Mayors in Action

Acronimo: 
MiA
Stato progetto: 
concluso

Il progetto europeo MAYORS in ACTION ha cinque obiettivi specifici, profondamente correlati tra loro, sulla base dell'osservazione e dell'esperienza del consorzio di progetto, dei problemi effettivamente affrontati dall'ufficio europeo del Patto dei Sindaci e delle indicazioni dell'EASME attraverso il bando di gara IEE 2013.
Questi obiettivi riflettono temi già fortemente emersi come priorità da risolvere durante l'attuazione di altri precedenti progetti per lo sviluppo di comunità energeticamente sostenibili:

  1. Rafforzare i Coordinatori/Sostenitori del Patto dei Sindaci in Europa e costruire la loro capacità di assistere gli Enti Locali nell'accelerare l'attuazione e il monitoraggio dei loro PAES (Piani di Azione per l'Energia Sostenibile) mettendo in atto le azioni EE (efficientamento energetico) e RES (energia da fonti rinnovabili) programmate e monitorandole. Ciò avviene consentendo ai Soggetti Coordinatori e Sostenitori del Patto dei Sindaci di analizzare i PAES, individuando possibili strumenti tecnici e finanziari per mettere in atto le azioni previste, trasmettere queste conoscenze agli Enti Locali attraverso programmi di formazione, tutoraggio e coaching.
  2. Per coprire i "costi di transazione" necessari per adottare buone pratiche da un paese all'altro utilizzando un approccio peer-to-peer tra i sostenitori del patto a livello europeo. Ciò avviene superando le barriere non tecnologiche attraverso la creazione di capacità utilizzando un approccio peer to peer, networking e formazione specifica, per creare un'interazione dinamica in cui i Coordinatori e Sostenitori didiversi tipi (Regioni, Province, Comuni, agenzia nazionali per l'energia) e con diversi livelli d'esperienza possono sostenere l'un l'altro per facilitare gli Enti Locali per superare le difficoltà dell'attuazione del PAES.
  3. Aiutare le città medie e piccole ad implementare e monitorare i loro PAES. Molto spesso nelle città di piccole e medie dimensioni che dispongono di un PAES pronto e presentato, gli Enti Locali hanno difficoltà a mettere in pratica le azioni programmate nel piano: devono essere abilitati per raggiungere gli obiettivi previsti. Ciò avviene raccogliendo e implementando gli attuali strumenti e regimi sviluppati per sostenere la realizzazione delle azioni, confrontando l'eccellenza, rendendo conto e diffondendo il valore aggiunto delle buone pratiche attuate da altri enti Locali e Coordinatori e Sostenitori e sostenendo la loro replicabilità a livello comunitario e nazionale. L'approccio a livello locale con gli Enti Locali è lo stesso utilizzato a livello di C & S: revisioni di pari esperienze di SEAP, coaching e tutoraggio, gruppo di lavoro per l'attuazione, focus group per lo sviluppo delle azioni. L'attuazione delle azioni è fatta da un approccio partecipativo che coinvolge attori locali chiave del settore pubblico e privato e crea così il terreno per gli LG, i cittadini e gli attori del settore privato per investire direttamente nelle azioni legate all'energia per il loro beneficio diretto
  4. Garantire l'istituzionalizzazione delle politiche energetiche sostenibili e garantire l'attuazione coerente e la continuità politica dei SEAP durante e dopo la durata del progetto. Ciò avviene proponendo un approccio trasversale alla definizione di politiche energetiche a livello locale, coinvolgendo tutti i settori / reparti dei Comuni interessati per sviluppare un programma di attuazione del 2020 basato sul SEAP che mette in linea le azioni da realizzare fino al 2020 Coinvolgendo anche l'opposizione politica locale e riducendo così i rischi legati alla mancanza di continuità nella decisione politica. I comuni, sostenuti dalla C & S, elaboreranno una strategia energetica fino al 2050. Oltre al sostegno politico, l'attuazione del SEAP è garantita nell'ambito della sostenibilità economica attraverso la preparazione di piani d'investimento e proposte da presentare all'impianto ELENA durante il Durata del progetto.
  5. Rendere ampiamente disponibili i risultati e aumentare il numero delle Strutture di Supporto nell'iniziativa del Patto dei Sindaci. Ciò è fatto a livello nazionale attraverso la creazione di reti di Strutture di Supporto che scambiano competenze e strumenti e ampliano la base nazionale dei Comuni che firmeranno l'Alleanza. A livello europeo e internazionale, le Strutture di supporto esistenti affronteranno questo aspetto nel progetto utilizzando canali e contatti esistenti per l'allargamento, condurre la sensibilizzazione sulla rete e motivare potenziali strutture di supporto per collegare, evidenziando benefici e opportunità.
Aree di intervento: