP incendiato e il completamento degli interventi di ripristino sulla carreggiata, al km. 0,100 (nel Comune di Davagna) della strada della Città metropolitana di Genova.

Il provvedimento è in vigore da oggi alla fine dei lavori di messa in sicurezza del tracciato stradale.  E' in vigore da oggi fra il km 62 e il km 64,3 della Sp 586 della Val d'Aveto, in comune di Mezzanego, un senso unico alternato regolato da semaforo mobile, che resterà in funzione continuativamente a tratti saltuari per consentire l'esecuzione di lavori di messa in sicurezza del tracciato stradale.   

Il provvedimento sarà in vigore dalle 8 alle 17 per consentire il taglio di piante vicine a un elettrodotto di R.F.I.  Giovedì 1 dicembre dalle 8 alle 17 al km 20,6 della SP 225 della Val Fontanabuona, in comune di Moconesi, sarà in vigore un senso unico alternato regolato da movieri, con possibilità di brevi sospensioni della circolazione, per eseguire lavori di potatura e taglio delle piante vicine ai conduttori dell’elettrodotto 66kv di proprietà di R.F.I.(Ferrovie dello Stato). 

Dal 21 novembre al 2 dicembre prossimo, con chiusura dalle 8 alle 17 fra i km. 1,200 e 1,300 per la posa di una condotta idrica.Per lavori di posa di una condotta idrica sarà chiuso al transito dal 21 novembre al 2 dicembre prossimi, nelle ore di cantiere, un tratto di cento metri sulla provinciale 63 delle Gabbie (fra i km. 1,200 e 1,300 nel Comune di Savignone).Il provvedimento è stato richiesto alla Città metropolitana di Genova dall'impresa esecutrice dei lavori, Idro-Edil snc che dovrà provvedere a collocare la segnaletica stradale necessaria.

Lungo i primi 100 della strada, per la rimozione in sicurezza dell'autobus che si incendiato ieri pomeriggio, le verifiche sui danni provocati dal calore sulla pavimentazione e il suo ripristino.Primi cento metri temporaneamente chiusi, con percorsi alternativi segnalati in zona, sulla SP62 Franco Rolandi dove ieri ha preso fuoco un bus ATP del trasporto pubblico locale. Per domare l'incendio i Vigili del Fuoco hanno dovuto lavorare sino al tardo pomeriggio, quando ormai il buio impediva di agire in sicurezza per la rimozione del mezzo dalla carreggiata.

Il provvedimento viabilistico sarà in vigore dal 21 novembre al 23 dicembre dalla rotatoria bivio SP3 di Crocetta d'Orero.  Per eseguire lavori di posa di una condotta idrica di Mediterranea delle Acque, da lunedì 21 novembre a venerdì 23 dicembre un senso unico alternato regolato da semaforo mobile sarà in vigore 24 ore su 24 lungo la Variante di Casella della SP226 di Valle Scrivia, dalla rotatoria bivio SP3 di Crocetta d'Orero fino al centro abitato di Avosso.    

Conclusi gli interventi del cantiere per la posa di una condotta idrica torna regolare la circolazione fra i km. 1,2 e 1,3 della strada metropolitana, nel Comune di Savignone. Il transito torna regolare fra i km. 1,2 e 1,3 della strada metropolitana SP63 delle Gabbie nel Comune di Savignone. Il cantiere per la posa di una condotta idrica ha completato i lavori con tre giorni di anticipo rispetto ai tempi previsti e la circolazione sul tratto è di nuovo aperta.

A Villa Serra, nel Comune di Sant'Olcese, alle 14.30 l'appuntamento con enti e cittadini su linee e proposte per la costruzione partecipata dal territorio del piano con gli amministratori e lo staff di pianificazione della Città metropolitana.

Dalle 21 alle 5 tra mercoledì e 21 giovedì 22 e tra giovedì 22 e venerdì 23 dicembre per la sostituzione di una conduttura idrica.Cantiere con chiusura per due notti fra i km. 0,600 e 1,000 della strada metropolitana SP6 di Isoverde per la sostituzione di una conduttura dell'acqua potabile. Il provvedimento, richiesto alla Città metropolitana di Genova dall'impresa Sirce spa, sarà in vigore dalle 21 alle 5 fra mercoledì 21 e giovedì 22 dicembre e con lo stesso orario anche la notte successiva, fra giovedì 22 e venerdì 23 dicembre.

Il provvedimento è in vigore al km 24,9 per eseguire lavori di estensione della rete nera comunale.  E' in vigore da oggi continuativamente fino al mercoledì 21 dicembre, al km 24,9 della Sp. 225 della Val Fontanabuona, un senso unico alternato regolato da semaforo mobile, per eseguire lavori di estensione della rete nera in comune di Neirone, loc. Donega-Orticeto. 

Per far fronte a temperature minime tre volte inferiori alle medie dello stesso periodo del 2016 la Città metropolitana continua a mantenere sempre in funzione gli impianti termici.

Al km. 23 della provinciale del Brugneto dove dal versante si sono abbattuti sulla carreggiata oltre 1.500 metri cubi di terra, pietre e alberi. Nessuna località è isolata.Una massa enorme di terra, pietre e alberi sradicati di oltre 1.500 metri cubi. E' la frana che dal versante a monte si è abbattuta questa mattina sulla carreggiata della SP15 del Brugneto al km. 23 nel Comune di Rondanina.

Il provvedimento era stato adottato nell'ottobre 2015 all'altezza del km 9,5, per ripristinare la transitabilità della strada dopo un cedimento del ciglio a valle.  Terminati i lavori di ripristino, Città metropolitana di Genova ha revocato il provvedimento adottato il 20 ottobre 2015 con cui istituiva un senso unico alternato a vista lungo la Sp. n. 72 di Alpepiana al km 9,550, in comune di Rezzoaglio, per ripristinare le condizioni di transitabilità in seguito a un cedimento del ciglio a valle.    

Dall'1 febbraio sarà regolato da un semaforo mobile, con possibilità di brevi sospensioni della circolazione.   Città metropolitana di Genova revoca da domani 1 febbraio il senso unico alternato a vista istituito il 17 gennaio 2014, in seguito a una frana da monte, al km 28,6 della Sp n. 225 di Valfontanabuona, in comune di Lumarzo, e nel contempo istituisce fino al 23 marzo sulla stessa Sp n. 225, tra il km 28,4 e il km 28,6, un senso unico alternato regolato da semaforo mobile e brevi sospensioni della circolazione veicolare, di max 20', quando richiesto dai lavori.

L'ente ha disposto l'anticipo dell'accensione degli impianti termici in tutti gli edifici scolastici di sua competenza. In corso intanto gli interventi al Marco Polo di Camogli e prevista in tempi brevi la sostituzione degli infissi al Nicoloso da Recco.Temperature di nuovo in calo la prossima settimana e sulla base delle previsioni meteo la Città metropolitana di Genova ha anticipato l'accensione delle caldaie nelle scuole disponendo che in tutte le superiori del territorio gli impianti termici funzionino a pieno regime dalla serata di domenica 15 gennaio.

La strada era stata chiusa venerdì alle 18 per la galaverna su tutto il percorso e forti rischi di caduta piante.

Il sindaco metropolitano ha inviato una nota ai 15 sindaci dei Comuni coinvolti nel progetto che prevede 40 milioni per scuole, strade, rischio idrogeologico e servizi per l'inclusione nei Comuni. Sta per essere finanziato dal Cipe il progetto della Città metropolitana di Genova con interventi per 40 milioni di euro per le scuole superiori, le strade metropolitane, il rischio idrogeologico e scuole e servizi per l'inclusione nei Comuni.

Sino al 31 marzo prossimo per lo scavo e la posa di condotte idriche fra i km. 2,650 e 3,700 della strada.Transito a senso unico alternato con semafori sino al 31 marzo prossimo fra i km. 2,650 e 3,700 della SP26bis di Valmogliana, nei Comuni di Mezzanego e Borzonasca. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell'impresa Italscavi srl per lavori di scavo e posa di condotte idriche.I semafori all'altezza del cantiere saranno sempre in funzione sino al 31 marzo.

Nuovi controsoffitti tecnologici in sette istituti superiori, rinforzi strutturali, rifacimento di pavimenti, avvisatori acustici per la prevenzione incendi e primo lotto di lavori per la palazzina in corso Dogali dello scientifico annesso al Convitto.Saranno 10.700 metri quadrati, più di un ettaro, di controsoffitti tecnologici ad alta resistenza, che la Città metropolitana installerà in sette scuole superiori a Genova e Chiavari.

Dal 7 febbraio al 16 marzo prossimi fra i km. 4,700 e 4,850 per la sistemazione del ciglio stradale a valle.Senso unico alternato con semafori per interventi di sistemazione del ciglio stradale sulla SP333 di Uscio. I lavori riguardano un tratto di 150 metri (fra i km. 4,700 e 4,850) nel Comune di Avegno e il provvedimento della Città metropolitana di Genova sarà in vigore dal 7 febbraio al 16 marzo prossimo. I semafori all'altezza del cantiere, affidato all'impresa Edil FB srl, saranno sempre in funzione per tutto il periodo indicato.

Per 3 settimane dal 30 gennaio al 17 febbraio, a causa di lavori al viadotto autostradale Gorsexio.  Per rendere possibili lavori urgenti di messa in sicurezza lungo il viadotto autostradale Gorsexio, Città metropolitana di Genova autorizza qualora si rendano necessarie, nel periodo compreso fra le 17 di lunedì 30 gennaio e le 18 di venerdì 17 febbraio, brevi sospensioni della circolazione veicolare, di pochi minuti, lungo la SP n. 456 del Turchino, all'altezza del km 102 in comune di Mele, qualora sia necessario in relazione alle esigenze dei lavori.  

“Siamo riusciti a dare una sistemazione definitiva alla questione depuratori nella Città metropolitana” ha detto Marco Doria. La delibera presentata da Enrico Pignone conferma la scelta di Ramaia a Sestri Levante e del Lido a Chiavari.Via libera definitivo dalla Città metropolitana di Genova ai due depuratori per il Tigullio Orientale, con richiesta di tempi rapidi per le progettazioni di Ireti, gestore del ciclo idrico.

Al km. 102 della provinciale, all'altezza del viadotto autostradale Gorsexio, dove saranno possibili per esigenze di cantiere sospensioni della circolazione al massimo di 5 minuti nei giorni feriali sino al 30 giugno prossimo.Per lavori alla base del viadotto autostradale Gorsexio sulla A26 saranno possibili, sino al 30 giugno prossimo, brevi sospensioni della circolazione – ciascuna per non più di cinque minuti – sulla sottostante SP456 del Turchino.

Approvata la delibera che adotta lo schema del documento di previsione triennale dell'Ente. Nel bilancio ancora le incertezze sui tagli nazionali, ma ci sono gli investimenti per scuole e strade dal bando periferie.Pareggia per il 2017 a 161.200.849 euro, che con il completamento delle riorganizzazioni e dei trasferimenti di competenze e funzioni stabilite dalla legge Del Rio per Province e Città metropolitane scenderanno a 131.411.568 nel 2018 e 134.149.568 nel 2019.

Rimossi dalla carreggiata 1.500 metri cubi di terra e rocce e bonificato il versante da pietre e massi  in bilico con uno speciale escavatore da parete il transito riaprirà alle 17 di oggi a senso unico alternato.Rispettati i tempi previsti dalla Città metropolitana di Genova nel sopralluogo con i sindaci di Rondanina e Montebruno dei giorni scorsi, per la riapertura della SP15 entro la settimana.La strada infatti tornerà transitabile dalle 17 di oggi, a senso unico alternato, dopo la chiusura al km.

Terminati i lavori di sistemazione del ciglio stradale all'altezza del km 4,7.  Città metropolitana di Genova revoca, in anticipo rispetto alla data di fine lavori inizialmente prevista (16 marzo), il provvedimento adottato all'inizio di febbraio con il quale istituiva fra il km 4,700 e il km 4,850 della Sp n. 333 di Uscio, in comune di Avegno, un senso unico alternato regolato da semafori, senza limiti di orario, per eseguire lavori di sistemazione del ciglio stradale. 

L'adozione dello schema del bilancio di previsione triennale dell'Ente, sul quale dovrà poi esprimersi anche la Conferenza metropolitana (dei sindaci), sarà votata dal Consiglio nella seduta convocata domani alle 10 dal sindaco Marco Doria.Il bilancio 2017-19 all'ordine del giorno del Consiglio metropolitano di Genova convocato dal sindaco Marco Doria per domani, venerdì 10 marzo, alle 10 nel salone consiliare di Palazzo Doria Spinola in largo Eros Lanfranco.Il Consiglio voterà lo schema del bilancio triennale di previsione, presentato dal consigliere delegato Alfonso Gioia, sul quale dovrà

Con semafori dalle 5.30 di lunedì 13 marzo alle 20.30 del 14 aprile a tratti e chiusura notturna della circolazione, sempre a tratti, dal 20 marzo al 14 aprile dal lunedì al venerdì. Il 9 aprile per il Giro dell'Appennino la strada sarà comunque libera dai cantieri.Limiti di transito, con semafori e chiusure notturne a tratti saltuari, sulla SP7 della Castagnola da lunedì prossimo, 13 marzo, al 14 aprile.

Il provvedimento sarà in vigore da domani al 20 marzo su un tratto di ca 4 km.  Un senso unico alternato regolato da semaforo mobile sarà in vigore continuativamente da domani giovedì 23 febbraio a lunedì 20 marzo fra il km 31,570 e il km 35,396 della Sp n. 35 dei Giovi, a tratti saltuari, nei Comuni di Ronco Scrivia e di Isola del Cantone, per eseguire lavori di trattamento reflui del comune di Isola del Cantone e contestuale realizzazione del nuovo acquedotto.  

