ambiente

Dalle 15 un'attività didattico-ludica gratuita dedicata ai bambini dai 5 ai 12 anni, attraverso cui si potrà scoprire come usare piante, terra e sabbia per creare colori e realizzare un dipinto della natura.Genova, 18 - Evento domenica 20 luglio a partire dalle 15 al giardino botanico montano di Pratorondanino: 'ColoriAMO il giardino' è un'attività didattico-ludica gratuita dedicata ai bambini dai 5 ai 12 anni attraverso la quale, percorrendo i sentieri del giardino, si potranno vedere forme e colori diversi che cambiano di giorno in giorno, scoprendo come usare piante, terra e sabbia per c

Esclusi impianti sotto i 12 kW e mobili. Il censimento prosegue sino al 30 settembre d'intesa fra Comune di Genova e Provincia che ha varato un nuovo regolamento recependo le norme regionali sul Dpr 74/2013 (esercizio, manutenzione e certificazione dei condizionatori).Genova, 24 - Valgono gli stessi obblighi delle calderine anche per i condizionatori (esclusi però quelli mobili e quelli con potenza inferiore ai 12 kW).

Fino al 30 settembre d'intesa fra Comune di Genova e Provincia che ha varato un nuovo regolamento per recepire le norme regionali sul Dpr 74/2013 (obblighi per l'esercizio, la manutenzione e la certificazione dei condizionatori). Esclusi impianti mobili e inferiori a 12 kW. Genova, 23 - Stessi obblighi delle calderine anche per i condizionatori (esclusi però quelli mobili e quelli con potenza inferiore ai 12 kW).

Dal 2 al 5 settembre lungo i primi 800 metri della strada, nel Comune di Cogoleto, per lo smantellamento e decontaminazione del vecchio magazzino prodotti dell'ex fabbrica del cromo. Genova, 26 - Inizierà la prossima settimana - dal vecchio magazzino prodotti - la nuova fase di demolizioni e decontaminazioni nell'ex Stoppani, la fabbrica chimica che per oltre un secolo ha inquinato con il cromo la Val Lerone, prima dell'avvio del risanamento di questa emergenza nazionale affidato dal 2006 a un Commissario delegato dal Governo.

Il giardino botanico montano, area protetta provinciale gestita dal GLAO partecipa sabato 27 e domenica 28 all'edizione 2014 della fiera mercato di Celle, dedicata quest'anno a tutti gli usi e le proprietà della lavanda ligure.Genova, 23 - Quando le orchidee incontrano la lavanda.

Da questa mattina iniziato lo smantellamento del vecchio magazzino prodotti, con chiusura dei primi 800 metri della SP 78 di Lerca sino alle 19 di venerdì 5 settembre.

Il commissario straordinario della Provincia sollecita "l'impegno del Governo e del Parlamento su quest'opera fondamentale contro il rischio di nuove alluvioni, subito finanziabile perchè il progetto definitivo è approvato da tempo". Genova, 21 - Costa molto meno dei 300 milioni di danni provocati, secondo le stime, dall'ultima devastante e drammatica alluvione di Genova perchè per realizzare il canale scolmatore del Bisagno progettato dalla Provincia servono 230 milioni.

Un ente di formazione va ad arricchire l'offerta di servizi del grande edificio sulle alture di Arenzano che da 15 anni è la 'casa' di Fondazione Muvita, lo science center della Provincia di Genova.

Lo comunica la Provincia di Genova, sentito l'ente gestore (Iren Acqua Gas - Mediterranea delle Acque), smentendo notizie apparse oggi sulla stampa.Genova, 13 - La Provincia di Genova, dopo aver sentito il gestore dell'invaso del Brugneto (Iren Acqua Gas - Mediterranea delle Acque) smentisce totalmente la notizia, contenuta all'articolo pubblicato a pag. 23 del 'Secolo XIX' di oggi, che il C.o.m. di Busalla abbia deciso di alleggerire il carico della diga del Brugneto per il pericolo di tracimazione.

Nel Comune di Borzonasca, all'interno della zona protetta del Monte Ramaceto. Genova, 28 - Sono entrati in una zona protetta vietata alla caccia del Parco dell'Aveto con due fucili calibro 12 per sparare alle beccacce, ma sono stati sorpresi e denunciati dalla Polizia Provinciale.

Con un ordine del giorno la Conferenza chiede che siano assicurati mezzi e personale adeguati alla Segreteria tecnica dell'Ato per mantenere e rafforzare le attività di verifica sul gestore del servizio idrico integrato. Genova, 9 - Scongiurare il rischio che nel passaggio dalla Provincia alla Città Metropolitana possano indebolirsi i controlli, a partire dagli interventi per il ripristino dei danni alluvionali, sull'attività del gestore del servizio idrico integrato da parte della Segreteria tecnica dell'Ato acqua.

Provvedimenti a favore dei clienti del servizio idrico colpiti dagli eventi alluvionali: bollette posticipate fino al 30 aprile, sospensione dei provvedimenti di recupero della morosità, taglio dalla bolletta di eventuali surplus di consumi dovuti a pulizia di locali o a rotture di tubi.Genova, 5 - Arrivano provvedimenti a favore dei clienti del servizio idrico interessati dai disastrosi eventi alluvionali di ottobre e novembre: grazie a un accordo fra l'Ato (Ambito Territoriale Ottimale), l'organismo della Provincia di Genova che coordina i servizi idrici del territorio genovese, e il ges

Sabato 17 Osservatorio aperto per le visite pomeridiane al planetario e nella serata per ammirare la volta celeste al telescopio. Sabato 17 e domenica 18 penultimo fine settimana di apertura del Presepe di Pentema con 40 scene di vita rurale. Genova, 14 - Fra le stelle e la stella cometa.

Straordinarie immagini del fascino della natura scandiscono i mesi e le stagioni del nuovo anno nel calendario del Parco dell'Antola, in distribuzione gratuita nelle sue sedi di Torriglia e Busalla sino ad esaurimento delle copie disponibili. Genova, 9 - La luce in tutte le declinazioni e i colori della natura, fra scenari magici e spettacolari delle montagne dell'Antola con orizzonti che spaziano dalle vette al mare ed esplorano la volta celeste dall'Osservatorio astronomico di Casa del Romano.

Per la suggestiva escursione con le racchette il ritrovo è domenica 18 gennaio alle 8.30 in via Dino Col, all'entrata autostradale di Genova-Ovest, oppure direttamente sulla piazza centrale del Sassello alle 9.30. Genova, 15 - Una giornata nella natura del Parco del Beigua, domenica prossima, 18 gennaio, con una camminata nordica (con le racchette) immersi nella Foresta della Deiva al Sassello.

I valori dell’inquinante rilevati ieri presso i Giovi dalla centralina della Città metropolitana di Genova è stato di 178 microgrammi per metro cubo (la soglia di attenzione è 180). Ozono ancora alto ma sotto la ‘soglia di informazione alla popolazione’ ieri a Mignanego: il valore dell’inquinante rilevato dalla centralina posta presso il passo dei Giovi è stato di 178 microgrammi per metro cubo, quando la ‘soglia di informazione’ è di 180 microgrammi per metro cubo.Valori abbondantemente sotto i limiti di legge invece per le concentrazioni di monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossid

Salendo contemporaneamente con il tricolore da 22 località sui sentieri percorsi  dagli uomini della Resistenza.

La centralina della Città metropolitana posta in centro città ha registrato ieri un livello di inquinante vicino alla soglia massima di legge. Continua a restare alto il livello di ozono a Genova e nel territorio circostante, anche se ieri nessuna delle centraline della Città metropolitana ha registrato superamenti del livello di 'informazione alla popolazione' posto a 180 microgrammi per metro cubo: vicino a questa soglia il valore registrato dalla centralina di corso Firenze, con 170 microgrammi per metro cubo.Non scatta quindi per ora l'obbligo di informazione alla popolazione con la pre

Un borgo rurale all’ombra del Monte Antola, conservatosi pressoché intatto nella sua fisionomia antica e dominato da un piccolo castello, dalla forma essenziale ma non per questo privo di fascino.

La centralina della Città metropolitana posta sui Giovi ha registrato ieri un livello di inquinante vicino alla soglia massima di legge (180).

I valori dell'inquinante rilevati dalle centraline della Città metropolitana di Genova fra venerdì e domenica hanno superato i 160 microgrammi per metro cubo a Mignanego e in corso Firenze (la soglia di attenzione è 180).Ozono in risalita ma sotto la 'soglia di informazione alla popolazione' nel weekend sul territorio della Città metropolitana di Genova: i valori dell'inquinante rilevati fra venerdì 10 e domenica 12 aprile dalle centraline dell'ente che monitorano gli inquinanti dell’aria sono stati superiori a 160 microgrammi per metro cubo a Mignanego e in corso Firenze, quando la 'soglia

Nel videoservizio di Tabloid le interviste con il sindaco di Genova e della Città metropolitana Marco Doria e il coordinatore dell’Unità di missione Italia Sicura Erasmo D’Angelis sui cantieri aperti e in partenza entro il 2015.Genova con il territorio metropolitano è tra le città d’Europa quella con i maggiori investimenti  per la difesa dai drammatici rischi idrogeologici.

La centralina della Città metropolitana posta in alta Valtrebbia ha registrato ieri 177 microgrammi per metro cubo (la soglia di informazione alla popolazione è 180).   Ozono alto ma sotto la ‘soglia di informazione alla popolazione’ ieri a Propata: il valore dell’inquinante rilevato dalla centralina posta nel territorio del comune dell'alta Valtrebbia è stato di 177 microgrammi per metro cubo, quando la ‘soglia di informazione’ è di 180 microgrammi per metro cubo. Valori abbondantemente sotto i limiti di legge invece per le concentrazioni di monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossid

Nessun superamento delle soglie di legge è stato rilevato ieri, martedì 7 aprile, dalle centraline della Città metropolitana di Genova che monitorano le concentrazioni in atmosfera di monossido di carbonio, ozono, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili. Nessun superamento dei limiti di legge è stato rilevato ieri, martedì 7 aprile, dalle centraline della Città metropolitana di Genova che monitorano gli inquinanti dell’aria: tutte nei limiti le concentrazioni di monossido di carbonio, biossido d’azoto, ozono, diossido di zolfo e polveri sottili. Il servizio meteorologico dell'

Il sindaco Marco Doria e il coordinatore dell’Unità di missione Italia Sicura Erasmo D’Angelis hanno fatto il quadro delle opere avviate e in partenza nel 2015 per ridurre e prevenire i rischi idrogeologici.

La centralina della Città metropolitana posta nel comune di Mignanego ha registrato anche ieri un valore alto del'inquinante (175 microgrammi per metro cubo) ma non superiore alla soglia di informazione alla popolazione di 180.   Ozono ancora alto ma sotto la ‘soglia di informazione alla popolazione’ ieri a Mignanego: il valore dell’inquinante rilevato dalla centralina posta presso il passo dei Giovi è stato di 175 microgrammi per metro cubo, quando la ‘soglia di informazione’ è di 180 microgrammi per metro cubo. Valori abbondantemente sotto i limiti di legge invece per le concentrazioni di

Nessun superamento delle soglie di legge è stato rilevato ieri, giovedì 9 aprile, dalle centraline della Città metropolitana di Genova che monitorano le concentrazioni in atmosfera di monossido di carbonio, ozono, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili. Nessun superamento dei limiti di legge è stato rilevato ieri, giovedì 9 aprile, dalle centraline della Città metropolitana di Genova che monitorano gli inquinanti dell’aria: tutte nei limiti le concentrazioni di monossido di carbonio, biossido d’azoto, ozono, diossido di zolfo e polveri sottili.Il servizio meteorologico dell'a

Con le nuove difese tutto il centro di Lavagna non sarà più, come ora, nella zona "rossa" degli allagamenti e le opere della Città metropolitana dal ponte della Maddalena alle foce potranno arginare anche le piene duecentennali del fiume.Tutto il centro di Lavagna, con oltre diecimila abitanti, non sarà più nella ‘zona rossa’ delle alluvioni, ossia la fascia più soggetta agli allagamenti per le piene dell'Entella e nel tratto terminale del fiume del Levante saranno realizzate nuove difese anche sulla sponda destra, quella chiavarese.Gli elementi fondamentali per le difese antialluvione del

In calo rispetto al giorno precedente i valori del gas misurati dalle centraline della Città metropolitana di GenovaRestano il caldo e il sole, ma l'ozono, che l'altro ieri aveva sfiorato il limite di attenzione (180 microgrammi per metro cubo) nei dati delle centraline della Città metropolitana di Genova a Quarto e ai Giovi, è sceso da una media oraria massima di 178 a 157 ug/m3 ai Giovi e da 177 a 166 ug/m3 a Quarto, con valori ancora inferiori in corso Firenze e a Propata (145 e 148 ug/m3).

Il Sindaco metropolitano ha compiuto nel pomeriggio una serie di sopralluoghi con i sindaci di Sant’Olcese, Campomorone, Ceranesi, Mignanego e Serra Riccò.Sant’Olcese, Campomorone, Ceranesi, Mignenego e Serra Riccò: il Sindaco metropolitano Marco Doria ha visitato questo pomeriggio i cinque comuni dell’alta Val Polcevera, facendo numerosi sopralluoghi insieme a sindaci e amministratori: in luoghi dove la Città metropolitana ha realizzato importanti e attese opere pubbliche (il ponte di Menesseno); in punti dove esistono situazioni critiche, in particolare per i danni delle recenti alluvioni

Nessun superamento delle soglie di legge è stato rilevato ieri mercoledì 29 aprile dalle centraline della Città metropolitana di Genova che monitorano le concentrazioni in atmosfera di monossido di carbonio, ozono, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili. Nessun superamento dei limiti di legge è stato rilevato ieri, mercoledì 29 aprile, dalle centraline della Città metropolitana di Genova che monitorano gli inquinanti dell’aria: tutte nei limiti le concentrazioni di monossido di carbonio, biossido d’azoto, ozono, diossido di zolfo e polveri sottili.Il servizio meteorologico de

Nessun superamento delle soglie di legge è stato rilevato il 16 e 17 maggio dalle centraline della Città metropolitana di Genova che monitorano le concentrazioni in atmosfera di monossido di carbonio, ozono, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili. Nessun superamento dei limiti di legge è stato rilevato sabato 16 e domenica 17 maggio, come anche venerdì 15, dalle centraline della Città metropolitana di Genova che monitorano gli inquinanti dell’aria: tutte nei limiti le concentrazioni di monossido di carbonio, biossido d’azoto, ozono, diossido di zolfo e polveri sottili.

Il consigliere della Città Metropolitana delegato all'ambiente Pignone sta comparando le diverse ipotesi sulla collocazione del nuovo impianto, che secondo il mandato della Regione Liguria dovrà essere comprensoriale.  La scelta del sito su cui realizzare il nuovo depuratore comprensoriale del Tigullio è prossima: “La decisione sarà presa quanto prima – assicura Enrico Pignone, consigliere della Città metropolitana delegato all’ambiente – a seguito di un processo tanto veloce quanto trasparente che è già stato avviato.

Nei dati delle centraline della Città metropolitana di Genova a Quarto e ai Giovi i valori di questo gas hanno sfiorato il limite di attenzione.

Le immagini e le interviste sulla sistemazione definitiva del sito nel nuovo servizio del programma Tabloid della Città metropolitana di Genova.Cantieri aperti al Molinetto per la  messa in sicurezza della discarica fino al capping definitivo, ossia la sua copertura controllata.Nel risanamento del sito, utilizzato sino al 2006 dall’ex Stoppani per i residui delle sue inquinantissime lavorazioni di cromo, è impegnata la struttura commissariale per le aree dell’ex fabbrica chimica, riconosciuta come emergenza ambientale  di interesse nazionale.

Per l’ultima volta, alla fine di aprile, un ripopolamento ittico è stato effettuato dalla Città Metropolitana di Genova, ex Provincia. La pesca infatti, insieme alla caccia, è una funzione che dal primo luglio passerà alla Regione Liguria, dopo essere stata da sempre una funzione fondamentale della Provincia. Per l’ultima volta, alla fine di aprile, un ripopolamento ittico è stato effettuato dalla Città Metropolitana di Genova, ex Provincia.

Nessun superamento delle soglie di legge è stato rilevato ieri martedì 28 aprile dalle centraline della Città metropolitana di Genova che monitorano le concentrazioni in atmosfera di monossido di carbonio, ozono, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.Nessun superamento dei limiti di legge è stato rilevato ieri, martedì 28 aprile, dalle centraline della Città metropolitana di Genova che monitorano gli inquinanti dell’aria: tutte nei limiti le concentrazioni di monossido di carbonio, biossido d’azoto, ozono, diossido di zolfo e polveri sottili.Il servizio meteorologico dell’ae

Con dati ampiamente nei limiti rilevati dalle centraline dell'ente per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Sotto un cielo ancora coperto di nuvole l'aria resta più pulita. Lo dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio hanno registrato valori al di sotto dei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.

Il consigliere delegato ha risposto in Consiglio a Gian Piero Pastorino che ha parlato delle difficoltà degli abitanti dopo il crollo di una passerella nel nubifragio del 19 agosto scorso. Impegno anche del sindaco Marco Doria per risolvere il problema.No al guado, estremamente pericoloso, sì rispettando certe condizioni ricercando le intese necessarie all’utilizzo del ponte Enel sul Cerusa anche per gli abitanti di via Chiale nella località Centurione che non hanno più la passerella pedonale di collegamento, crollata nella piena del torrente durante il nubifragio del 19 agosto scorso.

Tutte al di sotto della soglia di legge le concentrazioni di monossido di carbonio, biossido d’azoto, ozono, diossido di zolfo e polveri sottili rilevate dalle centraline dell'enteNessun superamento dei limiti di legge è stato rilevato ieri, lunedì 4 maggio, dalle centraline della Città metropolitana di Genova che monitorano gli inquinanti dell’aria: tutte nei limiti le concentrazioni di monossido di carbonio, biossido d’azoto, ozono, diossido di zolfo e polveri sottili.Il servizio meteorologico dell’aereonautica militare prevede per oggi ancora condizioni sfavorevoli al ristagno di inquina

Dalle rilevazioni delle centraline dell'ente sui valori di ozono, monossido di carbonio, diossido d'azoto, diossido di zolfo e le polveri sottili, con previsioni meteo dell'Aeronautica Militare sempre sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.Cielo burrascoso e ombrelli aperti questa mattina, ma almeno sono rimasti nella norma i valori di ozono,  monossido di carbonio, diossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili rilevati nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio dalle centraline della Città metropolitana che controllano gli inquinanti dell'aria.

La limitazione del traffico in vigore fino al 14 maggio fra il km 4,5 e il km 4,8 dal lunedì al sabato dalle 8 alle 18. Un senso unico alternato regolato da movieri sarà in vigore fino al 14 maggio, dal lunedì al sabato dalle 8 alle 18, lungo la SP n. 33 di San Salvatore, tra il km 4,5 e il km 4,8, in comune di Carasco, per eseguire lavori di taglio piante, bonifica scarpate e rimozione polloni.   

Nessun superamento delle soglie di legge è stato rilevato ieri lunedì 27 aprile dalle centraline della Città metropolitana di Genova che monitorano le concentrazioni in atmosfera di monossido di carbonio, ozono, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.Nessun superamento dei limiti di legge è stato rilevato ieri, lunedì 27 aprile, dalle centraline della Città metropolitana di Genova che monitorano gli inquinanti dell’aria: tutte nei limiti le concentrazioni di monossido di carbonio, biossido d’azoto, ozono, diossido di zolfo e polveri sottili.

Sono rimasti tutti nei limiti i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili rilevati dalle centraline della Città metropolitana e le previsioni dell'Aeronautica Militare sono sfavorevoli al ristagno dello smog. Il cielo ritorna grigio, ma l'aria è più pulita. Le centraline della Città metropolitana di Genova nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio hanno infatti misurato valori al di sotto dei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.

Nel programma approvato dal Consiglio metropolitano su proposta del consigliere delegato Enrico Pignone. “In sede di variazione di bilancio potremmo cercare di estendere gli interventi finanziati” ha detto il sindaco Marco DoriaApprovato dal Consiglio metropolitano di Genova il programma 2015 degli interventi di manutenzione ordinaria per la difesa del suolo che finanzia gli interventi prioritari con 1.031.600 euro, dalle entrate per i canoni demaniali.

Tutte al di sotto della soglia di legge le concentrazioni di monossido di carbonio, biossido d’azoto, ozono, diossido di zolfo e polveri sottili rilevate dalle centraline dell'ente.Nessun superamento dei limiti di legge è stato rilevato ieri, lunedì 4 maggio, dalle centraline della Città metropolitana di Genova che monitorano gli inquinanti dell’aria: tutte nei limiti le concentrazioni di monossido di carbonio, biossido d’azoto, ozono, diossido di zolfo e polveri sottili.Il servizio meteorologico dell’aereonautica militare prevede per oggi ancora condizioni sfavorevoli al ristagno di inquin

Tutti nei limiti i valori per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili rilevati dalle centraline di monitoraggio con previsioni meteo sfavorevoli al ristagno dello smog.Sotto le nuvole aria più "pulita" dicono le centraline della Città Metropolitana di Genova che nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell’Aeronautica Militare, ancora sfavore

Pignone: “La scelta del sito in cui collocare il nuovo impianto sarà fatta in modo trasparente comparando tre parametri per ogni opzione: costi, tempi, impatto ambientale”.  La scelta del sito su cui realizzare il nuovo depuratore comprensoriale del Tigullio è prossima: “La decisione sarà presa quanto prima – assicura Enrico Pignone, consigliere della Città metropolitana delegato all’ambiente – a seguito di un processo tanto veloce quanto trasparente che è già stato avviato.

Nessun superamento delle soglie di legge è stato rilevato il 24, 25 e 26 aprile dalle centraline della Città metropolitana di Genova che monitorano le concentrazioni in atmosfera di monossido di carbonio, ozono, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Tutte al di sotto della soglia di legge le concentrazioni di monossido di carbonio, biossido d’azoto, ozono, diossido di zolfo e polveri sottili rilevate dalle centraline dell’ente. Nessun superamento dei limiti di legge è stato rilevato ieri, martedì 12 maggio, dalle centraline della Città metropolitana di Genova che monitorano gli inquinanti dell’aria: tutte nei limiti le concentrazioni di monossido di carbonio, biossido d’azoto, ozono, diossido di zolfo e polveri sottili.Il servizio meteorologico dell’aereonautica militare prevede tuttavia per oggi condizioni sfavorevoli al ristagno di i

La seduta è stata convocata dal sindaco metropolitano Marco Doria per domani 20 maggio alle 15.30 nel salone consiliare di Palazzo Doria Spinola (largo Eros Lanfranco 1, Genova).Si aprirà con il programma 2015 degli interventi di manutenzione ordinaria per la difesa del suolo il Consiglio della Città metropolitana, convocato dal sindaco Marco Doria domani, mercoledì 20 maggio alle 15.30 nel salone consiliare di Palazzo Doria Spinola (largo Eros Lanfranco 1, a Genova).

Effetto positivo del maltempo durante il ponte del 1° maggio sono state le basse concentrazioni di inquinanti nell'aria nella Città metropolitana di Genova. Nessun superamento dei limiti di legge è stato rilevato nei tre giorni di 'ponte' del Primo maggio (venerdì 1, sabato 2 e domenica 3) dalle centraline della Città metropolitana di Genova che monitorano gli inquinanti dell’aria: tutte nei limiti le concentrazioni di monossido di carbonio, biossido d’azoto, ozono, diossido di zolfo e polveri sottili.Il servizio meteorologico dell’aereonautica militare prevede per oggi ancora condizioni sf

Concentrazioni elevate, ma al di sotto dei limiti, per questo gas e dati nella norma per il biossido d'azoto, monossido di carbonio, biossido di zolfo e polveri sottili dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana.Il caldo di ieri, da solleone anticipato, ha fatto salire anche i livelli dell'ozono che però è comunque rimasto al di sotto del limite di attenzione (180 microgrammi per metro cubo) facendo registrare concentrazioni medie orarie massime di 173 ug/m3 dalla centralina di Quarto e 148 da quella di Corso Firenze.

Dalle rilevazioni delle centraline dell'ente sull'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili, ma le previsioni meteo sono favorevoli al ristagno.Sole, clima estivo e  dati finora positivi sugli inquinanti dell'aria dalle centraline della Città metropolitana di Genova che nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio hanno misurato concentrazioni al di sotto dei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.

Col progetto europeo Past, partita una campagna di sensibilizzazione ad Avegno, Sant’Olcese, Santa Margherita, Torriglia e Isola del Cantone. Realizzate una mostra itinerante ed iniziative didattiche per i bambini.

Anche ieri, martedì 9 giugno, registrati 3 ‘superi’ della concentrazione dell’inquinante in atmosfera: a Quarto, valore massimo 185 microgrammi per metro cubo. Domenica 14 superi fra Quarto, Giovi e corso Firenze (valore max 220), lunedì 11 superi nelle stesse tre postazioni (valore max 206) più un supero di biossido d’azoto in via Buozzi.

All’ordine del giorno della Conferenza metropolitana il rendiconto 2014 dell’ente, il finanziamento della progettazione esecutiva per la sicurezza del Rio Ruscarolo, manutenzioni fluviali dell’Entella, monitoraggi di versanti a Ronco e Borzonasca e l’approvazione del regolamento della Conferenza.Si riunirà domani, giovedì 4 giugno la Conferenza metropolitana, composta da tutti i sindaci del territorio, convocata a Palazzo Doria Spinola (largo Eros Lanfranco 1, Genova) alle 16.30 dal sindaco metropolitano Marco Doria.All’ordine del giorno della seduta il rendiconto finanziario ed economico-p

Tutti al di sotto dei limiti i valori dell'ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili rilevati dalle centraline della Città metropolitana di Genova. Il meteo dell'Aeronautica Militare resta però favorevole al ristagno dello smog.Il sole già estivo fa alzare le temperature, ma finora non i livelli degli inquinanti dell'aria.

Dalle rilevazioni delle centraline dell'ente sulle concentrazioni di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, biossido di zolfo e polveri sottili.Cielo azzurro e aria pulita nella Città metropolitana dicono i dati delle centraline di monitoraggio dell'ente sulle concentrazioni di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, biossido di zolfo e polveri sottili, rimaste tutte al di sotto dei limiti. Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog nei bassi strati atmosferici.

Da sabato scorso, e anche ieri giovedì 11 giugno, le centraline della Città metropolitana rilevano concentrazioni in atmosfera dell’inquinante superiori alla soglia di ‘informazione alla popolazione’ di 180 microgrammi per m3: si consiglia alla popolazione più vulnerabile di evitare prolungate esposizioni all'aria aperta Anche ieri, giovedì 11 giugno, come accade ormai ininterrottamente da sabato scorso, la concentrazione di ozono in atmosfera sul territorio della Città metropolitana di Genova ha superato la soglia di ‘informazione alla popolazione’, evento che fa scattare l’obbligo di info

Dalle rilevazioni delle centraline dell'Ente sui valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili, con previsioni meteo dell'Aeronautica Militare sfavorevoli al ristagno dello smog.Di nuovo tante nuvole, ma dati finora positivi sugli inquinanti dell'aria dalle centraline della Città metropolitana di Genova che nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio hanno misurato valori inferiori ai limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili in tutta la rete di monitoraggio dell'ente.

Maltempo e clima autunnale ieri a Genova, ma tutte al di sotto della soglia di legge le concentrazioni di monossido di carbonio, biossido d’azoto, ozono, diossido di zolfo e polveri sottili rilevate dalle centraline dell’ente. Maltempo ma aria pulita ieri, martedì 16 giugno, nella Città metropolitana di Genova: nessun superamento dei limiti di legge è stato infatti rilevato dalle centraline dell'ente  che monitorano gli inquinanti dell’aria: tutte nei limiti le concentrazioni di monossido di carbonio, biossido d’azoto, ozono, diossido di zolfo e polveri sottili.

I responsabili sono già stati identificati e denunciati dagli agenti del servizio di Polizia della Città Metropolitana.Nuove azioni antibracconaggio della Polizia della Città Metropolitana di Genova (già Polizia Provinciale) sul territorio, dove lo stesso servizio continua a coordinare anche le attività di controllo dei cinghiali a tutela delle produzioni agricole.Gli agenti della Polizia metropolitana, nei giorni scorsi , durante le operazioni di verifica sul territorio, hanno scoperto e rimosso gabbie-trappola di frodo per i cinghiali nei Comuni di Sestri Levante, Savignone e sulle alture

Le cabine di monitoraggio della Città metropolitana hanno misurato valori al di sotto dei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili, ma le previsioni meteo dell’Aeronautica Militare sono favorevoli al ristagno dello smog.Clima estivo con aria finora "pulita"dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che hanno registrato valori al di sotto dei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio.

Nuove immagini e notizie sulla situazione dell’ex fabbrica del cromo dal video servizio del programma della Città metropolitana di GenovaDopo il vecchio magazzino prodotti, dove il cromo affiorava ancora a vista dai muri, sono state abbattuti anche il reparto lisciviazione e i forni 58 e 96 e poi toccherà all’ultimo forno, il 70 e alla palazzina degli uffici.

Anche ieri, mercoledì 10 giugno, la concentrazione in atmosfera dell'inquinante ha superato la soglia di 'informazione alla popolazione' di 180 microgrammi per metro cubo: 6 volte a Quarto (valore massimo 196) e 2 volte in corso Firenze (valore massimo 188).

Tutte entro i limiti di legge sabato e domenica le concentrazioni in atmosfera di monossido di carbonio, ozono, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili. Nessun superamento dei limiti di legge è stato rilevato sabato 23 e domenica 24 maggio, come anche venerdì 22, dalle centraline della Città metropolitana di Genova che monitorano gli inquinanti dell’aria: tutte nei limiti le concentrazioni di monossido di carbonio, biossido d’azoto, ozono, diossido di zolfo e polveri sottili.

I livelli di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili sono rimasti nei limiti in tutte le rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova e le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare restano sfavorevoli al ristagno dello smog.Cielo coperto, ma aria più pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio hanno misurato valori al di sotto dei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.

Approvata dal Consiglio metropolitano, dopo il parere favorevole della Conferenza dei sindaci, la delibera presentata da Enrico Pignone che trasferisce la somma alla priorità di ridurre i rischi nell’abitato di Sestri da un precedente finanziamento per sistemazioni del Secca che il Comune realizzerà comunque, integrando i fondi necessari.Dalla Città metropolitana 250.000 euro al Comune di Genova per il progetto definitivo ed esecutivo delle opere antialluvione sul rio Ruscarolo nel bacino del Chiaravagna.

Dati positivi sui valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili dalle centraline di monitoraggio dell’ente, ma le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare restano favorevoli al ristagno dello smog.Aria quasi immobile sotto un cielo velato di foschia, ma dati finora buoni sugli inquinanti dalle centraline della Città metropolitana che nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio (e in tutto il fine settimana) hanno registrato valori al di sotto dei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le p

La Città metropolitana ha promosso una campagna di informazione in cinque comuni per educare i cittadini, a partire dai giovanissimi, al risparmio energetico e all’utilizzo delle fonti rinnovabili.

L’ente mette 30.000 euro a disposizione del progetto lanciato dall’associazione ambientalista, con l’obiettivo di coinvolgere direttamente le famiglie nelle politiche di sostenibilità energetica dei 30 comuni genovesi aderenti al ‘Patto dei Sindaci’, di cui la Città metropolitana è coordinatore territoriale.

Maltempo e clima autunnale ieri a Genova, ma tutte al di sotto della soglia di legge le concentrazioni di monossido di carbonio, biossido d’azoto, ozono, diossido di zolfo e polveri sottili rilevate dalle centraline dell’ente. Nessun superamento dei limiti di legge è stato rilevato ieri, giovedì 21 maggio, dalle centraline della Città metropolitana di Genova che monitorano gli inquinanti dell’aria: tutte nei limiti le concentrazioni di monossido di carbonio, biossido d’azoto, ozono, diossido di zolfo e polveri sottili.

Sabato e domenica le concentrazioni di ozono in atmosfera sono tornate sotto la 'soglia di informazione': ok anche monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.  Dopo un'intera settimana di sforamenti della 'soglia di informazione alla popolazione', da venerdì 12 giugno e per tutto il weekend la concentrazione di ozono in atmosfera è tornata nella norma, grazie all'abbassamento delle temperature e alla pioggia: nessuna delle centraline della Città metropolitana che rilevano in città e sul resto del territorio metropolitano la concentrazione di inquinanti in a

Al voto della Conferenza metropolitana la delibera presentata da Enrico Pignone che trasferisce la somma alla priorità di ridurre i rischi nell’abitato di Sestri da un finanziamento precedente per sistemazioni del Secca che saranno comunque realizzate dal Comune integrando i fondi necessari.Uno stanziamento di 250.000 euro dalla Città metropolitana al Comune di Genova per rendere appaltabili entro il 2015 tutti gli interventi prioritari per ridurre i rischi alluvionali del rio Ruscarolo, nel bacino del Chiaravagna, che attraversa zone molto popolate di Sestri Ponente.

Sono rimasti nei limiti i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati dalle centraline della Città metropolitana, ma le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare sono favorevoli al ristagno dello smog.Cielo più velato sotto il sole e responso finora buono sull'aria dalle centraline della Città metropolitana che nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio hanno registrato valori tutti al di sotto dei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.

In occasione delle Giornate dell'Energia, tanti eventi in collaborazione con Fondazione Muvita, Comune di Genova, Patto dei Sindaci e Città metropolitana di VeneziaLa Città metropolitana di Genova, in occasione delle Giornate dell’Energia  (www.eusew.eu), ha organizzato diverse iniziative in collaborazione con la Fondazione Muvita e il comune di Genova.

L'iniziativa 'Famiglie Zero Emissioni' è rivolta ai cittadini dei comuni della Città metropolitana aderenti al Patto dei Sindaci interessati all’acquisto di tecnologie per le energie rinnovabili e il risparmio energetico.

La centralina dei Giovi ha rilevato fino a 260 microgrammi di inquinante per metro cubo.

I valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili sono rimasti nei limiti in tutte le rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova. Sempre favorevoli però al ristagno dello smog le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare. Clima da piena estate, ma il caldo finora non fa alzare i livelli degli inquinanti dell'aria.

Dalle orchidee montane ai ‘fossili viventi’ oltre 500 specie dalla biodiversità di tutto il mondo nel Giardino botanico montano di Pratorondanino, area protetta del sistema regionale affidata alla Città metropolitana con la gestione del GLAO.Più di cinquecento specie di fiori e piante straordinarie, dalle Alpi alle Blue Mountains australiane alle foreste tropicali, in uno spicchio di biosfera sull’Appennino ligure.

Il protocollo d’intesa presentato dal consigliere delegato Enrico Pignone e approvato oggi, dopo il parere favorevole della Conferenza dei sindaci, dal Consiglio metropolitano finanzierà monitoraggi e progetto per il consolidamento di Pratosopralcroce

Otto gli sforamenti orari registrati ieri dalle centraline della Città metropolitana per questo gas: quattro ai Giovi dalle 13 alle 17, due  a Quarto e due in corso Firenze nelle stesse ore, dalle 13 alle 15.

Nonostante l'afa, le centraline della Città metropolitana hanno rilevato valori di ozono e degli altri inquinanti inferiori alla soglia di informazione alla popolazione. Caldo torrido e forte umidità ma aria pulita nel weekend del 18 e 19 luglio nella Città metropolitana di Genova: nessun superamento dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera è stato infatti rilevato dalle centraline dell’ente  che monitorano gli inquinanti dell’aria. Tutte nei limiti di legge le concentrazioni di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, ozono, diossido di zolfo e polveri sottili.

Le cabine di monitoraggio della Città metropolitana di Genova segnalano valori nettamente al di sotto dei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili, con previsioni meteo dell'Aeronautica Militare ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.Clima davvero poco estivo sotto un cielo gonfio di nuvole, ma almeno l'aria è pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il bios

Le centraline della Città metropolitana hanno rilevato ieri un brusco calo dei valori dell'inquinante, che fino a domenica avevano superato ripetutamente la soglia di informazione alla popolazione. Caldo e umidità ma aria pulita ieri, lunedì 6 luglio, nella Città metropolitana di Genova: nessun superamento dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera è stato infatti rilevato dalle centraline dell’ente  che monitorano gli inquinanti dell’aria.

Lungo incontro con i primi cittadini, assessori e consiglieri di Santo Stefano e Rezzoaglio, sulla Città metropolitana e sulle esigenze e i problemi della vallata del sindaco Doria che ha poi visitato i tesori dell’Aveto La seggiovia che scala la montagna sino agli splendidi panorami di Prato della Cipolla, la verdissima foresta del Penna con le ex casermette che si trasformeranno in rifugio del parco, il limpido lago glaciale delle Lame, gioiello della natura e paradiso anche per i pescatori di trote fra le tappe della visita in Val d’Aveto, raccontata anche da un ampio servizio del progra

L’inquinante ieri ha fatto registrare 10 sforamenti orari della soglia di attenzione dalle centraline della Città metropolitana di Genova: 5 a Quarto (dalle 14 alle 18 e dalle 20 alle 21 ), 4 in corso Firenze (dalle 13 alle 17) e 1 ai Giovi dalle 17 alle 18Dilaga il caldo afoso e l’ozono resta alto sopra il livello di attenzione dei 180 microgrammi per metro cubo con dieci sforamenti orari (il giorno prima però erano stati 21) registrati ieri dalle centraline della Città metropolitana di Genova: 5 a Quarto (dalle 14 alle 18 e dalle 20 alle 21 con una medioa oraria massima di 219 ug/m3 fra l

Nessuno sforamento nei dati fino alle 24 di ieri dalle centraline della Città metropolitana di Genova e le previsioni meteo sono sfavorevoli al ristagno dello smog.Termometri genovesi ancora over 30, ma nell'ennesima ondata di caldo e afa almeno l'ozono non sale, dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che fino alla mezzanotte di ieri non hanno registrato alcuno sforamento dei limiti per questo gas e nemmeno per gli altri inquinanti monitorati (monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili).Le previsioni meteo dell'Aeronautica milita

Con il persistere della calura, continuano gli sforamenti del livello di 'informazione alla popolazione' della concentrazione dell’agente inquinante Continua ininterrotta la canicola estiva e anche ieri, martedì 14 luglio, la concentrazione di ozono in atmosfera sul territorio della Città metropolitana di Genova ha superato la soglia di ‘informazione alla popolazione’, evento che fa scattare l’obbligo di informare la popolazione, specialmente quella potenzialmente più vulnerabile all’inquinamento (bambini, anziani, persone con problemi respiratori) sui rischi di una prolungata esposizione a

Tutti nella norma i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili con previsioni dell'Aeronautica Militare sfavorevoli al ristagno dello smog.Cielo di nuovo coperto dopo due giorni di sereno, con dati ancora positivi per gli inquinanti atmosferici dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana sui valori dell'ozono, del monossido di carbonio, del biossido d'azoto, del diossido di zolfo e delle polveri sottili.Buone per l'aria,  meno per gli appassionati del mare e del verde, le previsioni meteo dell'Aeronautica militare, tornate

Con cinque sforamenti per questo gas rilevati fino alle 24 di ieri dalla centralina della Città metropolitana in corso Firenze a Genova: dall'1 alle 2 di notte, dalle 5 alle 6 e nel pomeriggio dalle 13 alle 16.

Cecilia Brescianini dirigente del servizio aria e Teresa Zannetti responsabile del centro operativo che controlla gli inquinanti spiegano al microfono come si forma questo gas, quali effetti produce e i consigli sui comportamenti da adottare e da evitare quando l'ozono supera i limiti. Nella stratofera salva la vita sulla Terra perchè filtra e blocca le dannosissime radiazioni solari ultraviolette di tipo C, ma vicino al suolo l'ozono, invece, irrita l'apparato respiratorio e ha un forte potere ossidante.

Con 21 sforamenti orari della soglia di attenzione registrati ieri dalle centraline della Città metropolitana di Genova: 11 ai Giovi (dalle 12 alle 23 ), 7 a Quarto (dalle 14 alle 21) e 3 in corso Firenze (dalle 14 alle 17).Afa a trenta gradi e ozono oltre il livello di attenzione (180 microgrammi per metro cubo) con ben 21 sforamenti orari registrati ieri dalle centraline della Città metropolitana di Genova: 11 ai Giovi dove il gas , con una media oraria massima di 222 ug/m3 fra le 15 e le 16, ha iniziato a sforare a mezzogiorno ed è calato sotto i limiti solo dopo le 23; sono stati 7, inv

Abbondantemente sotto la ‘soglia di informazione' le concentrazioni in atmosfera dell'agente inquinante. Situazione abbondantemente nella norma, ieri mercoledì 15 luglio, per l'inquinamento atmosferico: la concentrazione di ozono in atmosfera rilevata dalle centraline della Città metropolitana di Genova, infatti, è risultata ovunque sotto la 'soglia di informazione alla popolazione' di 180 microgrammi per metro cubo, più volte superata nei giorni precedenti.

Con il persistere della canicola, restano alte anche le concentrazioni in atmosfera dell'agente inquinante, che ieri ha raggiunto in città, nell'ora più calda, il valore di 220 microgrammi per metro cubo (la soglia di legge è 180). Si consiglia alla popolazione più vulnerabile di evitare prolungate esposizioni all’aria aperta.

Dalle rilevazioni delle centraline dell'Ente sull'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili con previsioni dell'Aeronautica Militare ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

Gli unici sforamenti registrati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sono stati quelli di Propata, dalle 16 alle 19 di ieri pomeriggio.

La Città metropolitana sostiene il progetto di Legambiente 'Famiglie Zero Emissioni', che promuove i gruppi d'acquisto di tecnologie verdi  Termocamini a pellet o a legna, pompe di calore, bici elettriche: la Città metropolitana di Genova sostiene con 30.000 euro un progetto di Legambiente che promuove le tecnologie verdi, quelle che riducono l’uso delle energie non rinnovabili inquinanti (carbone e petrolio) a favore delle energie  rinnovabili, producendo un effetto benefico sull’ambiente ma anche sul portafoglio delle famiglie.

La centralina della Città metropolitana in corso Firenze ieri pomeriggio fra le 14 e le 15 ne ha registrato uno sforamento oltre il limite di attenzione di 180 microgrammi per metro cubo.

Fino a mezzanotte i dati delle centraline della Città metropolitana sono rimasti al di sotto della soglia di attenzione dei 180 microgrammi per metro cubo.

Con delibere approvate dal Consiglio metropolitano e presentate dal consigliere delegato Enrico Pignone nella pianificazione dei due bacini sono state inserite tutte le aree colpite da inondazioni e frane nelle alluvioni dello scorso autunno. Varianti sostanziali ai piani di bacino del Polcevera e del Lavagna, per integrare negli atti di pianificazione dei due torrenti le situazioni di maggior pericolo idrogeologico di tutte le aree colpite da inondazioni, frane e dissesti nelle alluvioni dell’ottobre e novembre scorsi.Le ha votate il Consiglio della Città metropolitana di Genova con due de

Tutti nei limiti i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili controllati dalle cabine di monitoraggio della Città metropolitana di Genova e le previsioni dell'Aeronautica Militare restano sfavorevoli al ristagno dello smog.Sole e nuvole con aria pulita perchè le centraline della Città metropolitana di Genova nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio hanno rilevato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.

Le centraline della Città metropolitana hanno registrato sei sforamenti per questo gas: tre in corso Firenze, dalle 14 alle 17 e altrettanti ai Giovi dalle 13 alle 14 e poi dalle 15 alle 17.

La giornata dedicata alle azioni e ai progetti sul territorio per gli obiettivi europei 20-20-20 (-20% di gas serra, + 20% di energie rinnovabili e di efficienza energetica entro il 2020) inizierà alle 9 nel salone consiliare dell’ente (largo Eros Lanfranco 1).Lo sviluppo del Patto dei Sindaci sul territorio metropolitano, i risultati dei progetti europei con cui la Città metropolitana di Genova ha dato supporto ai Comuni firmatari del Patto e altre iniziative virtuose per un futuro più sostenibile saranno lunedì prossimo, 29 giugno, i temi al centro dell’incontro “Porte aperte alla sosteni

Le centraline dell'ente hanno registrato valori nettamente al di sotto dei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili e le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare restano sfavorevoli al ristagno dello smog.Bel tempo con aria limpida e 'pulita' dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio hanno misurato concentrazioni ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.

Fino alla mezzanotte di ieri le centraline della Città metropolitana hanno registrato valori nettamente inferiori al limite di attenzione per questo gas e le previsioni meteo dell’Aeronautica militare sono sfavorevoli al ristagno dello smog. Il caldo e l’afa continuano a farsi sentire, ma almeno l’ozono nell’aria cala e dà una tregua, come segnalano le centraline della Città metropolitana di Genova che fino alla mezzanotte di ieri hanno registrato dati nettamente inferiori al limite di attenzione (180 microgrammi per metro cubo) per questo gas, con una concentrazione media oraria massima di

Lungo incontro del sindaco metropolitano con i colleghi dei Comuni di Santo Stefano e Rezzoaglio Maria Antonietta Cella e Daniele Mareschi che gli hanno poi fatto da guida nella visita alla vallata e ai suoi scenari naturali.  Dalla seggiovia che sale a 1.600 metri di quota panoramica di Prato della Cipolla alla verdissima foresta del Penna con le ex casermette che si trasformeranno in rifugio del parco, al limpido lago glaciale delle Lame, scambiando battute sulla riva con i pescatori di trote, ma anche un lungo e approfondito incontro a Santo Stefano, nella sede comunale e dell’Unione dei

La centralina della Città metropolitana di Genova in circonvallazione a monte ha segnalato uno sforamento del gas ieri sera fra le 19 e le 20.

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano. Aria pulita ieri, mercoledì 26 agosto, nella Città metropolitana di Genova: le centraline dell’ente che monitorano la qualità dell’aria, infatti, non hanno rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

In base alla legge regionale, la Città metropolitana deve approvare un Piano che organizzi la raccolta dei rifiuti sul proprio territorio.

Picco massimo a Genova fra le 15 e le 16: registrati 225 microgrammi di inquinante per metro cubo d'aria (il limite è 180).

Restano sotto i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera di tutti gli agenti inquinanti. Aria pulita ieri, giovedì 23 luglio, nella Città metropolitana di Genova: le centraline dell'ente che monitorano la qualità dell'aria, infatti, non hanno rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio, nessun superamento dei limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Con otto sforamenti segnalati fino alla mezzanotte di ieri dalle centraline della Città metropolitana di Genova in corso Firenze e ai Giovi. Il caldo in rimonta fa risalire anche i livelli dell’ozono che fino alla mezzanotte di ieri ha fatto registrare otto superamenti orari del limite di attenzione dei 180 microgrammi per metro cubo alle centraline della Città metropolitana in corso Firenze a Genova e ai Giovi.

Il consigliere delegato all’ambiente incontra i giornalisti alle 11.30 nella sala stampa della Città metropolitana per riferire in merito all’ubicazione dell’impianto. Mercoledì 5 agosto alle 11.30 Enrico Pignone, consigliere delegato all’ambiente della Città metropolitana di Genova, incontrerà i giornalisti nella sala stampa della Città metropolitana (piazzale Mazzini, 2) per riferire in merito alla decisione sull’ubicazione del depuratore del Tigullio.

Tutti ampiamente nei limiti fino alla mezzanotte scorsa i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati dalle postazioni della Città metropolitana di Genova.Continua sotto la Lanterna la serie positiva, iniziata a Ferragosto, delle giornate con aria ‘pulita’ dopo gli innumerevoli sforamenti dell’ozono nelle settimane precedenti.Fino alla mezzanotte scorsa, infatti, le centraline della Città metropolitana di Genova hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zol

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano. Aria pulita ieri, giovedì 30 luglio, nella Città metropolitana di Genova: le centraline dell’ente che monitorano la qualità dell’aria, infatti, non hanno rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano. Aria pulita ieri, martedì 25 agosto, nella Città metropolitana di Genova: le centraline dell’ente che monitorano la qualità dell’aria, infatti, non hanno rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Sono ben tre le centraline che ieri hanno rilevato un'eccessiva concentrazione dell’inquinante in atmosfera.

Dopo lo sforamento del limite di legge registrato martedì ai Giovi, ieri l'agente inquinante è tornato a valori normali. Ozono di nuovo sotto i limiti di legge ieri, mercoledì 22 luglio, dopo il 'supero' della 'soglia di informazione' registrato martedì al passo dei Giovi: nessun superamento dei limiti di legge della concentrazione in atmosfera dell'agente inquinante è stato infatti rilevato dalle centraline della Città metropolitana di Genova collocate nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Con due sforamenti orari registrati dalla centralina della Città metropolitana in corso Firenze a Genova dalle 18 alle 20 di ieri. Non sono bastate le piogge e sfidando anche le previsioni meteo l’ozono, dopo una tregua di sole 24 ore, è già risalito facendo registrare due sforamenti oltre la soglia di attenzione (180 microgrammi per metro cubo) alla centralina della Città metropolitana in corso Firenze a Genova ieri verso sera, fra le 18 e le 20, con una media oraria massima di 189 ug/m3 fra le 18 e le 19 e di 181 nell’ora successiva.

La centralina della Città metropolitana ha registrato fra le 13 e le 18 cinque sforamenti orari del livello di ‘informazione alla popolazione’ della concentrazione dell’agente inquinante.Continua senza tregua il caldo torrido ed umido di questo luglio infuocato, e ieri, martedì 21 luglio, le centraline della Città metropolitana di Genova sono tornate a registrare inquinamento da ozono: è accaduto ai Giovi, in comune di Mignanego, dove la concentrazione in atmosfera dell'agente inquinante ha superato 5 volte, fra le 13 e le 18, la soglia di ‘informazione alla popolazione’, evento che fa scat

Dati positivi dalle centraline della Città metropolitana di Genova sugli inquinanti dell'aria con previsioni dell'Aeronautica militare sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.L'aria resta ‘pulita’ in tutti i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che fino alla mezzanotte di ieri hanno misurato valori nettamente al di sotto dei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica  militare, sempre sfavorevoli al ristagno degli inquinanti nei bassi strati at

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano. Aria pulita ieri, mercoledì 29 luglio, nella Città metropolitana di Genova: le centraline dell’ente che monitorano la qualità dell’aria, infatti, non hanno rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano. Aria pulita ieri, lunedì 24 agosto, nella Città metropolitana di Genova: le centraline dell’ente che monitorano la qualità dell’aria, infatti, non hanno rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Per il secondo giorno consecutivo, la concentrazione dell'inquinante ha superato il limite di legge di 180 microgrammi per metro cubo.

Restano sotto controllo i valori degli agenti inquinanti rilevati dalle centraline della Città metropolitana Anche ieri, lunedì 20 luglio, le centraline della Città metropolitana di Genova non hanno rilevato nessun superamento dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti: tutte nei limiti di legge le concentrazioni di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, ozono, diossido di zolfo e polveri sottili.

I dati fino alla mezzanotte di ieri dalle centraline della Città metropolitana sono nettamente inferiori ai limiti per questo gas e le previsioni meteo dell’Aeronautica militare rimangono sfavorevoli al ristagno dello smog. L’afa probabilmente  tornerà a farsi sentire, ma intanto le piogge hanno fatto calare l’ozono che dà finalmente una tregua, come segnalano le centraline della Città metropolitana di Genova con dati fino alla mezzanotte di ieri nettamente inferiori al limite di attenzione (180 microgrammi per metro cubo) per questo gas, con concentrazioni medie orarie massime rispettivame

Alla confluenza del rio San Martino col torrente Verde, denunciate due persone.

Sino alla mezzanotte di ieri le centraline della Città metropolitana di Genova ne hanno segnalato 22, rispetto agli 8 delle 24 ore precedenti: 10 a Genova fra le cabine di corso Firenze, Quarto e Acquasola e 12 fra quelle di Propata e dei Giovi.Caldo e afa sotto il sole di ieri hanno fatto di nuovo impennare i livelli dell’ozono, con 22 sforamenti orari (quasi il triplo rispetto agli 8 del giorno precedente) del limite di attenzione - 180 microgrammi per metro cubo - segnalati sino alla mezzanotte di ieri dalle centraline della Città metropolitana a Genova, in corso Firenze, all’Acquasola e

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano. Aria pulita ieri, martedì 28 luglio, nella Città metropolitana di Genova: le centraline dell’ente che monitorano la qualità dell’aria, infatti, non hanno rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Il gas nettamente al di sotto dei limiti nelle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova e le previsioni meteo sono di nuovo sfavorevoli al ristagno dello smog.Aria ‘pulita’ dicono le centraline della Città metropolitana di Genova che fino alla mezzanotte di ieri hanno misurato valori bassi per l’ozono e gli altri inquinanti monitorati (monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili).Positive per l’aria, meno per gli appassionati delle spiagge e delle escursioni nel verde, le previsioni meteo dell’Aeronautica militare, di nuovo sfavorevol

Enrico Pignone, consigliere delegato all’ambiente della Città metropolitana, ha fissato gli ultimi passaggi della road map che porterà alla scelta del sito: i sindaci avranno a disposizione due studi (di Iren e di Industria Ambiente) che comparano 6 ipotesi.  Saranno i 67 Sindaci della Città metropolitana di Genova, o più precisamente dell’Ato (Ambito territoriale ottimale, l’organismo dedicato al ciclo delle acque il cui territorio coincide con quello della Città), a decidere, sulla base di dati oggettivi raccolti in una lunga fase preliminare, il sito nel quale sarà costruito il nuovo dep

Fino alla mezzanotte scorsa tutti nei limiti i valori di questo gas e quelli del monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e delle polveri sottili misurati dalle postazioni della Città metropolitana di Genova.Sotto il maltempo l’aria resta pulita, come confermano i dati fino alla mezzanotte scorsa delle centraline della Città metropolitana di Genova, tutti ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Anche le previsioni meteo dell’Aeronautica militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog ne

Le centraline della Città metropolitana ieri hanno registrato quattro sforamenti per questo gas in corso Firenze, dalle 13 alle 14 e dalle 15 alle 18 e due a Quarto dalle 14 alle 16, ma le previsioni meteo sono sfavorevoli al ristagno dello smog.Sotto il sole torrido di ieri l’ozono non si è fermato nemmeno di domenica.

 La delibera presentata al Consiglio da Enrico Pignone approva l’assetto con due impianti di separazione secco-umido e due discariche di servizio a Scarpino 3 e Rio Marsiglia.

Sei sforamenti del limite di legge all'Acquasola, di cui 4 notturni, uno a Quarto (ma il più alto, 215 microgrammi di inquinante per metro cubo d'aria), 2 in corso Firenze e 2 ai Giovi.Giornata di temperature record quella di ieri, venerdì 7 agosto, a Genova e Città metropolitana, ma ozono in lieve calo dopo l'esplosione del giorno precedente, quando la concentrazione atmosferica di questo agente inquinante aveva superato la soglia di 'informazione alla popolazione' ben 22 volte: ieri, infatti, le centraline della Città metropolitana hanno rilevato 'solo' 11 sforamenti della soglia (180 mic

Tutte sotto i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.

Il gas è rientrato nei limiti e le centraline della Città metropolitana di Genova fino alla mezzanotte di ieri hanno registrato dati molto bassi.Fine settimana di Ferragosto con il maltempo, ma almeno i temporali hanno ripulito l’aria dimezzando le concentrazioni di ozono che da domenica 9 a giovedì 13 aveva fatto registrare ben 36 sforamenti orari oltre il limite di attenzione (180 microgrammi per metro cubo) alle centraline della Città metropolitana di Genova.Nettamente inferiori ai limiti invece i dati del week-end per questo gas che fino alla mezzanotte di ieri è sceso nelle rilevazioni

Con il rialzo della temperatura, ieri l'agente inquinante ha superato 6 volte la soglia di 'informazione alla popolazione' .

Tutti ampiamente nei limiti fino alla mezzanotte scorsa i valori di ozono e degli altri inquinanti controllati dalle cabine di monitoraggio della Città metropolitana con previsioni dell’Aeronautica militare  sfavorevoli al ristagno dello smog.  Cielo grigio, ma aria 'pulita' dicono i dati sugli inquinanti delle  centraline della Città metropolitana di Genova che hanno registrato fino alla mezzanotte scorsa  valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili. Sono positive per l’aria anche le previsioni meteo del

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano. Aria pulita, ieri 21 settembre, nella Città metropolitana di Genova: le centraline dell’ente che monitorano la qualità dell’aria, infatti, non hanno rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Oggi pomeriggio la visita istituzionale del sindaco metropolitano a Sestri Levante, Moneglia, Casarza Ligure e Castiglione Chiavarese, fra tesori, criticità e nuove opere.Convenzioni con i Comuni per l'utilizzo dei mezzi meccanici specializzati della Città metropolitana per la tutela del territorio, condivisione delle priorità per gli interventi nella difesa del suolo, competenza ora trasferita alla Regione, con supporto tecnico, raccolta delle diverse richieste per inoltrarle poi alla Regione da parte della Città metropolitana che potrà promuovere sul proprio sito e con le proprie struttur

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano. Aria pulita ieri, mercoledì 2 settembre, nella Città metropolitana di Genova: le centraline dell’ente che monitorano la qualità dell’aria, infatti, non hanno rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Il primo gruppo ha iniziato questa mattina gli interventi di manutenzione del parco.

Fino alla mezzanotte scorsa sono rimasti tutti nei limiti i valori di ozono e degli altri inquinanti controllati dalle cabine di monitoraggio della Città metropolitana con previsioni dell’Aeronautica militare sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.   Sotto il sole di settembre finora resta tranquilla la situazione per gli inquinanti dell’aria, come confermano i dati fino alla mezzanotte scorsa delle centraline della Città metropolitana di Genova con valori nei limiti per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Positive per l’aria

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano. Aria pulita, nel weekend del 19 e 20 settembre come anche venerdì 18, nella Città metropolitana di Genova: le centraline dell’ente che monitorano la qualità dell’aria, infatti, non hanno rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

La tecnologia del nuovo depuratore che serve Santa e Portofino è fra le più avanzate al mondo. Sono venuti a prendere appunti non solo da Brasile e Croazia, ma persino da Israele, Pese che normalmente vende soluzioni tecnologiche avanzate al resto del mondo: il depuratore di Santa Margherita Ligure, costruito e gestito da Iren, è considerato il top della tecnologia disponibile non solo in Liguria, ma a livello mondiale.

Il gas ha toccato la media oraria massima di 175 microgrammi per metro cubo in corso Firenze a Genova ( 5 sotto il limite di attenzione dei 180 ug/m3).

Nella prima settimana di settembre la cittadina del Tigullio ha ospitato per la prima volta il festival della sostenibilità ambientale in ambito marino, nato nel 2008 a Formentera e con edizioni anche a Carloforte, Tavolara, Sitges e Maiorca. Prima edizione a Santa Margherita Ligure, nel primo weekend di settembre, per il Posidonia Festival, che dal 2008 divulga non solo attraverso la scienza ma anche attraverso lo spettacolo (cinema, musica, arti visive) e il leisure (gastronomia, escursioni) la sostenibilità ambientale in ambito marino.

Tutti nella norma fino alla mezzanotte scorsa i valori di ozono e degli altri inquinanti controllati dalle cabine della Città metropolitana di Genova e le previsioni dell’Aeronautica militare restano sfavorevoli al ristagno dello smog.  Inizio di settembre finora tranquillo per gli inquinanti dell’aria e anche gli ultimi dati – fino alla mezzanotte scorsa -  dalle centraline della Città metropolitana di Genova segnalano valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Non cambia il segno delle previsioni meteo

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano. Aria pulita ieri, giovedì 10 settembre, nella Città metropolitana di Genova: le centraline dell’ente che monitorano la qualità dell’aria, infatti, non hanno rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Massima frammentazione, comprensoriale più Chiavari e soluzione unica (o a Chiavari o a Lavagna): su queste opzioni i 67 sindaci dell'Ato Acqua decideranno il 17 settembre.

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano. Aria pulita ieri, giovedì 27 agosto, nella Città metropolitana di Genova: le centraline dell’ente che monitorano la qualità dell’aria, infatti, non hanno rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Il videoservizio  del programma della Città metropolitana di Genova sull’apertura del nuovo by-pass alla provinciale 2 di Sant’Olcese, festeggiato da istituzioni e abitanti.Allontana il traffico dall’abitato, liberandolo dai rischi per i pedoni, dal rumore e dallo smog e rendendo migliori e più rapidi i collegamenti della vallata.La nuova e attesissima variante di Manesseno alla strada provinciale 2 di Sant’Olcese porta fuori dal centro della più popolosa località del Comune polceverasco anche i 15.000 mezzi pesanti che l’attraversavano ogni anno, mentre il precedente tracciato della provin

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa e previsioni meteo dell’Aeronautica militare sfavorevoli al ristagno dello smog.   Oggi il sole si nasconde fra le nuvole, mentre rimane tranquilla la situazione dell’ozono.

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano. Aria pulita ieri, mercoledì 9 settembre, nella Città metropolitana di Genova: le centraline dell’ente che monitorano la qualità dell’aria, infatti, non hanno rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

La causa, scoperta dagli agenti, era lo smaltimento illecito nell’alveo del Rio Luzza, affluente dello Stura, di rifiuti costituiti da residui di perforazione.

Bassi sino alla mezzanotte scorsa i valori di ozono e degli altri inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana con previsioni dell’Aeronautica militare sempre sfavorevoli al ristagno dello smog. Cielo con nuvole e sole, con aria ancora pulita dicono i dati sugli inquinanti delle centraline della Città metropolitana di Genova che fino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Restano positive per l’aria anche le previsioni meteo dell’Aeronautica

Dopo gli interventi del Parco dell’Antola sui percorsi d’accesso, danneggiati anche dalle alluvioni, la troupe del programma Tabloid della Città metropolitana di Genova è salita al Castello riaperto con le guide e il presidente del Parco. Unico e millenario, fra due torrioni di roccia naturale.

Lo slittamento di 5 giorni consentirà ai sindaci chiamati a decidere l'ubicazione del nuovo impianto di esaminare le ultime ipotesi avanzate. E' posticipata da giovedì 24 a martedì 29 alle 15.30 la conferenza dei sindaci dell'Ato Acqua convocata da Enrico Pignone, consigliere delegato all'ambiente della Città metropolitana, per deliberare sull'ubicazione del depuratore del Tigullio orientale.

