Sismica e Cemento Armato

#GenovaMetropoli, su delega dalla Regione Liguria, ha competenza sull'applicazione della normativa in materia di sismica e cemento armato relativamente a denuncia (deposito del progetto), autorizzazione, controllo. In particolare si occupa di autorizzare le costruzioni in zona sismica, controllare i progetti e i lavori in zona sismica e vigilare sull'applicazione della normativa (accertamento delle violazioni, sospensione dei lavori, ecc.).

L'Ente svolge pertanto un'attività di presidio tecnico sul rispetto della normativa strutturale attraverso le verifiche di documenti, le ispezioni in cantiere e l'adozione degli atti amministrativi di autorizzazione e di sospensione dei lavori.

Nota al navigatore
Le istruzioni e i moduli per l'utenza elaborati dalla Città Metropolitana di Genova sono disponibili nel riquadro Procedimenti che trovate sulla destra. Seguendo il link sotto "Schede in Amministrazione Trasparente", denominato "sismica" si troveranno tutte le informazioni necessarie.

Informazioni di Servizio :: Sismica

immagine relativa alla notizia
da 09/05/2017
Controlli a campione
Si informa la spettabile Utenza che la Città Metropolitana di Genova ha estratto il campione di pratiche per il controllo dei progetti secondo le istruzioni DTN.SIS 03.
immagine relativa alla notizia
da 18/04/2017
Nuova classificazione sismica
Si informa la spettabile Utenza che, in data odierna, con Nota Prot. n. PG/2017/155465 del 18/04/2017 la Regione Liguria ha comunicato ai Comuni Liguri, alle Province Liguri, alla Città Metropolitana di Genova e agli Ordini/Collegi Professionali della Liguria che con D.G.R. n. 297 del 14/04/2017, il termine di entrata in vigore della nuova classificazione sismica (D.G.R. n. 216 del 17/03/2017) del territorio regionale ligure, inizialmente prevista per il giorno 19 aprile 2017, è stato posticipato al giorno 19 luglio 2017. Con la stessa Nota, la Regione Liguria ha comunicato che l'art. 3 comma 6 della L.R. n. 7 del 6 aprile 2017, pubblicata sul BURL - Parte Prima del 12/04/2017 ed in vigore dalla stessa data, relativo alla modifica dell'art. 18 della L.R. n. 63/2009, troverà applicazione al momento dell'entrata in vigore della nuova classificazione (19 luglio 2017).
immagine relativa alla notizia
da 07/04/2017
Nuova classificazione sismica
Si informa la spettabile Utenza che in data odierna, con Nota Prot. Gen. n. 20387 del 07/04/2017 la Città Metropolitana ha inviato alla Regione Liguria una richiesta di differimento dell'entrata in vigore della nuova classificazione sismica stabilita dalla D.G.R. n. 216/2017 e una richiesta di ulteriori chiarimenti in merito.
immagine relativa alla notizia
da 23/03/2017
Nuova classificazione sismica
Si informa la spettabile Utenza che in data odierna la Regione Liguria con Nota Prot. PG/2017/120964 del 23/03/2017 ha comunicato ai Comuni, alle Province Liguri e alla Città Metropolitana di Genova l'approvazione della nuova classificazione sismica regionale con D.G.R. n. 216 del 17/03/2017. L'entrata in vigore, e l'efficacia, della nuova classificazione sismica è stabilita con la pubblicazione dell'atto sul Bollettino Ufficiale della Regione Liguria, BURL n. 16 Parte II del 19/04/2017. Contestualmente, in data odierna, con Nota Prot. Gen. n. 16941 del 23/03/2017 la Città Metropolitana ha inviato alla Regione Liguria una richiesta di urgenti chiarimenti sull'applicazione dell'art. 104 del D.P.R. n. 380/2001 in relazione alla nuova classificazione sismica stabilita dalla D.G.R. n. 216/2017.
immagine relativa alla notizia
da 02/03/2017
Sismica: controlli a campione
Si informa la spettabile Utenza che la Città Metropolitana di Genova ha estratto il campione di pratiche per il controllo dei progetti secondo le istruzioni DTN.SIS 03.
immagine relativa alla notizia
da 09/02/2017
Sismica: Nuova normativa
Si informa la spettabile Utenza che con l'entrata in vigore del DLgs 222/2016 (cosiddetto "Decreto Scia 2"), avvenuta in data 11/12/2016, sono state introdotte alcune modifiche all'art. 67 del D.P.R. n. 380/2001 relativo al Collaudo Statico. In particolare, con l'aggiunta del comma 8-bis allo stesso articolo, per gli interventi di riparazione e per gli interventi locali sulle costruzioni esistenti, come definiti dalla normativa tecnica, il certificato di collaudo è sostituito dalla dichiarazione di regolare esecuzione resa dal direttore dei lavori. In base a questa revisione normativa, la Città Metropolitana di Genova sta aggiornando i moduli e le istruzioni per l'utenza. Per quanto riguarda le denunce delle opere relative ad interventi locali/riparazione già depositate con nomina del Collaudatore, ma non ancora concluse alla data del 11/12/2016 con il deposito del Certificato di Collaudo Statico presso lo Sportello Unico (S.U.E./S.U.A.P.) del Comune di competenza, ai fini amministrativi si possono ritenere concluse con il deposito della Relazione a Strutture Ultimate del Direttore dei Lavori Strutturali. Lo stesso regime amministrativo si ritiene valido per le denunce relative ad interventi locali/riparazione depositate con nomina del Collaudatore a partire dal 11/12/2016. Con l'occasione, si rammenta che gli tutti interventi locali/riparazione, ad eccezione di quelli relativi ad opere strategiche/sensibili, rientrano nelle opere ed interventi a minor rilevanza ai fini sismici definite dalla D.G.R. n. 804/2016 - All. 2, e che pertanto sono esclusi dalla denuncia delle opere strutturali in zona sismica ai sensi dell'art. 93 del D.P.R. n. 380/2001 (Denuncia "ZS" e relativi adempimenti, tra cui le dichiarazioni dei progettisti e il pagamento delle spese di istruttoria). Per questi interventi, tuttavia, restano fermi gli obblighi di denuncia delle opere in calcestruzzo armato e in struttura metallica ai sensi dell'art. 65 del D.P.R. n. 380/2001 (Denuncia "CA" senza nomina del collaudatore).