Negli 800 milioni deliberati oggi dal Comitato interministeriale per la programmazione economica anche i fondi per scuole superiori, strade provinciali e servizi nei Comuni del progetto della Città metropolitana. 40 milioni di euro per le scuole superiori, le strade metropolitane, interventi nei Comuni sul rischio idrogeologico, scuole e servizi per l’inclusione.
Li ha finanziati oggi il CIPE nel progetto presentato per il bando nazionale periferie dalla Città metropolitana di Genova.

Dal 13 marzo al 12 settembre prossimi per lo spostamento del collettore della Valle Scrivia e la posa di una condotta per l'acqua potabile fra la rotatoria per la variante di Casella e il km. 17,2 della strada.Senso unico alternato con semafori a tratti saltuari sulla SP226 della Valle Scrivia dal 13 marzo al 12 settembre prossimi fra la rotatoria per la variante di Casella e il km. 17,2 della strada, nel Comune di Savignone.

Al km. 28,5 della provinciale della Fontanabuona in corso la realizzazione dell'intervento sotto il versante.Sarà lungo 36 metri con struttura in cemento armato e pannelli con pietre a vista. E' il nuovo muro in costruzione sotto il versante al chilometro 28,5 della SP225 nel Comune di Lumarzo. In questo tratto tre anni fa le alluvioni avevano provocato una grossa frana di terra e fango e l'immediata riapertura della strada era avvenuta con sistemazioni provvisorie, quelle che consentivano i pesantissimi tagli al bilancio dell'ex Provincia.

La delibera sarà all'ordine del giorno della seduta convocata dal sindaco Marco Doria per venerdì 24 febbraio alle 14 nel salone consiliare dell'ente a Palazzo Doria Spinola.La scelta di realizzare due impianti di vallata per il sistema di depurazione nel comprensorio del Tigullio, rispettivamente a Ramaia nel Comune di Sestri Levante e al Lido nel Comune di Chiavari al voto del Consiglio metropolitano di Genova dopo il parere favorevole della Conferenza dei sindaci lo scorso 3 febbraio.La delibera è infatti fra le pratiche del Consiglio metropolitano di Genova convocato dal sindaco Marco D

Sino al 9 aprile prossimo fra i km. 32 e 33 della provinciale della Val d'Aveto per interventi di risistemazione del ponte e della sua spalla destra, erosa dal torrente Libbieto.Consolidamento con una scogliera di massi della spalla destra, con cartelle di cemento armato dei due prospetti del ponte, a monte e a valle, della volta con getti di calcestruzzo, rifacimento delle barriere laterali di protezione e dell'asfalto.

La prossima settimana, con semafori fra le 22 e le 6 ogni notte a partire da quella fra lunedì 13 e martedì 14 febbraio sino a quella fra venerdì 17 e sabato 18 per la sostituzione di cavi a fibra ottica.Circolazione a senso unico alternato con semafori per cinque notti la prossima settimana nella galleria delle Ferriere, tra i km. 30,950 e 33,050 della SP225 della Fontanabuona (nei Comune di Bargagli e Lumarzo). Il provvedimento è stato richiesto alla Città metropolitana di Genova dall’impresa Cosseta s.r.l. di Asti per la sostituzione di cavi in fibre ottiche nel tunnel.

Sulla provinciale della Castagnola chiusi in anticipo i cantieri per il cavidotto Enel e l'acquedotto di Ronco Scrivia.I lavori terminati in anticipo di una settimana mettono fine ai limiti di transito. con senso unico alternato diurno e chiusure notturne, sulla SP7 della Castagnola. Chiusi i cantieri per il cavidotto Enel e l'acquedotto di Ronco Scrivia la circolazione sulla strada è già tornata completamente libera.

Sul documento di previsione triennale e sul consuntivo 2016 il sì definitivo del Consiglio metropolitano.

Il provvedimento interesserà un tratto di 200 metri dalle 8 alle 18. In caso di maltempo, l'asfaltatura sarà fatta il giorno successivo.  La circolazione stradale sarà temporaneamente interrotta martedì 11 aprile dalle 8 alle 18 fra il km 1,4 e il km 1,6 della Sp. 63 delle Gabbie, in Comune di Savignone, per consentire l’esecuzione di lavori di bitumatura (in caso di condizioni meteorologiche avverse, l'operazione è posticipata a mercoledì 12).    

Alle 15 si riunirà a Palazzo Doria Spinola la Conferenza metropolitana per esprimere il parere obbligatorio sul documento di previsione triennale che sarà poi votato in via definitiva dal Consiglio metropolitano nella seduta convocata alle 17.Giornata di bilancio per la Città metropolitana di Genova.

Ponti ricostruiti con luce più ampia, alveo allargato di dieci metri e con fondo abbassato, nuovi argini, vasche di sedimentazione a monte e alla foce. Il racconto per immagini degli interventi realizzati e in corso per il torrente di Sestri Ponente. Opere già realizzate e tante aree di cantiere dalla zona sotto il viadotto A10 alla foce del Chiaravagna per ridurre i rischi del torrente che insieme al Cantarena e al Molinassi ha messo in ginocchio Sestri Ponente, nella devastante e tragica alluvione del 4 ottobre 2010, in cui perse la vita l'operaio delle cave Paolo Marchini.

Lavori in corso e progetti della Città metropolitana per riparare e migliorare alcuni tratti stradali nelle valli dell'entroterra orientale.Mezzanego, Rezzoaglio, Santo Stefano. Lungo la SP586, arteria di collegamento verso la costa delle Valli Aveto e Sturla, la Città metropolitana di Genova è impegnata in lavori di ripristino e miglioramento stradale con due cantieri aperti e un intervento urgente di cui i tecnici stanno valutando e mettendo a punto le soluzioni progettuali.

Sino al 21 aprile fra i km. 28,400 e 28,600 senso unico alternato con semafori con possibili brevi sospensioni della circolazione per le esigenze del cantiere. Strada comunque libera il 9 aprile per il Giro dell'Appennino.Un altro intervento per la sicurezza stradale vicino al nuovo muro sotto il versante della SP225 a Lumarzo: la costruzione sul lato a monte della carreggiata di un cordolo in cemento armato con guard-rail, in corrispondenza dell'imbocco di una tombinatura che incanala le acque piovane.

Con semafori o movieri su due tratti per il ripristino della pavimentazione stradale.Transito a senso unico alternato, regolato da semafori o movieri, sino alle 18 di oggi su due brevi tratti, nel territorio di Avegno, della SP333. Il provvedimento è stato istituito dalla Città metropolitana di Genova per ripristinare con nuove asfaltature la pavimentazione stradale.  

Dalle 21 alle 24 di lunedì 8 maggio sotto l'archivolto fra i km. 61,500 e 61,510 della strada. Transito sempre consentito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Per il ripristino della pavimentazione stradale con nuove asfaltature sotto l'archivolto di Borgonovo a Mezzanego lunedì 8 maggio sarà chiuso per tre ore di notte (dalle 21 alle 24) un tratto di dieci metri della SP586, fra i km. 61,500 e 61,510. L'intervento sarà realizzato dall'impresa P.A.T.O.

Con il parere della Conferenza dei sindaci e il voto definitivo del Consiglio metropolitano. Genova è fra le prime Città metropolitane in Italia ad avere approvato il piano strategico che prevede anche l'articolazione del territorio in nove zone omogenee.