Dati positivi dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Ancora sole, ma meno ozono che nei dati sino alla mezzanotte scorsa delle centraline della Città metropolitana di Genova è rimasto al di sotto dei limiti, come gli altri inquinanti controllati dalla rete di monitoraggio dell’ente (monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili).Non cambia però il segno delle previsioni meteo dell’Aeronautica militare, sempre favorevoli al ristagno dello smog nei bassi strati atmosferici e il conseguente invito del centro operativo  de

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano. Aria pulita, sabato 5 e domenica 6 settembre, come anche venerdì 4, nella Città metropolitana di Genova: le centraline dell’ente che monitorano la qualità dell’aria, infatti, non hanno rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Alle 9.30 nella sala del consiglio della Città metropolitana (largo Lanfranco, 1) il primo step della road map annunciata da Enrico Pignone, consigliere delegato all’ambiente. Il 17 settembre si vota.

Domani alle 15.30 sarà discussa e votata la delibera per prendere atto della scelta del depuratore comprensoriale unico alla colmata di Chiavari e dare seguito “confermandola per quanto di competenza” alla decisione dell'Assemblea d'Ambito.Sul sistema della depurazione nel comprensorio del Tigullio si esprime domani, mercoledì 7 ottobre, anche il Consiglio metropolitano di Genova, convocato nel salone consiliare di Palazzo Doria Spinola alle 15.30 dal sindaco Marco Doria per discutere e votare la delibera presentata dal consigliere delegato Enrico Pignone. 

Bassi fino alla mezzanotte scorsa i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili controllati dalle cabine di monitoraggio dell’ Ente e previsioni dell’Aeronautica militare sempre sfavorevoli al ristagno dello smog. 

Accompagnata da un filmato, fino al 10 ottobre a Villa Mina (Sala Giuseppe Impastato) organizzata dal Commissario delegato per l’emergenza Stoppani, Città metropolitana, Comune di Arenzano, Parco del Beigua, Muvita e UniTre di Arenzano.Un viaggio per immagini nell’ex fabbrica Stoppani, sito di interesse nazionale per le sue emergenze ambientali, che con le lavorazioni di cromo ha inquinato per un secolo la Val Lerone.

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano. Aria pulita, ieri 23 settembre, nella Città metropolitana di Genova: le centraline dell’ente che monitorano la qualità dell’aria, infatti, non hanno rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano. Aria pulita, ieri martedì 6 ottobre, nella Città metropolitana di Genova: le centraline dell’ente che monitorano la qualità dell’aria, infatti, non hanno rilevato né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano nessun superamento dei limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Diffusa la volontà di evitare la multa Ue. Levaggi promette ricorso al Tar. Duro scontro fra Franceschi (Vobbia) e Sanguineti (Lavagna). Ecco una sintesi degli interventi fatti dai sindaci dell'Ato Acqua durante l'assemblea che ha deliberato sull'ubicazione del depuratore del Tigullio orientale.

Misurati fino alla mezzanotte scorsa dalle centraline dell’Ente che controllano ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili, con previsioni dell’Aeronautica militare nettamente sfavorevoli al ristagno dello smog.  Ottobre inizia con il cielo grigio di nuvole che annunciano un peggioramento del tempo, ma almeno l’aria resta pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova con valori molto bassi per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Le pr

Bassi i valori di ozono,  monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati dalle centraline dell’ente.

Due le opzioni in campo: depuratore unico comprensoriale e due depuratori di vallata (bacino dell'Entella e Val Petronio). Fra meno di un'ora, alle 15.30, prenderà il via l'assemblea dell'Ato Acqua (Ambito territoriale ottimale Acqua) chiamata a deliberare, con un voto, quale soluzione adottare per la depurazione delle acque del Tigullio orientale, area geografica sotto infrazione Ue per la mancanza di depuratori.

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano. Aria pulita, ieri 22 settembre, nella Città metropolitana di Genova: le centraline dell’ente che monitorano la qualità dell’aria, infatti, non hanno rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano. Aria pulita, ieri lunedì 5 ottobre, nella Città metropolitana di Genova: le centraline dell’ente che monitorano la qualità dell’aria, infatti, non hanno rilevato né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano nessun superamento dei limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Dimostrazione agli alunni delle scuole elementari dei volontari antincendio boschivo di Arenzano, grazie al Parco del Beigua.  I bambini, in una regione come la Liguria soggetta ad alluvioni, incendi e frane, hanno esperienza precoce delle calamità naturali, e per questo, in occasione della Giornata internazionale per la riduzione dei disastri naturali, che fa parte del progetto europeo Evande, il Parco del Beigua ha coinvolto la scuola elementare di Arenzano in un evento dimostrativo ed educativo organizzato insieme al comune, alla Protezione Civile e alla locale Squadra di Volontari antin

Bassi fino alla mezzanotte scorsa i valori di ozono e degli altri inquinanti controllati dalle cabine di monitoraggio dell’Ente, con previsioni dell’Aeronautica militare ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.  Aria decisamente più fresca e finora pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori ridotti per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell’Aeronautica militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello s

Le centraline dell’ente segnalano valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili, con previsioni dell’Aeronautica militare sempre sfavorevoli al ristagno dello smog. Cielo grigio di nuvole su Genova e il territorio dove però l’aria è pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana che fino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Non cambia il segno delle previsioni

Ritrovo e partenza alle 8.30 dall’area verde del Comune di Casella, dove i partecipanti concluderanno il raduno alle 12.30 dopo il percorso che da Laccio e Bargagli scende a Genova, attraversa la città e risale dalla Val Polcevera sino a Casella. Genova e le sue vallate saranno domenica 27 settembre lo scenario per il Raduno nazionale cicloturistico 2015 della FCI, organizzato dal suo Comitato regionale ligure con l’associazione Genoa Bike e che prevede un percorso ad anello sui pedali da Casella a Casella, con discesa verso Genova dalla Valbisagno, attraversamento della città e risalita da

Le centraline della Città metropolitana di Genova hanno misurato livelli ridotti di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili fino alla mezzanotte scorsa e per tutto il fine settimana.Dopo il grigio autunnale del week-end il cielo ritorna più sereno su Genova e il territorio dove l’aria è ancora pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana che fino alla mezzanotte scorsa e per tutto il fine settimana hanno misurato valori bassi per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.No

Tutti ampiamente nei limiti, fino alla mezzanotte scorsa, i valori di ozono e degli altri inquinanti controllati dalle cabine di monitoraggio della Città metropolitana con previsioni dell’Aeronautica militare  sfavorevoli al ristagno dello smog.  Cielo grigio, ma aria pulita dicono le centraline della Città metropolitana di Genova  che fino alla mezzanotte scorsa hanno registrato valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Positive per l’aria anche le previsioni meteo dell’Aeronautica militare, sempre sfa

Le centraline dell’Ente fino a mezzanotte hanno registrato dati bassi per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili con previsioni meteo dell’Aeronautica militare sempre sfavorevoli al ristagno dello smog. Inquinanti ancora ampiamente nei limiti dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa, con valori bassi per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili in tutte le postazioni della rete di monitoraggio.Sono positive per l’aria a

Dal 20 al 29 ottobre prossimi lungo i primi 800 metri della strada, nel Comune di Cogoleto, per motivi di sicurezza durante lo smantellamento del Forno 70, l’ultimo rimasto in funzione, sino al 2003, nell’ex fabbrica del cromo in Val Lerone.Inizierà martedì 20 e proseguirà fino al 29 ottobre lo smantellamento dell’ultimo grande impianto dove l’ex Stoppani fondeva il minerale di cromo: il Forno 70, dall’anno di costruzione, rimasto in funzione sino alla definitiva chiusura nel 2003 dell’inquinantissima fabbrica chimica della Val Lerone.Il gigantesco forno in ferro a suola rotante, “gemello”

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita, nel weekend del 26 e 27 settembre, come anche venerdì 25, nella Città metropolitana di Genova: le centraline dell’ente che monitorano la qualità dell’aria, infatti, non hanno rilevato né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano nessun superamento dei limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili da tutte le postazioni della Città metropolitana con previsioni dell’Aeronautica militare sempre sfavorevoli allo smog. Cielo molto grigio per l’annunciato maltempo, ma almeno l’aria è pulita a Genova e sul territorio dicono i dati delle centraline della Città metropolitana, con valori ampiamente nei limiti fino alla mezzanotte scorsa per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.La giornata consiglia di us

Col solo voto contrario del consigliere Senarega di Recco, il consiglio metropolitano ha approvato la delibera che prende atto della scelta fatta dall'Ato di realizzare a Chiavari il depuratore comprensoriale del Tigullio orientale. Il consiglio metropolitano di Genova ha votato la delibera che 'prende atto' della scelta fatta il 29 settembre dall'assemblea dei sindaci dell'Ato Acqua di realizzare a Chiavari il depuratore comprensoriale del Tigullio orientale.

Ancora bassi, fino alla mezzanotte scorsa, i dati sull’ozono e gli altri inquinanti controllati dalle cabine di monitoraggio dell’Ente, con previsioni dell’Aeronautica militare sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.  Sotto il sole caldo di questo scampolo estivo d'ottobre resta pulita l’aria nella Città metropolitana di Genova dicono i dati delle centraline dell’ente di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori bassi per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Positive per l’aria anche le previsioni meteo dell

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano. Maltempo ma aria pulita, ieri giovedì 1 ottobre, nella Città metropolitana di Genova: le centraline dell’ente che monitorano la qualità dell’aria, infatti, non hanno rilevato né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano nessun superamento dei limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano. Aria pulita, ieri 24 settembre, nella Città metropolitana di Genova: le centraline dell’ente che monitorano la qualità dell’aria, infatti, non hanno rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita, ieri giovedì 8 ottobre, nella Città metropolitana di Genova: le centraline dell’ente che monitorano la qualità dell’aria, infatti, non hanno rilevato né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano nessun superamento dei limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili. Il servizio meteorologico dell’aero

Tutti nei limiti i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati dalle cabine della Città metropolitana, ma le previsioni meteo ritornano favorevoli al ristagno dello smog.Buono il responso delle centraline della Città metropolitana di Genova  sugli inquinanti dell’aria, con dati ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili fino alla mezzanotte scorsa.Cambia però il segno delle previsioni meteo dell’Aeronautica militare, tornate favorevoli al ristagno dello

Le centraline dell’Ente hanno registrato valori ridotti di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili Il cielo è velato, ma restano positivi i dati sugli inquinanti dell’aria dalle centraline della Città metropolitana di Genova che fino alla mezzanotte scorsa e in tutto il fine settimana hanno misurato valori ridotti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Buone per l’aria anche le previsioni meteo dell’Aeronautica militare, di nuovo sfavorevoli al ristagno dello smog nei bassi strati atmo

Valori ridotti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili dai dati delle centraline della Città metropolitana fino alla mezzanotte scorsa.Cielo grigio, ma aria ancora pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che fino alla mezzanotte scorsa hanno registrato valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Non cambia però il segno delle previsioni meteo dell’Aeronautica militare che restano favorevoli al ristagno dello sm

Le centraline dell’Ente fino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori bassi per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.

Giovedì 19 novembre alle 10.30 nella sala consiliare del Comune saranno presentate le attività didattiche degli studenti delle medie sul valore e l’uso consapevole dell’acqua con Comune, Am.Ter., Fondazione Muvita e Parco del Beigua. Un anno dedicato alla conoscenza dell’acqua e al valore di questa risorsa essenziale dagli studenti della scuola secondaria di I grado dell’Istituto comprensivo di Cogoleto.

Dati ampiamente nei limiti dalle centraline dell’Ente fino alla mezzanotte scorsa per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.

Le cabine di monitoraggio della Città metropolitana di Genova segnalano valori bassi di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili con previsioni dell’Aeronautica militare sfavorevoli al ristagno dello smog. Cielo grigio e molto autunnale con aria però pulita nella Città metropolitana di Genova.

Scompare anche il Forno 70, in funzione sino alla chiusura dell’inquinantissima ex fabbrica del cromo.

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita, ieri mercoledì 21 ottobre, nella Città metropolitana di Genova: le centraline dell’ente che monitorano la qualità dell’aria, infatti, non hanno rilevato né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano nessun superamento dei limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili. Il servizio meteorologico dell’a

Finora bassi i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati dalle centraline della Città metropolitana, ma le previsioni dell’Aeronautica Militare sono favorevoli al ristagno dello smog.Temperature ancora quasi estive con aria finora pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che fino alla mezzanotte scorsa hanno registrato valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Meno positive per l’aria, però, le previsioni meteo

Tutti nei limiti i livelli di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati sino a mezzanotte dalle centraline dell’Ente, però le previsioni meteo restano favorevoli al ristagno dello smog.

Bassi, fino alla mezzanotte scorsa, i dati sull’ozono e gli altri inquinanti controllati dalle cabine di monitoraggio dell’Ente, con previsioni dell’Aeronautica militare però ancora favorevoli al ristagno dello smog.  Cielo grigio d’autunno ma aria pulita nella Città metropolitana di Genova dicono i dati delle centraline dell’ente di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato concentrazioni ridotte per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Non cambia però il segno delle previsioni meteo dell’Aeronautica militare, ancora

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.

Dalle rilevazioni delle centraline dell’Ente sui valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili. Le previsioni meteo dell’Aeronautica militare restano però favorevoli al ristagno degli inquinanti. Cielo coperto dalle nuvole, ma poco smog nell’aria della Città metropolitana di Genova.

Domani alle 16 la seduta che voterà lo schema di accordo di programma sull’utilizzo delle risorse per ridurre i rischi idrogeologici che il sindaco metropolitano firmerà con Presidenza del Consiglio, Ministero dell’Ambiente e presidente della Regione.Un accordo di programma per “l’utilizzo delle risorse destinate al finanziamento degli interventi urgenti e prioritari per la mitigazione del rischio idrogeologico” individuati dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 15 settembre scorso per fronteggiare queste gravi criticità, riducendo i rischi alluvionali e salvaguardando la

Bassi i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati dalle centraline della Città metropolitana di Genova, con previsioni meteo ancora sfavorevoli allo smog.Tempo soleggiato e aria ancora pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio hanno registrato valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Positive per l’aria anche le previsioni meteo dell’Aeronautica militare, sempre

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita, ieri giovedì 5 novembre, nella Città metropolitana di Genova: le centraline dell’ente che monitorano la qualità dell’aria, infatti, non hanno rilevato né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano nessun superamento dei limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili. Il servizio meteorologico dell’aer

Sono rimasti bassi i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati fino a mezzanotte dalle centraline dell’Ente e le previsioni meteo si confermano sfavorevoli allo smog.Basse come le temperature le concentrazioni degli inquinanti dell’aria misurate dalle  centraline della Città metropolitana di Genova, con valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili fino alla mezzanotte scorsa.Ancora positive per l’aria anche le previsioni meteo dell’Aeronautica mi

Alle 17 presso l'Auditorium San Francesco. La Città metropolitana prosegue nella politica di trasparenza e partecipazione su questo tema caldo.  Un incontro pubblico a Chiavari, giovedì 5 novembre, per illustrare la documentazione tecnico-economica relativa alla localizzazione a Chiavari, nell'area della colmata, del nuovo depuratore del Tigullio Orientale: si terrà alle 17 presso il Civico Auditorium S.

Molto ridotti i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati dalle centraline della Città metropolitana di Genova fino alla mezzanotte scorsa.

Dai controlli delle centraline della Città metropolitana sui valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili. Le previsioni meteo dell’Aeronautica militare restano però favorevoli al ristagno dello smog. Cielo più autunnale e tinto di grigio, ma se le nuvole sono tante finora invece è poco lo smog nella Città metropolitana di Genova.

Montati i pannelli prefabbricati sotto il versante della SP 225 della Fontanabuona i lavori proseguiranno con riempimenti di ghiaie e gabbioni di terre armate.

Dalle rilevazioni delle centraline dell’Ente sui valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili fino alla mezzanotte scorsa.Tempo ancora incerto, ma nella Città metropolitana di Genova l’aria è pulita.

Ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili nei limiti dalle rilevazioni delle cabine monitoraggio della Città metropolitana di Genova, ma le previsioni dell’Aeronautica militare tornano favorevoli al ristagno dello smog. Nuvole sul mare e aria sempre molto umida, ma finora pulita nella Città metropolitana di Genova.

Alla Loggia di Banchi il laboratorio, nel Festival della Scienza, sugli equilibri ambientali e su ciò che li spezza, come l’invasione di specie esogene.

Dalle rilevazioni delle centraline dell’Ente sui livelli di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa, ma le previsioni meteo tornano favorevoli al ristagno dello smog.

Le centraline della Città metropolitana hanno misurato fino alla mezzanotte scorsa valori ridotti di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Dall’inquinantissima ex fabbrica del cromo scompare anche il Forno 70, rimasto in funzione sino alla chiusura nel 2003 dello stabilimento. Le immagini delle demolizioni e le interviste nel video del programma Tabloid della Città metropolitana.

Le centraline dell’Ente fino alla mezzanotte scorsa hanno registrato valori ridotti per  l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Il cielo è ancora grigio, ma domani dovrebbe migliorare e intanto l’aria resta pulita nella Città metropolitana di Genova.

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita, ieri martedì 17 novembre, nella Città metropolitana di Genova: le centraline dell’ente che monitorano la qualità dell’aria, infatti, non hanno rilevato né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano nessun superamento dei limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili. Il servizio meteorologico dell’ae

Ancora nella norma i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili nei dati delle centraline della Città metropolitana di Genova fino alla mezzanotte scorsa.Le temperature aumentano un po’, ma finora lo smog no dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova sui valori dell’ozono, del biossido d’azoto, del monossido di carbonio, del biossido di zolfo e delle polveri sottili,  tutti nei limiti fino alla mezzanotte scorsa.L’Aeronautica militare prevede condizioni meteorologiche “di indifferenza”, quindi senza influssi climatic

Bassi i livelli di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati dalle centraline della Città metropolitana con previsioni dell’Aeronautica Militare ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.Sotto le nuvole l’aria resta pulita dicono i dati sugli inquinanti dell’aria delle centraline della Città metropolitana di Genova con valori ridotti per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il biossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Il cielo grigio mantiene positive per l’aria anche le previsioni meteo dell’Aero

All’esercitazione sulle misure di salvaguardia delle comunità per imparare meglio a non rischiare insieme ai sindaci e alla Regione hanno partecipato anche il consigliere delegato della Città metropolitana Enrico Pignone e una delegazione del governo boliviano.

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano. Aria pulita, ieri giovedì 3 dicembre, nella Città metropolitana di Genova: le centraline dell’ente che monitorano la qualità dell’aria, infatti, hanno rilevato nel capoluogo e sul resto del territorio metropolitano valori inferiori ai limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Domani alle 17 lo schema di Bilancio sarà all’ordine del giorno del Consiglio metropolitano e venerdì alle 14 a quello della Conferenza metropolitana dove si parlerà anche del piano rifiuti, del Santuario dei Cetacei e del programma ELENA.Sessione di bilancio per la Città metropolitana di Genova che si apre domani, mercoledì 16 dicembre, con la seduta del Consiglio metropolitano, convocato dal sindaco Marco Doria alle 17 per discutere e deliberare sul documento unico di programmazione 2016/2018 e sullo schema del bilancio di previsione 2016 dell’ente.

Molto bassi i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova, con previsioni dell’Aeronautica militare sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.Cielo azzurro e termometri ancora in calo, ma almeno l’aria gelida è pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova sull’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili, tutti molto bassi fino alla mezzanotte scorsa.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell’Ae

Finora nella norma i livelli di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili controllati dalle centraline della Città metropolitana ma le previsioni dell’Aeronautica Militare tornano favorevoli al ristagno dello smog.Dati positivi per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il biossido di zolfo e le polveri sottili dalle centraline della Città metropolitana di Genova  sino alla mezzanotte scorsa, ma per l’aria le notizie sono meno buone dal meteo.Le previsioni dell’Aeronautica militare tornano infatti favorevoli al ristagno dello smog n

Questa mattina conferenza dei servizi nella sede della Città metropolitana con Regione, Arpal, Comune ASL, Mediterranea delle Acque e Amiu sull’autorizzazione integrata ambientale.Il lavoro è stato “lungo, faticoso e impegnativo”, ma “oggi su Scarpino abbiamo fatto passi avanti positivi e molto importanti per uscire dall’emergenza, a partire dai nuovi impianti di separazione secco/umido a servizio della nuova area di Scarpino 3”.

Dalle rilevazioni sui valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili delle centraline della Città metropolitana di Genova, con previsioni dell’Aeronautica Militare però ancora favorevoli al ristagno dello smog.Cielo ancora coperto e inquinanti dell’aria sempre nei limiti, dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il biossido di zolfo e le polveri sottili.Le previsioni meteo dell’Aeronautica militare restano però favorevoli al ristagn

Nel videoservizio del programma della Città metropolitana tutti i temi, fra proposte, nuove intese, idee e criticità sul territorio, della visita del sindaco metropolitano nei Comuni di Sori, Pieve e Bogliasco con gli amministratori dell’Unione. Intese fra Città Metropolitana, Comuni e Unioni nel programma PON Metro per sviluppare l’innovazione delle reti digitali, specifici contributi dal Golfo Paradiso alle linee guida del piano metropolitano di sviluppo, esigenze cruciali - dalla viabilità al trasporto pubblico al grave problema dei cinghiali - sono stati al centro della visita di Marco

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.

Nella norma i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili controllati dalle cabine della Città metropolitana di Genova con previsioni dell’Aeronautica Militare sfavorevoli al ristagno dello smog.

Sempre bassi i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili controllati dalle centraline dell’ente, con previsioni dell’Aeronautica militare sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.Le temperature diventate di colpo invernali dal fine settimana fanno calare i termometri e restano bassi anche gli inquinanti dell’aria controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova con valori ridotti per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili fino alla mezzanotte scorsa.Per l’aria resta

Dalle rilevazioni sui valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili delle centraline della Città metropolitana di Genova.

Bassi i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili registrati dalle centraline della Città metropolitana di Genova, ma le previsioni dell’Aeronautica militare restano favorevoli al ristagno degli inquinanti.

Cielo coperto e aria sempre molto umida nella Città metropolitana di Genova, ma l’aria finora resta pulita dicono i dati delle centraline dell’ente  sull'ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili, tutti ampiamente nei limiti  sino alla mezzanotte scorsa.

Tutti ampiamente nei limiti i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili controllati dalle centraline dell’Ente con previsioni dell’Aeronautica Militare sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.Cielo ancora scuro di nuvole, ma i dati sugli inquinanti dell’aria delle centraline della Città metropolitana di Genova restano positivi, con valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il biossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Buone per l’aria anche le previsioni meteo dell’Ae

Tutte abbondantemente sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  Temperature in forte ribasso rispetto a quelle sopra media della scorsa settimana, ieri lunedì 23 novembre nella Città metropolitana di Genova, e aria pulitissima: le centraline dell’ente che monitorano la qualità dell’aria, infatti, hanno rilevato nel capoluogo e sul resto del territorio metropolitano valori abbondantemente inferiori ai limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, ozono, mo

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita, lunedì 7 e martedì 8 dicembre, nella Città metropolitana di Genova: per tutto il weekend le centraline dell’ente che monitorano la qualità dell’aria, infatti, hanno rilevato nel capoluogo e sul resto del territorio metropolitano valori inferiori ai limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili. Il servizio meteor

100 studenti e 10 insegnanti della scuola media di Cogoleto insieme agli enti del territorio metropolitano impegnati a valorizzare le buone pratiche sul consumo consapevole della risorsa idrica. Promuovere il risparmio e il consumo consapevole dell’acqua. Con questi obiettivi a Cogoleto ragazzi e ragazze della scuola media hanno dato vita al progetto didattico “Dalla sorgente al rubinetto” promosso da AM.TER.

Ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili ancor nei limiti dalle rilevazioni delle entraline della Città metropolitana di Genova, ma le previsioni dell’Aeronautica Militare sono favorevoli al ristagno dello smog.Clima un po’ più caldo e dati sugli inquinanti ampiamente nei limiti, sino alla mezzanotte scorsa, dalle centraline della Città metropolitana di Genova sui valori dell’ozono, del biossido d’azoto, del monossido di carbonio, del biossido di zolfo e delle polveri sottili.Sono meno positive per l’aria le previsioni meteo dell’Aeronautica milita

Ampiamente nei limiti i dati sui valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili delle centraline della Città metropolitana, ma le previsioni dell’Aeronautica Militare tornano favorevoli al ristagno dello smog.Cielo più luminoso e aria finora pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che segnalano valori piuttosto bassi per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il biossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Cambia però il segno delle previsioni meteo dell’Aeronautica milita

Bassi i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili controllati dalle centraline dell’Ente con previsioni dell’Aeronautica Militare nettamente sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.Il cielo è grigio di nuvole, ma l’aria è pulita dicono  i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che hanno misurato concentrazioni ridotte per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il biossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa e in tutto il fine settimana.Almeno per la qualità dell’aria sono positive

Valori ridotti di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili dalle misurazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova, con previsioni dell’Aeronautica militare sfavorevoli al ristagno dello smog.Scendono i termometri e il primo freddo sotto le raffiche di vento mantiene molto bassi anche gli inquinanti dell’aria nella Città metropolitana di Genova, come confermano i dati sull’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili delle centraline dell’ente fino alla mezzanotte scorsa.Per l’aria s

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.

Il consigliere delegato all’ambiente ha risposto in Consiglio metropolitano a un’interpellanza di Laura Repetto e Nino Oliveri sul progetto di un impianto di questo tipo nel Comune della Valle Scrivia.Forse un impianto di compostaggio, a basso impatto ambientale e che movimenti pochi mezzi sì, ma “non c’è nessuna idea di costruire un biodigestore a Isola del Cantone.” Lo ha detto in Consiglio metropolitano Enrico Pignone, consigliere delegato all’ambiente rispondendo a un’interpellanza di Laura Repetto e Nino Oliveri sul progetto di realizzare un biodigestore nel Comune della Valle Scrivia.

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita, lunedì 21 dicembre, nella Città metropolitana di Genova: le centraline dell’ente che monitorano la qualità dell’aria, infatti, hanno rilevato nel capoluogo e sul resto del territorio metropolitano valori inferiori ai limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Aria pulita ieri a Genova: tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri martedì 12 gennaio nella Città metropolitana di Genova: le centraline che monitorano la qualità dell’aria hanno infatti rilevato nel capoluogo e sul resto del territorio metropolitano valori inferiori ai limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili (valori elevati, ma sotto la sogl

Aggiunta all'ordine del giorno del consiglio metropolitano in programma domani alle 17 la delibera presentata dal consigliere delegato all'ambiente Enrico Pignone che definisce i 'bacini di affidamento' della gestione integrata dei rifiuti: diviso in tre, per venire incontro alle richieste dei comuni, il bacino dei 28 comuni fra Bogliasco, Camogli, Davagna, Santo Stefano d'Aveto e Ne. Sarà diviso in tre distinti ambiti il bacino di affidamento del servizio integrato dei rifiuti del consorzio di Rio Marsiglia, che copre il territorio di 28 comuni del Golfo Paradiso e delle valli Fontanabuona

Genova non soffre i problemi di inquinamento di altre città italiane: tutte sotto la soglia di informazione, fra il 25 e il 27 dicembre, le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  A differenza di altre città italiane come Milano e Roma, soffocate dallo smog per le differenti condizioni climatiche, Genova non ha sofferto negli ultimi giorni problemi di inquinamento atmosferico: nei tre giorni festivi del 25, 26 e 27 dicembre, infatti (come anche venerdì 24, vigilia di Natale) le centraline della Città metropolitana d

Le centraline dell’Ente hanno misurato valori ridotti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Il cielo sta tornando grigio, ma  l’aria resta pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che hanno registrato ancora valori bassi per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Per l’aria sono buone anche le previsioni meteo dell’Aeronautica militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog nei

Dal 19 al 28 gennaio prossimi lungo i primi 800 metri della strada, nel Comune di Cogoleto, per motivi di sicurezza durante lo smantellamento dell’edificio-portineria all’ingresso dell’ex fabbrica del cromo in Val Lerone.
Inizierà martedì 19 e proseguirà fino al 28 gennaio lo smantellamento dell’inconfondibile “fungo”  l’edificio-portineria all'ingresso dell’ex fabbrica del cromo Stoppani.

Lo dicono i dati delle centraline dell’Ente sui valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili, ma le previsioni meteo dell’Aeronautica Militare sono di nuovo favorevoli al ristagno dello smog. Clima umido e cielo grigio, ma finora con poco smog nell’aria dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova sui valori di ozono, biossido d’azoto,  monossido di carbonio, biossido di zolfo e polveri sottili misurati sino alla mezzanotte scorsa e in tutto il fine settimana.

Aria pulita ieri a Genova: tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, lunedì 11 gennaio, nella Città metropolitana di Genova: le centraline che monitorano la qualità dell’aria hanno infatti rilevato nel capoluogo e sul resto del territorio metropolitano valori inferiori ai limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili. Il servizio meteorologico dell’

La delibera è stata presentata dal consigliere delegato  Enrico Pignone.

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano. Aria pulita, ieri mercoledì 23 dicembre, nella Città metropolitana di Genova: le centraline dell’ente che monitorano la qualità dell’aria, infatti, hanno rilevato nel capoluogo e sul resto del territorio metropolitano valori inferiori ai limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Le centraline della Città metropolitana di Genova hanno registrato valori ridotti per l’ ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili in tutto il week-end di Capodanno e sino alla mezzanotte scorsa.Il 2016 inizia con l’aria pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che hanno misurato valori bassi, come le temperature, per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili in tutto il lungo fine settimana di Capodanno e sino alla mezzanotte scorsa.Positive per l’a

Il consigliere delegato all’ambiente della Città ha annunciato l’approvazione dello strumento pianificatorio legato alla scadenza del 2020 (bacino unico e gara) durante la presentazione dei risultati della raccolta differenziata a Cogoleto.  “Non dobbiamo restare fermi al vecchio paradigma secondo cui diminuire la produzione di rifiuti ‘indifferenziati’, aumentando la raccolta differenziata, serve solo a ridurre l’impatto ambientale delle discariche sul territorio, questo è vero, ma bisogna anche sapere guardare la questione in modo rovesciato e capire che i rifiuti raccolti in modo differe

Le cabine di monitoraggio della Città metropolitana di Genova segnalano valori al di sotto dei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili, con previsioni meteo sfavorevoli al ristagno degli inquinantiIl cielo ritorna azzurro dopo la pioggia (e la neve in montagna) di ieri e la situazione degli inquinanti dell’aria resta positiva dicono le centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno registrato valori tutti al di sotto dei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto

Aria pulita a Genova il 9 e 10 gennaio: tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.

