Dati aperti e Amministrazione trasparente

Il tema degli open data, inserito tra gli elementi di innovazione del Codice dell’amministrazione digitale (CAD), rappresenta un ulteriore passo verso l’ammodernamento della PA a garanzia della trasparenza e della partecipazione dei cittadini. L’espressione open data sta infatti a significare dati pubblici in formato aperto, libero e accessibili a tutti i cittadini, oltre che facilmente riutilizzabili e scambiabili sul web, senza limitazioni di copyright, brevetti o altro.

L’ open data si richiama alla più ampia disciplina dell'open government, cioè la dottrina in base alla quale la pubblica amministrazione dovrebbe essere aperta ai cittadini, tanto in termini di trasparenza quanto di partecipazione diretta al processo decisionale, anche attraverso il ricorso alle nuove tecnologie dell'informazione e della comunicazione.

#GenovaMetropoli, per favorire l’accesso e la circolazione del patrimonio informativo e la partecipazione dei cittadini alla vita pubblica, sostiene le politiche di open data, impegnandosi a fornire dati completi, disponibili per il cittadino senza restrizioni di copyright, brevetto o simili, raccolti alla fonte in forme non aggregate né modificate, resi disponibili in rete in formato digitale in modo tempestivo per preservarne il valore, utilizzabili dal punto di vista tecnico e leggibili al computer da chiunque in quanto non vincolati all’uso di un particolare software.

In tal modo #GenovaMetropoli promuove e valorizza la trasparenza dell’Ente, fornendo ai cittadini informazioni sull’azione pubblica, in ottica di accountability e di responsabilizzazione e inoltre attiva i processi partecipativi degli stakeholder nell’ottica della promozione e dello sviluppo economico.