Dal 2 al 31 maggio prossimi per il ripristino di cunette e tombinature fra i km. 8,100 e 8,150 della provinciale della Fontanabuona.Senso unico alternato con semafori nei feriali dal 2 al 31 maggio prossimi sulla SP225 della Fontanabuona, fra i km. 8,10 e 8,150, nel Comune di San Colombano Certenoli. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova per eseguire interventi di ripristino alle cunette e tombinature stradali.I semafori all'altezza del cantiere saranno in funzione dal lunedì al venerdì nell'orario 8-17.30 per tutto il periodo indicato.

Approvato dalla Conferenza dei sindaci e dal Consiglio metropolitano il documento, costruito sulla partecipazione degli enti e delle comunità locali, sulle linee concrete per lo sviluppo, l'integrazione e la coesione dell'area metropolitana di Genova, articolata in nove zone omogenee.

Uno strumento fondamentale per gli obiettivi di sviluppo, integrazione e coesione dell'area metropolitana di Genova, con la partecipazione dei Comuni, dei cittadini e dei territori.

Sui primi 400 metri della strada di Cogoleto con chiusura dalle 21 nelle tre sere del 22-23-24 maggio e riapertura del transito alle 5 del mattino.Sarà chiuso per tre notti la prossima settimana il tratto iniziale della SP78 di Lerca nel Comune di Cogoleto.

 Fino al 7 maggio per un tratto di 50 metri.  Senso unico alternato a vista fino al 7 maggio tra il km 4,950 e il km 5 del la S.P. n 6 di Isoverde, in comune di Campomorone, per regolamentare la circolazione veicolare nel tratto interessato dai lavori per la costruzione della tratta ferroviaria ad alta velocità/alta capacità del Terzo Valico dei Giovi.   

Con un accordo fra Città metropolitana e Istituto per il sostentamento del clero la succursale dell'istituto agrario può mantenere lo splendido laboratorio agricolo in attività dal 1954 presso l'abbazia romanica di San Siro di Struppa. Sempre più giovani sono attratti dalla natura, dalla campagna e dall’agricoltura. Lo conferma il trend positivo delle iscrizioni all’istituto agrario Marsano, scuola superiore, sia tecnica sia professionale, che insegna ai ragazzi i segreti della coltivazione della terra ma anche della manutenzione del verde.

Dal 15 al 26 maggio prossimi fra i km. 2,650 e 3,700 per il ripristino della pavimentazione dopo i lavori di posa di condotte dell'acqua.Senso unico alternato con semafori sulla SP26bis della Valmogliana per il ripristino della pavimentazione con nuove asfaltature fra i km. 2.650 e 3,700 della strada dopo la posa di condotte dell'acqua. I lavori saranno realizzati dall'impresa Solari Giuseppe & C di Leivi con semafori sempre in funzione dal 15 al 26 maggio prossimi lungo il tratto indicato, nei Comuni di Mezzanego e Borzonasca. 

Realizzata con 23 milioni completa l’adeguamento del sistema di depurazione dell’area urbana genovese. Inaugurata dal sindaco metropolitano Doria, con l'amministratore delegato di Iren Bianco e il consigliere delegato metropolitano Pignone è collegata al depuratore della Darsena e servirà 220.000 abitanti equivalenti tra Sampierdarena e Carignano.Completata con un anno e mezzo di anticipo sui tempi previsti la nuova condotta sottomarina per il depuratore della Darsena.

Nel programma della Città metropolitana le immagini delle fasi di lavorazione, assemblaggio e posa sui fondali della nuova opera per il depuratore della Darsena inaugurata dal sindaco metropolitano Doria con il consigliere delegato Pignone e l'amministratore delegato di Iren, Bianco.Dalla Darsena del Porto Antico al mare aperto, si snoda per quasi tre chilometri la nuova condotta sottomarina che trasferisce al largo le acque depurate.L'importante opera infrastrutturale, realizzata con un investimento di oltre 20 milioni, interamente finanziati con risorse tariffarie, è collegata al depurato

Il provvedimento viabilistico è già in vigore su un tratto di 50 metri per lavori di adeguamento della strada. E' prorogato fino al 31 luglio il senso unico alternato a vista attualmente in vigore tra il km 4,950 e il km 5 della S.P. n 6 di Isoverde, in comune di Campomorone, per eseguire lavori di adeguamento della strada tra Circonvallazione Isoverde e Cava Castellaro, nell'ambito delle opere eseguite da Cociv per la costruzione della tratta ferroviaria ad alta velocità/alta capacità del Terzo Valico dei Giovi.

Alle 11 nella Sala Blu dell'Acquario di Genova per la presentazione della nuova opera con il sindaco metropolitano Marco Doria, l'amministratore delegato di Iren Massimiliano Bianco, il consigliere delegato all'ambiente della Città metropolitana Enrico Pignone.Pronta la nuova condotta sottomarina per il depuratore della Darsena.La Città Metropolitana di Genova e il Gruppo Iren invitano i media venerdì 21 aprile alle 11 nella Sala Blu dell'Acquario di Genova (Nave Italia) per la cerimonia di inaugurazione della nuova opera che attraversa anche la diga foranea per trasferire al largo le acque

Approvata dal Consiglio e dalla Conferenza dei sindaci la riprogrammazione degli interventi per il 2017-2019.Mantiene le priorità sulla realizzazione dei nuovi depuratori e le esigenze fondamentali dei comuni dell'entroterra la riprogrammazione degli interventi 2017-19 per il servizio idrico integrato proposta dal consigliere delegato Enrico Pignone e approvata dal Consiglio metropolitano presieduto dal sindaco Marco Doria, con il parere favorevole della Conferenza dei sindaci.

Consolidato e rimodellato il versante franato nelle alluvioni la Città metropolitana di Genova sta completando gli interventi per riaprire – fra un mese prevedono i tecnici – il piccolo ma prezioso collegamento fra alta Val Bisagno e Fontanabuona.Verso la riapertura completa, anche sul lato di Lumarzo, della SP82 di Sant'Alberto, piccolo ma prezioso collegamento per molte località e frazioni della zona che sul versante fontanino, a Ferriere, era stata però gravemente danneggiata e resa impraticabile dalle alluvioni degli anni scorsi, come tantissimi altri tratti della viabilità metropolitan

All'altezza del km. 1 dalle 21 alle 5 del mattino successivo per la demolizione di un edificio. Sempre garantito il transito dei mezzi di soccorso ed emergenza.Otto ore di chiusura nella notte fra martedì 13 e mercoledì 14 giugno su un tratto della SP6 di Isoverde (all'altezza del km.1 nel Comune di Campomorone). Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell'impresa Demolscavi s.a.s.

Per lavori di adeguamento della strada metropolitana transito a senso unico alternato con semafori fra i km. 3 e 5 sino al 15 luglio.Senso unico alternato con semafori sulla SP6 di Isoverde, fra i km. 3 e 5 (nel Comune di Campomorone) sino al 15 luglio prossimo. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova per lavori di adeguamento della strada, su richiesta dell'impresa Co.S.Pe.F. srl, esecutrice degli interventi.I semafori all'altezza dei cantieri saranno sempre in funzione sino al 15 luglio.