Gli sforamenti dei tre parametri emergono dai dati annuali sulla qualità dell’aria resi noti dal consigliere delegato all’ambiente Enrico Pignone.Le polveri sottili in corso Europa, il biossido d’azoto in sei postazioni da Quarto a Bolzaneto e l’ozono in corso Firenze, all’Acquasola e a Quarto nel 2015 hanno superato i limiti dice il report annuale sulla qualità dell’aria dalle centraline della Città metropolitana di Genova reso noto dal consigliere delegato Enrico Pignone.Nel dettaglio le insidiose polveri sottili PM10, corpuscoli con diametro inferiore ai dieci micron (il milionesimo di m

Le centraline dell’Ente sino a mezzanotte hanno registrato valori ridotti di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili e le previsioni dell’Aeronautica Militare restano sfavorevoli al ristagno dello smog.Cielo ancora pieno di nuvole, ma finora restano bassi, nonostante il convulso traffico prenatalizio, i livelli di smog nella Città metropolitana di Genova.

Aria pulita a Genova nel fine settimana: tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti.

Dicono i dati sui livelli di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati dalle centraline dell’Ente, con previsioni dell’Aeronautica Militare che ritornano sfavorevoli al ristagno dello smog.Risveglio sotto la pioggia, ma gli inquinanti dell’aria sono nei limiti dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova sulle concentrazioni di ozono, biossido d’azoto,  monossido di carbonio, biossido di zolfo e polveri sottili misurate sino alla mezzanotte scorsa.Per l’aria sono positive anche le previsioni meteo dell’Aeronautica mili

Anche ieri tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano. Aria pulita ieri a Genova: le centraline della Città metropolitana che monitorano la qualità dell’aria hanno infatti rilevato, sia nel capoluogo sia sul resto del territorio metropolitano, valori inferiori ai limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Dalle misurazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Dati positivi sugli inquinanti dell’aria dicono le centraline della Città metropolitana di Genova che hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Il servizio meteo dell’Aeronautica militare prevede ancora condizioni “di indifferenza”, ossia senza influssi climatici

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana sui valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili, con previsioni dell’Aeronautica Militare ritornate sfavorevoli al ristagno dello smog.Primi giorni d’inverno umidi e piovosi come se fosse l’inizio dell’autunno, ma finora restano bassi gli inquinanti dell’aria dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova sui valori di ozono, biossido d’azoto, monossido di carbonio, biossido di zolfo e polveri sottili, tutti ampiamente nei limiti sino alla mezzanotte scorsa.Buon

Aria pulita ieri a Genova: tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.

I due esemplari, grossi maschi, erano rimasti intrappolati con i palchi nelle maglie della recinzione metallica di un terreno e sono stati rimessi in libertà da una pattuglia della Polizia metropolitana con la collaborazione del ComuneE’ finita bene l’avventura di due daini che da soli non sarebbero riusciti a liberarsi, perché i loro palchi si erano aggrovigliati nelle maglie della recinzione metallica di un terreno. Due grossi esemplari maschi - mentre si sfidavano in una stagione degli amori molto prolungata dal clima rimasto quasi estivo sino a Santo Stefano - nei giorni scorsi erano co

Anche ieri tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.

Dalle rilevazioni delle centraline dell’Ente per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Dopo il sole dell’Epifania il cielo torna a ricoprirsi di nuvole, ma finora l’aria resta pulita dicono le centraline della Città metropolitana di Genova che hanno misurato valori ridotti per l’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa. Il servizio meteo dell’Aeronautica militare prevede condizioni “di indifferenza”, ossia senza influssi c

Aria pulita a Genova nel fine settimana: tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.

Aria pulita a Genova nel fine settimana: tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita nel weekend nella Città metropolitana di Genova: sia sabato 23 che domenica 24 gennaio, infatti, le centraline che monitorano la qualità dell’aria hanno rilevato valori inferiori ai limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo e sul resto del territorio metropolitano: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e po

Con l’intervento del sindaco metropolitano è iniziata a Palazzo Doria Spinola la giornata dedicata al report sulla Liguria della commissione parlamentare sul ciclo dei rifiuti presieduta dall’onorevole Alessandro Bratti.Ha ringraziato la Commissione parlamentare d’inchiesta sul ciclo dei rifiuti “per il lavoro svolto, serio e prezioso nell’indagare la situazione e restituirci una relazione molto utile per chi deve amministrare questo sistema complesso” e poi Marco Doria, aprendo con il suo saluto la giornata a Palazzo Doria Spinola dedicata al report della commissione parlamentare sui rifiu

Le centraline della Città metropolitana di Genova hanno registrato valori nei limiti per l’ ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova nelle 24 ore di monitoraggio sino alla mezzanotte scorsa per il monossido di carbonio, l’ozono, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Dati giornalieri positivi per gli inquinanti dell’aria dalle centraline della Città metropolitana di Genova che nelle 24 ore di monitoraggio sino alla mezzanotte scorsa hanno registrato valori al di sotto dei limiti per il monossido di carbonio, l’ozono, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Buone per l’aria anche le previsioni meteo dell’A

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sui valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Cielo ancora azzurro e inquinanti dell’aria ancora ampiamente nei limiti dicono le rilevazioni sino alla mezzanotte scorsa delle centraline della Città metropolitana di Genova sui valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.Per l’aria restano positive anche le previsioni meteo dell’Aeronautica militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog. 

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.

Martedì 2 febbraio nella sala Consiglio della Città metropolitana il convegno dalle 10 alle 13, aperto dai saluti del sindaco Marco Doria, del presidente della Commissione on.

Aria pulita ieri a Genova: tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, mercoledì 20 gennaio, nella Città metropolitana di Genova: le centraline che monitorano la qualità dell’aria hanno infatti rilevato nel capoluogo e sul resto del territorio metropolitano valori inferiori ai limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili. Il servizio meteorologico de

Tutti nei limiti i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino a mezzanotte.Il cielo torna sereno sotto la tramontana e nell’aria gli inquinanti restano bassi dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova sulle concentrazioni di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurate sino alla mezzanotte scorsa.Sono positive per l’aria anche le previsioni meteo dell’Aeronautica militare, tornate sfavorevoli al ristagno

Dalle rilevazioni delle centraline dell'Ente sui valori di monossido di carbonio, biossido d’azoto, ozono, diossido di zolfo e polveri sottili rilevati sino alla mezzanotte scorsa.

Le risposte date da Regione Liguria e Città metropolitana alla commissione parlamentare sul ciclo dei rifiuti, venuta a Genova il 2 febbraio a presentare i risultati della sua indagine.Che cosa fa in merito alla gestione del ciclo dei rifiuti la Città metropolitana, ente di area vasta che deve pianificare i servizi integrati in un territorio di 800.000 persone?

Aria pulita ieri a Genova: tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, martedì 19 gennaio, nella Città metropolitana di Genova: le centraline che monitorano la qualità dell’aria hanno infatti rilevato nel capoluogo e sul resto del territorio metropolitano valori inferiori ai limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Aria pulita ieri a Genova: tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, martedì 2 febbraio, nella Città metropolitana di Genova: le centraline che monitorano la qualità dell’aria hanno infatti rilevato valori inferiori ai limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo e sul resto del territorio metropolitano: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa sul monossido di carbonio, il biossido d’azoto, l’ozono, il diossido di zolfo e le polveri sottili.

Sparisce, con questo intervento di demolizione e decontaminazione, l’ultimo simbolo della fabbrica chimica della Val Lerone che sino al 2003, con le lavorazioni di cromo ha inquinato la terra, il torrente e il mare.Va giù anche l’ultimo simbolo dell’ex Stoppani, la fabbrica chimica della Val Lerone che per un secolo, sino al 2003, inquinato la terra, l’acqua e il mare con le lavorazioni di cromo.

Aria pulita ieri a Genova: tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  Giornata fredda ma aria pulita ieri, lunedì 18 gennaio, nella Città metropolitana di Genova: le centraline che monitorano la qualità dell’aria hanno infatti rilevato nel capoluogo e sul resto del territorio metropolitano valori inferiori ai limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili. Il servizio

Valori ridotti per gli inquinanti dalle rilevazioni delle centraline dell’Ente sino alla mezzanotte scorsa. Mattinata di sole e report positivo sugli inquinanti dell’aria dalle centraline della Città metropolitana di Genova.In tutta la rete di monitoraggio dell’Ente, infatti, l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili, sono rimasti ampiamente nei limiti sino alla mezzanotte scorsa.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell’Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.

Aria pulita ieri a Genova: tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.

Aria pulita ieri a Genova: tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, lunedì 22 febbraio, nella Città metropolitana di Genova: le centraline che monitorano la qualità dell’aria hanno infatti rilevato valori inferiori ai limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo e sul resto del territorio metropolitano: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili. Il servizio meteorologico

Il Consiglio metropolitano ha votato lo schema dell’atto,  ma il sindaco e il consigliere delegato Buccilli molto critici sull’impianto, in aula e nell’incontro con le organizzazioni sindacali.

Aria pulita ieri a Genova: tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, lunedì 15 febbraio, nella Città metropolitana di Genova: le centraline che monitorano la qualità dell’aria hanno infatti rilevato valori inferiori ai limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo e sul resto del territorio metropolitano: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Le centraline dell’Ente hanno registrato valori ridotti per gli inquinanti sino alla mezzanotte scorsa.Qualche nuvola sotto il sole, ma i valori degli inquinanti dell’aria restano bassi dicono i dati rilevati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa, tutti ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Per l’aria restano positive anche le previsioni meteo dell’Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.

La Conferenza dei servizi successiva all'accordo conciliativo fra Città metropolitana e Amiu, a cui hanno partecipato anche Arpal e Regione Liguria, ha definito la tabella di marcia per la realizzazione dei lavori di messa in sicurezza delle vecchie discariche (capping) e per l'apertura di Scarpino 3, con il separatore secco-umido.  Sette ore di riunione, dalle 9.30 alle 16.30, fra i tecnici di Città metropolitana di Genova, Amiu, Arpal e Regione Liguria: dopo l'accordo conciliativo stipulato a fine febbraio fra l'ente di area vasta e l'azienda comunale di gestione del ciclo dei rifiuti, si

Bassi i dati giornalieri sugli inquinanti misurati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsaI temporali e le raffiche di vento che hanno avvolto nel maltempo la domenica hanno almeno tenuta pulita l’aria. Il report delle centraline della Città metropolitana di Genova per le 24 ore di monitoraggio sino alla mezzanotte scorsa, infatti, segnala valori bassi per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Restano positive, almeno per l’aria, le previsioni meteo dell’Aeronautica Militare, ancora sfavorev

Le centraline di monitoraggio dell’Ente hanno registrato valori molto bassi per gli inquinanti sino alla mezzanotte scorsa.Cielo di nuovo grigio e uggioso nel clima d’autunno trapiantato a febbraio, ma almeno sotto le nuvole è poco lo smog dicono i dati rilevati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili, tutti bassi e ampiamente nei limiti.Positive almeno per l’aria anche le previsioni meteo dell’Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno deg

Domani mattina. Partecipano il sindaco Marco Doria, il responsabile di Italia Sicura Mauro Grassi, il presidente della Regione Giovanni Toti, Roberto Oreficini Rosi, coordinatore rischi idrogeologici Protezione civile, l’assessore Crivello i presidenti dei Municipi 3^ e 8^. Sopralluogo ai lavori in corso contro il rischio delle alluvioni domani, 17 febbraio, sui cantieri del Bisagno e del Fereggiano, con il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti.

Dati positivi dalle centraline dell'Ente sino alla mezzanotte scorsa sui valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili, con previsioni meteo ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.Aria più fredda dei giorni scorsi, ma "pulita" dicono i dati sui valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.  Positive per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sull'ozono,il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Torna un po' di sole su Genova e il territorio, dove l'aria resta pulita dicono i dati rilevati dalle centraline della Città metropolitana  sull'ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

Tutti ampiamente nei limiti gli inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di GenovaMolta pioggia e neve in quota e nelle vallate del primo week-end davvero invernale, ma almeno il maltempo ha tenuto pulita l'aria.

Aria pulita ieri a Genova: tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.

Raccolta differenziata dei rifiuti, inquinamento atmosferico, depurazione delle acque, bonifica dell’ex Stoppani a Cogoleto. In questo servizio Enrico Pignone, consigliere delegato all'ambiente della Città metropolitana, affronta le principali partite in cui l'ente svolge un ruolo da protagonista in campo ambientale.  Raccolta differenziata dei rifiuti, inquinamento atmosferico, depurazione delle acque, bonifica dell’ex Stoppani a Cogoleto. Sono queste le principali partite in cui la Città metropolitana di Genova svolge un ruolo da protagonista in campo ambientale.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sui valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili sino alla mezzanotte scorsaDi nuovo  nuvole perché il tempo sta cambiando, ma l’aria finora resta pulita.

Aria pulita ieri a Genova: tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano. Aria pulita ieri, giovedì 25 febbraio, nella Città metropolitana di Genova: le centraline che monitorano la qualità dell’aria hanno infatti rilevato valori inferiori ai limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo e sul resto del territorio metropolitano: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Tutti bassi i dati giornalieri sugli inquinanti misurati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsaRitorna il sole dopo i temporali e le raffiche di vento di ieri che comunque hanno mantenuto pulita l’aria dicono i dati - tutti bassi sino alla mezzanotte scorsa - delle centraline della Città metropolitana di Genova sull’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell’Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog. 

Aria pulita ieri a Genova: tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, mercoledì 17 febbraio, nella Città metropolitana di Genova: le centraline che monitorano la qualità dell’aria hanno infatti rilevato valori inferiori ai limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo e sul resto del territorio metropolitano: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Reportage del programma della Città metropolitana tra incontri e sopralluoghi sui lavori in corso per Bisagno e Fereggiano con il ministro dell’Ambiente, il sindaco Marco Doria, il responsabile di Italia Sicura, Protezione Civile, Regione e MunicipiLa più grande ristrutturazione idraulica per la sicurezza mai fatta in Italia.

Le centraline dell’Ente hanno registrato valori nei limiti per l’ ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa. Cielo ancora sereno e inquinanti dell’aria al di sotto dei limiti dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana sull’ozono, il biossido d’azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili  sino alla mezzanotte scorsa.Per l’aria restano positive anche le previsioni meteo dell’Aeronautica militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog. 

Aria pulita ieri a Genova: tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano. Aria pulita ieri, martedì 23 febbraio, nella Città metropolitana di Genova: le centraline che monitorano la qualità dell’aria hanno infatti rilevato valori inferiori ai limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo e sul resto del territorio metropolitano: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili. Il servizio meteorologico

Nella seduta convocata dal sindaco Marco Doria per domani, 26 febbraio, alle 15.30 nel salone consiliare di Palazzo Doria Spinola. Il primo punto all’ordine del giorno del Consiglio metropolitano di Genova, convocato dal sindaco Marco Doria per domani, venerdì 26 febbraio alle 15.30 nel salone consiliare di Palazzo Doria Spinola, è la convenzione fra Città metropolitana di Genova e Regione Liguria sull’utilizzo per le funzioni di vigilanza venatoria e sulla pesca di una parte del personale della Polizia provinciale “in avvalimento”.

Aria pulita ieri a Genova: tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.

Aria pulita ieri a Genova: tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.

Nella norma i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati dalle centraline della Città metropolitana di Genova in tutto il fine settimana.Situazione tranquilla per gli inquinanti dell’aria dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che in tutto il fine settimana, sino alla mezzanotte scorsa, hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Per l’aria restano positive anche le previsioni meteo dell’Aeronautica mili

Bassi i  valori  dell’ ozono, del monossido di carbonio, del biossido d’azoto, del diossido di zolfo e delle polveri sottili misurati dalle centraline dell’Ente sino alla mezzanotte scorsa. Il cielo è tornato sereno e nell’aria i valori degli inquinanti sono bassi come le temperature.

 Valori bassi per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili da tutte le postazioni della Città metropolitana e previsioni dell’Aeronautica militare sempre sfavorevoli allo smog. Tempo incerto fra nuvole e sole, ma l’aria è pulita a Genova e sul territorio dicono i dati delle centraline della Città metropolitana  con valori ridotti  fino alla mezzanotte scorsa per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell’Aeronautica militare, ancora 

Dati positivi sui valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati dalle centraline della Città metropolitana di Genova  sino alla mezzanotte scorsa.Il cielo ritorna grigio, ma l’aria resta pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che hanno misurato valori al di sotto dei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell’Aeronautica militare, ancora sfavorevoli al ristagno

Aria pulita ieri a Genova: tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, lunedì 4 aprile, nella Città metropolitana di Genova: le centraline che monitorano la qualità dell’aria hanno rilevato infatti valori inferiori ai limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo e sul resto del territorio metropolitano: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Aria pulita ieri a Genova: tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, martedì 8 marzo, nella Città metropolitana di Genova: le centraline che monitorano la qualità dell’aria hanno infatti rilevato valori inferiori ai limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo e sul resto del territorio metropolitano: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.Il servizio meteorologico del

Tutti nella norma i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati dalle centraline della Città metropolitana di Genova  sino alla mezzanotte scorsa.Sotto il sole di primavera si alzano le temperature, ma finora non i livelli degli inquinanti dell’aria. Le centraline della Città metropolitana di Genova hanno infatti misurato valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.

Aria pulita ieri a Genova: tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, martedì 15 marzo, nella Città metropolitana di Genova: le centraline che monitorano la qualità dell’aria hanno infatti rilevato valori inferiori ai limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo e sul resto del territorio metropolitano: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.

Aria pulita ieri a Genova: tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.

Bassi i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati dalle centraline della Città metropolitana di Genova e previsioni dell’Aeronautica Militare sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.Responso positivo per gli inquinanti dell’aria dalle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili. Non cambia il segno delle previsioni meteo dell’Aeronautica militare, anco

Joanda Valenti Clara, ricercatrice storica locale della valle del Bisagno, racconta l'affascinante storia dei ponti Carrega (fine Settecento) e della Rosata (1861).  Quanto è lunga in Valbisagno la storia delle comunicazioni e la storia della paura! La lunga valle alle spalle di Genova, da sempre urbanizzata con numerosi centri abitati, è stata infatti attraversata fin da tempi remoti da numerose mulattiere che collegavano i monti al fondovalle, fino alla costruzione a metà Ottocento della strada in sponda destra.

Ampiamente nei limiti i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili rilevati dalle centraline della Città metropolitana di GenovaAria un po’ più fredda dopo la domenica di primavera e sempre pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova, ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa. Le previsioni meteo dell’Aeronautica militare restano sfavorevoli al ristagno dello smog. 

Dati ampiamente nei limiti dalle centraline della Città metropolitana sui valori di con previsioni dell’Aeronautica Militare sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.Torna il bel tempo ed è buono anche il responso sull'aria delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Restano positive per l’aria anche le previsioni meteo dell’Aeronautica militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog. 

Tutti ampiamente nei limiti i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova.  Dati positivi per gli inquinanti dell'aria dalle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno rilevato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili in tutta la rete di monitoraggio a Genova e sul territorio.Restano buone per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica milit

Chiusa nel 2014 Scarpino 2, sono iniziati i lavori per Scarpino 3, dove verranno costruiti un impianto di separazione secco-umido e un biodigestore. Ma il Piano metropolitano dei rifiuti prevede interventi su tutto il territorio, anche fuori dal capoluogo.  Nella discarica di Scarpino, situata in una vasta conca a 700 metri di altezza sulle alture di Sestri Ponente, a partire dal 1968 sono stati sepolti 10 milioni di metri cubi di rifiuti, e lo strato del cosiddetto ‘corpo rifiuti’ raggiunge in alcuni punti gli 80 metri di profondità.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana sui valori di monossido di carbonio, biossido d’azoto, ozono, diossido di zolfo e polveri sottili  sino alla mezzanotte scorsa. 

Aria pulita ieri a Genova nel weekend pasquale: tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita nel weekend pasquale nella Città metropolitana di Genova.

Il prefetto Spena interverrà all'assemblea dei sindaci metropolitani (ore 15) per comunicazioni sull'accoglienza dei migranti. Enrico Pignone, consigliere all'ambiente, informerà sul Piano metropolitano dei rifiuti, da licenziare entro il 15 maggio con la consulenza della Scuola Agraria del Parco di Monza.
Alle 17 ci sarà il consiglio metropolitano, in cui si parlerà fra l'altro di Polizia provinciale.  Doppio appuntamento assembleare domani in Città metropolitana: alle 15 si riunisce la conferenza dei sindaci, e alle 17 il consiglio metropolitano. 

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, giovedì 7 aprile, nella Città metropolitana di Genova: le centraline che monitorano la qualità dell’aria hanno rilevato infatti valori inferiori ai limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo e sul resto del territorio metropolitano: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Dalle rilevazioni delle centraline dell'Ente sino alla mezzanotte scorsa.Dati positivi  per gli inquinanti dell'aria dalle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori al di sotto dei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell’Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog

Il programma della Città metropolitana di Genova racconta la vita quotidiana, le esperienze e i valori, alla riscoperta degli asini e della natura, dell’associazione Paradase.Vivere più intensamente la natura riscoprendo con l’amore e la cura animali splendidi e affettuosi come gli asini. A Chiappari, piccolo borgo a 600 metri d’altezza che fa parte del Comune di Ronco Scrivia ma si raggiunge salendo dal centro di Busalla per 4 chilometri, è la vita quotidiana dell’associazione onlus Paradase.

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, giovedì 14 aprile, nella Città metropolitana di Genova: le centraline che monitorano la qualità dell’aria hanno rilevato infatti valori inferiori ai limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo e sul resto del territorio metropolitano: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili. Il servizio meteorologico dell’aeronautica militare p

Domani alle 15 a Palazzo Doria Spinola il sindaco metropolitano Marco Doria e i consiglieri delegati Enrico Pignone, Gian Luca Buccilli e Adolfo Olcese  incontreranno  consorzi, categorie, sindaci, rappresentanti della Regione, della Camera di Commercio, Cgil, Cisl, Uil.Incontro sul latte delle vallate genovesi domani pomeriggio alle 15, organizzato dalla Città metropolitana di Genova a Palazzo Doria Spinola con il sindaco Marco Doria e i consiglieri delegati Enrico Pignone, Gian Luca Buccilli e Adolfo Olcese.

Già partita la fase di pre-trattamento e da metà giugno il nuovo depuratore finanziato con 30 milioni di euro sarà pienamente in funzione. Questa mattina sopralluogo della Città metropolitana e del Comune di Recco con Iren.

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.

Dati positivi sugli inquinanti dalle centraline della Città metropolitana di Genova Aria pulita nel fine settimana dell’anniversario della Liberazione. Lo dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori al di sotto dei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Buone per l’aria anche le previsioni meteo dell’Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno degli inquinanti 

Le spettacolari e affascinanti immagini della produzione artigianale tradizionale di corde per reti da pesca lungo i viottoli dell'antico borgo marinaro sul monte di Portofino.  Durante la visita a San Fruttuoso di Camogli per riprendere le immagini della nuova locanda, Tabloid ha fatto anche un incontro inatteso e fortunato: quello con un gruppo di pescatori ed ex pescatori che stavano facendo, con antichi metodi e strumenti tradizionali di grande fascino, un lavoro che fanno solo una volta all'anno: la produzione di corde, che vengono poi utilizzate per costruire reti, secondo una tradizi

Dati positivi sugli inquinanti dalle centraline dell'Ente sino alla mezzanotte scorsa, con previsioni meteo dell'Aeronautica Militare ancora sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.Torna il sole e non cambia finora la situazione dell'aria che resta pulita, dicono i dati delle centraline di monitoraggio della Città metropolitana di Genova, con valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Buone per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al

Tutti nei limiti i valori degli inquinanti monitorati dalle centraline della Città metropolitana di Genova, con previsioni meteo dell'Aeronautica Militare sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.Cielo più grigio, ma se ritornano le nuvole non sale lo smog dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Per l'aria restano positive anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavor

Molto avanzate le operazioni negli alvei dei torrenti Polcevera, Fegino e Pianego per rimuovere entro oggi il 90% del prodotto libero dice il sindaco Marco Doria.

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, mercoledì 27 aprile, nella Città metropolitana di Genova: le centraline che monitorano la qualità dell’aria hanno rilevato infatti valori inferiori ai limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo e sul resto del territorio metropolitano: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili. Il servizio meteorologico dell’aeronautica militare

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa, con previsioni meteo dell'Aeronautica Militare ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.Il cielo sotto le nuvole vira al grigio, ma finora l'aria resta pulita dicono le centraline della Città metropolitana di Genova che hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno d

L'incantevole borgo sul monte di Portofino, raggiungibile solo via mare e attraverso sentieri, si dota finalmente di una struttura ricettiva: cinque piccole camere all'interno di una vecchia casa di pescatori, con un restauro curato da Arte.  Il borgo di San Fruttuoso di Camogli, sul monte di Portofino, è uno degli angoli più incantevoli della Città metropolitana di Genova: qui si fondono in una mirabile armonia di paesaggio una natura spettacolare e i segni architettonici della presenza umana.

Giovedì 21 a Milano (Libreria internazionale Hoepli alle 18) la presentazione del libro di Lorenza Russo.

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.

Dalle misurazioni delle centraline dell’Ente sino alla mezzanotte scorsa.Sotto il cielo tornato sereno da ieri pomeriggio l’aria resta pulita. Lo dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino a mezzanotte hanno misurato valori bassi per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Positive per l’aria anche le previsioni meteo dell’Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog

Per la verifica degli interventi d'emergenza, alla presenza del viceprefetto vicario D’Attilio, del sindaco metropolitano e del Comune di Genova Doria, del presidente della Regione Toti, del comandante della Capitaneria di Porto e commissario dell’Autorità Portuale di Genova Pettorino con i tecnici di Ispra e Arpal, ASL 3 Genovese, tutti gli enti competenti, accanto al rappresentante legale e ai tecnici di IPLOM.Si è concluso in Prefettura a Genova il tavolo tecnico per la verifica degli interventi di emergenza per lo sversamento di greggio sul rio Fegino e il torrente Polcevera.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa. Sotto il sole finora l'aria resta pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che hanno misurato valori al di sotto dei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

Mostriamo in questo video una realtà economica del Tigullio dalle caratteristiche innovative, che dà numerosi spunti di riflessione sotto il profilo economico, alimentare, ambientale e paesaggistico.  La storia che stiamo per raccontare è la storia di un’azienda, e le immagini e le interviste che vi proponiamo sono quelle di un video realizzato dalla stessa azienda, utilizzato a fini di marketing e pubblicità.

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, lunedì 18 aprile, nella Città metropolitana di Genova: le centraline che monitorano la qualità dell’aria hanno rilevato infatti valori inferiori ai limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo e sul resto del territorio metropolitano: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Dati positivi dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa, con previsioni dell'Aeronautica Militare ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.Fra nuvole e sole l'aria resta pulita. Lo dicono i rilevamenti delle centraline della Città metropolitana di Genova sulle concentrazioni di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Per l'aria restano positive anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsaAncora molte nuvole, ma aria pulita. Lo dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori tutti inferiori ai limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell’Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog

Videointervista al consigliere delegato Enrico Pignone che con il sindaco Marco Doria coordina il tavolo dell’ente sul latte locale con produttori, consorzi,associazioni di categoria, istituzioni e sindacati.Il rilancio del latte delle vallate genovesi, un baluardo anche della genuinità, punta a creare nuove alleanze fra allevatori e molti altri soggetti per valorizzare e promuovere il territorio, ideando e radicando, a partire dal latte, anche marchi e prodotti nuovi nella filiera corta.

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita nel weekend nella Città metropolitana di Genova: sia domenica 17 che sabato 16 aprile le centraline che monitorano la qualità dell’aria hanno rilevato infatti valori inferiori ai limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo e sul resto del territorio metropolitano: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili. Il servizio meteorologico del

Dal primo incontro della Città metropolitana di Genova con produttori, associazioni di categoria, Comuni, Regione, sindacati Cgil, Cisl, Uil.

Tornate tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  Dopo due giorni di inquinamento da ozono, ieri, lunedì 9 maggio, nella Città metropolitana di Genova l'aria è tornata pulita, grazie alla pioggia: le centraline che monitorano la qualità dell’aria hanno infatti rilevato valori inferiori ai limiti di legge della concentrazione in atmosfera di tutti gli agenti inquinanti, sia nel capoluogo e sul resto del territorio metropolitano: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, di

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.

Martedì 10 maggio la proiezione gratuita alle 19, preceduta alle 18 dalla conferenza introduttiva di Enrico Pignone, Denise Filippin e Claudio Pomo e dal reading di Marco Rinaldi. L’evento è organizzato dalla Città metropolitana con Essere Animali.L’allevamento intensivo degli animali è una delle più grandi industrie al mondo e le dimensioni e le conseguenze del suo impatto sull’ambiente e la salute del Pianeta sono impressionanti anche se troppo poco evidenziate.

Bargagli e Davagna passano con la Fontanabuona dal bacino con il Golfo Paradiso e percorso inverso per Uscio e Avegno. Per gli affidamenti anche accordi quadro di bacino con gara gestita dalla Città metropolitana e singoli contratti per ogni Comune
Modificati dal Consiglio metropolitano di Genova due bacini di affidamento per la gestione integrata dei rifiuti: Bargagli e Davagna passano con i Comuni della Fontanabuona lasciando quelli del Golfo Paradiso, mentre Uscio e Avegno fanno il percorso inverso.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa, con previsioni meteo dell'Aeronautica Militare sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.Sotto il sole l'ozono finora resta nei limiti dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che hanno misurato valori nella norma oltre che per questo gas anche per il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.

La seduta è stata convocata dal sindaco Marco Doria alle 15.30 nel salone consiliare di Palazzo Doria Spinola.L’adozione del piano metropolitano dei rifiuti che ne organizza la raccolta differenziata e il riciclo sarà al centro della seduta del Consiglio metropolitano di Genova convocata dal sindaco Marco Doria per domani alle 15.30 nel salone consiliare di Palazzo Doria Spinola.Alla discussione e votazione del documento presentato dal consigliere delegato Enrico Pignone seguirà la delibera sul riconoscimento della Consulta comunale per la tutela dei diritti delle persone con disabilità qua

Ieri pomeriggio quattro superamenti orari del limite dei 180 microgrammi per metro cubo registrati dalla centralina dell’Acquasola, due da quella sulle alture di Pegli e uno ciascuna dalle centraline a Quarto e in corso Firenze.Sotto un sole che brucia già a maggio sale l’ozono che ieri pomeriggio ha fatto registrare otto sforamenti orari, i primi dell’anno, del limite dei 180 microgrammi per metro cubo (la soglia d’informazione alla cittadinanza) alle centraline della Città metropolitana di Genova:quattro sono stati rilevati dalla cabina di monitoraggio all’Acquasola fra le 13 e le 14 e po

Dati positivi sugli inquinanti dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Week-end di sole, ma senza ozono. Il gas infatti è rimasto nei limiti in tutte le rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori bassi anche per il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Positive per l’aria anche le previsioni meteo dell’Aeronautica Militare, tornate sfavorevoli al ristagno dello smog.

Si correrà l’8 maggio organizzata dall’associazione Marina Sporting Porto turistico 60 e autorizzata dalla Città metropolitana, dalle 9.30 alle 12 con un anello al 90% sterrato nei Comuni di Lavagna, Cogorno e Sestri Levante. Percorso ad anello di 20,66 chilometri, il 90% in sterrato, fra Lavagna, Cogorno e Sestri Levante per la Marina Trail.