Sul versante sotto la carreggiata per ricostruirla dopo i cedimenti provocati dall'erosione del torrente Aveto. In corso gli scavi per le fondazioni del nuovo muro cellulare. Il tratto fra i km. 28,5 e 29,5 è chiuso sino alla fine dei lavori.La ruspa nella scarpata sotto la strada sta scavando le fondazioni per il nuovo muro che consoliderà a Frascaie di Rezzoaglio la SP586 della Val d'Aveto. Il tratto fra i km.

Da oggi a fine lavori fra i km. 28,5 e 29,5 della strada per il ripristino della carreggiata a Frascaie dove l'aggravamento di una frana a valle ha imposto la chiusura del transito. Interventi della Città metropolitana  in corso.Tratto chiuso da oggi a Rezzoaglio sulla SP586 della Val d'Aveto fra i km. 28,5 e 29,5 per gli interventi urgenti di ripristino della carreggiata a Frascaie.

Fra i km. 0,180 e 0,430 dalle 8.30 alle 18. Il provvedimento è stato richiesto alla Città metropolitana di Genova dal COCIV negli adeguamenti della strada per la realizzazione del Terzo Valico.Taglio di alberi e piante lungo la carreggiata con chiusura al transito di un tratto della SP4 dei Piani di Praglia domani, mercoledì 12 luglio, dalle 8.30 alle 18.

Dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 16 per i lavori di costruzione del metanodotto Gavi-Pietralavezzara. Tratto di circ a 50 metri chiuso per 5 ore, mercoledì 12 luglio, sulla Sp 5 della Bocchetta all’altezza del km 8, in località Pietralavezzara: la circolazione stradale sarà interrotta dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 16 per i lavori di costruzione del metanodotto Gavi-Pietralavezzara.

La strada era stata chiusa il 26 giugno fra il km 28, 5 e il km 29,5 in località Frascaie per lavori su una frana. Riapre domani alle 11, seppur al momento a senso unico alternato, la Sp 586 della Val d'Aveto, che dal 26 giugno era chiusa dal km 28,5 al km 29,5, in località Frascaie in comune di Rezzoaglio, per lavori di ripristino della carreggiata danneggiata da un cedimento. Non sarà quindi più necessario utilizzare i percorsi alternativi della Sp 86 di Caselle e della SP 654 della Val di Nure, disagevoli soprattutto per i mezzi pesanti.

Gli interventi della Città metropolitana di Genova con il Comune di Savignone per liberare la provinciale dopo la frana di rocce e massi fra Montemaggio e Sorrivi. Un macigno gigantesco, venti metri cubi di volume per quaranta tonnellate di peso, caduto da una parete rocciosa, altissima e a picco che sembra uno scorcio del Grand Canyon, ma è invece Liguria di entroterra e di monte, a Savignone, nel territorio metropolitano di Genova.

Dalle 4 alle 6 del 27 luglio fra i km. 5,500 e 5,700 (nel Comune di Santa Margherita Ligure) per lavori al gruppo elettrogeno dell'Abbazia della CervaraSenso unico alternato notturno per due ore, dalle 4 alle 6 del 27 luglio, su un tratto di 150 metri della SP227 di Portofino. Il provvedimento sarà in vigore fra i km. 5,500 e 5,700 (nel Comune di Santa Margherita Ligure) con la circolazione regolata dalle palette dei movieri ed è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell'impresa Sammi s.r.l.

Approvato dal Consiglio metropolitano di Genova il programma triennale definitivo dei lavori pubblici.
Comprende anche i fondi dal bando nazionale periferie e 11 milioni per le strade dal Patto per Genova.

Cinquantaquattro interventi per opere stradali e trenta per gli edifici delle scuole superiori del territorio. Sono quelli inseriti nel programma triennale 2017-19 definitivo dei lavori pubblici della Città metropolitana di Genova, presentato dal consigliere delegato Roberto Levaggi e approvato dal Consiglio presieduto dal sindaco Marco Bucci.

Dalle 21 di domani sera alle 5 di giovedì 14 settembre fra i km. 1,5 e 1,7 della SP6 nel Comune di Campomorone per scavi legati alle condotte idriche. Transito sempre garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Otto ore di chiusura nella notte fra mercoledì e giovedì prossimi sulla SP6 di Isoverde fra i km. 1,5 e 1,7 della strada nel Comune di Campomorone. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell'impresa SIRCE s.p.a.

Ricostruito da trenta studenti di architettura all'Università di Genova, lavorando la pietra e il legno, un piccolo ponte devastato dalle piene del torrente e che conduce al sentiero per l'antica Abbazia di Tiglieto, prima gemma cistercense in Italia.Unire entusiasmo e competenze progettuali e tecniche apprese studiando alle fatiche dure e concrete di un cantiere per arrivare al traguardo.L'hanno fatto per una settimana trenta ragazzi e ragazze del quinto anno di Architettura all'Università di Genova per ricostruire, nell'incanto degli scenari naturali di Tiglieto, un piccolo ponte per l'an

Fra i km. 4,5 e 5 della strada nel Comune di Campomorone.Asfaltature su un tratto di cinquecento metri della SP6 di Isoverde con senso unico regolato da semafori sino a venerdì 28 luglio fra i km. 4,5 e 5 della strada, nel Comune di Campomorone. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova per l'esecuzione di questi lavori, affidati per conto del COCIV all'impresa Pavitecna s.r.l. di Sestri Levante.I semafori all'altezza del cantiere saranno sempre in funzione sino al 28 luglio prossimo. 

Approvata dal Consiglio la delibera presentata dal sindaco Marco Bucci sulla salvaguardia degli equilibri del bilancio 2017/19 e con la variazione di assestamento aumenta anche la quota 2017 per gli interventi finanziati dal bando periferie.Bilancio in equilibrio per la Città metropolitana di Genova e se i tagli continuano a incidere pesantemente sulle risorse a disposizione, si riducono però di 4,2 milioni rispetto al 2016 per effetto di nuove norme nazionali.

Per motivi di sicurezza fra i km. 1,500 e 1,700 , nel Comune di Campomorone, sino alla conclusione degli interventi di adeguamento della strada nell'ambito della realizzazione del Terzo Valico ferroviario dei Giovi.Strada aperta a senso unico alternato per i veicoli, ma con un tratto di duecento metri chiuso ai pedoni, per motivi di sicurezza. Il provvedimento della Città metropolitana di Genova riguarda la SP6 di Isoverde fra i km.

Fra i km. 6 e 7 della strada, a tratti saltuari dal 24 luglio al 24 ottobre prossimi per l'estensione della rete fognaria nella località Piccola Torriglia.Cantieri con senso unico alternato regolato da semafori sulla SP62 Franco Rolandi, a tratti saltuari fra i km. 6 e 7, nel Comune di Torriglia.

Dopo gli interventi in parete dei rocciatori oggi i mezzi meccanici della Città metropolitana hanno iniziato a frantumare l'enorme blocco di roccia caduto sulla strada.A colpi di martellone. Come un gigantesco trapano la punta d'acciaio inserita sul braccio meccanico di una ruspa ha cominciato a perforare il macigno di oltre quaranta tonnellate per frantumarne la roccia.

Lungo i primi 500 metri della strada per il campionamento dei piezometri per l'area ex Stoppani. Il transito durante queste operazioni sarà regolato dalle palette dei movieri.Transito a senso unico alternato dalle 9 alle 13 di domani, 17 agosto, sui primi cinquecento metri della SP78 di Lerca, nel Comune di Cogoleto.

Dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 16 fra i km. 8 e 8,050 della strada per lavori di costruzione del metanodotto Gavi – Pietralavezzara. Transito comunque garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Cinque ore di chiusura della circolazione, tre la mattina e due al pomeriggio, domani 19 luglio su un breve tratto della SP5 della Bocchetta (fra i km. 8 e 8,050 nel Comune di Campomorone).

Al km 1,950 nel Comune di Savignone, da lunedì 25 a mercoledì 27 settembre, sempre dalle 8 alle 19 per la posa di una condotta delle acque bianche. Transito sempre garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Cantiere per la posa di una condotta fognaria delle acque bianche con chiusura diurna al transito per tre giorni al km.

Demolito e rimosso l'enorme macigno franato con altre rocce sulla carreggiata la Città metropolitana, d'intesa con il Comune di Savignone che ha fatto intervenire i rocciatori sul versante, ha riaperto la circolazione a mezzogiorno.Transito riaperto da mezzogiorno di oggi sulla SP10 di Savignone, chiusa in un tratto fra Montemaggio e Sorrivi per la frana di un enorme macigno da cinquanta tonnellate caduto insieme ad altri massi sulla carreggiata dal ripido versante roccioso.Dopo le ispezioni sulla parete dei rocciatori incaricati dal Comune di Savignone, con sganciamento dei materiali ancor

Il provvedimento viabilistico era in vigore dal 21 novembre 2016 per consentire lavori di messa in sicurezza del tracciato stradale. Terminati i lavori di messa in sicurezza del tracciato stradale, viene revocato sulla Sp. 586 della Val d'Aveto il senso unico alternato regolato da semaforo mobile che, per consentire di eseguire i lavori, era in vigore dal 21 novembre 2016 a tratti saltuari fra il km 62 e il km 64,3, in comune di Mezzanego.  

Il 17 luglio al km. 4,5 dalle 8 alle 18 per la ricostruzione di una tombinatura stradale.Chiusa al transito lunedì 17 luglio, dalle 8 alle 18, la SP62 Franco Rolandi al km. 4,5 nella località Laccio del Comune di Torriglia. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova per la ricostruzione di una tombinatura stradale. I lavori saranno realizzati dall'impresa B&D Scavi e Trasporti snc. per conto della Città metropolitana.

Fra i km. 1,300 e 1,400 della provinciale delle Gabbie a Savignone per cantiere sulle reti fognarie e idrica. Anche durante la chiusura, in vigore dal 18/9 al 2/10, transito garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Cantiere con chiusura di un tratto di cento metri sulla SP63 delle Gabbie, fra i km. 1,300 e 1,400 nel Comune di Savignone dal 18 settembre al 2 ottobre prossimi. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell’impresa Idroedil s.n.c. di Savignone per lavori sulla reti idrica e fognaria.

Dalle 9 alle 16 per la posa di una tombinatura al km. 1,700 della provinciale delle Capanne di Marcarolo.Cantiere con sette ore di chiusura del transito domani, 4 Ottobre, al km. 1,700 della SP69 delle Capanne di Marcarolo, nel Comune di Campo Ligure.
Il provvedimento sarà in vigore dalle 9 alle 16 ed è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova per la posa di una tombinatura stradale. L'impresa Edilcri Scavi di Campo Ligure incaricata dei lavori provvederà  a collocare  la segnaletica necessaria in zona.

Sino al 10 Novembre prossimo, su tratti compresi fra i km. 2 e 5 della provinciale di Isoverde.Senso unico alternato con semafori nei feriali per asfaltature a tratti saltuari compresi fra i km. 2 e 5 della SP6 di Isoverde nel Comune di Campomorone. Come stabilito nell'ordinanza della Città metropolitana di Genova che istituisce il senso unico alternato per i lavori sul manto stradale, i semafori saranno in funzione sino al 10 Novembre prossimo nei feriali (dal lunedì al venerdì, escluse le festività infrasettimanali) nell'orario 8-18.   

Il sindaco metropolitano, inaugurando il grande murales sulla facciata della scuola, fa il punto sugli imminenti lavori da 16 milioni, già finanziati dal Bando Periferie del governo, sugli edifici scolastici superiori del Ponente genovese e delle valli Stura, Polcevera e Scrivia.

Fra i km. 1,300 e 1,400 a Savignone, su richiesta dell'impresa Idroedil s.n.c. per ultimare gli interventi sulle reti fognarie e idrica. Transito garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Prorogata sino al 31 ottobre prossimo la chiusura per lavori di un tratto di cento metri della SP63 delle Gabbie (fra i km.1,300 e 1,400 nel Comune di Savignone). Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell’impresa Idroedil s.n.c. di Savignone per ultimare gli interventi in corso sulla reti idrica e fognaria.

Fino al 17 ottobre, fra i km. 1,300 e 1,400 della provinciale a Savignone per completare i lavori sulle reti fognarie e idrica. Il transito è garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Prorogata di quindici giorni la chiusura per lavori di un tratto di cento metri della SP63 delle Gabbie (fra i km.1,300 e 1,400 nel Comune di Savignone).

Fra i km. 2,400 e 3,700 sino al 30 Novembre prossimo per lavori di posa delle condotte dell'acquedotto.Senso unico alternato con semafori a tratti saltuari sulla SP12 di Nenno fra i km. 2,400 e 3,700 (nel Comune di Savignone) sino al 30 Novembre prossimo. Il provvedimento è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova per lavori di posa delle condotte dell'acquedotto.

I semafori all'altezza del cantiere saranno sempre in funzione sino al 30 Novembre.

L'interruzione del transito, dalle 20 alle 6, sarà all'altezza del km 1, per lavori di Iren Acqua sulla rete nera comunale. Una settimana di chiusure notturne, da lunedì 16 a sabato 21 ottobre dalle 20 alle 6, per la Sp n. 4 dei Piani di Praglia: l'interruzione del transito avverrà tra il km 1,150 e il km 1,280, in comune di Ceranesi, per permettere a Iren Acqua di eseguire lavori di ammodernamento della rete nera comunale. Sarà garantito il transito ai veicoli impegnati in servizi di soccorso o di emergenza.  