Domani la seduta convocata dal sindaco Marco Doria alle 14.30 nel salone consiliare di Palazzo Doria SpinolaGli indirizzi della Città metropolitana per la gestione transitoria dei rifiuti e una modifica ai bacini di affidamento deliberati a fine 2015 apriranno domani, mercoledì 11 maggio, la seduta del Consiglio metropolitano di Genova convocato dal sindaco Marco Doria alle 14.30 nel salone consiliare di Palazzo Doria Spinola.Seguiranno le delibere relative al riconoscimento del debito relativo al 2013 nei confronti del Teatro Stabile di Genova e allo schema di convenzione tra Regione Ligur

Tutte le postazioni di monitoraggio della Città metropolitana di Genova hanno registrato concentrazioni degli inquinanti inferiori ai limiti sino alla mezzanotte scorsa.E' tornato il sole, ma finora non l'ozono dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno registrato valori inferiori ai limiti sia per questo gas che per il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili. Positive per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

Il 19 maggio il consiglio metropolitano adotterà il documento che organizza la raccolta differenziata e pianifica gli impianti di trattamento del rifiuto organico e di quello indifferenziato.  Sarà nel circondario di Orero il terzo impianto di trattamento del rifiuto indifferenziato (separatore secco umido) e della frazione organica (biodigestore) previsto insieme a quelli di Scarpino 3 e di Rio Marsiglia dal Piano metropolitano dei rifiuti, il documento della Città metropolitana di Genova che organizza la raccolta differenziata e il riciclo dei rifiuti nell’area genovese fino al 2020, anno

Biossido d'azoto a 190 microgrammi per m3 in via Buozzi, ma sotto la ‘soglia di informazione’ di 200.  Aria pulita ieri, giovedì 5 maggio, nella Città metropolitana di Genova: le centraline che monitorano la qualità dell’aria hanno rilevato infatti valori inferiori ai limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo e sul resto del territorio metropolitano: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Sono tornate tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri giovedì 19 maggio, dopo due giorni di lievi superamenti della soglia di legge da parte dell'ozono, nella Città metropolitana di Genova: le centraline che monitorano la qualità dell’aria hanno rilevato infatti valori inferiori ai limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo e sul resto del territorio metropolitano: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, martedì 3 maggio nella Città metropolitana di Genova: le centraline che monitorano la qualità dell’aria hanno rilevato infatti valori inferiori ai limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo e sul resto del territorio metropolitano: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita anche ieri, giovedì 12 maggio, nella Città metropolitana di Genova: le centraline che monitorano la qualità dell’aria hanno infatti rilevato sia nel capoluogo e sul resto del territorio metropolitano valori inferiori ai limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Il piano della Città metropolitana sarà presentato dal consigliere delegato all'ambiente Pignone alle 10.30 in sala del consiglio (palazzo Doria Spinola).  Il Piano metropolitano dei rifiuti, importante documento di pianificazione della Città metropolitana di Genova, sarà presentato pubblicamente da Enrico Pignone, consigliere delegato all'ambiente della CM, lunedì 16 maggio alle 10.30 nella sala del consiglio di palazzo Doria Spinola.

Ozono a 171 microgrammi per m3 nel Ponente di Genova, ma sotto la 'soglia di informazione' di 180.Aria pulita ieri, mercoledì 4 maggio nella Città metropolitana di Genova: le centraline che monitorano la qualità dell’aria hanno rilevato infatti valori inferiori ai limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo e sul resto del territorio metropolitano: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili. Soltanto la centralina posta sulle alture di Genova Pegli ha registrato un valore alto (171 microgrammi per metr

Valore di 181 microgrammi per metro cubo (la soglia è 180) registrato fra le 15 e le 16 dalla centralina della Città metropolitana posta nel parco storico genovese in centro città.  Un lieve superamento della soglia di 'informazione alla popolazione' del valore di ozono in atmosfera è stato registrato ieri, mercoledì 18 maggio, dalla centralina della Città metropolitana di Genova che monitora la qualità dell’aria all'Acquasola, in centro città: il valore dell'agente inquinante rilevato nella fascia oraria fra le 15 e le 16 è stato infatti di 181 microgrammi per metro cubo d'aria, col limite

Il sindaco metropolitano e il consigliere delegato Enrico Pignone durante la discussione sul piano metropolitano dei rifiuti hanno ribadito che su questo tema “la voce della Città metropolitana sarà fermissima”.Trasferire in modo permanente i rifiuti del Tigullio costiero più Casarza Ligure e Castiglione Chiavarese nello spezzino aumenterebbe i costi per i cittadini del comprensorio sino quasi a raddoppiarli.

Il maltempo ha quasi dimezzato i valori del gas inquinante che sabato e domenica scorsi aveva sforato i limitiRestano bassi sotto nuvole e pioggia i valori dell'ozono che sabato e domenica aveva fatto registrare numerosi sforamenti del limite di 180 microgrammi per metro cubo dalle centraline della Città metropolitana di Genova.

Le postazioni di monitoraggio della Città metropolitana di Genova hanno misurato valori ampiamente nei limiti per gli inquinanti e le previsioni meteo sono sfavorevoli al ristagno.Il tempo cambia alla velocità della luce, ma almeno gli inquinanti rimangono sotto controllo.

L'agente inquinante ha superato la soglia di informazione alla popolazione di 180 microgrammi per metro cubo in totale 8 volte, con un picco di 197 all'Acquasola.  Valori dell'ozono ancora sopra la soglia di 'informazione alla popolazione' di 180 microgrammi per metro cubo, ieri domenica 8 maggio, in alcune postazioni di rilevamento della Città metropolitana di Genova: le centraline che monitorano la qualità dell’aria hanno infatti rilevato 3 sforamenti all'Acquasola (valore massimo rilevato 197), altrettanti a Quarto (valore massimo 195) e infine 2 sulle alture di Pegli (valore massimo 191

Tutte sotto la soglia di informazione le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.

Con uno sforamento oltre la soglia dei 180 microgrammi per metro cubo registrato ieri pomeriggio dalla centralina sulle alture di Pegli.Il sole già quasi estivo fa risalire l'ozono che ieri pomeriggio  ha superato il limite dei 180 microgrammi per metro cubo (la soglia d’informazione alla cittadinanza) sulle alture di Pegli, con una media oraria massima di 181 ug/m3 registrata dalla centralina della Città metropolitana di Genova  fra le 16 e le 17. I valori dello stesso gas sono invece rimasti nei limiti nelle misurazioni delle altre cabine di monitoraggio genovesi all'Acquasola (167ug/m3),

Approvata dal Consiglio metropolitano la delibera di adozione del piano presentata dal consigliere delegato Enrico Pignone. “Risposta  strategica alla sfida di aumentare il riciclo delle materie  come risorse” ha detto il sindaco Marco Doria.Un sistema integrato e modulato per far crescere anche oltre il 65% previsto per il 2020 le percentuali di raccolta differenziata e riciclo dei materiali come risorse, riducendo dalle attuali 300.000 all’anno a 86.000 le tonnellate di materiali residui in discarica.

La centralina della Città metropolitana nel centro di Genova ha rilevato, nelle due fasce orarie fra le 14 e le 16, rispettivamente 192 e 197 microgrammi di inquinante per metro cubo di aria, valori oltre la ‘soglia di informazione alla popolazione’ fissata a 180 (a Pegli rilevati 181 fra le 14 e le 15).

Tutte nei limiti di legge le concentrazioni in atmosfera di agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, mercoledì 8 giugno, nella Città metropolitana di Genova: le centraline che monitorano la qualità dell’aria non hanno infatti rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Tutte nei limiti di legge le concentrazioni in atmosfera di agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, giovedì 2 giugno, nella Città metropolitana di Genova.

Dati positivi sino alla mezzanotte scorsa sull'ozono e gli altri inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova.Il cielo è ancora coperto, ma sotto le nuvole gli inquinanti restano bassi dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Sono buone, almeno per l'aria, anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.

Fra le 15 e le 16 registrata una concentrazione in atmosfera lievemente sopra la 'soglia di informazione alla popolazione' (182 microgrammi per metro cubo, con la soglia di legge a 180).  Un lieve superamento della 'soglia di informazione alla popolazione' della concentrazione di ozono in atmosfera (182 microgrammi per metro cubo, con la soglia di legge fissata a 180) è stato registrato ieri, venerdì 27 maggio, fra le 15 e le 16, dalla centralina della Città metropolitana di Genova collocata sulle alture di Pegli.Si consiglia di limitare l'esposizione all'aria aperta a bambini, anziani e pe

Le centraline della Città metropolitana di Genova hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.

Cielo velato da nubi e foschia, ma aria per ora pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.

Mercoledì 8 giugno alle 17 al Museo di Sant’Agostino, organizzato da Greenitalia e collegato alla mostra “Corsi d’acquaedicemento”. Interviene per la Città metropolitana di Genova il consigliere delegato all’ambiente Enrico Pignone.Le ferite devastanti del dissesto idrogeologico tra alluvioni e frane e le condizioni dei fiumi e dei torrenti liguri, risorse preziose tra magnifici scorci naturali e angoli di storia, ma troppo spesso segnati e costretti nel loro corso anche dal cemento.

Tutte nei limiti di legge le concentrazione in atmosfera di agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.   Aria pulita ieri, martedì 31 maggio, nella Città metropolitana di Genova. Le centraline che monitorano la qualità dell’aria non hanno infatti rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, superamenti dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

L'inquinante, dopo gli sforamenti del giorno precedente, è rientrato nei limiti dicono i dati delle centraline della Città metropolitana sino alla mezzanotte scorsa.Clima ancora caldo e molto umido, ma i temporali di ieri mattina hanno tenuto più pulita l'aria e l'ozono, dopo gli sforamenti del giorno precedente, è sceso tornando nella norma dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori al di sotto dei limiti anche per il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Positive p

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Risalgono le temperature, ma sinora non gli inquinanti dell'aria dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che hanno misurato valori inferiori ai limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Il servizio meteo dell'Aeronautica Militare prevede "condizioni d'indifferenza", ossia senza influssi climatici significativi rispetto alla situazione dello smog.

Tutte nei limiti di legge le concentrazioni in atmosfera di agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.   Aria pulita ieri, lunedì 6 giugno, nella Città metropolitana di Genova: le centraline che monitorano la qualità dell’aria non hanno infatti rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

All'interno del Parco, nella località fra Fascia e Gorreto, la meravigliosa fioritura bianca.  All’interno del Parco dell’Antola, in una zona compresa fra il valico di Casa del Romano e il Pian della Cavalla, nei Comuni di Fascia e Gorreto in alta val Trebbia, si ripete ogni anno, nel mese di maggio, la meravigliosa fioritura bianca dei narcisi, che si stende su vaste superfici fra i 1200 e i 1500 metri di altitudine, nei pascoli inframmezzati da magnifici boschi di faggio.

Le centraline di monitoraggio dell’Ente hanno misurato dati ampiamente nei limiti per gli inquinanti sino alla mezzanotte scorsa.Nell’ottovolante del clima di questo maggio, fra giorni di sole già bollente e altri di pieno autunno, sono positivi gli ultimi dati sugli inquinanti dell’aria controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova che hanno misurato concentrazioni ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Non cambiano le previsioni meteo dell’Aeronautica militar

Due gli sforamenti orari del gas registrati ieri pomeriggio dalla centralina genovese di Quarto. Il centro operativo della Città metropolitana invita a limitare le esposizioni all’aria aperta per anziani, bambini e persone con problemi respiratori.L’ozono anche sotto le nuvole.

Nei limiti tutti gli inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova, ma le previsioni dell'Aeronautica Militare tornano  favorevoli al ristagno dello smog.Cielo striato di nuvole, ma situazione finora buona per gli inquinanti dell'aria controllati dalle centraline della Città metropolitana che hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.

Dati positivi dalle centraline della Città metropolitana di Genova sulla situazione dell'aria sino alla mezzanotte scorsa.Il sole è tornato, ma finora l'ozono no. Sono positivi, infatti, i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova sugli inquinanti dell'aria, con valori ampiamente nei limiti per questo gas oltre che per il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa. Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

Varato dalla Città metropolitana il documento che si prefigge, riorganizzando profondamente il ciclo dei rifiuti, di raggiungere ambiziosi obiettivi di raccolta differenziata e riuso di materiali recuperati.

Dopo i 'superi' registrati venerdì e sabato, ieri la concentrazione dell'inquinante atmosferico è rimasta sotto la soglia di informazione sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, domenica 29 maggio, nella Città metropolitana di Genova, dopo che venerdì e sabato erano stati registrati diversi superamenti della 'soglia di informazione alla popolazione' dell'ozono: le centraline che monitorano la qualità dell’aria hanno infatti rilevato sia nel capoluogo e sul resto del territorio metropolitano valori inferiori ai limiti di legge della concentrazione in

I valori di questo gas e degli altri inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sono rimasti nei limiti sino alla mezzanotte scorsa.A metà giornata sole e temperature da piena estate, poi nel pomeriggio e in serata tuoni e temporali come d'autunno.

Tutte nei limiti di legge le concentrazioni in atmosfera di agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.   Aria pulita nel weekend nella Città metropolitana di Genova. Sabato 4 e domenica 5 giugno, infatti, le centraline che monitorano la qualità dell’aria non hanno rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Dati positivi per questo gas e per gli altri inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova.Tanta umidità, ma aria pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che hanno misurato valori ridotti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

L'agente inquinante ha nuovamente superato la soglia di informazione alla popolazione di 180 µg/m3, ma solo per due ore in centro città e per un'ora in corso Europa.

La prima vera giornata calda dell'anno ha fatto salire la concentrazione dell'inquinante soprattutto in corso Europa e al passo dei Giovi, e (solo per un'ora) a Pegli e all'Acquasola. Inquinamento da ozono ieri, mercoledì 22 giugno, su gran parte del territorio della Città metropolitana di Genova, in particolare in corso Europa a Quarto, nel capoluogo, e al passo dei Giovi in comune di Mignanego. Le centraline che monitorano la qualità dell’aria hanno infatti rilevato 12 superamenti orari complessivi, in quattro diverse zone del territorio, della 'soglia di informazione alla popolazione' di

Tutte nei limiti di legge le concentrazioni in atmosfera di agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.   Aria pulita ieri, mercoledì 15 giugno, nella Città metropolitana di Genova: le centraline che monitorano la qualità dell’aria non hanno infatti rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Questo gas e gli altri inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sono rimasti nei limiti sino alla mezzanotte scorsa.Il caldo risale,  l'ozono per ora no. Questo gas e gli altri inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova (monossido di carbonio. biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili) sono infatti rimasti nei limiti sino alla mezzanotte scorsa.Il servizio meteo dell'Aeronautica Militare prevede "condizioni di indifferenza", ossia senza particolari influssi climatici rispetto alla situazione dello smog.

Il nuovo impianto, che contribuisce a far uscire il territorio della Città metropolitana dalla procedura di infrazione Ue, è stato inaugurato il 27 giugno dal ministro dell'ambiente Galletti.  Anche il Golfo Paradiso ha il suo depuratore allineato alle norme europee, grazie al lavoro congiunto di diversi enti con in testa la Città metropolitana di Genova.

Tutte nei limiti di legge le concentrazioni in atmosfera di agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano, ma le condizioni meteo tornano favorevoli al ristagno di inquinanti.  Aria pulita ieri, martedì 21 giugno, nella Città metropolitana di Genova: le centraline che monitorano la qualità dell’aria non hanno infatti rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri

I valori dell’agente inquinante registrati dalle centraline della Città metropolitana sono stati superiori a 180 µg/m3 in 9 fasce orarie complessive.

Da domani al 25 giugno con l’Alta Via Stage Race sui pedali e la I-Lavet (Liguria Alta Via Epic Trail) su 465 chilometri di sentieri.

Lieve risalita dell'agente inquinante nella postazione collocata sul passo appenninico: dalle 14 alle 18 registrato il superamento del valore di 180 µg/m3.  Ozono sopra la soglia di 'informazione alla popolazione' di 180 µg/m3 ieri martedì 28 giugno fra le 14 e le 18 al passo dei Giovi: in queste quattro ore infatti la centralina della Città metropolitana di Genova che monitora l'inquinamento atmosferico ha registrato valori della concentrazione in atmosfera dell'agente inquinante superiori, con un picco di 200 µg/m3 fra le 15 e le 16. Si consiglia di evitare esposizioni di lunga durata all

Col nuovo impianto Iren, inaugurato oggi dal ministro dell’ambiente, Città metropolitana più vicina dall’uscita dall’infrazione Ue sulla depurazione.

Dati positivi sugli inquinanti dalle centraline della Città metropolitana di Genova, ma le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare sono favorevoli al ristagno dello smog.Per ora più nuvole che smog. Lo dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il biossido d'azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili.

Ieri pomeriggio le centraline della Città metropolitana di Genova a Quarto e all'Acquasola hanno segnalato sei sforamenti orari di questo gas . Il centro operativo metropolitano invita a limitare le esposizioni all'aria aperta per bambini, anziani e persone con problemi respiratori.Termometro sopra i 30 gradi e nel caldo umido anche l'ozono s'impenna oltre i limiti.

Appuntamento alle 10.15 presso la Sala Polivalente del comune di Recco per visita guidata e presentazione.

Tutte nei limiti di legge le concentrazioni in atmosfera di agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano, ma le condizioni meteo restano favorevoli al ristagno di inquinanti.

Dati finora positivi dalle centraline della Città metropolitana di Genova, ma le previsioni dell'Aeronautica Militare sono favorevoli al ristagno degli inquinanti.Di nuovo qualche nuvola, ma finora l'aria resta pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare sono però favorevoli al ristagno dello smog e il conseguente invito del centro operativo

Basse le concentrazioni misurate dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Clima ieri sull'ottovolante fra nuvole, temporali e sole, ma almeno l'aria è rimasta pulita dicono le centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori bassi per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Clima caldo e umido, ma per ora senza picchi di ozono. Le centraline della Città metropolitana di Genova, infatti, hanno misurato valori inferiori ai limiti per questo gas e per il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa. Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

La società in house dell’Ente, con le modifiche allo statuto approvate dal Consiglio metropolitano su proposta del sindaco Marco Doria, supporterà le attività dei servizi pubblici d’interesse generale in ambito metropolitano.Dalla gestione e innovazione formativa alle attività per i servizi pubblici d’interesse generale nell’ambito metropolitano.

Dopo un giovedì e un venerdì  a livelli record, anche sopra la soglia di allarme di 240 µg/m3, ieri l'ozono è tornato quasi ovunque sotto la soglia di informazione alla popolazione di 180 µg/m3, tranne che per alcune ore ai Giovi, con valore massimo di 192 µg/m3.

La centralina della Città metropolitana ha segnalato uno sforamento del gas ieri pomeriggio fra le 15 e le 16 con una concentrazione media oraria massima di 188 microgrammi per metro cubo.Tanto sole e molto caldo tengono alto anche l'ozono.

La centralina della Città metropolitana posta in corso Europa ha registrato superamenti della soglia di allarme (240 µg/m3) dalle 15 alle 19, con picco di 299 alle 16, e poi alle 21.

Tutte nei limiti di legge le concentrazioni in atmosfera di agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.

Finora nei limiti l'ozono e gli altri inquinanti e le previsioni dell'Aeronautica Militare sono sfavorevoli al ristagno dello smog.Luglio inizia senza ozono. Nei dati di tutto il fine settimana, sino alla mezzanotte scorsa, infatti le centraline della Città metropolitana di Genova hanno misurato valori ampiamente nei limiti per questo gas e per gli altri inquinanti controllati (monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili). Buone per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

Approvata all’unanimità la delibera presentata dal consigliere delegato Enrico Pignone.

Il superamento del valore di 240 µg/m3 è stato registrato della centralina della Città metropolitana posta al Passo dei Giovi (4 volte, dalle 16 alle 19 e dalle 21 alle 22), ma ieri ci sono stati complessivamente 32 sforamenti della ‘soglia di informazione’ di 180 µg/m3 fra Giovi, Acquasola, Quarto e Pegli.  E' restato alto anche ieri, venerdì 24 giugno, l'inquinamento da ozono sul territorio metropolitano di Genova, come rilevato dalle centraline della Città metropolitana per il monitoraggio degli inquinanti atmosferici, collocate in diversi punti del territorio: l’ozono (O3) ha infatti su

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate nel capoluogo e nel resto del territorio dalle centraline della Città metropolitana.  Aria pulita anche ieri, giovedì 11 agosto, a Genova e nel resto del territorio metropolitano: le centraline della Città metropolitana che monitorano la qualità dell’aria non hanno infatti rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di

Questa mattina Conferenza dei servizi preliminare sul depuratore di Chiavari: sarà pronto nel 2.022 e servirà un bacino di 210.000 abitanti equivalenti. Il 22 luglio sarà la volta del depuratore di Cornigliano (D.a.c.). A Rapallo consegnata l’area di cantiere al vincitore della gara d’appalto: entro 90 giorni il progetto definitivo. Pignone: "Impegni rispettati".

Nel fine settimana la rete di monitoraggio della Città metropolitana di Genova non ha segnalato alcuno sforamento del gas e le previsioni dell'Aeronautica Militare restano sfavorevoli al ristagno degli inquinanti. Pioggia alternata al sole di un caldo afoso nel fine settimana, ma almeno senza sforamenti di ozono nell'aria. Le centraline della Città metropolitana di Genova hanno infatti registrato valori ampiamente nei limiti per questo gas e per il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.

Il quartiere del Ponente genovese resta una zona critica per l'alta concentrazione in atmosfera di O3, con 5 ore sopra la ‘soglia di informazione alla popolazione’ di 180 µg/m3.  Le alture di Pegli, dove arriva l'inquinamento atmosferico (ed anche acustico) prodotto dal vicino porto container di Pra, si confermano una delle aree del territorio metropolitano genovese più bersagliate dagli eccessi di ozono in atmosfera: anche ieri giovedì 4 agosto, infatti, la centralina della Città metropolitana di Genova che rileva le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti ha rilevato in quel p

Dati finora positivi dalle centraline della Città metropolitana di Genova, ma le previsioni dell'Aeronautica Militare sono favorevoli al ristagno dello smog.Situazione finora tranquilla per l'ozono e gli altri inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova (monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili) rimasti tutti nei limiti sino alla mezzanotte scorsa.

Dati nettamente al di sotto dei limiti per questo gas e gli altri inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova.Nuovi temporali ieri sera hanno tenuto bassi i valori dell'ozono, rimasti nettamente al di sotto dei limiti in tutte le rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova. Positivi anche i dati sul monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa, con previsioni meteo dell'Aeronautica Militare ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

Concentrazioni poco al di sotto dei limiti dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.L'ozono sfiora, ma non sfora il limite dei 180 microgrammi per metro cubo dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa. Il valore più elevato è stato segnalato dalla cabina di monitoraggio sulle alture di Pegli con una media oraria massima di 178 ug/m3, seguito dai 176 ug/m3 rilevati dalla cabina all'Acquasola, con concentrazioni inferiori in corso Firenze (170), Quarto (166) e sui Giovi (144).

Il temporale mattutino ha pulito l'aria riportando entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera dell'ozono.   L'aria è tornata pulita ieri, mercoledì 10 agosto, nel cielo sopra la Città metropolitana di Genova: merito soprattutto del temporale mattutino che ha ripulito l'atmosfera dagli agenti inquinanti, in particolare dall'ozono che per varie settimane ha superato in vari punti del territorio la 'soglia di informazione alla popolazione'.

Importanti annunci del consigliere delegato all'ambiente della Città metropolitana Enrico Pignone.  Enrico Pignone, consigliere delegato all'ambiente della Città metropolitana di Genova, convoca i giornalisti venerdì 15 luglio alle 13 presso la sala stampa della Cm a Genova (piazzale Mazzini, 2, quinto piano) per importanti annunci sul depuratore di Rapallo e su quello comprensoriale del Tigullio Orientale, a Chiavari.

Nessuno sforamento per questo gas dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana sino alla mezzanotte scorsa.Cielo velato e aria finora pulita.

Calo generale della concentrazione in atmosfera di O3: la ‘soglia di informazione alla popolazione’ di 180 µg/m3 superata per 2 ore solo sulle alture del quartiere cittadino di Ponente.  Si è ridotto notevolmente ieri mercoledì 3 agosto, dopo due giorni di fuoco, l'inquinamento da ozono a Genova: secondo quanto rilevato dalle centraline della Città metropolitana dislocate su tutto il territorio cittadino ed extraurbano, infatti, l’agente inquinante ha superato la ‘soglia di informazione alla popolazione’ di 180 µg/m3 solo sulle alture di Pegli, per sole 2 ore: dalle 12 alle 13 con un valore

Tre sforamenti orari del gas sono stati segnalati ieri dalle centraline della Città metropolitana di Genova all'Acquasola e a Quarto.Due nel pomeriggio e uno di sera gli sforamenti dell'ozono registrati ieri dalle centraline della Città metropolitana di Genova all'Acquasola e a Quarto, con valori superiori ai 180 microgrammi per metro cubo, la soglia d'informazione per la popolazione.All'Acquasola il gas ha toccato la media oraria massima di 194 ug/m3 fra le 14 e le 15, mentre a Quarto la soglia dei 180 ug/m3 è stata superata fra le 15 e le 16 con una concentrazione media oraria massima di

Dati in calo per gli inquinanti dalle centraline della Città metropolitana di Genova.Il vento forte e tempestoso, con pioggia e grandine in serata, ha anche ripulito l'aria, spazzando via l'ozono. I dati delle centraline della Città metropolitana di Genova per questo gas e per il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sono infatti rimasti tutti ampiamente nei limiti sino alla mezzanotte scorsa. Le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare sono ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

Il consigliere metropolitano all'ambiente apre all'opzione dei due distinti impianti, che il sindaco di Chiavari preferisce a quella dell'impianto unico nella sua città, deliberata dalla Città metropolitana: "Per l'area di Sestri Levante abbiamo chiare indicazioni, per il bacino dell'Entella la indichino presto". Con questa lettera indirizzata al sindaco di Chiavari Roberto Levaggi (clicca qui: 2016 08 11 Lettera Pignone Depuratore TigOr), Enrico Pignone, consigliere delegato all'ambiente della Città metropolitana di Genova, propone una soluzione al problema della depurazione delle acque de

Cinque sforamenti per questo gas registrati nel pomeriggio di ieri dalle centraline della Città metropolitana di Genova all'Acquasola e in corso Firenze. Limitare l'esposizione all'aria aperta per bambini, anziani e persone con problemi respiratori.

Martedì 9 agosto l'agente inquinante ha superato la ‘soglia di informazione alla popolazione’ di 180 µg/m3 fra l'1 e le 4 di notte nel quartiere di Castelletto. L’inquinamento da ozono si è concentrato ieri, martedì 9 agosto, in corso Firenze a Genova nelle ore notturne: le centraline della rete di monitoraggio dell'inquinamento della Città metropolitana di Genova, infatti, hanno registrato nella sola postazione di Castelletto concentrazioni in atmosfera di O3 superiori alla ‘soglia di informazione alla popolazione’ di 180 µg/m3, e precisamente dall'1 alle 4 di notte, con picco di 206 µg/m3

Domani alle 11.30 l'ente avvierà il percorso per “l'economia circolare” e si confronterà con tutti i soggetti coinvolti nel piano metropolitano dei rifiuti alla Camera di Commercio.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa non hanno segnalato sforamenti per questo gas.

Non si arresta l'inquinamento da O3, che in 13 fasce orarie ha sforato la ‘soglia di informazione alla popolazione’ di 180 µg/m3 a Pegli (picco di 211), Acquasola, corso Europa e corso Firenze.  Ancora inquinamento da ozono ieri martedì 2 agosto in tutta Genova: l'agente inquinante, secondo quanto rilevato dalle centraline della Città metropolitana dislocate su tutto il territorio cittadino ed extraurbano, ha superato la 'soglia di informazione alla popolazione' di 180 µg/m3 in ben 13 fasce orarie: come già accaduto lunedì 1, l'inquinamento maggiore si è registrato sulle alture di Pegli (5

34 quelli di ieri rispetto ai 19 del giorno prima registrati dalle centraline della Città metropolitana di Genova, il cui centro operativo invita a limitare le esposizioni all’aria aperta per anziani, bambini e persone con problemi respiratori.Fine settimana di Ferragosto con l’ozono oltre i limiti in tutta Genova e anche sui Giovi.

Tutte nei limiti di legge le concentrazioni in atmosfera di agenti inquinanti, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.

L'agente inquinante ha sforato la 'soglia di informazione alla popolazione' di 180 µg/m3 in particolare a Pegli, ma anche all'Acquasola, in corso Europa e in corso Firenze,  Ozono sopra la soglia di informazione alla popolazione di 180 µg/m3 ieri lunedì 1 agosto in tutta Genova: soprattutto sulle alture di Pegli (5 sforamenti orari del limite: dalle 11 alle 13, dalle 14 alle 17 e dalle 19 alle 20, con picco massimo di 205 µg/m3 dalle 14 alle 15), ma anche in centro città, all'Acquasola (182 µg/m3 fra le 15 e le 16), a Castelletto, in corso Firenze (186 µg/m3 fra le 14 e le 15) e nel Levante

Le centraline della Città metropolitana di Genova non hanno segnalato sforamenti per questo gas e le altre sostanze inquinanti sino alla mezzanotte scorsa.Temperature massime ieri vicine ai 30 gradi, ma senza sforamenti di ozono nell'aria.

Dopo numerosi giorni di inquinamento da O3 a Pegli, ieri sono state le centraline della Città metropolitana di corso Firenze, Acquasola e Quarto a registrare superamenti, anche notevoli, della ‘soglia di informazione alla popolazione’ di 180 µg/m3. L'inquinamento da ozono si è spostato ieri lunedì 8 agosto da Genova Pegli, dove era durato parecchi giorni seppur con discontinuità, al centro-levante del capoluogo della Città metropolitana: la concentrazione in atmosfera dell'agente inquinante ha infatti superato per 13 volte complessive, all'Acquasola, a Quarto e in corso Firenze, la ‘soglia

Dal 29 al 31 luglio a Loco di Rovegno l'8^ Expo Alta Valtrebbia fra prodotti e sapori di tutta la vallata, ristoro a km 0, biodiversità e conoscenza del lupo, rapaci e falconieri, filiera del legno, biologico e visite alla rinnovata centrale idroelettrica. Sulle due sponde del fiume, attraverso quello che Alessio Bianchi definisce “il nostro piccolo ponte di Brooklyn” si declina la formula dell'ottava edizione dell'Expo Alta Val Trebbia, dal 29 al 31 luglio a Loco di Rovegno.Una ricetta fatta di passione e orgoglio per la propria terra e voglia di unirne tutte le realtà per valorizzare atti

Con due sforamenti orari registrati dalla centralina a Quarto della Città metropolitana di Genova fra le 18 e le 20 di ieri. Ozono di nuovo oltre il limite dei 180 microgrammi per metro cubo. Il gas ha superato la soglia di informazione alla popolazione nei dati della centralina a Quarto della Città metropolitana di Genova che ieri ha registrato due sforamenti dalle 18 alle 20 con una concentrazione media oraria massima di 184 ug/m3.

Dopo i superamenti dei giorni scorsi, torna nei limiti di legge la concentrazione in atmosfera dell'agente inquinante, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano.

Con 19 “superi” orari complessivi registrati ieri pomeriggio dalle centraline della Città metropolitana di Genova, il cui centro operativo invita a limitare le esposizioni all’aria aperta per anziani, bambini e persone con problemi respiratori.L’ozono non va in ferie e risale oltre i limiti in tutta Genova. Questo gas ieri pomeriggio ha fatto registrare infatti complessivamente ben diciannove sforamenti del limite dei 180 microgrammi per metro cubo (la soglia d’informazione alla cittadinanza) alle centraline genovesi della Città metropolitana all’Acquasola, a Quarto, in corso Firenze e sull

L'economia del riuso e della rigenerazione delle materie, del riciclo e della condivisione di beni e servizi nella visione strategica della Città metropolitana che con LiguriaCircular di Amiu lancia gli Stati Generali per l'economia circolare.Se la strategia è quella del “rifiuto zero – dice Enrico Pignone– ogni materia è una risorsa e le città diventano miniere urbane.” E' l'evoluzione dell'economia circolare che, spiega il consigliere delegato all'ambiente della Città metropolitana di Genova, “appartiene alla nuova visione strategica del nostro ente e punta con percorsi e idee partecipati

La rete di monitoraggio della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa non ha segnalato sforamenti per l'ozono e le altre sostanze inquinanti controllate.Clima caldo e umido, ma finora senza sforamenti di ozono nell'aria. Le centraline della Città metropolitana di Genova hanno infatti registrato valori al di sotto dei limiti per questo gas e per il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica, ancora sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.

Dopo due giorni senza problemi, ieri nel quartiere del Ponente genovese le centraline della Città metropolitana hanno nuovamente registrato 7 superamenti della ‘soglia di informazione alla popolazione’ di 180 µg/m3.  E' un'estate inquinata quella di Pegli, dove ancora una volta ieri, domenica 7 agosto (dopo un venerdì e un sabato senza problemi), la concentrazione di ozono in atmosfera rilevata dalla centralina della Città metropolitana di Genova ha superato la ‘soglia di informazione alla popolazione’, fissata dalla legge a 180 µg/m3: gli sforamenti sono stati 7: dalle 14 alle 15 e poi, do

Il programma della Città metropolitana di Genova racconta con immagini e interviste le nuove attività sperimentate a Rossiglione da alcuni allevatori e la vita dei loro animali fra innovazione e natura.Yogurt, formaggi freschi e stagionati di qualità a chilometro zero. E’ la scelta di alcuni produttori della Valle Stura a Rossiglione che lavorano direttamente e commercializzano una parte del latte prodotto dalle loro mucche di razza Bruna.

Nei limiti l'ozono e gli altri inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova e meteo sfavorevole allo smog.Clima un po' più fresco e aria più pulita: le centraline della Città metropolitana di Genova, infatti, hanno misurato valori inferiori ai limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa e in tutto il fine settimana.Positive per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

Fra le 16 e le 18 l’agente inquinante ha superato seppur di poco la soglia di informazione alla popolazione di 180 µg/m3.  Due ore di inquinamento da ozono, seppur modesto, ieri sabato 30 luglio sul territorio metropolitano genovese: fra le 16 e le 18, infatti, la centralina di rilevamento della Città metropolitana di Genova posta sulle alture del quartiere di Pegli, nel Ponente del capoluogo, ha registrato il superamento della soglia di informazione alla popolazione di 180 µg/m3, con un valore di 187 µg/m3 nella prima ora e di 182 µg/m3 nella seconda.Si consiglia di evitare esposizioni di

 Con cinque sforamenti orari registrati ieri dalle centraline all’Acquasola e in corso Firenze della Città metropolitana di Genova, il cui centro operativo invita a limitare le esposizioni all’aria aperta per anziani, bambini e persone con problemi respiratori.Ozono ancora oltre il limite dei 180 microgrammi per metro cubo (la soglia di informazione per la popolazione) anche se rispetto al giorno precedente per questo gas si riduce nettamente il numero di sforamenti.Sono stati cinque infatti quelli registrati ieri pomeriggio (erano 21 il giorno precedente) dalla rete di monitoraggio della C

Ieri le centraline della Città metropolitana di Genova hanno registrato 24 “superi” orari, 4 fra le 23 e mezzanotte. Il centro operativo metropolitano invita a limitare le esposizioni all'aria aperta per bambini, anziani e persone con problemi respiratori. Nel caldo torrido di questa fine d'agosto l'ozono continua a superare il limite dei 180 microgrammi per metro cubo (soglia di informazione per la popolazione) e lo fa anche di notte.

In attesa delle imminenti perturbazioni che si prevede cancelleranno l'estate, continua l'inquinamento in vari punti del territorio.  Ancora inquinamento da ozono ieri, lunedì 12 settembre, nella Città metropolitana di Genova, con un ruolo determinante del clima caldo.

L’ozono tocca ma non supera la ‘soglia di informazione alla popolazione’ di 180 µg/m3 in corso Firenze.  Aria pulita, ieri mercoledì 7 settembre, nella Città metropolitana di Genova.

In tutte le postazioni di rilevamento la concentrazione di ozono è risultata ieri ampiamente sotto la 'soglia di informazione alla popolazione', ripetutamente superata nelle scorse settimane.  La pioggia di ieri mattina ha spazzato via l'inquinamento da ozono dal cielo della Città metropolitana di Genova: dopo numerose giornate di superamenti della 'soglia di informazione alla popolazione' di 180 microgrammi per metro cubo, infatti, ieri giovedì 15 settembre la concentrazione in atmosfera dell'agente inquinante è risultata in tutte le postazioni di rilevamento dell'ente, sia nel capoluogo c

L'agente inquinante ha ripetutamente superato la 'soglia di informazione alla popolazione' di 180 µg/m3 all'Acquasola, in corso Firenze, a Pegli e ai Giovi.  Ieri mercoledì 24 agosto, giornata di sole cocente, l'ozono ha superato la 'soglia di informazione alla popolazione' di 180 µg/m3 in tutta la Città metropolitana di Genova: i dati registrati dalle centraline di rilevamento dell’inquinamento dell'Ente, collocate sia nel capoluogo che sul resto del territorio, hanno infatti rilevato 7 superamenti orari del limite in corso Firenze (dalle 14 alle 20 e poi dalle 22 alle 23, con punta più al

Dopo tre giorni consecutivi di sforamenti i dati per questo gas ritornano bassi in tutte le postazioni di monitoraggio della Città metropolitana di GenovaCielo grigio, ma almeno nell'aria l'ozono è finalmente calato, dopo 66 sforamenti orari in tre giorni (19 sabato, 34 domenica e 13 lunedì).Sono infatti tutti ampiamente nei limiti i valori di questo gas rilevati sino alla mezzanotte scorsa dalle centraline della Città metropolitana di Genova , con dati bassi anche per il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Il servizio meteo dell'Aeronautica

Dalle rilevazioni di tutte le centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa e le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare restano sfavorevoli al ristagno degli inquinanti. Dopo sei giorni consecutivi di sforamenti l'ozono rientra nei limiti. Nessuna centralina della Città metropolitana di Genova, infatti, ha registrato sforamenti per questo gas sino alla mezzanotte scorsa.

Ieri le centraline della Città metropolitana di Genova hanno segnalato 27 “superi” orari del gas. Il centro operativo metropolitano invita a limitare le esposizioni all'aria aperta per bambini, anziani e persone con problemi respiratori. Sotto il gran sole di ieri l'ozono ha continuato a superare il limite dei 180 microgrammi per metro cubo (soglia di informazione per la popolazione) in tutta la città.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate nel capoluogo e nel resto del territorio dalle centraline della Città metropolitana.  Aria pulita ieri, martedì 23 agosto, a Genova e nel resto del territorio metropolitano: le centraline della Città metropolitana che monitorano la qualità dell’aria non hanno infatti rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo

Il perdurante clima torrido favorisce nell'atmosfera della Città metropolitana gli sforamenti del limite di legge dell’agente inquinante.  Anche ieri, domenica 11 settembre, il grande caldo ha propiziato l'inquinamento da ozono nella Città metropolitana di Genova.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate nel capoluogo e nel resto del territorio dalle centraline della Città metropolitana.

Domenica prossima la XV edizione della festa che rinnova le tradizioni più antiche, i mestieri e i sapori della vita nella vallata.

La centralina genovese in circonvallazione a monte ieri ha segnalato gli unici sforamenti del gas fra le 2 di notte e le 6 del mattino. Le previsioni meteo restano sfavorevoli al ristagno degli inquinanti. Cielo coperto e l'ozono finalmente si riduce.

All'incrocio con via Timavo, per il secondo giorno consecutivo l'NO2 ha sforato la soglia di legge: fra le 20 e le 22 toccati i 225 µg/m3.

Ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili nella norma dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova, ma le previsioni dell'Aeronautica Militare sono favorevoli al ristagno degli inquinanti.Cielo azzurro e ozono nei limiti, come il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili da tutte le rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Cambia però il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare che ritornano favorevoli al ristagno d

Come gli altri inquinanti controllati dalla rete di monitoraggio della Città metropolitana di Genova, tutti nella norma sino alla mezzanotte scorsa.Dati positivi per l'ozono da tutte le rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Bassi  anche i valori del monossido di carbonio, del biossido d'azoto, del diossido di zolfo e delle polveri sottili in tutta la rete metropolitana di monitoraggio e per l'aria sono buone anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare ancora sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.

I 'superi' della soglia sono stati registrati dalle centraline dell'Ente all'Acquasola (7 ore), in corso Firenze (6 ore) e al passo dei Giovi (4 ore).  Le centraline della Città metropolitana di Genova che rilevano l'inquinamento atmosferico hanno registrato ieri numerosi superamenti della 'soglia di informazione alla popolazione' della concentrazione in atmosfera di ozono, fissata dalla legge in 180 microgrammi per metro cubo di aria: per 7 ore all'Acquasola (dalle 13 alle 20, con picco di 208 microgrammi/metro cubo fra le 15 e le 16), per 6 ore in corso Firenze (dalle 13 alle 18 e poi dal

L'unico sforamento oltre i 180ug/m3 fra le 16 e le 17 di ieri. Valori nella norma dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova a Quarto, corso Firenze, alture di Pegli, Giovi e Propata. Nei limiti in tutte le postazioni il giorno precedente e anche ieri, con l'eccezione di uno sforamento orario all'Acquasola. Per l'ozono le centraline della Città metropolitana di Genova registrano finalmente dati in calo.

Marco Doria approfondisce gli assi del progetto, a partire dalle scuole superiori come fulcro di riqualificazione e inclusione delle periferie di Genova e delle Valli Polcevera, Scrivia e Stura, che prevede interventi per 40 milioni, anche per strade metropolitane e servizi per i Comuni.Oltre 16 milioni di euro per le scuole superiori; 14,6 per le strade metropolitane; 6,3 per scuole e servizi nei Comuni e 2,9 per la riduzione dei rischi idrogeologici.

 26 i “superi” orari di ieri registrati dalle centraline della Città metropolitana di Genova, il cui centro operativo invita a limitare le esposizioni all’aria aperta per anziani, bambini e persone con problemi respiratori.Il caldo è tanto, come l’ozono di nuovo oltre i limiti in tutta Genova.

Nell'ora di punta, il traffico sull'arteria del Levante genovese ha portato l'agente inquinante a superare la 'soglia di informazione alla popolazione' di 200 µg/m3.  Non è stato l'ozono, ieri venerdì 16 settembre, ma il biossido d'azoto a inquinare l'aria della Città metropolitana di Genova, in particolare quella del Levante del capoluogo: la centralina dell’Ente posta all'incrocio fra corso Europa e via Timavo ha infatti registrato per un'ora, fra le 19 e le 20, un valore di NO2 di 216 µg/m3, superiore quindi alla 'soglia di informazione alla popolazione' di 200 µg/m3.

Ieri 13 i “superi” di questo gas rilevati dalle centraline della Città metropolitana di Genova all'Acquasola, in corso Firenze e sulle alture di Pegli. Le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare tornano però sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.Dai 34 di domenica ai 13 di Ferragosto. L'ozono resta alto, ma si riduce il numero degli sforamenti dei 180 microgrammi per metro cubo (la soglia di informazione per la popolazione).

L’agente inquinante ha superato la ‘soglia di informazione alla popolazione’ di 180 µg/m3 all’Acquasola, in corso Europa e in corso Firenze.  L'inconsueto caldo di inizio settembre, con temperature superiori ai 30 gradi, ha innalzato ieri giovedì 8 settembre la concentrazione dell'ozono nell'atmosfera della Città metropolitana di Genova: l'agente inquinante infatti, secondo i dati registrati dalle centraline dell'Ente collocate sia nel capoluogo sia sul resto del territorio, ha superato la ‘soglia di informazione alla popolazione’ di 180 µg/m3 complessivamente in tre punti per un totale di

L'ozono e gli altri inquinanti controllati dalla rete di monitoraggio della Città metropolitana di Genova sono rimasti bassi sino alla mezzanotte scorsa.Tempo ancora incerto, ma almeno finora l'aria è pulita, con dati bassi per l'ozono da tutte le rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Ampiamente nei limiti anche i valori del monossido di carbonio, del biossido d'azoto, del diossido di zolfo e delle polveri sottili in tutta la rete metropolitana di monitoraggio.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora

Ieri le centraline della Città metropolitana di Genova hanno segnalato 21 superamenti orari del gas. Il centro operativo metropolitano invita a limitare le esposizioni all'aria aperta per bambini, anziani e persone con problemi respiratori. Sotto il gran sole di inizio settembre l'ozono continua a superare il limite dei 180 microgrammi per metro cubo (soglia di informazione per la popolazione) in tutta la città.

Interventi per 16 milioni nelle superiori che diventeranno 'civic center' con servizi, strutture, iniziative aperte. 14,5 milioni per le strade, 9 per gli interventi nei Comuni nel progetto dell'ente da 40 milioni per il Bando nazionale periferie. Dalle colonnine per bici e scooter elettrici ai sistemi per monitorare la formazione del ghiaccio sulle strade.

Con 21 sforamenti orari registrati ieri dalle centraline della Città metropolitana di Genova, il cui centro operativo invita a limitare le esposizioni all’aria aperta per anziani, bambini e persone con problemi respiratori.Ozono sempre alto, con 21 superamenti orari registrati ieri dalle centraline della Città metropolitana di Genova all’Acquasola, a Quarto, in corso Firenze e sulle alture di Pegli oltre il limite dei 180 microgrammi per metro cubo (la soglia d’informazione alla cittadinanza).Sei gli sforamenti dell’ozono sulle alture di Pegli dove la centralina della Città metropolitana li

Le centraline della Città metropolitana hanno rilevato 11 superamenti della 'soglia di informazione alla popolazione' in corso Firenze, 11 all'Acquasola e 8 a Quarto.  Trenta ore complessive di inquinamento da ozono ieri, martedì 13 settembre, nella città di Genova, complice il perdurante clima torrido di questa prima metà di settembre.

L'agente inquinante ha superato la 'soglia di informazione alla popolazione' fra l'1 e le 7 e poi per 3 ore nel primo pomeriggio.

Tutti ampiamente nei limiti i valori registrati sino alla mezzanotte scorsa dalle centraline della Città metropolitana di Genova, con previsioni meteo dell'Aeronautica Militare sfavorevoli al ristagno dello smog.Scendono i termometri e i valori degli inquinanti dell'aria, con dati ampiamente nei limiti registrati fino alla mezzanotte scorsa dalle centraline della Città metropolitana di Genova per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Positive per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare che restano sfavorevoli al

L’agente inquinante ha superato la ‘soglia di informazione alla popolazione’ di 180 µg/m3 fra le 15 e le 16.  Modesto e breve superamento, ieri martedì 6 settembre in corso Firenze a Genova, della ‘soglia di informazione alla popolazione’ di 180 µg/m3 della concentrazione di ozono in atmosfera: la locale centralina di rilevamento dell’inquinamento della Città metropolitana di Genova ha infatti registrato fra le 15 e le 16 un valore di 184 µg/m3.

Dati positivi dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa, con previsioni meteo dell'Aeronautica Militare sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.Clima incerto fra nuvole e sole e aria più pulita, con l'ozono che resta basso in tutte le rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Ampiamente nei limiti anche i valori del monossido di carbonio, del biossido d'azoto, del diossido di zolfo e delle polveri sottili in tutta la rete metropolitana di monitoraggio.Buone per l'aria anche le previsioni meteo dell'A

Ieri le centraline della Città metropolitana di Genova hanno segnalato nuovi sforamenti del gas e le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare tornano favorevoli al ristagno degli inquinanti.Clima di nuovo molto caldo sotto il sole e l'ozono dopo un giorno di tregua risale oltre il limite dei 180 microgrammi per metro cubo, la soglia d'informazione alla popolazione.Ieri la rete di monitoraggio della Città metropolitana di Genova ha infatti registrato altri 13 sforamenti orari di questo gas:3 segnalati dalla centralina all'Acquasola dalle 17 alle 20 (con la media oraria massima di 196 ug/m3

Tutti bassi i valori dell'ozono e delle altre sostanze controllate dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Scendono i termometri e i valori degli inquinanti dell'aria. Sono tutti bassi, infatti, i dati sull'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili rilevati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa. Positive per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, nuovamente sfavorevoli al ristagno dello smog.

L'agente inquinante ieri ha superato la 'soglia di informazione alla popolazione', seppur di poco, a Pegli e in corso Firenze. Col ritorno di temperature più elevate, ieri, domenica 25 settembre, nella Città metropolitana di Genova è tornato l'inquinamento da ozono. L’agente inquinante, secondo i dati registrati dalle centraline di rilevamento dell’inquinamento dell’Ente collocate sia nel capoluogo che sul resto del territorio, ha superato la ‘soglia di informazione alla popolazione’ di 180 µg/m3, seppur di poco, sia sulle alture di Pegli sia in corso Firenze.

La centralina in circonvallazione a monte della Città metropolitana di Genova ha segnalato ieri pomeriggio altri due sforamenti del gas oltre i 180 microgrammi per metro cubo.L'ozono resta alto anche a fine settembre.

Dati molto bassi per gli inquinanti da tutte le centraline della Città Metropolitana di Genova.Oggi sotto l'allerta meteo non è certamente la prima preoccupazione per Genova e il territorio, ma almeno l'aria è rimasta pulita, con dati molto bassi per gli inquinanti registrati da tutte le centraline della Città metropolitana sino alla mezzanotte scorsa.Il maltempo è arrivato e le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare sono perciò nettamente sfavorevoli al ristagno dello smog.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano dalle centraline della Città metropolitana.  Aria pulita ieri, lunedì 19 settembre, a Genova e nel resto del territorio metropolitano: le centraline della Città metropolitana che monitorano la qualità dell’aria non hanno infatti rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, di

La centralina della Città metropolitana sulle alture del quartiere ponentino ha segnalato ieri fra le 18 e le 19 un superamento del limite dei 180 microgrammi per metro cubo. Se il calendario da settimane è entrato nell'autunno, il clima sino a ieri è rimasto quello dell'estate e infatti nell'aria genovese rispunta l'ozono.

La centralina della Città metropolitana posta nel quartiere del Ponente genovese ha registrato fra le 17 e le 18 un lieve superamento della ‘soglia di informazione alla popolazione’.

Ieri le centraline della Città metropolitana di Genova in corso Firenze e sulle alture di Pegli hanno segnalato 5 nuovi superamenti orari del gas oltre il limite dei 180 microgrammi per metro cubo. Nel clima di nuovo estivo, anche se l'autunno sul calendario è cominciato da una settimana, l'ozono si riaffaccia fuori stagione e ieri, come domenica, ha superato il limite dei 180 microgrammi per metro cubo (soglia di informazione per la popolazione).

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

L’agente inquinante ieri ha superato la ‘soglia di informazione alla popolazione’ per due ore. Valori alti ma sotto la soglia all'Acquasola e in corso Firenze. Il permanere del clima estivo ha favorito anche ieri, mercoledì 28 settembre, l'inquinamento da ozono nella Città metropolitana di Genova.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa, con previsioni meteo dell'Aeronautica Militare però favorevoli al ristagno dello smog.Aria pulita, dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Cambia però il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare che ritornano favorevoli al ristagno dello smog e il conseguente invito del centro operati

Tutte basse le concentrazioni di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili rilevate sino alla mezzanotte scorsa dalle centraline della Città metropolitana di Genova.Termometri in discesa come i valori degli inquinanti dell'aria.

Bassi i valori dell’ ozono, del monossido di carbonio, del biossido d’azoto, del diossido di zolfo e delle polveri sottili misurati dalle centraline dell’Ente sino alla mezzanotte scorsa. Il cielo è tornato sereno e i valori degli inquinanti dell'aria sono bassi come le temperature.

I valori dell'ozono e delle altre sostanze controllate dalle centraline della Città metropolitana di Genova sono rimasti bassi sino alla mezzanotte scorsa.Restano bassi i valori degli inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato concentrazioni ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Positive per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog .

Tutti ampiamente nei limiti i valori registrati sino alla mezzanotte scorsa dalle centraline della Città metropolitana di Genova, con previsioni dell'Aeronautica Militare sfavorevoli al ristagno dello smog.Restano bassi gli inquinanti dell'aria, con dati ampiamente nei limiti rilevati sino alla mezzanotte scorsa dalle centraline della Città metropolitana di Genova per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Tornano positive per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, oggi sfavorevoli al ristagno dello smog.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa, con previsioni meteo dell'Aeronautica Militare sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.Restano bassi i valori degli inquinanti dell'aria rilevati dalle centraline della Città metropolitana di Genova.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

La Città metropolitana di Genova ha dato mandato al gestore del servizio idrico di valutare aspetti tecnici e costi (più alti di quelli per il depuratore unico) delle tre diverse ipotesi di doppio impianto discusse questa mattina dal consigliere delegato Pignone e dai sindaci della vallata.

Bassi sino alla mezzanotte scorsa i valori degli inquinanti rilevati dalle cabine di monitoraggio della Città metropolitana di Genova e le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare sono sfavorevoli al ristagno dello smog.Aria più pulita, dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Buone per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello sm

Bassi i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati dalle centraline della Città metropolitana di Genova, con previsioni meteo però che tornano favorevoli al ristagno dello smog.Di nuovo sotto le nuvole, ma l'aria finora è pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che nelle ultime ventiquattro ore di monitoraggio hanno registrato valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Cambia però il segno delle previsioni meteo

Tutti inferiori ai limiti i valori degli inquinanti misurati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa e le previsioni dell'Aeronautica Militare sono sfavorevoli al ristagno dello smog.Concentrazioni ancora basse per gli inquinanti dell'aria dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova.

Alle 11 la firma della Carta di partenariato Pelagos che impegna le amministrazioni comunali a proteggere i mammiferi marini nell'area del Santuario, fra Costa Azzurra, Liguria, Toscana, Corsica e Sardegna.  Giovedì 17 novembre alle 11, nell'Auditorium dell'Acquario di Genova, si svolgerà la cerimonia di sottoscrizione da parte di 10 comuni costieri della Città metropolitana di Genova (con consegna della bandiera di Pelagos a tutti i 16 comuni costieri della Città metropolitana che adesso vi aderiscono), della Carta di partenariato Pelagos fra Italia, Francia e Principato di Monaco, che imp

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sull'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili rilevati sino alla mezzanotte scorsa.Tra sole e nuvole l'aria è pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che hanno rilevato valori bassi per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Buone per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

Anche un rap, oltre a una performance teatrale, fra gli elaborati prodotti dai ragazzi delle scuole genovesi per la mostra promossa da Città metropolitana e Fondazione Muvita, in corso fino a domattina a palazzo Doria Spinola.  C'è anche 'Andiamo a rinnovare', canzone rap adattata alla musica dell'amatissima hit estiva 'Andiamo a comandare', fra gli elaborati sul tema del cambiamento climatico, del risparmio energetico e delle energie rinnovabili che, in occasione del Festival della Scienza, gli allievi di alcune scuole materne e primarie hanno realizzato e messo in mostra nel cortile di Pa

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, mercoledì 19 ottobre, a Genova e nel resto del territorio metropolitano: le centraline della Città metropolitana che monitorano la qualità dell’aria non hanno infatti rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, d

Molto bassi i valori degli inquinanti controllati dalle centraline dell'Ente sino alla mezzanotte scorsa.Cielo azzurro e temperature basse come gli inquinanti dell'aria controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova. Tutta la rete di monitoraggio dell'ente sino alla mezzanotte scorsa ha misurato infatti valori molto ridotti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili .Buone per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

I ragazzi della 4a B della scuola primaria 'Thouar' di Genova Pra hanno 'processato' le diverse fonti energetiche in occasione del Festival della Scienza.  Il 'Processo alle energie', performance teatrale messa in scena dagli allievi della 4B della scuola primaria 'Thouar' di Genova Pra dove un tribunale processa il petrolio, il gas metano e le energie rinnovabili per condannare o assolvere dal reato di inquinamento ambientale, è uno fra gli elaborati sul tema del cambiamento climatico, del risparmio energetico e delle energie rinnovabili prodotti in occasione del Festival della Scienza dag

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Bassi i valori di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili rilevati sino alla mezzanotte scorsa dalle centraline della Città metropolitana di Genova.Un po' di sole fra nuvole e foschia con aria pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno registrato valori bassi per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Per l'aria sono positive anche le previsioni meteo dell'Aeronautica militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.

Il consigliere delegato all'ambiente dell'ente titolare della gestione della rete idrica ha chiesto all'azienda affidataria un report sulla condizione delle condutture a Genova e ha ottenuto l'istituzione di una task force permanente di ispettori e di un tavolo congiunto con l'Università che pianificherà investimenti per i prossimi 10 anni.

Dati ampiamente nei limiti in tutta la rete di monitoraggio della Città metropolitana di Genova.Ancora nuvole, ma finora poco smog. Sono positivi infatti i dati positivi l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili registrati da tutte le centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Per l'aria restano buone anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.

Bassi i livelli di ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili misurati dalle centraline della Città metropolitana di Genova, con previsioni meteo ancora sfavorevoli allo smog.Dopo i temporali ritorna il sole e l'aria, più fredda, è pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno registrato valori bassi per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Buone per l’aria anche le previsioni meteo dell’Aeronautica militare, sempre sfavorevo

Realizzato in occasione del Festival della Scienza, il rap con la musica di 'Andiamo a comandare' è opera degli allievi della 5C della scuola primaria 'Thouar' di Genova Pra.  'Andiamo a rinnovare’, canzone rap adattata alla musica dell’amatissima hit estiva ‘Andiamo a comandare’ e realizzata dagli allievi della 5C della scuola primaria 'Thouar' di Genova Pra è uno fra gli elaborati sul tema del cambiamento climatico, del risparmio energetico e delle energie rinnovabili prodotti in occasione del Festival della Scienza dagli allievi di alcune scuole primarie della Città metropolitana di Geno

Molto bassi i valori degli inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Clima grigio e piovoso, ma almeno il maltempo mantiene pulita l'aria. Sono infatti rimasti bassi tutti i valori dell'ozono, del monossido di carbonio, del biossido d'azoto, del diossido di zolfo e delle polveri sottili rilevati sino alla mezzanotte scorsa dalle centraline della Città metropolitana di Genova.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre nettamente sfavorevoli al ristagno dello smog.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Libri in scatola, plastici, video rap, disegni e attività negli orti raccontano la creatività delle scuole primarie di Staglieno, Prà, Masone e Davagna nella mostra curata dalla Città metropolitana che si presenta giovedì 27 al circolo dell'Autorità Portuale.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Le centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa hanno registrato dati bassi per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili, con previsioni meteo dell'Aeronautica Militare sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.Il cielo torna grigio di nuvole, ma l'aria finora resta pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova, con valori bassi sino alla mezzanotte scorsa per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Positive per l'aria an

Bassi tutti i valori degli inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Clima davvero autunnale, ma almeno sotto le nuvole cariche di pioggia l'aria resta pulita. Sono rimasti bassi, infatti, tutti i valori dell'ozono, del monossido di carbonio, del biossido d'azoto, del diossido di zolfo e delle polveri sottili registrati sino alla mezzanotte scorsa dalle centraline della Città metropolitana di Genova.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.

Ancora bassi i valori degli inquinanti rilevati dalle centraline della Città metropolitana di Genova.Sotto un cielo di nuovo soleggiato l'aria è fredda e pulita, dicono i dati sugli inquinanti delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno registrato valori bassi per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.

Oggi all’Acquario di Genova i sindaci di 10 comuni genovesi hanno firmato la Carta di Partenariato Pelagos, aggiungendosi agli altri 6 che avevano già aderito: sosterranno attivamente le misure di protezione dei mammiferi marini nell’area del Santuario, che si estende per 87.500 km2 nel Tirreno settentrionale.  Dopo l’adesione nei mesi scorsi dei 6 comuni di Bogliasco, Chiavari, Camogli, Portofino, Rapallo e Santa Margherita Ligure, questa mattina anche i sindaci degli altri 10 comuni costieri della Città metropolitana di Genova (Genova, Arenzano, Cogoleto, Lavagna, Moneglia, Pieve Ligure,

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, giovedì 27 ottobre, a Genova e nel resto del territorio metropolitano: le centraline della Città metropolitana che monitorano la qualità dell’aria non hanno infatti rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, dio

Tutti bassi i valori misurati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.E' fredda, ma pulita l'aria dice il report delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno rilevato dati bassi per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare indicano condizioni "di indifferenza”, ossia senza influssi climatici significativ

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, giovedì 20 ottobre, a Genova e nel resto del territorio metropolitano: le centraline della Città metropolitana che monitorano la qualità dell’aria non hanno infatti rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, dio

Tutti ridotti i valori degli inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Tornano le nuvole, ma non cambia la situazione dell'aria, sempre fredda e con bassi valori degli inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, mercoledì 23 novembre, a Genova e nel resto del territorio metropolitano: le centraline della Città metropolitana che monitorano la qualità dell’aria non hanno infatti rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto,

Dati positivi sull'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Aria pulita, dice il report delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato concentrazioni basse per ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili nel capoluogo e sul territorio.Cambia, però, il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare tornate favorevoli al ristagno

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, mercoledì 30 novembre, a Genova e nel resto del territorio metropolitano: le centraline della Città metropolitana che monitorano la qualità dell’aria non hanno infatti rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto,

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, mercoledì 14 dicembre, a Genova e nel resto del territorio metropolitano: le centraline della Città metropolitana che monitorano la qualità dell’aria non hanno infatti rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto,

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, martedì 22 novembre, a Genova e nel resto del territorio metropolitano: le centraline della Città metropolitana che monitorano la qualità dell’aria non hanno infatti rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, di

Le centraline dell'Ente hanno misurato valori molto bassi per gli inquinanti sino alla mezzanotte scorsa. Cielo terso e aria pulita. Le centraline della Città metropolitana di Genova hanno infatti registrato valori molto bassi per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa. Restano buone per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Tutti bassi i valori rilevati dalle centraline della Città metropolitana di Genova e il meteo dell'Aeronautica Militare resta sfavorevole al ristagno dello smog. Si diradano le nuvole e l'aria resta pulita dice il report sugli inquinanti delle centraline della Città metropolitana di Genova. Sino alla mezzanotte scorsa, infatti, tutte le postazione della rete, nel capoluogo e sul territorio, hanno misurato valori ridotti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.