Fra i km. 87,520 e 87,600 sino al 20 Ottobre prossimo per la sostituzione di una condotta idrica.Senso unico alternato con semafori sulla SP523 del Colle di Cento Croci fra i km. 87,520 e 87,600 nel Comune di Castiglione Chiavarese. Il provvedimento sarà in vigore sino al 20 Ottobre prossimo ed è stato adottato dalla Città metropolitana di Genova su richiesta dell'impresa Italscavi s.r.l. di Carasco per la sostituzione di una condotta idrica. I semafori saranno sempre in funzione per tutto il periodo indicato.

Dal 2 al 30 Ottobre prossimi nei feriali fra i km. 30,410 e 30,906 per la posa di una condotta per cavi elettrici.Transito a senso unico alternato dal 2 al 30 Ottobre prossimi su un tratto di cinquecento metri della SP225 della Fontanabuona (fra i km.

Sono partiti gli interventi della Città metropolitana di Genova per proteggere e consolidare la pila centrale del ponte di Settembrin sulla provinciale 33 a Carasco. In corso anche la progettazione di nuove opere che riguarderanno tutto il ponte.Una 'corona' di calcestruzzo intorno alle fondazioni della pila centrale del ponte di Settembrin, per proteggerla dall'erosione del torrente e consolidarla.

La Città metropolitana di Genova per le precarie condizioni del muro a monte della strada ha istituito al km. 8,050 un senso unico alternato a vista sino al completo ripristino della transitabilità.

Dal 9 al 12 ottobre prossimi fra i km. 10,200 e 10,800 della provinciale della Valle Scrivia.Senso unico alternato con semafori su un tratto della SP226 della Valle Scrivia dal 9 al 12 Ottobre prossimi per asfaltature fra i km. 10,200 e 10,800 nel Comune di Montoggio.Nei quattro giorni indicati i semafori all'altezza del cantiere saranno in funzione dalle 8 alle 17.30. 

Fra i km. 1 e 1,400 per pulizia dei versanti sabato 11 e 18 novembre e domenica 12 e 19 novembre, sempre nell'orario 7-16, con transito garantito ai mezzi di soccorso ed emergenza.Chiuso nove ore al giorno, nei prossimi due fine settimana, un tratto di quattrocento metri della SP4 dei Piani di Praglia (fra i km. 1 e 1.400 nel Comune di Ceranesi).

Si è riunito per la prima volta il coordinamento dei consiglieri delegati, oggi presieduto dal vicesindaco metropolitano Carlo Bagnasco per gli impegni sull'Ilva al Mise del sindaco Marco Bucci.Prima riunione operativa oggi pomeriggio nella sala giunta della Città metropolitana di Genova del coordinamento dei consiglieri delegati nominati dal sindaco Marco Bucci lo scorso 26 ottobre.

La strada era stata chiusa il 9 ottobre scorso per ricostruire il ciglio stradale franato al km. 9,8. Terminati i lavori, Città metropolitana di Genova riapre al transito la SP56 di Barbagelata, che era stata chiusa lo scorso 9 ottobre all'altezza del km 9,8, in Comune di Favale di Malvaro, per permettere la ricostruzione del ciglio stradale franato verso valle. Sotto la carreggiata è stato costruito un muro lungo 15 metri. Come promesso dai tecnici dell'ente, i lavori sono terminati prima dell'inizio dell'inverno.

Per la ricostruzione del ciglio stradale franato al km. 9,800 nel Comune di Favale di Malvaro questo tratto sarà chiuso al transito dal 9 Ottobre al termine dei lavori. Lavori della Città metropolitana di Genova con chiusura al transito di un tratto della SP56 di Barbagelata. Il provvedimento, adottato per la ricostruzione del ciglio stradale franato verso valle al km.

Il provvedimento, fra i km. 59,600 e 59,900, sarà in vigore con semafori saltuariamente sino al 15 gennaio prossimo, quando lo richiederanno le lavorazioni per costruire una cabina elettrica.Senso unico alternato con semafori, ma solo quando lo richiederanno le esigenze di cantiere, fra i km. 59,600 e 59,900 della SP586 a Borzonasca.

Viaggio per immagini nel parco archeologico che ha riportato in luce importanti resti dell'antico castello del XII secolo, poi distrutto dagli Sforza nel 1477.Vani scavati nella roccia viva e pavimentati, frammenti di intonaci e ceramiche, tratti consistenti delle fondazioni delle mura di cinta, sistemi per l'acqua.

Il provvedimento era stato preso il 3 novembre 2015 a causa di un cedimento della carreggiata al km 28,8. Revocato, dopo quasi due anni, il senso unico alternato a vista, senza semafori, che era in vigore dal 3 novembre 2015 su un tratto di 50 metri (fra il km 28,750 e il km 28,800) della provinciale 586 della Val d’Aveto, in comune di Rezzoaglio, a causa di un cedimento della carreggiata. La corsia a valle, infatti, a causa dell’erosione del torrente Aveto, si era abbassata di una trentina di centimetri rispetto alla quota della strada.

Dalle 9 alle 17, al km 15, per lavori di manutenzione al depuratore fognario. Per lavori di manutenzione al depuratore fognario un senso unico alternato regolato da semaforo mobile sarà in vigore mercoledì 13 e giovedì 14 dicembre, dalle 9 alle 17, tra il km 14,5 e il km 15 della Sp. n. 26 della Valgraveglia, in comune di Ne.

Viaggio per immagini con il sindaco di Rapallo e vice sindaco metropolitano Bagnasco e i tecnici Iren sui lavori per il nuovo depuratore e le trasformazioni della città.Ruspe al lavoro nella zona di Ronco, a fianco della sponda destra del Boate che guarda il Golf su quella sinistra, per il nuovo depuratore di Rapallo, pronto a fine 2019. Servirà tutta la città e anche Zoagli, lo sta realizzando Ireti del gruppo Iren con imprese specializzate ed è finanziato con 25 milioni di euro, nel piano di investimenti dell'Ato idrico, coordinato sul territorio dalla Città metropolitana di Genova.

Per i lavori di costruzione del metanodotto Gavi-Pietralavezzara, limitazione alla viabilità al km 5, ma solo dal lunedì al venerdì (esclusi giorni festivi) dalle 7.30 alle 18. Per consentire all'azienda impegnata nei lavori di costruzione del metanodotto Gavi-Pietralavezzara di effettuare il ripristino di una cunetta stradale, da oggi al 21 dicembre (dal lunedì al sabato, esclusi giorni festivi, dalle 7.30 alle 18) sarà in vigore fra il km 4,6 e il km 5 della SP n. 5 della Bocchetta, in Comune di Campomorone, un senso unico alternato regolato da semaforo mobile.  

La città del Tigullio è interessata da importanti lavori, dalla copertura del rio San Francesco alla costruzione del nuovo depuratore: ne parleranno alle 20.45 al teatro delle Clarisse Bagnasco, Giampedrone, Boni, Misurale, Valalrino, Casale e Berruti.

Lungo i primi 900 metri (via Romagneno) della provinciale, dove gran parte del percorso pedonale sarà riasfaltato dalla Città metropolitana di Genova.Nuove asfaltature per riparare i tratti danneggiati del marciapiede sui primi novecento metri (via Romagneno, a Recco) della SP30 di Camogli. L'intervento della Città metropolitana di Genova, richiesto nei mesi scorsi dal Comune di Recco, è partito oggi e viene realizzato con un finanziamento di 30.000 euro.