Resilienza, messa in sicurezza del territorio, difficoltà delle imprese che continuano a soffrire per la crisi, lotta all'abbandono dell'entroterra, trasporto pubblico locale e viabilità nell'incontro con le valli Fontanabuona, Aveto, Sturla e Graveglia.Sala piena anche a Calvari di San Colombano con tante idee e proposte dai tavoli di lavoro sulle valli Fontanabuona, Aveto, Graveglia e Sturla al secondo incontro, dopo quello all'Economica di Chiavari per il Tigullio, per la presentazione e il confronto sul piano strategico della Città metropolitana di Genova.

Valori molto ridotti per gli inquinanti dal report delle centraline di monitoraggio dell'Ente sino alla mezzanotte scorsa.Bassi come le temperature i livelli degli inquinanti dell'aria dice il report delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno registrato valori ridotti di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili. Positive per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

Dati positivi per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili da tutte le rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova.Sotto il sole finora l'aria resta pulita.

Tutti bassi i dati giornalieri sugli inquinanti misurati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Il maltempo, con piogge intense anche questa mattina, tiene almeno pulita l’aria. Il report delle centraline della Città metropolitana di Genova segnala infatti valori bassi per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Le previsioni meteo dell’Aeronautica Militare restano nettamente sfavorevoli al ristagno dello smog.

Valori ridotti per tutti gli inquinanti monitorati dalle centraline della Città metropolitana di Genova.Cielo coperto e dati bassi come le temperature per gli inquinanti dell'aria. Le centraline della Città metropolitana di Genova, infatti, sino alla mezzanotte scorsa e per tutto il fine settimana hanno misurato valori molto ridotti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavrevoli al ristagno dello smog.

Dal 17 novembre aderiscono alla Carta di partenariato che tutela i mammiferi marini in un'area di 87.000 km2 nel Tirreno settentrionale fra Sardegna, Corsica, Liguria, Toscana e Costa Azzurra.  Adesso nel Santuario dei cetacei ci sono tutti e 16, da Arenzano a Moneglia: dal 17 novembre, giorno della cerimonia all’Acquario di Genova con cui i 10 comuni costieri della Città metropolitana di Genova ancora mancanti hanno sottoscritto l'adesione alla Carta di partenariato Pelagos fra Italia, Francia e Principato di Monaco, tutti i comuni costieri genovesi aderiscono a questo progetto europeo che

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.    Aria pulita nel weekend appena trascorso a Genova e nel resto del territorio metropolitano: sia domenica 27 che sabato 26 novembre, infatti (come venerdì 25) le centraline della Città metropolitana che monitorano la qualità dell’aria non hanno infatti rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera degli

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, giovedì 17 novembre, a Genova e nel resto del territorio metropolitano: le centraline della Città metropolitana che monitorano la qualità dell’aria non hanno infatti rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, di

Tutte ridotte le concentrazioni rilevate sino alla mezzanotte scorsa dalle centraline della Città metropolitana di Genova.Tante nuvole, ma finora poco smog. Sono tutti bassi, infatti, i valori dell'ozono, del monossido di carbonio, del biossido d'azoto, del diossido di zolfo e delle polveri sottili misurati sino alla mezzanotte scorsa dalle centraline della Città metropolitana di Genova.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.

Con il sindaco Doria e la vicesindaco Ghio molti amministratori locali, cittadini e rappresentanti del mondo economico, produttivo, sociale, sindacale e associazioni per la prima tappa di elaborazione condivisa del piano strategico metropolitano.Primo incontro nel Tigullio, alla Società Economica di Chiavari, sulle linee e le proposte per il piano strategico della Città metropolitana di Genova, lo strumento più importante per definire con la partecipazione dei Comuni, delle comunità locali, di chi vive, studia e lavora sul territorio gli obiettivi di sviluppo, integrazione e coesione di tut

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, mercoledì 11 gennaio, a Genova e nel resto del territorio metropolitano: le centraline della Città metropolitana che monitorano la qualità dell’aria non hanno infatti rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, d

Livelli molto ridotti dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Termometri in picchiata come i valori degli inquinanti dell'aria. Le centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa hanno infatti registrato dati molto bassi per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Positive almeno per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare che restano nettamente sfavorevoli al ristagno dello smog.

Dati positivi dalle centraline di monitoraggio della Città metropolitana di Genova.Sotto il sole l'aria resta pulita. Lo dice il report delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno registrato valori bassi per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili in tutta la rete, nel capoluogo e sul territorio.Il servizio meteo dell'Aeronautica Militare prevede condizioni atmosferiche "di indifferenza", ossia senza influssi climatici rilevanti rispetto alla situazione degli inquinanti.

A Villa Serra, nel Comune di Sant'Olcese, alle 14.30 l'appuntamento con enti e cittadini su linee e proposte per la costruzione partecipata dal territorio del piano con gli amministratori e lo staff di pianificazione della Città metropolitana.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova.Termometri in picchiata come gli inquinanti dell'aria, gelida e pulita. Tutte le centraline della Città metropolitana di Genova infatti hanno misurato valori molto bassi di ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili nel capoluogo e sul territorio sino alla mezzanotte scorsa.Buone per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

"E' previsto un pilone in una zona destinata a opere del depuratore. Autostrade sapeva del nostro progetto, ma per ora non intende modificare il proprio.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Dati positivi per gli inquinanti controllati dalle centraline dell'Ente.Sotto il cielo sereno è fredda e pulita l'aria nella Città metropolitana di Genova. Le centraline dell'Ente che controllano gli inquinanti hanno misurato valori molto bassi per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa. Buone per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

Nel programma della Città metropolitana di Genova il racconto per immagini del magnifico Presepe naturalistico del piccolo borgo della Val Lentro, nel territorio di Bargagli.Un incantevole specchio della storia del territorio, con case, fienili, fontane perfette copie in scala ridotta, come le stalle, le botteghe, i laboratori artigiani degli antichi borghi dell'entroterra ligure.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita durante le festività natalizie a Genova e nel resto del territorio metropolitano: sia nella giornata di Natale (domenica 25 dicembre) che in quella di S.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Dopo mesi di confronti, individuato il sito dove sorgerà l’impianto di depurazione della valle dell’Entella, mentre la Val Petronio avrà come già deciso un impianto a Ramaia (Sestri Levante). Dopo quasi un anno e mezzo di animato confronto con le amministrazioni comunali e le comunità del Tigullio Orientale, Città metropolitana di Genova ha infine individuato, sulla scorta di verifiche ingegneristiche fatte da Iren, gestore della rete idrica, una collocazione per il nuovo depuratore di Chiavari e della Valle dell’Entella, e l’ha sottoposta questa mattina (insieme al progetto di depuratore g

Dati positivi nel giorno di Capodanno sugli inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova.Primo giorno dell'anno nuovo con l'aria pulita. Sono infatti tutti bassi i valori degli inquinanti misurati a Genova e sul territorio dalle centraline della Città metropolitana sino alla mezzanotte scorsa.Buone per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, tornate sfavorevoli al ristagno dello smog.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, giovedì 22 dicembre, a Genova e nel resto del territorio metropolitano: le centraline della Città metropolitana che monitorano la qualità dell’aria non hanno infatti rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, di

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Alle 12 presso la sala stampa della Città metropolitana in piazzale Mazzini a Genova il consigliere delegato all’ambiente farà il punto sugli impianti di depurazione del territorio: soprattutto su Chiavari e Sestri Levante ma anche su Rapallo, Arenzano, Cornigliano e Recco.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Tutti bassi i valori degli inquinanti rilevati sino alla mezzanotte scorsa dalle centraline dell'Ente nel capoluogo e sul territorio.Cielo coperto, ma sotto le nuvole non c'è smog dice il responso delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori bassi per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili nel capoluogo e sul territorio.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, martedì 20 dicembre, a Genova e nel resto del territorio metropolitano: le centraline della Città metropolitana che monitorano la qualità dell’aria non hanno infatti rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, di

Valori bassi sugli inquinanti da tutte le centraline di monitoraggio dell'Ente.I termometri restano bassi come gli inquinanti dell'aria controllati dalla rete di monitoraggio della Città metropolitana di Genova. Tutte le centraline dell'Ente sino alla mezzanotte scorsa, infatti, hanno misurato valori ridotti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili. Positive per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, di nuovo sfavorevoli al ristagno dello smog.

Alle 12 presso la sala stampa della Città metropolitana in piazzale Mazzini a Genova il consigliere delegato all'ambiente farà il punto sugli impianti di depurazione del territorio: Arenzano, Rapallo, Chiavari e Sestri Levante.  Conferenza stampa di Enrico Pignone giovedì 12 gennaio alle 12 presso la sala stampa della sede dell'ente a Genova (piazzale Mazzini): il consigliere delegato all'ambiente della Città metropolitana farà il punto con i giornalisti sulla situazione della depurazione delle acque nel territorio, dopo aver incontrato i sindaci delle zone interessate.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Cielo grigio e piovoso, ma aria pulita. Lo dicono i dati sugli inquinanti rilevati sino alla mezzanotte scorsa dalle centraline della Città metropolitana, con valori ampiamente nei limiti per il monossido di carbonio, l'ozono, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

Mercoledì 8 febbraio alle 14.30 nel salone consiliare della Città metropolitana a Palazzo Doria Spinola con amministratori locali, istituzioni, rappresentanti del mondo economico e produttivo, associazioni e categorie. Appuntamento a Genova, dopo sei incontri nelle diverse aree del territorio, per l'evento conclusivo del confronto e raccolta di idee e proposte sulla  costruzione partecipata del primo piano strategico della Città metropolitana.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Ciclo dell'acqua e dei rifiuti, interventi per le strade, dissesto idrogeologico, trasporto pubblico locale, ma anche valorizzazione delle ville storiche e dei sentieri nell'incontro sul primo piano strategico della Città metropolitana con le Valli Polcevera e Scrivia.  Costruire insieme ai Comuni e alle comunità locali le linee di sviluppo, integrazione e coesione di tutta l'area vasta metropolitana “con uno strumento dinamico e il più possibile su misura del territorio” ha detto Valentina Ghio.La vicesindaca metropolitana ha presentato così a Villa Serra di Sant'Olcese alle Valli Polcever

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Dati positivi sugli inquinanti dalle centraline della Città metropolitana di Genova.Cielo coperto, ma aria pulita dice il responso delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno rilevato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Enrico Pignone, consigliere delegato all'ambiente della Città metropolitana, dà le due notizie durante un'overview su tutti i 23 impianti del territorio.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Nei limiti tutti i valori misurati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Il cielo finalmente torna sereno e aria resta pulita dicono i dati rilevati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa, con valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili. Il servizio meteo dell'Aeronautica Militare prevede condizioni "di indifferenza" ossia senza influssi climatici significativi rispetto alla situazione degli inquinanti.

L'assemblea dei sindaci dell'Ato Acqua riunita oggi in Città metropolitana ha dato il via libera unanime all'ipotesi dei due impianti separati per le valli Entella e Petronio.

Bassi i valori degli inquinanti misurati dalla rete di monitoraggio della Città metropolitana di Genova, con previsioni dell'Aeronautica Militare sfavorevoli al ristagno dello smog.Tante nuvole, ma poco smog. Lo dicono le centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno registrato valori ridotti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili nel capoluogo e sul territorio.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.

Dati positivi sugli inquinanti dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova.Dura poco il sereno, ma almeno l'aria resta pulita. Lo dicono i dati sugli inquinanti delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il biossido d'azoto, il monossido di carbonio, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Buone, almeno per l'aria, anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare tornate sfavorevoli al ristagno dello smog

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, martedì 17 gennaio, a Genova e nel resto del territorio metropolitano: le centraline della Città metropolitana che monitorano la qualità dell’aria non hanno infatti rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, dio

Dati molto bassi sugli inquinanti dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Le forti piogge hanno mantenuto pulita l'aria. Tutti i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova sugli inquinanti sono infatti rimasti molto bassi sino alla mezzanotte scorsa.Positive per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre nettamente sfavorevoli al ristagno dello smog.

Il sindaco metropolitano ha inviato una nota ai 15 sindaci dei Comuni coinvolti nel progetto che prevede 40 milioni per scuole, strade, rischio idrogeologico e servizi per l'inclusione nei Comuni. Sta per essere finanziato dal Cipe il progetto della Città metropolitana di Genova con interventi per 40 milioni di euro per le scuole superiori, le strade metropolitane, il rischio idrogeologico e scuole e servizi per l'inclusione nei Comuni.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Dati positivi da tutte le centraline dell'ente che controllano gli inquinantiSempre piuttosto fredda, ma l'aria è pulita. Lo dice il report delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori bassi per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Buone per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

A Palazzo Doria Spinola l'evento conclusivo alle 14.30 con il sindaco Doria e la vicesindaco Ghio del percorso partecipato sul primo piano strategico dell'Ente. Dalle 10 alle 12 (Urp salita S.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

“Siamo riusciti a dare una sistemazione definitiva alla questione depuratori nella Città metropolitana” ha detto Marco Doria. La delibera presentata da Enrico Pignone conferma la scelta di Ramaia a Sestri Levante e del Lido a Chiavari.Via libera definitivo dalla Città metropolitana di Genova ai due depuratori per il Tigullio Orientale, con richiesta di tempi rapidi per le progettazioni di Ireti, gestore del ciclo idrico.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita nel weekend a Genova e nel resto del territorio metropolitano: sia sabato 25 che domenica 26 febbraio, infatti, le centraline della Città metropolitana che monitorano la qualità dell’aria non hanno rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carb

L'8 febbraio si è concluso a Palazzo Doria Spinola il ciclo di incontri sul territorio per la costruzione del primo piano strategico metropolitano. Nel video di Tabloid anche la visione dell'Università, di Confindustria e della Camera di Commercio.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Lunedì alle 18 la presentazione del lavoro del geologo Giorgio Grassano con Renato Rubiera e Marcella Noli.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Tutti gli inquinanti nei limiti dalle rilevazioni della rete di monitoraggio della Città metropolitana di Genova, ma le previsioni dell'Aeronautica Militare tornano favorevoli al ristagno dello smog.Clima di primavera con valori finora bassi per gli inquinanti dell'aria dicono le rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa nel capoluogo e sul territorio hanno misurato valori nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Cambia però il segno delle previsioni meteo dell'Aero

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, giovedì 16 febbraio, a Genova e nel resto del territorio metropolitano: le centraline della Città metropolitana che monitorano la qualità dell’aria non hanno infatti rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, di

La modifica allo Statuto votata oggi dal Consiglio lo ha inserito fra le competenze della Conferenza metropolitana.“Un atto che restituisce un ruolo significativo alla Conferenza dei sindaci sull'acqua e il servizio idrico integrato” ha detto Marco Doria presentando in Consiglio metropolitano la modifica allo statuto, poi votata all'unanimità dei presenti, che inserisce fra le competenze della Conferenza metropolitana anche il parere obbligatorio sul piano degli investimenti idrici e il regime tariffario del servizio.

Ampiamente nei limiti i valori degli inquinanti misurati dalle postazioni di monitoraggio della Città metropolitana di Genova, con previsioni meteo dell'Aeronautica Militare sfavorevoli al ristagno dello smog.Tra nuvole e sole l'aria è pulita. Lo dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che nel capoluogo e sul territorio hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.

Per 8 comuni aderenti al Patto dei Sindaco arrivano le linee guida per predisporre una gara pubblica di servizio energetico volta alla riqualificazione energetica del patrimonio immobiliare privato tramite il ricorso alla garanzia dei risultati e al finanziamento tramite terzi.  Città Metropolitana di Genova, in collaborazione con Muvita, ha presentato nei giorni scorsi a 8 comuni genovesi aderenti al Patto dei Sindaci, di cui è Coordinatore Locale, GenovaMetropoliFit, progetto ispirato a PadovaFit: si tratta di linee guida per predisporre una gara pubblica di servizio energetico volta alla

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova, ma le previsioni dell'Aeronautica Militare restano favorevoli al ristagno dello smog.Temperature e clima quasi estivi, con dati finora positivi sugli inquinanti dell'aria dalle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa nel capoluogo e sul territorio hanno misurato valori nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare restano però favorevoli al ristagno dello smog e il conse

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Tornano le nuvole, ma finora non lo smog.

Negli 800 milioni deliberati oggi dal Comitato interministeriale per la programmazione economica anche i fondi per scuole superiori, strade provinciali e servizi nei Comuni del progetto della Città metropolitana. 40 milioni di euro per le scuole superiori, le strade metropolitane, interventi nei Comuni sul rischio idrogeologico, scuole e servizi per l’inclusione.
Li ha finanziati oggi il CIPE nel progetto presentato per il bando nazionale periferie dalla Città metropolitana di Genova.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, martedì 28 febbraio, a Genova e nel resto del territorio metropolitano: le centraline della Città metropolitana che monitorano la qualità dell’aria non hanno infatti rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, di

Viaggio per immagini nel nuovo Mercato del Riuso aperto nella città delle due baie.Se ogni materia diventa risorsa, riutilizzabile, ogni città può essere inesauribile miniera urbana.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Valori degli inquinanti ampiamente nei limiti in tutte le rilevazioni della rete di monitoraggio dell'Ente sino alla mezzanotte scorsa.Cielo sereno e aria ancora pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che nel capoluogo e sul territorio hanno misurato valori ampiamente nei limiti per gli inquinanti sino alla mezzanotte scorsa.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.

Bassi i valori degli inquinanti misurati dalle postazioni della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Cielo sereno e aria finora pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno registrato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili nel capoluogo e sul territorio.Cambia però il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, tornate favorevoli al ristagno dello smog e il conseguente invito del centro operativo metro

La delibera sarà all'ordine del giorno della seduta convocata dal sindaco Marco Doria per venerdì 24 febbraio alle 14 nel salone consiliare dell'ente a Palazzo Doria Spinola.La scelta di realizzare due impianti di vallata per il sistema di depurazione nel comprensorio del Tigullio, rispettivamente a Ramaia nel Comune di Sestri Levante e al Lido nel Comune di Chiavari al voto del Consiglio metropolitano di Genova dopo il parere favorevole della Conferenza dei sindaci lo scorso 3 febbraio.La delibera è infatti fra le pratiche del Consiglio metropolitano di Genova convocato dal sindaco Marco D

Bassi i valori misurati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.  Nuvole e pioggia, ma l'aria è pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova.

Termografia, riscaldamento con biomasse, mobilità elettrica, gruppi d'acquisto di energie rinnovabili: l'8 febbraio a Bruxelles la final conference di Mayors in Action, progetto Ue di cui Città metropolitana di Genova è stata capofila.  Con la final conference tenutasi a Bruxelles l'8 febbraio, è giunto a conclusione Mayors in Action (Sindaci in azione) un progetto pluriennale della Commissione Europea che punta a dare il massimo sostegno formativo, organizzativo, finanziario e comunicativo ai sindaci delle città europee, grandi e piccole, alleati in un movimento spontaneo a favore della so

Dati ampiamente nei limiti dalle centraline della Città metropolitana di Genova, ma le previsioni meteo sono favorevoli al ristagnoTornano le nuvole, ma finora non lo smog. Le centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa hanno infatti registrato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova e dalle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare.Clima incerto, ma aria pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa e per tutto il fine settimana hanno misurato dati ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Buone per l'aria anche le previsioni del servizio meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano, ma domenica in alcune postazioni il valore massimo di O3 è stato elevato.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Tutte entro i limiti di legge, seppur in salita in alcuni punti, le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Gli inquinanti restano nei limiti nelle misurazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova.Nessuno sforamento per gli inquinanti dell'aria dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova nel capoluogo e sul territorio sino alla mezzanotte scorsa.

Ampiamente nei limiti i valori degli inquinanti misurati dalle postazioni di monitoraggio della Città metropolitana di Genova, con previsioni meteo dell'Aeronautica Militare sfavorevoli al ristagno dello smog.Sotto un cielo molto grigio l'aria è però pulita.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, giovedì 6 aprile, a Genova e nel resto del territorio metropolitano: le centraline della Città metropolitana che monitorano la qualità dell’aria non hanno infatti rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, dioss

Le postazioni della Città metropolitana di Genova hanno misurato valori nei limiti per tutti gli inquinanti monitorati sino alla mezzanotte scorsa.Si riaffacciano le nuvole, ma finora non lo smog. Sono infatti rimasti tutti nei limiti i valori registrati dalle centraline della Città metropolitana di Genova nel capoluogo e sul territorio per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa.Buone, almeno per l'aria, le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ritornate sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, mercoledì 29 marzo, a Genova e nel resto del territorio metropolitano: le centraline della Città metropolitana che monitorano la qualità dell’aria non hanno infatti rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, dio

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano, ma a Pegli il valore massimo dell'ozono è stato, ancora, poco sotto la soglia.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Il 22 e 23 aprile organizzato dal centro di formazione New Life Resuscitation con Croce Rossa di Vignole Borbera, Vigili del Fuoco di Alessandria, il supporto del Parco Antola e Cai e i patrocini di Regione, Città metropolitana, GITIC, enti e associazioni.Come agire nelle situazioni di emergenza in montagna per soccorrere una persona infortunata, come intervenire nella rianimazione cardiopolmonare, nell'impiego di un defibrillatore, nelle manovre di primo soccorso?

Dalle misurazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa. Dal meteo dell'Aeronautica Militare però ancora condizioni favorevoli al ristagno dello smog.Ancora sole e dati “tranquilli” per gli inquinanti dell'aria.

Si sono alzati ieri, pur restando entro i limiti di legge, i valori delle concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevati dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, martedì 28 marzo, a Genova e nel resto del territorio metropolitano, anche se sono saliti, secondo quanto registrato dalle centraline della Città metropolitana che monitorano la qualità dell’aria, i valori delle concentrazioni degli agenti inquinanti in atmosfera, in particolare ozono e biossido d'azoto (in ogni caso tutti sotto i limiti sta

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano, ma in due postazioni i valori massimi di O3 e NO2 sono stati poco sotto la soglia.  Aria pulita ieri, martedì 11 aprile, a Genova e nel resto del territorio metropolitano: le centraline della Città metropolitana che monitorano la qualità dell’aria non hanno rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera deg

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, martedì 21 marzo, a Genova e nel resto del territorio metropolitano: le centraline della Città metropolitana che monitorano la qualità dell’aria non hanno infatti rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, dioss

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Ritornano le nuvole, ma finora non lo smog. Sono infatti rimasti tutti nei limiti i valori dell'ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili rilevati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Positive per l'aria le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare che restano sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.

La gara podistica, autorizzata dalla Città metropolitana, si correrà il 26 Marzo dalle 9.30 alle 12, organizzata dall’associazione Marina Sporting - Porto turistico 60 con un anello al 90% sterrato nei Comuni di Lavagna, Cogorno e Sestri Levante.Un anello di oltre venti chilometri (20,66) su sentieri sterrati per il 90% del percorso che si snoda fra Lavagna, Cogorno e Sestri Levante.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa. Il meteo dell'Aeronautica Militare prevede però condizioni favorevoli al ristagno dello smog.Cielo quasi sereno e situazione degli inquinanti finora tranquilla.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, lunedì 27 marzo, a Genova e nel resto del territorio metropolitano:  le centraline della Città metropolitana che monitorano la qualità dell’aria non hanno infatti rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, dioss

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano, ma a Pegli il valore massimo di O3 è stato poco sotto la soglia.  Aria pulita ieri, lunedì 10 aprile, a Genova e nel resto del territorio metropolitano: le centraline della Città metropolitana che monitorano la qualità dell’aria non hanno rilevato, né nel capoluogo né sul resto del territorio metropolitano, nessun superamento dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinant

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti, rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Dalle misurazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Torna il sole e l'aria finora resta pulita. Lo dicono i dati, delle centraline della Città metropolitana che sino alla mezzanotte scorsa (e in tutto il fine settimana) hanno registrato valori nei limiti per gli inquinanti.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, ancora sfavorevoli al ristagno dello smog .

Il Comune di Genova, utilizzando i Piani di bacino di Città metropolitana, è intervenuto nella parte a monte del bacino idrologico del torrente che nel 2010 straripò causando ingenti danni a valle.  Guardando in una bella giornata di aprile il tipico paesaggio ligure della zona di Sant'Alberto, sulle alture di Sestri Ponente, piccola valletta verde circondata da creste a pochi chilometri dal mare, dove nasce il rio Molinassi, si fatica a immaginare che proprio questo luogo sia la fonte del disastro e della devastazione che vediamo in altre immagini di questo video, riprese il 4 ottobre 2010

Tutti nei limiti i valori degli inquinanti misurati dalle postazioni di monitoraggio della Città metropolitana di Genova.Cielo un po' meno limpido, ma con aria ancora pulita. Lo dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che nel capoluogo e sul territorio hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili sino alla mezzanotte scorsa e per tutto il fine settimana.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano. Ozono in salita a Pegli.

Con il parere della Conferenza dei sindaci e il voto definitivo del Consiglio metropolitano. Genova è fra le prime Città metropolitane in Italia ad avere approvato il piano strategico che prevede anche l'articolazione del territorio in nove zone omogenee.

Nei limiti tutti i valori misurati dalle postazioni di monitoraggio della Città metropolitana di Genova, con previsioni dell'Aeronautica Militare sfavorevoli allo smog.Aria finora pulita, dice il responso delle centraline della Città metropolitana di Genova che controllano gli inquinanti nel capoluogo e sul territorio.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa. Cielo plumbeo, ma sotto le nuvole l'aria è pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che nel capoluogo e sul territorio hanno rilevato valori ampiamente nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili fino alla mezzanotte scorsa.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Sotto un sole già quasi estivo salgono le temperature, ma finora non i valori dello smog .

Domenica 7 maggio, il percorso a tappe fra bellezze del paesaggio e della storia dell'entroterra e i prodotti tipici locali dall'antipasto al dolce e spirito solidale.Sette chilometri in cinque tappe lungo i sentieri dei Forti genovesi, dell'antico acquedotto e della ferrovia Genova-Casella alla scoperta delle bellezze del paesaggio e storiche dell'entroterra, assaporando i prodotti tipici locali.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Cielo grigio di nuvole, ma aria finora pulita segnalano le centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa hanno misurato valori nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili nel capoluogo e sul territorio.Buone almeno per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, tornate sfavorevoli al ristagno dello smog.

Sono rimasti nei limiti i valori misurati dalle postazioni di monitoraggio della Città metropolitana di Genova, con previsioni dell'Aeronautica Militare sfavorevoli allo smog.Fra nuvole e sole, ma l'aria finora resta pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova nel capoluogo e sul territorio, con valori tutti nei limiti per l'ozono, il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili fino alla mezzanotte scorsa.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.

Approvato dalla Conferenza dei sindaci e dal Consiglio metropolitano il documento, costruito sulla partecipazione degli enti e delle comunità locali, sulle linee concrete per lo sviluppo, l'integrazione e la coesione dell'area metropolitana di Genova, articolata in nove zone omogenee.

Uno strumento fondamentale per gli obiettivi di sviluppo, integrazione e coesione dell'area metropolitana di Genova, con la partecipazione dei Comuni, dei cittadini e dei territori.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano, ma a Pegli il valore massimo dell’ozono è stato, ancora, poco sotto la soglia.

Dopo essere salite nel ponte del Primo maggio, tornano abbondantemente sotto i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.  Aria pulita ieri, martedì 2 maggio, a Genova e nel resto del territorio metropolitano: dopo aver rilevato durante il ponte del Primo maggio alti valori di ozono in atmosfera (seppur sotto la soglia di legge), ieri le centraline della Città metropolitana che monitorano la qualità dell'aria nel capoluogo e nel resto del territorio metropo

Tutti nei limiti i valori degli inquinanti sino alla mezzanotte scorsa.Sotto il sole l'aria resta pulita. Lo dicono i dati sugli inquinanti delle centraline della Città metropolitana di Genova, tutti ampiamente nei limiti sino alla mezzanotte scorsa nel capoluogo e sul territorio.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.

L'ente genovese coordinatore locale del Patto dei Sindaci e capofila del progetto europeo Mayors in Action, condividerà la propria esperienza nel campo della riqualificazione energetica degli edifici, crescita dell'energia prodotta da fonti rinnovabili e riduzioni delle emissioni inquinanti in atmosfera.

I valori rilevati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa sono rimasti tutti ampiamente nei limitiAria ancora fredda e pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa nel capoluogo e sul territorio hanno misurato valori ampiamente nei limiti per gli inquinanti.Positive per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Nel programma della Città metropolitana le immagini delle fasi di lavorazione, assemblaggio e posa sui fondali della nuova opera per il depuratore della Darsena inaugurata dal sindaco metropolitano Doria con il consigliere delegato Pignone e l'amministratore delegato di Iren, Bianco.Dalla Darsena del Porto Antico al mare aperto, si snoda per quasi tre chilometri la nuova condotta sottomarina che trasferisce al largo le acque depurate.L'importante opera infrastrutturale, realizzata con un investimento di oltre 20 milioni, interamente finanziati con risorse tariffarie, è collegata al depurato

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano, ma domenica in alcune postazioni il valore massimo di O3 ha sfiorato la soglia.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Realizzata con 23 milioni completa l’adeguamento del sistema di depurazione dell’area urbana genovese. Inaugurata dal sindaco metropolitano Doria, con l'amministratore delegato di Iren Bianco e il consigliere delegato metropolitano Pignone è collegata al depuratore della Darsena e servirà 220.000 abitanti equivalenti tra Sampierdarena e Carignano.Completata con un anno e mezzo di anticipo sui tempi previsti la nuova condotta sottomarina per il depuratore della Darsena.

Tutti ampiamente nei limiti i valori rilevati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Cielo sereno e aria ancora pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa nel capoluogo e sul territorio hanno misurato valori ampiamente nei limiti per gli inquinanti.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Il programma della Città metropolitana di Genova racconta per immagini la ricchezza di specie vegetali da tutto il mondo dell’Orto Botanico dell’Università di Genova, tesoro didattico, scientifico e divulgativo della biodiversità.Una straordinaria varietà di piante, medicinali, per uso alimentare, tessile, rituale da tutto il mondo.

Tutti ampiamente nei limiti i valori rilevati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Aria finora pulita dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova che sino alla mezzanotte scorsa nel capoluogo e sul territorio hanno misurato valori ampiamente nei limiti per gli inquinanti.Buone per l'aria anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.

Tutte entro i limiti di legge (seppur alte a Quarto e Pegli) le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Alle 11 nella Sala Blu dell'Acquario di Genova per la presentazione della nuova opera con il sindaco metropolitano Marco Doria, l'amministratore delegato di Iren Massimiliano Bianco, il consigliere delegato all'ambiente della Città metropolitana Enrico Pignone.Pronta la nuova condotta sottomarina per il depuratore della Darsena.La Città Metropolitana di Genova e il Gruppo Iren invitano i media venerdì 21 aprile alle 11 nella Sala Blu dell'Acquario di Genova (Nave Italia) per la cerimonia di inaugurazione della nuova opera che attraversa anche la diga foranea per trasferire al largo le acque

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Cielo sereno sotto le raffiche di vento e aria finora pulita. Sono infatti rimasti tutti nei limiti i valori dell'ozono, monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili rilevati sino alla mezzanotte scorsa dalle centraline della Città metropolitana di Genova nel capoluogo e sul territorio.Per l'aria restano positive anche le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Tutte entro i limiti di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano. Ozono in salita a Pegli e ai Giovi.

Valori degli inquinanti nei limiti in tutti i dati delle postazioni di monitoraggio della Città metropolitana di Genova e previsioni dell'Aeronautica Militare ancora sfavorevoli al ristagno dello smog. Sotto il cielo coperto di nuvole l'aria resta pulita.

Tutte sotto la soglia di legge (pur se alte in alcuni quartieri genovesi) le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano. Aria pulita ieri martedì 13 giugno a Genova e nel resto del territorio metropolitano.

Recependo le osservazioni emerse nella fase preliminare (scoping) per la valutazione ambientale strategica, che dopo la delibera consiliare proseguirà con la consultazione pubblica.

Tutte sotto la soglia di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Tutti nei limiti i valori del gas e degli altri inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Il sole è tornato, ma finora non l'ozono. Le centraline della Città metropolitana di Genova infatti hanno misurato valori tutti nei limiti per questo gas e per gli altri inquinanti controllati (monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili) sino alla mezzanotte scorsa.Non cambia il segno delle previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.

Dalle rilevazioni delle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Dopo cinque giorni di sforamenti l'ozono concede una tregua e si abbassa. Lo dicono i dati per l'aria del capoluogo e del territorio rilevati dalle centraline della Città metropolitana di Genova, tutti nei limiti sino alla mezzanotte scorsa per questo gas e anche per il monossido di carbonio, il biossido d'azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.Meno buone per l'aria le previsioni meteo dell'Aeronautica Militare, tornate favorevoli al ristagno dello smog.

Sei sforamenti (cinque sulle alture di Pegli e uno ai Giovi) registrati ieri dalle centraline della Città metropolitana di Genova che rinnova il consiglio ad evitare lunghe esposizioni all'aria aperta per bambini, anziani e persone con problemi respiratori.Clima da piena estate e ozono ancora sopra i limiti dicono i dati delle centraline della Città metropolitana di Genova.

Con sei superamenti registrati ieri dalla centralina nel levante genovese. Il centro operativo della Città metropolitana rinnova il consiglio di evitare lunghe esposizioni all’aria aperta per anziani, bambini e persone con problemi respiratori.Ozono oltre il limite per il terzo giorno. Il gas ieri ha fatto registrare infatti altri sei sforamenti del limite dei 180 microgrammi per metro cubo (soglia d’informazione alla cittadinanza) dalla centralina della Città metropolitana di Genova a Quarto.

Il gruppo Iren, accogliendo l'invito del sindaco metropolitano Marco Doria, ha stanziato 20.000 euro per sostenere il  piccolo e prezioso tesoro montano della biodiversità, uno dei Musei del Verde del Touring Club Italiano che potrà così proseguire le sue attività. Più di quattrocento specie di fiori e piante straordinarie, dalle Alpi alle Blue Mountains australiane alle foreste tropicali, in uno spicchio di biosfera sull’Appennino ligure.

Tutte sotto la soglia di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Tutte sotto la soglia di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano. Aria pulita ieri lunedì 5 giugno a Genova e nel resto del territorio metropolitano.

Il gas ha superato i 180 microgrammi per metro cubo (soglia di informazione alla popolazione) dalle 19 alle 21 sulle alture di Pegli, dalle 20 alle 21 a Propata e dalle 17 alle 18 a Quarto.Ancora alti i livelli di ozono nell'aria genovese e del territorio metropolitano anche se diminuisce il numero dei superamenti orari dei 180 microgrammi per metro cubo (la soglia di informazione alla popolazione per questo gas) scesi a quattro ieri, rispetto ai nove e ai sei dei giorni precedenti.L'ozono nei monitoraggi sino alla mezzanotte scorsa delle centraline della Città metropolitana di Genova ha fa

Con dieci sforamenti orari (quattro sulle alture di Pegli e sei ai Giovi) registrati ieri dalla rete di monitoraggio della Città metropolitana di Genova che rinnova il consiglio ad evitare lunghe esposizioni all'aria aperta per bambini, anziani e persone con problemi respiratori. Sole già rovente e ozono oltre i limiti dicono i dati della rete di monitoraggio dell'aria della Città metropolitana di Genova.

Con 9 sforamenti orari registrati ieri dalla centraline genovesi a Quarto e sulle alture di Pegli.

Approvata dal Consiglio e dalla Conferenza dei sindaci la riprogrammazione degli interventi per il 2017-2019.Mantiene le priorità sulla realizzazione dei nuovi depuratori e le esigenze fondamentali dei comuni dell'entroterra la riprogrammazione degli interventi 2017-19 per il servizio idrico integrato proposta dal consigliere delegato Enrico Pignone e approvata dal Consiglio metropolitano presieduto dal sindaco Marco Doria, con il parere favorevole della Conferenza dei sindaci.

Tutte sotto la soglia di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano. Ozono alto (ma sotto soglia) a Quarto e ai Giovi.

Tutte sotto la soglia di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Tutte sotto la soglia di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano. Aria pulita ieri giovedì 15 giugno a Genova e nel resto del territorio metropolitano.

Anche stop al consumo di suolo e riciclo dei rifiuti fra gli impegni di Città metropolitana di Genova, che aderisce alla Carta per l'Ambiente delle Città metropolitane firmata ieri a Bologna.

Con uno sforamento dei 180 microgrammi per metro cubo (soglia di informazione per la popolazione) registrato ieri pomeriggio dalla centralina della Città metropolitana di Genova sulle alture di Pegli.Sole e caldo già estivi fanno salire anche l’ozono.

L’agente inquinante ha toccato nel quartiere del Levante genovese un valore massimo di 188 μg/m3 fra le 17 e le 18, contro un limite di legge di 180 μg/m3. Inquinamento da ozono ieri, giovedì 8 giugno, a Genova e nel territorio metropolitano.

Imparare a nuotare sugli scogli di Camogli, passare 55 anni nelle piscine, vincere il Campionato del Mondo di pallanuoto, gestire la più grande piscina della Liguria e spendere 90.000 euro all'anno in acqua (anziché 180.000). Ecco una bella storia d'acqua di GenovaMetropoli. Il Levante genovese e il Golfo Paradiso: 15 km di splendida costa fra Genova e Camogli, una manciata di piccoli comuni che contano poche migliaia di abitanti.

Tutte sotto la soglia di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano. Ozono alto (ma sotto soglia) ieri in corso Europa a Quarto.

Tutte sotto la soglia di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano. Ozono ancora alto (ma sotto soglia) al Passo di Giovi. Aria pulita ieri mercoledì 31 maggio a Genova e nel resto del territorio metropolitano.

Tutte sotto la soglia di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano. Aria pulita ieri mercoledì 14 giugno a Genova e nel resto del territorio metropolitano.

Lo sport ha valore sociale: tagliato a 16 centesimi per metro cubo il costo dell'acqua consumata da piscine e altri impianti sportivi pubblici o di interesse pubblico. Il provvedimento, elaborato insieme ai comuni e ad Iren, ha ricevuto l'ok da conferenza dei sindaci e consiglio metropolitano.

L'agente inquinante ha toccato nel quartiere del Levante genovese un valore massimo di 207 μg/m3 fra le 19 e le 20, contro un limite di legge di 180 μg/m3. Primi episodi di inquinamento da ozono ieri,  giovedì 25 maggio, a Genova e nel territorio metropolitano.

Tutte sotto la soglia di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano. Aria pulita ieri mercoledì 7 giugno a Genova e nel resto del territorio metropolitano.

Il celebre borgo marinaro del Golfo Paradiso deve le sue fortune all'acqua salata, ma come raccontiamo in questa storia quella dolce non ha un ruolo irrilevante, almeno dal 1895. Oggi l'acqua della piscina comunale e di altre utenze pubbliche è scontata da 2,5 a poco più di 1 euro al metro cubo grazie a una delibera di Città metropolitana.Camogli, sulla costa della Città metropolitana di Genova, è uno dei borghi marinari più belli e famosi del mondo, e deve la sua antica prosperità alle fortune dei commerci marittimi. La sua storia e la sua ricchezza, quindi, sono legate all'acqua di mare.

Tutte entro i limiti di legge (seppur alte al Passo dei Giovi) le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano.

Tutte sotto la soglia di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti rilevate dalle centraline della Città metropolitana nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano. Ozono alto (ma sotto soglia) al Passo di Giovi e sulle alture di Genova Pegli. Aria pulita ieri martedì 30 maggio a Genova e nel resto del territorio metropolitano.

Nessuno sforamento nelle concentrazioni a Genova e sul territorio metropolitano. Dal 1^ luglio la rete di monitoraggio dell’aria è passata dalla Città metropolitana all’Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente.  Clima incerto, ma con aria pulita.

Tutte sotto la soglia di legge le concentrazioni in atmosfera dell’ozono e degli altri agenti inquinanti registrate nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano dalle centraline dell’Ente che monitorano la qualità dell’aria. Aria pulita ieri, lunedì 26 giugno, a Genova e nel resto del territorio metropolitano.

Tutte sotto la soglia di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti a Genova e nel resto del territorio metropolitano. Dall’1 luglio il sistema di monitoraggio della qualità dell’aria è passato da Città metropolitana all’agenzia per l’ambiente di Regione Liguria.

Bassi i valori della concentrazione in atmosfera dell'agente inquinante registrati ieri da quasi tutte le centraline di monitoraggio dell'aria di Città metropolitana: solo quella in comune di Mignanego ha rilevato fra le 14 e le 15 un valore di 183 μg/m3, di poco superiore alla soglia di legge.

Dopo il piccolo episodio di inquinamento da ozono registrato sabato pomeriggio a Genova Acquasola, le centraline di Città metropolitana non hanno rilevato ieri nessun superamento dei limiti di legge per nessun agente inquinante. Aria pulita ieri, domenica 18 giugno, a Genova e nel resto del territorio metropolitano.

L'handover, deciso da una legge della Regione, è fissato a sabato 1 luglio. Fino a domenica 16 il report quotidiano sull'inquinamento sarà diffuso contemporaneamente dall'Agenzia regionale per l'ambiente e da questo sito.

Tutte sotto la soglia di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti a Genova e nel resto del territorio metropolitano. Dall’1 luglio il sistema di monitoraggio della qualità dell’aria è passato da Città metropolitana all’agenzia per l’ambiente di Regione Liguria.

Ampiamente nei limiti i valori di questo gas e degli altri inquinanti controllati dalle centraline della Città metropolitana di Genova sino alla mezzanotte scorsa.Fine settimana di nuvole e aria pulita. Le centraline della Città metropolitana di Genova infatti hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l'ozono e gli altri inquinanti controllati (monossido di carbonio, biossido d'azoto, diossido di zolfo e polveri sottili) sino alla mezzanotte scorsa.Buone per l'aria anche le previsioni dell'Aeronautica Militare, sempre sfavorevoli al ristagno dello smog.

Tutte sotto la soglia di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti a Genova e nel resto del territorio metropolitano. Dall’1 luglio il sistema di monitoraggio della qualità dell’aria è passato da Città metropolitana all’agenzia per l’ambiente di Regione Liguria.

L'attività della Capitaneria di porto di Genova, che oltre a monitorare il traffico mercantile marittimo, effettua salvataggi in mare e partecipa con una motovedetta d'altura alle operazioni di soccorso nel canale di Sicilia.

Nonostante il forte aumento delle temperature, l'inquinante è rimasto sotto la soglia di legge di 180 μg/m3 quasi ovunque a Genova e nel resto del territorio metropolitano, tranne che fra le 17 e le 18 all'Acquasola, con 182 μg/m3.  Malgrado la giornata di gran caldo, con temperature abbondantemente sopra i 30 gradi su gran parte del territorio metropolitano di Genova, solo un modesto episodio di inquinamento da ozono è stato rilevato ieri, sabato 17 giugno, dalla rete di monitroraggio di Città metropolitana: fra le 17 e le 18 la centralina posta all'Acquasola, in centro città, ha registrat

Tutte sotto la soglia di legge le concentrazioni in atmosfera dell’ozono e degli altri agenti inquinanti registrate nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano dalle centraline dell’Ente che monitorano la qualità dell’aria. Aria pulita ieri, giovedì 29 giugno, a Genova e nel resto del territorio metropolitano.

Tutte sotto la soglia di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti a Genova e nel resto del territorio metropolitano. Dall’1 luglio il sistema di monitoraggio della qualità dell’aria è passato da Città metropolitana all’agenzia per l’ambiente di Regione Liguria.

Tutte sotto la soglia di legge le concentrazioni in atmosfera dell'ozono e degli altri agenti inquinanti registrate nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano dalle centraline dell'Ente che monitorano la qualità dell'aria. Aria pulita ovunque, ieri, giovedì 22 giugno, a Genova e nel resto del territorio metropolitano.

Tutte sotto la soglia di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti a Genova e nel resto del territorio metropolitano. Dall’1 luglio il sistema di monitoraggio della qualità dell’aria è passato da Città metropolitana all’agenzia per l’ambiente di Regione Liguria.

Le memorie di Vittorio Sardo, il geometra che costruì le gallerie dell'acquedotto del Brugneto: quella straordinaria impresa ingegneristica, realizzata fra il 1956 e il 1959, soddisfò l'urgente fabbisogno idrico di una città in tumultuosa espansione demografica e industriale. La diga del Brugneto, in val Trebbia, è l’opera maggiore dell’Acquedotto pubblico del Brugneto, costruito fra il 1956 e il 1959 per volontà del Comune di Genova, sotto il mandato del sindaco Vittorio Pertusio.

Tutte sotto la soglia di legge le concentrazioni in atmosfera dell’ozono e degli altri agenti inquinanti registrate nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano dalle centraline dell’Ente che monitorano la qualità dell’aria. Aria pulita ieri, mercoledì 28 giugno, a Genova e nel resto del territorio metropolitano.

Senza sforamenti le concentrazioni a Genova e sul territorio metropolitano.

La centralina di Città metropolitana ha registrato fra le 14 e le 18 un valore della concentrazione in atmosfera dell'agente inquinante superiore alla 'soglia di informazione alla popolazione' di 180 μg/m3.

Tutte sotto la soglia di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti a Genova e nel resto del territorio metropolitano. Dall’1 luglio il sistema di monitoraggio della qualità dell'aria è passato da Città metropolitana all’agenzia per l’ambiente di Regione Liguria.

Sabato e domenica, con fiaccolata, escursione notturna per ammirare l'alba, messa, ristoro e musica.

Tutte sotto la soglia di legge le concentrazioni in atmosfera dell’ozono e degli altri agenti inquinanti registrate nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano dalle centraline dell’Ente che monitorano la qualità dell’aria. Aria pulita ieri, martedì 27 giugno, a Genova e nel resto del territorio metropolitano.

Tutte sotto la soglia di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti a Genova e nel resto del territorio metropolitano. Dall’1 luglio il sistema di monitoraggio della qualità dell’aria è passato da Città metropolitana all’agenzia per l’ambiente di Regione Liguria.

Un valore di 183 μg/m3 della concentrazione in atmosfera, di poco superiore alla soglia di 'informazione alla popolazione', è stato rilevato fra le 14 e le 15 dalla centralina di Città metropolitana. Limitato episodio di inquinamento da ozono ieri, lunedì 19 giugno, al Passo dei Giovi, in comune di Mignanego: la centralina di monitoraggio della qualità dell'aria di Città metropolitana ha infatti registrato fra le 14 e le 15 un valore della concentrazione in atmosfera dell’agente inquinante di 183 μg/m3, poco superiore alla ‘soglia di informazione alla popolazione’ di 180 μg/m3.

Tutte sotto la soglia di legge le concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti a Genova e nel resto del territorio di Città metropolitana. Dall'1 luglio i dati sono rilevati dall'agenzia per l'ambiente di Regione Liguria.

La giornata “2007 - 2017 “…e intanto sono dieci !” è organizzata dal Rifugio Parco Antola con l'Ente Parco e la sezione ligure del CAI. Escursione guidata, incontro con lo scrittore Marco Albino Ferrari, polenta per tutti e tante immagini e storie.Fra scenari e panorami imperdibili a festeggiare sull'Antola il primo decennale del rifugio sui 1.460 metri della “montagna dei genovesi”.

Oggi ultimo giorno di diffusione congiunta dei dati sull'inquinamento atmosferico da parte dei due enti. Aria pulita nel weekend a Genova e nel resto del territorio di Città metropolitana: né sabato 15 luglio né domenica 16, infatti, le centraline di Arpal che monitorano la qualità dell’aria nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano hanno rilevato superamenti dei limiti di legge delle concentrazioni in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Ricostruito da trenta studenti di architettura all'Università di Genova, lavorando la pietra e il legno, un piccolo ponte devastato dalle piene del torrente e che conduce al sentiero per l'antica Abbazia di Tiglieto, prima gemma cistercense in Italia.Unire entusiasmo e competenze progettuali e tecniche apprese studiando alle fatiche dure e concrete di un cantiere per arrivare al traguardo.L'hanno fatto per una settimana trenta ragazzi e ragazze del quinto anno di Architettura all'Università di Genova per ricostruire, nell'incanto degli scenari naturali di Tiglieto, un piccolo ponte per l'an

La più grande scultura rupestre d'Europa alle Rocche di Borzone, fra meraviglia e interrogativi che circondano il maestoso volto megalitico in un territorio che ha molte attrattive, artistiche, naturali e anche gastronomiche, da offrire ai visitatori. Potente, misteriosa e affascinante.

 Con l'edizione zero della Giornata dei sentieri liguri il 23 e 24 Settembre decine di occasioni di svago e approfondimento fra la suggestione dei paesaggi e le tracce della storia e della memoria. Tutti in cammino sui sentieri della Liguria sabato 23 e domenica 24 Settembre.

Si è riunito per la prima volta il coordinamento dei consiglieri delegati, oggi presieduto dal vicesindaco metropolitano Carlo Bagnasco per gli impegni sull'Ilva al Mise del sindaco Marco Bucci.Prima riunione operativa oggi pomeriggio nella sala giunta della Città metropolitana di Genova del coordinamento dei consiglieri delegati nominati dal sindaco Marco Bucci lo scorso 26 ottobre.

Attiva da più di settant'anni è alimentata da un sistema di condotte e da un bacino di carico tutti realizzati artigianalmente sulla montagna con vere e proprie opere d'arte idrauliche. E continua a trasformare l'acqua in energia pulita.Quasi sei chilometri di condotte che si snodano tra i castagni, seguendo i crinali della montagna, rivestite dal muschio che le mimetizza e le integra con il bosco. E' il sistema di alimentazione della centrale idroelettrica di Neirone, in funzione da più di settant'anni.

Viaggio per immagini con il sindaco di Rapallo e vice sindaco metropolitano Bagnasco e i tecnici Iren sui lavori per il nuovo depuratore e le trasformazioni della città.Ruspe al lavoro nella zona di Ronco, a fianco della sponda destra del Boate che guarda il Golf su quella sinistra, per il nuovo depuratore di Rapallo, pronto a fine 2019. Servirà tutta la città e anche Zoagli, lo sta realizzando Ireti del gruppo Iren con imprese specializzate ed è finanziato con 25 milioni di euro, nel piano di investimenti dell'Ato idrico, coordinato sul territorio dalla Città metropolitana di Genova.

Città metropolitana di Genova partecipa questa settimana a Genova Smart Week con il progetto Genius,  che prevede interventi di efficientamento energetico per 18 milioni in scuole metropolitane ed impianti pubblici di 26 comuni (illuminazione stradale, impianti termici, coibentazione edifici).

La città del Tigullio è interessata da importanti lavori, dalla copertura del rio San Francesco alla costruzione del nuovo depuratore: ne parleranno alle 20.45 al teatro delle Clarisse Bagnasco, Giampedrone, Boni, Misurale, Valalrino, Casale e Berruti.

 Nel progetto GEN-IUS per il bando ELENA di cui la BEI ha finanziato le progettazioni per interventi che fra Comune di Genova (capofila), Città metropolitana e Comuni sfiorano i 40 milioni. “Molto soddisfatto” il consigliere delegato Cella.Nuovi interventi e azioni per l'efficienza energetica che fra Genova e il territorio metropolitano sfiorano i 40 milioni di euro.

Il vicesindaco metropolitano Carlo Bagnasco: "L'impegno di Toti e Giampedrone ha portato Regione Liguria a stanziare 2,9 milioni per il rio San Francesco a Rapallo, 560.000 per il rio Remigiano a Cogorno e 378.000 euro per il rio Fondaco a Portofino".

All'ordine del giorno della seduta fissata alle 14.30 l'approvazione del progetto di fusione fra le due aziende di trasporto pubblico e due interpellanze della consigliera di minoranza Tedeschi: una sulle attività di comunicazione di Città metropolitana e l'altra sul biodigestore di Isola del Cantone.  Questo l'ordine del giorno della seduta del consiglio metropolitano convocata domani 22 novembre alle 14.30 nella sala del consiglio di palazzo Doria Spinola (l.go Lanfranco 1): 1 - Approvazione del progetto di fusione per incorporazione tra AMT S.p.a.

In questa videointervista il vicepresidente di Atp spiega come la svolta ecosostenibile dell'azienda di trasporto pubblico metropolitano richieda un'ampia riorganizzazione. Videointervista fatta durante l'evento di live communication del 19 gennaio in piazza De Ferrari, dove Atp e Città metropolitana di Genova hanno presentato 7 nuovi mezzi green (dual fuel gasolio/metano, dual fuel gasolio/idrogeno ed elettrici) per avviare una politica di ecomobilità metropolitana. Tutti i dati e le info sul progetto Innovazione in movimento in questo articolo.

Alle 11 a Palazzo Ducale l'azienda di tpl controllata da Città metropolitana di Genova darà un'overview delle sue politiche green: punta di diamante i nuovi bus dual fuel gasolio/metano e gasolio/idrogeno, i primi in Italia in uso nel trasporto pubblico, esposti in piazza De Ferrari e Matteotti. Atp, l'azienda di trasporto pubblico locale controllata da Città metropolitana di Genova, presenterà venerdì 19 gennaio alle 11, nella sala del Minor consiglio di Palazzo Ducale, le proprie politiche aziendali nel segno della green mobility.

Videointervista al vicesindaco metropolitano, che anche in veste di sindaco di Rapallo partecipa al progetto di rendere totalmente elettrica il collegamento bus per Portofino.Videointervista fatta durante l'evento di live communication del 19 gennaio in piazza De Ferrari, dove Atp e Città metropolitana di Genova hanno presentato 7 nuovi mezzi green (dual fuel gasolio/metano, dual fuel gasolio/idrogeno ed elettrici) per avviare una politica di ecomobilità metropolitana. Tutti i dati e le info sul progetto Innovazione in movimento in questo articolo.

Il giro di prova per i giornalisti alle 11 in punto da piazza De Ferrari (si raccomanda puntualità), a seguire a Palazzo Ducale l’azienda di tpl controllata da Città metropolitana di Genova darà un’overview delle sue politiche green: punta di diamante i nuovi bus dual fuel gasolio/metano e gasolio/idrogeno, i primi in Italia in uso nel trasporto pubblico, esposti in piazza De Ferrari e Matteotti.

Il sindaco metropolitano di Genova lega l'appeal del territorio verso persone e imprese alla qualità tecnologica e innovativa dei servizi che offre. Videointervista fatta durante l'evento di live communication del 19 gennaio in piazza De Ferrari, dove Atp e Città metropolitana di Genova hanno presentato 7 nuovi mezzi green (dual fuel gasolio/metano, dual fuel gasolio/idrogeno ed elettrici) per avviare una politica di ecomobilità metropolitana. Tutti i dati e le info sul progetto Innovazione in movimento in questo articolo.

La svolta ecologica dell'azienda di trasporto pubblico locale controllata da Città metropolitana in questa intervista fatta al suo vicepresidente Carlo Malerba questa mattina in occasione dell'evento di live communication svoltosi a Genova per presentare i mezzi ecologici e le strategie aziendali.

Il consigliere delegato ai trasporti di Città metropolitana di Genova spiega in 50" la politica green dell'azienda di trasporto pubblico metropolitano. Videointervista fatta durante l'evento di live communication del 19 gennaio in piazza De Ferrari, dove Atp e Città metropolitana di Genova hanno presentato 7 nuovi mezzi green (dual fuel gasolio/metano, dual fuel gasolio/idrogeno ed elettrici) per avviare una politica di ecomobilità metropolitana. Tutti i dati e le info sul progetto Innovazione in movimento in questo articolo.

Ecco la survey online rivolta ai residenti di Campomorone, Ceranesi, Mignanego, Sant'Olcese e Serra Riccò, per indagare la loro percezione del rischio alluvione nell'ambito del progetto Proterina3Evolution, di cui Città Metropolitana di Genova è partner.

Arriva dal territorio metropolitano genovese una delle 4.000 best practice condivise nella rete dei Musei Marittimi del Mediterraneo, presieduta da Maria Paola Profumo. Oltre 130 aderenti aderenti e 4.000 buone pratiche in tutto il bacino del Mediterraneo: questi i numeri del 2017 della Carta Del Mare, l’iniziativa nata nel 2009 per impulso del Galata Museo del Mare di Genova per condividere le buone pratiche dei numerosi musei marittimi del Mediterraneo (non tutti grandi e famosi come il Galata) e in generale per promuovere i valori, la cultura e la conoscenza del mare.

Videointervista a Jozsef Helmich, marketing manager di EvoPro Group, azienda ungherese che produce bus elettrici in fibra di vetro costruiti a moduli: a Budapest 20 di questi mezzi hanno già percorso complessivamente 2 milioni di km. Videointervista fatta durante l'evento di live communication del 19 gennaio in piazza De Ferrari, dove Atp e Città metropolitana di Genova hanno presentato 7 nuovi mezzi green (dual fuel gasolio/metano, dual fuel gasolio/idrogeno ed elettrici) per avviare una politica di ecomobilità metropolitana.

Nella seduta del consiglio metropolitano del 14 febbraio (ore 14.30) i consiglieri di area Pd chiederanno al sindaco di estendere a livello metropolitano corse e agevolazione tariffaria per i pendolari.

 Viaggio nei nuovi Puc di Montebruno e Propata, formati e adottati dal gruppo di lavoro guidato dalla Città metropolitana di Genova, che uniformano la pianificazione a quella degli altri Comuni della Vallata nel primo Puc coordinato della Liguria.Il lago del Brugneto come volano di un nuovo turismo sostenibile che parta dal suo specchio acqueo, le bellezze storiche e culturali, il recupero di costruzioni isolate o abbandonate, le meraviglie naturalistiche come il Monte Antola, nuove opportunità, in zone precise, idonee e controllate, per favorire qualche insediamento produttivo, insieme al

Questa mattina il kick-off del gruppo di coordinamento di piazzale Mazzini chiamato ad estendere a livello metropolitano il Piano della mobilità del comune capoluogo: presenti Enrico Musso, estensore del Pums, Pierluigi Vinai di Anci, Francesco Pellegrino del Comune di Genova e Carlo Malerba vicepresidente di Atp.

Sarà al Centro socio-culturale di via Gramsci la seconda tappa del progetto europeo Proterina-3Évolution, che insegna in 5 comuni dell'alta Val Polcevera, con la regia di Città metropolitana, nuove modalità di difesa contro le alluvioni.

Solo 15 sindaci su 67 registrati all'assemblea che avrebbe dovuto votare il bilancio triennale da 700 milioni. Il sindaco metropolitano: "Sono allibito. Città metropolitana è un ente che i cittadini vogliono funzionante. Bisognerebbe organizzarci con una conference call". Possibile che molti sindaci abbiamo preferito restare nei loro comuni per allerta neve.

Roberto Cella, consigliere metropolitano delegato allo sviluppo economico, sottolinea il ruolo dell'ente di area vasta nel progetto Gen-Ius, che fa arrivare in 24 Comuni genovesi notevoli risorse per l'efficientamento energetico.

L'inimitabile brand turistico del borgo metropolitano diventa simbolo di ecomobilità grazie a un progetto con Iveco-Heuliez: lo spiegano in questi due spettacolari video, realizzati durante il press meeting itinerante sulla splendida strada costiera fra Rapallo e Portofino, i sindaci di Rapallo e Santa Margherita, il consigliere delegato ai trasporti di Città metropolitana e i manager Iveco-Heuliez.

A Campomorone, Caranesi, Mignanego, Serra Riccò e Sant'Olcese si apprendono nuove modalità di difesa contro le alluvioni con il progetto europeo Proterina-3Évolution, che parte sabato 24.

Incontro costruttivo fra i vertici di Città metropolitana e il primo cittadino della città tigullina, contrario alla collocazione dell'impianto prevista dall'attuale progetto.

Da Mele a Casarza Ligure a Fontanigorda soldi per impianti di riscaldamento e condizionamento climatico: alle 10.30 in Città metropolitana il kick-off meeting, aperto alla stampa, della cabina di pilotaggio che provvederà a scrivere i bandi del progetto Gen-ius.

Il consigliere metropolitano delegato ai trasporti, a margine del primo dei tre tavoli di partecipazione sul Piano metropolitano della mobilità sostenibile, sottolinea il valore della svolta del ministero dei trasporti, che assegna alle Città metropolitane i Piani urbani di mobilità sostenibile.

Il vicesindaco metropolitano e sindaco della città del Tigullio, a margine del primo dei tre tavoli di partecipazione sul Piano metropolitano della mobilità sostenibile, spiega perché la sperimentazione in corso a Rapallo ha valore metropolitano.

Il consigliere metropolitano Roberto Cella ha incontrato questa mattina la Commissione prefettizia che amministra il Comune di Lavagna e il sindaco di Chiavari Di Capua. Questa mattina a Lavagna il consigliere metropolitano Roberto Cella, su mandato del sindaco metropolitano Marco Bucci, ha incontrato la Commissione prefettizia che amministra il Comune, composta da Paolo D'Attilio, Gianfranco Parente e Marco Serra, e il sindaco di Chiavari Marco Di Capua, sul tema della depurazione delle acque nel Tigullio Orientale.

Sabato mattina a Palazzo Rosso il sindaco metropolitano sarà il protagonista del terzo incontro di partecipazione sul Pums, il Piano urbano della mobilità sostenibile metropolitana, che sotto la guida di Città metropolitana ridisegnerà il sistema dei trasporti dell'area vasta genovese (il secondo incontro sarà invece venerdì 11 a palazzo Doria Spinola).

I 6 firmatari della mozione sulle Guardie ecologiche volontarie bocciata dal consiglio metropolitano chiariscono che il bersaglio della loro proposta era chi abbandona rifiuti nei boschi o lungo le strade. Controreplica di Cella: "Esperimento già tentato in passato, crea solo contenziosi. E insistono con le ronde...".

Il Piano Urbano della Mobilità sostenibile, la cui regia è passata da poco dal Comune di Genova a Città metropolitana, sarà condiviso lunedì a Rapallo con i sindaci metropolitani, venerdì a palazzo Doria Spinola con gli esperti di trasporto pubblico e sabato a Palazzo Rosso con cittadini, pendolari e studenti.

In consiglio metropolitano la maggioranza di centrodestra respinge la proposta di istituire un corpo di volontari ambientali. Cella: "Non avrebbero titolo per fare sanzioni".