Al km. 20,500 per lavori di allacciamento alla rete del gas.Senso unico alternato con semafori da domani a venerdì 24 novembre sulla SP226 della Valle Scrivia, al km. 20,500 nel Comune di Savignone. Il provvedimento adottato dalla Città metropolitana di Genova è stato richiesto dall'impresa 2I Rete Gas di Milano per lavori di allacciamento alla rete del gas.I semafori all'altezza del cantiere saranno in funzione nei tre giorni indicati dalle 8 alle 17.

I primi cantieri apriranno fra maggio e giugno prossimo con opere per la sicurezza e il miglioramento della rete. Il punto sugli interventi del programma triennale dei lavori pubblici con i consiglieri delegati metropolitani Guido Guelfo e Franco Senarega.57 cantieri per opere strutturali sulla rete viaria nel programma triennale definitivo 2017-19 dei lavori pubblici approvato dalla Città metropolitana di Genova.

Il provvedimento sarà in vigore dalle 8 alle 16 al km 4,7, in comune di Campomorone, ed è legato ai lavori per la realizzazione della tratta ferroviaria ad Alta velocità/capacità del Terzo Valico. Giovedì 8 febbraio dalle 8 alle 16 al km 4,7 della Sp 6 di Isoverde, in comune di Campomorone, verrà istituito un senso unico alternato regolato da movieri per consentire il taglio di alberi insistenti sul margine stradale, nell'ambito dei lavori per la realizzazione della tratta ferroviaria ad Alta velocità/capacità del Terzo Valico.   

Fino a venerdì 9 febbraio lavori sulle Sp 26 della Valgraveglia, 43dir di Torrazza, 62 Franco Rolandi e 77 di Boasi.

Il provvedimento viabilistico interessa il ponte che segna il confine fra Rezzoaglio e Santo Stefano d'Aveto, dove sono in corso lavori dallo scorso 23 novembre. Il ponte sull'Aveto al km 0,250 della Sp 72 di Alpepiana, al confine fra i comuni di Rezzoaglio e Santo Stefano d'Aveto, sarà chiuso alla circolazione per lavori per 8 ore al giorno (dalle 8 alle 12 e dalle 13 alle 17) per una settimana, da domani martedì 30 gennaio a martedì 6 febbraio, con l'eccezione di sabato 3 e domenica 4 febbraio.

Fra i km. 2,500 e 2,600 sino al 28 febbraio 2018.Senso unico alternato regolato da semafori sulla SP33 di San Salvatore di Cogorno, fra i km. 2,500 e 2,600 nel Comune di Carasco, sino al 28 febbraio prossimo. Il provvedimento adottato dalla Città metropolitana di Genova è stato richiesto dall'impresa SIL.CAP srl di Genova nei lavori per la realizzazione della pista ciclabile lungo l'Entella.I semafori all'altezza del cantiere saranno sempre in funzione sino al prossimo 28 febbraio.

la larghezza della strada si riduce a 5,9 metri all'altezza del km 4,7, presso l'accesso del cantiere di Cravasco, per un ponte temporaneo che è stato posato oggi. Su richiesta di Cociv, Consorzio Collegamenti Integrati Veloci, che ha a Cravasco in comune di Campomorone uno dei principali cantieri per la realizzazione del Terzo Valico Ferroviario, e che ha posato oggi a margine della Sp n. 6 di Isoverde un ponte temporaneo di protezione, la carreggiata della strada sarà ristretta a m.

Nella seduta di domani alle 17 il consiglio voterà anche una delibera che sostiene economicamente i pellegrinaggi organizzati da Aned nei campi di concentramento nazisti.Ci sono tre delibere, una mozione e una richiesta di informazioni all'ordine del giorno del consiglio metropolitano di Genova fissato domani alle 17 nella sala del consiglio di Palazzo Doria Spinola: le delibere riguardano il parere di Città metropolitana sui piani urbanistici semplificati e coordinati di Montebruno e Propata (relatore il consigliere Guido Guelfo); il riconoscimento della Consulta del Tigullio per i problem

La strada del Golfo Paradiso interrotta ieri sera al km 1 è stata liberta dai massi ed è ora percorribile a senso unico alternato, mentre quella che collega le valli Sturla e Fontanabuona è sotto controllo: in attesa dell'incontro di giovedì 15 in cui si deciderà come intervenire sulla frana al km 20,3, si tiene sotto osservazione la più modesta frana al km 4,9, sulla quale in caso di ulteriori movimenti le squadre della viabilità di Città metropolitana potranno intervenire in circa 15 minuti.

Il provvedimento resterà in vigore da lunedì 2 a martedì 31 luglio, a tratti saltuari fra Masone e Campo Ligure. Asfaltature per tutto il mese di luglio nel tratto fra Masone e Campo Ligure della Sp 456 del Turchino: da lunedì 2 a martedì 31 luglio, dal lunedì al venerdì con orario 8-12.30 e 13-19, su un tratto della strada di ca 6 km fra il km 85 e il km 91, nei comuni di Masone e Campo Ligure, sarà in vigore a tratti saltuari un senso unico alternato regolato da movieri.   

Dopo circa 40 giorni dalla frana dell'8 marzo, che aveva interrotto la strada causando grosse difficoltà a raggiungere la Val Cichero, la strada in comune di Mezzanego al confine con San Colombano Certenoli è stata finalmente riaperta. Alle 14.30 di oggi è stata riaperta al traffico la Sp 42 di Romaggi, che era chiusa da circa 40 giorni a causa della frana di massi e detriti che l'aveva investita l'8 marzo scorso al km 20,2, in comune di Mezzanego, a circa 2 km dall’innesto nella Sp 586 della Val d’Aveto e al confine col comune di San Colombano Ceretenoli, in Val Cichero.

Il provvedimento sarà in vigore continuativamente per eseguire lavori di ricostruzione di un tombino stradale. Per eseguire lavori di ricostruzione di un tombino stradale, la circolazione veicolare sulla Sp n. 85 di Verzi sarà interrotta continuativamente dal lunedì 9 a giovedì 12 luglio al km 0,5, in comune di Cicagna.   

"L'opera che spezzerà l'isolamento della vallata del Levante connettendola direttamente alla costa del Tigullio - spiega il consigliere delegato ai trasporti Claudio Garbarino - è inserita nel Pums, lo strumento di pianificazione metropolitana necessario per ottenere finanziamenti dal governo". E' stato scritto da Città metropolitana di Genova l'atto fondamentale che permetterà al tunnel Rapallo-Fontanabuona di ottenere i finanziamenti necessari alla sua costruzione, qualora l'opera venga deliberata.

Il provvedimento sarà in vigore fino al 10 agosto su un tratto di ca 600 metri. Un senso unico alternato regolato da semaforo mobile sarà in vigore continuativamente fino al 10 agosto tra il km 36,8 e il km 39,4 della Sp 35 dei Giovi, a tratti saltuari in comune di Isola del Cantone, per effettuare lavori di scavo e posa di condotte di Iren.